Page 1

03.06.2016 PARLAMENTO La Commissione Parlamentare approva il nuovo progetto di legge anti-corruzione La Commissione Giuridica del Parlamento ha approvato la nuova versione di un disegno di legge contro la corruzione, che prevede l'istituzione di un ufficio nazionale per la prevenzione del fenomeno e la confisca dei beni acquisiti illegalmente. L'Ufficio di Presidenza sarà composto della Commissione per la prevenzione e l’accertamento dei conflitti d'interesse, la Commissione per la confisca dei beni acquisiti illegalmente, il Centro per la Prevenzione e la Lotta alla Corruzione e alla Criminalità Organizzata (BORKOR), e il Dipartimento incaricato di certificare i controlli sulle dichiarazioni di proprietà presso la Corte dei Conti. Gli impianti militari Vmz Sopot, Kintex Ead e Niti Ead non saranno privatizzati Il Parlamento ha approvato, in prima lettura, l'inserimento degli impianti militari Vmz Sopot, Kintex Ead, e Niti Ead nella lista delle aziende che non possono essere privatizzate. I parlamentari avevano adottato due disegni di legge per modificare la norma sul controllo delle privatizzazioni e post-privatizzazioni. Entrambi gli emendamenti sono stati accolti a larga maggioranza. ENERGIA Sarà costruito un gasdotto di riserva fra Bulgaria e Romania Bulgaria e Romania costruiranno un gasdotto di riserva che transiterà sotto il Danubio. L’annuncio è stato dato dall’operatore bulgaro Bulgartransgaz. All’inizio del mese di aprile, Bulgartransgaz e la sua controparte romena Transgaz avevano siglato un contratto per la costruzione del gasdotto principale da scavare sotto il fondale del Danubio. In aggiunta a questo progetto, i rappresentanti delle due compagnie hanno firmato un accordo per lo sviluppo di un gasdotto di riserva, per assicurare l’interconnessione fra i due Paesi e lo scambio di gas. Il gasdotto principale dovrebbe entrare in funzione per i mesi di luglioagosto. Il punto di attraversamento in cui verranno disposti i due gasdotti misura poco più di due chilometri e ha una capacità massima annuale di 1,5 miliardi di metri cubi. La costruzione del gasdotto di riserva costituisce un’altra importante passo nel processo di diversificazione energetica della Bulgaria. Completato l’ammodernamento di uno dei reattori nucleari di Kozloduy La compagnia russa Rosatom ha completato i lavori di ammodernamento previsti per allungare il ciclo vitale di uno dei due reattori della centrale nucleare di Kozloduy.


Il Governo ha stanziato complessivamente 360 milioni di euro per l’ammodernamento dei due reattori nucleari per mantenerli in funzionamento altri 30 anni rispettando tutti gli standard di sicurezza. Il progetto rientra nel piano energetico bulgaro, che mira a mantenere bassi i prezzi dell’energia elettrica. L’impianto nucleare di Kozloduy ha due reattori da mille megawatt, capaci di garantire il 30 per cento del fabbisogno di elettricità del Paese. FINANZE Il debito pubblico in lieve calo Il debito pubblico della Bulgaria ha raggiunto i 13,34 miliardi di euro in termini nominali alla fine di aprile 2016, come annunciato dal Ministero delle Finanze di Sofia. Rispetto alla fine dello scorso mese di marzo, il debito pubblico totale è sceso di circa 9,5 milioni di euro. Se si fa riferimento al mese di aprile 2015, invece, il debito pubblico è aumentato di quasi 1,73 miliardi di euro in termini nominali. Il rapporto fra debito e PIL si è attestato al 29,2 per cento alla fine di aprile, un calo minimo rispetto al 29,3 per cento del mese di marzo ma più alto rispetto al 26,4 per cento registrato alla fine del 2015. DIFESA Incontro a Sofia fra i Capi di Stato Maggiore della Grecia e della Bulgaria L’Ammiraglio Evangelos Apostolakis, Capo di Stato Maggiore delle Forze di Difesa greche, è stato in visita a Sofia su invito della sua controparte bulgara, il Generale Constantin Popov. I due hanno discusso sullo stato attuale e le prospettive di espansione della cooperazione militare fra Bulgaria e Grecia. Durante i colloqui, Popov e Apostolakis si sono soffermati in particolare sullo sviluppo di una collaborazione all’interno delle iniziative regionali, per aumentare la stabilità e la sicurezza dell’Europa sudorientale, incluse le opportunità di rafforzare i legami diretti fra le forze armate, le accademie militari e le strutture logistiche di Sofia e Atene.

News ccib 03 06 2016  

News ccib 03 06 2016