Page 1

_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 17.33 Pagina 1

I&Co

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 2 - Marzo 2019

SPECIALE Expo Franchising Napoli pag. 8 I PERSONAGGI DI I&CO. Alberto Zanni Presidente Confabitare pag. 12 GIOVANI ECCELLENZE Pietro Pellizzari CEO Wikicasa pag. 18 MARKETING DIGITALE Intervista a Maurizio Sollecito Premius pag. 28

Bruno Vettore

presenta il portale AlleaRe


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.54 Pagina 2

L’UNICA FIERA UTILE PER CONQUISTARE IL CENTRO SUD!

IL NUOVO MERCATO È QUI

NAPOLI MOSTRA D’OLTREMARE a VEN

17 |

SAB

18

MAGGIO 2019

3

EDIZIONE

LA GRANDE OPPORTUNITÀ PER GLI ASPIRANTI IMPRENDITORI!

Via Loggia dei Pisani, 13 - 80133 Napoli, Italia - tel. 081 7640032 - fax 081 2451769 info@expofranchisingnapoli.it - www.expofranchisingnapoli.it


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.54 Pagina 3

EDITORIALE di Bruno Vettore - Direttore editoriale

IL MERCATO IMMOBILIARE CRESCE, NONOSTANTE TUTTO Un contesto socio-economico in cui le aziende soffrono l’ incertezza politica e subiscono la poca chiarezza di provvedimenti e normative, la conseguente limitazione degli investimenti mette a dura prova la fiducia dei mercati in genere. Personalmente punterei tutte le risorse sul tema del lavoro, poiché la salute di un paese è conseguenza di una politica che genera occupazione. La coperta è indubbiamente corta, poiché il debito pubblico e le sconsiderate politiche del passato hanno determinato una situazione di forte difficoltà. È per questo che si dovrebbero necessariamente fare delle scelte precise, senza la pretesa di accontentare tutti, perché in questo modo si rischia di non accontentare nessuno. Il mercato immobiliare è comunque in ripresa. Dopo la profonda crisi intercorsa tra gli anni 2008/2014, nell’ultimo triennio il numero delle compravendite è in aumento, anche per le politiche creditizie degli istituti bancari più favorevoli alla concessione di mutui. A riprova dell’incidenza che la componente creditizia ha assunto, si nota l’incremento delle compravendite assistite dal mutuo sul totale delle transazioni effettuare, passate in pochi anni dal

43,8% al 59% , oltre al forte incremento delle erogazioni, tornate ad attestarsi nell’ordine dei 50 miliardi di euro, dopo essere diminuite sino a circa 20 miliardi (fonte Nomisma). In mancanza di stravolgimenti sostanziali della politica economica, il trend dovrebbe continuare positivamente, anche se condizionato dalle tensioni finanziarie nazionali ed internazionali che rischiano di appesantire la ripresa. L’incertezza del contesto ha indubbiamente frenato il forte ritorno di interesse dell’ultimo triennio verso l’acquisto immobiliare. Infatti il 2018 si è chiuso con un ulteriore incremento delle compravendite (+5,6%) per un totale di 572.752 transazioni. I prezzi continuano ad essere stabili e quindi favorevoli all’interesse di famiglie ed aziende che stanno valutando l’acquisto o l’investimento. In definitiva la domanda immobiliare presenta rassicuranti elementi di positività, sia quella di acquisto diretto che quella per investimento, e l’offerta creditizia rimane di tutto interesse. Ma questi fattori risultano strettamente correlati al quadro macroeconomico, alla solidità ed alla sicurezza delle prospettive di crescita del Paese.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 3


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 16.08 Pagina 4

SOMMARIO

Immobili &Co. per l’impresa_2_2019

I&Co

pagina_16 MERCATO CREDITIZIO INTERVISTA A ANGELO SPIEZIA AD WE-UNIT

Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 2 - Marzo 2019

pagina_5 ALLEARE LA PIATTAFORMA DI SERVIZI INTEGRATI PER AGENZIE IMMOBILIARI

pagina_18 GIOVANI ECCELLENZE PIETRO PELLIZZARI CEO WIKICASA

pagina_6

pagina_20

FRANCHISING

MERCATO

DIVENTARE FRANCHISOR IN 3 STEP

SERGIO VIGORITO AMMINISTRATORE SERVIGOCASE

pagina_8

pagina_22

SPECIALE

REAL ESTATE

EXPO FRANCHISING NAPOLI

RODOLFO LOMBARDI CEO LOMBARDI REAL ESTATE

pagina_10

pagina_24

ORIENTAMENTI

PANORAMA IMMOBILIARE

LA FLAT TAX PER TUTTI O QUASI

IL VALORE AGGIUNTO DELL’ HOME STAGING

pagina_12

pagina_26

PERSONAGGI

MANAGER

ALBERTO ZANNI PRESIDENTE CONFABITARE

GIANLUCA GIUSTI NUOVO INGRESSO IN FC GROUP

pagina_14

pagina_28

FORMAT

MARKETING DIGITALE

REGUS LO SMART-WORKING? SI FA IN FRANCHISING!

4 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

INTERVISTA A M. SOLLECITO PREMIUS


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 5

STARTER – A cura della Redazione

ALLEARE

AlleaRe

LA PIATTAFORMA DI SERVIZI INTEGRATI PER AGENZIE IMMOBILIARI l panorama complessivo delle aggregazioni di agenzie immobiliari si arricchisce di una nuova iniziativa, atta ad affiancare l’attività di intermediazione da svolgere con tutti i servizi necessari a migliorarne la qualità e l’efficacia. Non si tratta dell’ennesimo network, associazione o rete, ma di una Piattaforma digitale di servizi integrati a disposizione degli Agenti Immobiliari. Bruno Vettore, executive manager di provata esperienza e capacità, è il Presidente della società ALLEARE e guiderà il progetto, con alcuni manager e con il supporto di We-Unit Group SpA. La professione di Agente Immobiliare è al centro di una profonda evoluzione. La semplice attività mediatoria, regolata dal codice civile, si sta rivelando insufficiente di fronte ad una clientela sempre più esigente, nell’ambito di un mercato molto competitivo ed estremamente selettivo. In questo contesto alcuni Agenti Immobiliari sono spettatori inermi della “partita del cambiamento”, mentre altri si stanno attrezzando sul piano delle competenze, degli strumenti e dei servizi per soddisfare i propri clienti ed aumentare performances e profitti.

La Piattaforma di Servizi Integrati AlleareRe si pone come efficace strumento polivalente che ogni Agente Immobiliare può utilizzare per la propria attività professionale. Non ha nessun costo di ingresso e nessun canone di mantenimento. Mette a disposizione un tool di servizi utili e vantaggiosi che l’Agente Immobiliare utilizzerà in caso di necessità e di reale convenienza. Si tratta quindi di una libera adesione, di una moderna aggregazione con il dichiarato obiettivo di fornire servizi ad alto valore aggiunto ad una ampia platea di fruitori che possano trarre benefici ed utilità per il proficuo svolgimento della professione.

Per informazioni: www.alleare.it - info@alleare.it

Il tema delle crescita personale e dei “servizi al cliente” è assolutamente centrale per differenziarsi ed essere costantemente attrattivi per tutte le persone che devono vendere ed acquistare casa. L’Agente Immobiliare evoluto è in grado di sezionare scientificamente la propria attività ed inserire, a beneficio del miglior risultato finale ed in ogni fase della compravendita, vantaggi e assistenza al proprio cliente. L’approccio non può essere generico o pressapochista, ma deve essere sistemico ed industrializzato, al fine di ottimizzare costi e ricavi, preservando l’alta qualità del risultato finale. La Piattaforma di servizi integrati ALLEARE si pone come efficace strumento polivalente che ogni Agente Immobiliare può utilizzare per la propria attività professionale. Non ha nessun costo di ingresso e nessun canone di mantenimento. Mette a disposizione un tool di servizi utili e vantaggiosi che l’Agente Immobiliare utilizzerà in caso di necessità e di reale convenienza. Si tratta quindi di una libera adesione, di una moderna aggregazione con il dichiarato obiettivo di fornire servizi ad alto valore aggiunto ad una ampia platea di fruitori che possano trarre benefici ed utilità per il proficuo svolgimento della professione.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 5


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 6

FRANCHISING di Luca Fumagalli – Senior Consultant Franchisinglab

DIVENTARE FRANCHISOR IN 3 STEP ono tre gli step che trasformano un’attività di successo in un format franchising.

Il primo è il piano di fattibilità, che valuta gli elementi di base del progetto: il mercato, il potenziale dell’attività affiliata, quello dell’azienda affiliante, il pacchetto franchising, le dinamiche economiche e strategiche del sistema. Si verifica la fattibilità da diversi punti di vista: il settore, il posizionamento dell’attività affiliata nel contesto competitivo, l’attrattività del progetto per i franchisee. I futuri affiliati sono visti sia sotto il profilo economico (investimenti, costi di gestione, marginalità sulla offerta…), che

6 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

strutturale (localizzazione e ubicazione, lay-out, modalità di servizio, immagine…). Sul versante dell’affiliante si valutano gli aspetti organizzativi, finanziari, logistici, gestionali del progetto. All’origine di molti insuccessi c’è proprio la sottovalutazione di questa fase: solo un’adeguata pianificazione degli investimenti, fatta assieme a esperti di franchising, può evitare passi falsi. La fattibilità riguarda poi le caratteristiche del pacchetto franchising e la sua sostenibilità sia per il franchisor che per il franchisee. La sintesi di questo lavoro è il businessplan del franchisor, un modello che simula l’intero percorso fino al consolidamento della rete di affiliati. Per confermare, numeri alla mano, la fattibilità dell’intera iniziativa e per guidarne la realizzazione.


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 7

FRANCHISING

Il secondo passaggio è il pilotage, cioè la prova sul campo dell’attività che vogliamo replicare. Molte volte questa fase della costruzione di un format in franchising, a partire da un’attività di successo, deve essere svolta sull’attività stessa, con le difficoltà e resistenze al cambiamento tipiche di ogni’imprenditore. Il test ideale si realizza partendo da zero con un punto pilota che riproduce le condizioni in cui si troverà ad agire il franchisee. In genere si tende a sottovalutare il valore di questa fase e a comprimerne la durata, a favore di un rapido avviamento della rete. In realtà si deve considerare il raggiungimento degli obiettivi programmati per i punti pilota come “conditio sine qua non”: non ha nessun senso coinvolgere gli imprenditori affiliati in un progetto che non sta funzionando. Meglio allora estendere la durata del pilotage, introdurre i necessari correttivi e attendere gli esiti sperati.

Infine, quando il “prototipo” funziona, si effettua il terzo passaggio operativo: la standardizzazione. La predisposizione del Manuale Operativo, che riassume gli elementi fondamentali del know how dell’affiliante, consente anche di definire i contenuti del “prodotto” franchising e di impostare il sistema di supporto agli affiliati. Si standardizzano le prestazioni: forniture di servizi pre-apertura, di materie prime e prodotti, di formazione e assistenza, di attività centralizzate per il marketing e la comunicazione. L’organizzazione del franchisor deve essere in grado di erogare al meglio i servizi promessi ai franchisee. Poi si confeziona il pacchetto d’offerta, cioè l’insieme delle condizioni di vendita del prodotto franchising. Da qui si arriva alla stesura del contratto di affiliazione, nel più ampio contesto di una strategia contrattuale. Definiti gli strumenti di vendita e pianificata l’attività di marketing e di comunicazione, si è pronti al lancio sul mercato.

Il franchising Il franchising, o affiliazione commerciale è una formula contrattuale per la distribuzione di beni o servizi fra un imprenditore, affiliante o franchisor, e uno o più imprenditori, affiliati o franchisee, giuridicamente ed economicamente indipendenti l’uno dall'altro. L'affiliante concede all'affiliato l'utilizzazione della propria formula commerciale, comprensiva del diritto di sfruttare il suo know-how (l'insieme delle tecniche e delle conoscenze necessarie) ed i propri marchi e segni distintivi, unitamente ad altre prestazioni e forme di assistenza che permettono al franchisee la gestione della propria attività con la medesima immagine del franchisor. (Fonte: Assofranchising)

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 7


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 8

SPECIALE Expo Franchising Napoli

EXPO FRANCHISING NAPOLI INTERVISTA A FABRIZIO LO RUSSO ome vede l’attuale momento del settore franchising? Il franchising gode di ottima salute, continua il trend positivo degli ultimi anni. Il giro d’affari prodotto dalle reti franchising in Italia è di oltre 24 miliardi di euro. In crescita anche gli addetti occupati nei punti vendita franchising così come la presenza di punti vendita di insegne italiane all’estero. Insomma, il franchising si conferma uno dei settori di crescita dell’economia italiana.

Fabrizio Lo Russo Amministratore Soluzioni Italia, Editore Start Franchising e Co-organizzatore Expo Franchising Napoli

Quali sono i nuovi trend del settore? Gli ultimi dati relativi al 2017 mostrano un’inversione di tendenza per il settore dell’abbigliamento e dei servizi, da sempre volàno per il franchising. In crescita la gdo, la ristorazione ed il wellness. L’attenzione per il benessere, sia relativamente all’alimentazione che alla cura della persona, rappresenta la novità del momento e ne sentiremo parlare per lungo tempo. Come descriverebbe il mercato del centro sud? Il mercato del centro Sud è molto interessante e, negli ultimi anni, in grande fermento. Leggendo i dati che riguardano il franchising si può notare come le regioni del Sud siano ricche di aziende in franchising e quindi molto ricettive al settore. Sicilia e Campania, ad esempio, sono al terzo e al quinto posto della classifica nazionale per presenza di punti vendita in franchising.

8 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 9

SPECIALE Expo Franchising Napoli

Terza edizione Tanti i giovani presenti nel territorio interessati ad avviare un’attività in proprio e che trovano nel franchising l’opportunità che stavano cercando. La fascia di età maggiormente interessata la franchising è quella tra i 25 e i 45 anni. Il franchising, quindi, come alternativa al lavoro dipendente. Quali importanti novità troveremo in fiera? Sarà un evento sempre più inclusivo, trainato dalla formula vincente del franchising di squadra (si vince insieme) avrà una serie di eventi a cui parteciperanno “business angel”, investitori, il mondo della finanza che valuta la formula franchising quale “asset” finanziario, ci saranno contest con business coach, esperti del settore immobiliare, networking, accesso al credito e finanziamenti. Insomma “non solo franchising”. Gli unici esclusi? Chi cerca un posto da dipendente, chi non vuole accettare la sfida da imprenditore!

17 e 18 Maggio le date della terza, attesissima, edizione di Expo Franchising Napoli, l’unico evento dedicato all’imprenditoria e al franchising del Centro Sud Italia. La prossima primavera porterà con sé nuove opportunità di impresa e di relazioni commerciali per aspiranti imprenditori e businessman di lungo corso. Per informazioni: Tel. 081 18779805 info@expofranchisingnapoli.it www.expofranchisingnapoli.it

Il consiglio che darebbe ad un espositore per avere successo durante Expo Franchising Napoli? Ogni franchisor dovrebbe essere presente ad Expo Franchising Napoli, siamo l’unica manifestazione del settore del centro sud Italia. Apriamo le porte ad un territorio ricettivo e che vuole mettersi in giro e rilanciarsi. Qualsiasi operatore del settore che desideri espandere o rafforzare la propria presenza nel centro sud Italia non può mancare a questo importante evento.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 9


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 10

ORIENTAMENTI di Maurizio Metto - Dottore Commercialista

Photo by rawpixel on Unsplash

NOVITÀ 2019

2019: L’ANNO DEL FORFETTARIO ANCHE PER IL MONDO REAL ESTATE LA FLAT TAX PER TUTTI O QUASI a Gennaio di quest’anno si applicano le nuove regole del regime forfettario, che ha notevolmente allargato la sua platea garantendo spesso dei consistenti risparmi fiscali. Dal 2019 posso applicare il regime forfettario, che consente di accedere alla Flat Tax: - Le ditte individuali - Con ricavi fino a 65.000 euro annui Come funziona I ricavi dei forfettari sono senza IVA e non sono soggetti a ritenuta d’acconto

10 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

IRPEF. In compenso non sono detraibili i costi sostenuti, e neppure l’IVA relativa: il reddito viene calcolato applicando ai ricavi lordi dei coefficienti di redditività forfettari in base al tipo di attività svolta (vedi tabella nella pagina), poi si deducono i contributi previdenziali pagati e su quello che resta si applica un’imposta sostitutiva dell’IRPEF del 15%, (FLAT TAX) ridotta al 5% per i primi 5 anni per chi apre una nuova attività, a condizione che non si tratti della prosecuzione di un lavoro svolto nei 3 anni precedenti come dipendente.


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 11

ORIENTAMENTI

Flat tax

Per chi proviene da un regime contabile analitico (ordinario o semplificato), segnaliamo l’obbligo di versare l’IVA sulle rimanenze di magazzino al 31/12/2018, se ci sono. Tra gli aspetti positivi, evidenziamo che non ci sono scritture contabili da tenere, non c’è IRAP né addizionali IRPEF, non ci sono Studi di Settore e neppure gli ISA (che da quest’anno li sostituiscono): il forfettario deve solo conservare le fatture ricevute e fare la dichiarazione dei redditi. Da ultimo, il forfettario non fa fattura elettronica ma continua a farla cartacea. Una norma finalizzata a contrastare utilizzi elusivi di questo regime di vantaggio, vieta l’accesso al regime forfettario per coloro che detengono partecipazioni in società di persone di qualsiasi tipo, o in società di capitali che svolgano attività analoga a quella esercitata dal forfettario. Facciamo attenzione Fin qui sono evidenti i vantaggi e le semplificazioni, ma occorre valutare bene qualche controindicazione importante, da valutare prima di fare la scelta. Nel mondo del Real Estate è sicura-

mente un regime interessante per i professionisti singoli (Professioni tecniche ma anche agenti immobiliari), attività che spesso hanno pochi costi gestionali: maggiore attenzione devono fare invece gli artigiani, dove sono importanti i costi delle merci e materiali impiegati e l’IVA relativa, che diventa per loro un costo vivo. Per tutti poi bisogna valutare che la Flat Tax è un’imposta sostitutiva, che si paga senza detrazioni o deduzioni: quindi chi ha da detrarre spese mediche, bonus ristrutturazioni, assicurazioni e tutti gli altri costi che siamo abituati a detrarre nella dichiarazione dei redditi, rischia di perderli se non ha anche altri redditi soggetti ad IRPEF da cui poterli scalare. Stesso discorso per le deduzioni di imposta come quelle per i familiari a carico: non si detraggono dalla Flat Tax, e quindi rischiano di andare perdute. Una bella opportunità di risparmio per molti, che ciascuno dovrà scegliere però solo dopo aver valutato attentamente costi e benefici: da ultimo aggiungiamo che dal 2020, sia pure con regole diverse, la Legge di Stabilità 2019 ha previsto l’allargamento della Flat Tax Area fino ai 100.000 Euro di ricavi annui, con un’aliquota del 20%.

La flat tax (in italiano: tassa piatta, calcolata come percentuale costante) è un sistema fiscale non progressivo, basato su una aliquota fissa, al netto di eventuali deduzione fiscale o detrazione. In genere tale sistema si riferisce alle imposte sul reddito familiare, e a volte, come in Italia, sui profitti di alcune imprese, tassate con un'aliquota fissa. Questo sistema di tassazione fu ideato per la prima volta nel 1956 dall'economista statunitense Milton Friedman. info@studiometto.it

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 11


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 12

I PERSONAGGI DI I&CO. Alberto Zanni - Presidente Confabitare

INTERVISTA: ALBERTO ZANNI

CONFABITARE UNA NUOVA ASSOCIAZIONE PER LA PROPRIETÀ IMMOBILARE onfabitare è nata a Bologna nel Novembre 2009 quale associazione a tutela della proprietà immobiliare. L’associazione guidata da Alberto Zanni, con l’incarico di Presidente Nazionale, vuole non solo offrire una serie di servizi ai propri associati, legati alla gestione della proprietà immobiliare, garantendo un’assistenza in materia legale, tecnica, tributaria, amministrativa, contrattuale, sindacale ed, in generale, in ogni ambito ove risulti coinvolto il diritto di proprietà immobiliare ma soprattutto essere il riferimento e l’interlocutore principale nei confronti delle Autorità e delle Istituzioni, per discutere di tutte le problematiche legate al mondo della casa e dell’abitare.

12 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

Una mission importante quella di Confabitare, Presidente? Certamente, davvero impegnativa, fra gli impegni più importanti c’è quello di confrontarsi non solo a livello locale, su temi come il piano del traffico, l’inquinamento, le barriere architettoniche, la pressione fiscale sugli immobili oltre ad affrontare il tema del degrado e dell’immigrazione, fattori che comunque incidono pesantemente sia sul valore degli immobili che sulla qualità abitativa, per intervenire anche mediante azioni mirate alla tutela del territorio e del contesto urbano. Per potere operare nel modo più ampio possibile su questi temi Confabitare ha scelto anche la collaborazione e la sottoscrizione di protocolli di intesa con associazioni che


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 13

I PERSONAGGI DI I&CO.

hanno le stesse finalità, partecipando ad accordi che riguardano i temi connessi alla proprietà immobiliare, e a negoziazioni in cui sottoscrivere intese utili a garantire e migliorare il diritto dei propri associati. Presso tutte le sedi sono attive numerose consulenze che possono aiutare gli iscritti a risolvere tutte le problematiche legate all’abitare, sia in casa che in condominio; è quindi un’assistenza all’associato a 360°, che offre sostegno in qualunque ambito a chi sia titolare di un diritto di proprietà su un bene immobile. Una forte vocazione al cambiamento delle politiche sugli immobili e al servizio dei vostri associati, quindi? Certo, fra i compiti dell’associazione c’è anche quello di agire presso gli organi di governo, sia quelli nazionali che locali, affinché siano promulgate norme e leggi a tutela della proprietà, e di operare affinché l’opinione pubblica sia sensibilizzata sui temi connessi al diritto di proprietà immobiliare, anche mediante interventi mirati di informazione. Qual è la diffusione di Confabitare? L’associazione in tempi brevi si è estesa su tutto il territorio nazionale: ha 80 sedi, 51315 iscritti ed è presente in 19 regioni su 20 e integrata in maniera sempre più stabile nelle diverse realtà territoriali, con una rete diffusa di legami e collaborazioni con altre entità e il sostegno di altre organizzazioni già capillarmente presenti sul territorio nazionale. Negli ultimi anni Confabitare ha assunto un ruolo da protagonista nel contesto sociale e politico delle tantissime realtà locali in cui è presente, come mai? È vero: informare è una nostra mission. Abbiamo organizzato convegni, semi-

nari e iniziative pubbliche che spesso hanno avuto ampia eco sui media, e che hanno riscosso ovunque notevole partecipazione ed interesse sia per i temi trattati sia per l’autorevolezza dei relatori; inoltre siamo stati presenti a numerose manifestazioni fieristiche di grande prestigio e richiamo. Ma per questa nostra attività e impegno come Associazione abbiamo ottenuto un grande riconoscimento: il 14 settembre 2016 Confabitare è stata riconosciuta dal MIT – Ministero Infrastrutture e Trasporti – quale associazioni maggiormente rappresentative della proprietà immobiliare a livello nazionale ed è quindi stata convocata al tavolo di confronto con tutte le associazioni per il rinnovo della convenzione nazionale che stabilisce i criteri generali per definire gli accordi in sede locale per i contratti a canone concordato. Quindi a seguire Confabitare con le sue sedi provinciali ha potuto partecipare al rinnovo degli accordi territoriali in tutti quei Comuni d’Italia che hanno convocato le associazioni per i nuovi accordi. Un grande risultato, quindi? Sì certo, ma non l’unico. Sul fronte politico, registriamo con soddisfazione che alcuni temi per i quali da sempre ci battiamo in prima linea, come la lotta alle occupazioni abusive e la riforma della legittima difesa a maggior tutela delle vittime, hanno trovato riscontri positivi nell’azione del nuovo governo. Inoltre l’iscrizione al Registro dei portatori di interessi presso la Camera dei Deputati ottenuta nel novembre 2018 ci consentirà di portare avanti le nostre proposte al Governo e di confrontarci con le varie Commissioni sulle problematiche abitative continuando quindi a svolgere nel modo migliore la funzione di portavoce della categoria che rappresentiamo.

Alberto Zanni Presidente nazionale Confabitare Nato a Bologna nell’ottobre del 1960 ha maturato una lunga esperienza nel mondo associativo rivolto in particolare al settore immobiliare. L’attività di lunghi anni, la profonda conoscenza del settore, la competenza acquisita e i numerosi rapporti con il mondo politico e sindacale, gli hanno permesso di fondare una nuova associazione a tutela della proprietà immobiliare; così nel 2009 è nata Confabitare – associazione proprietari immobiliari, di cui Alberto Zanni è oltre che socio fondatore è anche Presidente nazionale. Inoltre nel 2013 ha fondato Confamministrare – Associazione di amministratori di condominio.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 13


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 13.01 Pagina 14

FORMAT – A cura della Redazione

LO SMART-WORKING? SI FA IN FRANCHISING! www.regus.it

o smart-working, la modalità di lavoro oggi preferita e desiderata da tutti gli italiani, da oggi si fa anche in franchising. Regus, leader a livello mondiale nella fornitura di spazi di lavoro, annuncia lo sbarco ufficiale in questo segmento di mercato anche in Italia, offrendo ai professionisti del settore un’opportunità di investimento totalmente inedita e innovativa per il real estate. Il business degli spazi di lavoro flessibile è un segmento del real estate particolarmente promettente: solo in Italia, Regus ha assistito a una crescita esponenziale dei propri business center negli ultimi anni. Nel 2009 gestiva 10 sedi sul territorio nazionale in sole 3 città; oggi, dieci anni dopo, i business center sono diventati quasi 50 in 12 diverse città di tutta la penisola. Entro la fine dell’anno, Regus si pone l’obiettivo di arrivare a quota 65 business center. Il piano di espansione dei business center Regus attraverso il format del franchising, che ha debuttato a livello globale nel 2015 in 12 Paesi extra-europei, è stato esteso nel 2018 anche a cinque mercati europei (Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna e Italia). Regus è, quindi, ormai pronta anche nel nostro Paese a fare appello a tutti gli investitori interessati in questo piano di espansione e crescita. Un modello di franchising innovativo La proposta franchising di Regus appare particolarmente innovativa e dal carattere inedito per il settore real estate. Gli investimenti in franchising in Italia, infatti, sono per lo più accostati al segmento retail e a quello del food & beverage. Ma come funzionerà, nel concreto? La collaborazione con Regus si svilupperà a partire dalla definizione congiunta di un programma di sviluppo, che preveda un’area geografica e un numero di aperture predefiniti. Oltre alle location, verrà definito il periodo di collaborazione: 10 anni a partire dalla data di apertura di ogni sede, con possibilità di estendere la partnership per ulteriori 5 anni. Il progetto, quindi, passerà dall’individuazione della location perfetta – un immobile con una superficie di almeno 1.000 m2, che possa ospitare almeno 100 postazioni di lavoro, allestita secondo i canoni architettonici e di design che contraddistinguono ogni spazio Regus nel mondo. “Il nostro segreto è da sempre quello di saper trasformare qualcosa di rigido, un immobile, appunto, in uno spazio estremamente flessibile – dichiara Mauro Mordini, Country Manager di Regus in Italia – È chiaro che, per riuscire in questo progetto, l’apertura di un business center in franchising debba obbligatoriamente passare per investimenti significativi, più alti rispetto a quelli di un franchising tradizionale, seppur meno onerosi rispetto alla media del settore immobiliare.” Regus, nata in Belgio nel 1989, è stata una delle prime società nel mondo a offrire spazi di lavoro flessibili. La società dispone di oltre 1.000 sedi negli Stati Uniti, più di 350 nel Regno Unito e almeno 100 sedi rispettivamente in Canada, Cina, Francia, Germania, India, Giappone e Paesi Bassi. Obiettivi a medio termine: i nuovi mercati di Repubblica Dominicana, Guyana, Giamaica e Tajikistan.

14 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 15


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 16

MERCATO CREDITIZIO Intervista a Angelo Spiezia – Amministratore Delegato WE-UNIT

INTERVISTA A ANGELO SPIEZIA AMMINISTRATORE DELEGATO WE-UNIT ● Quali sono i trend del mercato del credito? Il mercato del credito sta vivendo un periodo molto positivo, nei primi nove mesi del 2018 si è registrata una crescita importante delle erogazioni dei nuovi mutui segnando un +10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente

16 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

per un controvalore di oltre 1 miliardo di euro. Pur essendo terminato il Quantitative easing i tassi d’interesse restano ai minimi storici e le stime per l’anno 2019 non prevedono un rialzo degli stessi. Calano le surroghe e i mutui per sostituzione.


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 17

MERCATO CREDITIZIO

Angelo Spiezia Angelo Spiezia oltre 17 anni di esperienza nel settore dell’intermediazione creditizia oggi Amministratore Delegato di We-Unit Group S.p.A. società di mediazione creditizia facente parte di Fc Group.

● Come si colloca We-Unit tra le reti di mediazione del credito in Italia? Oggi ci collochiamo tra le prime 5 realtà del mercato, operiamo su tutto il territorio nazionale con una presenza capillare di oltre 200 consulenti del credito. La nostra azienda si differenzia notevolmente dai principali competitors in quanto abbiamo accordi con oltre 20 banche e intermediari finanziari e offriamo una vasta gamma di prodotti, tra cui Mutui, prestiti, cessioni del quinto, finanziamenti alle imprese e credito al condominio. ● Quali sono le prospettive future? Per i prossimi anni prevediamo un’ulteriore crescita del mercato e della nostra azienda in termini di forza vendita e volumi di intermediato. Stiamo investendo notevolmente per rafforzare le relazioni tra i nostri consulenti del credito e il mondo immobiliare attraverso la creazione di una piattaforma di servizi, denominata AlleaRe. Il settore della mediazione creditizia sarà concentrato su pochi operatori ben strutturati in quanto le stringenti normative di riferimento non consentiranno alla piccole realtà di rimanere sul mercato.

● We-Unit è sempre all’avanguardia nello sviluppo di nuove tecnologie quali saranno le novità future? Il nostro obiettivo è quello di integrare e semplificare i processi aziendali con l’aiuto della tecnologia. Recentemente, abbiamo introdotto l’utilizzo della firma digitale su tutta la documentazione che devono sottoscrivere i nostri clienti e abbiamo integrato nella nostra piattaforma aziendale il processo di trasmissione della fatturazione elettronica. Inoltre, stiamo lavorando all’integrazione dei nostri sistemi con quelli dei partner bancari, al fine di accorciare notevolmente i processi di vendita. ● Cosa consiglierebbe ad un giovane che si avvicina al lavoro di consulente del credito? Stiamo assistendo ad una progressiva riduzione del numero delle filiali bancarie con la conseguenza che i clienti non avranno più punti di riferimento sul territorio, pertanto, il ruolo dei consulenti del credito sarà sempre più centrale e ricercato, nel contempo la clientela è molto più esigente rispetto al passato, pertanto, per carpire a pieno le opportunità si renderà necessario investire in formazione e nuove tecnologie.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 17


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 18

GIOVANI ECCELLENZE - La Redazione

INTERVISTA

PIETRO PELLIZZARI CEO WIKICASA IL PORTALE IMMOBILIARE DEI PROFESSIONISTI ietro Pellizzari è il giovane CEO di Wikicasa.it, il principale portale immobiliare italiano riservato ai professionisti. Dopo una laurea in Economia alla Bocconi ed esperienze professionali in importanti gruppi nazionali ed internazionali del real estate e del digital, decide di dedicarsi al proprio progetto imprenditoriale: wikicasa.it. L’azienda propone un modello di business ‘freemium’: offre agli agenti immobiliari la possibilità di pubblicare gli annunci gratuitamente, concentrando gli sforzi di marketing sugli inserzionisti a pagamento. Com’è nato il suo progetto? In Italia fino a qualche anno fa non esisteva un portale di riferimento riservato agli agenti: solo piccoli operatori che operano in maniera frammentaria, di certo non paragonabili ai player leader di mercato che però sono aperti sia al professionista che al privato. Così - per fornire strumenti digitali evoluti all’agente 3.0 - ma anche per difendere la qualità del dato a beneficio dell’utente finale (che troppo spesso incorre in truffe) è nata l’idea di Wikicasa.

18 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 19

GIOVANI ECCELLENZE

Wikicasa Circa 830mila annunci immobiliari tra cui poter scegliere l'immobile più adatto alle tue esigenze. Su Wikicasa è possibile trovare una grande varietà di immobili residenziali: case, appartamenti, ville, bilocali, trilocali, loft, attici e molto altro ancora, in vendita e in affitto in tutta Italia. Informazioni qualificate e sempre in aggiornamento, ricerca personalizzabile e su mappa, offrono agli utenti solo il meglio della ricerca immobiliare.

Per quanto riguarda le piatteforme MLS, Wikicasa si conferma anche come uno degli MLS più utilizzati, a cosa è dovuto questo successo? Wikicasa ha un MLS gratuito, interfacciato con i maggiori software gestionali. Conta più di 27mila immobili con incarico in esclusiva in condivisione su tutto il territorio italiano, accessibili a tutti gli iscritti al sistema. Il nostro MLS ha inoltre caratteristiche social: chi lo utilizza non è obbligato a condividere i suoi immobili con tutti gli iscritti, ma può creare una lista di agenzie ‘amiche’ con cui collaborare.

Per informazioni: www.wikicasa.it

Come crede che Wikicasa.it possa agevolare la professione degli agenti immobiliari? Ormai la ricerca immobiliare si è spostata sul web: al professionista non basta pubblicare un annuncio sui portali per fare web marketing, occorre differenziarsi. I clienti Premium hanno il vantaggio di essere presenti sul web a 360 gradi, dai motori di ricerca ai social network, dal display retargeting ai portali di settore. Così viene agevolata la raccolta di contatti (telefonate e richieste specifiche) in quanto il sistema premium consente di intercettare le ricerche degli utenti e di canalizzarle sugli immobili premium. Progetti per il futuro? Nel 2019 introdurremo diverse novità per i nostri clienti. A breve andrà online una nuova versione del portale, multilingua e con funzionalità incrementate, con un’attenzione particolare verso il mobile. Inoltre introdurremo il market report, un software per i clienti premium che consente di realizzare un report dettagliato che gli agenti potranno utilizzare per effettuare valutazioni professionali. Con questo nuovo tool, saremo in grado di generare lead di acquisizione per gli utenti premium e quindi condurre nuovi clienti in agenzia. Introdurremo anche una nuova area riservata ricca di statistiche e funzionalità avanzate utili per il lavoro d’agenzia. L’obiettivo di Wikicasa per il 2019 è quello di incrementare i servizi offerti, in modo da coprire l’intero processo di intermediazione immobiliare e aiutare il professionista ad acquisire l’incarico, acquisirlo al prezzo giusto e commercializzarlo sul web efficacemente.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 19


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 20

MERCATO - A cura della Redazione

INTERVISTA

SERGIO VIGORITO AMMINISTRATORE SERVIGOCASE ergio Vigorito, socio fondatore e attuale amministratore della società SERVIGOCASE, opera nel settore immobiliare da oltre vent'anni. Grazie ad una importante esperienza maturata in Milano e Provincia, alla guida di una consolidata agency network, ha sviluppato competenze di standing elevato, specie nel segmento dedicato alle nuove costruzioni, con 78 iniziative residenziali commercializzate, oltre ai nuovi 10 cantieri pianificati per il prossimo biennio. Come vede l’attuale momento del settore immobiliare a Milano? Il mercato immobiliare di Milano ha dato ulteriori importanti segnali di crescita, sia per numero di transazioni (+14,1%), che per valore medio al m2 (+2,3%), un dato straordinario, specie se paragonato al resto d'Italia (+1,2%) In alcune specifiche zone della città, particolarmente ambite per servizi e posizione, dove la domanda addirittura

20 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

supera l’offerta, si registrano tempi record di vendita, anche per il mercato dell'usato. L'aumento costante della domanda ed il fisiologico incremento delle compravendite, sono state fortemente incentivate dal settore finanziario, che ha proposto sul mercato mutui con tassi favorevoli, generando un significativo incentivo all'acquisto. In particolare, il settore delle nuove costruzioni a Milano come procede? Nel 2018, il mercato delle case di nuova costruzione a Milano, ha confermato un trend in crescita costante, con valori in aumento per numero di compravendite pari al 18- 23%, rispetto al 2017. Il successo del " nuovo" è legato anche agli importanti investitori italiani e stranieri, fondi, banche di affari, sviluppatori immobiliari e imprese di costruzioni, che stanno investendo risorse e capitali per lo sviluppo di edifici a basso impatto ambientale, tema molto sentito e apprezzato


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 21

MERCATO

Quali sono gli interventi a Milano da segnalare? Tra gli interventi di maggior successo, emerge Casa Verde Noce, un edificio realizzato da Cubilia S.r.l., in quell''isola felice che sorge tra Via Cola di Rienzo, la zona della moda e del fuori salone Savona-Tortona, ed il Parco Solari. Un progetto dal design elegante, tecnologicamente all'avanguardia, grazie all'autonomia totale degli impianti di ogni singolo appartamento, progettato e rifinito con materiali di elevata qualità e concepito per il massimo comfort abitativo. L'edificio è antisismico, completamente rivestito esternamente con materiali green ed impreziosito da una suggestiva hall di ingresso al piano terra. Un altro intervento residenziale che sta riscontrando notevole interesse è TOLSTOJ 87, un edificio dal design contemporaneo, in zona Soderini Tolstoi, di prossima realizzazione, a cura della Orti 25 S.r.l. Gruppo Immobiliare La Sorgente di Foresto Sparso (BG). La vostra azienda come si sta preparando al mercato del futuro? Il nostro settore credo stia vivendo un momento fin troppo vivace e, seppur con determinazione e spirito positivo,

ritengo sia doveroso affrontare con la massima prudenza e attenzione questo delicato tema. Stiamo monitorando il mercato e le tendenze a 360°, oggi, sempre più, si rende necessario alzare il livello delle competenze specifiche e ampliare la gamma dei servizi offerti al cliente, stare "al passo" con la tecnologia e, non ultimo, investire in formazione ed in una adeguata promozione del brand, per meglio qualificarsi e distinguersi. Il segmento delle Agency, con la nascita di due nuovi punti vendita che a breve inaugureremo, prosegue il suo costante processo di sviluppo e innovazione: il restyling del logo, che si rinnoverà in SERVIGO REAL ESTATE, costituisce il primo passo verso il futuro. Come vede il trend del prossimo triennio? Nel 2018 il mercato immobiliare in Italia, per quanto si è confermato vivace e positivo, ha registrato una crescita inferiore rispetto ad altri paesi europei. In base alle indagini e statistiche di settore, per i prossimi due anni si prevede un leggero " rallentamento " ed un conseguente "livellamento" dei valori medi di vendita, pertanto ritengo fondamentale essere molto prudenti.

Cosa c’è di nuovo a Milano? Nel 2018, il mercato delle case di nuova costruzione a Milano, ha confermato un trend in crescita costante, con valori in aumento per numero di compravendite pari al 18- 23%, rispetto all'anno precedente. Tra gli interventi di maggior successo, emerge Casa Verde Noce, in quell''isola felice che sorge tra Via Cola di Rienzo, la zona della moda e del fuori salone Savona-Tortona, ed il Parco Solari.

CASA VERDE NOCE

TOLSTOJ 87 - Orti 25 S.r.l. Gruppo Immobiliare La Sorgente di Foresto Sparso (BG) - è un edificio dal design contemporaneo, in zona Soderini Tolstoi, prevede prestigiosi appartamenti con ampi terrazzi e logge, rifiniti con materiali di prima scelta, impianto domotica, clima, videosorveglianza e tutti a basso consumo energetico.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 21


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 22

REAL ESTATE - A cura della Redazione

INTERVISTA A RODOLFO LOMBARDI CEO LOMBARDI REAL ESTATE ● Come vede l’attuale momento del settore immobiliare? A seguito della grande crisi immobiliare, oggi il mercato è decisamente in ripresa in seguito a quelli che sono stati i numeri negativi che hanno visto protagonisti gli ultimi otto anni di mercato. Questo momento di difficoltà ha “ripulito” il mercato da operatori immobiliari poco professionali e addirittura meno

22 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

organizzati mettendo in luce le società immobiliari che da sempre lavorano con serietà e professionalità. È un mercato molto più attento e riflessivo basato sulla qualità del servizio e di immobili e a fronte di questo fenomeno molti proprietari immobiliari hanno preso coscienza ristrutturando abitazioni poco commerciabili che non trovano riscontro sul mercato.


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 23

REAL ESTATE

Lombardi Real Estate

● In particolare il settore degli immobili di pregio a Milano come procede? Come ci insegna l’economia tutto ciò che è “lusso” non conosce crisi. A differenza di altre città italiane, Milano, capitale italiana dell’economia, negli ultimi 10 anni, grazie dall’avvento dell’EXPO, ha messo gli investitori internazionali nelle condizioni di approcciarsi a questa città dandole modo di eccellere. È meta molto ambita dalle grandi società e dai piccoli proprietari che per immagine o investimento scelgono la città della Madonnina. Indubbiamente è un valore aggiunto il suo charme e la qualità del Made in Italy che ha creato grande competizione con il resto delle capitali europee. ● Cosa consiglia ai giovani agenti immobiliari per diventare ottimi professionisti? In linea con la crescita del mercato immobiliare, anche la professione dell’agente immobiliare richiede maggiori requisiti: specializzazione, conoscenza e informazione. “Amore, passione e dedizione” non è solo lo slogan della nostra società Lombardi Real Estate ma è soprattutto una filosofia di vita e questi sono i tre ingredienti principali per raggiungere i nostri obbiettivi, qualunque essi siano. Un grande consiglio: è fondamentale imparare a mediare

con le parti e non tra le parti in quanto la nostra figura è grande protagonista nelle transazioni immobiliari. ● La vostra azienda come si sta preparando al mercato del futuro? Oggi, come tutte le aziende che vogli ono crescere e rimanere sul mercato, anche la Lombardi Real Estate farà fronte al futuro con competenza e formazione, preparando i nuovi agenti immobiliari ad affrontare il mercato. Ci posizioneremo digitalmente sulle maggiori piattaforme web valorizzando gli immobili sia da un punto di vista pubblicitario sia tecnico. Il cliente del nuovo millennio è alla ricerca di un servizio di grande qualità, che fa la differenza e noi cercheremo di migliorarci ogni giorno per garantire un servizio eccellente.

La Lombardi Real Estate è riconosciuta tra i principali leader a Milano per la compravendita e locazione di immobili commerciali. Grazie al posizionamento strategico nel cuore di Milano il portfolio clienti si posiziona prevalentemente su brand di altagamma. La competenza del team della Lombardi Real Estate garantisce la ricerca e la selezione di location in linea con le esigenze ed il target del cliente. Per informazioni: www.lombardire.it

● Come vede il trend del prossimo triennio? Ci auguriamo che il trend del prossimo triennio punti all’investimento da parte delle banche nel mercato immobiliare e metta nelle condizoni Milano, che oggi ha gli occhi puntati da tutta Europa, di non deludere le aspettative di coloro che hanno la piena consapevolezza di come può sorprenderci questa meravigliosa città sia in termini urbanistici che economici.

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 23


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 24

PANORAMA IMMOBILIARE -

Barbara Medici, Ufficio Stampa HSL

IL VALORE AGGIUNTO DELL’HOME STAGING n attesa dei dati definitivi relativi all’ultimo trimestre 2018, le analisi di mercato confermano il trend positivo: + 4,3% di compravendite nel primo trimestre 2018, + 5,6% nel secondo e + 6,7% nel terzo (fonte: Ufficio Studi di Tecnocasa). L’Ufficio Studi di Nomisma prevede, per l’ultimo trimestre 2018, un +5,6% di incremento delle compravendite. Numeri a parte, ciò che gli esperti del settore hanno registrato con chiarezza è, da un lato, una domanda molto più selettiva da parte degli acquirenti e, dall’altro, l’utilizzo del web come principale strumento di esplorazione del mercato. Due punti chiave a cui l’home staging è in grado di dare risposte. IL VALORE AGGIUNTO DI UNA BUONA IMMAGINE L’home staging, la strategia di marketing e valorizzazione immobiliare nata

24 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

negli USA che permette di preparare gli immobili per una veloce e redditizia collocazione sul mercato, risponde da un lato alla richiesta di “case più belle”, poiché interviene sulla loro presentazione attraverso interventi mirati, e dall’altro offre un servizio fotografico professionale che, sui portali dedicati, è in grado di catturare l’attenzione dei potenziali acquirenti: non meno del 77% degli acquirenti di casa si rivolge prima a Internet, dove sono le immagini a parlare. In questa fase di offerta immobiliare, superiore alla richiesta, distinguersi e proporre un immobile dall’aspetto fresco e curato è essenziale per accelerare le tempistiche di vendita e ridurre lo sconto medio. Con l’uso professionale di colori, mobili, complementi e illuminazione l’home stager interviene per rendere una casa, vuota oppure già arredata, attraente per un target di com-


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 13.20 Pagina 25

PANORAMA IMMOBILIARE

pratori individuato ad hoc. Le fotografie realizzate dopo la valorizzazione catturano l’attenzione dei compratori moltiplicando le visualizzazioni degli annunci sul web: più contatti, più visite, più opportunità per tutti gli immobili da collocare. L’Associazione Home Staging Lovers - riconosciuta dal MISE - promuove e attua iniziative (tra cui workshop, manifestazioni, partecipazione a eventi fieristici e di settore) che hanno lo scopo di far crescere la conoscenza e la consapevolezza sul mondo dell’ home staging, con focus particolare sulla qualità. HOME STAGING: UN’ESIGENZA Il presente e il futuro del mercato immobiliare non può prescindere ormai dall’utilizzo costante della valorizzazione immobiliare come strumento integrato

con i servizi offerti dalle agenzie immobiliari. A dirlo sono i risultati: l’home staging è una forma di marketing immobiliare che riesce ad accorciare i tempi medi di permanenza di un immobile sul mercato anche del 70%. Un profilo, quello dell’home stager, sempre più richiesto, proprio per la forza dei risultati raggiunti. “Puntiamo moltissimo su una formazione puntuale e costante, per preparare al meglio i nostri home stager ed ottenere risultati ancora migliori in futuro”, afferma Fosca de Luca, Presidente dell’Associazione Nazionale Home Staging Lovers. In un panorama immobiliare come quello italiano, dove dati alla mano lo stock residenziale è tra i più “vecchi” d’Europa, una adeguata strategia di valorizzazione immobiliare può aprire scenari di grande interesse.

HSL Associazione Nazionale Home Staging Lovers È associazione di categoria degli home stager italiani, i professionisti della valorizzazione immobiliare che preparano gli immobili per una loro collocazione sul mercato veloce e redditizia. L’Associazione garantisce ai propri partners la collaborazione con Home Stager Professionisti, rilasciando a chi ne ha i requisiti, l’Attestato di Qualità e Qualificazione Professionale dei Servizi prestati ai sensi della Legge 4/2013.

Web: homestaginglovers.it Facebook: Associazione Nazionale Home Staging Lovers

Foto: © FOSCA de LUCA Home Staging Network Due locali prima e dopo un intervento di Home Staging

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 25


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 26

MANAGER – A cura della Redazione

Gianluca Giusti

NUOVO INGRESSO IN FC Group ianluca Giusti, manager di provata esperienza nella progettazione ed erogazione di servizi alle agenzie immobiliari, entra a far parte del gruppo e si occuperà di ottimizzare, rinnovare ed ampliare i servizi, gestiti da Artwork, a favore delle reti dell’intero gruppo, con particolare focalizzazione sulle agenzie a marchio Fondocasa e Che Affitti e sulla rete di Consulenti Creditizi We-Unit. Assume anche il ruolo di Project Leader della Piattaforma di servizi integrati ALLEA-RE, società detenuta da We-Unit Group S.p.A. Il manager vanta una carriera ventennale iniziata in Tecnocasa alla fine degli anni novanta e poi proseguita fino ad oggi in Tempocasa, entrambi network di primaria importanza a livello nazionale ed internazionale. “Ho scelto di compiere una svolta professionale alla ricerca di nuovi stimoli e sono davvero felice che il management di FC Group abbia visto in me la persona giusta per fare un salto di qualità nello sviluppo di servizi ad alto valore aggiunto” queste le prime parole di Gianluca Giusti, all’inizio della nuova esperienza di lavoro. “Cercavamo da tempo un profilo come quello di Gianluca, con skills specifiche e necessarie a portare avanti un lavoro molto importante, sia sul piano organizzativo che commerciale e siamo soddisfatti della nostra scelta” dichiara Bruno Vettore, AD di FC Group.

26 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 27


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 28

MARKETING DIGITALE - La Redazione

INTERVISTA: MAURIZIO SOLLECITO Esperto in comunicazione, marketing e vendite. Ha ricoperto il ruolo di Direttore Franchising per oltre 15 anni. Oggi è il Direttore Commerciale della Sugarmedia, consolidato gruppo industriale che opera nel mercato dei prodotti, servizi e marketing strategico, che ha lanciato l’innovativo progetto“Premius - La città ti premia”. “Nella confusione giornaliera, mediatica e pubblicitaria è fondamentale comunicare nel modo, nel momento e nel posto giusto.” È così che Maurizio Sollecito, Direttore Commerciale della Sugarmedia, con delega, tra le altre, al settore immobiliare, inizia la sua intervista per la nostra redazione. Da dove nasce il servizio “Premius”? Premius nasce dall’osservazione delle abitudini giornaliere della gente. Un servizio completo fatto su misura per intercettare i momenti di attesa, i momenti in cui il nostro cervello è in pausa e catturarne l’attenzione. In modo specifico, in cosa consiste questo servizio? Premius è il nuovo servizio di marketing digitale per le migliori agenzie immobiliari d’Italia, che permette loro di essere al passo con l’economia digitale e sfruttare tutto il potenziale dei nostri strumenti di comunicazione. Quali sono gli strumenti e i punti di forza dei vostri servizi? Oggi vogliamo fornire non solo un servizio di marketing digitale completo agli operatori, ma anche

28 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

una “nuova vetrina”. Qual è il punto con la più alta affluenza e rotazione giornaliera di clientela e con un orario di apertura giornaliero di almeno 15 ore? Il bar! Ecco, con la “Formula Noleggio” gli operatori riceveranno due Dispenser e un Totem Premius da posizionare all’interno della propria agenzia e ulteriori due Dispenser e un Totem da posizionare all’interno del migliore bar della zona. Ecco la nuova vetrina della vostra agenzia! - Il Dispenser Premius nasce come pratico erogatore di bustine di zucchero e tovagliolini; uno strumento che va a sostituire i vecchi “tazzoni” porta zucchero e porta tovagliolini. La posizione privilegiata sul banco da lavoro e la necessita di utilizzare i prodotti erogati, rendono il Dispenser lo strumento inevitabilmente visibile a chi si accinge a gustare il caffè o qualsiasi altra bevanda. É un nuovo media coperto da numerosi brevetti. È dotato di un display HD da 8 pollici per la trasmissione di messaggi pubblicitari e informazioni di pubblica utilità. Uno strumento potentissimo di comunicazione pubblicitaria, perché, posizionato


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 29

MARKETING DIGITALE

sul banco da lavoro del bar, agisce a diretto contatto visivo con il cliente. Il Dispenser è altamente flessibile per la sua adattabilità nei segmenti di mercato più svariati, essendo uno strumento versatile e personalizzabile. Immaginate sulla vostra scrivania cosa potrebbe fare… - Il Totem Premius ha un display ad alta definizione da 42 pollici. Le sue caratteristiche prevedono la possibilità di modificare i contenuti in maniera dinamica e semplice. Le caratteristiche di questa forma pubblicitaria offrono all’agenzia un maggior rapporto qualità/ prezzo rispetto all’investimento in tradizionali cartelloni stampati o volantinaggio; la sua dinamicità, inoltre, permette di trasformare in pochi istanti uno spazio pubblicitario in diverse applicazioni d’uso. Posizionati all’interno dei punti commerciali presenteranno, in esclusiva, proposte giornaliere, comunicazioni di settore, presenteranno i vostri immobili e comunicheranno per voi. Ma la proposta di “Premius” non termina qui. Assieme a questi eccezionali strumenti di comunicazione off-line, se ne aggiungono altri di comunicazione on-line. - Le landing page sono lo strumento per eccellenza nelle strategie di digital marketing. La facilità di utilizzo di questo strumento permette di arrivare “nelle tasche” di migliaia di clienti e potenziali clienti con un solo click. - Un video professionale trasforma la propria proposta commerciale, il proprio lavoro, in una storia da vivere; è il modo migliore per mostrare a tutti il proprio

lavoro. Raccontare una storia, la propria storia, è diventato il segreto per ‘entrare in comunicazione’ con gli utenti. Ogni brand, ogni azienda sa quanto sia importante mostrarsi, non più semplicemente esponendo il proprio servizio al pubblico, ma comunicando i valori e gli obiettivi alla base del proprio lavoro. Il servizio Premius assicura un aumento della portata del messaggio promozionale, un rafforzamento della “brand identity” e “brand recognition” e un potenziale aumento delle visite on line e off line Come può, quindi, la comunicazione digital del servizio Premius mutare e aiutare il settore immobiliare? Ci muoviamo e agiamo in un mondo iper-connesso. Un mondo fatto di informazione, comunicazione e pubblicità. Ovviamente, anche il mercato immobiliare è stato investito da questa ondata e sta mutando radicalmente. Con Premius potrai posizionare i migliori strumenti di comunicazione offline nei punti più strategici e inviare in maniera semplice e immediata i nuovi annunci in vendita, le comunicazioni di maggiore rilevanza, articoli e contenuti di settore. In questo modo l’efficacia del messaggio non solo è potenziata, ma anche amplificata, riuscendo a “colpire” un numero esponenziale di potenziali interessati. Quali sono attualmente i vostri competitor? Nessuno! Abbiamo la sicurezza di operare con strumenti e servizi certificati e brevettati.

Sugarmedia La Sugarmedia Srl fa parte di un consolidato gruppo industriale che opera da oltre 25 anni nel segmento di mercato dei prodotti, servizi e marketing strategico. L’azienda è connotata dalla sua natura spiccatamente creativa, finalizzata ad innovare il mercato di riferimento. Detiene brevetti internazionali, frutto della creatività del suo team di ricercatori che operano costantemente per la ricerca, ideazione e realizzazione di nuovi prodotti e servizi. Per Informazioni: info@premius.it www.premius.it/immobili.php Nr. Verde 800 272666

Immobili&Co. per l’impresa 2_2019 29


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 30

TOUR FORMATIVO PER GLI AGENTI IMMOBILIARI

COLOPHON

I&Co Immobili & Co. per l’Impresa Anno XXIV N. 2 - Marzo 2019

Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 576 del 21.09.1996 Direzione e Redazione: AG&P s.n.c. Immagine e Comunicazione Via Monte Rosa, 18 - Senago (Mi) Tel. 02 99055532 - agepmail@tin.it Contatti: immobili.co@tin.it Foto di copertina: Toni Gargiulo

30 Immobili&Co. per l’impresa 2_2019

Segreteria, Pubblicità e Diffusione: BV invest S.r.l. Via Dario Papa, 24 - 20125 Milano Tel. 02.36566067 - www.bvinvest.it Direttore Responsabile: Antonio Sposari Direttore Editoriale: Bruno Vettore Progettazione Grafica: Cirella Chiariello Diffusione: Digitale gratuita La Direzione non si assume alcuna responsabilità per i testi degli articoli redazionali dei relativi autori e delle pagine pubblicitarie pubblicate. A garanzia di riservatezza, il lettore potrà esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/2003 e capo III del Regolamento UE 2016/679, scrivendo alla società BV invest S.r.l., Via della Repubblica 27, Milano o tramite e-mail a info@bvinvest.it, che garantisce comunque la massima cura dei dati forniti o in suo possesso, i quali non verranno comunicati a terzi. Il trattamento avviene presso la predetta sede a cura del personale incaricato. Una non azione sarà interpretata come volontà di restare nel database.


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 31

DAI VOCE AL TUO BRAND Per la tua Pubblicità scegli il periodico digitale

Immobili&Co.

IMMOBILI&Co. attraverso il contributo di professionisti e tecnici, sotto la Direzione Editoriale di Bruno Vettore, con cadenza bimestrale, tratta i temi più attuali, le tendenze del mondo del Real Estate, dell’Economia, dell’Alta E’ un’iniziativa: Formazione, del Franchising e molto altro ancora. Il vasto sucesso di pubblico, la diffusione gratuita a professionisti, manager e aziende del mondo del Reale Estate e del Franchising, e delle imprese in genere, ne fanno un utile strumento di promozione per i Brand affermati e le Start up che intendono farsi conoscere da una platea altamente profilata. Per maggiori informazioni: antonio.sposari@bvinvest.it


_Immobili&Co 2-2019_Layout 1 05/03/19 11.55 Pagina 32

A SCUOLA DI PUBLIC SPEAKING Un programma intensivo di 3 giornate, 18 ore di formazione, 400 slide, filmati ed esercitazioni pratiche, per una formazione all’insegna della Qualità.

DOPO NON TI FARA’ PIU’ PAURA!

Programma intensivo di alta formazione dedicato a manager, imprenditori o professionisti che vogliono migliorare la loro capacità di parlare in pubblico. Un percorso di 3 giornate, a completa cura di Bruno Vettore, sulle tematiche del Public Speaking certificato Uni Iso 9001:2015 – SNR CERTIFICATION, che permette di ottenere nuove competenze e capacità concretamente spendibili nell’attività, a beneficio di una maggiore valorizzazione personale e professionale. Dalla preparazione alla presentazione di un discorso, dai principi della comunicazione alle categorie del linguaggio, dall’autostima alla gestione dello stress. La cadenza delle giornate, anche non consecutive, verrà concordata con il management aziendale. Al termine del percorso verrà messo a disposizione tutto il materiale didattico e verrà rilasciato un Attestato di Partecipazione.

E’ un’iniziativa:

Contatto diretto: info@brunovettore.it

Profile for Immobilieco

Immobili&Co N° 2 marzo 2019  

New
Advertisement