Issuu on Google+

Testo richiesta informazioni:

Buongiorno, il nostro Studio lavora con clienti Italiani che detengono investimenti all'estero ed in particolare in Francia; per questo motivo ci occupiamo di IVIE, IVAFE, RW, RL, RM eccetera. Il cliente italiano quando paga le imposte in Francia, per redditi che dichiara contemporaneamente in Italia ed in Francia, subisce uno slittamento di un anno, qualche volta anche due, rispetto alla competenza del reddito dichiarato. Il comma 7 dell'art. 165 del D.P.R. n. 917 del 22.12.1986 dice di ri-liquidare, in questo caso, l'imposta dovuta in Italia relativa al reddito estero che ha concorso a formare l'imponibile. Ri-liquidare l'imposta deve pertanto intendersi ripresentare la dichiarazione per l'anno di competenza? Ringraziandovi anticipatamente porgiamo distinti saluti.

Testo risposta: Gentile Contribuente, premesso che per nuova liquidazione dell'imposta, richiamata dal menzionato comma 7 dell'art. 165 del TUIR, si intende un ricalcolo dell'imposta e non la presentazione di una nuova dichiarazione, per alcuni aspetti non sufficientemente chiariti dal quesito posto La preghiamo di riproporlo o, eventualmente di contattare il Call Center dell'Agenzia delle Entrate al numero 848 800 444 (servizio attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 17, il sabato dalle ore 9 alle 13. Costo della telefonata: tariffa urbana a tempo). Distinti Saluti La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate Centro di Assistenza Multicanale di Torino Contact Center IL DIRETTORE Ferdinando F.Leotta



testo