Issuu on Google+

MERCOLEDÌ 8 DICEMBRE 2010

LA SICILIA

CATANIA PROVINCIA .39

Jonica

La tensostruttura «prigioniera» dei vandali

GIARRE

Illuminazione completata Giarre. Il Comune non riesce ad affidarla per la gestione e l’impianto in via Almirante cade a pezzi. «E’ un disastro» nella frazione Trepunti Quando è stata completata e "presentata" c’era l’entusiasmo dell’Amministrazione, ma non ancora quegli atti burocratici propedeutici a concretizzare l’affidamento della struttura (anzi, della tensostruttura) attraverso un bando. E, oggi, le condizioni di questo "fabbricato" in via Almirante, peggiorano di giorno in giorno. Lunedì pomeriggio l’amara scoperta, nel corso di un sopralluogo della IV Commissione consiliare: «Avevamo organizzato questo sopralluogo per verificare le condizioni dei locali interni, ma abbiamo trovato una situazione disastrosa. L’hanno saccheggiata, demolita. Le condizioni sono nettamente peggiorate rispetto a pochi mesi fa - denuncia Salvo Zappalà presidente della IV commissione - come se non bastassero già i quasi 30 mila euro di danni registrati in passato. Che la tensostruttura fosse

in breve GIARRE Concerto coro polifonico al Duomo m.g.l.) Questa sera, alle ore 20, nel Duomo di Giarre si terrà il concerto di chiusura della rassegna organizzata in occasione del 50° anniversario di fondazione della Corale polifonica Jonia di Giarre. In apertura la corale Jonia Junior, diretta da Rosaria Sapienza e accompagnati al piano da Vera Famoso riproporrà i brani eseguiti dalla Cappella musicale Jonia al suo esordio nel 1960. Di seguito la corale polifonica Jonia eseguirà I Vespri dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, opera inedita per coro e orchestra composta dal maestro Giuseppe Mignemi ed eseguita in prima mondiale. Dirige il maestro Giuseppe Cristaudo.

RIPOSTO Archeologia subacquea s.s.) Il "Gruppo Sommozzatori Riposto", coordinato dal sub Giuseppe Cannavò, effettuerà oggi alle 9,30, nelle acque di Fondachello di Mascali, un’immersione tecnica nell’ambito del primo corso di archeologia subacquea, curato dalla dott.ssa Tiziana Fisichella. Il corso in questione prevede tre lezioni teoriche per l’acquisizione delle conoscenze teoriche di base e cinque immersioni nei fondali del Circondario marittimo ripostese, dove naufragò tra il I e II secolo a. C. una nave romana che trasportava un carico di anfore di terracotta.

RIPOSTO Domani corso per raccolta funghi s.s.) Prenderà il via domani, alle 18, 30, nella sede di via Ercole Donato a Riposto, il corso di formazione micologica organizzato dal locale gruppo micologico Jonico - etneo "Bresadola", documento che consentirà successivamente di poter richiedere ai Comuni siciliani il rilascio dell’apposito tesserino per effettuare la raccolta dei funghi. Per informazioni contattare il 349/7452935.

LE FARMACIE DI TURNO CALATABIANO (Pasteria): piazza Sac. Dominici; FIUMEFREDDO: via Umberto 54; GIARRE: via Pirandello, 11; RIPOSTO: via Roma, 55/a.

AMBIENTI SACCHEGGIATI

[FOTO DI GUARDO]

UNO SCORCIO DELL’ESTERNO DANNEGGIATO[DI GUARDO]

oggetto di atti vandalici era cosa nota; quei 30 mila euro di danni comunicati dall’area dei Lavori pubblici, descrivevano già le condizioni dell’interno della struttura di via Almirante. Ma i danni che si aggiungono oggi sono una tegola sulla testa degli Ammini-

stratori. Altro che bando! Senza contare che prima del bando è necessario l’accatastamento per il quale non si potrà procedere nell’immediato per evitare il rischio di sforare il patto di stabilità. «Hanno portato via gran parte dei neon -

ha detto Zappalà - hanno distrutto i finestroni; danneggiato visibilmente le porte, i sanitari; i lavandini dei locali igienici sono stati staccati dalle pareti e frantumati lungo il pavimento e hanno asportato frazioni di parquet. Oggi occorre disporre misure di sorveglianza o entro qualche mese, della tensostruttura rimarrà ben poco. Solleciterò gli assessori competenti e porterò la questione in Consiglio. Se si continua così, il rischio è che diventi l’ennesima incompiuta». «Intanto, effettueremo un altro sopralluogo per una nuova conta dei danni - ha detto l’assessore ai Lavori pubblici Orazio Scuderi - non appena l’ente disporrà di fondi procederemo con il completamento delle opere e dovremo pensare ad un progetto di custodia». ELEONORA COSENTINO

GIARRE. Gli alloggi potranno essere ricostruiti sempre in via Carducci

Il Consiglio ha adottato una variante al Piano di recupero del quartiere Carmine (6 mln di euro) Giarre, come altri Comuni, con gli espropri ha cattive esperienze: vi sono state spesso controversie legali con ingenti somme che il Comune ha dovuto pagare ai proprietari dei terreni e che hanno messo in difficoltà il bilancio dell’ente. A prescindere da questo, il Comune ha anche la necessità di accelerare l’iter procedurale. Inoltre, come ha sottolineato il primo cittadino in aula, lo spirito del contratto di quartiere è proprio quello di riqualificare una determinata area che nel caso specifico sarebbe via Carducci. E’ chiaro che quando si entrerà nella fase operativa di demolizione degli alloggi di via Carducci e della loro ricostruzione, occorrerà trovare una soluzione per quanti attualmente occupano queste case. Lunedì la variante è stata appro-

GIARRE

Sopralluogo al cimitero presto la videosorveglianza Sopralluogo operativo dell’assessore ai Servizi cimiteriali del Comune di Giarre, Salvo Camarda, unitamente al dirigente della IV Area, arch. Venerando Russo, al cimitero di Trepunti per pianificare alcuni interventi. In primo luogo, dopo il furto di vasetti in rame, è stato stabilito di predisporre un preventivo per ripristinare l’impianto di videosorveglianza. Su disposizione dell’assessore Camarda è stato deciso, inoltre, di mettere in sicurezza, mediante la collocazione di transenne, l’area esterna che ricade attorno alla cappella comunale «G Sud», sulla cui parete si notano pericolose fenditure. Maggiore attenzione sarà data alla zona monumentale del cimitero, dove una delle volte a crociera dei portici è parzialmente crollata.

Le vecchie case popolari saranno rase al suolo Il Consiglio comunale ha adottato, lunedì scorso, una variante al Piano di recupero del quartiere Carmine. Per la riqualificazione del rione, il Comune di Giarre ha ottenuto un finanziamento di 6 milioni euro. Nell’ambito del progetto di riqualificazione è prevista anche la demolizione delle case popolari, di proprietà comunale, site in via Carducci e la loro ricostruzione. Nel progetto originario era previsto che i nuovi alloggi venissero ricostruiti in un’area vicina a via Carducci, zona via Dante - via Mercurio. Con la variante approvata dal Consiglio è stato, invece, deciso che gli alloggi vengano ricostruiti nella stessa area in cui si trovano adesso. In aula il sindaco Teresa Sodano ha spiegato le ragioni di questa variazione al progetto originario che sono, innanzitutto, di ordine economico: era stato chiesto, infatti, un finanziamento alla Regione di 9 milioni di euro, mentre ne sono stati ottenuti 6 milioni. Per potere costruire gli alloggi nell’area di via Mercurio, sarebbe stato necessario effettuare un esproprio. Tra l’altro, il Comune di

L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Giarre, Orazio Scuderi, rende noto che sono stati completati i lavori di allaccio della pubblica illuminazione del comparto 3 Trepunti, che ricade nella zona est della piazza della frazione giarrese. Gli interventi sono stati eseguiti in questi giorni: sono stati collocati una trentina di pali con i corpi illuminanti lungo le strade e all’interno della villetta. La zona, interessata da una recente edificazione (con numerosi insediamenti abitativi, un parco fruibile e relative opere di urbanizzazione), ricade in un punto strategico, in quanto le strade che l’attraversano collegano la zona residenziale con il centro di Trepunti, la Statale 114 e la piattaforma commerciale zona artigianale.

GIARRE

vata con 13 voti favorevoli e un astenuto: il consigliere di opposizione Josè Sorbello. I contratti di quartiere sono programmi di recupero e riqualificazione urbana in aree di degrado edilizio e urbanistico, a scarsa coesione sociale, in presenza di carenza di servizi. Nel quadro degli interventi previsti nel progetto originario del contratto di quartiere sono inseriti la riqualificazione e l’arredo delle vie Quattrocchi, Tommaseo, Anselmi, corso Messina e via Maria Santissima del Carmelo. Moderni alloggi sostituiranno gli attuali, fatiscenti e pericolanti. Il nuovo fabbricato disporrà anche di un centro sociale di aggregazione al pianoterra.

Una delle palazzine popolari che saranno demolite in via Carducci, per essere successivamente ricostruite nella stessa zona

MARIA GABRIELLA LEONARDI

(Foto Di Guardo)

«La commissione sanità deve occuparsi del Pta» «Ritengo necessario che la Commissione Sanità dell’Ars si riappropri delle sue naturali funzioni che sono anche d’indirizzo e di controllo». E’ quanto sostiene in una nota il vicepresidente della Commissione Sanità dell’Assemblea regionale siciliana, Marco Falcone, in merito alla vicenda che riguarda il Pta di Giarre. «L’assessore - aggiunge Falcone - ha già disposto l’invio di due ispettori e, contemporaneamente, anche la Commissione nazionale sugli errori sanitari, presieduta dall’on. Leoluca Orlando, se ne sta occupando, mentre, paradossalmente, la nostra commissione, ritenendo forse questa vicenda, come altre anomalie, materia altrui, se ne sta disinteressando completamente».

Riposto, incidente fra tre auto sulla Ss 114: due feriti non gravi

MASCALI. Completati gli interventi in via Siculo Orientale

E’ di due feriti non gravi, il bilancio dell’incidente stradale che si è verificato ieri mattina, intorno alle 7,30, lungo la Ss 114, nel tratto che costeggia la zona industriale del Comune di Riposto. Tre le autovetture rimaste coinvolte: una Peugeot 106 e due Fiat Marengo Sw. Stando alla ricostruzione dell’accaduto, la Peugeot 106 andava da Giarre verso Acireale, seguita a breve distanza dalla Fiat Marengo Sw, mentre nella direzione opposta viaggiava l’altra Fiat Marengo. Per cause ancora in corso di accertamento, in prossimità della zona industriale del centromarinaro, la piccola utilitaria francese si scontrava frontalmente con la Fiat Marengo Sw che proveniva dalla parte opposta. Nell’impatto violento tra i due veicoli, rimaneva coinvolta anche la seconda Fiat Marengo che viaggiava in direzione di Acireale. Due degli occupanti delle tre auto, per fortuna feriti in maniera lieve, sono stati soccorsi da un’ambu-

L’Ufficio tecnico comunale, V Settore, servizio viabilità, coordinato dal geom. Platania, ha completato i lavori di regolamentazione della viabilità sulla via Siculo Orientale, che attraversa il centro urbano di Mascali, collocando la nuova segnaletica stradale verticale e rifacendo quella orizzontale. Nel crocevia tra il viale Immacolata e la via Siculo Orientale sono stati evidenziati, con della vernice azzurra, tutti e quattro gli attraversamenti pedonali. Su un tratto della via A. Moro, a Carrabba, nei pressi del plesso del Circolo Didattico, è stato istituito un unico senso di marcia in direzione via S. Giuseppe. Il sindaco di Mascali, Filippo Monforte, ha dichiarato che «questa riorganizzazione della viabilità ha già fatto registrare delle note positive in materia di sicurezza stradale e snellimento del

lanza del 118 e trasportati al "San Giovanni di Dio e Sant’Isidoro" di Giarre. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Giarre per eseguire i rilievi tecnici e ricostruire la dinamica del sinistro. SALVO SESSA

Nuova segnaletica

traffico veicolare. La via Siculo Orientale era divenuta oggetto di ingorghi a causa della sosta selvaggia, penalizzando tra l’altro i pedoni nell’utilizzo degli attraversamenti pedonali». ANGELA DI FRANCISCA

omnibus Giarre, La Destra su sicurezza e devianza giovanile

Calatabiano, astronomia medievale Riposto, pongisti diversamente abili vincono a Palermo

«Rilanciare l’azione politica della Destra autonomista sul piano organizzativo e delle proposte che emergono dal territorio». Questo l’impegno conclusivo del rapporto ai quadri dirigenti de La Destra-Alleanza siciliana tenutosi a Giarre, nell’Albergo Sicilia, su iniziativa del coordinatore provinciale Ruggero Razza. Vi hanno preso parte dirigenti regionali e provinciali, consiglieri comunali e segretari di sezione dell’area ionico-etnea. Dopo le relazioni di Rosaria Leonardi, vicesegretario regionale, dell’on. Nello Musumeci e di Nino Tracà, commissario del partito a Giarre, è seguito un ampio dibattito al termine del quale è stato predisposto un calendario di iniziative per focalizzare l’attenzione sui temi della sicurezza, della devianza giovanile e della crisi economica. Per i prossimi giorni sono previste le nomine dei segretari di alcune sezioni del collegio. (Nella foto, da sin., Gemma Lo Presti, Nino Tracà, Nello Musumeci, Ruggero Razza e Rosaria Leonardi).

Concluso il primo weekend dedicato all’astronomia medievale al castello di Calatabiano. La rassegna culturale, curata da «icastelli.it», ha visto come primo relatore il dott. Andrea Orlando, il quale ha presentato il proprio lavoro multimediale, partendo dall’Almagesto di Tolomeo, trattato astronomico sui cui si basano le discipline astronomiche medievali. Le due serate hanno condotto gli spettatori in un vero e proprio viaggio tra stelle e cavalieri, fino alla rivoluzione copernicana ed all’affermazione definitiva delle teoria eliocentrica. Prossimo appuntamento della rassegna oggi, con inizio alle ore 18, con la musica delle sfere, l’attesissima presentazione del maestro Giuseppe Severini (nella foto), artista, musicista e liutaio che attraverso suoni ed immagini condurrà il pubblico alla scoperta dell’affascinante rapporto tra musica e astronomia. SALVATORE ZAPPULLA

s.s.) Un successo tira l’altro per la squadra Asd Sport Club Etna di Riposto, che dopo aver ottenuto un prestigioso riconoscimento nella quarta prova dei tornei predeterminati paralimpici di tennistavolo a Verona, ha bissato il risultato nella terza prova del "Trofeo Trinacria di tennistavolo" di Palermo. Protagonista è stato l’atleta Fabrizio Bova, che in finale, nella classe 1/5 in carrozzina, ha battuto il varesino Marco Santinelli. Stradominio al trofeo palermitano, con la vittoria di Carmelo Renzo Puglisi e l’ottimo risultato registrato da Carmelo Sofia. «Ogni traguardo di questi atleti non è solo una vittoria sportiva - dice il sindaco Spitaleri - ma è anche una vittoria morale in una società che, spesso, ignora chi possiede abilità diverse». «Ci apprestiamo a vivere un’altra annata da protagonisti - dice il presidente della Asd Sport Club Etna, Francesco Pulvirenti - stiamo curando il settore paralimpico alla stregua dei normodotati, ma la cosa più bella è vederli integrati nelle squadre dei normodotati».


CT0812-CP03-39