Page 1

03-10-2016 EMERGENZA MIGRANTI La polizia arresta sedici migranti irregolari a Burgas La polizia bulgara ha arrestato 16 migranti irregolari nella zona di Burgas. Lo hanno riferito i funzionari della polizia, che non hanno specificato il Paese di origine dei migranti. I conducenti bulgari dei due veicoli utilizzati per il trasporto dei migranti sono stati arrestati. L’operazione è stata effettuata in collaborazione con la polizia di frontiera. Europol: inquietante la crescita del traffico attraverso la Bulgaria La crescita del traffico di migranti attraverso la Bulgaria è inquietante, secondo l’Europol. Il maggior numero di trafficanti sono turchi, ma ci sono anche molti bulgari, siriani, polacchi, serbi e kosovari. Circa 40 mila trafficanti di migranti hanno accumulato quasi sei miliardi di dollari solo l'anno scorso. Secondo i dati dell’Europol, ci sono 230 punti caldi in Europa, ma i principali sono al di fuori dei suoi confini: Istanbul, Izmir, Tripoli, Bengasi, Amman, Beirut, Casablanca, Il Cairo e Oran. I punti caldi dell'immigrazione illegale nell'Unione Europea sono Atene, Salonicco, Calais, Vienna, Budapest, Monaco di Baviera, Roma, Milano, Madrid, Varsavia, Parigi, Amburgo e Stoccolma. Secondo le autorità egiziane, i trafficanti locali trasportano in Europa uomini e donne per 3-5 mila dollari a persona. PRESIDENZIALI Il Presidente del Parlamento Tsetska Tsaceva è il candidato del GERB Il Presidente del Parlamento Tsetska Tsaceva è il candidato del Partito di Governo alle elezioni presidenziali. Lo ha detto il Premer e leader del Gerb Boyko Borissov. Il Viceammiraglio Plamen Manuscev sarà il candidato del GERB a Vicepresidente. Qualora dovesse vincere le elezioni, Tsaceva, prima donna Presidente del parlamento della Bulgaria, diventerebbe anche la prima donna Presidente della Repubblica. Per quanto riguarda l’opposizione, il nome più rilevante emerso nelle ultime settimane è quello di Rumen Radev, candidato del Partito Socialista Bulgaro (BSP) alla presidenza. ONU Kristalina Gheorghieva interviene oggi all’Assemblea dell’ONU Kristalina Gheorghieva, il nuovo candidato della Bulgaria a Segretario Generale ONU, interviene oggi a New York davanti all'Assemblea generale delle Nazioni Unite e al Consiglio di Sicurezza ONU.


Il Premeir Boyko Borissov ha espresso la convinzione che grazie ai meriti e alle competenze professionali, la candidatura della Gheorghieva contribuirà ad allargare il cerchio delle donne che hanno partecipato alla corsa per la carica da Segretario Generale. Il Ministero degli Esteri ha informato inoltre che una lettera di Borissov è stata distribuita a tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite. “La Russia non ha obiettato alla scelta del governo bulgaro di candidare Kristalina Gheorghieva alla Segreteria Generale dell’Onu”, ha dichiarato, in settimana, il Ministro degli Esteri, Daniel Mitov, commentando alcune indiscrezioni della stampa internazionale su una presunta contrarietà di Mosca alla scelta di Gheorghieva. “Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha deciso di diffondere la lettera inviata dal Premier Boyko Borissov a tutti gli Stati membri dell’ONU, così quella di Kristalina Gheorghieva è diventata la candidatura ufficiale della Bulgaria”, ha chiarito il Ministro degli Esteri. Mitov ha affermato che la Federazione Russa non ha posto obiezioni al cambiamento di nomina effettuato dal governo bulgaro. Mosca avrebbe semplicemente chiesto chiarimenti tecnici in merito a un’espressione utilizzata nella missiva indirizzata da Sofia ai rappresentanti ONU, nella quale si specifica che Gheorghieva è “il solo e unico candidato” della Bulgaria per la massima carica in seno alle Nazioni Unite. “Abbiamo quindi ribadito il concetto, spiegando che il Governo bulgaro ha ritirato la nomina di Irina Bokova, e da questo momento il nostro unico candidato è da considerare Kristalina Gheorghieva”, ha chiarito Mitov. ECONOMIA Diminuisce l’indice dei prezzi alla produzione nel settore industriale L'indice dei prezzi alla produzione nel settore industriale è diminuito dello 0,3 per cento nel mese di agosto rispetto al mese precedente. L'indice dei prezzi alla produzione è un indicatore inflazionistico che misura il cambiamento medio dei prezzi di vendita praticati dai produttori nazionali di beni e servizi. Prezzi più bassi dello 0,4 per cento sono stati registrati nel campo dell’industria mineraria, mentre nel settore della fornitura di energia elettrica e gas, i prezzi sono aumentati dello 0,1 per cento, ha annunciato l’Istituto Nazionale di Statistica. Nel settore manifatturiero la diminuzione dei prezzi più significativa è stata registrata nella fabbricazione del legno e dei prodotti in sughero, pari allo 0,5 per cento. Nella fabbricazione di prodotti farmaceutici è stata dello 0,6 per cento, mentre è stato segnalato un aumento di prezzo nella fabbricazione di pelle e simili, pari all’1,3 per cento e nella fabbricazione di prodotti alimentari, pari allo 0,4 per cento. TELECOMUNICAZIONI


La Bulgaria aderisce al più grande progetto dell'Azerbaigian La Bulgaria parteciperà alla costruzione del più grande progetto dell’Azerbaigian nel settore delle telecomunicazioni (Tasim). L'accordo preliminare sulla cooperazione nell'ambito di questo progetto è stato raggiunto in occasione della quarta sessione della Commissione Intergovernativa Azerbaigian-Bulgaria su cooperazione economica, scientifica e tecnica, che si è svolta a Baku. Le parti hanno convenuto di studiare la possibilità di utilizzare reti di telecomunicazione degli operatori di comunicazione bulgari come parti del Tasim. La costruzione della Tasim prevede la realizzazione di un importante collegamento di transito da Francoforte a Hong Kong. Russia (Rostelecom), Kazakhstan (KazTransCom), Turchia (TurkTelecom) e Cina (China Telecom) pure sono coinvolti nel progetto.

News ccib 03 10 2016  

News ccib 03 10 2016