Page 1

19.03.2015 RIMPASTO Dimitar Gheorghiev sarà il nuovo Direttore della Dans Il Governo ha proposto Dimitar Gheorghiev per l’incarico di Direttore dell’Agenzia statale per la sicurezza nazionale (Dans), il servizio d’intelligence di controspionaggio. Il nome di Gheorghiev è trapelato al termine della riunione di ieri del Consiglio dei Ministri. Secondo quanto previsto dalla legge, ora il Presidente della Repubblica, Rossen Plevneliev, dovrà emanare il decreto di nomina del nuovo Direttore del Dans. Gheorghiev vanta una lunga esperienza nel campo dell’intelligence e della sicurezza: fra il 1995 e il 2005 faceva parte del Servizio di sicurezza nazionale del Ministero dell'Interno e successivamente diventò consigliere del Segretario Generale del Ministero dell’Interno con il grado di commissario. Dal novembre del 2006 a gennaio del 2011 era a capo della Direzione della polizia operativa di cooperazione internazionale presso il Ministero dell’Interno e sino al 28 maggio del 2013 è stato Viceministro dell’Interno. Gheorghiev succede a Vladimir Pisancev, dimessosi il 6 marzo scorso dopo la richiesta del Premier Boyko Borissov. SICUREZZA Il Governo approva l’accordo con USA per lo scambio del Pnr Il Governo ha adottato un accordo fra Bulgaria e Stati Uniti che consente lo scambio del Passenger Name Record (Pnr). L’accordo dovrà essere siglato e successivamente ratificato, secondo quanto riferito dall’ufficio stampa del Governo. Il progetto rappresenta un'opportunità per la prevenzione, l’individuazione, l’indagine e il perseguimento dei reati di terrorismo o di criminalità transnazionale e facilita i viaggi regolari tra la Bulgaria e gli Stati Uniti. Le autorità competenti incaricate dell'applicazione dell'accordo in Bulgaria saranno il Ministero dell'Interno e l'Agenzia di Stato per la sicurezza nazionale (Dans). L'accordo soddisfa i requisiti dell'accordo tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti sul trattamento e sul trasferimento dei Pnr, firmato a Bruxelles nel 2011. EUROSTAT A gennaio cresce il settore dell’edilizia in Slovenia, calo in Bulgaria e Romania Lo scorso gennaio su base mensile la produzione edilizia ha fatto registrare un aumento dell'11,2 per cento in Slovenia (l'incremento più sensibile dell’UE), mentre in Bulgaria e in Romania ci sono state rispettivamente delle diminuzioni dell'1,7 per cento e del 5,3 per cento. È quanto emerge dai dati pubblicati dall’Eurostat, che nell’intera Unione Europea e nella zona euro ha registrato in media degli aumenti rispettivamente dell'1,0 per cento e Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


dell'1,9 per cento. Su base annuale in Romania si è rilevato un incremento del 12,8 per cento e in Slovenia del 3,4 per cento, mentre in Bulgaria una diminuzione del 4,2 per cento. Nell’intera Unione rispetto al gennaio 2014 è stato registrato un aumento dell'1,4 per cento e nell’eurozona del 3,0 per cento. Deficit della bilancia commerciale in Bulgaria, Croazia, Grecia e Romania Lo scorso gennaio la bilancia commerciale ha fatto registrare dei deficit di 1,3 miliardi di euro in Grecia, di 400 milioni di euro in Croazia e di 200 milioni di euro in Bulgaria e in Romania, mentre in Slovenia è stato rilevato un surplus di 100 milioni di euro. È quanto emerge dai dati diffusi dall’Eurostat. Rispetto al gennaio 2014 si è registrato un calo dei deficit di 200 milioni di euro in Bulgaria, di 300 milioni in Grecia e di 100 milioni in Croazia e Romania. In Slovenia il surplus è rimasto stabile. L'Eurostat rileva inoltre che il primo mese dell'anno le esportazioni dell'Unione Europea verso la Turchia sono diminuite dell'1 per cento fermandosi a 5,7 miliardi di euro, mentre le importazioni di prodotti turchi sono aumentate del 5 per cento arrivando a 4,8 miliardi di euro. In generale l'intera Unione Europea ha registrato un deficit della bilancia commerciale di 10,6 miliardi di euro nel gennaio 2015, inferiore ai 14,3 miliardi dell'anno scorso.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 19 03 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you