Page 1

16.02.2015 DANS Il Presidente Plevneliev esorta la rimozione di Vladimir Pisancev Il Presidente della Repubblica, Rossen Plevneliev, ha esortato la rimozione di Vladimir Pisancev dall’incarico di direttore dell’Agenzia statale per la sicurezza nazionale (Dans). La notizia giunge dopo che il premier Boyko Borissov aveva affermato che non ci saranno rimpasti ai vertici del Dans o del Ministero dell’Interno per evitare speculazioni su presunte “purghe politiche”. La settimana scorsa il parlamento ha approvato un emendamento legislativo, secondo il quale il presidente della repubblica dovrà nominare il segretario generale del Ministero dell’Interno e il Direttore della Dans. Gli altri funzionari del dicastero, invece, saranno nominati in seguito alla nomina del Consiglio dei Ministri da un decreto presidenziale. DIFESA Daniel Mitov: l’inasprimento della crisi ucraina non causerà una guerra con la Russia Né Bulgaria, né Russia si stanno preparando a una guerra. È quanto affermato dal Ministro degli Esteri, Daniel Mitov, nel tentativo di dissipare i timori dell’opinione pubblica su un potenziale conflitto fra Nato e Russia in seguito a un inasprimento della crisi ucraina. Secondo Mitov, il progetto della Nato di istituire sei centri di comando e controllo in sei paesi dell’Europa centrale e orientale, fra cui la Bulgaria, avrebbe potuto essere spiegato meglio al pubblico. L’istituzione di questo centro di coordinamento – composto da 40 persone di cui 20 saranno ufficiali bulgari – rientra da tempo nelle idee di Nato e Bulgaria, nonché nel programma di difesa europeo 2020, ha spiegato Mitov in un’intervista alla radio Darik. “Non c'è nulla di pericoloso o inusuale in questo centro di coordinamento. Siamo un paese membro della Nato e queste cose accadono proprio come le esercitazioni militari”, ha detto Mitov. Oggi i Ministri della Difesa bulgaro e polacco si incontrano a Varsavia Il Ministro della Difesa bulgaro, Nikolay Nencev, sarà oggi in Polonia dove incontrerà il Vicepremier e omologo, Tomasz Siemoniak. I due interlocutori discuteranno dell’attuazione degli impegni dai paesi membri della Nato al vertice dell’Alleanza che si è svolto in Galles lo scorso anno, ma anche la prospettive di rafforzamento della cooperazione bilaterale nel settore della difesa. Alcune indiscrezioni degli ultimi giorni suggeriscono che la Bulgaria potrebbe decidere di affidare alla Polonia la ristrutturazione dei suoi MiG-29. Era stato proprio il Ministro della Difesa Nencev a indicare la Polonia come

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


una delle possibilità per modernizzare gli aerei militari bulgari data la scadenza del contratto di manutenzione con la Russia nell’estate del 2015. TRASPORTI Pedaggio per la rete stradale in Bulgaria Il Ministero dello Sviluppo regionale e la Banca mondiale hanno siglato un accordo per finanziare l’installazione di un sistema di pedaggio lungo tutta la rete stradale bulgara. Secondo il Ministero, il principio di base più importante dell’accordo è che chi utilizza le strade dovrà essere responsabile anche della loro manutenzione e riparazione. Il ricavo medio annuo dalle attuali tasse annuali di pedaggio in Bulgaria ammonta a 200 milioni di lev. Secondo i calcoli preliminari, la somma potrebbe essere facilmente raddoppiata con il nuovo sistema di pedaggio. ENERGIA Delian Dobrev: il mercato dell’elettricità sarà liberalizzato entro il 2015 La liberalizzazione del mercato dell’elettricità dovrebbe essere completata entro il 2015. È quanto affermato dal Presidente della Commissione parlamentare per l’energia, Delian Dobrev, secondo il quale questo processo consentirà sia ai clienti industriali, sia ai privati, di scegliere il proprio fornitore da una lista di cento aziende regolarmente autorizzate. L'ex Ministro dell'Energia nel primo Governo del Premier Boyko Borissov ha rilasciato queste dichiarazioni in un'intervista al quotidiano Standart. La concorrenza, secondo Dobrev, migliorerà i servizi e a tutti sarà consentito di cambiare la società di distribuzione dell’energia elettrica con un altro fornitore. Dobrev ha ammesso che, secondo i requisiti dell'Unione europea, questa liberalizzazione del mercato su vasta scala avrebbe dovuto essere istituita diversi anni fa.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 16 02 2015  
News ccib 16 02 2015