Page 1

17.03.2015 MALTEMPO Sei morti per neve e freddo È salito a sei il numero dei morti finora a causa del freddo e delle abbondanti nevicate che negli ultimi dieci giorni hanno imperversato nella Bulgaria meridionale. Ieri è stato trovato il corpo assiderato di un uomo di 65 anni travolto da un cumulo di neve nei pressi del villaggio di Besvodno. Un altro uomo di 80 anni e suo figlio di 40 sono rimasti vittime della neve e i loro corpi sono stati scoperti sempre ieri vicino al villaggio di Dozhdevitsa. La prima vittima del maltempo in Bulgaria, un uomo di 65 anni, si era registrata il 9 marzo scorso nella località di Gorna Kula. Il 13 marzo sono stati ritrovati i corpi assiderati di un uomo di 56 anni del villaggio di Bistrogled e di un uomo di 47 del villaggio di Kutsovo. Intanto ancora 45 centri abitati continuano a rimanere senza luce. Alcune strade in zone montane sono ancora bloccate dai cumuli di neve che in certi punti arrivano a 3 metri di altezza. STATISTICHE Forza lavoro in aumento dello 0,6 per cento nel 2014 La forza lavoro in Bulgaria ha registrato un lieve aumento dello 0,6 per cento nel 2014 rispetto ai dati dell’anno precedente. Stando alle stime, le persone economicamente attive, con un’età tra i 15 e i 64 anni, sono state pari a 3.308.700, ossia il 69 per cento della popolazione compresa nello stesso segmento di età. D’altro canto, il numero complessivo di lavoratori è stato di 2.981.400, pari al 48 per cento dei cittadini con un’età superiore ai 15 anni. Il numero di lavoratori, con un’età dai 15 ai 64 anni, raggiunge l’ammontare di 2.927.400 persone. Le statistiche per il 2014 dimostrano che ci sono ancora 384.500 persone disoccupate, con una predominanza maschile, sebbene il coefficiente di disoccupazione fosse migliorato dell’1,5 per cento rispetto all’anno passato e, quindi, si fosse stabilizzato a una percentuale dell’11,4 per cento. Tuttavia occorre ricordare come il coefficiente di disoccupazione sia più alto (23,8 per cento) per i giovani tra i 15 e i 24 anni, nonostante un lieve miglioramento della situazione anche in questo caso. Così, il numero di persone continuativamente disoccupate ha raggiunto l’ammontare di 232.500, ossia il 60 per cento del totale dei disoccupati. Infine, il numero di persone economicamente inattive, tra i 15 e i 64 anni, arriva a 1.486.900 con un coefficiente di riferimento del 31 per cento. POLITICA Bokyo Borisov: I Ministri non siano coinvolti nella campagna elettorale per le elezioni amministrative Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


Il Premier bulgaro Boyko Borisov ha detto che chiederà ai Ministri dell’Esecutivo di non impegnarsi nelle campagne elettorali per le prossime consultazioni amministrative. “Tutti i Ministri devono continuare a svolgere il proprio lavoro”, ha aggiunto Borisov, nel corso della conferenza nazionale del suo partito (Gerb) al potere che si è tenuta a Plovdiv. “Le prossime elezioni amministrative saranno una grande prova per la coalizione di Governo”, ha osservato Borissov. Il Premier e leader del Gerb ha invitato il Blocco riformista a continuare a condividere la fiducia reciproca anche durante le prossime elezioni amministrative nel paese. Borissov ha poi assicurato che il neoeletto Ministro dell'Interno Rumyana Bachvarova avrebbe fatto del proprio meglio per garantire un ottimale svolgimento della prova elettorale. CRISI UCRAINA Il fiasco degli accordi di Minsk farebbe crescere le sanzioni europee contro la Russia “Un eventuale fiasco degli accordi di Minsk porterebbe a maggiori sanzioni UE contro la Russia”. Lo ha dichiarato il Ministro degli Esteri bulgaro, Daniel Mitov, a margine del Consiglio dei Ministri degli affari esteri a Bruxelles. “Le sanzioni ora in vigore nei confronti del settore finanziario, energetico e della difesa della Russia scadono nel mese di luglio e ci si aspettava che in settimana si decida di prolungarle o meno”, ha aggiunto Mitov. Nel corso di questa ultima riunione però i Ministri degli Esteri UE non hanno nemmeno discusso la questione. Il diplomatico bulgaro ha ribadito che nonostante le diverse valutazioni ed analisi dei vari paesi, prevale la posizione di dare la chance alla tregua.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 17 03 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you