Page 1

04.08.2016 ELEZIONI PRESIDENZIALI Il partito ABV e il movimento Gherghiovden siglano un accordo di partnership politica Il Partito Alternativa per la Rinascita Bulgara (ABV) e il Movimento Gherghiovden hanno siglato un accordo di partnership politica. I rappresentanti delle due formazioni, Gheorghi Parvanov per l’ABV e Dragomir Stefanov per il Movimento Gherghiovden, hanno firmato il documento d’intesa all’inizio di una conferenza stampa congiunta. “Sono felice di aver stabilito dei rapporti così stretti ed efficienti con il Movimento Gherghiovden, perché i nostri partiti sono molto vicini politicamente”, ha rilevato l’ex Presidente della Bulgaria e leader dell’ABV Parvanov. Stefanov ha auspicato la creazione di un’unione politica più ampia. Nel frattempo, l’ABV è impegnato a costituire un’alleanza elettorale di centrosinistra con il Partito Socialista Bulgaro (BSP), in vista delle elezioni presidenziali del 6 novembre prossimo. Nelle settimane scorse l’ex Ministro del Lavoro e Vicepresidente dell’ABV, Ivaylo Kalfin, ha rilevato che il percorso verso l'unificazione della sinistra bulgara dovrà passare attraverso le prossime elezioni presidenziali in autunno. Gheorghi Parvanov: La candidatura congiunta non deve essere antipartitica La formula per individuare una candidatura congiunta per la presidenza bulgara non deve essere antipartitica. Lo ha dichiarato l’ex Presidente della Bulgaria e leader del Partito Alternativa per la Rinascita Bulgara (ABV) Gheorghi Parvanov, il quale è del parere che il candidato dovrebbe rappresentare l’unità della nazione, e il suo nome dovrebbe essere reso noto il prima possibile, per aumentarne il consenso. Per Parvanov l’eventuale candidato alla presidenza dovrebbe essere slegato ai partiti, ma non in opposizione ad essi, facendo riferimento alla ricerca di un nome condiviso con il Partito Socialista Bulgaro (BSP). In merito alla possibile candidatura del generale di brigata Rumen Radev, sostenuta dal BSP, Parvanov ha dichiarato che si tratta di una figura professionale, un uomo integro, ma ha rifiutato di rilasciare successivi commenti. Il generale Radev si è dimesso come comandante delle Forze aeree bulgare per poter partecipare alle elezioni come candidato del BSP. EMERGENZA MIGRANTI Il Governo riduce il numero dei documenti di registrazione per i rifugiati Il Governo ha diminuito da cinque a tre i tipi di documenti di registrazione richiesti dall’Agenzia nazionale per i rifugiati. Il cambiamento è in linea con gli emendamenti alla legge sull’asilo e i rifugiati, adottati l’anno scorso per accogliere i regolamenti in materia dell’UE, così da garantire procedure comuni per accogliere i principi di tutela internazionale nella legislazione bulgara, si legge in un comunicato del Governo


I tre tipi di documenti di registrazione saranno distribuiti per le categorie dei richiedenti asilo, degli stranieri che fanno domanda per la tutela internazionale e per gli stranieri a cui viene assicurata protezione temporanea in Bulgaria. SONDAGGIO Circa il 60 per cento dei bulgari è favorevole alla legislazione antiterrorismo Circa il 56 per cento dei cittadini bulgari crede che una riduzione dei diritti civili possa essere necessaria per combattere la minaccia terroristica. Lo rivela un sondaggio condotto da Gallup International. La rilevazione statistica fa riferimento al nuovo disegno di legge antiterrorismo, passato in prima lettura nel parlamento di Sofia. Il 32 per cento degli intervistati crede invece che la nuova legislazione sia lesiva dei diritti civili della cittadinanza. Il sondaggio ha mostrato un divario generazionale fra i giovani, più interessati al mantenimento completo delle libertà civili, e le persone più anziane, maggiormente focalizzate sulla tutela dell’ordine e la sicurezza.

News ccib 04 08 2016  

News ccib 04 08 2016