Page 1

09.03.2015 MALTEMPO Bulgaria bloccata dal freddo, piogge torrenziali e nevicate In Bulgaria le piogge abbondanti e le forti nevicate degli ultimi giorni hanno causato interruzioni dell’energia elettrica, soprattutto nella parte meridionale del paese, lasciando senza luce decine di migliaia di utenti. E i venti di burrasca da nord hanno riportato il termometro sotto lo zero. Alcuni dei passi che collegano la Bulgaria a nord e a sud attraverso Stara Planina sono chiusi al traffico. I comuni di Kargiali, Haskovo, Rudozem e Velingrad sono in stato di emergenza. Le autorità competenti avvertono la popolazione che sono possibili straripamenti di fiumi e bacini artificiali. Secondo le previsioni meteo, nei prossimi giorni le temperature continueranno a scendere e le precipitazioni si intensificheranno. NATO Il maltempo ostacola le operazioni per manovre nel Mar Nero Le navi della flotta della Nato Standing Nato Maritime Group (Snmg2), che sabato scorso dovevano arrivare nel porto di Varna per manovre congiunte nel Mar Nero, non sono riuscite ad accostare a causa del forte vento che soffiava a 12 m/s e al mare estremamente mosso. Secondo l’agenzia Bgnes, soltanto gli uomini della fregata missilistica italiana Its Aliseo sono riusciti a gettare ancora nel porto. Oltre alla Its Aliseo, la Snmg2 è composta dalle fregate canadesi, turche e romene Hmcs Fredericton, Tcg Turgutreis e Regina Maria e dalla nave cisterna tedesca Fgs Spessart. L’ammiraglia del gruppo è l’incrociatore lanciamissili statunitense Uss Vicksburg. Le esercitazioni congiunte, alle quali parteciperanno navi della marina militare bulgara, romena e turca, dovrebbero svolgersi oggi. Stando ad un comunicato della Nato, verranno simulate operazioni volte a neutralizzare attacchi sottomarini ed aerei oltre che allo svolgimento di operazioni coordinate di manovra. Forze armate bulgare parteciperanno a esercitazioni militari in Ucraina Le forze armate bulgare parteciperanno alle esercitazioni militari Rapid Trident e Saber Guardian che si terranno a luglio in Ucraina. È quanto riferito dal Ministero della difesa bulgaro, secondo cui non si tratta di operazioni di addestramento legate alla crisi in corso in Ucraina, ma di esercitazioni che si svolgono secondo un programma annuale. Trud scrive che non è ancora stato riferito quanti militari bulgari saranno inviati in Ucraina per partecipare alle esercitazioni. Le autorità di Sofia avevano dislocato dei contingenti in Ucraina anche lo scorso anno per partecipare all’operazione Rapid Trident che si era svolta nei pressi del confine ucrainoFounded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


polacco. All’edizione del 2015 dell’esercitazione parteciperanno circa 1.300 militari provenienti da 15 paesi, fra cui 200 statunitensi. Per quanto riguarda Saber Guardian, nel 2014 l’esercitazione si era svolta presso la base militare di Novo Selo, in Bulgaria. Per i militari bulgari, inoltre, sono previste esercitazioni che si svolgeranno in Albania, Georgia e Germania. Complessivamente saranno 22 le esercitazioni cui parteciperanno le forze armate bulgare nel corso del del 2015. CRISI UCRAINA Bulgaria pronta a sostenere nuove sanzioni se Mosca viola l’accordo di Minsk La Bulgaria è pronta a sostenere successive misure contro la Russia se questa non rispetterà l'accordo raggiunto a Minsk sulla crisi ucraina. Lo ha detto a Riga il Ministro degli Esteri, Daniel Mitov, durante la riunione informale dei Ministri degli Esteri dell’Unione Europea in formato Gymnich. L'accordo in 14 punti siglato a Minsk dai rappresentanti di Russia, Ucraina, Germania e Francia prevede, tra le altre cose, il ritiro delle armi pesanti dalla linea del fronte e la liberazione dei prigionieri. Durante l'incontro ospitato dalla Presidenza lettone dell'UE, l’Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Difesa dell'Unione Europea, Federica Mogherini, ha invitato l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) a raddoppiare la sua presenza in Ucraina raggiungendo 1000 unità. RIMPASTO DI GOVERNO Dimissioni ai vertici del Ministero dell’Interno Anche il direttore dell’Agenzia statale per la sicurezza nazionale (Dans), Vladimir Pissancev, ha rassegnato le dimissioni. Si chiude, così, il capitolo del rimpasto in seno al dicastero dell’interno dopo le già annunciate dimissioni del Segretario Generale, Svetlozar Lazarov, arrivate poco prima di quelle di Pissancev, e quelle di Vesselin Vuchkov, oramai ex Ministro dell’Interno, che aveva deciso di lasciare l’incarico proprio in seguito al rifiuto del governo di sostituire i due funzionari. Il Premier, Boyko Borissov, ha già annunciato che la sua candidata per sostituire Vuchkov sarà la Vicepremier Rumyana Bachvarova. FINANZE La Commissione Europea non è preoccupata per il nuovo indebitamento del Governo La Commissione Europea non è preoccupata per la decisione del Governo di Sofia di contrarre un debito di 8 miliardi di euro attraverso i mercati internazionali. Lo ha dichiarato la Vicepresidente dell’Esecutivo Comunitario per il bilancio e le risorse umane, Kristalina Gheorghieva. Il rapporto deficitPil della Bulgaria è pari al 27 per cento, uno dei livelli più bassi dell'intera Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


Unione Europea. Lo scorso mese il Parlamento ha approvato il piano del governo per finanziarsi con 8 miliardi di euro di debito. L’agenzia di rating Moody’s ha provvisoriamente valutato il programma della Bulgaria con un rating Baa2, un giudizio medio con rischio di credito moderato. “Questi nuovi fondi dovrebbero essere incanalati nell'economia bulgara per rilanciare la crescita, che è ancora lenta”, ha commentato Gheorghieva. Il prodotto interno lordo della Bulgaria è aumentato del 1,7 per cento in termini reali nell'ultimo anno. SOL&AGRIFOOD 2015, Focus sulla valorizzazione del modello italiano dei controlli Insieme al meglio della produzione oleicola e agroalimentare italiana, degustazioni e cooking show, convegni e incontri b2b, l’offerta espositiva di Sol&Agrifood propone importanti novità e new entry come Cheese Experience e A Taste of Coffee, oltre all’ampliamento dello spazio riservato alle birre e alle diverse iniziative ideate intorno al mondo dell’olio extravergine di oliva. La valorizzazione del modello italiano di controllo delle produzioni agroalimentari è il focus dell’edizione 2015 di Sol&Agrifood (www.solagrifood.com). Per Damiano Berzacola, vicepresidente di Veronafiere, si tratta di «un tema basilare - scelto anche per il convegno inaugurale “Difesa della qualità e dei consumatori. Il modello italiano” (23 marzo ore 10.30, Agorà del padiglione C) in collaborazione con Unaprol -, volto a far conoscere le peculiarità della nostra produzione agroalimentare e la differenza con i prodotti 'italian sounding'. Sotto questo punto di vista – continua Berzacola –, i controlli diventano una tutela sia per i produttori che per i consumatori». Dal 22 al 25 marzo, in contemporanea con Vinitaly ed Enolitech, il Salone internazionale dell’agroalimentare di qualità propone, all’interno del Padiglione C di Veronafiere, un’agenda ricca di eventi, pensata per presentare, soprattutto al visitatore estero, il meglio delle produzioni oleicole e agroalimentari nazionali e per mettere in contatto diretto offerta e domanda internazionale. «L’export in particolare costituisce la chiave dello sviluppo di questo settore – sottolinea Berzacola –, lo dimostra un fatturato che dal 2004 al 2014 ha registrato una crescita del 70%, per un valore totale di circa 34 miliardi di euro. L’obiettivo, in linea con le direttive del Mipaaf, è quello di raggiungere quota 36 miliardi a fine 2015 e 50 miliardi nel 2020». A fronte di tali dati, delegazioni di buyer esteri provenienti dai più interessanti mercati - Cina, Giappone, Svezia, Finlandia, Danimarca, Estonia, Lettonia, Francia, Tunisia, Egitto, Russia, India, Portogallo, Romania, Bulgaria, Bosnia Erzegovina, Panama, Perù, Singapore, Birmania, Filippine, Uzbekistan - parteciperanno a walk around tasting o incontri b2b organizzati con le aziende espositrici sia dell’olio che del food. Nel 2014 gli operatori in visita sono stati 63.500 da 76 Paesi. La Camera di Commercio Italiana in Bulgaria, insieme alla Camera di Commercio Italiana per la Romania, assicura la selezione di operatori bugari per la partecipazione agli incontri d’affari che si svolgeranno nel corso delle giornate espositive.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 09 03 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you