Page 1

21.01.2015 CHARLIE HEBDO Estradato Fritz Jolie Joaquin, amico dei fratelli Kouachi Il tribunale di Haskovo ha accolto la richiesta di estradizione in Francia del 29enne Fritz Jolie Joaquin, un cittadino francese di origine haitiana sospettato di legami con i terroristi della strage di Parigi contro Charlie Hebdo. L'uomo era stato arrestato sulla base di un primo mandato di cattura dell'Europol, per sequestro di minore, mentre stava per uscire dal territorio bulgaro con il figlio di 3 anni, verso la Turchia. Poi è giunta la richiesta di estradizione per presunta complicità col terrorismo. Venerdì scorso il tribunale aveva respinto l'istanza di estradizione di Parigi per l'accusa di sequestro del figlio. Ieri invece, in base ad un secondo mandato di cattura dell'Europol, ha disposto l'estradizione in Francia di Fritz Jolie Joaquin, dopo l'arrivo della seconda richiesta che lo individua come fiancheggiatore degli autori dell'eccidio nella redazione di Charlie Hebdo. Entro dieci giorni, la procura generale bulgara dovrà ora organizzare, insieme alle autorità francesi, il trasferimento e la consegna dell'arrestato agli inquirenti di Parigi. Il difensore, l'avvocato Radi Radev, ha comunque promesso battaglia e ha dichiarato che Fritz Jolie Joaquin “innocente e le accuse nei suoi confronti non hanno niente a che fare con la verità”. L'arrestato ha ammesso di conoscere da oltre dieci anni i fratelli Kouachi, ma ha detto che aveva con loro soltanto rapporti di affari nel commercio di abiti e scarpe. “Non avevo la minima idea dei loro intenti”, ha sostenuto. EMERGENZA PROFUGHI Daniel Mitov: la protezione delle frontiere esterne UE può facilitare l’adesione a Schengen La necessità di una maggiore protezione delle frontiere esterne dell'Unione europea aumenta la probabilità della Bulgaria di aderire all'accordo di Schengen. È quanto affermato dal Ministro degli Esteri, Daniel Mitov, dopo il Consiglio Affari esteri dell'Unione europea che si è svolto a Bruxelles. Mitov ha affermato che la Bulgaria molto probabilmente chiederà il sostegno dell’UE per fronteggiare l’ennesima ondata di rifugiati e migranti. “La Bulgaria è uno dei paesi con il maggior numero di domande di asilo e allo stesso tempo abbiamo una posizione troppo bassa nella lista dei paesi che ricevono assistenza dal Fondo dell'UE che concede aiuti in linea con il principio di solidarietà. Noi insistiamo sull'importanza di raggiungere un giusto equilibrio”, ha dichiarato Mitov. ENERGIA Boyko Borisov: il blocco Khan Asparuh contiene grandi riserve di gas

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 21 01 2015  
News ccib 21 01 2015  
Advertisement