Page 1

GIOVEDÌ 25 NOVEMBRE 2010

LA SICILIA

CATANIA PROVINCIA .45

Jonica

Chirurgia, si torna ai «ferri corti» Riposto, lavori molo foraneo Giarre. D’Anna: «Il Pta? Anticamera dello smantellamento». Calaciura: «Non è vero»

riassunzione per 16 operai

«Inaugurano il Pta in pompa magna e dall’1 dicembre, nello stesso ospedale giarrese, chiudono la Chirurgia così come è concepita oggi. Assistiamo al battesimo di un Pta che non sappiamo ancora che grado di funzionalità avrà nel territorio e, intanto, accelerano sulla dismissione della struttura ospedaliera. Dal primo dicembre prossimo assisteremo ad un ulteriore ridimensionamento dell’ospedale, ospedale che non potrà più fronteggiare le urgenze chirurgiche». Angelo D’Anna, componente della rete delle associazioni, punta il dito contro la "rimodulazione" della Chirurgia - come è stata definita dall’Asp di Catania - ultima novità sul fronte ospedale e alla luce di questo annuncio torna a commentare il battesimo del Pta «come anticamera di uno smantellamento del nosocomio». Per D’Anna, che si è fatto portavoce della rete,

Dal prossimo primo dicembre, torneranno nuovamente ad essere impiegati nel cantiere che sta realizzando il completamento del molo di sopraflutti del porto di Riposto, i sedici operai che erano stati licenziati ad ottobre scorso dall’impresa appaltatrice dei lavori, il Consorzio stabile infrastrutture (Csi), afferente al gruppo Maltauro di Vicenza. La riassunzione dei sedici operai del cantiere ripostese è stata decisa durante l’incontro che si è tenuto, ieri mattina, nella sede catanese del Consorzio stabile infrastrutture, tra i rappresentanti dell’impresa vicentina e le organizzazioni sindacali provinciali di Filca Cisl e Fillea Cgil. «A sbloccare la vicenda dei licenziamenti dei sedici operai del cantiere portuale di Riposto - ha commentato il dirigente provinciale della Filca Cisl, Gavino Pisanu - ha

in breve GIARRE Oggi Consiglio su regolamento ortofrutta m.g.l.) Il Consiglio comunale è convocato, con carattere d’urgenza, per oggi alle ore 19. Tra i punti all’ordine del giorno, l’approvazione del regolamento del mercato all’ingrosso dei prodotti ortofrutticoli.

MASCALI Arrestato dai Cc per evasione dai «domiciliari» la.fa.) I carabinieri di Mascali hanno tratto in arresto per evasione dai domiciliari Vincenzo Zingali (nella foto), 38enne di Mascali, dopo averlo sorpreso fuori dalla propria abitazione. L’uomo, lo scorso 20 novembre, era stato fermato dai carabinieri di Roccalumera per il furto di profumi in un negozio. L’uomo è stato trasferito nella casa circondariale di Catania. Il processo per direttissima è stato già fissato per il primo dicembre.

RIPOSTO Lotta alla violenza alle donne s.s.) Riposto ospita oggi, nell’ambito della "Giornata mondiale contro la violenza alle donne", due iniziative promosse dal comitato provinciale etneo dell’Associazione italiana cultura e sport (Aics). Il primo appuntamento è fissato alle 15,30 al Municipio con la pianistascrittrice Irene Castellini. Alle 18, nell’ex Ostello del lungomare Pantano, seguirà un incontro con Antonino Calì, presidente del Movimento Sud, su "La centralità della donna nella società meridionale come modello da promuovere". Durante la serata premiazione del concorso letterario "Donna semplicemente donna".

la ricaduta positiva del Pta deve ancora essere dimostrata «considerato, poi, che, a Giarre, non esiste ancora il triage in virtù della quale un infermiere specializzato possa indirizzare i casi a seconda dell’urgenza. Al momento, chi decide il codice e dunque la gravità del caso? Senza parlare dei problemi strutturali che ancora sussistono nell’area della radiologia, Tac e laboratorio analisi, problemi mai risolti. Eppure, a fronte di priorità e dell’esigenza di ottimizzare servizi già esistenti, si punta su un servizio, peraltro organizzato, a nostro avviso, in modo non del tutto funzionale. Grande inaugurazione per un Pta dal futuro ancora incerto e annunci non dettagliatamente ufficializzati di rimodulazione di un reparto, una rimodulazione che rappresenta l’ennesimo contraccolpo alla funzionalità del Pronto soccorso. In termini più chiari: se oggi mi rom-

po la gamba e dovrò essere operato so già che, a Giarre, non mi opereranno e andrò ad Acireale o da qualche parte. Questa rimodulazione della Chirurgia avrà un impatto negativo con il territorio». Dalla direzione generale dell’Asp 3, il manager Giuseppe Calaciura fa sapere che la Chirurgia, a Giarre, non chiuderà, ma verranno rimodulati i servizi. Nessuno smantellamento o ridimensionamento, insomma. Anche il primo cittadino giarrese, Teresa Sodano, aveva sottolineato pochi giorni fa come, alla luce di questo trasferimento, «si provveda, contestualmente, all’apertura di un’unità operativa complessa di Cardiologia, tenuto conto che è già avvenuta l’attivazione della Geriatria, reparto che certamente annovera il più alto numero di pazienti con criticità cardiologiche». ELEONORA COSENTINO

contribuito il risvolto positivo dell’incontro che abbiamo avuto, assieme alla Fillea Cgil, martedì mattina a Palermo, con l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Pier Carmelo Russo. L’impegno dell’assessore Russo di definire entro gennaio la questione relativa alla copertura finanziaria dei lavori portuali, ha giocato un ruolo importante sulla decisione del Csi di riassumere i sedici operai». Il licenziamento degli operai da parte dell’impresa appaltatrice era stata motivata, infatti, con la mancata copertura finanziaria dei lavori già realizzati nel molo foraneo ripostese. Tra gli impegni presi dalla Regione quello di accreditare, entro breve tempo, a saldo dei lavori già eseguiti dal Consorzio stabile infrastrutture, una somma pari a 914mila euro. SALVO SESSA

GIARRE. Riunione tra il direttivo di Joniambiente e i 14 sindaci dell’Ato Ct1 per evitare altri scioperi dell’Aimeri

Rubbino: «I Comuni paghino i loro debiti» Una lunga riunione si è svolta ieri sera a Giarre, tra il direttivo della Joniambiente e i sindaci dei 14 Comuni appartenenti all’Ato Ct1, per discutere sui numerosi debiti che negli anni i Comuni associati hanno accumulato. Un incontro indetto dal presidente dell’Ato, Francesco Rubbino, dopo lo sciopero di sabato scorso dei dipendenti dell’Aimeri, scaturito dalla mancata liquidazione delle mensilità, causata a sua volta dai debiti dei Comuni. E durante l’incontro sono stati comunicati dall’AtoJoniambiente i dati relativi ai costi, debiti e percentuali di ogni Comune dell’Ato, per un debito totale, aggiornato al 16 novembre, pari a quasi 18 milioni di euro, senza le penali che dovranno essere compensate a fine anno. E tra i Comuni più debitori spiccano Riposto, Linguaglossa, Giarre, Randazzo e Bronte. Significativi, invece, sono i dati comunicati per i Comuni di Maletto e Calatabiano dove la nuova raccolta integrata ha notevolmente rivoluzionato, anche in termini di prezzo, la gestione del sistema dei rifiuti. Nel particolare, a Maletto la raccolta differenziata ha raggiunto, in questi mesi, l’indice del 50%. «La mia preoccupazione - ha detto Rubbino - è che si possano presentare, tra poco

Da sinistra: Nido, Caruso, Rubbino e Russo, tra gli intervenuti al vertice per studiare la migliore strategia che eviti in futuro gravi disagi nella raccolta dell’immondizia

Scuola «Manzoni», lavori in corso «La consegna prima di Natale»

Cardillo - per capire la grave situazione inerente, appunto, i debiti. La nostra volontà è di garantire servizi efficienti e una stabilità economica ai dipendenti». «Il servizio che abbiamo avuto durante l’ultimo anno nel nostro Comune - dice il sindaco Sodano - è stato scadentissimo. Cassonetti mai puliti, lo spazzamento è stato carente, come anche le operazioni di scerbatura. Tutti i Comuni soci dell’Ato devono livellare i pagamenti. In questo senso il nostro Comune a giorni liquiderà la cifra di 800 mila euro».

L’amministrazione comunale rassicura i genitori degli alunni del plesso scolastico “Alessandro Manzoni” di viale Mediterraneo a Macchia di Giarre: la consegna della scuola avverrà prima delle vacanze natalizie. Al momento, il plesso scolastico non è ancora stato consegnato, perché non è ancora stata allacciata l’energia elettrica. Ma ieri, in una nota, il Comune precisa che l’Enel, su espressa sollecitazione, ha già avviato tutte le procedure amministrative e tecniche per l’allaccio della fornitura elettrica, compreso il sopralluogo che quanto prima sarà effettuato. Questo al fine di attivare, nel più breve tempo possibile, la fornitura dell’energia elettrica a regime di 70 kw di potenza. Dal Comune ritengono, quindi, che la procedura possa essere conclusa nell’arco di dieci, quindici giorni, così come d’altra parte assicurato dall’Enel. Tutti i lavori nel plesso scolastico di viale Mediterraneo, appartenente al 2° circolo didattico, sono ormai conclusi. Una volta effettuato l’allaccio dell’energia elettrica, il Comune ritiene di potere consegnare la nuova scuola elementare prima delle imminenti prossime vacanze natalizie.

MARIAGRAZIA TOMARCHIO

MARIA GABRIELLA LEONARDI

(Foto Di Guardo)

meno di un mese, le stesse condizioni che hanno portato i dipendenti di Aimeri a scioperare. Chiedo dunque ai Comuni maggiormente debitori di versare almeno il 50% del loro debito, in modo tale da garantire lo stipendio a questi dipendenti. Torno a dire che è un loro diritto ed è ingiusto che la Tarsu pagata dai cittadini venga impiegata per il pagamento di altre spese, che privilegiano, per esempio, dipendenti comunali». «Era importante riunirsi- hanno dichiarato il vicepresidente dell’Ato, Antonello Caruso ed il consigliere Giuseppe

GIARRE, FRAZIONE MACCHIA

GIARRE

RIPOSTO

Tensostruttura mai consegnata Progetto «Insieme per crescere» e già con 28mila euro di danni un aiuto ai minori svantaggiati

CALATABIANO Il bilancio approda stasera in Consiglio s.z.) Il Consiglio comunale, presieduto da Giuseppe Pappalardo, si riunirà oggi, alle ore 19, per trattare il seguente odg: variazione di assestamento generale del bilancio annuale di previsione 2009, del bilancio pluriennale 2010/2012 e della relazione previsionale e programmatica 2010/2012; mozione a sostegno della stabilizzazione dei lavoratori forestali.

LE FARMACIE DI TURNO CALATABIANO: via XX Settembre 16; FIUMEFREDDO: via Umberto, 54; GIARRE: via Callipoli, 171; MACCHIA: via E. Filiberto, 198; MASCALI: via Sicula Orientale, 210; RIPOSTO: via Gramsci, 143; T. ARCHIRAFI: via Lungomare, 30.

La struttura, anzi la tensotruttura, è quella di via Almirante. Nuova di zecca, completata di recente, non ancora attiva ma con, al suo interno, un danno che ammonta già a 28 mila euro circa. La stima è ufficiale, come anche la causa: vandali. Il risultato? Un impianto elettrico danneggiato e danni anche alle strutture sanitarie. Pochi giorni fa, era stato l’assessore al Patrimonio, Nicola Gangemi, ad informare della richiesta, inoltrata alla III area, di accatastare la struttura, atto propedeutico all’acquisizione dell’immobile tra i beni patrimoniale dell’Ente. Oggi l’assessore ai Lavori pubblici, Orazio Scuderi, sottolinea tuttavia che «la spesa per accatastare la struttura non è, al momento, sostenibile dall’Ente». Il rischio è che si sfori il patto di stabilità. Nei primi mesi del prossimo anno, compatibilmen-

te con la volontà politica, «si potrà pensare ad un bando che potrebbe essere impostato a seconda delle esigenza e della convenienza». Per esempio: alla luce dei danni registrati, l’eventuale gestore potrebbe dover farsi carico del ripristino delle strutture danneggiate. Circa 14 mila euro il costo per accatastare questo immobile: «Faccio presente che la richiesta per l’impegno di spesa utile a questo procedimento è stata già inoltrata alla II area e ci è stata restituita per mancanza di fondi», ha sottolineato Scuderi. Insomma, si dovrà attendere ancora prima di vedere, finalmente, attivata la tensostruttura e, intanto, il presidente della IV commissione consiliare Angelo Spina, mantiene i riflettori puntati su questa struttura, sottolineando l’esigenza di una svolta entro i primi mesi del 2011. ELE. COS.

"Insieme per crescere". S’intitola così il progetto rivolto ai minori della cittadina marinara - il cui accordo di programma è stato sottoscritto, ieri mattina, dall’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Carmelo Spitaleri e dai rappresentanti di quattordici associazioni (foto Di Guardo) che operano nel territorio comunale che mira alla piena integrazione nel tessuto sociale di soggetti inseriti in particolari contesti familiari. L’accordo in questione - curato dai Servizi sociali - avrà una durata di dodici mesi. Partner dell’iniziativa - che è stata presentata dal sindaco Carmelo Spitaleri, dalla dirigente della

V area, Laura Vecchio e dall’assessore ai Servizi Socio - assistenziali, Vincenzo Caragliano - sono: Peonia calcio, Capuana calcio, Centro evoluzione danza, Il Germoglio, Judo Samurai, Roma Nord, Sicilia Bedda, Slowitaly, Sport Club Etna, Compagnia Jonica, Movimento Latino, Jonia Team, Flori calcio e Lega Navale italiana. «Si tratta di un progetto validissimo - ha spiegato Caragliano - avviato nell’ambito della legge 328. Grazie al contributo delle associazioni contiamo di offrire risposte concrete ai minori e alle famiglie che hanno bisogno di un sicuro sostegno». S. S.

omnibus

Giarre, i tumori della pelle m.g.l.) “L’invecchiamento cutaneo: macchie e tumori della pelle”, è stato il tema della conferenza tenuta dal dott. Francesco Sorbello nella sala Romeo del palazzo delle culture, nell’ambito degli incontri organizzati dalla Società giarrese di Storia patria, presieduta dal preside Girolamo Barletta. Nel corso dell’incontro è stato illustrato come la dermatologia sia una disciplina complessa ed è specchio rivelatore di patologie profonde. Il relatore ha poi presentato lo status della cura per le rughe, il melanoma, l’epitelioma, il pirandelliano fiore in bocca, rispondendo ai quesiti del pubblico.

Giarre, dibattito del Mpa su redazione Prg Giarre, incontro sulla violenza alle donne

Mascali, premi arti marziali

m.g.l.) Gli indirizzi approvati dal Consiglio comunale per la redazione del Prg sono stati al centro di una conferenza organizzata dal Mpa giarrese, coordinato dall’ing. Alfredo Foti. All’incontro hanno preso parte associazioni di categoria, ingegneri, geometri, sindacati, commercianti e cittadini. Presente per l’amministrazione l’assessore all’Urbanistica Nicola Gangemi; per l’Mpa, il coordinatore d’ambito avv. Luca Stagnitta. Il dirigente comunale dell’area urbanistica, arch. Venerdando Russo, ha illustrato gli indirizzi approvati dal Consiglio. Tra le proposte emerse quella di redigere un Prg insieme ai comuni limitrofi, affinchè Giarre torni ad essere centro propulsore dell’hinterland. «Vogliamo che l’Mpa crei argomenti di stimolo per la città sia per ricavarne spunti per l’attività politica, sia per promuovere crescita culturale – ha spiegato l’ing. Foti – questo incontro è il primo di una serie».

Era gremita la sala del centro sociale "Wojtyla", in occasione del "Trofeo Paranza d’Oro" e del "Premio internazionale M° Ben. Nino Mannino" della scuola di Liu-Bo (bastone siciliano). Trofeo Paranza d’Oro a Salvatore Briguglio e a Giulio Leo, per la categoria cadetti/junior e Cinture nere/ Maestri; ad Attilio Napoli (Asd Team Liu-bo di Fiumefreddo) cat. junior/senior. Premio internazionale M° Ben. Nino Mannino sezione "Campioni Storici" al M° Ben. Giovanni Tomarchio; sezione "Medicina e Sport" a Rito Sciacca; sezione "Mondo Sport" al Centro sportivo educativo nazionale; sezione "Fair Play" a Giulio Leo; sezione "Sport e Ufficiali di gara" al m° Giuseppe Cucè; sezione "Mondo Olimpiade" a Nicola Casale; sezione "Sport e Speranza" a Pietro Finestrella e a Martino Florio; sezione "Liu- bo, oltre i confini d’Italia" alla Nazionale Italiana di Liu-bo; per la sezione "Sport e Associazionismo" all’Asd Judo Club" Giovanni Bonfiglio" del m° ben. Lio Tomarchio; sezione "Premio Speciale Nino Mannino" a Rosario Campo.

Nell’ambito delle iniziative per il mese internazionale contro la violenza sulle donne, si è svolto nel salone degli specchi l’incontro con la scrittrice Emma La Spina, autrice di “Mille volte niente” e “Il suono di mille silenzi”. L’incontro, moderato dalla giornalista Mariagrazia Tomarchio, è stato aperto dalle musiche del pianista Giorgio Romeo e del soprano Sarah Ricca. Chiara Dieni e Maria Todaro hanno letto alcuni brani. Erano presenti il presidente del Consiglio comunale, Raffaele Musumeci, il consigliere Patrizia Lionti, la giornalista Grazia Calanna e il regista e scrittore Vladimir Di Prima. L’incontro è stato promosso dall’assessorato alla Cultura retto da Leo Cantarella. La Spina ha spiegato come la violenza non sia solo quella degli uomini sulle donne. «Ho raccontato le violenze subite, l’indifferenza ricevuta. Molti non mi hanno creduto, forse perchè è più facile pensare che queste realtà non esistono».

ANGELA DI FRANCISCA


CT2511-CP03-45  

Giarre, incontro sulla violenza alle donne Mascali, premi arti marziali GIARRE, FRAZIONE MACCHIA Giarre, i tumori della pelle LE FARMACIE DI...

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you