Page 1

02.03.2016 CONTRABBANDO In Bulgaria si vende carburante fornito da ISIS, secondo il quotidiano Trud Carburante fornito dall'ISIS viene venduto nelle stazioni di servizio in Bulgaria: lo scrive in prima pagina il quotidiano di Sofia Trud citando fonti dei servizi doganali. La segnalazione sarebbe arrivata dai servizi speciali di Paesi partner della Bulgaria. Da alcuni giorni infatti si stanno svolgendo meticolosi controlli nei distributori di benzina in tutto il Paese. Il servizio di sicurezza bulgaro (DANS) però non ha voluto commentare la notizia. Secondo quanto si legge sul giornale, il carburante di contrabbando dello Stato Islamico verrebbe caricato su petroliere in Turchia per poi essere trasportato con documenti falsi in Grecia e venduto infine anche in Bulgaria. Il canale per le forniture della benzina di contrabbando sarebbe stato intercettato grazie anche alle foto satellitari inviate alle autorità di Sofia dagli USA e dalla Russia. BULGARIA - GRECIA Boyko Borissov auspica nessun nuovo blocco al confine da parte degli agricoltori greci Il Premier Boyko Borissov ha espresso la speranza che gli agricoltori greci abbiano definitivamente concluso le loro protestе, con blocchi stradali, al confine tra i due Paesi. Borissov ha ringraziato gli agricoltori greci per aver sollevato l'ultimo blocco lo scorso weekend, anche se questo risultato è stato raggiunto solo dopo l’ennesima intimazione della Bulgaria e le rassicurazioni ricevute dal Primo Ministro greco Alexis Tsipras sulle modifiche alle riforme previdenziali proposte da Atene. In caso di un nuovo blocco, Borissov aveva detto che la Bulgaria avrebbe inviato un ultimatum all'Unione Europea, rifiutandosi di partecipare alle riunioni del Consiglio europeo. Borissov ha incontrato gli agricoltori greci sabato scorso. I blocchi al confine greco-bulgaro sono durati quasi per tutto il mese di febbraio. Secondo le stime dei trasportatori bulgari, le perdite derivanti dai più recenti blocchi superano i 10 milioni di lev. Un’escalation della tensione si è registrata quando i camionisti bulgari hanno organizzato un contro-blocco dopo che i contadini non avevano mantenuto la promessa di porre fine alla protesta. FINANZE Avanzo di bilancio di quasi un miliardo di lev previsto a febbraio 2016 Il bilancio della Bulgaria dovrebbe mostrare un surplus di 961 milioni di lev alla fine di febbraio, pari all’1,1 per cento del Prodotto interno lordo (PIL) previsto per il 2016. Sono i dati preliminari e le stime diffuse dal Ministero delle Finanze. Il Paese aveva segnalato un deficit di bilancio consolidato di 105,5 milioni di lev a febbraio 2015, pari allo 0,1 per cento del PIL. I ricavi totali si attendono intorno ai 5,5 miliardi di lev, ovvero il 16,7 per cento della stima annuale a fine febbraio 2016, con 738,7 milioni di lev in più rispetto agli stessi mesi del 2015, riferisce il ministero delle Finanze che ha


attribuito l'aumento ai maggiori ricavi fiscali e non fiscali e alle sovvenzioni UE, cresciuti rispettivamente di 478,3 milioni di lev e 260,3 milioni di lev. (Bus) I deputati approvano la pubblicazione del rapporto sulla CorpBank La Commissione parlamentare Affari Legali ha approvato in prima lettura la pubblicazione del rapporto sul fallimento della Corporate Commercial bank (CorpBank). La decisione arriva con l'adozione del progetto di legge per le modifiche e le integrazioni alla legge sui fallimenti delle banche. Il testo prevede la modifica dell'articolo 12 bis, comma 2, punto 12 della legge sul fallimento bancario. Il ministro delle Finanze, Vladislav Goranov, aveva chiesto alla società di consulenza AlixPartners il consenso per divulgare la relazione sul fallimento della banca che era stata condotta dalla società. La Postbank ha acquisito la Alpha Bank La bulgara Postbank, filiale della greca Eurobank, ha finalizzato con successo l'acquisizione delle attività della filiale bulgara della greca Alpha Bank. Con l'acquisizione, la Postbank, è diventata la quarta più grande banca della Bulgaria in termini di prestiti e depositi, con un patrimonio superiore a 6,3 miliardi di lev. Con la firma dell’accordo le due banche hanno compiuto il passo finale verso la loro fusione.

News ccib 02 03 2016  

News ccib 02 03 2016