IMMOBILI&Co. N°2 MARZO 2020

Page 1

_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 09/03/20 10.29 Pagina 1

I&Co Immobili&Co. p e r l’ i m p r e s a

Immobili & Co. per l’Impresa - Anno XXV N. 2 - Marzo 2020

Al via il Tour Nazionale AlleaRE 2020 a cura di Bruno Vettore in Partnership con Immobili Ovunque

Bruno Vettore, Executive Manager


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 2

Agevola le Acquisizioni Promuove la Formazione Accelera le Vendite

Dedicato ai professionisti dell’immobiliare. Scopri il nostro piano di abbonamento www.immobiliovunque.it/formule-abbonamento

immobiliovunque.it


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 09/03/20 10.30 Pagina 3

colophon

I&Co N.2 Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXV N.2 - Marzo 2020 Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 576 del 21.09.1996 Direzione e Redazione: AG&P s.n.c. Immagine e Comunicazione Via Monte Rosa, 18 - Senago (Mi) Tel. 02 99055532 - agepmail@tin.it Contatti: immobili.co@tin.it Segreteria, Pubblicità e Diffusione: BV invest S.r.l. Via Dario Papa, 24 - 20125 Milano Tel. 02.36566067 - www.bvinvest.it Direttore Responsabile: Antonio Sposari Direttore Editoriale: Bruno Vettore Progetto Grafico: Cirella Chiariello Diffusione: Digitale gratuita

3 I&Co

La Direzione non si assume alcuna responsabilità per i testi degli articoli redazionali dei relativi autori e delle pagine pubblicitarie pubblicate. A garanzia di riservatezza, il lettore potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/2003 e capo III del Regolamento UE 2016/679, scrivendo alla società BV invest S.r.l., Foro Buonaparte 70, Milano o tramite e-mail a info@bvinvest.it, che garantisce comunque la massima cura dei dati forniti o in suo possesso, i quali non verranno comunicati a terzi. Il trattamento avviene presso la predetta sede a cura del personale incaricato. Una non azione sarà interpretata come volontà di restare nel database.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 4


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 5

editoriale

L’importanza del personal branding Il personal branding è l’attività con cui prima si consapevolizza e poi si struttura la propria marca personale. (Fonte Wikipedia)

S

ul piano generale può essere definito come ciò che viene detto, sentito e pensato a livello collettivo dalle persone su di voi e sulla qualità relazionale che offrite, nella vita professionale e non solo. Il termine brand si tende normalmente a riferirlo ad aziende o soggetti che non siano persone ed è il nome commerciale attraverso il quale si è riconoscibili. Per creare un brand, con tutte le conseguenze del caso, servono idee chiare, strategie di medio-lungo termine ed investimenti. Tutto ciò è piuttosto noto e consolidato, nelle conoscenze e competenze di ogni operatore economico, che ne percepisce il peso e l’importanza. Ciò che è meno conosciuto è il invece il personal branding, ovvero quello che non si riferisce ad aziende ma che invece riguarda le persone, e non solo quelle più conosciute. ll personal branding è un processo attraverso cui una persona definisce i punti di forza (conoscenze, competenze, stile, carattere, abilità) che la contraddistinguono in modo univoco, creando un proprio marchio personale, che comunica poi nel modo che reputa più efficace. In questo processo si adottano le tecniche utilizzate dal marketing per promuovere i prodotti e servizi commerciali e le adatta per la promozione dell'identità delle singole persone. L'obiettivo in entrambi i casi è il brand positioning ovvero, posizionare nella mente dell'utente il brand (o il nome del professionista) associato a una precisa peculiarità, a un concetto che inequivocabilmente lo distinguerà dai concorrenti. L’utilizzo di queste tecniche ha quindi lo scopo di influenzare ed attrarre un pubblico non solo per la bontà di un prodotto o servizio, ma per l’accreditamento ed il grado di fiducia che un professionista può generare verso un determinato target. Si tratta di strategie assolutamente lecite e nella quasi totalità dei casi vi è una assoluta coerenza tra tutte le attività di comunicazione svolte e lo standard di servizio o prodotto atteso. Nel panorama attuale manager ed imprenditori sono in un contesto altamente competitivo e quindi inevitabilmente chiamati ad accreditarsi in tutti gli ambiti relazionali nei quali si vive e si opera, siano essi virtuali (web e media) che sociali. I clienti si informano sempre attraverso recensioni, pareri e commenti di terzi che, se gestiti al meglio, possono portare forte impulso allo sviluppo del proprio business. Al contrario, se trascurati o gestiti in maniera scorretta, possono creare danni o comunque non valorizzare sufficientemente le qualità di ognuno.

5 I&Co

editoriale di Bruno Vettore Direttore editoriale


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 11.32 Pagina 6

I&Co in questo numero

4

editoriale L’importanza del personal branding di Bruno Vettore

8

fisco Il bonus facciate: tutto quello che c’è da sapere di Maurizio Metto

10 formazione AlleaRE Tour Nazionale 2020 a cura della Redazione

12

10

mercato Come sarà il mercato immobiliare nel 2020? a cura della Redazione

14 portali Immobili Ovunque: un progetto al servizio dei professionisti dell'Immobiliare di Vincenzo Crugliano

6 I&Co

20 comunicato FONDOCASA SpA: Roberto Perego entra nel CDA a cura della Redazione


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 7

sommario

18 intervista Blockchain: un nuovo concetto di ďŹ ducia di Andrea Ricciardi

18

Intervista a Gian Luca Comandini

32 home staging Home Staging per una villa al grezzo a cura di Barbara Medici

22 intervista L’intervista a Roberto Perego a cura della Redazione

24 blockchain Futuro prossimo immobiliare #01blockchain di Andrea Ricciardi

26 web reputation homechain: la nostra reputazione digitale di Carmine Greco

normative La Cassazione sulle collaborazioni autonome di Gianpiero Sperduti

32

7 I&Co

30


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 8

Il BONUS FACCIATE: tutto quello che c’è da sapere Prima parte

8 I&Co

a cura di Maurizio Metto Dottore Commercialista info@studiometto.it

N

el mondo del Real Estate, il Bonus Facciate rappresenta la grande novità del 2020: concettualmente è un’agevolazione molto semplice, visto che prevede la possibilità di detrarre il 90% del costo sostenuto nell’anno, senza limiti massimi di importo, per gli interventi sulle facciate degli edifici, ma che nella sua applicazione pratica non ha mancato di sollevare moltissimi dubbi interpretativi. Una prima parte di chiarimenti è arrivata dall’Agenzia delle Entrate con la circolare N° 2/E del 14/02/2020, alla luce della quale cerchiamo di riassumere in questo e nel prossimo intervento le modalità operative e i punti critici dell’agevolazione. Iniziamo col dire che il bonus è erogato come detrazione dall’imposta sui redditi, e pertanto non ne beneficiano i soggetti che hanno redditi soggetti ad imposte sostitutive (come i forfettari) o a tassazione separata, e nemmeno ovviamente i c.d. incapienti, cioè coloro che hanno detrazioni che azzerano le imposte sul reddito. chi ne ha diritto Non beneficiano del Oltre ai privati, possono avere diBonus i soggetti che ritto al bonus anche i titolari di parhanno redditi soggetti tita IVA (imprenditori individuali, ad imposte sostitutive esercenti arti o professioni, società o a tassazione separata di ogni tipo, enti) per immobili dee i c.d. incapienti. tenuti anche in regime di impresa.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 9

fisco Oltre ai privati, possono avere diritto al bonus anche i titolari di partita IVA per immobili detenuti anche in regime di impresa.

I beneficiari devono avere un titolo idoneo al momento dell’inizio dei lavori o al momento di sostenimento delle spese, e più precisamente devono essere: - Proprietari, comproprietari , detentori di un diritto reale di godimento (usufrutto, abitazione, uso, diritto di superficie) - Titolari di un contratto di locazione, leasing, comodato registrato, ed avere in tal caso ottenuto il consenso scritto del proprietario alla esecuzione dei lavori: occorre fare attenzione a questo aspetto, perché la mancanza del valido titolo di detenzione REGISTRATO preclude il diritto al bonus, e non può essere sanata successivamente; - Familiari conviventi (la convivenza deve sussistere alla data di inizio dei lavori) del possessore o detentore dell’immobile, come elencati nell’art. 5 comma 5 del TUIR (coniuge, componenti dell’unione civile, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado), o anche conviventi di fatto ai sensi della Legge 76/2016. - Per i familiari, la detrazione spetta inoltre solo se i lavori riguardano l’immobile in cui sono conviventi (e non quindi su altri e diversi immobili, immobili locati o immobili strumentali). - Possono godere infine della agevolazione anche i promissari acquirenti dell’immobile oggetto di intervento, a condizione che ci sia un preliminare registrato, e coloro che eseguono gli interventi in proprio, ma limitatamente alle spese di acquisto dei materiali utilizzati. (segue nel prossimo numero)

Gli edifici su cui è possibile usufruire del bonus devono essere ubicati, dice la norma, nelle zone classificate A o B dal D.M. 2/4/1968 N° 1444, o in zone ad esse assimilabili ai sensi delle norme regionali e regolamenti comunali. Quella citata dalla legge è una suddivisione vetusta, spesso superata dai RUE e dai regolamenti comunali: la classificazione A e B riguarda a grandi linee le zone cittadine centrali e semicentrali, e questa è una delle criticità della norma: al momento, per stare tranquilli , occorre recarsi all’Ufficio Tecnico comunale e richiedere una certificazione; si tratta di un problema conosciuto e per il quale ci aspettiamo a breve un intervento che possa semplificare l’onere della prova per i contribuenti. Sicuramente sono esclusi gli interventi nelle aree periferiche delle città o nelle aree di espansione urbana o di nuovo insediamento.

9 I&Co

interventi ammessi


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 10


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 11

formazione

a cura della Redazione

ALLEARE Tour Nazionale 2020 Al via gli eventi formativi riservati agli agenti immobiliari ImmobiliOvunque.it a condizioni di assoluto favore, oltre a poter valutare i servizi delle aziende partner Skanner, informazioni commerciali, e LOCARE, registrazione dei contratti di locazione. Altri servizi a disposizione sulla piattaforma: - peracquisire.it, per facilitare le attività di acquisizione; - fattureincluoud.it, per la fatturazione elettronica; - postapronta.it, per l’invio facile e rapido della corrispondenza; ed una serie di altri servizi di tipo creditizio, assicurativo e consulenziale. Il tour toccherà successivamente anche le città di Napoli (23 aprile), Padova (28 aprile), Varese (5 maggio) Civitanova (13 maggio), Genova (11 giugno), Bari (9 luglio). Le altre date verranno rese note nel prossimo numero di I&Co. Per maggiori informazioni: info@alleare.it - www.alleare.it

11 I&Co

P

artirà il prossimo 9 aprile da Monza il tour nazionale di Eventi Formativi riservati agli Agenti Immobiliari promossi dalla Piattaforma AlleaRE, in partnership con il portale Immobili Ovunque. Gli Agenti Immobiliari potranno partecipare ad una sessione formativa denominata “ W.A.P – WORK AGENCY PROGRAM – Il protocollo operativo delle Agenzie Immobiliari” a cura di Bruno Vettore – Executive Manager. “Il Protocollo Operativo che abbiamo progettato e realizzato sta portando un forte incremento del fatturato agli Agenti Immobiliari che lo stanno concretamente utilizzando nelle loro agenzie immobiliari. In questo Tour continueremo ad illustrarlo attraverso delle short lesson e nella seconda parte dell’anno con degli Eventi intensivi di una giornata intera” afferma Bruno Vettore, Presidente di AlleaRe. La circostanza sarà inoltre propizia per valutare i vantaggi nell’aderire gratuitamente alla Piattaforma ALLEA-RE ed i benefici di poter utilizzare un tool di servizi utili a migliorare l’attività d’agenzia. Da segnalare, nella circostanza degli eventi, la possibilità di attivare una collaborazione con il portale


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 12

Come sarà il mercato immobiliare nel 2020? Il sentiment è positivo, il 2019 si è concluso e sembra che il costo del mattone sia destinato a salire dell’1,1% in due anni.

G

li italiani tornano all’investimento immobiliare, la casa continua ad essere l’investimento considerato più sicuro ed i tassi dei mutui ai minimi storici incentivano chi si sta accingendo a comprare un’immobile.

a cura della Redazione

12 I&Co

Per Nomisma nel 2019 gli scambi immobiliari hanno raggiunto quota 662 mila, il 92% dei quali relativi al comparto residenziale.

Nomisma ha calcolato che nel 2019 gli scambi immobiliari hanno raggiunto quota 662 mila, il 92% dei quali relativi al comparto residenziale. E per il 2020 si prospetta una tendenza simile, accompagnata da una ripresa dei prezzi che dovrebbe confermare il +0,2% del 2019 anche nei prossimi dodici mesi, prima di raggiungere quota +0,7% nel 2021 e +1,1% nel 2022.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 13

mercato Abbiamo chiesto l’opinione sul Mercato a Sergio Polisicchio, CEO del giovane Portale Immobiliare ImmobiliOvunque. Ecco il suo pensiero: “Lo stato di salute del mercato immobiliare deve essere, a nostro sommesso avviso, stimato tenendo conto non solo delle condizioni oggettive del momento storico, ma anche in una visione prospettica che abbia la capacità di determinare a medio termine l’evoluzione del mercato, per determinare la crescita di valore, la eventuale rendita e quanto altro. Sotto il profilo oggettivo è chiaro che, oggi, alcune aree sono più calde e movimentate a differenza di altre che presentano un mercato arido e poco attivo; come del resto è facilmente comprensibile analizzando le quotazioni e le stime immobiliari; ma è necessario già da ora stabilire a medio termine se lo standard sarà permanente, se varierà ed eventualmente con quali tempistiche e modalità. Personalmente riteniamo quindi che entri in gioco il profilo soggettivo, spendibile anche in sede di acquisizioni, con le competenze e professionalità delle agenzie immobiliari: solo un professionista che ogni giorno si confronta con la realtà del mercato può avere la lungimiranza di comprendere la misurabilità del valore di un immobile a medio e lungo termine. In sintesi il mercato immobiliare deve essere non solo valutato sulle condizioni attuali, ma anche con una analisi in prospettiva che solo un consulente professionale e competenze può eseguire.” Il mercato appare lungo tutta la penisola generalmente in aumento, ma vi sono sostanziali differenze a seconda delle varie aree geografiche.

Per il 2020 tutti gli esperti tendono a dare pareri positivi: si crede in una ripresa lenta ma costante del mercato immobiliare.

Per il 2020 gli atteggiamenti degli esperti tendono ad essere abbastanza positivi, poiché si crede in una ripresa lenta ma costante. La crisi economica che vessa la società italiana ormai da quasi dieci anni sta volgendo al termine e questo significa che anche le famiglie con un reddito medio otterranno nuovamente un potere d’acquisto maggiorato rispetto agli anni in cui la crisi ha inciso di più sui risparmi portando così a una costante ripresa del mercato immobiliare.

13 I&Co

Carlo Giordano, AD di Immobiliare.it, parla di tre macro-aree con un andamento del mercato immobiliare molto differente.

Carlo Giordano, AD di Immobiliare.it, che parla di tre macroaree con un andamento del mercato immobiliare molto differente: • da una parte ci sono Milano e, seppure in maniera leggermente inferiore, Roma, dove i prezzi delle case sono destinati ad aumentare; • dall’altra i capoluoghi con più di 300 mila abitanti, il cui trend dipenderà dalle singole peculiarità; • in terza battuta la provincia, che sembra destinata a un costante calo nel valore dei propri immobili, con l’esclusione di alcune aree d’eccellenza come la campagna Toscana.


14 I&Co

_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 14


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 15

portali

Immobili Ovunque: un progetto al servizio dei professionisti dell'Immobiliare Appena nato, Immobili Ovunque è già nella Top Ten dei portali immobiliari in Italia. Come ci siamo riusciti? Sicuramente grazie a uno sguardo attento alle nuove necessità del mercato immobiliare. Ma non solo. La professionalità resta alla base del nostro progetto e lo scopo - dichiarato fin dagli esordi - è quello di agevolare le acquisizioni e le vendite attraverso un sistema di supporto concreto alle agenzie immobiliari. di Vincenzo Crugliano Project Manager Immobili Ovunque www.immobiliovunque.it

Lo abbiamo chiamato MyIO. Con questo sistema offriamo ai professionisti dell'immobiliare un'esperienza di lavoro personalizzata. Ogni agenzia ha accesso a una dashboard in cui – a seconda della formula cui si aderisce – è possibile analizzare i dati relativi alla propria attività, il numero di utenti raggiunti e le visualizzazioni delle schede degli immobili.

In un contesto sempre più fluido e imprevedibile, l'accesso ai dati si rivela fondamentale. Ecco perché abbiamo creato un portale semplice e intuitivo che si propone come strumento di lavoro prezioso per gli agenti immobiliari aderenti.

Le agenzie immobiliari possono scegliere tra un servizio gratuito (Io Start), e uno a pagamento (Io Open) al costo di € 40,00 al mese. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche delle due formule.

15 I&Co

Serietà” è la nostra parola d'ordine. Su Immobili Ovunque solo i professionisti possono pubblicare gli annunci: le agenzie immobiliari. Questo si riflette in un risparmio di tempo per chi cerca casa, e in garanzia di affidabilità per chiunque voglia vendere un immobile. Diamo spazio esclusivamente a contenuti certificati, che non conducano a spiacevoli sorprese per gli utenti finali. I privati accedono al nostro portale per cercare casa. Se invece intendono vendere o affittare una proprietà, hanno la possibilità di cercare tra le schede delle agenzie qualificate, per scegliere quella a cui affidare l'incarico.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 16

Immobili Ovunque è Official Partner della Piattaforma di Servizi AlleaRE nel Tour Nazionale 2020 di Eventi Formativi a cura di Bruno Vettore, riservati agli agenti immobiliari, e Media Partner della Societa di Mediazione Creditizia We-Unit SpA, nella convinzione che un mercato evoluto abbia bisogno della convergenza di quattro attori principali: agenti immobiliari, mediatori del credito, esperti formatori e un portale dinamico.

16 I&Co

il decalogo

Il piano gratuito permette alle agenzie di pubblicare i propri annunci senza alcun limite, a prescindere dalla tipologia (vendita o affitti). Questi restano visibili in elenco e nella mappa, secondo il criterio di pertinenza. Inoltre, con Io Start la scheda dell'agenzia sarà presente in un elenco generale, mentre l'accesso parziale alla dashboard consentirà l'utilizzo di un servizio di inserimento loghi e della sezione eventi. La formula a pagamento Io Open prevede un periodo di prova gratuito per tutti i clienti. Con questo piano si potranno pubblicare annunci senza limiti e illimitata sarà anche la pubblicazione di foto e planimetrie. La visibilità avrà la priorità secondo un criterio di ranking e pertinenza, in elenco e sulla mappa. L'accesso alla dashboard sarà ovviamente completo. Questo consentirà di monitorare l'efficienza degli annunci, sulla base dei contatti e dei click generati. Un'ottima opportunità è costituita poi dalla Scheda Qualità, con cui è possibile: 1) ottenere un punteggio in stelline dai privati che sono entrati in contatto con l'agenzia; 2) raccontare la propria storia e mission; 3) inserire dati, referenze e certificazioni. Pet maggiori dettagli: www.immobiliovunque.it

1

prezzi low cost

2

annunci illimitati

3

no privati, solo agenzie

4

investimenti leed generation

5

area agenzia dedicata

6

abbonamenti start e open

7

assenza banner pubblicitari

8

sincronizzazione gestionali

9

sistema ranking

10 formazione professionale


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 17

Prodotto Cap

CAP

Difendi il tuo mutuo dalle oscillazioni dei tassi


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.42 Pagina 18

“Blockchain: un nuovo concetto di fiducia” Intervista a Gian Luca Comandini Il settore immobiliare è fortemente basato sui rapporti umani, in cui la costruzione di relazioni solide interpersonali e la fiducia sono il valore principale. Proprio per questo motivo è uno dei settori in cui le nuove tecnologie spesso tardano ad essere adottate, in quanto considerate di poca utilità. Il dato rilevante è che in realtà, quando si tratta di Blockchain, il settore immobiliare ha risposto rapidamente, più di altri settori.

18 I&Co

a cura di di Andrea Ricciardi Co-Funder& Ceo Homechain.it

L

a Blockchain offre soluzioni al settore immobiliare, che altre tecnologie non sono in grado di fornire proprio perchè alla base vi è un paradigma inedito che ridefinisce un nuovo concetto di fiducia. Con il tentativo di restituire una definizione fruibile, a chi è meno avvezzo ai nuovi linguaggi informatici, un aspetto che definisce la Blockchain è di essere un registro pubblico decentralizzato sicuro e immutabile. In un settore basato su transazioni in larga scala, disciplinate da accordi e contratti complessi, la Blockchain da un contributo cruciale nell’innescare processi virtuosi e sicuri. Nel Real Estate a livello internazionale, molti stanno investendo tempo e risorse, per sviluppare soluzioni che inevitabilmente cambieranno il settore. Abbiamo l’opportunità di dialogare con uno dei massimi esperti di blockchain in Italia, indicato da Forbes tra i 100 talenti Under30 che stanno cambiando il mondo, Gian Luca Comandini Membro del Gruppo di Esperti Blockchain al MISE, editore di Cointelegraph Italia, autore del manuale "Da Zero alla Luna" e Professore con cattedra in Blockchain presso la Guglielmo Marconi di Roma.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 19

intervista

Quali sono i principali vantaggi della tokenizzazione delle proprietà immobiliari? Molto probabilmente è la principale applicazione della tecnologia ad un settore così importante come quello immobiliare. La tokenizzazione, già utilizzata in altri paesi e non solo nel mercato immobiliare, è uno strumento in grado di portare valore aggiunto a tutte le parti coinvolte. Per il costruttore è una grande opportunità che consente di abbassare notevolmente il rischio d'impresa su nuovi edifici in costruzione, mentre per il mercato è un'ottima occasione di investimento in quanto si ha la possibilità di investire sul nascere anche piccole somme a prezzi molto competitivi su progetti ancora non in essere e mantenere comunque La tokenizzazione, già un asset liquido e interscambiabile anche durante la fase di utilizzata in altri paesi costruzione, senza dover aspettare la fine del progetto o e non solo nel mercato rischiare di rimanere con un invenduto svalutato. immobiliare, può essere E’ possibile applicarla ai registri catastali e nella Pubblica uno strumento in grado Amministrazione? Assolutamente sì, la blockchain potrebbe essere una soludi creare valore. zione in grado di garantire efficienza e sburocratizzazione in molti processi della PA. Ovviamente, qui il primo passo deve necessariamente essere quello del governo. Se la PA dovesse accettare di farsi blockchainizzare allora potrà partire una vera e propria evoluzione che colpirà per prima il catasto. Quali sono i vantaggi di uno smart contract? Può essere utile per disciplinare un contratto di locazione? Poter automatizzare con Gli smart contract sono una delle applicazioni più importanti la tecnologia blockchain della tecnologia blockchain, poter automatizzare un contratto un contratto in maniera intelligente garantisce sicurezza e certezza dell'azione. intelligente riesce sia a Quindi, ad esempio, se un affittuario non paga l'affitto di un garantire la sicurezza che appartamento in tempo, lo smart contract potrebbe provvedere a bloccare all'istante la serratura della porta di casa o gli la certezza dell'azione. elettrodomestici presenti. Ma oltre a questa sono veramente molte le potenzialità di uno smart contract applicato al settore immobiliare.

19 I&Co

Gian Luca Comandini indicato da Forbes tra i 100 talenti Under30 che stanno cambiando il mondo, Membro del Gruppo di Esperti Blockchain al MISE, editore di Cointelegraph Italia, autore del manuale "Da Zero alla Luna" e Professore con cattedra in Blockchain presso la Guglielmo Marconi di Roma.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 20

FONDOCASA SpA: Roberto Perego entra nel CDA Il gruppo rafforza la propria struttura manageriale per affrontare le sfide future. L’intervista rilasciata a I&Co.

20 I&Co

a cura della Redazione

Photo by Ricardo Gomez on Unsplash

U

n nuovo ingresso nel management di Fondocasa SpA, azienda che opera nel settore immobiliare da oltre trent’anni e che sta potenziando il gruppo per crescere ed aumentare le dimensioni e la capillarità delle propria rete. Roberto Perego, manager che vanta forte esperienza nel settore, con un passato in ProfessioneCasa, Grimaldi e Gabetti con ruoli di grande responsabilità, assumerà la carica di Consigliere Delegato al fine di per occuparsi della gestione e dello sviluppo del network ed opererà in stretta collaborazione con il Presidente Alessandro Pollero e con l’Amministratore Delegato Bruno Vettore. Il piano di azione prevede il raddoppio delle agenzie affiliate Fondocasa e CheAffitti nel prossimo triennio, il lancio del nuovo progetto “multiservice” e l’incremento delle sinergie con le altre società di FCgroup, soprattutto in ambito creditizio e assicurativo, ovvero con la rete di Consulenti del Credito We Unit ed Henia.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 21

comunicato

“Conosco Roberto da molti anni e ne ho sempre apprezzato le qualità personali e professionali, sono quindi molto soddisfatto che entri nella nostra squadra e sono fermamente convinto che il suo apporto contribuirà alla crescita del network” afferma Alessandro Pollero. “ Ritengo che Fondocasa esprima una grande qualità professionale ed abbia forti potenzialità di sviluppo, soprattutto in un momento di mercato molto brillante” dichiara Roberto Perego” e sono davvero felice di poter portare il mio know how e la mia esperienza ad una azienda che ha sempre dimostrato serietà ed affidabilità” Per maggiori informazioni: Fondocasa SpA direzione@fondocasa.it – 0182.585227 www.fcgroup.top www.gruppofondocasa.com

21 I&Co

Roberto Perego è un manager di provata esperienza che opera nel settore immobiliare dal 1988. Inizia il suo percorso professionale operando come Agente Immobiliare autonomo e successivamente entra nel mondo del franchising come imprenditore a capo di una serie di Agenzie Immobiliari. Nel tempo assume la carica di Area Manager ProfessioneCasa, acquisendo sempre maggiori responsabilità nell’ambito della gestione e dello sviluppo della rete. Nel 2009 diventa Direttore Franchising Grimaldi, promuovendo con importarti risultati il rilancio dello storico marchio. Più recentemente assume la carica di Consigliere Delegato Area Nord - Tree Real Estate, occupandosi del brand Gabetti, con delega al coordinamento ed alla crescita del network.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 22

L’intervista a Roberto Perego

22 I&Co

L’intervista rilasciata a I&Co. da Roberto Perego a seguito del comunicato di Fondocasa SpA Quali sono i trend del mercato immobiliare e creditizio? In generale, sarà che per gli italiani il mattone resta un buon investimento, sarà per via dei mutui che hanno tassi d’interesse ai minimi storici (anche se per la verità, recentemente le banche hanno leggermente ristretto i cordoni), il numero delle transazioni immobiliari, nel 2019, ha toccato quota 660.000 unità compravendute. In assoluto, il 90% delle vendite ha interessato il comparto residenziale e Milano, unica vera città metropolitana in Italia, si distingue per valore di mercato e per numero di compravendite. Discorso leggermente diverso per molte altre province italiane, dove si assiste comunque ad un buon numero di transazioni ma dove i tempi di vendita restano ancora lunghi. Un aiuto in questo caso lo darebbe un progetto di riqualificazione im-

mobiliare ad ampio respiro, necessario per svecchiare gran parte del patrimonio e renderlo attuale e maggiormente interessante per il cliente finale. Quali sono motivi principali che hanno determinato la sua recente scelta professionale? “Fondocasa è un network immobiliare e creditizio unico nel suo genere, capace di presentare un modello di business che unisce tre diverse competenze: immobiliare, creditizio e assicurativo”. Personalmente sono convinto che le esigenze attuali della maggior parte dei clienti siano orientate verso questa direzione. Questa, è idea condivisa dai manager del gruppo, di conseguenza è nata, da subito, un’intesa che definirei spontanea. Mi piace pensare che potrò mettere a disposizione di Fondocasa le mie


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 23

intervista Fondocasa SpA società guidata dal Presidente Alessandro Pollero e dell’Amministratore Delegato Bruno Vettore opera nel settore immobiliare con il marchio FONDOCASA (100 agenzie in franchising, 10 dirette) ed il marchio CHEAFFITTI (7 agenzie monomarca e 20 point), nel settore creditizio con il marchio WE-UNIT (circa 320 consulenti del credito) e nel settore del brokeraggio assicurativo con la società HENIA, oltre a vantare una serie di partecipazioni qualificate in altre primarie società del settore.

Quali sono i fattori distintivi della vostra strategia aziendale? Vogliamo continuare ad essere player di riferimento del franchising immobiliare italiano favorendo, come detto, l’interazione fra i comparti immobiliare, creditizio e assicurativo. Per fare questo stiamo lavorando all’incremento della rete, attraverso il sistema in franchising, favorendo l’inserimento di agenti immobiliari propensi a far proprie le strategie che il brand propone e disponibili ad attuarle sul territorio. A loro, ovviamente, affianchiamo una rete di consulenti del credito e assicurativi in grado di presentare al cliente i migliori prodotti oggi disponibili sul mercato. Purtroppo ancor oggi molti colleghi restano ancorati a vecchie logiche di mercato, difficili da scardinare e legati alla convinzione che il valore ultimo della nostra professione sia semplicemente quello di “mettere in contatto due parti”. Il mercato si evolve, le esigenze dei clienti sono molteplici e i servizi richiesti differenti. La capacità di anticipare i tempi, aggregando diverse competenze al servizio del cliente, racchiude in estrema sintesi, la nostra strategia aziendale. Quanto è importante la formazione per il vostro sistema? Viviamo l’era di internet, siamo tutti informatissimi, basta cliccare un “tutorial” qualsiasi e ognuno di noi si sente esperto in ogni campo o materia. Ecco allora che un corretto percorso formativo diventa elemento indispensabile

per vincere nel mercato attuale. In Fondocasa offriamo percorsi di crescita formativi, tecnici e motivazionali, individuali o collettivi per tutti gli affiliati alla rete. Siamo certi che formando i nostri collaboratori ne miglioriamo l’immagine, accresciamo la loro motivazione e diamo contemporaneamente valore all’azienda stessa. Con una battuta, in tema di importanza, in una scala da 1 a 10, assegnerei alla “crescita formativa” un punteggio pari a … 11! Cosa consiglierebbe ad un giovane che si avvicina alla professione di Agente immobiliare? Innanzitutto di farlo con estrema fiducia, consapevole che sta intraprendendo una professione importante, riconosciuta, e se vogliamo, anche remunerativa. Ovviamente non è lavoro adatto a tutti, talento e motivazione sono caratteristiche che si devono possedere a prescindere. Poi, col tempo, necessiterà la competenza in materia, quindi grande disponibilità ad apprendere e formarsi. Iniziate questa professione in aziende organizzate, chiedete percorsi formativi, tutoraggio costante in fase di crescita, strumenti adatti a svolgere al meglio l’attività giornaliera. In generale, i sistemi in franchising garantiscono step di crescita predefiniti ed obiettivi legati alle singole attitudini e ai risultati maturati sul campo. In molte nostre agenzie presenti sul territorio, selezioniamo giovani che desiderano approcciare alla professione, favorendo un percorso di crescita personale e professionale che inizia come semplice “Agente Junior” e si evolve, in taluni casi, sino a diventare, “Titolare di Agenzia Fondocasa”.

23 I&Co

competenze e l’esperienza maturata sul campo, unita alla passione che ancora nutro verso questo lavoro al fine di contribuire alla crescita del brand in termini di quantità e qualità


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 24

Futuro prossimo immobiliare #01blockchain Blockchain, Robotica, Intelligenza Artificiale, 5G, Big Data e AR-VR Reality sono tecnologie in grado di imporre una profonda mutazione in tutta la Value Chain ( catena del valore) del settore, e in molti dei suoi segmenti questo processo di mutazione è già iniziato. Il comparto immobiliare è molto spesso tra gli ultimi ad integrare nei propri processi le innovazioni, ma negli ultimi anni si sta realizzando un inversione di rotta molto significativa e sono i dati a confermarlo. Gli investimenti in tecnologie immobiliari nei territori di USA e UE sono passati dai 33 milioni nel 2010 ai 5 miliardi di dollari/anno nel 2018. (fonte brickvest study) Molti professionisti già affermati, invece di abbandonarsi passivamente a cieche sottovalutazioni o eccessivi scoraggiamenti, si stanno rinnovando con il fine di cavalcare da protagonisti questo fenomeno inarrestabile e proprio per questo ricco di opportunità straordinarie.

24 I&Co

di Andrea Ricciardi Co-Funder& CEO homechain.it

N

el primo “capitolo” di questa nostra nuova rubrica, analizziamo quella che è senza dubbio la tecnologia più disruptive per il settore: la Blockchain, in che modo? Il settore immobiliare è la più grande attività del mondo, ma probabilmente la più complessa a causa di dati e informazioni asimmetriche, elevato numero di parti coinvolte e un enorme varietà di prodotti e servizi che determinano elevati costi di transazione e molti rischi. In italia tutto il comparto rappresenta ⅕ del PIL nazionale e il 60% del patrimonio delle famiglie, questi dati ci danno il senso di quanto sia vitale il rinnovare e rendere più competitiva tutta la Value Chain del nostro Sistema Paese. La tecnologia Blockchain e il cambio di paradigma di cui è portatrice, restituisce finalmente una soluzione a gran parte delle criticità appena elencate.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 25

blockchain

Andrea Ricciardi Imprenditore e Blockchain Manager. Consulente Impatto Tecnologia Blockchain nei processi di impresa. Specializzato in sviluppo di start up e progetti di innovazione. Ceo e Co-Founder di Homechain. Real Estate Analyst. Public Speaker. Content Writer. Sempre alla ricerca di talenti e idee innovative da condividere.

Grazie alla sua capacità di accelerare i processi di acquisto/vendita con smart contracts intelligenti è possibile monitorare la cronologia delle transazioni scambiate, in modo trasparente, economico e definitivamente sicuro tra le parti. La Blockchain attraverso i suoi registri virtuali distribuiti, potrebbe dimostrare la leggitimità di un accordo e di una proprietà riducendo la necessità di intermediari nella transazione. Stanno nascendo brevetti di nuovi sistemi di Reposity su Blockchain pubblica che andranno a sostituire gli ormai antiquati sistemi legacy di controllo. Il 56% degli investitori Oggi il 56% degli investitori immobiliari ritiene che nei immobiliari ritiene che prossimi anni si adotterà la tecnologia blockchain per le trannei prossimi anni si sazioni proprio perchè hanno compreso il suo effetto sempliadotterà la tecnologia ficatore che può accellerare i processi e dare un input positivo blockchain per le tran- al rilancio di tutto il settore e di conseguenza di tutta l’economia. sazioni. E sono proprio loro, i grandi investitori immobiliari che stanno esercitando una forte pressione, esigendo l’introduzione di questa tecnologia per azzerare il rischio frodi e aprire il mercato non più esclusivamente ai grandi Fondi di Investimento in genere Pensionistici o Assicurativi ma anche al mercato secondario composto da piccoli investimenti e volumi. Il primo esempio rilevante, che ha dimostrato la fattibilità di un apertura ai player più piccoli del mercato secondario, è stata la vendita di un appartamento a Manhattan del valore di $ 30 milioni che è stato tokenizzato sulla blockchain di Ethereum rendendone possibile la vendita di piccole “parti”. Lo scenario in cui tra non molti anni, quando la blockchain sarà ormai uno standard utilizzata su scala in tutti i sistemi, le nuove generazioni commentando perplessi, i nostri attuali sistemi di sicurezza, gestione e controllo ci chiederanno: ”ma come è possibile che in quegli anni eravate così ingenui e spericolati?!!” (Per avere una panoramica più ampia di questa tecnologia vi consigliamo il libro di Gian Luca Comandini “Da Zero alla Luna”)

25 I&Co

Lo scenario previsto è quello che, tra non molti anni, la blockchain sarà uno standard di utilizzo su vasta scala in tutti i sistemi.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 26

26 I&Co

homechain: la nostra reputazione digitale


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 27

web reputation

di Carmine Greco President e Co-Founder homechain.it

Trovo che sia un ottimo strumento per intercettare l’offerta e acquisire clienti con immobili da vendere. È un Tripadvisor per noi professionisti dell’immobiliare.“

Questa definizione di uno dei primi agenti immobiliari iscritti in homechain.it, restituisce con semplicità il senso del nostro progetto, comprendiamo insieme il perchè: È ormai ben consolidato che l’agente immobiliare intercetta una parte consistente della Domanda, gli Acquirenti, attraverso annunci online nei principali portali ben noti ma non si può dire la stessa cosa riguardo ai clienti Venditori. Dal Report 2019 di WeAreSocial emerge che gli italiani sono connessi 6 ore e 42 minuti al giorno, di cui metà sui Social.

Questo dato ci racconta che per intercettare l’Offerta, i Venditori, il web è il veicolo che sempre di più fà la differenza. La scelta del Venditore, contrariamente all’Acquirente il cui focus è l’immobile, è orientata alla ricerca del professionista giusto a cui affidarsi. La web reputation dell’Agente Immobiliare condurrà il venditore, nelle sue ricerche a contattare proprio lui. La Recensione è la testimonianza dei clienti, che hanno già vissuto l’esperienza di beneficiare di un servizio raccontata ad altri, è il contenuto più efficace che indirizza gli utenti nel valutare di contattare e incontrare un Professionista piuttosto che un altro. Con Homechain è possibile generare un contenuto, efficace come le Recensioni da condividere nei canali Web e Social ogni settimana, in maniera semplice, lasciando fare al professionista quello che fà da sempre: fare il meglio, ma questa volta farlo raccontare dai clienti che incontra nel suo percorso.

27 I&Co

Homechain è la prima piattaforma ad accettare #bitcoin, l’obiettivo è quello di “evangelizzare” i professionisti del settore avvicinandoli alle nuove tecnologie tra cui la Blockchain.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 28

✔ Profilo Agenzia sempre gratuita ✔ Profilo Agente Titolare ✔ Profilo Agente Associato ✔ Recensioni Verificate ✔ Schede Immobile Illimitate ✔ Statistiche

In Homechain le recensioni false non possono danneggiare nessuno perchè è impossibile che ci siano.

In Homechain le recensioni false non possono danneggiare nessuno perchè è impossibile che ci siano. I Profili dei Professionisti sono tutelati da account di utenti falsi, multipli e da recensioni fake, grazie al sistema di Autenticazione a 2 Fattori che garantisce l'univocità dell'utente abilitato a scrivere, bot di Controllo Semantico che blocca insulti e volgarità, Conferma Cliente del profilo utente recensito e il Diritto di Replica. Per anni i sistemi di recensioni hanno tutelato esclusivamente l’utente finale spesso a scapito di brand e aziende danneggiate da recensioni false. Noi di Homechain siamo convinti che la tutela deve essere equilibrata perché rende più credibile soprattutto la recensione positiva.

28 I&Co

Su Homechain possono scrivere recensioni: VENDITORI ACQUIRENTI COLLEGHI (mls). In Homechain l’unico e solo protagonista del settore che nessun tipo di algoritmo potrà mai sostituire è l’uomo.

Dopo aver popolato la piattaforma homechain con il numero dei professionisti necessari alla copertura del servizio nelle principali città̀ italiane, saranno introdotte tecnologie innovative come Intelligenza Artificiale, Blockchain e Realtà Virtuale/Aumentata progettate per essere al servizio dell’unico protagonista del settore che nessun algoritmo potrà mai sostituire: L’ESSERE UMANO!


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 29

dedicato ai professionisti dell’immobiliare


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 30


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 31

normative

La Cassazione sulle collaborazioni autonome Le indicazioni rilevanti per la generale platea dei rapporti “parasubordinati” che l’imprenditore instaura con i propri collaboratori dalla sentenza della Corte di Cassazione sul caso dei riders.

C

Lo Studio Lo Studio Legale Sidoti & Partner vanta una lunga esperienza nella assistenza alle imprese nei vari settori del diritto tra cui i settori M&A, real estate, della ristrutturazione del debito e, da ultimo, labour.

31 I&Co

on la sentenza 1663/2020 la Corte di Cassazione, esprimendosi sulla nota questione dei riders, ha fornito indicazioni rilevanti per Studio Legale la generale platea dei rapporti “parasubordinati” che l’imprenditore Sidoti & Partners instaura con i propri collaboratori e che si situano nella zona grigia, tra Piazza Velasca, 8 subordinazione e autonomia, delle collaborazioni autonome “coordinate”. 20122 Milano Per queste ultime, l’art. 2, D.Lgs 81/2015 dispone +39 02 4657501 l’applicazione della disciplina del lavoro subordiinfo@fivesixty.it nato al ricorrere dei seguenti requisiti: personalità prevalente e continuità della prestazione e così dette etero-organizzazione, che ricorre allorché le modalità di esecuzione della prestazione siano Avvocato e responsabile del Dipartimento Labour organizzate dal committente. dello Studio Legale Sidoti La Corte di Cassazione offre un interessante & Partner dopo la laurea in spunto di riflessione, applicabile a tutte le forme giurisprudenza ha frequentato di collaborazione autonoma per distinguere il cola Scuola di specializzazione ordinamento (compatibile con una genuina autopresso la Scuola Superiore nomia del rapporto) dall’etero-organizzazione di Studi Giuridici. (che conduce all’equiparazione con il lavoro suFormatosi collaborando con bordinato), individuando il tratto distintivo di Primari Studi legali operanti quest’ultima non nel coordinamento inteso quale nel campo del diritto del Lavoro, ha frequentato la collegamento funzionale con l’organizzazione Scuola di Alta Formazione d’impresa, ma nel coordinamento le cui modalità in Diritto del Lavoro Sindacale di estrinsecazione siano imposte dall’imprendie della Previdenza Sociale tore. “Luca Boneschi”. Quindi, stando alla pronuncia commentata, per Si occupa di diritto del lavoro evitare che dette collaborazioni vengano attratte in ambito giudiziale e nella disciplina dell’art. 2 D.Lgs 81/2015, sembrestragiudiziale. rebbe rilevante che le modalità di esecuzione È Socio AGI – Avvocati della prestazione vengano stabilite di comune Giuslavoristi Italiani accordo tra le parti. di Gianpiero Sperduti


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 32

Home Staging per una villa al grezzo Anche un immobile lasciato al grezzo può essere allestito… e con grande successo.

32 I&Co

a cura di Barbara Medici Ufficio Stampa HSL Facebook: Associazione Nazionale Home Staging Lovers homestaginglovers.it

Q

uando si parla di home staging, ossia di quella strategia di marketing immobiliare che consiste nella “messa in scena” di un immobile per favorirne la vendita in tempi più rapidi e la difesa del prezzo, si crede erroneamente che questa leva di mercato possa essere applicata soltanto su proprietà già rifinite, arredate o vuote ma comunque finite. La case history che vi proponiamo dimostra che la casistica di applicazione (e successo) della valorizzazione immobiliare può essere molto più ampia. Ce lo racconta Fosca de Luca, Home Stager e redesigner professionista, che ha contribuito a una veloce collocazione di oltre 300 immobili, fondato la scuola Staging&Redesign Expertise School ed è formatrice nei principali eventi immobiliari nazionali. Fosca de Luca è stata inoltre il primo presidente dell'Associazione Home Staging Lovers, associazione professionale di categoria degli home stager italiani, che dal 2013 raccoglie il gruppo più numeroso di home stager attivi professionalmente in Italia.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 33

Associazione Nazionale Home Staging Lovers È l’associazione di categoria degli home stager italiani, i professionisti della valorizzazione immobiliare che preparano gli immobili per una loro collocazione sul mercato veloce e redditizia. L’Associazione garantisce ai propri partners la collaborazione con Home Stager Professionisti, rilasciando a chi ne ha i requisiti, l’Attestato di Qualità e Qualificazione Professionale dei Servizi prestati ai sensi della Legge 4/2013.

Home Staging e Foto: Fosca de Luca

Fosca, vuoi raccontarci il tuo intervento di Home Staging per questa villa al grezzo? Dove si trova? Siamo a Budrio, in provincia di Bologna. Questo intervento di Home Staging, che ho scelto di chiamare “Il Cigno Impertinente”, è stato realizzato su un immobile al grezzo. Molti stentano a crederci eppure anche una villa lasciata al grezzo per permettere la personalizzazione al cliente può essere allestita e con grandissimo successo. In questo caso, a seguito di uno studio preliminare, ho deciso di utilizzare una palette colore nei toni del grigio e bordeaux, unendo poi bianco e nero a ricreare un ambiente contemporaneo e molto accogliente. Quali sono i requisiti “minimi” affinché possa essere realizzato un progetto di Home Staging su un immobile al grezzo? Nel caso degli immobili al grezzo ci si può trovare in assenza di pavimenti, rivestimenti, porte interne, radiatori, sanitari. Ma devono essere necessariamente montate le finestre interne e completato l’impianto elettrico completo di frutti: in pratica si deve poter accendere la luce. Si richiede inoltre al costruttore una pulizia generale, sia della polvere di cemento di cantiere sia di tutte le finestre, vetri compresi. È anche importante dare un’imbiancatura, perché in genere in questa fase i muri spesso sono ancora in parte al grezzo, e le pareti grigie-cemento rendono le stanze visivamente più piccole. L’elettricista deve installare cavi, portalampade ed i lampadari che l’home stager ha studiato per il progetto.

33 I&Co

home staging


34 I&Co

_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 34

E poi, come si procede? Poi l’home stager entra nell’immobile grezzo ed esso prende vita! In base al target studiato e delineato si vanno ad allestire gli ambienti, ricreando zona living, cucina, bagni e zona notte e ogni altro spazio utile ad ottenere l’effetto desiderato: suscitare emozione nell’acquirente! Puoi svelarci uno dei tuoi “segreti” più efficaci per dare un nuovo look all’immobile grezzo ed suscitare l’effetto WOW nei potenziali acquirenti? Io in questi casi, più che in altri, richiedo di tinteggiare qualche parete: il colore aiuta molto ad eliminare l’effetto cantiere. Qual è stata la strategia post-allestimento adottata per la villa? Questa porzione di villa è stata allestita a fine 2018; subito dopo è stato organizzato un open house per far conoscere il nuovo cantiere di 6 villette a schiera. Le fotografie realizzate hanno attivato numerose visite, dopo un lungo periodo in cui non c’erano contatti. Secondo te perché l’Home Staging su un immobile al grezzo si è rivelato particolarmente efficace? Come sempre accade quando si studia un progetto di Home Staging, l’obiettivo del professionista è quello di far percepire ad una platea più vasta possibile, il reale potenziale di un

immobile. Se per alcune persone è possibile immaginare le potenzialità di pareti grigie e cavi vari che fuoriescono dai muri, per molte altre - ossia per la stragrande maggioranza - la situazione in cui ci si trova davanti non permette di attivare le condizioni necessarie affinché ci si possa immaginare nella propria futura casa e non scatta la pulsione di acquisto.

Gli associati HSL sono partner ideali per i professionisti del settore immobiliare con cui collaborano: hanno tutti conseguito una formazione di alto livello ed ogni anno hanno accesso alla Formazione Permanente Obbligatoria e gratuita con la quale hanno opportunità di aggiornamento continuo, garantendo così alti standard qualitativi. I professionisti dell’Associazione Home Staging Lovers supportano gli operatori con un servizio differenziante, di elevata qualità e performante, che inizia con un sopralluogo valutativo, prosegue con l’allestimento dell’immobile e include il servizio fotografico emozionale.


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 35


_Immobili&Co 2-2020_Layout 1 07/03/20 10.43 Pagina 36

DAI VOCE AL TUO BRAND Per la tua Pubblicità scegli il periodico digitale

Immobili&Co.

IMMOBILI&Co. attraverso il contributo di professionisti e tecnici, sotto la Direzione Editoriale di Bruno Vettore, con cadenza bimestrale, tratta i temi più attuali, le tendenze del mondo del Real Estate, dell’Economia, dell’Alta E’ un’iniziativa: Formazione, del Franchising e molto altro ancora. Il vasto sucesso di pubblico, la diffusione gratuita a professionisti, manager e aziende del mondo del Reale Estate e del Franchising, e delle imprese in genere, ne fanno un utile strumento di promozione per i Brand affermati e le Start up che intendono farsi conoscere da una platea altamente profilata. Per maggiori informazioni: antonio.sposari@bvinvest.it