Issuu on Google+

MAGGIO DUEMILAquattordici

MAGGIO DUEMILAquattordici

€ 3,00

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA

Redazionali 75

Sestino Beach new opening Mangano apre s Firenze La Folle Corsa

Eventi

LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO OMAGGIO

M.I. Car “Are you top selfie?” Wise Boutique “5 sense” La Sosta ospita Dolcerama

Rubriche

Cocktail del Mese Moda Up - Coco et La vie en rose A proposito di celiachia


MANGANO mangano.com


LA MEMORIA DEL CUORE ELIMINA I RICORDI BRUTTI ED ESALTA QUELLI BELLI, E GRAZIE A QUESTO ARTIFICIO RIUSCIAMO A SOPPORTARE IL PASSATO GABRIEL GARCIA MARQUEZ

27 2007

giugno

BRESCIA

www.bresciaup.it


E D I T O R I a l e

PERCHE’ PAPA FRANCESCO E’ UNA ROCKSTAR E MOLTO DI PIU’ l mondo ha bisogno di punti di riferimento, di personalità che con il loro carisma infondino benessere e ottimismo a chi ha bisogno di essere confortato. Ringraziando il Cielo, il mondo cattolico, ma non solo, può contare su una figura che ha un immenso potere spirituale dettato dalla semplicità e dalla forza della preghiera tramutata in amore di Dio e per il prossimo: Papa Francesco Bergoglio incarna perfettamente questo ruolo. Molte delle sue geste hanno fatto notizia, tanto da finire in copertina delle più prestigiose testate internazionali e anche su altre non propriamente di ispirazione religiosa. Come il mensile “Rolling Stones” che ha incorontao Papa Bergoglio rockstar del 2014. Si, avete letto bene, rockstar. Papa Francesco non si esibisce in concerto e non incide dischi, però muove le folle che lo acclamano e invocano il suo nome con una forza e amore decisamente commovente. E’ il primo pontefice che ha deciso di vivere il pontificato con semplicità e povertà, rinunciando a simboli di potere e opulenza. Questa condotta ha avvicinato le persone alla fede, rendendolo popolare e amato da milioni di fedeli in tutto il mondo, facendo ardere la fiammella di spiritualità come non accadeva da molto tempo. Papa Francesco però non pensa solo allo spirito. Mentre Bergoglio presiedeva la via Crucis al Colosseo, lo scorso venerdì 18 aprile, in diretta in mondovisione con oltre 50 Paesi, il suo elemosiniere, monsignor Konrad Krajewski, o padre Corrado come ama farsi chiamare, ha distribuito banconote da 50 euro e un biglietto di auguri pasquali a nome di Papa Francesco ai senza fissa dimora che dormono nelle zone intorno alla stazione Termini, a Santa Maria Maggiore e Ostiense. I soldi che padre Corrado ha distribuito a nome di Francesco ai clochard di Roma sono frutto del ricavato delle pergamene con le benedizioni apostoliche del Papa che, con l’elezione di Bergoglio del 13 marzo 2013, sono notevolmente aumentate. Lo stesso dono è stato portato alle circa trenta donne ospiti in questi giorni della Casa Dono di Maria in Vaticano, struttura gestita dalle missionarie della carità, le suore di madre Teresa di Calcutta. In questo modo è stata praticamente svuotata la cassa dell’elemosineria apostolica, così come vuole Francesco. Ecco perchè Papa Francesco è una rockstar, anzi, la più grande mai esistita.

I

R E N A T A

Sortino


3 SABATO APERTI CON ORARIO CONTINUATO - DOMENICA 15:00 / 19:30 www.calibanegozio.it FOLLOW US ON FACEBOOK Caliban - Style & Fashion Store


E D I T O R I a l e

L’EUFORIA DELLA MILLE MIGLIA nche quest’anno la Mille Miglia non ha deluso nessuno. Oltre 3000 le persone coinvolte in questo evento di portata internazionale. La Mille miglia ha fatto vivere a partecipanti, personale dello staff e appassionati e curiosi che hanno seguito il passaggio delle auto d’epoca un’atmosfera di tensione ed entusiasmo veramente uniche. Il grande evento coinvolge infatti persone di ogni età e rappresenta un’occasione di divertimento, di scambio e incontro con persone da tutto il mondo. Il sole quest’anno ha accompagnato i concorrenti lungo il loro tragitto fin dalla partenza rendendo la gara ancora più piacevole. Il grande spettacolo è iniziato giovedi 15 maggio a Brescia: gli appassionati sono giunti numerosi e hanno affollato le strade del centro dove i festeggiamenti si sono protratti fino a sera tarda. Le auto quest’anno hanno seguito un nuovo percorso e la quarta tappa aggiunta ha prolungato la rievocazione di una giornata. La gara è stata caratterizzata dal magico scenario di alcune delle più belle città italiane tra cui naturalmente la nostra splendida capitale che ha accolto le auto in gara nella zona di Castel S. Angelo, resa ancora più suggestiva dalle luci della sera. Arrivate a Brescia le auto hanno sfilato ancora una volta per le strade del centro e tutti i partecipanti sono stati accolti in Piazza Duomo per un grande pranzo di benvenuto che ha permesso a tutti di darsi l’ultimo saluto e l’arrivederci all’anno prossimo. L’evento si è concluso poi con le premiazioni presso il Teatro Grande. La Mille Miglia è ormai una tradizione di famiglia per molti concorrenti: 62 equipaggi infatti sono composti da appartenenti alla stessa famiglia. Si tratta dunque di un evento che fa parte della loro storia famigliare e che costituisce un momento di condivisione tra padri e figli. La gara “Made in Brescia” è un’occasione di divertimento per tutti ma non solo: l’evento è veicolo di diffusione della cultura italiana e di promozione del turismo internazionale ed offre lavoro a tantissime persone del settore turistico, alberghiero e ristorativo. Salutiamo dunque per quest’anno la grande corsa e le diamo l’arrivederci all’anno prossimo per un nuovo ed entusiasmante appuntamento.

A

4

A L E S S I A

Biondelli


5


n° 75

47 REDAZIONali 12 20 22 25 28 30 36 38 44 47 73

DOPOLAVORO re-estate con noi MANGANO apre a Firenze SESTINO BEACH new opening LA FOLLE CORSA di Antonio Savoldi LAGUNA BLU ristorante pizzeria NG GROUP make - up AUTO D’EPOCA 2°Montorfano Motor Show KUBIKA & CUS BRESCIA CONFARTIGIANATO BRESCIA CRISTIAN MARCHI One Night LE CAMPIONESSE D’ITALIA in Broletto

R U B R I c h e

16 Smart Diamond Style 40 Studio Cappiello 43 Studio Lumini 48 L’Antico Egitto 83 Cocktail del mese 84 A proposito di celiachia 86 La Chicca 88 Amici di zampa 90 Moda Up - Coco et La vie en rose 93 Modella del mese 96 Oroscopo

38

83

84

88


28

44

90

VIVI TUTTI I COLORI DI BRESCIA

ABBONATI A

SCARICA IL MODULO DAL SITO: WWW.BRESCIAUP,IT


n° 75

E V E n t s 52 54 58 62 64 66 68 70 74 76 78 80

G&B NEGOZIO PROGRESS, “Moschino Progress” MICAR S.R.L., “Are you top selfie?” OTTICA MAZZOLENI, festa pop anni ‘80 IL BORGO DI SIRMIONE... in scena! GARDA LAKE WORLD COMPETITION 2014 WISE BOUTIQUE, “5 sense” event ROSSOPOMODORO, live music MODELLA PER UNA SERA PASSEGGIATA A SEI ZAMPE CON ENPA EN PLEIN AIR, “Noi siamo la festa” LA SOSTA ospita Dolcerama REBIRTH RECORDS presenta “Nato a Brescia”

Direttore Responsabile Renata Sortino (direttore@bresciaup.it) Caporedattore Manuela Prestini (duesse@bresciaup.it) Redazione e Ufficio Stampa Antonio Russo (info@bresciaup.it) Graphic Design Paola Arizzi (ufficiografico@bresciaup.it) Direttore editoriale Antonio Russo Marketing Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it) Stampa Staged Srl Photographers Selene Z. Rolando Giambelli Patrick Merighi

52

Collaboratori Emanuele Lumini, Emanuele Zarcone, Federica Coco, Alessia Biondelli, Francesca Ancelotti, Alberto Bonera, Roberto Cappiello, Anthony Le, Edward Battisti, Giuseppe Petrocelli, Valeria Arizzi, Rolando Giambelli, Emanuele Dall’Asta, Davide Mor, Simone Mor, Chicca Baroni, Marco X, Rossano Caffi. Redazione

58

64

M: +39 339 68 36 770 Abbonamenti e-mail info@bresciaup.it www.bresciaup.it BresciaUp BRESCIAUP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N°37/2007 DEL 8 SETTEMBRE 2007

www.duesseadv.it DuesseAdv

78


Via Vittorio Emanuele II 52/D 030 2761055 - www.igussago.it


CORRESPON d a n c e s

I MONDIALI DI CALCIO: ORGOGLIOSAMENTE ITALIANI UN’OCCASIONE PER RISCOPRIRSI ome ben tutti sanno il 12 giugno inizieranno i campionati mondiali di calcio che si svolgeranno in Brasile. Dopo il grande evento della Mille Miglia che è stato in grado di coinvolgere migliaia di persone e di diffondere l’entusiasmo e l’unicità della gara a livello nazionale e internazionale, ecco arrivato il turno di quello che è sicuramente l’evento sportivo più seguito al mondo. Il calcio, per noi italiani,il gioco per eccellenza la sportività e la tifoseria che convogliano nella partita della domenica, nel campionato e nella conquista delle coppe, che se pur inquinato da corruzione e interessi economici, da eccessi di tifoseria violenta che nulla hanno a che fare con la sana competitività implicita in un’attività agonistica, resta la maggiore attrattiva sportiva .Quale migliore occasione dell’evento dei mondiali può riportarci alle origini incorrotte di questo nostro grande sport? una grande coesione nazionale coinvolgerà chiunque, anche chi vive con indifferenza gli eventi del campionato italiano e tutti si sentiranno tifosi della “Nostra Nazionale”. Si organizzeranno serate tra amici davanti allo schermo con pizza e birra, urlo libero e forse ci sarà qualche moglie un po’ irritata ,si perchè se anche e’ vero che coinvolge tutti ,è anche vero che qualcuno non se lo fa mancare tutto l’anno, tra campionato coppe e amichevoli e chi più ne ha più ne metta,da non vedere l’ora per qualche moglie che finisca,mentre con i mondiale ale’ si prosegue....Sarà comunque una festa e un’aspettativa di vittoria, porterà senz’altro un briciolo di spensieratezza e positività in un momento per la nostra Italia di preoccupazioni e di incertezza.

C

L’appuntamento per tutti è davanti al video, da parte nostra facciamo un grosso in bocca al lupo alla Nostra Nazionale …. Forza Ragazzi.....fateci sognare ….. e da parte mia forza mogli portate pazienza. Un abbraccio Manuela

M a n u e l a

Prestini


DOPOLAVORO RE - ESTATE CON NOI C O V E R S T O R Y 12

Dopolavoro, locale sito nel centro di Manerbio presenta “Estate con noi”, un grande evento che animerà piazza Aldo Moro per tutto il corso della serata di sabato 24 mag gio. In programma tantissima musica, cibo e divertimento: a partire dalle 20.00 ci sarà la possibilità di gustare un ottimo spiedo e la serata proseguirà con una sfilata di moda e ovviamente musica e cocktail per tutti. L'edificio che ospita il locale era un tempo parte del progetto di costr uzioni ideato secondo il modello di città sociale dall'imprenditore Gaetano Marzotto: completato alla fine degli anni


trenta il progetto prevedeva la creazione di un dopolavoro, un luogo ricreativo completo di bar, cinematografo e centro sportivo annesso alla stabilimento. Nel 2013 l'edificio viene restaurato e inizia cosi l'avventura del nuovo Dopolavoro che ha l'obiettivo di riportare il locale all'antico splendore e restituire ai cittadini del paese una parte di storia che altrimenti sarebbe stata dimenticata. La str uttura che ospita il locale tocca l’apice nei mar mi e nei volumi: soffitti altissimi, grandi vetrate luminose e una pavimentazione d’epoca. Il grande portico esterno ospita tavolini e piccoli salotti dove potersi godere un cocktail all'aria aperta anche la sera, grazie alla sug gestiva illuminazione esterna. Dopolavoro a partire dalle 7 offre ai suoi clienti una ricca colazione a buffet con brioches appena sfornate, caffè e cappuccino; a pranzo pasti veloci e gustosi a base di insalatone, panini e piatti freddi e per concludere al meglio una giornata di lavoro un aperitivo stuzzicante. La serata prosegue anche dopo l'happy hour con musica dal vivo e Dj set: il mercoledi è stato spesso dedicato alla musica Jazz mentre il sabato si ascolta musica rock. La domenica sera è “a lume di candela”: Dopolavoro offre una vasta gamma di vini e birre da accompagnare al rinfresco sempre presente, per gustare un aperitivo in compagnia con dell'ottima musica dal vivo e godersi appieno le ultime ore del weekend.

13


C O V E R S T O R Y 14


DOPOLAVORO Piazza Aldo Moro, 4 25025, Manerbio (BS) TEL. 388 2448583 FB: Dopolavoro

15


RUBRI c h e

Finalmente con l’arrivo della bella stagione possiamo mettere via i maglioni e fare spazio nell’ar madio alle t-shirt, le quali diventeranno le vere protagoniste dei nostri outfit primaveriliestivi. Quali sono i trend in ambito t-shirt per questa Primavera-Estate 2014? Di grandissima tendenza sono le t-shirt arricchite da richiami Rock-Etnico. Questi tipi di decorazioni sono posizionate principalmente nella parte alta della maglietta, in modo che il decoro sia visibile anche indossando un giubbotto. L’Italia è un paese ricchissimo dal punto di vista culturale, quindi le opere italiane possono arricchire anche le nostre magliette: questo trend è stato lanciato da Dolce & Gabbana. I due stilisti sono famosi per le loro continue celebrazioni dell’Italia e delle sue bellezze. Anche noi possiamo essere ambasciatori della grande bellezza del nostro paese mostrando le sue meraviglie attraverso le T-shirt. La bella stagione è sinonimo di allegria e di colori, per questo gli amanti dei look più classici possono spezzare la monotonia scegliendo una maglietta di un colore accesso a tinta unita. Naturalmente il discorso dei colori accessi riguarda anche il mondo delle Polo, che sono un capo d’abbigliamento senza tempo che non passa mai di moda, in grado di dare sempre un tocco di classe anche se indossate con un jeans o uno short. Questi singoli consigli che vi ho elencato sulle tendenze di questa Primavera-Estate 2014 possono essere presi e combinati in un’unica maglietta. L’unica mia raccomandazione è di non esagerare troppo, in quanto si può rischiare di cadere nell’eccesso e ottenere uno stile clown! Inoltre, ricordate che se osate con la t-shirt non dovete esagerare con gli accessori, tutto deve essere bilanciato. Non mi resta che augurar vi buono shopping!

16


A BRESCIA PRESSO: FRECCIA ROSSA VIALE ITALIA 31

MULTISALA OZ VIA SORBANELLA 12

Rossopomodoro Gabriele Giuzzi Fashion & Style Blogger www.smartdiamondstyle.com info@smartdiamondstyle.com

www.rossopomodoro.it


Prima volta a BRESCIA Organizzato da

COMITATO DEI CITTADINI PER I DIRITTI UMANI - Onlus

Con il Patrocinio di:

Ente internazionale a tutela dei Diritti Umani nel campo della salute mentale

MOSTRA MULTIMEDIALE BRESCIA • 24-30 MAGGIO 2014 Corso Matteotti, 44 • (a pochi minuti dal centro commerciale “Freccia Rossa”)

IL VOLTO SCONOSCIUTO DELLA PSICHIATRIA CONTENUTI SPECIALI:

APPUNTI E RIFLESSIONI SUL MOVIMENTO DI RIFORMA IN ITALIA Opening • Sabato 24 maggio 2014 • ore 11.00

INGRESSO LIBERO Orario di apertura 10.00 - 20.00 CONVEGNO

Da elettroshock a terapia elettroconvulsivante: cambia il nome ma non l’inganno Venerdì 30 maggio 2014 Apertura porte ore 20.00 Inizio ore 20.30 • INGRESSO LIBERO PER INFORMAZIONI: Tel. 347 8127681 • 349 4466098 • www.ccdu.org

• info@ccdu.org

B r e s c i a Il volto sconosciuto

della psichiatria La mostra multimediale nel campo della salute mentale, “Il volto sconosciuto della psichiatria”, copia del celebre museo a Los Angeles diventato meta di studio per scuole di infer mieri, assistenti sociali e di medicina, è in arrivo a Brescia. L’esposizione composta da 78 pannelli illustrativi e di 14 video ripercorre la storia della psichiatria dalla sua comparsa sino ai giorni nostri: i suoi trattamenti coercitivi e contenitivi, i retroscena, la lobotomia, l’elettroshock (ECT: ricordiamo che Brescia ha il triste primato italiano numero di terapie fatte), fino ai moderni, ma non meno deleteri, sistemi di contenzione psicofar macologica. La mostra è il compendio di oltre 40 anni di ricerca con filmati storici e inter viste ad oltre 160 persone: psichiatri, psicologi, medici, avvocati, pedagogisti, con le testimonianze di coloro che hanno vissuto personalmente le conseguenze di trattamenti psichiatrici. Una sezione della mostra tratta il tema del Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattività (ADHD) e della somministrazione di psicofar maci ai bambini, temi molto dibattuti anche in Italia a causa di screening avvenuti in alcune scuole della Lombardia, Veneto, Friuli, oltre che in altre regioni italiane e per le prescrizioni di far maci psicoattivi a migliaia di bambini in Italia. L’esposizione offre innumerevoli spunti di riflessione per legislatori, medici, sostenitori dei diritti umani e privati cittadini, al fine di tutelare il campo della salute mentale con nor mative e leg gi che eliminino gli abusi.


AUTOCLASSICHE

UNA GRANDE PASSIONE Realizziamo la tua auto in dimensione reale / scala 1:1 - 1:4 - 1:5 - 1:6 su supporto in legno modellato

19 435 Storiche in legno di Paolo Gaffuri - Via Cremona, 33 - 25086 Rezzato (BS) - Italy - Tel. 030 25 90 180 - Cell. 380 79 12

E-mail: info@storicheinlegno.com - www.storicheinlegno.com


spinge sull' internazionalizzazione

e apre a Firenze

Internazionalizzazione, branding e comunicazione: questi i tre fronti su cui attualmente si concentrano gli sforzi di Mangano, storico brand con sede a Collebeato. Forte di un 2013 chiuso a 15 milioni di euro di fatturato, in crescita del 30% rispetto all’anno precedente, guardando con fiducia al 2014 punta ai 25 milioni. Con un mix ben equilibrato di accelerazione sul piano retail estero e interno, rafforzamento dell’immagine e una comunicazione dove il web gioca un r uolo di rilievo Una nuova importante apertura nello stivale di Mangano: lo storico brand di abbigliamento donna e uomo con sede a Collebeato, Brescia, ha scelto Firenze per aprire la sua nuova boutique. Un’inaugurazione che ha visto svolgersi un party aperto al pubblico: lo store e lo spazio esterno antistante si sono animati durante l'attesissima Notte Bianca di Firenze grazie al deejay set di Natalia Dolgova e ad una scenografia spettacolare fatta di giochi di luce e musica ricercata. Una nuova apertura a testimonianza dell’accelerazione sul fronte retail messo in atto dal brand, che per il suo operato attuale eleg ge tre fronti sui quali puntare, come racconta Antonio Mangano, titolare del brand che porta il suo nome, nato nel 1986: “Firenze è un avamposto per noi molto importante, con i suoi molti visitatori e per il suo r uolo di città della moda. Attualmente, i nostri sforzi si dipananano su tre fronti: internazionalizzazione, branding e comunicazione. Per quanto concerne il secondo, stiamo lavorando sulla nostra immagine grazie ad un management dedicato, e per il terzo abbiamo un team str utturato che si occupa delle mosse da adottare in merito alle pubbliche relazioni e alla promozione sul web. Il nostro posizionamento è quello di un brand premium, a ridosso del settore luxury, ma accessibile, con un’attenzione particolare alla qualità del prodotto. Lo stile Mangano è italiano, fortemente Made in Italy: la produzione è infatti realizzata per il 90% in Italia, e per il 10% restante all’estero, perchè alcune tipologie particolari di lavorazioni artigianali vengono effettuate solo qui". E se Firenze è considerata apertura strategica per il suolo italiano, molti sono i paesi esteri di interesse per Mangano nella sua fase di forte spinta all’internazionalizzazione. Continua infatti Antonio Mangano: “Per quanto concerne i mercati di riferimento, guardiamo molto all’estero, a paesi come la Russia, l’Ucraina e il Kazakistan, oltre all’Est Europa e alla Repubblica Ceca, e paesi come la Romania. Abbiamo inoltre distributori in Benelux e Portogallo, e uno nuovo per la Spagna. Prossimi saranno il Giappone e gli Stati Uniti, e abbiamo una joint venture con la Cina per Shangai. Inoltre, ci stiamo concentrando molto sul

20


settore e-commerce. Per quanto riguarda inoltre l’Italia, si terrà il prossimo 26 mag gio l’apertura del nostro showroom milanese di 500 metri quadrati in via Tortona e vicina è quella di un nuovo punto vendita di riferimento, sempre in zona”. Infatti, se da una parte l’estero riveste un r uolo fondamentale, non viene certo dimenticata l’Italia. Continua Antonio Mangano: “Nello stivale abbiamo venti punti vendita, tra cui Forte dei Mar mi, Roma, 10 Corso Como e quest’ultimo di Firenze. Abbiamo inoltre dieci uffici di rappresentanza grazie ai quali controlliamo l’attività sul suolo italiano, tranne la Lombardia di cui si occuperà lo showroom di Milano”. E Mangano guarda all’estero forte di ottime perfor mance. Continua Antonio Mangano: “Il 2013 lo abbiamo chiuso a 15 milioni di euro di fatturato, in crescita del 30% rispetto all’anno precedente. Per il 2014 puntiamo al rag giungimento dei 25, e per il 2015 a 40 milioni, completando il processo or mai iniziato di internazionalizzazione con grande fiducia. Vogliamo farci ambasciatori dell’italianità nel mondo, grazie anche alla comunicazione molto in Italia sulla carta stampata, oltre all’estero. Numerosi gli eventi in cantiere nel breve e lungo periodo”. Una comunicazione che passa anche e soprattutto dal web. Ben consapevole è infatti Mangano circa le grandi potenzialità dell’universo online. Ag giunge infatti Antonio Mangano: “Siamo molto attivi sul web, e lo consideriamo importantissimo e or mai imprescindibile nelle logiche di comunicazione attuale. Abbiamo al momento 150mila iscritti alla pagina Facebook, e seguiamo giornalmente anche quelle Instagram e Twitter. Per i social network abbiamo un ufficio dedicato perchè l’innovazione, anche in questo campo, è fondamentale. La creatività è tutto per lo sviluppo del brand”. Una creatività, dal punto di vista stilistico, di cui si occupa Diana Mangano, titolare insieme ad Antonio e alla direzione creativa del brand. Diana ag giunge inoltre: “Per il prossimo autunno/inverno 2014-15, in seguito ad un viag gio a New York, abbiamo pensato ad una collezione dedicata alle donne che vivono nelle grandi metropoli, con un omag gio alla Grande Mela degli anni Venti, e richiami nei dettagli e nei colori. Tre i mondi di riferimento, New Way, New Walk e New Street. Un’ispirazione che viene dalla vita quotidiana della donna moderna, per una collezione da indossare durante il giorno con capi per l’ufficio, per vivere la città e per l’ora dell’aperitivo. E, altro grande tema, il “garden rock”, uno stile ag gressive unito ad un tocco floreale. Altro tema la sera, con abiti ispirati agli anni Ottanta”.

21


sestino beach c

l

u

b

h

o

u

new opening 22

s

e


Puccio Gallo, ex patron della mitica discoteca “Sesto Senso” di Desenzano aprirà a Giugno il “Sestino Beach” a un kilometro dalla vecchia location dove sorgeva un tempo il club che ha fatto la storia delle notti del Garda. Tutti ricorderanno sicuramente il Sesto Senso Club, uno dei locali che per trent’anni è stato nella top ten delle discoteche italiane, un ambiente esclusivo frequentato da personag gi dell’arte e dello spettacolo. L’avvio del nuovo Club House fa sperare in una rinascita della vita notturna della capitale della movida gardesana. Le notti di Desenzano si rianimeranno presto con un nuovo tipo di divertimento elegante e di classe che punterà molto sull’intrattenimento di qualità con una scelta accurata di artisti e musicisti di alto profilo. Nel nuovo locale si potrà gustare del buon cibo in un’atmosfera davvero speciale con musica da piano bar in sottofondo che accompagnerà le vostre serate. Il “Sestino Beach” vuole stupire con la sua location unica affacciata direttamente sul lago. La sua clientela potrà godere di uno splendido spazio esterno e ammirare l’incantevole paesag gio offerto dal lago.

SESTINO BEACH Via Agello, 41/A, Desenzano del Garda (BS) Tel. 329 2472452 - FB: Sestino Beach

23


725 Feriti al giorno

10 Morti

al giorno

24

51

Disabili al giorno


LA FOLLE CORSA tratto dall’omonimo racconto di Antonio Savoldi

Un progetto importante per parlare della sacralità della vita che nasce dalla sinergia di tanti Enti ed Associazioni che hanno a cuore questo tema e che, a diverso titolo, partecipano alla realizzazione di questa corag giosa e straordinaria iniziativa. Il regista bresciano, Cristian Benaglio, leg ge “La Folle Corsa”; un libro scritto da Antonio Savoldi (anch’egli bresciano) che ha svolto ser vizio, per 13 anni, presso la Polizia Stradale di Seriate. Impressionato, ed emotivamente stimolato dal racconto, contatta l’autore e gli propone di trasporlo cinematograficamente, di traslare, in immagini e musica, ciò che fino ad ieri era solo scritto sulla carta. Basta un incontro perché i due s’intendano e subito si attivano per coinvolgere altre realtà che potrebbero mostrarsi interessate ad un progetto tanto ambizioso. Ecco perché appare fondamentale il r uolo della Polizia di Stato, Istituzione alla quale è stata richiesta la collaborazione, sia per la realizzazione del cortometrag gio, che per la valutazione dei contenuti. Ed è così che si è giunti al compimento dell’iniziativa. “Due giovani ragazzi: Andrea ed Elena. Due genitori. Due agenti della Polizia Stradale. Andrea va oltre il proprio limite, in tutto, e trascina con sé Elena. Un giro in motorino e uno “scontro” con la dura realtà della tragedia stradale: lui rimane gravemente ferito; per lei tutto finisce. Da qui in poi quelle che scorrono sono le sensazioni ed emozioni di due agenti che devono, come sempre, inter venire a giochi fatti raccogliendo dati anonimi e facendosi ambasciatori presso i genitori di una tremenda notizia. Questa è la sottile linea di confine su cui si sviluppa la parte più densa del racconto, in bilico tra i doveri professionali di un agente di Polizia e le emozioni dell’uomo che è anche padre e che, si immedesima nei panni di chi riceve la notizia di cui egli stesso è latore”. Il cast è composto da Foti Francesco, Citran Roberto, Calabrese Alessandro, Mascoli Cinzia, De Silva Pietro e Liberale Veronica.

25


26


Ph by Selene Zarcone L’Assessore Vivaldini: “Sono lieta ed onorata che l’Associazione Condividere la Strada della Vita abbia coinvolto la mia persona per coordinare la realizzazione di questo cortometrag gio. Un segnale importante, in linea con il lavoro svolto fino ad ora, per “raccontare” quanto sia sacra la vita e quanto basti un “gesto folle” perché tutto svanisca, si dissolva lasciando, chi riamane, a chiedersi “perché tutto ciò debba succedere”. Il messag gio che arriverà ai giovani della Provincia di Brescia, e non solo, attraverso un linguag gio a loro più familiare, quello cinematografico, è quello di sensibilizzare all’amore per la vita rappresentato come in una sorta di contrappasso dantesco. Ringrazio di cuore, prima come persona, poi come Istituzione che rappresento, tutti gli sponsor e tutti coloro che, in qualche modo, si sono adoperati per rendere possibile la realizzazione di questo cortometrag gio.


LAGUNA BLU Ristorante Pizzeria

Via San Zeno, 76 25124, Brescia TEL. 030 222233 info@ristorantelagunablu.it www.ristorantelagunablu.it Il ristorante pizzeria Laguna blu in via San Zeno sorge proprio nelle vicinanze del quartiere di Brescia due, poco lontano dal centro. L’ambiente è ampio, semplice e confortevole e può accogliere fino a 230 commensali. Il menu è vario e spiccano le specialità di mare: Laguna blu offre tutti i giorni primi e secondi piatti a base di pesce fresco ma anche piatti a base di carne, insalatone e un’ottima pizza cotta in forno a legna. Il locale è dotato di un grande parcheg gio privato e di una bellissima terrazza dove è possibile pranzare e cenare nei mesi più caldi e godersi una piacevole brezza estiva. Laguna Blu è aperto tutti i giorni, escluso il lunedi ed è l’ideale sia per un veloce pranzo di lavoro, sia per una serata rilassante in compagnia.

28


Ph by Selene Zarcone

29


30


UN SUCCESSO PER AUTO D’EPOCA IN FRANCIACORTA 10° EDIZIONE E PER IL 2° MONTORFANO MOTOR SHOW Si è concluso con una grande partecipazione il Raduno “Auto d’Epoca in Franciacorta” 10° anniversario. 86 gli equipag gi che hanno sfilato in Franciacorta partendo dalla splendida Villa Mazzotti, per poi visitare la Cantina Derbusco Cives, godere del bellavista franciacortino, gustare prodotti locali al Relais Franciacorta e visitare infine il Musil di Rodengo Saiano. Un percorso studiato nei minimi dettagli e un’eccellente organizzazione promossa dal Comitato Organizzatore. Ivan Archetti promotore della manifestazione, che quest’anno ha compiuto i 10 anni, si dice soddisfatto dei traguardi rag giunti “il raduno è conosciuto or mai in tutta Italia, ottima la partecipazione anche se come organizzazione selezioniamo le autovetture. Gli equipag gi si dicono soddisfatti e sono molti quelli che ritorneranno per le prossime edizioni sapendo che ogni anno ci sono novità. Anche quest’anno il ricavato sarà donato alle Suore Adoratrici di Rivolta d’Adda per la missione in Senegal dove, nel villag gio costr uito con i nostri fondi, vivono più di 90 bambini orfani”. La seconda edizione della mostra “Montorfano Motor Show” ha raccolto ampi consensi. Tanti gli ammiratori della Minardi F1 e del Camion della “Presidenza del Consiglio Istituto Luce” esposti all’interno della fiera. Ottima partecipazione anche per la zona dinamica con Kart e spettacoli di stuntman. “Il ricavato sarà donato al Comune di Rovato per il progetto Voucher lavoro per i disoccupati” affer ma Archetti. “Ringraziamo il Comitato Organizzatore,gli sponsor che hanno appog giato la manifestazione, i ragazzi con le moto, la protezione civile di Bonizzi, la Polizia Stradale e tutti i partecipanti per il risultato rag giunto”. Potrete vedere un’ampio reportage della manifestazione su www.autodepocainfranciacorta.it L’appuntamento è per il prossimo anno con l’undicesima edizione del raduno della Franciacorta.

36


37


Kubika e CUS Brescia Passione Sicura per il Tiro a Volo

Incontriamo Roberto Furlani, 36 anni, partner di Kubika S.r.l., 2 figli (Annalisa Incontriamo 7 anni e MarcoRoberto 5) e sposatoFurlani, con Lorella.36 anni, partner di Kubika S.r.l., 2 figli (Annalisa 7 anni e Marco 5) e sposato con Lorella. 1 - Ci racconti un aneddoto interessante che le ha portato a vestire l’attuale carica lavorativa. All’inizio della mia avventura in Kubika, dopo la conclusione positiva di una perizia assicurativa di una certa rilevanza economica, mi sono trovato, la sera stessa, con il titolare dell’azienda, fucile imbracciato, a fare delle pedane di Sporting (disciplina di Tiro a Volo ndr), favoriti dal rapporto che si era instaurato fra noi, e la comune passione per il tiro. Esperienza che ho poi rivissuto con molti imprenditori della Valtrompia e Valsabbia. 2 - Molti temono e discriminano le ar mi, ma chi pratica tiro a volo, sa bene che è un concentrato di bellezza, tecnologia e sicurezza. Con che fucile spara e cosa più le piace del suo fucile? Sparo con un Beretta 682 Gold E. Indubbiamente è molto più maneg gevole nel brandeg gio e stabile dopo lo sparo rispetto ad altri fucili con cui ero abituato. 3 - Come ha iniziata la sua avventura nel Tiro a Volo? E’ iniziata quasi per caso, come tutte le migliori avventure della vita. Ho avuto da sempre la passione per le ar mi, fin da bambino, e dopo il ser vizio militare, svolto come Ufficiale di Complemento del Genio, ho avuto l’occasione di fare il porto d’ar mi e iniziare a sparare al tiro a segno. Stufo di sparare a dei bersagli fer mi, ho iniziato ad appassionar mi al tiro a volo, più dinamico e divertente. Dopo alcuni anni ho rivisto alcuni amici appassionati di tiro, che conoscevo dai tempi in cui giocavamo insieme a r ugby, e che attraverso il CUS Brescia mi hanno aperto la strada a questo fantastico mondo. 4 - Il tiro a volo, uno sport emergente. portato alla ribalta da Jessica Rossi alle recenti Olimpiadi di Londra. Pochi sanno però che il Tiro a Volo era tra i 12 sport presenti nella prima edizione delle Olimpiadi nell’or mai lontano 1908. Perché consiglierebbe ad un amico di iniziare il Tiro a Volo? Perché è uno sport completo. Per riuscire bene è necessario infatti avare una buona preparazione fisica, tanta deter minazione e una condizione mentale eccellente. Non ultimo, anche la componente squadra ha la sua importanza, sia dal punto di vista della competizione che, non meno importante, goliardica (sorride). 5 - Lo consiglierebbe anche a suo figlio? Si, lo consiglierei sicuramente. Non a caso, quando posso, cerco di portarli con me durante le sessioni di tiro: sono degli ottimi “caddy” per l’approvvigionamento delle cartucce durante le serie. Prossimamente proverò ad insegnargli anche a suonare i piattelli mancati, sperando che in futuro non debba dar loro troppo “da lavorare” (ride). 6 - In provincia di Brescia alcuni tra i più belli impianti nel mondo per il Tiro a Volo, in cui la passione per la vita all’aria aperta si fonde con il fascino di una disciplina for mativa. Che aria si respira sui campi di tiro a volo? Un’aria unica nel suo genere, un misto tra il sacro ed il profano, a seconda delle situazioni. L’atmosfera diventa solenne durante le sessioni di tiro: silenzio e concentrazione la fanno da padrone, mentre diventa molto più infor male e scherzosa nei momenti di relax. 38


7 - Tiro a volo solo uno sport o un modo di vivere? Sport che diventa giocoforza un modo di vivere. Personalmente prima di organizzare le mie trasferte di lavoro mi infor mo sulla presenza di campi di tiro nelle vicinanze della mia destinazione: non si sa mai che nei momenti di pausa si riesca a fare una pedana. 8 - Esistono elementi o valori del tiro a volo comuni all’operato della sua azienda? La necessità di essere concentrati, di aver un’ottima condizione mentale e una capacità di focalizzare i problemi in un istante per risolverli al meglio, come fossero dei piattelli da rompere. 9 - La polisportiva Cus Brescia, che conta ben 12 sezioni agonistiche è una bella realtà sportiva, anch’essa come il tiro a volo, veicolatore sano di molti valori positivi e con un bacino di contatti potenziali molto grande a cui si rivolge la la sua azienda. Di certo una frizzante eccellenza territoriale. Ci sono altri elementi che la hanno spinta a unire la sua azienda all’immagine fresca e positiva del Cus Brescia? A me ed al mio socio Riccardo (che quest’anno ha iniziato anche lui a sparare con il corso di avviamento) è piaciuto fin da subito il clima amichevole e familiare del CUS: personalmente sono stato integrato fin da subito, ho trovato persone che all’inizio mi hanno aiutato in pedana e non mi hanno messo in disparte o deriso, nonostante i primissimi pessimi risultati (sorride).

“Gestire il rischio è il nostro mestiere, creare valore il nostro obiettivo”. Kubika Srl (kubika. eu; info@kubika.eu) è una società che rappresenta un modo innovativo di pensare gli scenari di rischio lavorando in partnership e garantendo una costante qualità della consulenza, integrando sviluppo tecnologico e ricerca per creare un futuro stimolante e di soddisfazione. Kubika è leader nella gestione integrata dei rischi d’impresa (Enterprise Risk Management e Crisis Management), nei ser vizi peritali assicurativi (Loss Adjustment), nei ser vizi peritali per banche e leasing (stime, congr uità, confor mità, asseverazioni), nella consulenza tecnico nor mativa alle aziende. Oltre a Roberto Furlani, anche l’Ing.Riccardo Vitagliano, appassionato di Tiro a Volo è partner dell’azienda. Per la sezione di Tiro a Volo del CUS Brescia (tiroavolo.cusbrescia.it; tiroavolo@cusbrescia.it), il 2013 è stato un anno importante di sviluppo del numero di praticanti e di consolidamento dell’attività agonistica, svolta or mai in maniera regolare da un gr uppo di 30 atleti. Di particolare rilevanza nel 2013 è stata l’organizzazione del I Campionato Italiano dell’Ordine degli Ingegneri d’Italia, all’interno del programma ufficiale del 58° Congresso Nazionale degli Ordini, cui hanno partecipato oltre 100 atleti di vari Ordini degli Ingegneri d’Italia. La promozione dello sport, rappresenta sempre l’elemento di focus principale della sezione, e viene sviluppato attraverso i Corsi di Avviamento Allo Sport (da Aprile a Settembre di ogni anno), l’Open Day (24 Mag gio 2014) e la Gara di Tiro a Volo in Acqua (19 Luglio 2014), il cui ricavato viene annualmente destinato a progetti di solidarietà sportiva. Oltre 70 gli atleti tesserati nella sezione, circa 200 gli atleti coinvolti a vario titolo nelle diverse attività di promozione.

39


RUBRI c h e

A cura di Roberto Cappiello Consulente Finanziario Indipendente Fee Only

La nuova tassazione delle rendite finanziarie nelle scelte di investimento

al primo maggio di quest’anno entrerà in vigore l’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie deciso dal governo Renzi. L’aliquota aumenterà dal 20 al 26%, colpendo tutti i prodotti e strumenti finanziari tra i quali conti correnti, azioni, obbligazioni, fondi ecc., ad eccezione di tutti i titoli di stato italiani ed esteri, compresi i buoni fruttiferi postali e i titoli emessi da emittenti sovranazionali come ad esempio la banca mondiale o la banca europea degli investimenti, che manterranno una tassazione al 12,5%. Rimarrà invariata invece, la tassazione degli interessi sui conti correnti. Un dubbio, per ora, rimane per i conti di deposito, vedremo se i decreti attuativi di prossima emanazione daranno chiarimenti in proposito. Ad ogni modo questo intervento determinerà un divario più che doppio tra la tassazione dei titoli di stato e assimilati ed il resto dei prodotti e strumenti di investimento. Un solco profondo che peserà non poco nelle scelte di allocazione dei propri risparmi. Naturalmente per i lordisti (banche e investitori istituzionali) rimane indifferente. Chi investe 100.000 euro in una obbligazione corporate al tasso del 3%

D

pagherà 780 euro di tassa, se invece investirà gli stessi 100.000 euro in un BTP con cedola al 3%, ne pagherà appena 375, ben 405 euro di differenza. La tassazione fa decisamente pendere la bilancia a favore dei titoli di stato. Limitando l’analisi e la valutazione al solo aspetto impositivo fiscale però, si rischia di aumentare oltre misura il loro peso nei portafogli, è facile cadere in tentazione. Pur se più convenienti, ritengo che non debbano superare il 15 / 25% a seconda della propria propensione al rischio e dei propri obiettivi di investimento e che di questi, almeno il 40 / 50% debbano essere costituiti da Btp indicizzati all’inflazione. Anche se lo spread nei confronti del bund tedesco sta continuando a calare, non possiamo dire che il nostro Paese ha superato tutte le difficoltà, anzi, non abbiamo ancora cominciato ad affrontare i veri problemi. La volatilità sarà ancora alta ed è fondamentale non sbilanciare i portafogli con asset che possono rivelarsi troppo volatili. In ogni caso per la corretta individuazione degli asset di investimento e dei loro pesi all’interno del proprio portafoglio non si può prescindere da una corretta pianificazione finanziaria per obiettivi.

Via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 0305030934 - www.studiocappiello.it Il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia

40


Centro Commerciale Margherita D’Este Via Giorgione, 7 - Brescia 030 2310906 Centro Commerciale Italmark Via Richiedei, 59 - Gussago (Bs) 030 2521550 Centro Commerciale S. Anna Via Vallecamonica, 15 - Brescia 030 310986

Se ti presenti nei nostri negozi con questo coupon avrai in Omaggio una piega e lo sconto del 20% su un trattamento a tua scelta PROMO VALIDA MARTEDI’ e MERCOLEDI’ SU APPUNTAMENTO 41


Centro Centro Commerciale Commerciale Margherita Margherita D’Este D’Este Via Via Giorgione, Giorgione, 77 -- Brescia Brescia 030 030 2319298 2319298

Se ti presenti nel nostro centro con questo coupon avrai in Omaggio una manicure e lo sconto del 20% su un trattamento a tua scelta PROMO VALIDA MARTEDI’ e MERCOLEDI’ SU APPUNTAMENTO 42


RUBRI c h e

INSTABILITA’ POSITIVA Il ruolo della motivazione al cambiamento nei processi di ristrutturazione aziendale a prolungata congiuntura economica negativa ha determinato uno stato di difficoltà e crisi in un numero elevato di imprese. Per rispondere a pressioni di mercato senza precedenti, è indispensabile, spesso, iniziare un processo di riconfigurazione aziendale. Succede infatti, che miglioramenti circoscritti possono garantire la sopravvivenza dell’impresa ma per riposizionare il business e recuperare l’efficienza a lungo termine è necessario un cambiamento e intraprendere un percorso di ristrutturazione aziendale. Per ristrutturazione aziendale si intende un processo di riorganizzazione che può consistere in una nuova gestione delle attività produttive o delle procedure interne oppure in una revisione completa dell’organizzazione attraverso operazioni strutturate come acquisizione o fusione tra aziende. L’obiettivo è, indipendentemente dal processo, quello di ottimizzare e migliorare l’efficienza aziendale. Spesso il successo o l’insuccesso di questi eventi trasformazionali dipendono dalla capacità dell’impresa di capire e di gestire il fenomeno della resistenza al cambiamento. Per affrontare il cambiamento è necessario entusiasmo e motivazione. All’interno di una società si possono trovare però forze che spingono verso il cambiamento e forze che tendono a conservare lo status quo, facendo leva su aspetti culturali, processuali e sulle relazioni sociali. La resistenza al cambiamento può essere dovuta alla paura dell’ignoto, al desiderio di preservare gli interessi personali o di gruppo, alla perdita di prevedibilità, alla minaccia ad uno stato di potere, alla diversa percezione delle esigenze dell’organizzazione. Alla base vi è l’abitudine che viene considerata come un punto di forza, che porta ad un’automazione delle operazioni e alla riduzione dello stress. D’altro canto la stessa rallenta ogni processo di innovazione e di cambiamento. Bisogna considerare che l’attuazione di un progetto di ristrutturazione può essere vissuto negativamente dalle persone

L

presenti all’interno della società, ma può essere lo stesso imprenditore ad essere di ostacolo in quanto è costretto a mettere in discussione decisioni prese e comportamenti consolidati nell’arco degli anni e questo non è facile da gestire da un punto vista psicologico. L’imprenditore stesso d’altro canto deve dare l’esempio, deve saper osservare, guidare e formare le persone e trasferire la propria esperienza evidenziando comportamenti non funzionali al cambiamento atteso. Per porre le basi per innovare e attuare un processo di ristrutturazione è necessario che l’imprenditore comunichi in maniera chiara e semplice gli obiettivi da raggiungere. La comunicazione tra il management ed il personale attraverso incontri formali risulta di fondamentale importanza; l’obiettivo è quello di rendere consapevole tutta l’organizzazione dei benefici della ristrutturazione aziendale e di rendere le risorse partecipi del processo in tal modo le risorse coinvolte avranno più volontà di cambiare che di resistere. L’obiettivo deve essere quindi quello di attuare un processo di condivisione e di coinvolgimento delle risorse umane interne all’azienda. Il supporto manageriale aiuta infatti il personale ad affrontare e a superare timore e l’ansia durante il periodo di transizione. E’ molto importante, inoltre che l’imprenditore, aiutato anche da un consulente esterno che abbia una visione più oggettiva e maggiore competenza, analizzi le differenti motivazioni che generano le eventuali resistenze al cambiamento individuando le strategie per superarle. Tali strategie possono essere quindi la formazione, la partecipazione, la negoziazione ed il raggiungimento di accordi nonché un’analisi particolareggiata del contesto organizzativo in cui si attiva il processo. Se l’imprenditore e i propri collaboratori hanno una visione unitaria e condividono l’obiettivo della ristrutturazione è molto probabile che si possano raggiungere i risultati sperati ed evitare il verificarsi di nuove situazioni di inefficienza.

Dott. Emanuele Lumini

43


da sinistra: Eugenio Massetti, presidente Confartigianato Imprese Unione di Brescia e Lombardia, Giorgio Merletti, presidente nazionale Confartigianato e Agostino Bonomo, Presidente di Confartigianato Vicenza.

Nella bolletta elettrica di Pmi e famiglie aumenti di 900 milioni per finanziare “sconti” sul costo dell’energia delle grandi aziende energivore Eugenio Massetti Presidente Confartigianato Imprese Unione di Brescia: «Non siamo il bancomat per finanziare lo sconto alle grandi imprese» «Non siamo il bancomat per finanziare lo sconto alle grandi imprese. È una situazione insopportabile. Gravi squilibri penalizzano ancora una volta artigiani e piccoli imprenditori sul fronte del costo dell’energia» sottolinea il presidente di Confar tigianato Imprese Unione di Brescia e della Lombardia Eugenio Massetti. «Le nor me del Decreto ministeriale dell’aprile 2013, attuate con la delibera 641/2013 dell’Aeeg, non fanno che confer mare la pessima prassi di prelevare risorse dalla bolletta elettrica delle piccole imprese, costringendole a pagare per tutti. Per questo abbiamo impugnato la nor ma davanti al Tar della Lombardia. Vogliamo sia applicato il Protocollo di Kioto: chi consuma più energia deve pagare di più e ci aspettiamo una serie di inter venti finalizzati a eliminare le attuali sperequazioni su fisco e oneri di sistema in bolletta che penalizzano le piccole imprese rispetto alle grandi aziende».

44


Conti fatti, tra il secondo semestre 2013 e il 2014 la bolletta elettrica delle piccole imprese e delle famiglie italiane costerà 900 milioni in più. Questo è quanto emerso dal recente rapporto presentato dalla Confartigianato: una vera e propria stangata che fa pagare ai piccoli consumatori gli sconti sul costo dell’energia concessi alle grandi aziende energivore. Per una piccola impresa si tratta di un ulteriore esborso di 684 euro. Confar tigianato non ci sta e ha presentato ricorso al Tar della Lombardia per annullare la delibera dell’Authority per l’energia che ha applicato gli aumenti. Fir matari del ricorso sono: il “Panificio Pietro Bonomo &C snc”, di cui è titolare Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato Vicenza; la tipografia “Compagnia della Stampa srl”, di cui è titolare Eugenio Massetti, presidente di Confar tigianato Brescia e di Confar tigianato Lombardia; Faiv (Federazione Artigiani Imprenditori Vicentini), Upa Ser vizi srl di Confar tigianato Brescia, Confar tigianato Imprese. Il ricorso è sostenuto da Consorzio Caem, Consorzio CenPi, Consorzio Multienergia, Confar tigianato Imprese. Gli aumenti di quest’anno non fanno che peg giorare una situazione che vede le piccole imprese italiane pagare l’energia elettrica il 30% in più rispetto alla media dell’Eurozona, pari a 3,8 miliardi di maggiori costi. I rincari subiti dal 2013 fanno salire del 19,8% il gap di costo tra le nostre Pmi e quelle europee. Oltre agli oneri generali di sistema, a gonfiare la bolletta elettrica delle piccole imprese italiane - segnala lo studio di Confartigianato - c’è anche la componente fiscale, tra le più gravose d’Europa: la tassazione dell’energia è pari al 2,3% del Pil ed è superiore di 0,6 punti rispetto alla media dell’Eurozona. È paradossalmente, a dispetto del principio del Protocollo di Kioto, ad essere mag gior mente penalizzati sono ancora una volta i piccoli consumatori a vantag gio dei grandi. Infatti, una impresa che consuma 10 volte più di una piccola impresa con un consumo di 504.000 KWh/ anno ha un onere fiscale 21 volte inferiore. Un’impresa che consuma 20 volte di più di una piccola impresa ha un onere fiscale inferiore del 30%. E ancora, una grande impresa che consuma 40 volte di più di una piccola azienda, subisce un onere fiscale inferiore del 65% rispetto alla piccola impresa.

Salumificio Aliprandi Via Mandolossa, 25 Gussago (BS) Tel. 030 2520077 Fax. 030 2521036

www.aliprandi.com

45


46


Cristian Marchi

One Night... e un’estate di fuoco!

a cura di Lorenzo Tiezzi “One Night” (Time Records) è il nuovo singolo di Cristian Marchi (www.cristianmarchi.it). E’ un inno al divertimento, alla notte e alle ragazze che solo per qualche ora si divertono ad esagerare e a prendere in giro chiunque incontrino. Il brano ripete “I just want you for one night” e racconta, tra ironia e provocazione, una notte di follie… Dopo una hit come “Let’s F**k”, dopo il remix di “Sur vivor” (produzione di Ben Dj interpretata da Chris Willis) e dopo un brano pop dance come Marchi’s Flow feat Robbie Wulfsohn - “Made to Love You”, con ���One Night” Cristian Marchi e Paolo Sandrini (co - producer e partner label di Violence Rec) fanno un altro passo avanti e costr uiscono un altro dancefloor killer. L’official video della traccia, realizzato dal regista Davide Fiore, vede come protagonisti Cristian e un gr uppo di dancer ed in più dà spazio a un testo perfetto per scatenarsi e saltare, anche di giorno, su YouTube. Il brano è uscito il 4 aprile su Time Records. Ecco come lo presenta lo stesso Cristian Marchi: “Il mio pubblico mi ha dato input ben precisi, su quello che si aspettava… ‘One Night’ è un bel ‘cadeaux’ da ballare per tutta l’estate 2014!” Il fenomeno Cristian Marchi non accenna a scemare. Con qualcosa come 25 anni di carriera alle spalle il dj producer italiano continua a far ballare l’Italia con successo sempre crescente.

Il tuo sound spesso lo definisci perfect mix? Ha una base house a cui ho messo insieme elementi più attuali. E’ una fusione a cui ho lavorato duro negli ultimi 8 anni. Come è cambiato il mestiere di dj negli ultimi? E’ cambiato moltissimo. Quando ho iniziato, i dj non erano certo rockstar e chi frequentava la discoteche aveva una buona cultura musicale. Chi andava a ballare cercava novità… Og gi invece sembrano contare molto le dimensioni dello show, lo spettacolo. Anche un po’ tutto l’approccio alla professione del dj è cambiato. Basta una connessione internet per scaricare su Beatport tutti i successi del momento ed iniziare… E’ vero, senza contare poi l’iper produttività di tanti dj. Visto che il mercato discografico non tira si è orientati a produrre un disco dietro l’altro. Ma così facendo è difficile stupire chi ascolta. Che programmi hai per l’estate 2014? Farò ballare l’Europa e poi cercherò di concentrar mi su collaborazioni che mi interessano molto, soprattutto quelle con artisti giovani e scatenati come gli Smoothies. Mi piace collaborare con chi è più giovane di me. Chi ha talento sa anche avere pochi scr upoli, sa osare e sperimentare.

47


RUBRI c h e

L’

A

n

t

i

c

o

E

g

i

t

t

o

a cura di Edward Richard Battisti

T A N I S LA CITTA’ PERDUTA a città di Tanis, antica capitale egizia situata nel Delta del Nilo a Nord Est del Cairo, è relativamente poco conosciuta come sito archeologico, sebbene il materiale ritrovato, sia stato di notevole valore, paragonabile persino al celeberrimo tesoro di Tut Ankh Amon. Le scoperte a ridosso dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale, non giovarono certo a pubblicizzarne l’evento, ed ancor oggi , il materiale esposto al Museo del Cairo, non riceve le visite che invece meriterebbe. Tanis, è la città che viene nominata nel Film del 1981 “I predatori dell’Arca perduta” e che viene ritenuta depositaria dell’Arca dell’Alleanza cercata dai Nazisti. Ovviamente queste sono favole, l’Arca qui non è mai stata nascosta, ma questo giustifica comunque l’alone di leggenda che circonda il sito. Tanis, fu la capitale della XXI e XXII Dinastia, ovvero quelle immediatamente susseguenti al periodo Ramesside, nella fase che gli storici definiscono Terzo Periodo Intermedio (1070-712 a.c.), ovvero un momento, piuttosto ricorrente nella millenaria storia egizia, in cui i sovrani, diciamo così, ufficiali, non venivano riconosciuti in tutto il paese, anzi spesso si ponevano in competizione con le Dinastie locali di città più o meno lontane, creando naturalmente non poca confusione, ed instabilità politica. Gli stessi monarchi comunque, non erano di stirpe egizia, ma verosimilmente libica o mesopotamica, quindi accettati con diffidenza dalla popolazione, questo spiega in parte il rapido declino della città. Fu in ogni caso, un importante centro commerciale e strategico, prima della nascita di Alessandria, ma il momento di decadenza, unito ad eventi climatici catastrofici, non hanno salvato che poche rovine. Residuano obelischi e manufatti raffiguranti Ramses II, tanto che all’inizio si ipotizzò che potesse essere la capitale Pi Rames fondata dallo stesso monarca, ma poi si capì che in realtà tali vestigia, erano state prelevate in tutta fretta dalla vera Pi Rames per abbellire la nuova città. I primi ritrovamenti, risalgono al 1939 grazie all’archeologo francese Pierre Montet, che dedicò alla ricerca non pochi sforzi, scavando dal 1929 al 1940 e dal 1946 al 1951. Le tombe ritrovate, erano sorprendentemente ricche di materiale funerario di valore, quali maschere, sarcofagi, braccialetti, pendenti, amuleti, insomma di tutto l’occorrente di cui erano dotate le più prestigiose camere funerarie. La tomba di Sheshonq II, permise di accertare l’esistenza di questo sino allora sconosciuto faraone a differenza del suo predecessore Sheshonq I nominato invece nella Bibbia. La qualità del materiale ritrovato, fa ritenere che i monarchi di Tanis, fossero piuttosto importanti. Le rovine della città, rivelano una buona estensione del sito che fu sepolto per secoli, ed in sostanza i ritrovamenti archeologici hanno di fatto permesso un ritrovamento della città nelle stesse condizioni in cui fu abbandonata e molte tombe sono state trovate intatte. Chiamata Zoan nell’Antico Testamento e San el-Hagar al giorno d’oggi, quasi dimenticata dagli itinerari turistici, nonostante il suo breve, ma glorioso passato, Tanis merita invece una visita e la qualità dei tesori conservati al Museo del Cairo, assolutamente da non perdere.

L

48


31 MAGGIO/1 GIUGNO 2014

STRADE, SEGNI E SAPORI DELLA VALLE CAMONICA

Un Tour tra i Luoghi dell’eccellenza

DALLA CITTÀ DI CHIARI COSTEGGIANDO LA SPONDA OCCIDENTALE DEL LAGO D’ISEO, FINO A PERCORRERE LE BELLE STRADE DELLA VALLE CAMONICA.

Chiari

9.30/10.30 Accoglienza e registrazione equipaggi a Chiari nel borgo storico in Piazza Martiri della Libertà 12.00 Sfilata delle vetture per le vie del centro 12.30 Lunch presso le belle cantine del ristorante “Bistrot della Filanda”

Lago d’Iseo Piancogno BoarioTerme Capo di Ponte Franciacorta

14.00 Inizio tour lungo la sponda occidentale del Lago d’Iseo 15.00 Sosta fronte lago a Tavernola Bergamasca

17.00 19.00 Visita guidata allo Sistemazione ed storico Convento esposizione delle dell’Annunciata auto in uno spazio esclusivo nel Parco delle Terme 20.30 Cena nello splendido salone delle Terme Per saperne di più e a seguire editorialedelfo.com pernottamento (libro: “Uomini, Hotel & Spa luoghi, natura”) “Rizzi Aquacharme” 4 stelle, fronte terme

Visita guidata al parco archeologico sito 94 patrimonio UNESCO dei graffiti rupestri Passaggio con visita guidata alla Pieve di San Siro 13.00 Pranzo presso il tipico ristorante “Graffitipark” a Capo di Ponte

16.30 Brindisi finale presso la cantina “il Mosnel” Franciacorta.

17.30 Chiusura della manifestazione e saluti.

Domenica 8.30/9.30 Colazione e registrazione nuovi equipaggi

Per scaricare la scheda di iscrizione web entrare nella sezione eventi del sito www.britishmotorclub.it Per ulteriori informazioni contattare la segreteria 030-221710 oppure +39 3356367683 Con il patrocinio di:

SITO 94 PATRIMONIO UNESCO CITTÁ DI CHIARI ASS.TO ATTIVITÀ PRODUTTIVE

TAVERNOLA BERGAMASCA ASS.TO TURISMO E CULTURA

Si ringraziano per le iniziative di co-marketing a supporto dell’evento:

UN A TTOUR UT E BistrotRISTORANTE della Filanda TE SCL LE US AU IVO TO INGRISE LE RVA British Racing Green SI TO Quality spare parts ) Viale M ellini,11- Chiari (BS


HAVE LOTS OF FUN

52 54 58 62 64 66 68 70 74 76 78 80

G&B NEGOZIO PROGRESS, “Moschino Progress” MICAR S.R.L., “Are you top selfie?” OTTICA MAZZOLENI, festa pop anni ‘80 IL BORGO DI SIRMIONE... in scena! GARDA LAKE WORLD COMPETITION 2014 WISE BOUTIQUE, “5 sense” event ROSSOPOMODORO, live music MODELLA PER UNA SERA PASSEGGIATA A SEI ZAMPE CON ENPA EN PLEIN AIR, “Noi siamo la festa” LA SOSTA ospita Dolcerama REBIRTH RECORDS presenta “Nato a Brescia”


EVENT G&B NEGOZIO PROGRESS: INAUGURAZIONE CAPSULE “MOSCHINO PROGRESS” Giovedi 17 aprile G&B Negozio Progress ha organizzato un cocktail party in occasione della presentazione della nuova capsule collection firmata Moschino dedicata al mondo del fast - food. Il nuovo direttore creativo della maison Jeremy Scott, già celebre per la sua originalità e il suo tocco eccentrico ha deciso di creare dei capi e degli accessori ispirati al junk food per la sua collezione autunno inverno 2014. I colori predominanti sono il giallo e il rosso, protagoniste sono grandi stampe pop che richiamano personaggi di cartoni animati; la “M” di Moschino si trova un po’ ovunque e richiama la forma di un cuore. Sono state create anche un serie di t-shirt tra cui quella indossata direttamente da Jeremy Scott nel corso della sfilata che recita la frase “I don’t speak italian but I do speak Moschino”. Anche gli accessori spiccano per stravaganza: tra questi appaiono borse matelassé con catene e cover per cellulare che richiamano una porzione di patatine. Tutto è rivisitato in chiave pop anni ‘80 e con una certa dose di ironicità. Nel corso dell’evento organizzato da G&B Negozio Progress è stata presentata l’istallazione interamente dedicata alla fast - food capsule; agli avventori è stata offerta la possibilità di essere tra i primi ad acquistare i capi creati da Jeremy Scott. Tra gli ospiti della serata anche alcune personalità appartenenti al mondo del blogging di moda. G&B NEGOZIO PROGRESS Via Gramsci, 23 - Brescia Tel. 030 3771365 progress@gebnegozio.it www.gbprogress.com FB: G&BNEGOZIOProgress 52

Ph by Selene Zarcone


53


EVENT MICAR CONCESSIONARIA ARE YOU TOP SELFIE? Micar, Concessionaria Volkswagen di Desenzano ha presentato nei giorni 16 - 17 -18 Maggio un favoloso Tour : Nuova Polo Italians Top Selfie. Regina indiscussa naturalmente la Nuova Polo. La location scelta per la realizzazione del tour è stato “ART CLUB MUSICAL THEATRE”sul lago di Garda, un locale alla moda e dallo stile indiscutibilmente glam. Il tutto è partito dall’idea di interagire con la gente e perchè non partire dalla moda del selfie?Da qui il nome dell’evento “ARE YOU TOP SELFIE ? “. Tre giorni di vita notturna hanno tradotto in numeri un vero boom mediatico trasmesso in streaming sul canale YouTube di Micar : il risultato è stato di 15.000 visualizzazioni,2000 “Mi piace” sul canale Facebook, 2500 i Followers, il tutto per il meraviglioso trattamento ricevuto da ArtClub che ci ha accolto in maniera davvero eccelsa. Vi ringraziamo tutti per il week end New POLO Volkswagen e arrivederci a presto!!!! MICAR S.R.L. Viale G. Marconi, 29 25015 Desenzano del Garda (Bs) Tel. 030 9991787 www.micar-srl.it www.artclubdisco.com FB Micar srl

54


55


56


57


EVENT

Ph by Selene Zarcone

OTTICA MAZZOLENI FESTA POP ANNI ‘80 Foto ottica Mazzoleni di Flero festeggia il suo anniversario sabato 3 maggio con un grande evento ispirato agli anni 80: tanta musica, un ricco buffet dolce e salato accompagnato da un ottimo bollicine, gelato, balli e intrattenimento. I festeggiamenti sono iniziati in tarda mattinata e si sono conclusi alla mezzanotte. Per l’occasione prezzi speciali su tutti gli occhiali e la presentazione delle nuove collezioni estive di famosi brand. OTTICA MAZZOLENI Via Vittorio Emanuele II, 52 25020, Flero (BS) 030 2563071 info@otticamazzoleni.com www.otticamazzoleni.com FB:Ottica Mazzoleni

58


59


60


RISTORANTE PIZZERIA

La Pastorella

Via lunga 24 - 25100 - Brescia tel: 030.310815 Chiuso il Lunedì Si organizzano eventi Pizzeria “La Pastorella”


Ph by Selene Zarcone

EVENT IL BORGO . . IN SCENA Un evento di successo e una serata davvero piacevole quella organizzata venerdi 18 aprile dal ristorante “Il Borgo di Sirmione”. Il locale ha offerto ai suoi avventori la possibilità di gustare un’ottima cena e di assistere ad uno spettacolo speciale. La serata è stata presentata dal simpaticissimo conduttore e opinionista televisivo Valerio Merola mentre protagonista dello spettacolo canoro è stato Luca Virago, vincitore di “Stasera mi butto”. Il ristorante “Il Borgo di Sirmione” si trova proprio sulla penisola di Sirmione, una delle località più apprezzate del Lago di Garda. Il locale offre un menù a la carte ma anche tre diversi menu degustazione: un menù di lago che propone alcune specialità di pesce locali, un menù di mare e un menù di terra. L’offerta dunque è davvero ampia e comprende persino un menù pizza. L’ambiente è elegante e raffinato, caldo e accogliente. Particolare e assolutamente originale la presentazione dei piatti che viene eseguita con cura e in maniera creativa. IL BORGO DI SIRMIONE Via XXV Aprile, 100/A - Sirmione TEL: 0309904394 SITO WEB: www.ilborgodisirmione.it EMAIL: info@ilborgodisirmione.i FB: Il Borgo di Sirmione

62


63


EVENT GARDA LAKE WORLD COMPETITION 2014 Domenica 11 Maggio presso la discoteca No Name di Lonato del Garda si è tenuta la Garda Lake World Competition, i migliori baristi flair d’Europa si sono sfidati per poter vincere il biglietto che da accesso alla finale mondiale presso il Road House di Londra prevista per il mese di Novembre. Guest Star della serata Federica Nargi, altri personaggi hanno accompagnato l’evento: Bruno Vanzan, Alexander Shtifanov, Denis Trifanov, Adri De Lucia, Adam Branczyk, Vàclav Abraham, Matteo Melara, Marco Corgnati, Giulia Mantovelli, Carmine Liguori, Adri De Lucia. La serata è stata resa possibile grazie a: Carlini Group, Flairshop. it, Bar Project, Kook. Un ringraziamento speciale agli sponsor: Mangano, Seba’s Drink, M.I Car, Mixer, Wenneker, Crus, Salumificio Aliprandi, Famiglia Gatta e Caffè la Torre.

64

Ph by Selene Zarcone


65


Ph by Selene Zarcone

EVENT WISE BOUTIQUE: “5 SENSE” EVENT La boutique Wise di Desenzano del Garda propone ai suoi clienti 5 eventi ciascuno dei quali sarà dedicato ad uno dei nostri 5 sensi. Il primo capitolo di questa serie rivolto prevalentemente al gusto è stato realizzato venerdi 2 maggio. In questa occasione la boutique di Piazza Malvezzi ha offerto ai suoi ospiti una degustazione di vini Costaripa e un’ampia varietà di finger food creati dallo chef Paolo Bagnatica. Wise Desenzano è l’ultima nata di casa Wise, già presente nel territorio di Cremona. La boutique si trova proprio nel centro storico di Desenzano e offre ai suoi clienti abbigliamento di qualità firmato dalle più importanti case di moda internazionali. WISE BOUTIQUE Piazza Malvezzi, 27 25015, Desenzano del Garda (BS) 030 9911295 - info@wiseboutique.com www.wiseboutique.com - FB: Wise Boutique

66


67


EVENT ROSSOPOMODORO LIVE MUSIC Venerdì 9 Maggio si è tenuta la serata live music presso Rossopomodoro Multisala OZ con l’esibizione della band Riverside Blues Quartet. Evento molto partecipato e divertente, tante altre serate in programma… tenetevi aggiornati sulla pagina facebook! ROSSOPOMODORO - MULTISALA OZ Via Sorbanella, 14 - Brescia www.rossopomodoro.it Fb: Rossopomodoro Brescia Multisala Oz

68

Ph by Selene Zarcone


EVENT MODELLA PER UNA SERA Modella per una Sera è sbarcata anche stavolta in un luogo di divertimento sfrenato, di luci psichedeliche e musica a go go, al Jungle di Montichiari si è svolta la penultima tappa del format di successo ideato da Anthony Le. Le ragazze come al solito non sono mancate, la voglia di diventare famose a tutti costi si è fatta sentire e la bellezza ha preso posto nel set fotografico più chiacchierato e conosciuto del momento: quello di Eventi Brescia.. in collaborazione con la rivista più IN.. Brescia Up! Gli sponsor che hanno partecipato all’evento hanno avuto una massima visibilità e tutto lo staff è entusiasta del risultato ottenuto. Ringraziamo il fotografo Alex Giovita che ha immortalato le splendide ragazze del concorso, l’art director dell’agenzia Anthony Le Models, la Linkem Infinity System di Rezzato, Relax and Beauty di Borgo San Giacomo, Borana Vane per il Make up, Anna e Elena Outlet Sposi, Check Point Montichiari e al supporto della mitica rivista Brescia Up! Difficile spiegare l’entusiasmo e l’aria di competizione che si respira durante la serata…l’attesa, la presentazione, gli scatti fotografici e infine l’annuncio delle ragazze che passano il turno… Siamo già all’ottava tappa del concorso e mancano solo una tappa per la sfilata finale che si terrà a fine giugno dove verrà eletta Miss Eventi Brescia; le modelle sono a quota 35 da tutta la prov. Di Brescia e saranno 40 per la finalissima. Su Facebook e sul portale di www.eventibrescia. com non mancano mai commenti e tag delle foto scattate durante la serata, è grazie a questi social network che le informazioni viaggiano alla velocità della luce! Restate collegati per conoscere le date dei prossimi eventi e vedere le foto di tutte le belle ragazze che hanno partecipato. Grazie a tutti i gli sponsor che hanno contribuito all’evento e in particolar modo a Brescia Up! www.eventibrescia.com mail info@eventibrescia.com 70


B

R

E

S

C

I

A

M

A

Via Corsica, 218 25125 Brescia 030 348711

w

w

w

.

v

N

E

R

B

I

O

Via Strada per Leno, 2 25025 Manerbio (Bs) 030 9937500

i

n

p

i

u

.

c

o

m

i n f o @ v i n p i u . c o m ci trovi anche a: Idro 25074 - Via Trento 13 Tel 036 5823300

Sarezzo 25068 – Via Petrarca 5 Tel 030 832834

71


presenta

Eventi ...

Live

... Musicali

Info: altalunaeventimusicali@gmail.com


LE CAMPIONESSE D’ITALIA IN BROLETTO PER CELEBRARE LA VITTORIA DELLO SCUDETTO DEI RECORD!

Dopo la grande impresa da record è tempo di celebrazioni. E come or mai da tradizione la prima tappa è stata in Broletto, dove la Provincia di Brescia (nella persona del Presidente Molgora e dell’Ass. Mandelli) ha omag giato Zizioli e compagne. Un riconoscimento che arriva da dall’Ente che è stato vicino all’Acf Brescia da sempre, e che ha anche aiutato in questi anni la crescita della società. Durante la celebrazione della vittoria dello scudetto sono inter venuti il Presidente Molgora che ha ringraziato le ragazze e lo staff per aver portato in alto il nome di Brescia. Sulla stessa lunghezza d’onda l’Ass. Mandelli che ricordando tutte le partite a cui ha assistito negli ultimi 5 anni, ha voluto sottolineare la passione che si è accesa in lui come in tutta la cittadinanza. Infine Zizioli, Bertolini e Cesari che oltre a ringraziare per il sostegno hanno invitato a non mollare anche per i prossimi anni.

73


EVENT

a cura di Giulia Covelli

PASSEGGIATA A SEI ZAMPE CON E.N.P.A. BRESCIA Domenica 4 Maggio si è tenuta a Brescia per le vie del centro storico la prima passeggiata a sei zampe organizzata da E.N.P.A. Brescia. L’iniziativa, piaciuta ai bresciani, ha colorato con il suo corteo, le vie e le piazze della città e si è conclusa con un aperitivo nel bar vegano di via Moretto. La sezione di Brescia della Protezione animali nazionale è attiva su diversi fronti per la tutela di tutti gli animali. Nel 2013 l’associazione, che opera attraverso volontari sostenendosi con offerte, donazioni ed i proventi da attività di autofinanziamento, ha ricevuto oltre mille segnalazioni da parte dei cittadini bresciani per casi di maltrattamento, avvelenamento, richieste di aiuto per affidi, per recupero di animali in difficoltà, per sterilizzazione di colonie feline; non mancano casi in cui i cittadini si sono appellati a E.N.P.A Brescia per avere consigli legali nella gestione di situazioni in cui erano coinvolti direttamente animali. Puoi aiutare E.N.P.A. Brescia partecipando alle numerose iniziative segnalate sul sito web, sul blog, su face book e twitter (www.enpabrescia.it; enpabrescia. blogspot.com; Enpa Brescia; enpasezionebs), dando il tuo contributo volontario previa partecipazione al corso di formazione che inizierà in autunno, con offerte (presso la nostra sede) donazioni (tramite bonifico IBAN IT18W0350011270000000053057 intestato a ENPA ONLUS) e il 5X1000 (indicando nella dichiarazione dei redditi il codice fiscale ENPA ONLUS: 80116050586). Il tuo contributo è importante! ENPA ONLUS - SEZIONE DI BRESCIA Via Quinta n° 29 - Villaggio Sereno 25125 Brescia Tel/fax: 030 349399 brescia@enpa.org - www.enpabrescia.it Blog: http://enpabrescia.blogspot.com 74


EVENT EN PLEIN AIR “NOI SIAMO LA FESTA” “Noi siamo la festa”: questo il motto del rinomato locale bresciano che sta intrattenendo tutti gli appassionati clienti con serate memorabili. Da compleanni ad eventi speciali, con performances che spaziano dal body painting agli shooting fotografici, il tutto arricchito da uno staff sempre attento e disponibile. Feste a tema, aperitivi, serate infrasettimanali, ogni giorno è un buon giorno per gustare il ricco menù e i favolosi cocktail firmati En Plein Air. Il locale ogni venerdì organizza serate in cui il divertimento regna sovrano. Per scoprire cosa ha in serbo per voi questa settimana En Plein Air visitate la pagina facebook sempre aggiornata! EN PLEIN AIR - WINE & RESTAURANT Vicolo dell’Aria 6, 25121 Brescia Tel 030 2943947 www.enpleinairbrescia.it Fb: En Plein Air

76


77


EVENT LA SOSTA OSPITA DOLCERAMA VenerdĂŹ 9 Maggio il Ristorante La Sosta ha ospitato la festa itinerante di Dolcerama, la serata ha avuto inizio alle 20.30 con un ricco aperitivo accompagnato da una cena degustazione con i vini della Cantina Famiglia Gatta, a seguire dinner live show con Andrea Casta alla voce e violino e Sergio Cossu al pianoforte. Appuntamento alla prossima serata itinerante Dolcerama... LA SOSTA RISTORANTE Via S. Martino della Battaglia, 20 25121 Brescia Tel 030 295603 www.lasosta.it email: lasosta@tin.it Fb: La Sosta

78

Ph by Selene Zarcone


79


EVENT REBIRTH RECORDS PRESENTA “NATO A BRESCIA” Dopo il debutto al WMC lo scorso 26 Marzo con il party “BORN IN MIAMI”, l’etichetta bresciana Rebirth Records ha presentato anche alla sua città lo scorso 30 Aprile “NATO A BRESCIA”, un vero e proprio evento itinerante ispirato dal concetto di ri-nascita: rebirth, ovvero rinascita, rinascita della musica, quella vera, quella che nasce dalla passione per un lavoro ormai da molto e molti solo strumentalizzato e commercializzato. Oltre a Daniele Contrini aka Shield, Label Manager dell’etichetta, si sono esibiti altri artisti della label bresciana come Corrado Bucci, Nico De Ceglia e Stefano Testa. Special guest della serata sono stati i Pastaboys (Rame, Uovo e Dino Angioletti) i quali hanno presentato il loro nuovo singolo in uscita la prossima estate su Rebirth. Francesca Robbio, Promoter della Label ci ha spiegato il significato di questo nuovo partyconcept: “La Rebirth rinascerà ogni volta in una città diversa, facendo “ri- nascere” il pubblico attraverso sempre nuove esperienze musicali. L’obiettivo è quello di avvicinare sempre più gente al nostro sound, trasmettendo tutta la positività, la ricerca e la passione che lega i nostri artisti a questo lavoro. Un Party itinerante, nei migliori club d’Europa e del Mondo. Siamo felici ed emozionati di portare anche nella nostra città questo evento. Il prossimo Label Night si terrà il 13 giugno in concomitanza del Sònar con “NACIDO EN BARCELONA”. Nel prossimo futuro vedo Londra, Parigi e Amsterdam. Ma abbiamo in riserbo ancora una sorpresa per Brescia a Luglio.” Sono intervenuti nell’organizzazione: Federica Cocco (bodypaiting), Bresciaevents (organizzazione generale, pubbliche relazioni e comunicazione), Matteo di Pippo (fotografo), Glamnoise (visual), Brescia che suona (impianto audio); Partner tecnici: Resident Advisor, Parkett Channel. La location che ci ha ospitato: Social Club in Via della Ziziola, 105 a Brescia. 80


81


82


R U B R I c h e

COCKTAIL DEL MESE Moscow mule Il cocktail del mese è proposto da POLVERIERA BEACH

1/4 oncia di succo di lime 1/4 oncia di bols dry orange 1 2/4 oncia di vodka Colmare con ginger Ale Guarnire con fetta di cetriolo e foglie di menta

83


R U B R I c h e

A PROPOSITO DI...

CELIAChIA

a cura di Mariapia Gandossi

Insalata tiepida di quinoa style con mandorle e verdure INGREDIENTI (per 4 persone) - 300g quinoa rossa o quinoa normale - 1 lime, succo e scorza - 1 cipolla - 1 zucchina - 1/2 broccolo - 1 spicchio d'aglio - 50g mandorle tostate con la buccia (tostatele a casa, quelle già tostate non sono buone) - 30 g uvetta passa - coriandolo e menta fresca

PREPARAZIONE Far bollire la quinoa in tanta aqua e sale fino che è cotta al dente, ci vogliono circa 10 minuti, dipende della quinoa e la marca. Lasciarla raffreddare in acqua fredda. In una padella, far saltare la cipolla e aglio in un po' di olio di oliva, aggiungere zucchina e broccolo tagliato in pezzi piccoli. Non devono cuocer troppo, devono rimandere croccanti. Tagliare le mandorle tostate. In una insalatiera mischiare la quinoa, le verdure saltate in padella, le mandorle, le uvetta, succo e scorza di lime. Aggiungere sale e lime se c'è bisogno. La quinoa assorbe tantissimo i gusti, sopratutto se non si mangia l'insalata subito. Guarnire l'insalata con coriandolo e menta fresca. Buon appetito!

84


Edith Salminen, 27 anni finlandese di nascita, freelance food writer. Ha iniziato a 19 anni a viaggiare per il mondo in cerca di gusti e sapori diversi. Da celiaca è venuta in Italia per frequentare un corso all'Unviersità del Gusto di Pollenzo per poi tornare nel nord Europa. Ora è una ricercatrice presso il “Nordic Food Lab” centro di ricerca del rinomato Chef Redzepi a Copenhagen. Edith ha deciso di raccontarsi così allo staff del Gluten Free Expo:

"Ho sempre girato il mondo grazie al lavoro di mio padre. La prima volta che sono uscita dalla Finlandia avevo 6 anni, poi ci sono tornata ormai adolescente e, appena maggiorenne, ho deciso di riprendere il viaggio, non perché non mi piaccia la Finlandia ma perché la vedo molto distante dal mondo. Il mio appetito insaziabile per il mondo mi ha fatto trasferire a 19 anni prima in Francia per studiare e poi in Italia. L’Italia era una tappa obbligata prima di tutto per il mio amore per il cibo e per la gastronomia, poi perché in Italia sono tutti molto accoglienti anche se sei straniera. In realtà la primissima volta che sono venuta in Italia non ero celiaca, avevo 15 anni e mi ricordo il supplì come la cosa più fantastica al mondo con un sapore eccezionale. La seconda invece sono venuta per frequentare un master all’Università del Gusto di Pollenzo ed ero già celiaca. La celiachia mi è stata diagnosticata all’età di 22 anni ma il calvario è stato molto lungo poiché i medici imputavano il mio malessere allo stress e alla stanchezza. Fortunatamente, mia madre, infermiera, mi portò da un medico omeopata che iniziò ad eliminare dalla mia dieta il grano e poi, vedendo che stavo meglio, mi incoraggiò per fare le analisi anche ed avere la diagnosi definitiva: celiachia. Fu strano tornare in Italia da celiaca sopratutto perché ricordavo con gran piacere la pasta, il pane e la pizza, che sono alla base dell'alimentazione italiana; il pensiero di mangiare con le altre persone e della convivialità che si crea a tavola mi faceva paura perché io avevo un'alimentazione diversa. In Italia penso sia più difficile la vita da celiaco/a perchè ci sono moltissime cose buone con il glutine. Inoltre, durante la mia permanenza a Bra, ero costretta ad andare in farmacia ad acquistare i prodotti. Altra cosa molto difficile era la reazione degli italiani quando dicevo che ero celiaca: il mio italiano non era il massimo ed era difficile spiegare il motivo per cui non potevo mangiare alcuni prodotti. Alcuni prodotti senza glutine in farmacia sembrano sintetici non sembra nemmeno cibo, pare qualcosa di morto. Il mio anno di master all'Università del Gusto è stato abbastanza duro poiché su un totale di 9 mesi di lezione, per 6 mesi, una volta al mese, eravamo in giro in Italia o all'estero per degustare, conoscere i produttori e dovevo mangiare tantissimo. La cosa più importante era assaggiare. Nonostante ciò lo staff universitario è stato molto comprensivo nei miei confronti; così mi sono organizzata con un certificato medico dove si dichiarava la mia celiachia e che non avrei potuto mangiare di tutto. Confrontando l'Italia con l'estero posso dire che la situazione è simile: è sempre difficile spiegare la celiachia, spesso la gente capiva che ero intollerante ai latticini oppure che ero semplicemente a dieta. Nei Paesi Nordici si mangia spesso carne e insalata ma ormai ho imparato a portarmi sempre qualcosa in borsa per ogni evenienza. La cosa che un po' mi rattrista è che la gente, non solo i ristoratori, non sono più abituati a fare le cose a mano, in casa. Se la gente non ha questa abitudine deve piegarsi ai prodotti della farmacia che contengono additivi e conservanti che rendono il prodotto finale più sintentico, più industriale. E' anche vero che per una persona che è da sempre celiaca questi sapori e consistenze sono diventate la normalità. La mia sfida invece è usare sempre prodotti naturalmente senza glutine anche se mi tocca sperimentare di più perché il risultato non è sempre garantito. Io ho i miei barattoli di farine varie, dal mais al riso al grano saraceno e sperimento ogni volta qualcosa che vada bene al mio palato. Parlando di senza glutine poi si pensa solo al mais e riso ma ci sono molti cereali alternativi che non vengono usati perché spesso la gente non sa come usarli. Per esempio io adoro le insalate tiepide di quinoa con salsiccia e verdure. Quando sono fatti bene non hanno nulla da invidiare ai piatti fatti a base di riso e pasta. A Novembre sono arrivata a Copenhagen per lavorare al centro di ricerca “Nordic Food Lab” del rinomato Chef René Redzepi. E' un luogo dove si creano nuovi gusti e nuovi sapori sulla base di ciò che si trova in natura nelle regioni nordiche ma si sperimentano anche nuovi prodotti, per esempio il mio pane senza glutine. Quando sono arrivata a Copenhagen avevo solo uno zaino con la mia vita dentro e il lievito madre senza glutine in tasca. Dico in tasca perché essendo semi liquido non potevo portarlo in aereo in cabina ma in stiva sarebbe andato ad una temperatura non ideale; così, ho dovuto convincere 3 uomini della security dell'aeroporto di Helsinki, a farmi salire sull'aereo con il mio lievito madre. Il mio lievito madre è nato da uno stage che ho praticato presso il ristorante di Helsinki “ Chef & Sommelier” dello Chef Sasu Laukkonen. Destino ha voluto che io fossi l'incaricata del pane. Ogni mattina dovevo svegliarmi e fare il pane tutti i giorni. Un giorno gli chiesi di sperimentare il pane senza glutine e lui fu il primo a spingermi verso la ricerca continua di quel sapore che io avevo solo in testa. Il mio sogno ora è di riuscire ad avere una panetteria tutta gluten free e che ogni persona venga a prendere il mio pane non perché è costretta ma perché è buono." 85


La Chicca Io lo faccio innamorare

Consigli per gli acquisti

Ci sono molti fattori da tener conto quando si è alla ricerca di uomo che vanno al di là dei sug gerimenti dati in precedenza suddividendo alcune categorie di uomini problematici. Anche in questo numero mi permetto di dar vi dei consigli facili ed utilissimi per la vostra s o p r av v ive n z a e s o p r a t t u t t o p e r e v i t a r e d i perdere tempo con personag gi inutili e poco indicati.

I 10 uomini da evitare: 1 ° L’ u o m o d a l c a l z i n o b i a n c o. P u r t r o p p o non tutti abbiamo avuto dei g enitori che ci insegnassero il galateo ed il buon gusto, ragion per cui ci sono ancora, all’ alba del 2014, uomini che si permettono di indossare il fatidico calzino b i a n c o. N o n s t i a m o p a r l a n d o d i o c c a s i o n i particolari quali la palestra o il footing, ma di quotidianità. Se un uomo indossa tali esemplari provenienti dagli anni ’50 ricordatevi che non si tratta di vintage, bensì di mancanza di classe. 2° L’uomo dalla scarpa da ginnastica da nero che gioca a basket nel Bronks. Tali scarpe non sono nemmeno definibili tanto sono poco appropriate ad un uomo/rag azzo che vive in città italiane ai giorni nostri. Potevamo accettarle ai tempi delle registrazioni dei Robinson, anni ’80 e in America, ad oggi, scordatevele, piuttosto prendete esempio da vostro padre e andate insieme a lui ad acquistar ne un nuovo paio. Fer mo restando che la scarpa da ginnastica o sportiva va utilizzata solamente in palestra o per attività sportive. 3 ° L’ u o m o d a l v i z i o f a c i l e. A l t r a t i p o l o g i a da evitare accuratamente, i drog ati non sono accettabili nemmeno se conoscono tutte le regole del bon ton. Se un uomo si fa trascinare dalle compagnie o dai suoi conoscenti durante una serata in disco, in casa, a cena o dopo un paio di drink, allora sappiate che non sarà difficile trovarlo tra le gambe di un'altra donna se quest’ultima cerca di circuirlo.

4 ° L’ u o m o s e n z a a u t o m o b i l e. C o m e p o t e t e pensare che possa durare una relazione con un uomo che si fa portare in giro da genitori, amici, fratelli/sorelle? Credetemi, un uomo senza auto è come un cavallo zoppo! Farà compagnia, vi pagherà la cena, ma dovreste sempre andare a prenderlo voi e conterà proprio su di voi quando per necessità sue di spostamenti non troverà un passag gio. Esistono ancora personag gi simili e fate un semplice ragionamento: come può esser stato educato dei genitori un uomo che scrocca passaggi e a cui non interessa la propria autonomia di spostamenti? A parer mio sono degli smidollati, viziati e dipendenti da chiunque gli stia intorno. Assolutamente da mollare! 5° L’ uomo che si rifiuta di imparare cose nuove. Parliamoci chiaro, ci siamo trovate più volte difronte a situazioni da affrontare in cui o si imparava a fare una determinata cosa, o si chiedeva a qualcuno di disponibile di farla per noi. Un uomo deve saper affrontare ogni tipo di situazione soprattutto davanti alla sua “bella”, ragion per cui se vi capita di frequentare un esemplare che si rifiuta di imparare ad usare la lavatrice, cambiare una g omma dell’auto, stirare o cucinare, lasciate perdere, vuol dire che è un pigrone senza stimoli nella vita. Uno che preferisce lasciarsi vivere che affrontare le circostanze in cui si trova, il classico uomo che il giorno in cui si romperà la lavastoviglie vi risponderà con estrema rilassatezza e menefreghismo: “lunedì chiamiamo l’ idraulico” quando il lavandino è già straripante di piatti. State pur tranquille che non prenderà in mano la spugna e lo svelto, ma rimar rà c o m o d a m e n t e stravaccato sul divano.

Continua...

ChiccaBaroni

baroni.chicca@gmail.com

86

R U B R I c h e


ELLE BI

CERIMONIA

COLLEZIONE P/E Corso Garibaldi 20 - Brescia - tel. 0303774125

87


RUBRI c h e

Amici di Zampa GIOCHI PER INSEGNARE LA CALMA E L'AUTOCONTROLLO... (quello che i cani vogliono davvero!!!) Buon gior no amici di zampa!! Come promesso questo mese parliamo di giochi utili per insegnare calma ed autocontrollo! Parliamo dei giochi dove il cane deve mettere in campo il suo organo più sviluppato: il naso. Utilizzare il naso per fare ricerche non è così s e m p l i c e c o m e p o s s i a m o p e n s a r e. L e a t t iv i t à olfattive oltre che essere profondamente auto soddisfacenti, poiché impiegano le doti naturali del cane, sono anche estremamente complesse e faticose poiché richiedono calma e concentrazione. Per poter insegnare al cane un compito complesso (come la ricerca di og getti o la discriminazione di sostanze) dobbiamo par tire da un esercizio semplice e molto gratificante, come la ricerca di bocconcini!! Ma prima di tutto dobbiamo accertarci di avere tutti i requisiti per poter cominciare!! 1) Tanta pazienza 2) Pettorina e guinzaglio lungo (3m) 3) Un collaboratore che in caso di necessità tenga il cane al guinzaglio mentre noi prepariamo il “set” 4) Cibo che piace moltissimo al cane!! I bocconcini che andremo ad utilizzare devono essere piccoli freschi e saporiti, cibo gustoso e facilmente consumabile! Una cosa impor tante da ricordare è che, come abbiamo detto, questo è un esercizio faticoso che necessita di grande dispendio di energie, quindi, termineremo i nostri esercizi dopo 3/4 ripetizioni. Un’altra motivazione per cui gli esercizi devono essere brevi è che, come per tutte le cose belle, s e r i p e t u t e t r o p p o a l u n g o o t r o p p o s p e s s o, diventano noiose, per altro, dobbiamo tenere in considerazione che la capacità di concentrazione di un cane è limitata (almeno inizialmente, poi può essere allenata, ma ci vuole tempo) Quindi, se vogliamo che un bel gioco non diventi un obbligo, dobbiamo terminare il training con tanta gratificazione così da lasciare un ricordo positivo e vincente. 88

Fatte tutte queste premesse siamo pronti per giocare! PRIMO STEP: Mentre il cane, trattenuto al guinzaglio, vi guarda, buttate un paio di bocconcini a non più di un metro da voi, lo liberate e lasciate che cor ra a cercarli, quindi con g rande enfasi, premiatelo e ditegli che è stato bravissimo. D o p o c h e h a i n g o i a t o l ’ u l t i m o b o c c o n c i n o, richiamatelo. Ripetete un paio di volte. SECONDO STEP: Lanciate 2 o 3 bocconcini uno dopo l’altro, di seguito. Assicuratevi che il cane stia guardando e che i bocconcini cadano vicini l’uno all’altro. Senza dire nulla, lasciatelo libero di cor rere a cercarli e mangiarli. Fategli tanti complimenti quando li trova. Se non ne trova anche solo uno, richiamatelo e lanciatene un altro nello stesso punto di quello non trovato, che così diventerà un bonus nella ricerca successiva. Più ricompense trova, più il gioco sarà interessante e diver tente. E’ molto probabile che a questo punto abbia capito come funziona l’esercizio, quindi possiamo aumentare la difficoltà lanciando i bocconcini più lontano e distanti tra loro. TERZO STEP: Adesso è ar rivato il momento di ag giung ere il segnale verbale, (è un momento molto delicato). Prima dovete accettarvi che l’esercizio sia chiaro. Fate un test, se dopo aver lanciato i bocconcini a ter ra, il cane va diretto a cercarli, vuol dire che ha capito l’esercizio, altrimenti tornate allo STEP 2. IL segnale verbale è la parola che (per quelli che pensano di dover sottomettere i cani si chiama “comando”) quando viene pronunciata, indica il compito che il cane deve svolgere. Può essere “cerca” o ciò che preferite. Date il segnale subito prima che parta a cercare, e se esegue tutto cor rettamente, da quel momento in poi in poi dovete utilizzare quella parola ogni volta. Dopo poche ripetizioni il cane assocerà il segnale a questa attività.


Ciro

Dog Beauty Contest:

Invia la foto del tuo beniamino a 4 zampe a ufficiografico@bresciaup.it La più diver tente ver rà scelta e pubblicata sul prossimo numero!

QUARTO STEP: Possiamo complicare un po’ le cose ed allenarlo ad una concentrazione più prolungata. Prepariamo i nostri bocconcini in un’area più ampia, magari in un luogo all’aperto, sull’erba, dove per trovarli deve necessariamente usare il naso, questa STEP preparatorio ci introduce alla fase finale. FASE FINALE DI APPRENDIMENTO Disponete i bocconcini senza che vi veda, ossia mentre vi aspetta in un'altra stanza, dietro la porta, in macchina, dietro una collina etc. Essendo la prima volta che non vede i preparativi, disponete la ricerca in modo che sia semplice, mettete il cibo dove pensate che lo possa trovare rapidamente. Prendete il cane, dategli il segnale es. ”CERCA” e lasciatelo libero. Se parte a cercare, CONGRATULAZIONI!!!! Ha imparato il segnale ed avete raggiunto l’obiettivo. Se invece non ha capito cosa deve fare, non i n s i s t e t e, s i g n i f i c a ch e d ove t e r i p a r t i r e d a l QUARTO STEP (o dal TERZO) prima di arrivare a questo punto. Continuate a sperimentare finché non appena pronunciate la parola stabilita inizia a cercare*. Adesso che avete imparato questo gioco ed il c a n e h a u n s e g n a l e ve r b a l e c h i a r o, p o t e t e aumentare le dimensioni del campo di ricerca. Per rendere il cane sempre più competente, dovete allenarlo a cercare in tutti i tipi di ambiente, che siano al chiuso o all’aperto. Per fare questo, se l’addestramento, ad esempio, è iniziato in casa in una stanza precisa, fategli cercare in tutte le stanze, poi passate a nuove case, o g arage ed infine a diversi tipi di luoghi all’aperto, parchi giochi, bosco, prati con diverse altezze dell’erba e tipo di vegetazione. La cosa importante da ricordare è: MAI ARRABBIARSI CON IL CANE!!! Se l’esercizio non viene compreso la colpa è di chi si è spiegato male!!!Buon lavoro a tutti!! Dott.ssa Margherita Gaspari margherita.gaspari@gmail.com

PICCOLI ARTISTI CRESCONO Nicolas Resinelli, Bresciano nato il 16 novembre 2000. La sua passione è la musica. All’età di 7 anni si iscrive all’accademia musicale. Incominciando a prendere lezioni di canto e di pianoforte. Con la sua voce predisposta per il canto lirico, viene chiamato ad eventi, cantando per l’Unicef e sfilate di moda. Ospite negli studi televisivi di RTB: “Ho tanto da studiare e da imparare.. ma non mi spaventa, sono giovane c’è la farò.” Userò la mia voce per aiutare il WWF. Oltre alla musica è appassionato della natura e degli animali. Dando un esame viene ammesso al Liceo Musicale.


Coco et La vie en Rose Care lettrici di BresciaUp, nonostante le condizioni climatiche non ci invitino a "scoprirci" per sperimentare le nuove tendenze di stagione, oggi ve ne voglio presentare una davvero... celestiale! Sto parlando delle trasparenze che, sotto forma di pannelli di tessuto impalpabile, creano un delicato e sensuale effetto "vedo-non vedo".

Image credits to: Vogue.com

L'effetto "trasparenza" va dosato con attenzione, in base all'etĂ  e alla conformazione fisica. Sono preferibili le tinte chiare e le linee morbide, per evitare di cadere nella volgaritĂ . Ecco alcune ispirazoni tratte dalle passerelle: 90


RUBRI c h e Non mancano le proposte low-cost: se volete provare questo trend, da Zara e Bershka c'è l'imbarazzo della scelta.

In senso orario: - Zara sleeve dress €43 - zara.com - Shirts top €24 - bershka.com - Rare London white lace dress €59 - topshop.com - A line cocktail dress €18 - oasap.com - Floral print dress €26 - oasap.com - Zara tube skirt €19 - zara.com

Valeria indossa: SHEER BLOUSE, BERSHKA MINI-BAG, FURLA TAUPE PUMPS, THE FAB SHOES Per consigli personalizzati su come indossare questo trend, non esitate a contattarmi! A presto Bisous Coco

Outfit del mese

Valeria Arizzi Fashion Blogger & Personal Stylist Coco et La vie en rose www.cocoetlavieenrose.com valearizzi@hotmail.it 91


S y s t e m I n t e g r a t o r IntegratoriDiTecnologia

SOLUZIONI Audio sistemi di illuminazione soluzioni video sistemi di sicurezza NOLEGGIO di video e grandi schermi a led

92

Area Sistemi S. r. l. Via Artigianale 53 25010 Montirone (BS) info@areasistemi.pro www.areasistemi.pro


R U B R I c h e

STEFANIA PAROLIni

Photographer: Selene Zarcone

del mese 93


del mese

STEFANIA PAROLIni Ciao sono Stefania, e vivo a Brescia. La mia passione sono i viaggi e amo stare in compagnia di amici. Adoro il sushi e il buon cibo italiano. In questa foto sono modella bodypainting, chiamata dalla rivista BresciaUp e stata un'esperienza magnifica. Un saluto a tutti i lettori.

Photographer: Selene Zarcone

Body painter: Federica Cocco


P R E S E N T A

NOLEGGIA LA TUA

E-BIKE

La Polveriera Via Castellini 14, Brescia T 030 3752271

ADV-POL-BSUPgreenbeach-140314.indd 1

www.lapolverierabeach.com

14/03/14 17:05


OROSCOPO del mese

Ariete: Mese molto positivo! In famiglia l’atmosfera sarà riscaldata dal passaggio di Mercurio in Gemelli dal quindici, che ti offrirà complicità e la possibilità di dialogare serenamente. Ottimo quindi per affrontare eventuali conti in sospeso: metti da parte i rancori e sii costruttivo e intelligente. La vita sociale sarà in primissimo piano: avrai voglia di concederti qualche svago in più, di gite fuori porta e di divertimenti serali. Potresti aumentare il giro delle tue amicizie e conoscere gente parecchio interessante. Toro: Frizzante, vivace, disponibile e a momenti anche un po’ malinconico e pensieroso…Questo mese ti farà tanti regali. La prima parte sarà positiva per tanti motivi. Ci saranno novità, cambiamenti, svolte. E a tratti, anche un pizzica di paura, mentre ti chiedi, consapevolmente o meno, se sarà la cosa giusta. Sì, amico, lo sarà se ti lascerai alle spalle il passato: è il momento di aprire le finestre e di cambiare aria! Gemelli: Mese molto positivo! Venere sarà nel tuo segno dal 9, mentre Mercurio sarà in Gemelli dal 15. Ti aspetta quindi un ottimo momento per affrontare eventuali tensioni familiari, per migliorare il dialogo, ma soprattutto per spassartela e divertirti come preferisci. La vita sociale sarà in primissimo piano: ti concederai qualche svago in più, come, ad esempio, gite fuori porta e maggiori uscite serali. Potresti aumentare il giro delle tue amicizie e conoscere gente parecchio interessante. Cancro: Sarà un mese favorevole per lasciarti alle spalle tutti i conti in sospeso: ci riferiamo alle tensioni familiari, ai dubbi e ai crucci che nei mesi precedenti ti hanno lasciato con il fiato sospeso. Lascia andare quello che non funziona, sii tollerante e gira pagina. Mercurio sarà tuo alleato fino al quindici, e ti aiuterà nella comunicazione. Questo passaggio è ottimo anche per migliorare la vita sociale, per divertirti, organizzare brevi gite o conoscere nuove persone.

Leone: Mercurio, Sole, Venere e Marte in Toro non annunciano un inizio mese sereno: ci sono molte tensioni e tu hai una gran voglia di sbranare qualcuno! Calma, se ci riesci, e cerca di sorvolare. In famiglia e con gli amici, l’atmosfera diventerà un po' più rilassata grazie al passaggio di Mercurio in Gemelli dal quindici. Il pianeta ti offrirà complicità e la possibilità di dialogare serenamente, ma tu dovrai anche impegnarti e voler risolvere quello che non funziona. La vita sociale sarà in primissimo piano nell’ultima parte del mese. Vergine: Il mese inizia alla grande: hai un notevole sostegno astrale e potresti mettere in cantiere i progetti che ti stanno più a cuore. Anche in famiglia, l’atmosfera sarà piacevole, pur se le solite contraddizioni sono sempre presenti. Si tratta di qualcosa di più di una semplice contraddizione? Allora sfrutta il transito di Mercurio, favorevole fino al quindici, per andare a fondo. L’ultima parte del mese sarà più controversa e dialogare potrebbe non essere così semplice! Bilancia: Mese molto positivo! In famiglia grazie al passaggio di Mercurio, in Gemelli dal quindici, vivrai un clima più sereno del solito. Potrai dialogare, affrontare certi problemi, se ci sono, viaggiare, se lo desideri, e anche godere una vita sociale vivace e spumeggiante. Le prospettive sono favorevoli e potresti sentirti sodisfatto di quello che hai realizzato. Ti meriti un regalo speciale: che ne dici di toglierti quello sfizio che desideri da tempo? Scorpione: Mercurio, Sole, Venere e Marte in Toro non annunciano un inizio mese brillante. Purtroppo dovrai fare i conti con qualche

tensione, e tu stesso sarai piuttosto irascibile e nervoso. La tua ironia sferzante si farà sentire, e sarai spesso tentato dalla voglia di rompere i legami con una persona che ti fa davvero perdere la pazienza. Carca di mantenere la calma, perché, tranne Marte, tutti gli altri pianeti passeranno in Gemelli a partire dal nove. Il mese quindi sarà più tranquillo nella seconda parte, sempre se nel frattempo non avrai combinato un gran casino… Moderati!

Saggittario: Questo mese sarà diviso quasi in due dal passaggio dei pianeti (Venere prima, Mercurio e Sole in seguito) dal segno

del Toro a quello dei Gemelli. La prima parte sarà più serena e scorrevole, ma nella seconda e ultima potresti dover fare i conti con qualche tensione familiare, imprevisti domestici o discussioni fra amici. Sarà difficile rimanere obiettivo e capire come andranno davvero le cose, chi ha ragione e chi torto. Meglio quindi non essere frettoloso e non prendere nessuna decisione, per il momento…

Capricorno: Mese piacevole, divertente e riposante! Ti aspetta un ottimo periodo per chiudere con tutti i problemi: ci

riferiamo alle tensioni familiari, ai dubbi e ai crucci dei mesi precedenti. Affronta quello che non funziona, cerca di essere meno severo e gira pagina. Mercurio sarà favorevole fino al quindici, e ti aiuterà a dialogare serenamente. Questo passaggio è ottimo anche per la vita sociale, il divertimento, per gite, viaggi o conoscere nuove persone.

Acquario: Mercurio, Sole, Venere e Marte in Toro non segnalano un esordio di maggio luminoso. Forse ci sono molte preoccupazioni in casa, oppure tu sei molto irritato con qualcuno. In famiglia e con gli amici, l’atmosfera diverrà più serena grazie al passaggio di Mercurio in Gemelli, che avverrà il quindici. Il pianeta ti regalerà tolleranza, comprensione e la possibilità di dialogare serenamente. La vita sociale sarà più effervescente nell’ultima parte del mese.

Pesci: Mese che al principio ti promette grandi cose: Sole, Mercurio, Venere e Marte sono in Toro. In

RUBRI c h e

famiglia, l’atmosfera sarà piacevole, nonostante qualche leggera tensione. Si tratta di qualcosa di più di una semplice tensione? Allora spremi a fondo il transito di Mercurio, favorevole fino al quindici, per dialogare e risolvere i problemi. L’ultima parte del mese sarà più problematica e capirsi potrebbe non essere così semplice!


MANGANO mangano.com


MAGGIO DUEMILAquattordici

MAGGIO DUEMILAquattordici

€ 3,00

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA

Redazionali 75

Sestino Beach new opening Mangano apre s Firenze La Folle Corsa

Eventi

LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO OMAGGIO

M.I. Car “Are you top selfie?” Wise Boutique “5 sense” La Sosta ospita Dolcerama

Rubriche

Cocktail del Mese Moda Up - Coco et La vie en rose A proposito di celiachia


Maggio 2014