Page 1


EDITORIALE CONNETTIAMOCI CON IL PRESENTE di Michele Ruschioni Ci sono molti parametri per indicare la qualità della vita in una città. Alcuni sono noti. Altri li sottovalutiamo.Veniamo a quelli conosciuti: traffico, qualità dell’aria, costo della vita, servizi sociali, asili nido, raccolta differenziata, offerta culturale. Se questi ingranaggi girano come si deve la città funziona ed è degna di essere chiamata tale. Poi ce ne sono altri, ancora poco sviluppati, e sui quali bisognerebbe lavorare.Tra questi ne abbiamo a cuore uno che affrontiamo in maniera approfondita in questo secondo numero di Cagliaripad: il wi-fi, ovvero la connessione a internet gratuita in città. In questa direzione qualcosa si muove , ma ancora troppo poco. Ed è un peccato. Internet, il wi-fi, la connessione sempre e comunque non sono uno sfizio e non devono essere considerati come il capriccio dei più giovani. La rete è il futuro, su questo non ci sono dubbi, ma la cosa più importante da evidenziare è che la rete è senz’altro il presente. Un presente che ci chiede di essere connessi. Non solo in ufficio, non solo in casa. Il wi-fi cittadino permette di ridisegnare il rapporto tra la città, i suoi spazi, le sue piazze, i suoi parchi e i cittadini. Una piazza dove sia possibile aprire il proprio pc e connettersi diventa il punto di congiunzione perfetto con l’altra piazza, quella virtuale. L’unione delle due piazze può dar vita ad un circuito virtuoso che la città deve cogliere. Da questo punto di vista la nuova amministrazione ha una straordinaria opportunità, provare a rendere Cagliari capitale del wi-fi. Zedda è giovane, sveglio e connesso ma sopratutto capisce l’importanza della materia. Lui può, e deve, farsi alfiere di questa battaglia. . m.ruschioni@cagliaripad.it

INDICE Wi-Fi dove stai? Grauso: “Sogno un giorno in cui internet sarà un diritto come il pane” Tuvixeddu deve rinascere Son di Cagliari e me ne vanto Cinema Colpi di penna Oroscopo

pag. 4

pag. 6 pag. 8 pag. 10 pag. 13 pag. 14 pag. 15

CAGLIARIpad.it ANNO I • Numero 2 • 27 settembre 2011 Editore GCS Green Comm Services. S.r.l. Direttore Responsabile Michele Ruschioni Redazione Alessandra Ghiani Guido Garau Lexa Fotografie Alessandra Ghiani Progetto grafico e impaginazione Cesare Giombetti Stampa Grafiche Ghiani • Monastir Sede legale Via Giotto, 5 • 09121 • Cagliari Redazione Largo Carlo Felice, 18 09124 Cagliari www.cagliaripad.it redazione@cagliaripad.it Tel. 070.3321559 • 366.4376649 Autorizzazione Tribunale di Cagliari 15/11 del 6 settembre 2011

Visita il sito e scopri le promozioni...

coccocasaecalore.it 070.581423 Monserrato Via Giulio Cesare 294


LA CITTÀ DEL FUTURO È ANCORA FERMA

WI-FI DOVE STAI? Cagliari in fatto di internet free è ancora indietro Pochi i punti wi-fi e pensati più per turisti che per cittadini di Guido Garau omune, ci seiC fai-sei connes-

ce la so? Fiore all’occhiello dell’isola intrappolata da secoli di demoniaco isolamento, che ha visto nascere Video On Line prima e Tiscali poi, Internet dovrebbe essere per il capoluogo ciò che la Sartiglia è per Oristano o i Mamuthones per Mamoiada: un segno distintivo, marchio di fabbrica e brand da esportare. Eppure non è così: sarà perché la tecnologia corre molto più della burocrazia, e in questo campo quando si è arrivati bisogna già ripartire da zero. Fatto sta che Cagliari in fatto di Internet free è un po’ indietro, e di punti wi-fi comunali, in città, ce ne sono pochini. E quasi tutti riservati ai turisti. Già, perché una città come Cagliari è stata dotata di punti wi-fi che sembrano pensati solo per loro? A che e a chi giova? Non c’è in centro una società, un solo negozio, un bar, un’azienda, che non abbia - in que-

sti anni di uragano che sembra travolgere la vecchia economia - una connessione wi-fi.

veloce nelle zioni comunali hanno zone isolate e nei pic- avviato progetti per la coli centri. Negli Usa realizzazione di reti cisi è sperimentata da viche con tecnologia tempo un’integrazione Wi-Fi. E non c’è crisi che ten- con la telefonia mobile ga per il mercato di dove il wi-fi sostituisce Tipicamente le reti reIphone o Android. Il proprio le vecchie an- alizzate sono di proprietà metodo di connessione tenne con una nuova pubblica, mentre la loro wi-fi ideato dal Comu- rete in grado di dare le gestione è affidata ad un ne, invece, è quanto- velocità sperate e i ser- concessionario privato. meno poco invitante: vizi di videotelefonia. Popwifi (www.popwifi.it) offre la copertura di quasi per navigare occorre identificarsi inviando E poi, perché affidare tutto il nord Italia (prinil proprio numero di la gestione ai privati? cipalmente Veneto, Emilia cellulare e registrar- Negli ultimi anni, alcune Romagna, Trentino, Friulisi presso gli Infopoint. province e amministra- Venezia Giulia) identiVentotto punti di accesso, 560 mila euro di investimento, che permettono la ricezione in via Roma, Piazza Jenne, viale San Vincenzo, Giardini pubblici e viale Buoncammino. È possibile connettersi per una sola ora al giorno. Allora perché, visto che il wi-fi è la soluzione principale per il digital divide, che esclude numerosi cittadini dall’accesso alla banda larga, non estenderlo ai quartieri popolari, da Sant’Elia a Is Mirrionis? Perché se fossero presenti in tutta la città, i dispositivi wi-fi potrebbero sostituire i telefoni cellulari e le reti Gsm. Perché questo ancora non avviene? Il wi-fi è usato da anni in tutto il mondo per Il totem Wi Fi dei Giardini Pubblici portare connettività


pag. 5 ficata come stabilità e qualità ottima. La città italiana che più decisamente persegue l’intendimento di una rete wi-fi è Milano, avvantaggiata dal fatto che, in sede di concessione della cablatura a fibra ottica, il Comune si era riservato il diritto di usufruire della rete. E Cagliari? La Regione, da par suo, si muove autonomamente. A nove mesi di distanza dall’“Accordo di collaborazione sulla Cittadinanza digitale”, sottoscritto dalla Regione Sardegna, dalla Provincia di Roma e dal Comune di Venezia soci fondatori della rete nazionale “FreeItaliaWiFi” – sono già 140 i punti d’accesso gratuito a Internet senza fili installati

in 52 centri dell’Isola e distribuiti capillarmente sull’intero territorio. In poco meno di un anno dalla firma dell’intesa per realizzare la prima rete wi-fi gratuita e pubblica in Italia, si sono registrati online oltre 5.000 utenti nell’ambito del progetto “SurfinSardinia” attivato dall’Assessorato degli Affari generali, personale e riforma della Regione, mentre il portale conta quotidianamente alI giovani vanno matti per la connessione all’aperto meno 300 accessi, per un traffico giornaliero tà a vocazione turistica menti già nello scalo di medio di 15 gigabyte. della Sardegna, consen- arrivo, sia di collegarsi te sia di acquisire no- all’hotspot per ottenere L’iniziativa, realizzata tizie utili sul territorio informazioni in tempo con un investimento di due milioni di euro per in tempi rapidi, miglio- reale sul meteo, sullo la localizzazione degli rando l’esperienza di stato dei trasporti, sugli hotspot nei porti, aero- viaggio programmando, eventi turistico-culturali porti e maggiori locali- per esempio, gli sposta- della zona. 


L’INCONTRO CON IL GURU DIGITALE Foto tratta da www.aicanet.it

GRAUSO: “SOGNO UN GIORNO IN CUI INTERNET SARÀ UN DIRITTO COME IL PANE” No, non è Renato Soru, e nemmeno Silvio Berappuntamento è lusconi: è Nicola Graualle 17, nel suo uf- so, per gli amici Nichi. ficio. Ci accoglie in un Abbiamo preparato appartamento sparta- qualche domanda. Facno, arredato da librerie ciamo la prima. e tavoli di vetro, pochi suppellettili, molti libri “Cagliari ha dotad’arte e dalla maglia di to la città di punti Daniele Conti, autogra- wi-fi che sembrano fata, appesa alla parete. pensati solo per i turisti: sono spesso Ci ha preceduto da una in centro e per conpiccola rampa di scale, nettersi occorre inintroducendoci con serire numero di tela cortesia di Maria, lefono e password. l’assistente tuttofa- Lei cosa ne pensa?” re. Cerchiamo l’uomo che ha anticipato e Grauso inizia a guardainventato lo sviluppo re il monitor del suo della comunicazione pc, sembra occuparsi di digitale in Italia, il pre- altro. La lancetta dei micursore delle tecnolo- nuti scorre, lenta, pengie di rete e delle loro siamo di aver sbagliato l’approccio. Riproviamo: applicazioni. di Guido Garau

L’

Nichi Grauso, 61 anni, di cui 18 vissuti on line

“Il Wi-fi è la soluzione principale per il digital divide, che oggi esclude numerosi cittadini dall’accesso alla banda larga. Come potrebbero essere utilizzate meglio le connessioni senza fili cittadine?”. Nichi bofonchia qualcosa, si fa portare un caffè e torna a lavorare con il mouse. Cerca qualcosa. L’aria si fa pesante, proviamo con altre domande: “In quali punti della città dovrebbero essere installate le connessioni?”. “In molti sostengono che i dispositivi wi-fi sostituiranno i telefoni cellulari e le reti Gsm. Perché questo ancora non avviene?”. “In sostanza, secondo lei Internet dovrebbe essere libero per

tutt i ? ” . Nulla. Quando pensiamo di aver sbagliato giorno, e di congedarci cortesemente, Grauso solleva lo sguardo ed esclama: “Ho trovato!”. Gira il Pc e ci mostra un’immagine. È il formato digitale di un vecchio poster. “Sogno un giorno in cui Internet sarà un diritto come il pane”. In basso, un nome, Videonline, e una data: 4 dicembre 1994. La firma di quel manifesto pubblicitario è sua: Nicola Grauso. Internet come il pane, se ci pensate bene è la risposta perfetta a tutte le nostre domande. 


pag. 7

Qui trovi VENDESI!


LA CITTÀ CHE NON DECOLLA

TUVIXEDDU DEVE RINASCERE La necropoli se aperta ai turisti potrebbe fruttare 700.000 euro l’anno mentre oggi è abbandonata di Alessandra Ghiani

U

n vecchio scaldabagno arrugginito, scheletri di brande, sedie, materassi, bottiglie e mattoni. Pareti divelte e tanto altro ancora. Queste sono le condizioni in cui si presenta parte di Tuvixeddu, la più grande necropoli fenicio punica ancora esistente nel Mediterraneo.

fin dei conti a nessuno interessano più i motivi di questa zuffa infinita e tutti sanno che buona parte del colle è ancora intoccabile per via di ricorsi, procedimenti penali e sequestri. Ma il resto? La maggior parte dell’area romana del sito, quella che si trova ai piedi di Sant’Avendrace, non è interessata da nessuna polemica. Per-

Verrebbe da dire che è surreale se non avessimo sotto gli occhi questa infelice realtà, derisa e denunciata perfino dall’indignato Times nel 2008. L’autorevole quotidiano britannico arrivò a titolare: “Tuvixeddu sommerso dalla spazzatura”. Ma non ci sono condanne che tengano, la situazione non cambia e ogni giorno che passa è un brandello di storia che si perde. In tutto questo, i cittadini, stanchi e reduci dall’era sim, pin, link e bite si rifiutano di sbrogliar matasse fatte di P.P.R. (piano paesaggistico regionale), P.U.C. (piano urbanistico comunale) e T.A.R. solo per sapere cosa sta succedendo a Tuvixeddu. In

tem

O S HIU re)

C

per

N e l frattempo quello che noi, da buoni e o r g o g l i o - si sardi cagliaritani, dovremmo fare per non lasciare che la denuncia rimanga fine a se stessa, è guardare avanti e provare per un attimo ad immaginare che questa storia infinita si risolva presto.

(

La necropoli vista dall’alto

ché allora rimane chiusa nel suo pieno e tristissimo degrado? Perché non metterla subito in sicurezza e renderla fruibile? Non c’è più spazio né pazienza per le parole. La denuncia è lecita e chi può dovrebbe agire subito per il bene della nostra città.

e

an r o p

e

nt e m a

Abbiamo un bel colle in mezzo a una città, un luogo straricco di storia, storie e segni. Abbiamo qualcuno -supponiamoche ha seriamente voglia di valorizzarlo, ripulirlo, metterlo in frac e presentarlo al mondo. Sono spazi talmente carichi di significato e valore che per

p m se

non (de)cadere hanno solo bisogno di essere presi per mano. Comunicare, informare e far conoscere. Sviluppare e concretizzare progetti per sfruttare le potenzialità dei nostri tesori, convertire la fortuna di possederli in opportunità economiche e motivi d’orgoglio. È possibile farlo? Abbiamo raccolto un po’ di idee. E una ci piace particolarmente. Il legame tra cinema e turismo può tradursi in un importante mezzo di crescita economica. Un film è un viaggio che seduce e contagia un forte desiderio di partecipazione alla cultura del paesaggio che gli fa da sfondo. Quale modo migliore per offrire al mondo le nostre meraviglie? Sarebbe possibile pensare ai nostri quartieri storici come location per un film? Abbiamo testato il terreno su più fronti perché, visto come vanno le cose, non vorremmo mai offrire un nuovo motivo di disputa.


pag. 9

“Se le cose vengono fatte in una logica non avulsa in relazione al luogo, il cineturismo potrebbe essere un buon veicolo d’ informazione e promozione dei nostri tesori oltre che una gradevole interazione tra arti” Il Soprintendente per i Beni Archeologici per le province di Cagliari e Oristano Marco Minoja -molto cauto, come tutti del resto, nel rilascio di qualsiasi dichiarazione riguardante Tuvixedducommenta così la nostra proposta. Il Sindaco, prima di essere eletto, aveva espresso la volontà di sviluppare la Film Commission ritenendola, d’accordo con la Regione, uno strumento fondamentale per lo sviluppo di una politica incentrata sulla salvaguardia delle risorse

ambientale e sulla promozione del territorio. Si sta muovendo qualcosa in questo senso? L’idea non è così assurda. A conti fatti se simili tesori archeologici già di per se attirano fiumi di persone, immaginiamo cosa potrebbe succedere se ci fosse la possibilità di unire gli appassionati di storia a quelli di cinema. Tuvixeddu, in particolare, ha la potenzialità di diventare una delle più belle attrazioni della Sardegna se ben valorizzato. E pensare che posti come Su Nuraxi a Barumini raggiungono picchi di centomila visitatori l’anno: ognuno di loro, in cambio di una visita guidata coinvolgente e competente, paga 7 euro all’ingresso rimanendo alla fine convinto di averli spesi bene.

Schiere di turisti. Tuvixeddu vivrà mai scene simili?

Cosa significa? Significano 700.000 euro all’anno. Un pensiero venale e davvero poco romantico.

Forse. Ma la città ha fame e bisogno di posti di lavoro. Chi può biasimarci? 

a.ghiani@cagliaripad.it

Via dei Carroz, 22 Tel/Fax 070 503707 Cell. 346 3529439 09131 Cagliari P. IVA 02771670920 www.lanuovafucina.it info@lanuovafucina.it lanuovafucina@tin.it


IL CASTEDDAIO

SON DI CAGLIARI E ME NE VANTO Belli, ricchi e irresistibili: vi raccontiamo i fighetti di Cagliari di Alessandra Ghiani apello cool piastraC to e proiettato in avanti, orologione chiuso sopra la manica e camicia (preferibilmente) rosa con il colletto sollevato. Giacca d’abito in tutte le occasioni, iphone in tasca, mocassini sempre fiammanti di primo utilizzo e occhialoni da sole alla Willy Wonka. Il tutto rigorosamente griffato.

Contrariamente al nostro amico gaggio, pieno di varianti, il fighetto cagliaritano viene prodotto in serie, illimitata, perché è stato stabilito che non si può creare nulla di meglio. Infatti è uguale in tutte le stagioni anche se a volte la giacca viene sostituita col cappottino se proprio fa freddo. Il suo elemento caratterizzante però è la mini-car: il fighetto

Audi A4 2.0 Tdi Ambition Sw Lega da 17” Clima Biz Autoradio + Dvd Audi A3 2.0 Tdi 140cv Sportback Clima Aut Bizona 17” Ottima Tagliand Bmw 320 Eletta 163cv Automatica Radio Cd Com al Vol Cerchi 17” Dacia Duster 1.5 Dci Laureate 4x2 Full Optional PARI AL NUOVO Ford Focus C-Max 1.6 Tdci Titanium 90cv Clima Radio Cd Ottima Honda FR-V 2.2 16V I-CTDi Executive Extra Full Come Nuova Unipro Kia Sorento 2.5 Crdi 4wd Active Full Clima radio Cd Come Nuova Jaguar X-Type 2.0 D Executive Full Optional Uniproprietario NUOVO Land Rover Discovery Td5 Full Sospensioni Pneumatiche Cerchi Lega Mazda MZ-CD 2.0D 7 posti. Extra Full Tagliando Kit Dist. fatti NUOVA Mini Cooper D 1.6 110 CV Doppio Tetto Clima Radio Cd Boost Ottima Mitsubishi L200 2.5 Tdi 3p Pick Up Clima Vetri el Idro Lega Roll Bar Nissan Note 1.5 dci 5p 85 Cv Acenta Full Optional Piccola Monovolume Nissan Quasquai 1.5 Dci Visia 4x2 Clima Idroguida Unipr Motore Nuovo Opel Zafira 1.9 Cdti Cosmo Mezza Pelle Clima Aut Radio LegaSensParch Peugeot 1007 1.4 Clima Aut Radio Cd Porte elettriche Pari al Nuovo Renault Wind 1.2 Tce 100cv Km 0 Aziendale Full Optional Smart For Two (N° 3) Passion CDI Cabrio Full 05 - 1 Pulse 01 - 1 Pulse 05 VW Touran 2.0 TDI Highline Full Optional Lega 17” Navi Tagliandato VW Fox 1.4 3p Sport Clima Cerchi Lega Ottima km 31.000 Come Nuova Toyota Yaris 1.0 5p Clima Idroguida Full Optional Pari al Nuovo Km 8500 Toyota Aygo 1.0 5p Clima Idroguida Vetri el. Ottima Tagliandata

1990 1980 1997 1560 1560 2200 2480 2000 2490 1998 1560 2477 1460 1560 1896 1360 1149 0599 2000 1350 1000 990

11/07 12/04 2006 10/10 2007 2008 2008 2005 2003 2006 2007 12/00 2008 2008 09/07 2006 07/11 01/05 2006 2007 10/09 2005

infatti è il testimonial della Smart e nessun altro saprebbe rappresentarla con c o s ì tanta serietà e passione. La vita del fighetto non è semplice come si pensa, a volte è addirit-

GrigioDelfMet ArgentoMet CannaFucMet Blue BlueMet NeroMet GrigioMet ArgentoMet ArgentoMet CannaFucMet Bordeaux Met Verde/Grigio M Bronzo Met ViolaMet Grigio Met ArancioMet Azzurro Met Vari Colori Argento Met Rossa CannaFucMet Grigia Met

16.950 13.600 15.850 14.900 11.800 14.400 15.950 10.950 11.800 11.200 14.200 12.650 9.300 15.950 12.800 6.850 15.500 Da € 4.350 12.600 6.550 8.950 5.450

NB: I prezzi sopraindicati sono esclusi da trasferimenti di proprietà • Finanziamenti: trattative & Agevolazioni... personalizzate: usato x usato Garanzia “nazionale” dai 12 ai 24 mesi con assistenza stradale in tutta Italia

tur a costretto ad andare in giro con la guardia del corpo perché tutti lo vogliono, compresi i malintenzionati che ambiscono a tutto il patrimonio che si porta addosso.


pag. 11 bue puntato addosso, spaventosamente seducente. Cocktail alla mano si sacrifica rimanendo fermo anche per ore nella stessa posizione che ha provato allo specchio per tutta la settimana. La fatica più immane, povero lui, è quella che deve fare per cercare di tenere i pettorali gonfi e le labbra sporgenti.

le sue seguaci, le mette a sedere intorno a lui, e con libro alla mano inizia a spiegare che la Divina Commedia non è la moglie del Divino Mago Telma.

L’incontro con una figura del genere è sicuramente un momento di grande emozione e commozione per chiunque. La prima sensazione che si prova nell’osservare Disco e pre-disco og- personalità tanto cagettivamente non diffe- rismatiche e piene di riscono molto perché interesse per le cose il fighetto più o meno del mondo è un senso le vive allo Lapo Elkann: stesso modo, modello per molti fighetti dovendo Essere fighetti è una concentrarvocazione alla qua- si sempre a le non si può restare non deludere indifferenti, quando chi si aspetta di poter il proprio credo godere della sono l’Ave Moda e sua vista. la Santa Disco. La Discoteca appunto è L’unica diffeil suo habitat naturale renza è che e luogo di caccia dissi- in mezzo a mulata: infatti il fighet- tanta folla to non è cacciatore ma può racconpreda, ha la fortuna tare poi agli di essere il Fonzie del amici di esXXI secolo, e se lo si sersi apparvede in giro senza ac- tato con la compagnatrice è solo tipa più figa perché non ha saputo del locale. quale scegliere non Il fighetto ha volendo scontentare un livello culnessuna. turale medio-alto e si Momento immancabi- iscrive semle nelle sue serate è pre all’Unila pre-disco nel loca- versità. Poi le “in” del momento: usa il libretto questa é l’occasio- (chiuso) per ne in cui il fighetto si c e r t i f i c a r e concede alla fortunata la sua cultuvista di tutti, poggiato ra mentre in all’estremità del ban- luoghi aperti cone con l’occhio di raduna tutte

di profondo rispetto misto a un irrefrenabile desiderio di simulazione. La nostra rubrica però non ha come scopo quello di celebrare e rendere mitiche figure che, anche se ammiriamo moltissimo, restano esseri umani. In fondo anche il fighetto è uno di noi. Lungi da tutti il far pesare a qualcuno la sua invidiabile e spropositata fighezza.  a.ghiani@cagliaripad.it


SS ex 131 km 8,200 • Loc. Pintoreddu • 09028 • Sestu (CA) Tel. 070.22771 • Fax 070.2320373 www.polepositiongomme.it • info@polepositiongomme.it Alcuni esempi: Good Year GT2 135/80 R13 70T € 42,50 cad. Firestone Multihawk 165/65 R14 79T € 52,50 cad. Pirelli P6 195/60 R15 88H € 75,00 cad. Bridgestone RE050 o S001 225/45 R17 91Y € 125,00 cad.


TUTTI AL CINEMA a cura della Redazione

BLOOD STORY (LET ME IN)

Nella

sua devastante solitudine, Owen, ragazzino fragile preda del bullismo, si lega ad Abby, la nuova vicina. Quando una serie di efferati omidici colpisce la cittadina del New Mexico, Owen deve confrontarsi con una scoperta agghiacciante e dolorosa: la sua innocente amichetta è in realtà un crudele vampiro chiuso in eterno nel corpo di una bimba... REGIA: Matt Reeves ATTORI: Kodi Smit-McPhee, Chloe Moretz, Richard Jenkins PAESE: USA 2010 GENERE: Drammatico, Horror DURATA: 115 Min

DRIVE

Driver, autista e stuntman dal carattere solitario, si innamora di Irene che si ritrova invischiata in un pericoloso giro criminale a causa del marito, malvivente appena uscito dalla prigione. A causa del suo amore per lei Driver si ritroverà a doverla difendere dal pericoloso giro criminale nel quale si è trovata coinvolta. REGIA: Nicolas Winding Refn ATTORI: Ryan Gosling, Carey Mulligan, Bryan Cranston PAESE: USA 2011 GENERE: Azione, Drammatico DURATA: 100 Min

A DANGEROUS METHOD

Zurigo e Vienna sono lo scenario di una storia di avvincenti scoperte in nuovi territori della sessualità e dell’intelletto. Ispirato a fatti realmente accaduti, A Dangerous Method getta lo sguardo sulla turbolenta relazione fra lo psichiatra Carl Gustav Jung, il suo mentore Sigmund Freud e Sabina Spielrein, la bella e tormentata giovane donna che viene a interporsi tra loro. REGIA: David Cronenberg ATTORI: Viggo Mortensen, Michael Fassbender, Keira Knightley, Vincent Cassel PAESE: Canada, USA 2011 GENERE: Drammatico DURATA: 93 min. circa

IO SONO LI

Shun Li viene trasferita a Chioggia, una piccola città-isola della laguna veneta per lavorare come barista in un’osteria. Bepi, pescatore di origini slave, soprannominato dagli amici “il Poeta”, da anni frequenta quella piccola osteria. Il loro incontro è un dialogo silenzioso tra culture diverse, ma turba le due comunità. REGIA: Andrea Segre ATTORI: Zhao Tao, Rade Sherbedgia, Marco Paolini PAESE: Italia 2011GENERE: Drammatico DURATA: 100 min. circa.


COLPI DI PENNA

L’apparenza inganna scire solo per mangiare un boccone e rienU trare a casa pestati da uno schiaffo morale. Succede.

Il fatto è che a volte, in un attimo inaspettato, le persone che per uno slancio di snobbismo consideri inferiori a te, ti ricordano e sottolineano – del tutto involontariamente - che non sei affatto migliore di loro. Trattoria in centro città. Dietro il mio tavolo quattro ragazzi, due coppie: catenine, vestiti attillati, voce megafonata, zeppe e scarponi. Dibattono di gite a Monte Arcosu e cenoni di campagna. Parlano a bocca piena e con voce talmente alta che sembra comunichino in stanze diverse. Passandosi il prosciutto con le mani fanno conoscere a tutta la sala i loro piani.

“I soliti gaggi” penso. Subito dopo entra un indiano, un venditore di rose. Uno dei ragazzi apre allora il suo teatrino, domandando rose di colori assurdi e sempre diversi che il tale, di volta in volta, va a prendere fuori (non saprei dove). “Che cavoli, non comprerà nulla” penso con quasi la voglia di alzarmi e intervenire per farlo smettere. A un certo punto uno dei quattro chiama il cameriere. “È il colmo” penso convinta che voglia allargare il sipario al resto della sala. “Nenno me la porti subito una focaccia bianca da portare via?” ordina invece al cameriere.

Nel frattempo allontana la sedia dal tavolo ed estratto il portafogli dalla tasca posteriore dei jeans tira fuori una banconota da 10 euro. La consegna al giovane indiano che lascia sul tavolo due rose: una azzurra e una nera. Nel mentre arriva il cameriere con un pacchetto in mano: la focaccia. Il leader del gruppo la prende e con un sorriso indulgente come quello delle madri la porge al suo “amico”. Quello risponde solo con un grazie, che però ha dentro tutto un mondo di riconoscenza. Credevo già di sapere come sarebbe andata, invece mi sono schiantata a 200 km/h sul muro del mio pregiudizio. E sono rimasta senza parole, tutta la sera, per “colpa” di quel gaggio molto più civile di me.

“Ognuno vede quel che tu pari, pochi sentono quel che tu sei.” Niccolò Machiavelli


L’OROSCOPO STRAVVANATO DI LEXA

CANCRO TORO GEMELLI ARIETE       Problemi di Iniziate a pensare La fiducia che darete al Periodo migliore comunicazione col seriamente alla vostra vostro partner sarà ben per sposarsi, le parcelle partner: ascoltatevi, ma storia: ditele almeno come ricompensata (credeteci!). degli avvocati divorzisti non contemporaneamenvi chiamate. Buona la sono in ribasso. Donne te. Ottima forma fisica, salute e buone le opportu- Frequentate posti all’apervi danno vent’anni! nità di entrate di denaro, to, o curate di più l’igiesoggette a mal di gola inRifiutateli. Le vostre ma sbaglieranno ingresso. ne personale. Vi sentite tensi, mariti contenti. Aveambizioni vi porteranno Momento propizio brillanti e acuti: tentate il te un’idea per la testa… lontano… proprio dove per comprare casa, concorso all’Arma. ma morirà di solitudine. vi vogliono i colleghi. tra 5 anni la troverete. Numeri fortunati: 20 e 68. Numeri fortunati: 8 e 85. Numeri fortunati: 31 e 77. Numeri fortunati: 43 e 44.

VERGINE LEONE     SCORPIONE   BILANCIA Lei è irritabile, accomMomenti romantici per L’amore arriva lentamente, Perderete la pazienza con pagnatela in un negozio siate pronti a riconoscerlo: le coppie. I single potrebil vostro compagno. Ridi scarpe e tornerà il bero incontrare la donna peccato, forti amnesie. trovatela perché tanto non buonumore. Un’infiamideale: bella, dolce e… Mal di denti, cercate un servirà a niente. Buona mazione al gomito vi sta muta. Fastidiosi cerchi alla dentista economico per salute ma bevete di più, infastidendo, provate ad testa, ma sempre meglio non ritrovarvi al verde: evitate di guidare dopo. alzarlo e passerà tutto. delle corna! Sembra che mal di denti. Maggiori Gioco più duro a lavoro: A lavoro abbandonate i tutto vi venga incontro, responsabilità a lavoro… e mentre i duri giocano... i vecchi metodi, sostituite il probabilmente siete nella ma stesso stipendio. lecchini vincono. Commodore 64. corsia sbagliata. Numeri fortunati: 2 e 90. Numeri fortunati: 5 e 26. Numeri fortunati: 70 e 73. Numeri fortunati: 12 e 71.

SAGITTARIO CAPRICORNO       AQUARIO PESCI Rapporti di coppia difLei vi accuserà di egoismo, Le coppie sposate possoSiete presi da mille cose e ficili, provate i triangoli. ma dirle che invece siete no “allargare” la famiglia: lei vi chiede di scegliere!! Irritabili e puntigliosi: generosi con tutte, forse, mangiate molto e non Finalmente birra e amici avete seguito un corso per non è il caso. Siete calmi fate alcuno sport. Il mal tutte le sere. suocere? Dolori frequenti, e rilassati: evidentemente di schiena vi tormenta: Stress e dolori “in vita”: soprattutto nella parte non avete figli. denunciatelo per stalking. nella fossa sarà tutto meno sinistra: provate col PDL. I disoccupati troveranno Gli studenti si trovano complicato. Momento proficuo per il loro posto di lavoro e ad affrontare un periodo Date il meglio di voi a avviare un’“impresa”: sarà come un sogno difficile: stanno riuscendo lavoro, quello che resta togliere la carta di credito che si avvera. Poi si a studiare. datelo al marito. a vostra moglie. sveglieranno delusi. Numeri fortunati: 52 e 68. Numeri fortunati: 39 e 83. Numeri fortunati: 12 e 16. Numeri fortunati: 58 e 83.


40

SONO ARRIVATI... ...VENDESI e CAGLIARIpAD!

www.cagliaripad.it cagliaripad ...seguici su o scrivici: redazione@cagliaripad.it

CagliariPad2  

Il quindicinale free press di Cagliari e dintorni

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you