Page 1


Amesci è un’associazione di promozione sociale di carattere giovanile che ha come missione fondante lo sviluppo di capitale umano attraverso l’empowerment delle giovani generazioni. A questo scopo, l’associazione realizza in tutta Italia attività formative, progettuali e di networking che aiutino i giovani a sviluppare conoscenze, capacità e metacompetenze, promuovendo una generazione di cittadini che sappiano coniugare, nel loro agire, professionalità e responsabilità sociale.

Una esperienza che nel settembre 2006 ha meritato ad Amesci la prima certificazione in Italia ISO 9001:2000 (oggi ISO 9001:2008) per il sistema di gestione del Servizio Civile Nazionale da parte del Lloyds Register. In ambito internazionale, Amesci ha partecipato all’ideazione e alla gestione di numerosi progetti di scambi giovanili e seminari di formazione interculturali finanziati dall’Unione Europea (Programmi “Gioventù, “Euromed” e “Gioventù in azione”).

I nostri ambiti di intervento primari sono il servizio civile, la formazione formale ed informale, la mediazione territoriale e il networking tra istituzioni e comunità locali, la promozione culturale, le politiche di integrazione, la protezione civile, Io sviluppo dell’imprenditoria sociale, gli scambi internazionali, il lifelong learning.

Nell’ambito della Protezione Civile, tra altri progetti, nel 2006 Amesci ha partecipato ad una “Call for Proposal” della Direzione Generale per l’Ambiente della Commissione Europea nel campo del meccanismo Comunitario per la cooperazione europea di Protezione Civile che ha portato al progetto “Somma Vesuvio Mesimex”, promosso e gestito insieme alla Regione Campania e al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, a cui hanno preso parte ben 2.000 volontari provenienti da tutta Italia e da 5 paesi esteri.

Tra le linee di azione più significative vi sono i progetti di Servizio Civile che hanno interessato, negli anni, circa 10.000 giovani su oltre 2.300 sedi di attuazione distribuite in tutta Italia e in 24 Paesi esteri. Tali progettualità in campo socio-assistenziale, educativo e sportivo, culturale e della protezione civile, spesso di natura pluriennale, hanno ottenuto numerosi riconoscimenti per la valenza formativa ed esperienziale, tra cui quello dell’Università La Sapienza di Roma, quelli delle Università Federico Il di Napoli, L’Orientale di Napoli e la S.U.N. (Seconda Università degli Studi) di Napoli.

Nel 2008, nel 2009 e nel 2010 Amesci ha ricevuto dall’Agenzia Nazionale per i Giovani l’affidamento delle attività di valutazione destinate a tutti i giovani stranieri che stanno svolgendo Servizio Volontario Europeo in Italia e ai giovani italiani che hanno svolto questa esperienza all’estero. Dal febbraio 2008, Amesci è ente accreditato FormaTemp – Fondo Nazionale per la Formazione dei Lavoratori Tempo-

ranei - ed ha attivato corsi di formazione di base, professionale e continua in diverse regioni d’Italia. Le maggiori agenzie di Lavoro Temporaneo quali Adecco, Manpower, Gevi/Charisma hanno affidato ad Amesci la realizzazione di oltre 40 corsi di formazione. Dal 2007 Amesci è impegna nella diffusione di una cultura della legalità in collaborazione con Associazioni e Istituzioni. L’ultimo, in ordine di tempo, è il progetto “Legal–mente: giovani a scuola di legalità”. Il progetto, finanziato nell’ambito dei fondi di perequazione del Centro Servizi per il Volontariato, intende mettere a disposizione dei giovani studenti una serie di iniziative in campo educativo/ informativo, nella promozione dello spirito di partecipazione e di cittadinanza attiva, con specifico riferimento all’educazione alla legalità. Amesci è, inoltre, detentrice di un marchio registrato alla Camera di Commercio di Napoli denominato “Laboratorio di Servizio Civile®” per attività culturali, di educazione e formazione dei giovani. Ideati per stimolare la nascita di progetti di cittadinanza attiva, i laboratori di servizio civile rappresentano una forma di partecipazione e di scambio che consente ai giovani di contribuire allo sviluppo sociale e culturale del proprio territorio trovando, al tempo stesso, una personale gratificazione di impegno e un riscontro concreto alle proprie esigenze di formazione e orientamento al mondo del lavoro.


Cittadini 2.0 è una campagna sulla moderna partecipazione civica indirizzata a giovani, associazioni, istituzioni ed imprese, incentrata sull’utilizzo di tecnologie e strumenti di comunicazione e di relazione tipici del web 2.0, per favorire e facilitare l’impegno sociale e la cittadinanza attiva. Nata da una rete di organizzazioni del terzo settore attive a livello nazionale e internazionale, la campagna coinvolge enti locali, imprese, istituzioni e cittadini nella realizzazione di stimolanti percorsi partecipativi costruiti online che offrono però la possibilità di svolgere concrete esperienze di volontariato sul territorio, a misura di giovane!

La Campagna


Gli Attori


Cittadini 2.0


I Cittadini 2.0 sono quelli che accettano la sfida di partecipare alla campagna, contribuendo a costruire piccoli e grandi pezzi di cambiamento, impegnandosi in prima persona allo sviluppo del benessere e della qualità della vita, nelle città e nei territori in cui vivono.

Cosa può fare un Cittadino 2.0? • partecipare ad iniziative e progetti tesi a migliorare la qualità sociale del posto in cui vive • arricchire la propria biografia di esperienze, saperi, abilità attraverso il volontariato • creare gruppi e proporre idee, iniziative, progetti, condividendoli in una rete ampia di partecipazione • entrare in contatto con enti, istituzioni, imprese e organizzazioni per creare network e cercare sostegno alle proprie proposte • conoscere tante esperienze di partecipazione e raccontare le proprie • aderire ad una rete internazionale di cittadini 2.0


Città 2.0


Il circuito delle Città 2.0 è il network dei piccoli comuni e delle grandi città che hanno scelto di favorire la partecipazione e l’empowerment dei giovani attraverso la promozione di una rete civica locale in grado di mettere a sistema le esperienze territoriali di volontariato, di associazionismo giovanile, di rappresentanza studentesca e giovanile, connettendole con la responsabilità sociale delle imprese e con le varie realtà del terzo settore esistenti.

Cosa può fare una Città 2.0? • adottare la Carta Europea della partecipazione dei giovani alla vita locale e regionale • migliorare l’informazione e la comunicazione con i cittadini • stimolare la partecipazione attiva dei giovani, dei cittadini e delle imprese ad attività e progetti di interesse collettivo • stimolare la costituzione di associazioni giovanili e di varie forme di aggregazione, come il forum comunale dei giovani • creare servizi e favorire l’accesso ai saperi per i giovani • aderire alla rete delle Città 2.0 mettendo in circolo le proprie esperienze, le buone pratiche adottate e i risultati ottenuti


Imprese 2.0


Con Imprese 2.0 si definisce la community delle imprese che riconoscono e valorizzano la partecipazione dei giovani quale elemento di sviluppo sociale e culturale del Paese, assumendo la responsabilità sociale di mettere in rete gratuitamente proprie conoscenze e competenze o di sostenere economicamente iniziative di carattere sociale promosse dal terzo settore, da enti locali e da gruppi di giovani.

Cosa può fare un’Impresa 2.0? • attivare azioni concrete di Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR Corporate Social Responsability) • sostenere un progetto con proprie risorse umane, strumentali, economiche • sostenere l’empowerment delle giovani generazioni condividendo conoscenze e contenuti formativi da trasferire gratuitamente ai giovani • migliorare il legame con il territorio, lavorando in rete con Istituzioni e Terzo Settore


Scuole e UniversitĂ 2.0


Scuole e Università 2.0 sono quelle che valorizzano la dimensione formativa del volontariato e della partecipazione giovanile, integrandola nei propri piani didattici e riconoscendola come credito formativo, attuando una piena integrazione della dimensione educativa formale con quella non formale, rappresentata dal volontariato, dall’impegno individuale e di gruppo, dalle numerose esperienze di partecipazione che impreziosiscono la vita di tanti giovani.

Cosa può fare una Scuola 2.0 o una Università 2.0? • promuovere il volontariato ed ogni esperienza di partecipazione sociale e solidale dei giovani sia all’interno delle proprie sedi che in società • riconoscere e integrare nella propria certificazione le competenze acquisite attraverso la formazione esperienziale • favorire sempre più l’accesso dei giovani alle nuove tecnologie, preoccupandosi nel contempo di educarli ad un uso responsabile e sicuro • superare il concetto di insegnamento classico (modello ripartitivo), puntando sull’empowerment dei giovani attraverso una corresponsabilità formativa degli stessi (modello moltiplicativo) che ne esalti il contributo e la partecipazione


Le iniziative


Welcome friends


Welcome Friends è la partecipazione giovanile declinata rispetto al tema del turismo partecipativo, una pratica di socialità e di condivisione che mira a coinvolgere i cittadini 2.0 nella filiera dell’ospitalità orizzontale e nella promozione e nello sviluppo del territorio e della comunità locale, concorre alla formazione di persone solidali e di cittadini responsabili, proponendo ai partecipanti di farsi carico, ciascuno per le proprie competenze, delle attività di accoglienza turistica e di portare un contributo personale al cambiamento dell’immagine della propria città e del proprio territorio.


Utilizzo responsabile Web 2.0


Strumento essenziale di informazione, educazione, formazione e partecipazione per i giovani, l’universo 2.0 ha a nostro avviso due elementi di criticità, il digital divide e la sicurezza online. Cittadini 2.0 propone una soluzione per entrambi, sostenendo e offrendo l’accesso gratuito ai saperi digitali e impegnandosi in una campagna educativa rivolta specificamente ai ragazzi della scuola primaria e secondaria inferiore per promuovere l’uso consapevole di internet. Pensiamo infatti che navigare in sicurezza significa conoscere la rete e i suoi linguaggi: piuttosto che tenere i ragazzi lontani dalla rete, è meglio dare loro gli strumenti per diventarne protagonisti.


Servizio civile nazionale


Quarant’anni di storia, centinaia di migliaia di giovani e migliaia di enti coinvolti su tutto il territorio nazionale fanno del SCN una delle esperienze di partecipazione giovanile più significative del nostro Paese. Pace, difesa della Patria, socialità, solidarietà, legalità, formazione individuale ed in gruppo, orientamento alle professioni e riconoscimento delle competenze: queste le parole chiave del Servizio Civile 2.0. Uno straordinario dispositivo per coniugare valori, impegno e cittadinanza con i vantaggi dell’empowerment e la concretezza del lavoro quotidiano sul proprio territorio.


“Fare” la politica, quella vera, l’esperienza di partecipare da giovani e da cittadini alle decisioni che ci riguardano. Discutere di questioni universali e proporre soluzioni per i problemi della propria comunità, animando e rappresentando le esigenze dei giovani del proprio quartiere, del proprio comune, della propria città. I Cittadini 2.0 credono nella partecipazione alla vita politica e sociale dei propri territori realizzata anche attraverso i forum dei giovani, come esperienza per accrescere il proprio potenziale, le proprie doti di leadership e la capacità di cooperare e di creare reti.

Forum dei Giovani


Partners


exadv

Campagna realizzata con il contributo del Dipartimento della Giovent첫 Presidenza del Consiglio dei Ministri

www.c2zero.it AMESCI - Sede Nazionale: Centro Direzionale - Via G. Porzio - Isola E3 - 80143 - Napoli - Tel. +39 081-19811450 - www.amesci.org

Cittadini 2.0  

Cos'è Cittadini 2.0

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you