Page 1

02.04.2015 ENERGIA La Westinghouse dovrà investire nella centrale nucleare di Kozloduy La Bulgaria è pronta a lavorare sull'accordo con Westinghouse per la settima unità della centrale nucleare di Kozloduy a condizione che la società statunitense partecipi al progetto in qualità di investitore. Lo ha detto il Premier, Boyko Borissov, in Parlamento, specificando che il Paese non potrebbe permettersi di realizzare il progetto senza questa specifica. Entro il 31 marzo Westinghouse avrebbe dovuto comunicare alle autorità bulgare la decisione riguardo alla proposta di diventare azionista della settima unità della centrale nucleare di Kozloduy, l’unica attiva nel Paese, con una quota del 49 per cento e di fornire i fondi necessari per costruire l’unità. Borisov ha accennato, anche se non in maniera esplicita, che Westinghouse non avrebbe accettato di diventare un investitore del progetto. POLITICA La coalizione al potere ribadisce le sue posizioni euro-atlantiche “Il partito GERB e le alter formazioni con le quali siamo attualmente al potere hanno una posizione euro-atlantica ben definita”, ha ribadito in Parlamento il Premier Boyko Borisov. Il capo dell’esecutivo ha ricordato che il suo Governo è contrario a qualsiasi atto di guerra in Bulgaria e nella regione balcanica. “Noi insistiamo affinché siano rispettati gli accordi di Minsk e vogliamo una soluzione pacifica della crisi ucraina”, ha commentato Borisov. A suo avviso, la Bulgaria continua ad accumulare perdite nell’agricoltura, nel turismo e in diversi altri settori dell’economia a seguito delle sanzioni contro la Russia. “Sì, noi sosteniamo le sanzioni nonostante le conseguenze negative per il nostro Paese”, ha insistito il premier. FINANZE Surplus di bilancio nel primo trimestre del 2015 La Bulgaria nel primo trimestre del 2015 ha registrato un surplus di bilancio di 250 milioni di lev. È quanto emerge dai dati preliminari del Ministero delle Finanze secondo cui, se i dati saranno confermati, sarà il primo surplus dal primo trimestre del 2009. Si tratta di un miglioramento rilevante rispetto al medesimo periodo del 2014, quando è stato registrato un deficit di 874,7 milioni di lev. Il miglioramento è in gran parte dovuto all’aumento delle entrate. DIFESA L'operazione Atlantic Resolve coinvolge anche Bulgaria e Romania La presenza di mezzi blindati statunitensi in Europa orientale è un “messaggio rassicurante” per i Paesi membri della NATO in Europa orientale. Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg


Lo ha detto il comandante supremo della NATO in Europa, Philip Breedlove, secondo il quale le esercitazioni in corso in Europa orientale, nell’ambito dell’operazione Atlantic Resolve, servono a verificare cose che “da lungo tempo non sono state prese in considerazione in seno alla NATO come i ripetuti sconfinamenti”. Atlantic Resolve, d’altronde, è stata predisposta proprio per mostrare il sostegno degli Stati Uniti ai Paesi alleati in Europa orientale in caso di un'eventuale aggressione da parte della Russia. Il 24 marzo è stato annunciato l’avvio di due esercitazioni coinvolte nell’operazione Atlantic Resolve in Romania. Vi partecipano 600 militari provenienti da Bulgaria, Lituania e Germania. Le esercitazioni coprono una superficie di oltre 1.770 chilometri. Il coinvolgimento di Bulgaria e Romania nelle esercitazioni ne conferma la posizione strategica in un eventuale escalation del conflitto ucraino. Una fonte del Ministero della Difesa bulgaro ha riferito che dal 10 aprile, data in cui inizieranno le esercitazioni dell’operazione Atlantic Resolve in Bulgaria, arriveranno anche dodici jet da combattimento F-15 statunitensi. L’esercitazione durerà dal 10 aprile al 30 giugno e vi parteciperanno, oltre alle forze armate bulgare e USA, anche quelle di altri partner NATO dell’Europa orientale.

Founded in 2003 and acknowledged by Italian Government in law no.518/70 Member of the Association of Italian Chambers of Commerce Abroad Bul. Knyaghinya Maria Luisa, 2, Business Center TZUM, fl.5 – Sofia 1000 – Bulgaria Tel: +359 2 8463280/1–Fax: +359 2 9440869 info@camcomit.bg –www.camcomit.bg

News ccib 02 04 2015  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you