Page 1

01.07.2015 CRISI GRECA Gli avvenimenti in Grecia non avranno pesanti ripercussioni in Bulgaria, secondo Daniel Mitov Il Ministro degli Esteri, Daniel Mitov, ha dichiarato che la crisi finanziaria nella vicina Grecia non avrà pesanti ripercussioni sul settore finanziario e sul business in Bulgaria. A suo dire, la Bulgaria è riuscita a prepararsi per la crisi in questione: gli imprenditori si sono riorientati verso altre opportunità mentre il Governo ha intrapreso le misure necessarie per rafforzare la sicurezza finanziaria delle banche, comprese quelle collegate con la Grecia. In merito all’imminente referendum in Grecia, Mitov ha espresso il parere che la Grecia e è Paese vicino e amico particolarmente importante per la Bulgaria e tutti sperano che venga trovata una soluzione ragionevole della crisi. “Con i referendum, però, non si pagano i debiti”, ha aggiunto il Ministro degli Esteri bulgaro. CONTRIBUTO Sofia partecipa con 100 milioni di euro al “Piano Juncker” per gli investimenti La Bulgaria ha annunciato che parteciperà con 100 milioni di euro ai progetti finanziati dal Piano d'investimenti proposto dal Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, che ha un valore complessivo di 315 miliardi di euro. Il contributo di Sofia arriverà attraverso il cofinanziamento di progetti approvati dalla Banca bulgara per lo sviluppo. La Bulgaria è l'ottavo paese a contribuire al piano Juncker, dopo Germania, Spagna, Francia, Italia, Lussemburgo, Polonia e Slovacchia. “Sono lieto di sentire che la Bulgaria ha annunciato un contributo di 100 milioni di euro per il piano d'investimenti: ho avuto ottimi colloqui con il Primo Ministro Boyko Borissov su come la Bulgaria potrà beneficiare del piano e presto vedremo gli effetti concreti della sua attuazione”, ha affermato il Vicepresidente della Commissione UE, Jyrki Katainen. Jean-Claude Juncker, ha incontrato una delegazione di Sindaci bulgari per discutere dei progetti finanziati dall'UE per le comunità locali della Bulgaria. Oggi la delegazione incontrerà la Vicepresidente della Commissione UE e responsabile per il Bilancio, Kristalina Gheorghieva. RETRIBUZIONI Da oggi è previsto un aumento dei salari e delle pensioni minime Da oggi è previsto un aumento degli stipendi e delle pensioni in Bulgaria. Il salario minimo passerà da 360 a 380 lev. Il governo bulgaro aveva fissato due aumenti dello stipendio minimo nel 2015: il primo era entrato in vigore dal primo gennaio, quando la quota era passata da 340 a 360 lev. Saranno Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


quasi 450 mila i lavoratori bulgari che beneficeranno dell’aumento dei salari. Secondo quanto riferito dal Governo di Sofia, il progressivo aumento del salario minimo è uno strumento essenziale per la lotta contro l'economia sommersa. Le stime di bilancio triennali prevedono un incremento graduale della retribuzione mensile minima che passerà a 420 lev nel 2016 e a 460 lev nel 2017. Più moderato, invece, l’aumento delle pensioni che sarà dell’1,9%. Da oggi i cittadini bulgari più anziani con pensioni basse riceveranno in media circa 2-3 lev in più, con un massimale di 5 lev in più per coloro che prendono una pensione minima. EUROSTAT A maggio disoccupazione in calo in Bulgaria e Croazia, aumenta in Romania A maggio il tasso di disoccupazione ha fatto registrare delle diminuzioni in Bulgaria e Croazia, mentre è aumentato in Romania ed è rimasto stabile in Slovenia. È quanto emerge dai dati pubblicati dall’Eurostat, l’ufficio statistico comunitario, che nell’eurozona e nell’intera UE ha registrato rispettivamente dei tassi fermi all’11,1% e al 9,7%. Rispetto ad aprile, in Bulgaria si è passati dal 9,8% al 9,7% e in Croazia dal 16,2% al 15,8%. In Romania si rileva invece un aumento dal 6,9% al 7,1% e in Slovenia si è rimasti fermi al 9,2%.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 01 07 2015  

News ccib 01 07 2015

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you