Page 1

34

Sport

DNEWS

www.dnews.eu tel. 02 92882800

GIOVEDÌ 26_FEBBRAIO_2009

ALBINOLEFFE Titolare dell’Under 21 Contro la Samp ha subito il suo primo gol in A _LAPRESSE

«Non mi sento titolare, devo solo dimostrare quanto valgo» ANDREA CONSIGLI

Madonna difende il figlio Nicola «Lo fischiano per attaccare me» >> «La vicenda di Nicola mi

ATALANTA CONSIGLI INDICA LA STRADA: GIOCARE COL CHIEVO COME CONTRO INTER E ROMA

«Grandi anche con le piccole» Il portiere chiede più equilibrio: «Non si può parlare di Uefa dopo una vittoria e poi deprimersi dopo una sconfitta». >> Lorenzo Casalino Bergamo

Ha fatto il suo debutto in Serie A meno di un mese fa e già fa parlare di sé: tre vittorie consecutive restando imbattuto e una prestazione d’élite al Marassi, nonostante la sconfitta e la sua prima rete subita. «Sono felice di poter dimostrare quanto valgo e quanto posso dare all’Atalanta - confida il portiere nerazzurro Andrea Consigli -. Mi sono integrato bene nel gruppo, tutti i com-

pagni hanno favorito il mio inserimento ed ora posso parlare da numero uno. Posto blindato? Non credo, io devo solo dimostrare le mie capacità e sarà poi il mister a decidere. Comunque con Coppola c’è un ottimo rapporto e lui mi sta aiutando tantissimo». La sconfitta di Genova riporta ancora a parlare dell’andamento “b al ler in o” d el la Dea fuori casa. «È inutile giraci intorno - taglia corto Consigli -, davanti al nostro pubblico rendiamo al 110 per cento, a casa d’altri capita il contrario: il fattore campo conta e come. Le sorti del nostro campionato, sogni a parte, dipenderanno dal nostro

ruolo esterno lontani da Bergamo. L’Uefa? Si fa presto a volare in alto dopo una vittoria e a deprimersi dopo una sconfitta. L’Atalanta deve mantenere, umilmente, un approccio sempre equilibrato alle proprie potenzialità». Al Comunale arriva il Chievo degli ex Langella e Marcolini: «Sono affamati di punti, si chiuderanno molto e cercheranno di sfruttare le azioni di rimessa. Per battere il Chievo servirà mantenere la giusta dose di tensione e la stessa concretezza sotto porta mostrata contro Inter e Roma: non ci si può impegnare allo stremo solo quando dobbiamo affrontare le grandi del torneo».

Notiziario

Plasmati a parte Oggi amichevole contro il Lemine Ieri i nerazzurri hanno sostenuto una doppia seduta di allenamento. Terapie e lavoro in palestra per Doni e Vieri; allenamento differenziato per Guarente (oggi verrà sottoposto ad accertamenti), Talamonti e Floccari. Plasmati, causa di un fastidio al retto addominale, ha lavorato in palestra.Oggi alle ore 14.30, amichevole ad Almenno San Salvatore contro il Lemine, che milita nel campionato di Promozione.

ha proprio stufato». Mister Armando Madonna chiude definitivamente ogni commento sul figlio, protagonista assoluto della vittoria in quel di Piacenza con una doppietta che ha messo a tacere ogni lato polemico. «Se ne parla troppo - taglia corto il Mindo -. Si tratta di un gruppo isolato che lo fischia per contestare le mie scelte. Chi vuole bene al l’AlbinoLeffe e vuole mettere in discussione me lo faccia pure, ma non è giusto attaccare i giocatori. Il rendimento di Nicola fuori casa? A Bergamo il pubblico è carico di aspettative, fa ancora confronti con la quasi promozione in A dell’anno scorso: non è facile per nessuno». Dopo due successi consecutivi, contro Sassuolo e Piacenza, ora arriva il Grosseto nel posticipo di lunedì sera al Comunale. «Cerchiamo di fare più punti possibile, e una volta raggiunta la salvezza non dovremo perdere comunque l’abitudine alla vittoria. L’importante è avere trovato la quadratura del cerchio: ultimamente siamo più attenti e concentrati, concediamo pochissimo. In B può essere la chiave del successo. Il Grosseto? È una squadra in difficoltà, ma è una rosa veramente molto forte: Pichlmann, Sansovini, Vitiello e il baby Marconi, arrivato dall’Atalanta, sono giocatori da tenere d’occhio». << L.C.

SETTORE GIOVANILERAGGIUNTO L’ACCORDO CON ALZANOCENE, TRITIUM E GRUMELLESE

Gemellaggio tra la Dea e tre club della provincia >> L’Atalanta, per quanto ri-

guarda il settore giovanile, sarà ufficialmente gemellata con AlzanoCene, Tritium e Grumellese. Il team nerazzurro, per evitare i g emellaggi dell’Inter con alcuni viviai orobici e della Valle Seriana (Rovetta per esempio), si cautela ufficializzando il rapporto con tre club strategicamente importanti. «È una grossa dimostrazione di fiducia - commenta l’amministratore delegato dell’Al-

zanoCene Roberto Marconi attraverso il portale “alzanocene.it” -. Già da sette anni la società vanta un ottimo rapporto di collaborazione con l’Atalanta, ci inorgoglisce che la stessa società nerazzurra sia stata la prima a porre le basi per un futuro all’insegna della valorizzazione dei giovani. Saremo un punto di riferimento per il territorio e sarà nostra cura accogliere tutti quei ragazzi che avranno bisogno di tempo per formarsi e per fare il

Roberto Marconi Amministratore delegato dell’AlzanoCene ALZANOCENE.IT

salto di qualità; allo stesso modo sarà per i nostri ragazzi una chiara opportunità per confrontarsi con i professionisti». Nello specifico la squadra seriana sta dando rilievo al settore giovanile in prospettiva del salto in prima squadra: «Il legame instaurato con l’Atalanta e con il consigliere dell’area giovanile atalantina Roberto Selini ci permette di arricchire il bagaglio tecnico delle nostre rose nei rispettivi tornei per categoria». << L.C.

Nicola Madonna Match-winner con due reti contro il Piacenza _LAPRESSE


SPORT

L’ECO DI BERGAMO

GIOVEDÌ 26 FEBBRAIO 2009

49

Vivaio I milanesi investono a Bergamo, Zingonia s’allea con Tritium, AlzanoCene e Grumellese

LA RETE DEL VIVAIO

L’Atalanta s’allarga per frenare l’invasione dell’Inter

Alzano Lombardo

BERGAMO

Grumello del Monte Trezzo rezzo d'Adda

ZINGONIA

■ L’Inter si fa minacciosa nel territorio bergamasco e l’Atalanta cala il tris. Ecco la collaborazione con AlzanoCene, Tritium e Grumellese, che è quasi un gemellaggio. E la scelta delle tre società non è un caso, «perché per noi - spiega il consigliere dell’Atalanta con delega al settore giovanile Roberto Selini - è una fortuna avere tre realtà dislocate in punti strategici della nostra provincia e che ci permettono di coprire la Valle Seriana, la Val Calepio e la zona tra Bergamo e Milano». L’Atalanta aveva già stretto rapporti di collaborazione negli anni precedenti, ma nelle ultime settimane ha deciso di intensificarli. La presenza dell’Inter nella Bergamasca è infatti sempre più ingombrante e ha allacciato rapporti con molte società, tra cui anche il Sarnico, per anni legato all’Atalanta. «L’Inter sta investendo tanto - conti-

nua Selini - e si è inserita anche nella no- tale di 200 ragazzi. «Vogliamo essere un stra provinicia. E oltre tutto si sta muo- punto di riferimento per il territorio e la Valle Seriana - ha spiegato Roberto vendo già nella selezione dei bamMarconi, amministratore delebini del 2003. Perciò non posgato dell’AlzanoCene -. Quesiamo restare a guardare. Ci sta collaborazione, di cui stanno "attaccando" e ci diandiamo orgogliosi, perfendiamo». L’Atalanta mette di accontentare le creando questo quadriesigenze dell’Atalanta latero conta di «copriper la formazione dei rare la nostra zona» e di gazzi che accoglieremo «poter valutare tutti e darà la possibilità a quei ragazzi che non qualcuno dei nostri giopossiamo portare subivani di fare il salto di to a Zingonia lasciandoli qualità». La Tritium avrà crescere in queste strutture Roberto Selini il compito delicato di dove saranno seguiti con ocmonitorare la zona michio attento da tecnici preparati». Si tratta infatti di tre società che a li- lanese. «Abbiamo un settore giovanile vello giovanile sono in netta ascesa. A in crescita (con 13 squadre più la scuocominciare dall’AlzanoCene, che vanta la calcio di Paolo Pulici, un totale di 300 9 squadre più la scuola calcio per un to- ragazzi, ndr) - spiega il responsabile del

settore giovanile della Tritium Fiorino Pepe - e per noi è un onore collaborare con l’Atalanta, sarà di beneficio per tutti. Adesso anche Milan e Inter cominciano a chiedere ragazzi che possono diventare importanti per l’Atalanta». Infine la Grumellese che di fatto prende il posto del Sarnico nella zona est. Domenica ha festeggiato l’aggancio in vetta al girone C di Promozione e che sta rilanciando il suo vivaio come spiega Renato Fratus, il presidente che segue il settore giovanile: «Abbiamo 9 squadre e la scuola calcio, in totale oltre 200 ragazzi. Puntiamo sui giovani, abbiamo già stretto un accordo con 13 tra società limitrofe e oratori e contiamo di allargarlo ulteriormente. E grazie ad Alessandro Ruggeri e Roberto Selini ora abbiamo stretto questo accordo con l’Atalanta». G. M.

L’intervista «Domenica avrei voluto fermare Pazzini, ma ora pensiamo al Chievo. I miei segreti? Bacio sempre i pali e tocco la traversa»

Consigli: c’è anche Nando dietro le mie parate Il portiere neotitolare: «Coppola è una grande persona, mi sta aiutando molto. L’imbattibilità? Mi ha reso tranquillo» IIE TR ASFER TA IN BILICOM

SAN SIRO, IL CASMS DECIDE LUNEDÌ

Perdere a Genova mi ha fatto male: avremmo meritato il pareggio. Partita dopo partita mi sento sempre più sicuro, la serie A è un vero esame di maturità, essendo sotto gli occhi di tutti basta un errore per essere affossati. Comunque sto vivendo sensazioni uniche, aiutato anche da Malizia, con cui esaminiamo ogni dettaglio per poter sempre migliorare. Il Chievo? Sarà un avversario ostico Andrea Consigli

■ Qui a Zingonia s’è guadagnato presto i gradi del predestinato. Già a 15 anni si vedeva che il ragazzino aveva stoffa. Due rigori parati nella stessa partita a Sebastian Giovinco nel giorno in cui contro la Juventus conquistò quasi da solo lo scudetto dei Giovanissimi. Da quella prestazione mostruosa si cominciò a parlare in un certo modo di Andrea Consigli. Il predestinato appunto, il portierino milanese che fece piangere Giovinco, non ancora «formica atomica», ma già un mezzo fenomeno. Quel giorno a Cesenatico il vero fenomeno era stato Consigli. E da allora di strada ne ha fatta, infilando strisce di imbattibilità in serie: 445 minuti con la Sambenedettese due anni fa, 528 (battendo un mostro sacro come Tancredi) con il Rimini nello scorso campionato. Ora all’Atalanta, al suo primo anno in serie A, s’è fermato a 331. Dica la verità, un po’ le dispiace? «Dispiaciuto per la sconfitta più che altro. Fa male perdere quando

avresti meritato un pareggio. L’ho Il livello generale è decisamente più già detto anche domenica: avessimo alto rispetto alla serie B. E poi ci sovinto 2-1 mi sarebbe andata benis- no pressioni diverse, più attenziosimo, anche senza l’imbattibilità». ne. La serie A è sotto gli occhi di tutPerò quanto è stato importante per ti. Basta una partita fatta male per essere affossato». lei cominciare così? «Non prendere gol per tre partiMa lei non sembra intimorito... te è stato un buon inizio. Ed è sta«Queste sono sensazioni uniche, to importante per me, per acquisire che se non giochi non puoi provafiducia. Partita dopo partita mi re. E io sono contento di viverle». sento sempre più sicuro, E lei dà l’impressione di vitranquillo». verle con spavalderia ma non presunzione. E conE con le sue parate sta tinua a sfoggiare grandi contribuendo a dare siparate. Solo su Pazzini curezza alla difesa... non ha potuto fare nul«Spero che le mie la. parate servano anche a questo, a dare «Era difficile, Pazpiù sicurezza alla zini era molto vicino squadra e anche al ree ha calciato bene, alparto». zando il pallone. Mi sarebbe piaciuto fare Ma cosa è cambiato riAndrea Consigli una grandissima paspetto alla prima partita? rata in quel momen«Quando ti metti alle spalle delle partite, entri in campo con to, ma era veramente difficile». sempre meno tensione, inizi a conAlla fine però vi siete anche abbracvivere con la serie A e a capire cosa ciati. Cosa ha detto a Pazzini? vuol dire giocarci». «Niente, che proprio lui mi ha fatLei ha fatto molto bene prima in C1 to il primo gol in serie A. E poi altre e poi in B, senza parlare dell’Under 21. cose che non si possono riferire (riLa serie A è però il vero esame di ma- de, ndr)». turità. E Malizia invece cosa le dice? «È tutta un’altra cosa, la serie A. «Parliamo tanto e analizziamo in-

«Ulteriori approfondimenti». Così il Casms del Viminale ha motivato il rinvio della decisione sulla trasferta a San Siro, l’8 marzo, dei tifosi atalantini. Martedì l’Osservatorio del Viminale aveva indicato Milan-Atalanta tra le partite a rischio, avviando la procedura che normalmente porta al divieto di trasferta, così come è capitato per Cagliari-Atalanta e Sampdoria-Atalanta. Ieri però il Casms ha deciso di prendere tempo, indicando la necessità di compiere ulteriori accertamenti. Che sia una timida apertura di credito nei confronti della tifoseria atalantina appare difficile, né sembra credibile l’ipotesi che il Viminale attenda l’esito della partita di domenica al

sieme soprattutto le piccole cose, quelle che possono essere migliorate». Con Coppola il rapporto invece com’è? «Nando è una grande persona. Mi sta dando un grande appoggio, mi è vicino, mi aiuta e mi incoraggia. Certo non gioca e quando non giochi non puoi essere contento. Il suo stato d’animo non è dei migliori, ma con me si sta dimostrando davvero un grande compagno e collega». Però lei si tiene stretta la maglia da titolare. Dove vuole arrivare? «Il mio obiettivo è continuare a fare bene il più a lungo possibile e raggiungere in fretta la salvezza». Che magari si potrebbe ottenere con largo anticipo battendo domenica il Chievo? «Ma non sarà una partita facile. Quando vengono squadre che hanno bisogno di far punti, spesso e volentieri si chiudono, concedono poco e provano a colpirti con le ripartenze. Non sarà facile, servirà grande attenzione». E lei continuerà a fare i suoi riti scaramantici? «Quello sempre: bacio i pali e tocco la traversa».

Comunale contro il Chievo, visto che non esistono precedenti di violenza con la tifoseria veronese. In ogni caso, occorrerà aspettare probabilmente lunedì per conoscere la decisione del Casms sull’indicazione dell’Osservatorio. Poi, occorrerà attendere anche le decisioni operative del prefetto di Milano. Insomma, occorre aspettare. L’esito più probabile della vicenda resta la chiusura del settore ospiti di San Siro. Queste le altre decisioni del Casms di ieri. Napoli-Lazio si giocherà senza tifosi ospiti, mentre per Bologna-Sampdoria il Comitato ha disposto l’acquisto del biglietto singolo per i tifosi ospiti presso le ricevitorie autorizzate.

IIIII IN BREVE

Prevendita in corso Prezzi da 3 a 110 euro ➔ I prezzi di Atalanta-Chievo. Poltroncina 110 euro (5 euro junior); trib. centrale 65 (45 ridotto, 5 junior); tribuna laterale 40 (30, 5); parterre 17 (11, 3); centrale Creberg 29 (20, 3); laterale 21 (14, 3); parterre 18 (13, 3); distinti 16 (9, 3); curve 14 (8, 3) settore ospiti 14.

Classifica: Inter in fuga Atalanta all’ottavo posto ➔ Inter 59 punti; Juventus 50; Milan 48; Fiorentina 45; Genoa 44; Roma 43; Cagliari 37; ATALANTA e Palermo 36; Napoli e Lazio 35; Udinese 31; Catania 30; Sampdoria 29; Siena 27; Bologna e Torino 23; Lecce 22; Chievo 20; Reggina 17.

Posticipo di lusso Domenica Inter-Roma

Guido Maconi

Notiziario Fermo il centrocampista: si teme una lesione muscolare alla coscia. Per il bomber fastidio al retto addominale

➔ Sabato alle 18: Lazio-Bologna, alle 20,30 Juventus-Napoli. Domenica alle 15: Atalanta-Chievo; Cagliari-Torino; Palermo-Catania; Reggina-Fiorentina; Sampdoria-Milan; Siena-Genoa; Udinese-Lecce. Alle 20,30 Inter-Roma.

Del Neri nei guai: Guarente salta il Chievo, Floccari è in dubbio Recupero di serie D IIE SERIE BM

GABIONETTA TORNA IN GRUPPO Archiviato il maxi-riposo concesso dopo la vittoria di Piacenza, l’AlbinoLeffe ha ripreso ieri gli allenamenti in vista del posticipo contro il Grosseto, lunedì sera (20,45) al Comunale. Madonna ha guidato una doppia seduta e intanto si gode il progressivo svuotamento dell’infermeria. Già alla fine della scorsa settimana era rientrato in gruppo Garlini e da ieri alla comitiva si è riaggregato Gabionetta, assente nella trasferta piacentina per una contusione al piede sinistro. Con Garlini e Gabionetta, Madonna dovrebbe ritrovare abbondanza di scelte in difesa e sugli esterni, mentre il ritorno nei ranghi di Previtali, che ha scontato il tur-

no di squalifica rimediato dopo la gara col Sassuolo (somma di ammonizioni), risolverà l’emergenza in mediana: a Piacenza Madonna ha recuperato in extremis Carobbio, stavolta invece il tempo gioca a suo favore. Oggi e domani seduta pomeridiana (alle 15 a Verdello), sabato e domenica allenamento mattutino (alle 11 a Verdello a porte chiuse), poi squadra in ritiro. NAZIONALE - Doppia convocazione in nazionale infine per gli Allievi. Il centravanti Matteo Borlini e il centrocampista Mattia Valoti andranno allo stage dell’Under 16 che si terrà a Coverciano dal 2 al 4 marzo. Si. Pe.

■ L’Atalanta perde anche Guarente e rischia di dover fare a meno pure di Floccari. Il centrocampista salterà la partita con il Chievo. Oggi farà un’ecografia, c’è il sospetto di una lesione muscolare alla coscia destra. Guarente infatti sente ancora dolore, ma stavolta sotto l’anca e lo stop diventa necessario. L’esame di oggi stabilirà per quanto si dovrà fermare. Floccari ieri ha fatto un’ecografia e si è scoperto l’origine del fastidio che da un po’ lo limitava: l’attaccante ha due lesioni minuscole, una al retto addominale destro e una al sinistro. Ieri non si è allenato, oggi salterà l’amichevole ed è molto probabile che anche domani resti a riposo. Solo sabato si saprà se sarà a disposizione, ma la sua presenza domenica è in dubbio. Non desta molte preoccupazioni, invece, il fastidio al retto addominale che ha impedito a Plasmati di allenarsi ieri pomeriggio, dopo che aveva lavorato in gruppo al mattino. Terapie e pa-

lestra per Vieri e Doni, mentre Talamonti ha cominciato a intensificare il lavoro. Sul fronte formazione, rientra Capelli al centro della difesa, Valdes dovrebbe giocare da trequartista alle spalle di Floccari (o di Plasmati), mentre a centrocampo crescono le quotazioni di Defendi come esterno sinistro con Padoin e Cigarini nel mezzo. L’alternativa è la conferma di De Ascentis come centrale, con Padoin a sinistra. Oggi amichevole alle 14,30 ad Almenno San Salvatore contro il Lemine che milita in Promozione. QUI CHIEVO Pinzi al posto dello squalificato Italiano, i compiti di regia affidati all’ex nerazzurro Michele Marcolini. Sono queste le notizie di ieri in casa Chievo, a tre giorni dalla gara con l’Atalanta. Oggi pomeriggio amichevole a Veronello contro i tedeschi del Sonthofen. Probabile formazione (4-31-2): Sorrentino; Frey; Morero, Yepes, Mantovani; Luciano, Marcolini, Bentivoglio; Pinzi; Pellissier, Makinwa.

Sestese-Solbiatese 1-0 ➔ In serie D buone notizie per AlzanoCene e Colognese che domenica si sfideranno nel derby (a Cologno alle 14,30). La Sestese, quinta in classifica, ha perso ieri 1-0 il recupero con la Solbiatese. Ecco la nuova classifica al vertice: Pro Belvedere Vercelli punti 48; Renate 47; Colognese 44; AlzanoCene 41; Sestese 38; Darfo 37; Tritium e Voghera 34; Solbiatese 30.

Squalifiche, nel Calcio out Del Prato e Tebaldini

Tiberio Guarente

➔ Brutte notizie per il Calcio. Il giudice sportivo ha squalificato per una giornata due giocatori biancogranata: Ivan Del Prato e Daniele Tebaldini. Un turno a Bortolotto della Tritium.

AlzanoCene e Atalanta insieme  

Rassegna stampa

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you