Page 47

INVESTIRE IN BULGARIA n 2013

Sistema bancario

Il sistema bancario vanta buone e stabili capitalizzazione e liquidità, contribuendo in tal modo alla solidità dei “fondamentali”, grazie anche alle politiche decisamente prudenti osservate in questi anni. Il rapporto di adeguatezza del capitale a fine settembre 2011 era del 17,8% (Fondo Monetario Internazionale, rapporto dicembre 2011). Restano elevati, inoltre, i depositi delle famiglie. Le preoccupazioni, eventualmente, possono scaturire da altri fattori, quali: - il fatto che il sistema è fondamentalmente in mano straniera: italiana (la principale banca del Paese è la Unicredit Bulbank); greca (es. Piraeus Bank), francese (Crédit Agricole); austriaca (Gruppo Raiffeisen); ungherese (DSK Bank); francese (BNP-Paribas); belga (Cibank); - la rilevanza dei bad loans; - l’alta percentuale di rifiuto di erogazione di crediti, con tassi elevati; una recente indagine campionaria condotta dall’Eurostat su 25.000 transazioni pone la Bulgaria al primo posto in Europa in termini di percentuali di rifiuto, con un tasso del 36%, davanti a Irlanda (27%), Paesi Bassi (23%) e Regno Unito (21%). Le Agenzie di rating Standard & Poor’s e Moody’s (il Ministero delle Finanze ha disdetto i contratti con Fitch e con Japan Credit Rating Agency) mantengono un giudizio complessivamente positivo sulla Bulgaria. S&P ha recentemente ribadito le proprie valutazioni, che derivano dalla constatazione di una severa disciplina fiscale, un disavanzo basso e in discesa e prospettive di crescita economica di segno positivo. Agenzia di valutazione Rating

Prospettive

Data

Standard&Poor’s

BBB

Stabile

13.12.2012

Moody’s

Baa2

Stabile

22.07.2011

Fonte: Ministero delle Finanze della Repubblica di Bulgaria

Camera di Commercio Italiana in Bulgaria n www.camcomit.bg

Dati forniti da

Ufficio di Sofia www.ice.gov.it/paesi/europa/bulgaria

45

Guida Investire in Bulgaria 2013  
Advertisement