Page 1

27.03.2015 CRISI UCRAINA Bulgaria denuncia 'guerra ibrida' della Russia “Il Cremlino sta conducendo una guerra ibrida in Bulgaria con i suoi tentativi di manipolare l’opinione pubblica tramite disinformazione e campagne propagandistiche nel contesto della crisi in Ucraina”. È quanto si legge in un rapporto del Ministero della Difesa bulgaro citato dall’agenzia Mediapool. Nel documento è detto ancora che “la crisi in Ucraina è un esempio della crescente vulnerabilità degli stati quando gli strumenti della guerra ibrida sono utilizzati in maniera efficiente per raggiungere scopi politici”. Secondo il rapporto ci sarebbero poi dei “leader populisti di determinati partiti bulgari che cercano di manipolare gli elettori” a favore della politica di Mosca e “creare confusione tra la popolazione”. Nel rapporto si parla inoltre anche del “pericolo di atti estremisti in Bulgaria da parte di gruppi appartenenti a ideologie di estrema sinistra ed estrema destra”. BULGARIA – UE La Commissione apre procedura di infrazione per restrizioni sull’acquisto di terreni agricoli La Bulgaria deve rispettare pienamente la normativa comunitaria che regola l'acquisto di terreni agricoli. È quanto ha chiesto la Commissione Europea in una lettera di messa in mora inviata a Sofia, il primo stadio della procedura d'infrazione Ue. Secondo gli esperti di Bruxelles, la legislazione nazionale bulgara contiene varie disposizioni che “possono essere considerate una restrizione della libertà di circolazione dei capitali e della libertà di stabilimento”. Qualsiasi limitazione di tali libertà fondamentali sancite dal trattato “deve essere debitamente giustificata e rispettare i principi di non discriminazione e di proporzionalità”, afferma l'esecutivo Ue. Anche se agli stati membri è concesso di stabilire norme per la promozione dello sviluppo rurale e la salvaguardia della destinazione d'uso dei terreni agricoli, nonché al fine di evitare pressioni speculative sui prezzi dei terreni, ciò “deve avvenire nel rispetto dei limiti stabiliti dal diritto dell'Ue”. La Bulgaria ha ora due mesi di tempo per rispondere alla richiesta di Bruxelles. Altre procedure d'infrazione sulla stessa questione sono state aperte nei confronti di Ungheria, Lituania e Slovacchia. NOMINA Tsvetan Tsvetkov nominato a Presidente della Corte dei Conti Continua il cambio ai vertici delle maggiori istituzioni di Sofia dopo il ritorno al potere di Boyko Borissov, leader del partito di centrodestra Gerb. Il parlamento ha approvato con 146 voti a favore, uno contrario e 21 astenuti la nomina di Tsvetan Tsvetkov a nuovo Presidente della Corte dei Conti. La Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


candidatura di Tsvetkov era stata avanzata dal Gerb. I deputati del movimento nazionalista Ataka non hanno preso parte al voto. La nomina avviene dopo le modifiche legislative per ridurre il consiglio della Corte da nove a cinque membri. VISITA Il Premier del Montenegro Djukanovic arriva oggi a Sofia Il Presidente della Repubblica, Rossen Plevneliev, incontrerà oggi a Sofia il Primo Ministro del Montenegro, Milo Djukanovic. Nel corso di un precedente colloquio tenuto a Podgorica nel febbraio 2014, i due avevano discusso dell’adesione europea del Montenegro e dell’ingresso del paese adriatico nell’Alleanza atlantica.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 27 03 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you