Page 1

gennaio DUEMILAquattordici

gennaio DUEMILAquattordici

€ 3,00

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA

LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO OMAGGIO

COMPLESSO MALTA

Redazionali 71

Mail Art : Formigoni celebra Cavellini Motor Circus Expo Rally Brixia Iuvenis

Eventi

La Sosta ospita Champagne & Co Wise Luxury Store Inaugurazione Caffè Cavour

Rubriche

ModaUp - Coco et la vie en rose Amici di zampa L’antico Egitto


“le persone che progrediscono nella vita sono coloro che si danno da fare per trovare le circostanze che vogliono e se non le trovano le cercano� george bernard shaw

27 2007

giugno

BRESCI A

www.bresciaup.it


E D I T O R I a l e

HAPPY BIRTHDAY

KATE MOSS n più di 25 anni di carriera Kate Moss ha lavorato con tutti i più grandi nomi della moda: Gucci, Dolce & Gabbana, Dior, Stella McCartney, Chanel, Yves Saint Laurent, Burbery, sono solo alcuni dei marchi che l’hanno vista protagonista, e ancora oggi il suo nome e il suo volto sono richiestissimi, questo perché Kate Moss vende. E’ un dato di fatto, la Moss attira le fashioniste come il miele con le api, qualsiasi cosa indossi, la popolazione femminile cerca di eguagliarla. La Moss è un prodotto che è sinonimo di glamour, bellezza, trasgressione, cavalcando il mito dello slogan anni ‘60, sesso droga e rock ‘n roll, ha costruito una carriera ispirandosi stilisticamente ad Anita Pallenberg, la musa dei Rolling Stone, compagna storica di Keith Richard e amante di Mick Jagger e Brian Jones. I suoi scatti rubati dai paparazzi che la immortalano mentre passeggia per le vie di Londra con look casual e street style sono tra i più cliccati della rete e imperversano tra i siti di centinaia di blogger di tutto il mondo. Alla soglia dei 40 anni (16 gennaio 2014) Kate Moss non smette di provocare e ha deciso di brindare agli “anta” facendosi ritrarre da Marcus Pigott, distesa sul pavimento con sguardo felino, con le orecchie di raso da coniglietta e il pon-pon sul fondo schiena, festeggiando un altro compleanno storico, i 60 anni di Playboy ( per estrema felicità di Hugh Hefner). Lunga vita a Kate Moss dunque, principessa di stile, regina degli eccessi, a lei lo scettro di bellezza e seduzione. Come cantavano i Sex Pistols, gruppo da lei amato, mi lascio scappare un: “God save the Queen”.

I

R E N A T A

Sortino


& presentano

BRESCIA FASHION SHOW 2014 Sfilata di Moda, Bellezza & Arte

SABATO 15 FEBBRAIO dalle 17 alle 24 Intrattenimento Area Food & Drinks Live music Dj set

Location via Oriana Fallaci, 30 - Castel Mella (Bs) www.bresciaup.it - info@bresciaup.it Brescia Up - Glamfashion Events


CORRESPON d a n c e s

Il segreto per mantenere

le promesse per il nuovo anno icuramente tutti con l’anno nuovo portano nuovi inizi e uno stato che ci spinge a voler rompere le cattive abitudini per diventare la persona che vorremmo essere. Ci sono tre tipi di motivazione: intrinseca, estrinseca e non-motivazione. La motivazione intrinseca è la più produttiva perché viene dal proprio interno. Questo tipo di motivazione consiste nell’intraprendere un’attività perché è divertente o rappresenta una sfida. Mantenere la rotta nel voler diventare una persona migliore durante tutto l’anno potrebbe non essere difficile se vi è un cambio di prospettiva. Molti di noi fanno promesse per il nuovo anno per motivi esterni. Vogliono fare colpo sulle persone, diventare più attraenti estereormente e pazienti o più incisivi a livello caratteriale a seconda delle motivazioni e obiettivi che si hanno, oppure spinti sempre da fattori esterni obbedendo ad esempio ad un dottore, un coniuge o per il bisogno di vincere un trofeo così da farsi vedere dagli altri. Ma da un punto di vista produttivo, le motivazioni intrinseche ed estrinseche potrebbero assomigliarsi, la motivazione esterna tuttavia è più vicina ad una non-motivazione; la non-motivazione si ha quando un qualcosa viene fatto senza uno scopo. Se una promessa non ha uno scopo stabile, ci sono poche ragioni per mantenerla. Avere autonomia significa mantenere un senso di controllo. Le persone hanno bisogno di essere libere, non ci piace essere regolamentate! In altre parole, non si dovrebbe cominciare la promessa per il nuovo anno di migliorare la propria salute perché l’ha detto il dottore; si dovrebbe farlo per sé stessi. Credo che la chiave più importante per la risolutezza sia il senso delle proprie capacità. Si dovrebbero scegliere obiettivi piccoli. Raggiungere piccoli obiettivi uno per volta genera fiducia e incoraggia all’obiettivo finale. Ad esempio se siete spinti dal bisogno di perdere peso (soprattutto ora che usciamo dal periodo natalizio) o altro, non lasciate in questo caso che sia il fattore estetico a controllarvi. Pensiamo a ciò che otterremmo nel seguire un programma di esercizi per sentirci meglio con noi stessi e con gli altri. Questo può essere un primo passo per iniziare l’anno nel migliore dei modi, così come rivedere i nostri atteggiamenti verso gli altri, porci delle regole con noi stessi che non ci portino a vivere in simbiosi con una quotidianità solita e schematica. Fermiamoci e riflettiamo su queste cose, un abbraccio Manuela

S

M a n u e l a

Prestini


n° 71

80

REDAZIONali 14 Complesso Malta 20 Mail Art: Formigoni celebra Cavellini 24 Motor Circus Expo Rally 30 Ok School per le imprese 32 Pedibus Calcinato 36 Ortopedia tecnica Gasparini 38 Fenix - A Vengeance Tale 40 Abibebi 42 Hotel Costez 44 Brixia Iuvenis 80 A tu per tu con dj Giovi 83 Dal Ben riconfermato 87 Exclusif - la moda di un lusso diverso

R U B R I c h e

18 Amici di zampa 27 I viaggi della Poderosa 28 Federico Guastaroba Designer 34 Studio Cappiello 46 Studio Lumini 48 L’Antico Egitto 82 Ricetta del mese 84 ModaUp - Coco et la vie en rose 90 La Chicca 91 A proposito di celiachia 93 Modella del mese 96 Oroscopo

42

91


40 24

VIVI TUTTI I COLORI DI BRESCIA

ABBONATI A

27

84

SCARICA IL MODULO DAL SITO: WWW.BRESCIAUP,IT


n° 71 E V E n t s 52 54 56 58 62 64 66 68 70 72 74 76 78

LA SOSTA ospita Champagne & Co TELEFONO AZZURRO ROSA, finale casting SQUADRA CORSE ANGELO CAFFI EXPLOIT FOR CHRISTMAS RE DEL MARE, 1° compleanno CAFFE’ CAVOUR, inaugurazione MODELLA PER UNA SERA, IV tappa CASCINA DOSS, 1° compleanno WISE LUXURY STORE, fashion night out RETROUVE’, inaugurazione nuova boutique SALAMENSA ospita Charlie Gnocchi RIPASSO ISEO, aperitivo con Francesca Cheyenne POLVERIERA BEACH, festa di compleanno

Direttore Responsabile Renata Sortino (direttore@bresciaup.it) Caporedattore Manuela Prestini (duesse@bresciaup.it) Redazione e Ufficio Stampa Antonio Russo (info@bresciaup.it) Graphic Design Paola Arizzi (ufficiografico@bresciaup.it) Direttore editoriale Luca Marinoni Marketing Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it) Stampa Quippe.it Dalmine (Bg) Photographers Selene Z. Rolando Giambelli Patrick Merighi Matteo Di Pippo

74

Collaboratori Francesca Robbio, Emanuele Lumini, Emanuele Zarcone, Alberto Bonera, Roberto Cappiello, Anthony Le, Edward Battisti, Giuseppe Petrocelli, Valeria Arizzi, Rolando Giambelli, Simone Mor, Davide Mor, Chicca Baroni, Marco X, Rossano Caffi.

54 78

Redazione

M: +39 339 68 36 770

58

Abbonamenti e-mail info@bresciaup.it www.bresciaup.it BresciaUp BRESCIAUP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N°37/2007 DEL 8 SETTEMBRE 2007

www.duesseadv.it DuesseAdv


Pellicceria

TO A S U ’ L L E D A PERMUT

Rimessa a modello, pulitura, servizio a domicilio, pellicce e borse rettile in coordinato

via S. Martino della Battaglia, 5C Brescia - tel. 030 45125 ¡ 030 47000 - www.compelbrescia.it


E D I T O R I a l e

A N T O N I O

Russo

Sindrome rancorosa del beneficiato verso il suo benefattore arà sicuramente capitato anche a voi, di avere la penetrante delusione di essere maltrattati da chi, in precedenza, era stato proprio da voi aiutato. Non con una semplice ingratitudine, che è banalmente umana e diffusissima, ma con qualcosa di più, di diverso e d’inaspettato. Indicativa la storia di quel signore che aveva tolto dalle difficoltà una persona, l’aveva ripulita e persino, credeva, bonificata dall’orrore dei ricordi. Le aveva trovato anche un impiego ma infine, dopo mesi, era stato da questa, depredato d’ogni risparmio e oggetto prezioso, per poi accorgersi che era sparita nel nulla. Oppure la vicenda di quel medico che, mosso dalla compassione, aveva operato gratuitamente nella sua clinica un paziente privo di mezzi per poi vedersi notificata una citazione in Tribunale proprio da lui che, ormai sano come un pesce, pretendeva un risarcimento danni per un improbabile accanimento di farmaci e terapia. È storia, peraltro, di tutti i giorni, quella di molti mariti che fanno vivere le mogli come regine, viziate, coccolate e protette, per doversi a un certo punto confrontare, senza alcun sospetto, con un mediocre bellimbusto “capace di ascoltarle” ma che non se le porta neppure via e che dire di quelle mogli che aiutano nella carriera il coniuge caricandosi solo loro sulle spalle la fatica pluriennale e ripetitiva della casa, dei figli, della socialità, del risparmio e poi si sentono spiegare, dal vile spensierato, “mi sono innamorato di un’altra perché ride ed è giovane”. Ma chiedo, avete mai provato a fare una raccomandazione e subito dopo essere perseguitati all’infinito dal raccomandato non assunto, perché a suo dire, non vi siete dati abbastanza da fare, per scoprire invece che lui si era posto con arroganza o non era stato puntuale o comunque non si era mostrato all’altezza? A questo punto non si può non riflettere su quell’elegante politico ma non è l’unico, che era sul punto di diventare nessuno e che invece, grazie soltanto a uno più potente e capace di lui, si è riciclato in qualcuno ed è diventato anche molto importante. Troppo. Ebbene, incapace pure lui, non solo nella gratitudine, ma addirittura del più basilare rispetto, verso l’uomo generoso e verso la carica governativa, oggi si affanna a dileggiare e denigrare il suo benefattore, tentando di far dimenticare agli altri che è stato proprio lui il suo unico, importante e gratificante sponsor. Dall’opportunità, all’opportunismo, alla viscida denigrazione. Tuttavia, la passione difensiva ci porta magari a prendere a cuore le vittime, anche se indifendibili su altri fronti. Vittima della nostra imprudente generosità, della fiducia che si sparge a pioggia. Questa è la Vittima, plurirecidiva, della sindrome rancorosa del beneficato. Basta solo pensare, per descriverne cause ed effetti, anche a quella sovrabbondanza di comici pseudo intellettuali e molto sinistri che affollano le sue reti televisive e hanno preso a lanciargli disgustose polpette di fango, quando invece dovrebbero innaffiarlo di champagne. Considerate, quantomeno, le ricchezze, anche e probabilmente molto estere, che questi ridanciani beneficati hanno accumulato sulla sua pelle e alle sue spalle. Denaro che proveniva, e proviene, solo da e dalle occasioni offerte loro in nome della libera opinione. Basta chiedere. Per avere in cambio, quasi sempre, allusioni, veleni, aggressioni infide, persino vendette da parte dei suoi protetti che, prima o poi, mostrano di soffrire della sindrome rancorosa del beneficato. Patologia del pensiero, questa, che affligge gli stupidi, gli incapaci, gli invidiosi. Tutti coloro cioè che devono per forza usare le posizioni e le potenzialità altrui, perché agnellini sperduti privi di meriti personali. E una volta raggiunti gli obiettivi, grazie all’intervento provvidenziale, si trasformano in lupi rabbiosi. Sono, infatti, del tutto inadeguati a raggiungere i livelli di chi sfruttano come parassiti e, dunque, covano nella gelosia e nel rancore il sogno malefico di distruggere chi li ha aiutati. Per non volerlo e doverlo ringraziare, fanno la fine di Lucifero. Sono incapaci di ammettere per tempo la propria indiscutibile inferiorità. Perché non riescono a convincersi di essere soltanto inutili vuoti a perdere. Quando sono svuotati del liquido dorato e frizzante, nonché del marchio prezioso e notorio, che li rendevano apprezzabili.

S


Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni.

• Implantologia tradizionale, computer-assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia orale (compresi ottavi inclusi e chirurgia preimplantare) • Chirurgia parodontale • Protesi fissa e mobile, conservativa • Endodonzia • Gnatologia • Posturologia • Ortodonzia fissa, mobile ed invisibile • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionali con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni

STUDIO DENTISTICO DR. AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030.2792590


12


www.igussago.it

Via V. Emanuele II, 52/d - Flero (Bs) Tel 030 2761055

igussago


COMPLESSO MALTA Il Complesso Malta ha come impegno il progetto di realizzazione di offrire migliori ser vizi, con una forte presa in carico del cliente, questo si comporrà con un lavoro complesso e impegnativo sotto molti aspetti innovativi e funzionali. Stiamo parlando della più grande opera edilizia cittadina polifunzionale. Quattro str utture congeniate in modo moderno, tecnologicamente avanzate, a misura di persona e integrate con la rete dei ser vizi cittadini, non da ultima la fer mata della metropolitana nel suo interno. La nuova organizzazione dell’attività di riqualifica, trova fondamento nei “principi guida” di ultima generazione, portando così la str uttura all’eccellenza innovativa interdisciplinare. Un progetto di assoluto rilievo con standard elevati dal punto di vista architettonico, assistenziale, tecnologico e funzionale, caratterizzando così il continuo evolversi delle esigenze che costantemente cambiano. In questo momento delicato, è ancor più necessario rinnovarci, rafforzando così la nostra qualità. Cogliamo l’occasione per ringraziare pubblicamente, tutte le aziende, collaboratori, amministratori, professionisti e condomini che sino ad ora ci hanno dato la loro fiducia e ce la stanno rinnovando continuamente. Di seguito alcune delle aziende: NG GROUP, JUNGLE FEVER SALON, AMERICAN NAILS & BEAUTY, ASSOCIAZIONE SPORTIVA LAURA CARLI, SQUIZZATO ASSICURAZIONI, NORTHERN SERVIZI FINANZIARI, ZEROTRENTA TOUR OPERATOR, BANCA POPOLARE DI VICENZA, INA ARREDO, STRABLA ENGINEERING, AXA ASSICURAZIONI, SINDACATO FABI, AMERICAN SCHOOL, PRIME, DOURING, MAN POWER, CONSORZIO AGRARIO PER LE CULTURE INTENSIVE, SCRIBA BRESCIA, EASY PA, MILAGRO, Geom. Celli, Geom. Pasquali, Geom. Otelli, GLOBO, HALLEY INFORMATICA, STUDIO DI ARCHITETTURA VEZZOLI & RIZZINELLI, CENTRO COPIE BRESCIA DUE, STUDIO AGAZZANI, LOGOS, LACS, OVB, BAR CITTA’ NUOVA, FZ GRAPHIC & DESIGN, PLAY TIME, BRIXIA CLUB, UFO AGENCY, REALE MUTUA ASSICURAZIONI. Non da meno un ringraziamento a tutte le aziende non citate e a quelle che ci auguriamo di avere in futuro. Inter media Ser vizi Immobiliari via Malta

14


15


Planet Caffè Aperto dalle 10 alle 24 Colazioni, pranzi e happy hour Tavola fredda

via duca degli abruzzi 119 brescia Sopra il centro commerciale billa

Tavola fredda


let

ro

ev

Pro ..fa ssim

ro

ma

Ca

da

ia.

tal

nI

47

li: -Via Te A. -Via l :03 Diaz Te Folz 0.21 4 S l: an 03 one 069 Z 0.9 1 08 eno 91 Lon Nav 90 ato iglio 35

Filia

ei

ial

ffic

,u

tti . sc ame ISO eg nte Con CA lie R re.. a B Via cess S.r res . Te Val ion .l. cia Fa l: 03 cam aria .... x: 0 on po 03 .31 ic unic tra 0.3 45 a 1 a p ia 14 26 4 er 56 mm Bre 4 sc ira ia re ep la rovi leg nci ge a. n

Ch

ED SP

V. ON (C 03 20 3/ 35 L. D. E AL ST PO TO EN M NA BO AB IN E ON IZ I

ESC

IAUP BR

Ev

e

gio

hi ‘6 • 1 Sat èn Gio iell eria

In

A Z ET LI BB PU

co C per Pe omp tina llic el ceri a

lucc

Ber Bag

Inte nt rno A 4 -ser ldo C • o at QI a es ppola Clu clu bb siva • ing::M anfr edi

erti

Gil b

A CI ES BR B DC 1. A M M CO 1 T. AR ) 46 N° 04 20 2/ /0 27 L. IN

€.

2,

50

ng l'a uida ut o s tor ce e n gli on ei (..T l g sceg ra uid lie ns fo at rm er or l'aut s.. e.. ) " o,

"..U

No ve MB re du eM IlA uN dI CI

Wh at els e?

ph. Elias

Buona

Ph. Francesco Elias - Loca tion: I Giard ini Rigamon ti City Beac h

estate..

65

GIUGNO DUEMILA

TREDICI

. SPEDIZION E IN ABBONAM

Redazio

ENTO POSTALE

GIUGNO DUEMILA

nal

- D.L. 353/2003

TREDICI

I Sorrentino i Amministr , la ristorazion e di quali atori condo tà miniali certificati

(CONV. IN L. 27/02/20 04 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA

Il grand e gatsb Tennis Forza y va in scena con Calib e Costanza, an Golubic regina di brescia

Eventi

www.bresciaup.it LE COPIE DISTRIBU ITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO OMAGGIO

EU GE NIO MA SS ET TI

Da sfogliare...

dA AscoltarE ...

Da CliCcare ...


RUBRI c h e

Amici di Zampa Questa vuole essere la r ubrica su uno dei settori più in crescita e di moda degli ultimi dieci anni, si tratta dei nostri b en i a m i n i a qua t t r o z a m p e, un m e r ca to s em p r e p i ù i n espansione che unisce tutti… Non esistono classi sociali, sesso o fasce d’età. Gli animali da compagnia diventano un rimedio ir rinunciabile contro lo stress e l’ansia della vita moderna; cani, gatti e conigli sono in cima alle classifiche, ma il vero vincitore è il fedele compagno “Fido”. Il cane con la sua propensione collaborativa abbatte tutte le barriere, c o n q u i s t a t u t t i e d ive n t a u n a i u t o f o n d a m e n t a l e n e l l a quotidianità dei non vedenti o di chi ha ridotte capacita motorie; e non solo! Sempre più emancipato finalmente assume un ruolo diverso da quello interpretato qualche anno fa e fortunatamente, il cane da giardino, imprevedibile, sporco e maltrattato viene scalzato dal cane di famiglia che vive la casa e i suoi abitanti a 360°, libero cittadino pulitissimo talvolta fashion e spesso viziato. Da un eccesso all’altro, ma il vero scopo è trovare un equilibrio e per farlo dobbiamo “dare un colpo al cerchio”: il proprietario indaffarato, di corsa tra ufficio, supermercato e bambini cerca il miraggio di un po’ di relax e “la botte”: il nostro fido che trascorre interminabili ore davanti la porta di casa in attesa del suo compagno di vita. Non temete, gli esperti del settore assicurano:” … è molto più semplice di quanto non possa sembrare, ci vuole solo un po’ di impegno per resettare il nostro cervello da quelli che sono i vecchi precetti sull’educazione dei cani”. Il settore cinofilia ha cambiato volto: via i collari a strangolo, via i metodi coercitivi da bar”. Aprono le università: etologi, scienziati e genetisti ci raccontano il volto del cane, le leggi lo tutelano e sempre più attività possono essere svolte insieme a lui. I tempi cambiano, oggi prendere un cane non significa più che avere un pezzo di cortile e gli avanzi della cena, oggi il nostro “Fido” è una scelta di vita, una responsabilità morale, economica e legale. La nuova rubrica amici di zampa ci svela tutti i volti della cinofilia: salute, benessere, legislazioni ed educazione! Non solo vi darà tutte le informazioni provenienti dall’eccellenza del panorama cinofilo italiano, bensì risponderà anche alle vostre domande appog giandosi ad esper ti del settore per essere davvero un fedele compagno!

18


Mail art Formigoni celebra Cavellini nel centenario della nascita Nel centro storico di Brescia, alla galleria San Zenone all’Arco (dietro palazzo Log gia), parte l’operazione “ concettuale “ dell’artista bresciano Roberto For migoni. Un progetto di mail art (arte postale) dedicato al centenario dell’artista Guglielmo Achille Cavellini detto GAC (19142014). Ma chi è Guglielmo Achille Cavellini? E’ un artista collezionista, nato a Brescia nel 1914. Prima collezionista, poi artista, inizia ad interessarsi d’arte negli anni ‘40, entrando in contatto con l’Astrattismo. I primi tentativi d’artista non lo convinsero quindi prese la strada del collezionismo. Iniziò a collezionare opere di astrattisti noti con il nome “ Gr uppo degli Otto “, opere di Alberto Burri, Jean Dubuffet, Lucio Fontana, David Hockney, Asger Jorns, Roy Lichtenstein, Roberto Matta, Piero Manzoni, Robert Rauschenberg e di svariati Nouveaux Réalistes. La prima Documenta tedesca ( 1955 ) conteneva più di due dozzine di opere appartenenti alla collezione privata di GAC. Dal 1957-1958 centinaia di quadri italiani della sua collezione si trasferirono alla galleria d’arte moderna di Roma, alla Kunsthalle di Basilea e al Musée de Beaux-Arts di La Chaux- de- Fonds. Nel 1958 fedele all’astrattismo, scrisse Arte Astratta, uno dei primi testi italiani sull’argomento, seguito da Uomo Pittura del 1960. GAC è dentro completamente all’arte europea, ma con occhio attento guarda all’arte americana. Negli anni ‘60, rimase folgorato dalla Pop Art, in particolare dal grande Andy Warhol, il quale nel 1974, gli fece un autoritratto. Intanto l’uomo, l’artista, è in continua ricerca e sperimentazione, crea su di sé le sue opere trasfor mandole. Grande uomo, grande artista, grande collezionista, diventa opera d’arte lui stesso semplicemente GAC. Crea loghi, scrive autobiografie, dipinge sui suoi vestiti, sempre diviso tra astrattismo e pop art. Immagina che nel 2014 tutti i musei del mondo e in ogni angolo di città si celebri il centenario della sua nascita disegnando manifesti e loghi per l’occasione. Si giunge così ora al 2014 e il tempo di ricordare Cavellini è arrivato, in città c’e’ grande movimento e fer mento per celebrare il suo centenario nella sua città con mostre ed eventi organizzati da un altro artista bresciano che con passione, attenzione e deter minazione si è fatto ambasciatore a Brescia e nel mondo, dell’arte di Cavellini: l’artista Roberto For migoni. Anni questi di intenso lavoro, di ricerca per reperire materiale di Cavellini, manifesti di mail art, post art, lettere e cartoline inviate da tutto il mondo da mailartisti e il ritratto di Cavellini dipinto da Andy Warhol nel 1974. Quest’arte è un’attività continua, febbrile, adrenalinica, emozionante di scambio tra artisti di opere inviate via posta e non solo. Infatti la mail art comprende anche cartoline e francobolli artistici. Dopo aver parlato di Cavellini, della sua arte e del centenario giungono spontanee alcune domande. Ma chi è Rober to For migoni e cos’è la mail-ar t? Roberto For migoni è un artista bresciano, pittore, grafico, designer nato nel 1939. E’ incluso nell’albo artisti professionisti di Roma dal 1961. Dal 1962 si dedica alla fusione artistica del vetro e alla manipolazione della creta con l’antica tecnica “raku”. Dal 1993 è membro della Unie Vytvarnich Umelcu di Praga . Come artista-grafico internazionale dello sport ha eseguito manifesti per il C.O.N.I. e per la F.I.R. Una sua serigrafia a tema r ugbysatico è esposta nella Hall of Fames in Nuova Zelanda ad Okauckland ed in Scozia a Murrayfield. Ha vinto numerosi concorsi ed ha avuto apprezzamenti da parte di critici e studiosi. Nel 1995 la svolta, Roberto For migoni diventa mail-artista ed entra a pieno titolo nella mail-art. Che cos’ è la mail-ar t? Innanzitutto la mail art è una risposta. E’ una risposta a un modo di pensare, nasce nel 1962 e rappresenta un’ipotesi di adattamento dei codici che regolano l’accesso all’immagine artistica e alla sua fr uizione. Con la Post-Art si ha la creazione estetica sottofor ma di prodotto postale ( cartolina, pacco, busta ). La mail nasce diretta, gratuita, nasce per il mittente, per il suo stupore, un’opera unica da condividere, passare, ricevere da altri mail-artisti. Con la mailart si ha il superamento del rapporto con gallerie e galleristi. Essa fa circolare in modo itinerante e creativo attraverso il canale postale, una affer mazione d’identità di idee, gesti e segni affollati 20


su buste o nel loro interno. La reiterazione degli invii, documenti nel processo di storicizzazione confer mato da annulli e timbri postali, lo scorrere del tempo, il segno tangibile di un passag gio e di una consegna, da mittente a destinatario. Arte di dialogo, di condivisione come dato necessario per una confer ma dell’esistere. Roberto For migoni sta raccogliendo lettere, cartoline di mail art da tutto il mondo nello spirito di Cavellini insieme ad altri artisti come l’artista francese con pseudonimo “E “ Ambassade D’Utopia della città di Guivry, l’artista ur uguayano Clemente Padin. In Francia ambasciatori cavelliniani quali Remy Penard, Michel Della Vedova e Daniel Daligand. Per la Ger mania abbiamo Roland Halbritter , Elke Gr undmanm, Patrizia Tic-Tac, Angela Behrendt e Peter Kuster mann. Per il Belgio le artiste Miche Art Universalis e Anke Van Den Berg. Per il Brasile José Nogueira, con Dorian Ribas Marinho. Per la Spagna Miguel Jimenez di Siviglia con Antonio Moreno Garrido e Carlos Botana di Cur una. Per l’Italia è foltissimo il gr uppo degli storici mail-artisti. Si cita il famoso ambasciatore cavelliniano Fausto Paci di Porto S.Giorgio il primo che ha avuto il mandato di ambasciatore in Italia e nel mondo per far conoscere e diffondere il pensiero e l’arte di Cavellini, infatti nel 1977 lo stesso Cavellini gli diede il mandato. Merita poi di essere nominata la fotografa e mail artista di Sanremo Annamaria Matone docente nella scuola d’infanzia della sua città che ha coinvolto i bambini alla partecipazione di questo progetto con la creazione di centinaia di A.T.C., serie di pannelli colorati, creati ed interpretati dai bambini. I mailartisti italiani sono : Br uno Chiarlone di Savona, Rug gero Mag gi di Milano, Vittore Baroni di 21


22

Viareg gio, Emilio e Franca Morandi perfor mers ed organizzatori di mostre dedicate a GAC nella loro galleria di Ponte Nossa di Bergamo ed infine Gianni Romeo perfor mer e modello dal 1970 di Cavellini. Allora cosa ci rimane da dire? E’ iniziato il 2014, l’anno cavelliniano, lasciamoci prendere, affascinare, stupire dal quel percorso iniziato da Cavellini e continuato da For migoni, siamo tutti invitati alla mostra per il centenario di Cavellini 1914-2014, dall’11 ottobre 2014 al 2 novembre 2014, nella nota galleria S. Zenone all’Arco, nel centro storico della città di Brescia. Poi la mostra prenderà il volo per il mondo, andrà a Limoges in Francia, a Leopoli in Ucraina , Florianopolis in Brasile, a Siviglia in Spagna, a Montevideo in Ur uguay, a Milano, a Victoria in Canada ed a Buenos Aires in Argentina. A cura di Emanuele Dall’Asta


MOTOR CIRCUS EXPO RALLY

La scorsa edizione di MotorCircus-ExpoRally è stato un weekend motoristico davvero importante. Catalogata come unica fiera del motor sport italiano, MotorCircus ha saputo richiamare a sé, nella consueta cornice bresciana di Brixia Expo, i mag giori protagonisti del mondo delle corse e tutto il sistema che ad esso si accompagna a partire dai team per arrivare ai media passando per i piloti, i ricambisti, e tutti gli operatori del settore. L'affluenza di pubblico si è confer mata molto buona: "non potevamo pensare ad un esito migliore in un periodo in cui il mondo dei motori - e non solo - è attanagliato da una crisi senza precedenti. Il nostro entusiasmo è alimentato anche dai commenti degli espositori che hanno giudicato molto tecnico il livello della fiera; ciò significa che stiamo operando nella giusta direzione e cioè verso il "confezionamento" di un prodotto specifico in grado di risultare utile e non solo bello, a tutti coloro che lavorano nel motorsport." A questo proposito, hanno avuto un grande seguito le tavole rotonde alle quali hanno partecipato, inter venendo sull'attuale situazione sportiva, tecnica e socioeconomica, i mag giori esperti del mondo dei rally e della pista. Interesse alto anche per le presentazioni dei vari trofei che, come ogni anno, hanno per messo alle case costr uttrici ed ai promotori, di illustrare ai presenti i programmi della stagione appena iniziata. Tra le tante novità che hanno entusiasmato il pubblico accorso ai padiglioni di Brixia Expo e nella relativa area esterna c'è stata la 1° edizione del Memorial Angelo Caffi, gara organizzata dalla EvoRace in collaborazione con la Squadra Corse intitolata ad uno dei pionieri delle corse automobilistiche bresciane, Angelo Caffi, papà del celebre pilota Alex. Vi aspettiamo altrettanto numerosi a questa nuova edizione con tutte le novità del momento il 25 e 26 Gennaio alla fiera di Brescia!

24


S y s t e m I n t e g r a t o r IntegratoriDiTecnologia

SOLUZIONI Audio sistemi di illuminazione soluzioni video sistemi di sicurezza

Area Sistemi S. r. l. Via Artigianale 53 25010 Montirone (BS) info@areasistemi.pro www.areasistemi.pro


I Viaggi della Poderosa

RUBRI c h e

a cura di Simone Mor

"Si è spento il sole chi l'ha spento sei tu" cantava Celentano in una sua famosa canzone del 1962. nostri piloti si sono sdraiati nel poco spazio rimasto libero in una delle spiagge a Numana, ma verso le 18,00 il sole inizia a nascondersi dietro la montagna. La sensazione è piacevolissima perchè una leggera brezza porta sollievo dalla calura pomeridiana, rinfrescando il posto, bagnanti inclusi. Numana merita sicuramente una visita. Molto suggestiva "La Costarella", una delle vie più tipiche del borgo. Interamente costituita di scalini, un tempo era abitata da pescatori che quotidianamente percorrevano questa scalinata per recarsi al porto. Dalla piazzetta in cima al paese si può ammirare gran parte della costiera del Conero...uno spettacolo unico. Lasciamo questa piacevole oasi con la promessa di ritornarci magari in un altro viaggio e soffermarci per più tempo. Abbandonate le affollate strade turistiche del Conero, ci dirigiamo verso l'ultima tappa del giorno dove si è programmato un aperitivo in una delle zone più caratteristiche delle Marche. Percorrendo la strada provinciale n° 3 dopo circa un'ora di curve e saliscendi, in particolar modo nell'ultimo tratto, arriviamo o per meglio dire saliamo a Cingoli. La cittadina si trova sulla sommità del Monte Circe a 631 m s.l.m.. Per la sua posizione panoramica sul territorio marchigiano è denominata il "Balcone delle Marche". Da una vasta terrazza, sulle mura castellane di origine medievale, è infatti possibile godere la vista di gran parte del territorio marchigiano, con la cornice naturale, all'orizzonte, del mar Adriatico e del monte Conero. Cingoli è un posto turistico dove durante tutto l'anno vengono organizzate sagra ed eventi culturali tra le quali spiccano alcuni appuntamenti del "San Severino Blues". Come prefissato i nostri piloti si accomodano in una locanda per il meritato aperitivo degustando del buon Verdicchio dei Castelli di Jesi, vino bianco fermo caratteristico della zona. Il crepuscolo è il momento ideale per godere del magnifico paesaggio che Cingoli regala e seduto sopra il muretto con lo sguardo perso all'orizzonte, al mio pilota ritornano nella mente le splendide frasi della canzone “ Bartali “ del maestro Paolo Conte: "Sono seduto in cima a un paracarro e sto pensando agli affari miei, tra una moto e l'altra c'è un silenzio, che descriverti non saprei."

I

27


FedericoGuastarobaDesigner

DOCCIA LUMINOSA Progettare un angolo di relax, lineare e comodo, emozionante e semplice, ma soprattutto pratico! Doccia ad angolo realizzata in “Solid Surface�. Piatto doccia da appoggio a pianta trapezoidale con piano di calpestio galleggiante realizzato a filo bordo e con scolo d’acqua perimetrale. Vetro sospeso senza guarnizione a terra, per agevolarne la pulizia, sorretto nella parte superiore della lastra da un soffione strutturale ancorato a parete, retroilluminazione sul bordo laterale realizzata con strip led incassata.

www.designer-republik.it

RUBRI28 c h e


OK SCHOOL per le imprese

FORMAZIONE CONTINUA FINANZIATA PER LE AZIENDE • FORMAZIONE PER IL PROGRESSO • FORMAZIONE PER L’INNOVAZIONE • FORMAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ Sono queste le parole d’ordine di un’epoca in cui i continui cambiamenti, le dinamiche sociali e le difficoltà economiche rendono indispensabile il rinnovamento di prodotti e processi, in un’ottica di modernizzazione e strategie d’avanguardia. Questo tipo di operazione può essere sostenuta dai finanziamenti che arrivano direttamente dai Fondi interprofessionali per la for mazione continua. Le imprese che aderiscono ad un fondo autorizzano l’INPS a volgere lo 0,30% dei contributi, versati per ogni lavoratore dipendente, direttamente ad un Fondo Interprofessionale, godendo così della possibilità di finanziare corsi di for mazione finalizzati a migliorare il livello di qualificazione e di sviluppo professionale dei lavoratori. L’adesione ai fondi Interprofessionali non costa nulla per l’azienda e si attua direttamente all’INPS, all’atto della compilazione del modello di denuncia contributiva UNIEMENS. Job Ok Academy garantisce alle aziende non solo l’assistenza globale e gratuita per accedere ai fondi, ma anche, grazie all’accreditamento regionale per tutte le tipologie

30


for mative del nostro Ente, la certificazione di Leg ge di ogni competenza acquisita, comprese quelle sulla Sicurezza obbligatoria del Decreto Leg ge 21 giugno 2013 n. 29. Il team di professionisti di Job Ok Academy è attento a tutte le opportunità offerte dai Bandi pubblici e Interprofessionali, al fine di predisporre progetti finanziabili, elaborare e realizzare i propri piani for mativi di tipo aziendale. Job Ok Academy è in grado di accompagnare l’azienda in tutto il processo for mativo e garantire: • Consulenza per la selezione ed adesione al Fondo Interprofessionale più idoneo • Analisi dei fabbisogni for mativi, bilanci di competenze e valutazione del potenziale, in collaborazione con il responsabile della For mazione. • Stesura di Piani For mativi Finanziati e gestione di tutti gli aspetti burocratici e amministrativi relativi ai Fondi. • Coordinamento e super visione delle attività • Individuazione dei docenti • Gestione amministrativa; rendiconto e verifica finale. Tutti i costi di Job Ok Academy saranno spesati direttamente dal Fondo: la nostra consulenza risulterà, quindi, completamente gratuita per l’azienda. Contattaci subito per richiedere infor mazioni, ricevere un’analisi di Finanziabilità sui piani aziendali o per fissare un appuntamento conoscitivo.

Centro di formazione OK SCHOOL ACADEMY – Brescia Via Tirandi n.3, 25128 Brescia (BS) Tel. +39 030 3544635 Fax +39 030 3378429 Accreditato presso la Regione Lombardia Sistema di gestione Qualità in conformità alla Norma UNIENISO 9001:2000 www.okschool.it – info@okschool.it DI FORMAZ RO IO NE NT CE

A C ADE M Y

31


PEDIBUS CALCINATO ATTESTATI DI RICONOSCIMENTO

Sabato pomerig gio, 11 gennaio, presso la sala consigliare del Comune di Calcinato si è tenuta la cerimonia di consegna degli attestati di riconoscimento e ringraziamento a tutti gli accompagnatori e bimbi del Pedibus; alla cerimonia hanno partecipato decine di bimbi e accompagnatori, tutti “colorati” dalla loro pettorina del Pedibus, oltre che numerosi genitori e rappresentanti delle associazioni del paese. L’amministrazione comunale ha voluto riconoscere in tal modo l’importanza dell’iniziativa che, or mai da anni, coinvolge decine di famiglie del nostro Comune ed oltre un centinaio di bambini di tutte le nostre frazioni e del capoluogo; un’iniziativa talmente lodevole perchè racchiude in sé i più basilari, fondanti e “sani” principi della convivenza e della crescita di una comunità: la collaborazione tra le famiglie e gli alunni, il rispetto e la riscoperta dell’ambiente e del territorio e, non da ultimo, il rispetto delle “regole”. L’organizzazione che, nella fase iniziale dell’avventura del Pedibus, il comitato salute ambiente e l’associazione genitori, e nella recente fase, il Comitato Pedibus hanno tutti saputo e voluto creare, è inoltre sinonimo di unione e di massima partecipazione e cooperazione; si sono infatti coinvolte, sin da subito, le realtà scolastiche e associative del paese, le realtà commerciale e la stessa amministrazione comunale, il tutto, nel rispetto dei r uoli di ognuno e con l’entusiasmo ed il corag gio di creare e portare avanti un progetto tanto impegnativo quanto utile per la nostra comunità, un progetto che, come detto, coinvolge e muove, per quasi tutto l’anno scolastico, centinaia di allegri e “colorati” bimbi delle elementari ed accompagnatori, per le vie del nostro Comune. E’ per tali ragioni che l’amministrazione comunale, da sempre vicina a tale iniziativa, ha ritenuto doveroso procedere con tale cerimonia, nel luogo più importante in cui si svolge la massima espressione della democrazia della nostra comunità, il consiglio comunale, come correttamente ha ricordato il Sindaco Marika Legati che ha anche voluto regalare a tutti i bimbi l’emozione di portare ed indossare, per un momento, la fascia tricolore davanti al gonfalone ufficiale del Comune di Calcinato, quale simbolico atto di riconoscimento e ringraziamento per l’esemplare partecipazione al Pedibus. Come assessore alla Pubblica Istr uzione e Cultura del Comune di Calcinato, devo rinnovare ai membri del Direttivo del Pedibus e, in primis, al presidente dott. Roberto Cappiello, le più vive e sincere congratulazione per i risultati rag giunti e ringraziarli tutti per l’esempio di passione e tenacia che hanno saputo trasmetter mi in questi anni di collaborazione, certo che il loro seme, lanciato qualche anno fa ed or mai divenuto solida e forte pianta, potrà crescere ancor più nei prossimi anni. Stefano Vergano Ass. cultura e Pubblica Istr uzione del Comune di Calcinato

32


RUBRI c h e

A cura di Roberto Cappiello Consulente Finanziario Indipendente Fee Only

PIL terzo trimestre crescita zero:

Recessione ‘finita’? e rilevazioni dell’ISTAT relative al terzo trimestre del 2013 indicano una crescita del PIL pari a zero. Un dato positivo come viene segnalato da più parti. In effetti, guardando semplicemente al dato tendenziale vi sono pochi dubbi che vi siano diversi segnali di una uscita tecnica dalla fase di recessione economica. Il fatto che il prossimo trimestre possa registrare una crescita del PIL (trimestre su trimestre, non anno su anno) è una ipotesi più che probabile. E’ ragionevole supporre che lo sarà anche il trimestre successivo ancora, a meno di qualche grave stravolgimento dell’ultima ora, ma questo basta per farci stare tranquilli e sereni? Forse per qualche trimestre. Certamente, se le cose miglioreranno appena appena, vedremo una parte della politica adoperarsi per far passere i primi segnali positivi del ciclo economico come la dimostrazione dell’efficacia delle politiche intraprese fino ad oggi nel superare la crisi, e poi via con la solita solfa. In realtà, se nel nostro Paese non metteremo mano alla svelta ai gravi problemi strutturali che ci trasciniamo dietro da almeno 20 anni, prolungheremo questa lunga e dolorosa agonia che sta distruggendo il tessuto imprenditoriale italiano. Mi riferisco al nodo della giustizia, al fisco (inteso sia come peso eccessivo, sia come evasione), alla corruzione, al corporativismo, all’eccesso di leggi inutili, agli sprechi nella pubblica amministrazione ecc. Il

L

34

fatto che tecnicamente si possa uscire dalla fase di recessione non significa che la crisi economica, nel senso più ampio ma anche più significativo del termine, si avvierà alla fine. Il pericolo più grave che si può intravedere oggi è che questa mini-ripresina in corso possa far perdere di vista l’urgenza delle riforme che devono assolutamente essere fatte per evitare che la prossima crisi sia ancora peggiore di quella che stiamo attraversando. Si tratta di interventi non più prorogabili se si vuol fare in modo che la ripresa diventi reale. Dopo la grande crisi del 2008, il Pil dell’Italia è tornato a crescere dal 2° trimestre del 2009 fino al 2° trimestre del 2011, ma non si è trattato di una “vera ripresa economica” perché è stata così modesta da non riuscire a far migliorare lo status economico delle famiglie e generare occupazione. Questo continuerà a ripetersi finche’ non saremo in grado di spezzare il circolo vizioso in cui siamo finiti. Bisogna che arrivi forte e chiaro il messaggio alla politica di rompere con gli schemi del passato e con l’immobilismo teso alla conservazione dello status quo, abbiamo bisogno di cambiare questo Paese in meglio per il futuro dei nostri figli.

Via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 0305030934 - www.studiocappiello.it Il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia


Plantari d’elitè, creati su misura da Ortopedia tecnica Gasparini I primi maestri di filosofia sono i nostri piedi. (Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell’educazione, 1762) Attraverso i piedi percorriamo il mondo, ma non solo, il piede è il nostro organo sensore, per primo infatti rileva dati che vengono trasmessi al cer vello che li elabora impulsi di comando facendo adattare l’appog gio plantare alla superficie sulla quale il piede è appog giato, deter minando una postura corretta. Viceversa, se la postura non è corretta si ripercuote negativamente su tutta la str uttura ossea sovrastante, influenzando anche le fasce muscolari che ne per mettono il movimento. Per questo è indispensabile garantire la corretta postura, avvalendosi di presidi che sostengano il piede come i plantari. Ma cosa sono i plantari? Il plantare ( il nome deriva dalla str uttura anatomica dove agisce, cioè la pianta del piede) è un presidio medico-sanitario volto a modificare i rapporti articolari del piede per ottenere un riequilibrio morfo-str utturale dell’ arto durante la fase di appog gio e di propulsione. Ortopedia Tecnica Gaspariini si occupa proprio di questo, di realizzare plantari  su misura per i piedi di chiunque soffra di malattie o per chi deve semplicemente ridurre il dolore in caso di artrosi, gotta, problemi circolatori,diabete (frequenti negli anziani), sia a chi deve inter venire sull’evoluzione di patologie come il piede piatto o l’alluce valgo per evitarne il peg gioramento (discorso valido soprattutto per sog getti in età evolutiva come i bambini). In via Toscanini 61 a Bonate Sopra Pierpaolo Gasparini e Giuseppe Orlandi si occupano di realizzare plantari su misura attraverso un lavoro certosino, applicando la loro esperienza a ser vizio di bambini, anziani, spaziando da pazienti sportivi a sog getti con malfor mazioni.  La  passione comune per il loro mestiere ha creato un sodalizio professionale che per mette di dedicarsi all’attività in modo ancora più completo, tradizione e innovazione si fondono per creare un ser vizio d’elite su misura dei pazienti.I Plantari Ortopedici di Ortopedia Tecnica Gasparini sono realizzati sempre ed esclusivamente su misura, combinando una tecnica tradizionale di calco del piede a una tecnica computerizzata, avvelendosi del’utilizzo di una Pedana per l’esame

36


posturografico. Su questa pedana, avviene l’esame di check up, una vera e propria analisi della postura del paziente che viene seguito passo passo (è proprio il caso di dirlo) durante l’amanmesi. Non solo il paziente viene inter vistato e ripreso con una telecamera durante l’esame affinchè la visita sia assolutamente esaustiva, misurando for ma, pressione, superficie e accelerazione del passo, consentendo di scoprire anomalie, anche minime, tanto nel movimento quanto nella distribuzione del carico tra i due arti. Realizzati in resina, cuoio, lattice o silicone a seconda della patologia e della funzione più o meno correttiva, i Plantari di Ortopedia Tecnica Gasparini sono adattabili alla mag gior parte delle calzature in commercio, estraendo semplicemente il plantare originale della scarpa e sostituendolo con quello su misura. Quindi, a differenza di molti plantari ortopedici, non richiedono l’utilizzo di apposite calzature ortopediche. I benefici portati da un Plantare Ortopedico su Misura vanno oltre i benefici di un semplice Plantare Anatomico utile, perlopiù, a recare sollievo a chi per attività lavorativa o altro si trova a trascorrere molte ore in piedi. I Plantari Ortopedici, realizzati da Ortopedia Gasparini, non si limitano a ricalcare la for ma naturale del piede ma applicano una vera e propria azione correttiva sui difetti presenti, favorendo una migliore distribuzione del peso corporeo e riducendo la pressione nel punto dolente, in modo da alleviare il dolore eventualmente presente a vantag gio di chi fatica a camminare con le scarpe da lavoro, sulle impalcature per aumentare  la sicurezza del movimento, al gesto atletico. Ortopedia tecnica Gasparini la soluzione che da sollievo ai tuoi piedi

CECK UP GRATUITO PER TUTTO IL MESE DI GENNAIO ORTOPEDIA TECNICA GASPARINI Via Toscanini 61 Bonate Sopra (BG)

37


FENIX La Giovani Film Productions, un’organizzazione indipendente impegnata nel promuovere il cinema sostenendo piccole, medie e grandi produzioni, oltre ad aprire la strada ai giovani talenti, alle giovani opere ed alle giovani menti, ha dato il via ad una produzione cinematografica indipendente di genere fantasy che prende il nome de : Fenix - A Vengeance Tale. Un film di grandi proporzioni nonostante sia di categoria indipendente e nonostante sia realizzato da giovani ragazzi che dopo una singolare riunione hanno creato un opera che si è spinta a realizzare le riprese nel deserto della Sardegna, sui monti del Piemonte fino al Maglio Averoldi collocato nel comune di Ome in provincia di Brescia. Fenix - A Vengeance Tale è una storia articolata ricca di innumerevoli colpi di scena, in cui il protagonista è un semplice lavoratore, un fabbro. Un fabbro r ude, forte, temerario ma non per questo privo di emozioni. Colpisce il ferro con forza, con potenza, br utalità... ma allo stesso tempo è in grado di modellarlo con estrema precisione, quasi con leg giadria. Ma non c’è solo questo... la sua incredibile maestria arriva a far pensare, a lui per primo, di essere in grado di manipolare con la mente i materiali che usa per lavorare, anche se per il momento è solo un sospetto, una sensazione. Quasi come se in lui albergasse un potere di cui non è a conoscenza. Qualcosa di diverso sta per sorgere, un’ avventura che si dirama fra scene di duro addestramento, di lotta, di battaglia ed allo stesso tempo di amore, odio, rassegnazione, invidia, VENDETTA! Il pubblico verrà trasportato dentro una storia cr uda alla Solomon Kane, un’ambientazione fantastica alla Signore degli Anelli, il tutto contornato da una componente cameratesca e di gioco di squadra come in The Avengers. Non mancherà un pizzico di goticismo/comicità alla Van Helsing. Ma sarà la ciliegina sulla torta che vi catturerà veramente. Una ciliegina non dolce, non buona... bensì amara ed indigesta. Uno dei protagonisti, inizialmente presentato come una figura benefica, si rivelerà poi essere tutt’altro. Due nazioni in guerra, un fabbro, un mentore, una crescita personale e dei poteri speciali praticamente illimitati... il tutto farcito dalle particolarità del fantasy più classico. Fenix - A Vengeance Tale! Tale film è il primo del suo genere realizzato interamente in Italia, sfr uttando la meraviglia dei nostri paesag gi e delle nostre regioni. Un r uolo importante viene quindi rivestito dai panorami che comporranno lo sfondo della vicenda. Immagininatevi deserti, spiag ge, scogliere, lunghe catene montuose ed immense pianure, tutte locations che non fanno altro che arricchire il contenuto della storia. Luoghi da sogno che, forse, molti ignorano si trovino in Italia. Il nostro paese è costellato da numerose ambientazioni adatte ad un film fantasy, a partire da quelle presenti in Sardegna, una regione che possiede enor mi ed alte scogliere simili a quelle Scozzesi ed infinite spiag ge. Idoneità rilevata anche per la Regione Piemonte, in particolare nella zona del Verbano-Cusio-Ossola e del Parco Val Grande, aree famose per le catene montuose, i boschi, le vallate ed i favolosi fiumi e r uscelli. Un altra regione dove la produzione di Fenix ha portato la propria magia è la Lombardia e nello specifico nella provincia di Brescia presso il Comune di Ome, realizzando delle riprese all’interno della Fucina “Maglio Averoldi” super visionato dalla Fondazione Pietro Malossi. Le riprese realizzate presso il comune di Ome sono state a dir poco epiche! e secondo quanto c’è stato detto dal Regista Giuliano La Rocca,

38


sono state anche delle riprese molto importanti per il contenuto del film, infatti sono state girate le scene che in ordine cronologico compariranno all’inizio del film, quindi delle scene molto importanti perchè presentano tutti i personag gi principali dell’opera. Come anticipato le riprese sono state epiche, questo per molti aspetti sia tenici che artistici, infatti la realizzazione delle riprese ha richiesto circa 2 mesi di preparazione coinvolgendo non soltanto il Comune di Ome ma quasi tutto il Nord d’Italia e sopratutto la Provincia di Brescia. Sono state coinvolte circa 80 persone e molte di queste erano del Bresciano, oltre a venire da Milano, Pavia, Lodi, Piacenza, Torino, Verona e Trento. Ogni reparto aveva dei componenti del bresciano, a partire dal reparto Scenografia, reparto Comparse, reparto Stuntuman, reparto Tr ucco(dove incontriamo nuovamente l ‘ artista Bresciana Federica Cocco), Costumi, Location insomma molti bresciani hanno potuto partecipare a questo progetto garantendo la riuscita di ben 5 scene complicatissime e per mettendo la ricostr uzione anche di un accampamento medievale con circa 30 comparse provenienti anche quest’ultime principalmente dal Bresciano. Inoltre il progetto ha coinvolto ben 4 gr uppi della Protezione Civile della Provincia, l’associazione SomenFest, le associazione Babilonia (con il suo gr uppo di rievocazione la Societas Sancti faustini e l’accademia di combattimento scenico entrambi capitanati da Marzio Tomasini) e l’ Ordo Phaenix, l’oratorio di Ome, l’Assessorato alle Politiche Giovanili e Sport della Provincia di Brescia, l’hotel la Fonte ,l’Agriturismo La Fiorita e tanti altri collaboratori del luogo che anche nel loro piccolo, hanno potuto sostenere questo progetto. Risorsa indispensabile per la riuscita delle riprese sono stati i giovani ragazzi che, con la loro passione, la loro tenacia e il loro entusiasmo, hanno per messo la realizzazione di un film complesso come Fenix. Ruoli come il Direttore di Produzione, gli assistenti operatori, i costumisti, le tr uccatrici, gli attori e perfino i singoli attrezzisti e macchinisti sono stati rivestiti da giovani ragazzi tra i 20 ed i 24 anni. Giovani risorse che hanno potuto alimentare la macchina cinematografica di questo progetto. Un altro obbiettivo che si sono posti Giuliano La Rocca, Pietro Sala, Luca Catino, Maurizio Sala e Francesco Galli, in qualità di produttori di Fenix, è quello di avvalorare il territorio, è di dare una nuova linfa vitale al cinema Italiano attraverso la ricerca, l’appog gio e il sostegno delle risorse umane. Spronare e incentivare i ragazzi, i talenti e quindi for mare nuove figure professionali. Quelle risorse che un giorno compieranno meraviglie, risorse che hanno per messo la realizzazione di questo film! Il progetto è stato apprezzato anche dalla Lombardia Film Commission, dalla Sardegna Film Commission, dalla Piemonte Film Commission e dall’Assessorato alla Cultura, Sport e Spettacolo della Regione Sardegna, ha riunito molti sostenitori fra tecnici, attori, reparti di produzione e postproduzione provenienti dalle Scuole Civiche di Milano. Inoltre hanno dato vita ad un operazione congiunta con la Provincia del Verbano Cusio Ossola, con la Provincia di Brescia, con il Coordinamento Protezione Civile del V.C.O. e di Brescia, con il Corpo Forestale dello Stato, con il Parco Nazionale Val Grande, e con ulteriori Enti Istituzionali come le Polizie Locali e più di 7 comuni limitrofi alle locations. Infine innumerevoli sono le motivazioni che hanno spinto i 5 produttori di questo progetto a realizzare questo tipo di prodotto, di cui la principale è la passione! Queste sono le loro parole: “La nostra missione, come quella di molti altri giovani registi e filmmaker Italiani, è quella di portare una nuova linfa vitale che possa sgretolare i canoni classici del cinema nostrano. Consapevoli del fatto che le idee concepite dalle giovani menti siano il futuro del cinema Made in Italy, noi continueremo a lavorare perchè esse possano emergere dalla massa.” Il loro motto? ... “Rivoluzioniamo il cinema con qualcosa di diverso! ... Fenix - A Vengeance Tale!”. Potete trovarli sulla loro pagina di facebook chiamata come il film stesso oppure sul sito : www.Fenix-AVengeanceTale.com

39


AbiBebi AKA ANGELICA Maria Paola Peterlini Murar i

AbiBebi è la nuova for ma che ha preso la mutante anima di Angelica Maria Paola Peterlini Murari. Una vita tor mentata, cominciata nelle campagne venete con due genitori giovanissimi (mamma 16 enne e papà 20 enne) che è stata segnata da un’ infanzia molto turbolenta, segnata da 3 divorzi del papà e da una lotta ingiustificata contro la madre biologica, al punto da creare una rottura totale con lei quando aveva 16 anni e perdendone, da allora, completamente le tracce. Quando l’ultimo appiglio famigliare - la nonna - si è sgretolato a causa di una zia che ha fatto di tutto escluderla da ogni affetto ha cominciato a girare l’Italia alla ricerca del suo vero Io, arrivando nel

40


1997 a Desenzano, all’Art Club (L’ArtClubMusicalTheatre è stato premiato a Mic di Montecarlo, nel 2012, come “Miglior locale” dal punto di vista tecnico). Qui ha cominciato una carriera da PR, conoscendo Madame Sisi, che l’ha aiutata a crescere contagiandola con la sua passione per la musica, per la discoteca e per lo spettacolo, diventando presto una mentore preziosa e facendole “scuola” nelle pubbliche relazioni e nella gestione sia di un locale che nel rapporto empatico con il pubblico. Negli anni Angelica ha continuato a sperimentare con le sue capacità, con le diverse anime che vivevano dentro di lei, ha affinato capacità e arti, esibendosi per la prima volta come dj in un locale a Giugno del 2011 al Cadillac Caffè di Desenzano del Garda (locale del dj e produttore Morriss T). L’amore per la musica, per la notte come momento magico, di sano divertimento, agli incontri romantici e sognanti, è esploso completamente e così la voglia di fare meglio con importanti collaborazioni con ArtClubMusicalTheatre, Cadillac Café, Hollywood Club (Modena), Trap, Short Café, Villa Francesca, Manifesto Futurista, New Bridge, Lei Club, Caffè del Borgo, Lola Fox Disco ( ex bamboo) e molti altri ancora e la lista non fa che crescere. Alla vita da “Club” si è affiancata una vita da personag gio pubblico: il suo carisma l’ha portata a Lucignolo, le Iene, Ciao Darwin, Sipario Notte, Fiesta Latina fino a una piccola partecipazione nel film “Un angelo all’inferno” (per la regia di Gaburro). Dopo tanto “viag giare” tra le pieghe dei sogni e della realtà, trova il suo vero volto e il nome che finalmente la rappresenta: AbiBebi con il suo quid orientale e musicale. Questa incarnazione viscerale e completa di tutta l’esperienza esistenziale avuta ama il profumo della notte, dei locali, l’entusiasmo di chi la vive senza orpelli, maschere e inibizioni sociali; ama il r umore dei corpi e degli animi che si lasciano trasportare da quella musica che accomuna, trascina e purifica in una danza liberatoria. Ma chi è la donna dietro l’artista? Se è vulcanica in consolle è altrettanto riser vata nella vita privata, molto credente, ambiziosa di quel sentimento sano per l’ambizione. Le piace ridere e lasciarsi trasportare da questo gesto così semplice eppure così importante per affrontare la vita, per affrontare quelle bugie e ipocrisie che tanto detesta e che troppo spesso si è trovata a dover subire. Molto romantica e sentimentale adora il suo chiwawa e i colori della sua quotidianità il nero, il rosso, il giallo, il bianco e il fucsia che illuminano il suo mondo dai tacchi altissimi che indossa. Se la musica è la sua passione, non si lascia monopolizzare da un solo genere e ascolta dalla classica al jazz ma suonando però house techno da club. AbiBebi è lo stupore della vita che, se lasciato entrare, scorre come un’energia inesauribile.

41


photo by Alessandra Cherubini

Dalle parti dell’Hotel Costez una notte non è mai uguale all’altra e l’unica costante è il divertimento Lo sanno bene i suoi clienti, che per ritrovarsi tra le mura del discobar di Cazzago (Brescia) partono anche dalla provincia di Bergamo, consapevoli del fatto che da queste parti il week end lo si vive sempre al massimo, tra sorrisi e grande musica. Infatti all’Hotel Costez si alternano con cadenza regolare, ogni venerdì e sabato, alcuni tra i mag giori protagonisti dello scenario house italiano. In particolare, tra gli special guest del locale, ci sono il dj e produttore bergamasco Sergio Mauri (seguitissimo su Facebook, col suo singolo “Gargoyles” ha destato l’interesse di Dj Mag Italia e DMC World Magazine) e la brava e bella girl dj Ema Stokholma (ex modella nata a Marsiglia con fascino e bravura da vendere). Senza dimenticare dj come Maurizio Gubellini, Gianluca Motta o altri volti familiari del locale come i dj Ale Maestri, Giovi, Benny e Nicola Zilioli. I drink sono eccellenti, visto che lo staff coordinato da Paolo & Francesco Battaglia lavora con una passione sconosciuta altrove e visto che vini, superalcolici e bollicine sono sempre il meglio del meglio. In una parola sola: Puravida! Non mancano i party a tema, tra quelli di mag gior successo dell’ultima stagione vanno citati Polaroid Party, Flower Power Party o il Christmas Fluo Party. All’Hotel Costez si balla ogni week end dalle 23 alle al mattino. L’ingresso è libero con consumazione facoltativa, il che aiuta la quantità e la qualità del divertimento... proprio come le foto della brava Alessandra Cher ubini, che ogni notte ritrae staff & ospiti in modo diverso. Tra le novità più recenti, una app per il telefonino sempre ag giornata e splendidi cappellini marchiati #Costez, perfetti per una partita di baseball e pure per una notte folle! www.hotelcostez.com 42


43


BRIXIA IUVENIS: IL FUTURO INIZIA CON NOI L’associazione, Brixia Iuvenis, nasce ufficialmente nel mag gio 2013 da un gr uppo di amici che condividevano e tuttora condividono la stessa volontà di partecipazione politica e culturale nel territorio, sebbene slegati da qualsiasi partito politico. Come già si può intuire dalla denominazione stessa, Brixia Iuvenis si rivolge principalmente ad una fascia di cittadini giovani, universitari o professionisti, che abbiano a cuore la possibilità di un cambio di rotta rispetto all’attuale crisi della politica a tutti i suoi livelli. Una crisi che, purtroppo, come tutti ben sappiamo, siamo costretti a vivere quotidianamente anche per quanto riguarda l’aspetto economico: disoccupazione, neo-laureati senza lavoro, piccole-medie imprese vessate dal costo del lavoro che non hanno accesso al credito e faticano ad assumere, pressione fiscale sempre più vorace per quei cittadini e quegli esercenti che producono ricchezza. E’ dunque in questo panorama che abbiamo deciso d’intraprendere con seria convinzione la nostra attività, consapevoli che la soluzione dei problemi non passi attraverso le proteste autoreferenziali bensì grazie alla presa di consapevolezza e la volontà di battersi, proprio a partire dalle nuove generazioni, per proporre soluzioni nuove che siano d’aiuto per chi si trova ora in difficoltà. Noi crediamo, così come scritto nel nostro programma, nella necessità di sburocratizzare il Paese Italia dai suoi infiniti meccanismi farraginosi; crediamo nell’incentivo del libero mercato come motore di un’economia che sappia rialzare la testa senza dover sottostare ad ingerenze statali. Noi pensiamo che, og gi più che mai, sia necessario un ampio ridimensionamento degli sprechi, dei costi della politica, di tutta quella spesa pubblica improduttiva nei cui confronti ogni politico di professione è sempre pronto a scagliarsi, salvo poi, all’atto pratico, rimanere inerte senza il corag gio di cambiare davvero. Quello che all’inizio poteva sembrare il pretenzioso e un po’ ingenuo progetto di un gr uppo di giovani, è invece diventato, giorno dopo giorno, una realtà che va affer mandosi ed espandendosi. Abbiamo avuto non solo il piacere di organizzare conferenze pubbliche su temi d’attualità, ma anche di ospitare altri movimenti ed associazioni a noi affini nello spirito e negli obiettivi: fra tutti ricordiamo Tea Party Italia, nella persona del portavoce nazionale Giacomo Zucco e Retelib, un network che ag grega differenti realtà associative liberali presenti sul territorio nazionale, tra cui ovviamente figura con soddisfazione Brixia Iuvenis. Siamo consapevoli che la strada sia ancora lunga e che l’impegno richiesto sarà sempre più elevato. Ma la partecipazione di tutti i membri, la cooperazione e il riscontro favorevole che la cittadinanza ci ha in più occasioni dimostrato, rappresentano per noi motivo d’orgoglio e un forte incentivo a proseguire, con tutti coloro che già fanno parte del gr uppo e tutti coloro che vorranno unirsi nei prossimi tempi, per il rag giungimento degli obiettivi che, giorno dopo giorno, si porranno come direzione del nostro percorso.

44


RUBRI c h e

INCASSI PERICOLOSI Nell’ipotesi di fallimento esiste la possibilità da parte del curatore di revocare i pagamenti effettuati dal fallito nell’anno o nei sei mesi precedenti la dichiarazione di fallimento l difficile contesto economico che continua a perdurare impone all’imprenditore, che agisce in qualità di fornitore, di tener in debita considerazione la circostanza che i pagamenti ricevuti quale corrispettivo delle prestazioni e/o fornitura di beni possono essere oggetto di revocatoria fallimentare, il che significa che l’imprenditore/fornitore sarà costretto a restituire al fallimento la somma ricevuta a pagamento della cessione del bene o prestazione del servizio reso. Infatti, l’Articolo 67 della legge fallimentare riconosce al curatore il potere di revocare a favore della procedura determinati atti estintivi di debiti pecuniari, non effettuati con mezzi normali di pagamento, compiuti al massimo entro 12 mesi anteriori alla dichiarazione di fallimento. Più precisamente il curatore può chiedere, nel termine di un anno dalla dichiarazione di fallimento, che il fornitore restituisca alla procedura l’equivalente in denaro dei pagamenti ricevuti con mezzi diversi dal denaro, assegni, cambiali, vaglia e simili anche se relativi a debiti scaduti ed esigibili, a meno che il fornitore provi di aver ignorato lo stato di insolvenza del debitore. Da precisare che sono revocabili i pagamenti di debiti liquidi ed esigibili, anche in denaro, compiuti nei sei mesi anteriori alla dichiarazione di fallimento se il curatore prova che l’altra parte conosceva lo stato di insolvenza del debitore. La revocabilità di questa categoria di atti è soggetta a requisiti più rigorosi dato che si presume la buona fede dell’imprenditore/ fornitore e spetta al curatore dimostrare che quest’ultimo fosse a conoscenza dello stato di insolvenza. Come si può notare l’elemento su cui si regge l’istituto della revocatoria è la conoscenza da parte del fornitore dello stato di insolvenza del proprio debitore, e vi sono casi in cui risulta

I

difficile per il fornitore dimostrare che egli ha ricevuto il pagamento ignorando lo stato di difficoltà del cliente. Si pensi a titolo di esempio, al pagamento in natura effettuato dal debitore con la prestazione di servizi, oppure l’acquisto di un bene da parte del creditore e la compensazione del conseguente debito. Costituisce, inoltre, prova a favore del curatore l’avvenuta pubblicazione del nominativo del debitore nel bollettino dei protesti cambiari, che diventa prova assoluta se il titolo protestato è stato rilasciato a favore dello stesso fornitore. Accanto alle situazioni che possono danneggiare il fornitore [poiché lo obbligano a restituire interamente l’importo ricevuto a fronte poi di un incasso che nella maggior parte dei casi è parziale con tempi lunghi di attesa] ci sono dei casi di esenzione previsti dalla legge di seguito riportati: - pagamenti di beni e ser vizi effettuati nell’esercizio d’impresa nei ter mini d’uso; - la vendita a giusto prezzo di immobili destinati ad abitazione principale dell’acquirente o di suoi stretti parenti od affini; - pagamenti e garanzie in esecuzione di un piano di risanamento attestato da un professionistarevisore; - pagamenti e garanzie in esecuzione del concordato preventivo e dell’accordo di ristr utturazione omologato; - pagamenti di corrispettivi di prestazioni di dipendenti o di altri collaboratori anche non subordinati; - pagamenti di debiti liquidi ed esigibili alla scadenza eseguiti alla scadenza per ottenere i ser vizi str umentali all’accesso al concordato preventivo. Dott. Emanuele Lumini

46


RUBRI c h e

L’

A

n

t

i

c

o

E

g

i

t

t

o

a cura di Edward Richard Battisti

IL NILO: LE SORGENTI n antico detto Egizio recita: l’Egitto è il Nilo, ed il Nilo è l’Egitto. Gli Egizi chiamavano il Nilo, Hep, Hap o Hapi seguito dal determinativo iteru (acque, fiume) che probabilmente, rappresentano la modifica del nome originale Hepr, che vuol dire nascondere, in sostanza il Nilo, veniva già allora definito il fiume nascosto, con riferimento alle sue origine sconosciute. Questa, è una ipotesi suggestiva, ma non del tutto certa, ed in sostanza i veri motivi per cui il Nilo (dal greco neilos valle del fiume) si chiamasse così, non sono noti. Gli Egizi, consideravano il fiume una divinità, assegnandogli il nome di Hapi, padre di tutti gli dei che popolavano le acque che circondavano la terra ferma.Si riteneva inoltre, che Hapi ed il faraone avessero il potere di controllare le inondazioni. Quanto alle esplorazioni in epoca antica, si sa per certo che i faraoni della XII Dinastia, conoscessero l’esistenza del fiume Atbara (il suo ultimo grande affluente) e del Nilo Azzurro proveniente dall’Etiopia, che costituisce il suo principale tributario. Sulla conoscenza dei Grandi Laghi, le informazioni sono scarse, ma non è escluso che qualche carovana che portava il rame proveniente dalle regioni del Lago Tanganica, possa avere informato le popolazioni nubiane sulla loro esistenza, quasi certo invece, che non conoscessero il Nilo Bianco, così denominato per il colore dell’acqua ricca di sodio e quindi salatissima. Il geografo alessandrino Claudio Tolomeo, sosteneva con mirabile approssimazione, che il fiume originasse da due grandi laghi circolari, a loro volta alimentati da fiumi provenienti da cime con nevi perenni, chiamate Monti della Luna (Cime del Ruwenzori). Oggi sappiamo, che l’origine del Nilo, possa essere considerata il fiume Kagera, principale affluente del Lago Vittoria e che nasce dai monti tra Ruanda e Burundi. Fu l’austriaco Baumann, che per primo ne risalì la foce nel 1892, ma le esplorazioni inerenti alla scoperta delle sue sorgenti, costituirono per millenni, una delle più difficili sfide che l’Uomo dovette affrontare, legate alle mille insidie che nascondevano la soluzione. Anche Nerone non fu insensibile all’argomento, mandando due coraggiosi centurioni, a cercarne le origini (caput Nili quaerere), spedizione, alla quale prese probabilmente parte anche Erodoto. Procedettero di buona lena, sino ad arrestarsi negli acquitrini del Sudd, un terreno fangoso, ed inospitale praticamente impercorribile, nonostante i fondali relativamente bassi, formato da due rami del fiume, a Ovest il Nilo delle Montagne, a Est il Nilo delle Giraffe, che procedono distanti tra loro per circa 400 chilometri, prima di riunirsi a quote più basse. In Sudan, nei pressi della capitale Khartoum, Nilo Bianco e Nilo Azzurro si uniscono e da qui, il fiume si chiamerà solo Nilo. Quanto alle importanti spedizioni inglesi, che culminarono nel leggendario incontro sulle sponde del Lago Tanganica, tra l’esploratore e missionario scozzese David Livingstone e l’avventuriero giornalista americano Henry Morton Stanley il 28 Ottobre 1871, con la storica frase “Doctor Livingstone, I presume” (non I suppose , essendo appunto Stanley americano, è facile che abbia detto così, anzichè l’inglese suppose), vi è da dire che la Royal Geographical Society, fu sempre interessata alla scoperta delle origini del fiume, anche per i motivi legati all’espansione coloniale, ed affidò a due esperti esploratori, John Speke e Richard Burton, l’impegnativo compito. Diverse le conclusioni dei due studiosi, Speke sostenne, che l’origine del fiume fosse il Lago Nyanza, ribattezzato Vittoria in onore delle regina, mentre Burton riteneva fosse il Lago Tanganica. La soluzione del problema è stata su esposta, ma è giusto dire che è a Speke, che si deve la scoperta della foce del fiume Kagera, anche se non riuscì a risalirlo e, dei suoi contemporanei, fu comunque quello, che più si avvicinò alla verità. Fu lui inoltre, che inviò il famoso dispaccio alla Royal Geographical, “ The Nile, is settled”, ovvero liberamente, “Sorgenti Nilo, problema risolto!”. La storia millenaria, che fiorì soprattutto nella regione del Delta e quindi del Basso Egitto, è la dimostrazione di quanto un terreno fertile, possa aiutare lo sviluppo di una popolazione, per la capacità di produrre coltivazioni e la possibilità di allevare bestiame, ed in sostanza di evitare grandi carestie, anche se indubbiamente l’Egitto, conobbe periodi non facili. La storia dell’Antico Egitto, però, è solo apparentemente immobile ed immutabile, il grande fiume, ha contribuito in maniera fondamentale al suo sviluppo, ed è per questo fu chiamato Padre, i templi più belli, furono costruiti sulle sue rive, anche se molti monumenti, soprattutto del Basso Egitto, sono andati persi proprio per le frequenti inondazioni, ma sicuramente senza il Nilo la civiltà egizia non sarebbe mai sorta o avrebbe avuto vita breve, e quindi l’antico proverbio il Nilo è l’Egitto e l’Egitto il Nilo, è quanto mai veritiero.

U

48


49


mangano.com

EVENT

MANGANO 50


HAVE LOTS OF FUN

52 54 56 58 62 64 66 68 70 72 74 76 78

LA SOSTA ospita Champagne & Co TELEFONO AZZURRO ROSA, finale casting SQUADRA CORSE ANGELO CAFFI EXPLOIT FOR CHRISTMAS RE DEL MARE, 1° compleanno CAFFE’ CAVOUR, inaugurazione MODELLA PER UNA SERA, IV tappa CASCINA DOSS, 1° compleanno WISE LUXURY STORE, fashion night out RETROUVE’, inaugurazione nuova boutique SALAMENSA ospita Charlie Gnocchi RIPASSO ISEO, aperitivo con Francesca Cheyenne POLVERIERA BEACH, festa di compleanno


EVENT La sosta ospita Champagne& co GiovedÏ 12 Dicembre presso il ristorante La Sosta in via S. Martino della Battaglia (Bs), ha avuto luogo il tradizionale appuntamento mensile dedicato alla presentazione di una cantina vinicola. Questa volta l’evento è stato organizzato in collaborazione con Champagne & Co e ha visto come protagonista della serata lo champagne Besserat of Bellefon accompagnato da una grande degustazione di prelibatezze culinarie.

52


53


EVENT Finale Casting Telefono Azzurro Rosa 15 dicembre 2013, Si è concluso in bellezza il casting del Telefono Azzurro con sfilata Finale presso la sala degli Archi al Museo delle 1000 Miglia a Brescia; alla manifestazione c’erano più di 70 bambini finalisti ai casting, durato 8 domeniche con location parco “Morbido’”, di età compresa dai 2 ai 10 anni provenienti da tutta Italia. Lo spettacolo e’ stato un vero successo, a dirlo non e’ stato Anthony Le di Eventi Brescia e l’organizzatore dell’evento, ma bensì tutte le famiglie che hanno assistito alla sfilata! Il bravissimo presentatore e nonché cantate Graziano Bini ha saputo intrattenere il pubblico in maniera egregia, la location e’ stata addobbata a regola d’arte da Anna Interno Verde con piante e fiori stupendi, non potevano mancare i palloncini di Babalu a colorare il palco e i pilastri, il palco e’ stato allestito da Dass srl, i bimbi hanno sfilato con i vestiti di Birichino Boutique, Boscaini Abbigliamento, Boy Code di Brescia, tra un cambio e l’altro si è esibita la scuola di danza Teatro, i bimbi non finalisti invece hanno sfilato con i vestiti di carnevale di Bandera, la stupenda torta della Finale e’ stata fatta da Sweet Lab, prima di sfilare i parrucchieri di Miko’ Brescia e Borana Vane Make Up hanno dato sfogo alla loro creatività e hanno curato il trucco parrucco di tutti i bimbi, gli occhiali indossati nella fase pre-finale sono di Italianoptic di Rezzato, fotografo ufficiale: Alex Giovita. Ad eleggere i due vincitori di questa prima edizione e’ stata il presidente del Telefono Azzurro Rosa Ivana Giannetti, entusiasta del risultato e felicissima della gran bella festa! Christian e Rebecca, i vincitori del concorso, saranno i volti della campagna pubblicitaria del Telefono Azzurro Rosa 2014, oltre ai premi offerti dagli sponsor. Ringraziamo Sabrina De Arcangelo che per 8 domeniche ha fotografato tutti i bimbi nelle loro pose più belle, Mc 54


Donald’s di Brescia che ha omaggiato dei buoni e distribuito i volantini, la Cameo, Grok, Barilla, Centrale del Latte, Ambrosi, Farmacia Acuto, Cose di Resi, Ippogrifo Viaggi, Anna Calzature, Simply Market, Premium promotion, Biribimbi, Sophie calzature, I Bimbi gioielli, Quattrocolori, Valledoro e la mitica rivista Brescia Up! Grazie speciale a tutti i volontari dell’associazione e un abbraccio ai veri protagonisti di questo strepitoso evento: i Bambini! Per info e foto collegatevi al portale www.eventibrescia.com oppure Facebook : Eventi di Successo.

55


EVENT SQUADRA CORSE ANGELO CAFFI Ad ospitare la seconda cena soci della Squadra Corse Angelo Caffi quest’anno è stato un bellissimo kartodromo a Cinisello Balsamo, il Pala k. Come da consuetudine dopo aver cenato tutti gli ospiti hanno assistito al filmato riassuntivo della stagione sportiva 2013 e delle gare che, grazie ai tesserati e ad alcuni sponsor, la squadra corse è riuscita a fare. Numerosi sono stati i piloti premiati con sotto caschi offerti dalla banca Mediolanum, ma per la seconda volta la Squadra Corse ha voluto premiare con una penna d’oro, gentilmente offerta dalla gioielleria I GUSSAGO (www.igussago. it), il giornalista che più si è impegnato a far conoscere il loro progetto. Il tutto si è concluso con i ringraziamenti a tutti i tesserati e sponsor che hanno sostenuto e che sostengono la loro iniziativa cioè aiutare giovani piloti a correre qualche gara. Per info e iscrizioni: www.squadracorseangelocaffi.it caffisquadracorse@libero.it mobile 334/9761820 fb: SQUADRA CORSE ANGELO CAFFI

56


R

I

T

O

R

N

A

N

O

Le frasi del“Mec�

Combattere i cervelli diversi e’ una battaglia persa. Meglio affrontarli con le loro stesse armi. by Mec


EVENT Exploit For Christmas Si è tenuto il 15 dicembre presso l’Officina Scuola Cucina, l’evento esclusivo Exploit for Christmas. Un grande successo organizzato da “Che Chic! Eventi” per promuovere la talentuosa Giulia Covelli, titolare di Exploit Bijoux e aiutare l’associazione “Bimbo Chiama Bimbo”. Ospite speciale la bravissima Valentina Georgia Pegorer, VJ di Deejay TV e testimonial dei gioielli Exploit. Una serata riuscitissima all’insegna del Natale e allietata dalla voce speciale di Antonella Braccia. Si ringraziano per la speciale collaborazione: Officina Scuola Cucina, Brescia Up, Le Torte Di Giada, La Montina, Meg Food, New Equipe acconciature, Albatrosfilm, Tipolitografia di Mompiano.

58


59


W O M A N COLLECTION 2014 BY NAT FASH

Model: Ramona Sartori Photo by: Domenico Raffa Hair & MakeUp: OK Capelli Stylist: Nat Fash - Woman collection 2014 Location: Hotel Vittoria Via X Giornate, 20- Brescia

60


EVENT Re del Mare 1° Compleanno State Freschi …ne vedremo delle Belle! … e Così è stato! Per ringraziare i clienti dell’ormai conosciutissimo negozio di pesce surgelato “Re del Mare” in via Orzinuovi a Brescia, il titolare Marco ha pensato bene di regalare, oltre ai buoni sconto e al ricco buffet preparati sul posto con i prodotti direttamente dai banchi frigo, in occasione del 1° compleanno del negozio andato come dice il titolare..“A gonfie Vele”, una sfilata di moda con 8 bellissime modelle, coordinata da Anthony Le di Eventi Brescia, per aggiudicarsi la fascia e corona di “Miss Re del Mare”. A portare a casa il titolo è stata Ramona Sartori 23 anni di Concesio, sfilando con gli abiti del noto stilista Nat Fash; durante la manifestazione oltre alla musica e fiumi di vino c’è stata una lotteria con ricchi premi messi a disposizione dei negozi sponsor tra i quali: Even Group, Forrest Gump, Gate 65 agenzia viaggi, Borana Vane Make up, Hello Fit palestre, Bar Verve, Gusto Catering, Creativity Associati e Eventi Brescia. Non poteva mancare la redazione di Brescia Up che ha fatto da giuria al concorso. Cosa dire.. Succede anche a Brescia!

62


63


EVENT caffe’ Cavour INAUGURAZIONE Giovedì 12 Dicembre è stato inaugurato Caffè Cavour: non il solito caffè ma un’ampia stuzzicheria - vineria nel cuore di Brescia nella piazzetta dell’ex tribunale. Selezionate oltre 40 etichette di vini da proporre alla clientela; il locale rimane aperto dalle 8 alle 21, dalle colazioni ai pranzi di lavoro e offre su prenotazione cruditè di mare come aperitivo alternativo.

64


65


EVENT Modella per una Sera IV tappa RistoBurger Rezzato (Bs) L’abbinamento Hamburger e Modella di solito non si fa.. ma al Ristoburger 50’S di Rezzato è stato un successo! Bellissime ragazze si sono presentate al set fotografico del concorso molto conosciuto di “Modella per una Sera” dove tra uno scatto e l’altro abbiamo degustato ottimi hamburger offerti dallo staff del ristorante. Oltre alla visibilità il tour ha anche lo scopo di inserire le aspiranti modelle nel mondo del lavoro come modelle, ragazze immagine, hostess e testimonial per vari marchi e clienti dell’agenzia Anthony Le Models, potete trovare tutte le informazioni dell’edizione passata comprese le foto gallery e i video delle tappe della seconda edizione digitando WWW. EVENTIBRESCIA.COM oppure tramite Facebook cercando “Eventi di Successo”. Come sempre a dar man forte al tour c’era lo staff di Brescia Up, ormai partner fidato di Modella per una Sera, lo staff di Relax ad Beauty di Borgo S. Giacomo per trucco e parrucco delle modelle, Borana Vane la make up artist del tour che ha utilizzato i prodotti 100% naturali di Kripa, la Linkem by Infinity System srl di Rezzato per la connessione internet e la Italianet Servizi per il supporto Web. Modella per una sera non è la solita sfilata ma un set fotografico dove valutiamo la bellezza, lo sguardo, il sorriso e il portamento con una giuria qualificata e seria, dando la possibilità a giovani sconosciute di diventare famose! Cosa state aspettando??!!! Venite ad iscrivervi, non ve ne pentirete!!!! Restate collegati al portale : WWW.EVENTIBRESCIA.COM e facebook: Eventi di Successo

66


EVENT 1° compleanno cascina doss Domenica 1 Dicembre 2013 si è tenuto il 1° compleanno di Cascina Doss a Iseo in cui il locale ha aperto le porte ai numerosi clienti accorsi, uno speciale ringraziamento per l’evento va ai “Fan Franciacorta”. CASCINA DOSS by ARBERGROUND NASCE IL 30 novembre 2012. Oltre al ristorante alla carte propone serate a tema : -Giro Risotti tutti i Lunedì sera -menù catalana Venerdì sera -Sunday AperitiF con buffet,Musica Live & Dj dalle 19 alle 24.

68


69


EVENT WISE LUXURY STORE FASHION NIGHY OUT Fashion Night Out è la serata che ha ospitato moda e jet set nella cornice unica del luxury store “Wise” a Desenzano del Garda. La boutique ha fatto sfilare statuarie modelle e affascinanti indossatori vestiti solo delle migliori creazioni di noti designer come Gucci, Prada, Dolce e Gabbana, Saint Laurent e Dsquared solo per citarne alcuni.. Lo staff e l’animazione firmati Qi clubbing hanno acceso l’anima glamour della serata con un catering d’eccezione, il tutto accompagnato da una cantina gardesana d’eccellenza come “Costaripa” sponsor della serata. Una vera e propria sfilata con tanto di DJ set e con la possibilità di fare shopping nella magica atmosfera ricreata appositamente ad ogni livello del negozio… per brindare al Natale insieme a numerosi ospiti tra cui fashion blogger, fotografi, giornalisti e naturalmente i padroni di casa : Gianni Peroni e Federico Scalogna. Wise è aperto tutti i giorni tranne il lunedi mattina dalle 09.30alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.30 e il sabato con orario continuato dalle 0930alle 1930 in Piazza Malvezzi 26 a Desenzano del Garda. Rosa e il suo staff saranno entusiasti di accogliervi in uno store multisensoriale dove dei veri personal shopper vi guideranno in un esperienza indimenticabile di shopping con le collezioni uomo e donna delle migliori case di moda tra cui Kenzo, Givenchy, Miu Miu, Prada, Gucci, Dsquared, Stella MC Cartney, Longchamp, Isabel MArant, Sacai, Tod’s Alexander Mc queen, Ferragamo, Jimmy choo, MSGM, Mulberry, Valentino..etc..etc..

70


71


EVENT L’INAUGURAZIONE NUOVA BOUTIQUE RETROUVE’ È stata inaugurata con il grande party «Piazza Retrouvè» la nuova sede della boutique Retrouvè a Brescia. Un’enorme folla si è radunata domenica 15 dicembre in Piazza Mercato per partecipare all’inaugurazione e assistere al coinvolgente concerto Gospel che ha intrattenuto gli ospiti durante la serata. A fare gli onori di casa la titolare Mihaela Mladenovska, padrona della boutique vintage di lusso Retrouvè e del negozio di alta moda The Queen in Via San Martino della Battaglia. Ospite d’onore è stato il fashion blogger Mariano Di Vaio, un idolo per molti appassionati di moda, protagonista sui social network grazie al suo seguitissimo blog MDV Style. Mihaela l’ha scelto anche come volto della campagna Autunno Inverno 2014 di The Queen. Il modello, idolo della ragazzine (e non solo), ha posato durante la serata per le foto con i numerosissimi fan. La nuova boutique: Il progetto, firmato dallo studio The Bolds di Massimo Prestini e Lars Duelffer, è partito dall’originale spazio cinquecentesco, sviluppando insieme alla proprietaria Mihaela Mladenovska un concetto espositivo innovativo ed unico. Sono stati utilizzati materiali preziosi e dimenticati -quali onici, radiche, palissandro ed ebanoaccostandoli a strutture modulari in ferro grezzo, rendendoli così contemporanei. L’illuminazione innovativa a basso impatto energetico è parte integrante della struttura stessa. Lo spazio così concepito dai progettisti risulta per i visitatori come uno spazio dinamico coinvolgente e mai statico. Il concept di Retrouvè: Retrouvè Luxury Vintage Shop nasce da un’idea di Mihaela Mladenovska. Libanese di nascita e veronese d’adozione, consegue la maturità artistica ad Atene. Da 72


A BRESCIA PRESSO: sempre appassionata di moda e lusso, il suo carattere energico e grintoso la porta a viaggiare nelle più importanti capitali europee. Le sue mete preferite sono le città d’arte, dove visita i negozi più lussuosi di tutto il mondo. Si appassiona a brand come Chanel, Hermès e Louis Vuitton, affascinata dalla cura della confezione dei loro capi e dal prestigio della qualità mantenuta negli anni. Trasferitasi a Brescia, Mihaela coglie l’occasione per realizzare il suo piccolo sogno e apre la boutique Retrouvè. Qui pezzi unici e grandi nomi del passato s’incontrano in una raffinata boutique-galleria d’arte, dove il vintage risplende in tutta la sua pregiata ricercatezza. Retrouvè diventa così negli anni una culla di eleganza e stile, dove i sogni diventano realtà.

FRECCIA ROSSA VIALE ITALIA 31

MULTISALA OZ VIA SORBANELLA 12

Rossopomodoro www.rossopomodoro.it


EVENT CHARLIE GNOCCHI OSPITE DI SALAMENSA Charlie Gnocchi, il comico di Striscia la Notizia e RTL ha scelto il ristorante Salamensa per presentare il suo nuovo libro «Culi e culatelli». Per iniziare alla grande il nuovo anno, le risate sono state accompagnate con una cena pensata ad hoc per una degustazione di grandi vini d’eccellenza, tutti firmati Marchesi Fumanelli, la prestigiosa azienda della Valpolicella conosciuta in tutto il mondo per i suoi sublimi Amaroni.

74


75


EVENT RIPASSO ISEO: APERITIVO CON FRANCESCA CHEYENNE Domenica 5 Gennaio l’aperitivo del Ripasso si è fatto ancora più coinvolgente, grazie alla presenza di Francesca Cheyenne, conduttrice radiofonica di rtl 102.5 che per l’occasione ha presentato il suo nuovo libro “Generazione” storia di una gioiosa anarchica televisiva. BAR RIPASSO Piazza Statuto, 5 - Iseo (Bs) Fb: Ripasso Iseo

76


Hospitality & Retail

infotre.com

Pubblicità su schermi digitali

infoemotion.com

Innamorarsi non è mai stato così facile

www.infotre.com www.infoemotion.com Via Orzinuovi, 20 Brescia Tel: 030 3534400


EVENT COMPLEANNO ALLA POLVERIERA BEACH L’8 gennaio alla polveriera Beach si è festeggiato il compleanno del titolare Signorini Giacomo e per l’occasione i clienti hanno potuto godere della spumeggiante compagnia di Enrico Zani e la sua chitarra. Ovviamente non sono mancate le bollicine di Berlucchi e tanta bella gente a fare da cornice a questa splendida serata. Giacomo ringrazia tutti coloro che hanno festeggiato con lui, il suo staff e gli amici di sempre!

78


79


A TU PER TU CON dj giovi

Giovanni Scandolo in arte Giovi nasce nel 1987 a Brescia si innamora da subito della musica e la passione per il mondo del Dj lo porta a fare del suo sogno la sua professione.

Giovi si esibisce principalmente a Brescia la sua grande particolarità è il suo know how musicale che gli per mette di spaziare dalla musica deep house, house e progressive house. Attualmente collabora con i migliori club di Brescia come l’Hotel Costez di Cazzago San Martino e il Mamamia di Palazzolo sull’Oglio. Giovi ha suonato inoltre al Chiosco Madai di Lonato del Garda, al Coco Beach di Lonato del Garda, al Garden Nikita di Telgate (BG), Al Terzo Millenio di Rovato (BS), all’Hotel Costez estivo (Ex dylan) e alla Polveriera Beach di Brescia. La domenica è or mai fisso da anni al Chocolat cafè di Azzano Mella (BS), l’happy hour ideale per chiudere in bellezza il weekend.

80


Giovi non si fer ma mai, corsi e ag giornamenti del settore gli per mettono di non privilegiare un solo genere musicale ma di spaziare proponendo sempre il suo “style�, si dedica alla produzione della sue tracce per consentirgli di far conoscere la sua musica non solo in ambito locale ma anche all’estero.

81


R U B R I c h e

RICETTA DEL MESE

Ricetta di Massimo Prandelli GAMBERO ROSSO via Cereto 8/a - Brescia www.gamberorosso.brescia.it

Tortelli di spigola spadellati con julienne di zucchine e pomodorini ciliegia

INGREDIENTI

PREPARAZIONE

200 gr di polpa di spigola 8 pomodorini ciliegia 1 scalogno q.b. di sale e pepe prezzemolo formaggio grattugiato a piacere 100 ml di panna fresca 200 gr di salsiccia fresca 1 cucchiaio di parmigiano 150 gr di farina 00 fumetto di pesce 100 gr di mollica di pane Per la pasta: olio extravergine d’oliva 2 uova 1 zucchina 1 cucchiaio olio extravergine d’oliva 1 pizzico di sale

Impastare farina, uova e un cucchiaio d’olio con un pizzico di sale fino a formare un impasto liscio ed elastico. Avvolgetelo in carta pellicola e fatelo riposare per circa 1 ora. Per il ripieno: tritare lo scalogno ed il prezzemolo, rosolarli con un cucchiaio d’olio quindi aggiungere la polpa di spigola precedentemente tagliata a cubetti, mescolate e poi sfumate con il fumetto di pesce, lasciare cuocere dolcemente per 10 minuti. In una terrina ammorbidire la mollica di pane con la panna, aggiungerle la polpa del pesce intiepidita, il grana, mescolate il tutto delicatamente ed aggiustate con sale e pepe. Tirate la sfoglia, disponete il ripieno a piccoli tocchetti e coprite con un altro strato di pasta. Tagliate a preferenza i tortelli rotondi o quadrati. Per condire, in una padella bassa e larga scaldare 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, aggiungere le zucchine precedentemente tagliate a juglienne e i pomodorini a cubetti. Cuocere a fuoco vivace per 5 minuti, se necessario aggiustate di sale e pepe e fate saltare i tortelli cotti in abbondante acqua salata. Impiattare e spolverare con prezzemolo tritato o erba cipollina a piacere.

per 4 persone

82


DAL BEN RICONFERMATO Vent’anni, e ritrovarsi, ora ,come allora, con entusiasmi, passioni, senso di appartenenza, desiderio di “fare” ed amicizia sincera, immutati, anzi, accresciuti e migliorati dal tempo. Questa, la sintesi dell’assemblea di Scuderia Ferrari Club Brescia, che l’amico e socio Beppe, ha ospitato a Casa Rocca, per il rinnovo del direttivo e la relazione del presidente Luciano Dal Ben. Atmosfera di cordialità e simpatia, che in alcuni momenti, si è per meata di emozione allorquando Dal Ben, ha ricordato quella calda Estate del 1993, Luglio, in cui venne fondato il club ed ottenne da Maranello la “charta” che ne legittimava l’attività. Da allora eventi ed iniziative di ottimo livello qualitativo hanno caratterizzato la vita del club, che , nell’osser vanza del dettato della Casa Madre, si è collocato egregiamente, anche a livello internazionale, tra un club sportivo, di ser vizio e culturale, assolvendo per il r uolo sportivo un appassionato supporto alla Ferrari in F1 e nei campionati GT, per i soci ed amici gli eventi organizzati dal club, per passare ad una attività di partecipazione attiva nei riguardi dei bambini bisognosi e malati, con la discrezione ed umiltà che ne nobilita il gesto. Ripercorrendo le attività ed iniziative che hanno caratterizzato la vita del club in questi venti anni, ora come in passato, Dal Ben, nel ringraziare i consiglieri ed i collaboratori, ha ricordato gli appuntamenti di successo in circuito a Monza, Franciacorta, all’Aerobase di Ghedi, le Ferrari al Circuito del Garda, gli eventi in città a favore dei bimbi di “Mamme e papa’ separati”, le serate di gala “ La notte del cavallino”, il gemellag gio con i Ferrari Club di Los Angeles e Shanghai. Segnatamente al settore culturale la presentazioni di libri , collezione di dipinti , modelli auto, convegni e relazioni a scuole e club, il tutto a tema esclusivamente “Cavallino” e la titolazione di viali e vie ad Enzo Ferrari: Brescia (sede dell’ ACI) Salò, Lograto e Travagliato. Evento di indiscusso successo, ambito, prestigioso e significativo per le finalità, il Premio E.Castellotti, creato nel 1996, annualmente riconosce, un pilota di merito, veloce, seriamente impegnato e dalle capacità di gestione della gara notevoli. Da segnalare, per i colori del Club, nel settore velocistico, le affer mazioni ed i titoli ottenuti su Ferrari da Dal Ben, le partecipazioni al Tributo Ferrari alla Millemiglia, unitamente alle numerose presenze dei soci a raduni ed alle gare di regolarità. Questi primi, magnifici ed indimenticabili, venti anni, consegnati al “salotto buono” dei ricordi, rappresentano non un punto di arrivo bensì l’inizio della continuità di un impegno gradevole ed avvincente nel nome del Cavallino, che senz’altro sarà foriero di nuove entusiasmanti ed ambiziose iniziative Sin da ora gia in programma per il prossimo anno, le Ferrari al Circuito del Garda, il Premio Castellotti , visita alla Ferrari, la presentazione di novità edite su Ferrari, un premio per alunni delle scuole medie da valutare con i responsabili didattici, ed altri eventi in via di definizione con la collaborazione di Maranello. Si è quindi passati alla parte elettiva , che per acclamazione ha visto Luciano Dal Ben riconfer mato presidente per l’ottavo mandato consecutivo, il quale, con voce velata da commozione, ha ringraziato per la fiducia. Di concerto anche relativa confer ma del consiglio attuale. Pertanto, il direttivo di Scuderia Ferrari Club Brescia per il 2014/2016 risulta essere: Presidente Luciano Dal Ben, v.Presidente Renato Pulcini, Consiglieri : Edward Battisti, Walter Bianchi,Claudio Gussago , Giulio Di Lernia, Pier Luigi Panni e Giambattista Sisini, in qualità di consulente e tecnico sportivo. Consenso, compiacimento ed applausi al primo atto della presidenza che ha posto all’approvazione la nomina a presidente ad honorem di Piero Ferrari, figlio del grande Costr uttore ed og gi nel CDA e vice presidente della Ferrari. Persona di alta qualità, che nello spirito e nella sostanza è l’erede unico di un patrimonio intellettuale, umano ed industriale che ha collocato, a diritto, il genitore ai vertici del consenso mondiale per le sue realizzazioni. Tra un applauso sentito ed espressioni augurali alla Ferrari, affinchè, dalla prossima stagione in F1, possa tornare ai massimi livelli che le sono propri, per gli appassionati e per la riconfer ma di un primato italiano, la serata volgeva alla felice conclusione. 83


Coco et La vie en Rose Buon anno care lettrici di ModaUp!

Images credits: Style.com

Oggi vi parlerò di un trend che personalmente adoro: i tacchi color nude Considerate tipicamente primaverili, tutte le tonalità del beige e del rosa cipria sono state sdoganate nella stagione fredda: la scarpa nude, soprattutto se di vernice, dà un tocco di classe e glamour, e aiuta a scongiurare l'abbinamento scarpaborsa, da cui siamo inevitabilmente attratte - siete d'accordo? - ma che è assolutamente OUT. Come vedete, il loro colore neutro le rende molto versatili. Potete indossarle per valorizzare un capo importante - con il rosso faranno faville - oppure per creare un outfit dalle tonalità delicate. Dolce &Gaabbana

Nina Ricci

Valentino

Curiosando come le indossano le celebrità...

Cate Blanchett

84

Marc Jacobs

Image source: Pinterest

Olivia Palermo

Lake Bell

Kim Kardashian


RUBRI c h e Direttamente dall'Olimpo del tacco 12, ecco un manciata di modelli strepitosi...

Anche questa volta ho preparato per voi alcune proposte anti-bancarotta!

Ora ditemi, che ne pensate di questo trend?

Coco et La vie en rose in: decollĂŠtĂŠs nude Wholesale7, Abito a tubino con peplo blu navy Miss Miss by Valentina, sciarpa di pelliccia Miral Se volete iniziare il nuovo anno rinnovando il vostro look o il vostro guardaroba, non esitate a contattarmi per una consulenza gratuita! Vi aspetto numerose anche il mese prossimo, Bisous Coco

Valeria Arizzi Fashion Blogger & Personal Stylist Coco et La vie en rose www.pinktopping.blogspot.it valearizzi@hotmail.it 85


NON SONO A DIETA, SONO IN TISANOREICA!

PRIMO NEGOZIO A BRESCIA VIA LAMARMORA 122

Via Lamarmora, 122 - BS - Cell. 392 5642973 Tel. 030 5310562 intisanoreica.brescia@virgilio.it Tisanoreica Brescia


Exclusif lancia da Brescia la sfida di un lusso diverso

La ‘marque’ creata dall’imprenditore bresciano Giovanni Ippolito Archetti riunisce sinergicamente un circuito di location di char me, una rete di club per professionisti e imprenditori, ricca di ser vizi, e – da og gi – un luxury magazine digitale tutto da scaricare e da leg gere. Il vero lusso delle donne e degli uomini di og gi è il tempo. Questa la filosofia del progetto Exclusif, protagonista di una presentazione rivolta a un gr uppo di imprenditori e professionisti, bresciani e non, che si è tenuta lo scorso novembre nella splendida cornice del resort Borgo Santa Giulia a Corte Franca, in Franciacorta. Di cosa si tratta? Nato come circuito di location di char me con la marque Exclusif Luxury Places, il progetto si è ampliato nel tempo fino a comprendere una rete di club – Exclusif Club Monsieur ed Exclusif Club Madame – e una

vasta gamma di ser vizi e prodotti esclusivi per gli associati, come un marketplace per immobili di pregio e auto di lusso, o la concierge personalizzata. Anima del progetto è Giovanni Ippolito Archetti, imprenditore della Franciacorta che ha saputo capitalizzare l’expertise pluriennale, maturata nel settore dell’ospitalità per creare una str uttura capace di fare networking tra protagonisti dell’economia e del territorio, che desiderano mettere a disposizione l’uno dell’altro risorse e competenze. “ La nostra missione è offrire il mezzo più bello per scoprire il mondo – spiega Archetti – promuovendo questa arte di vivere attraverso valori associativi che guardano sì al lusso, ma anche alla condivisione, al supporto tra gli associati, e anche alla solidarietà verso le persone meno fortunate attraverso iniziative cui Exclusif destina ogni anno delle risorse ”.

87


Exclusif Luxury Places, per esempio, presta un’attenzione particolare all’esclusività, a partire dal nome, intesa come unicità di esperienze. Per gli associati di Exclusif Luxury Places avere un location exclusiva e d’eccellenza è un requisito essenziale. Ciò che differenzia Exclusif Luxury Places dai concorrenti è l’attenzione nel creare esperienze indimenticabili per gli ospiti. Mentre ogni dimora è distintamente unica, esiste una filosofia comune a tutti gli associati, che vuol dire persone e vuol dire luoghi. Anzi, vuol dire collocare le persone nei luoghi. I Maitres de Maison s’ispirano ai loro luoghi, unici nel pianeta, per far gustare a ogni ospite i propri sapori straordinari, le proprie radici e la propria cultura. “ Questo senso del luogo, questo terroir – prosegue Archetti – si esprime con l’architettura della dimora, l’arredamento, il paesag gio, le ter me, il ser vizio e il divertimento. A iniziare dalle esperienze culinarie create dagli Chef e dai Grands Chefs di Exclusif Luxury Places, una ‘famiglia’ di professionisti riconosciuti per la bravura, creatività e abilità nel far vivere una regione con arte attraverso la cucina... per il piacere dei nostri ospiti ”. Un analogo spirito anima tutte le iniziative della marque, inclusa l’ultima nata in casa Exclusif, la rivista Exclusif Plaisir de la Vie che è stata presentata durante la serata: un digital magazine, secondo le tendenze più avanzate dell’editoria contemporanea, che si potrà sia

88

sfogliare online sia scaricare per essere letto su un tablet o qualsiasi altro dispositivo, o stampato. Diretta da Claudio Ferrara, giornalista e business writer con pluriennale esperienza nei settori del turismo e dell’ospitalità, Exclusif Plaisir de la Vie si propone come qualcosa di diverso dalla solita rivista luxury, a partire dal layout minimalista ed elegante studiato dall’agenzia Forte Comunicazione di Milano. “ In linea con la filosofia della marque – commenta Ferrara – abbiamo pensato a qualcosa di molto diverso dai ‘cataloghi’ patinati che sono diventate og gi le riviste del lusso. Noi andremo a caccia dell’artigiano che realizza prodotti su misura unici, del viag gio organizzato da agenzie specializzate che fanno scoprire angoli ignoti ai turisti, degli hotel o ristoranti di char me sconosciuti ai più, magari con pochissimi coperti e dove occorre prenotare mesi prima. Insomma, andremo a caccia di occasioni davvero ‘exclusif ’ per vivere il lusso di un tempo di qualità ”. Oltre che una rivista ricca di contenuti, Exclusif Plaisir de la Vie sarà anche una vetrina dove gli associati ai club Madame e Monsieur potranno condividere le loro esperienze di imprenditori e professionisti con le decine di migliaia di contatti altamente profilati iscritti alla mailing list della marque Exlcusif, che saranno infor mati periodicamente sulle uscite della rivista.


Salumificio Aliprandi

Salumificio Aliprandi spa Via Mandolossa, 25 - Gussago (BS) Tel. 030 2520077 - Fax 030 2521036

www.aliprandi.com


La Chicca Io lo faccio innamorare

Il problematico di tipo 4

Il saccente per eccellenza! Il finto maschio che si crede perfetto, o meglio, che vuole presentarsi agli altri come uomo perfetto; peccato che sia ben lontano dalla realtà. “l’ intrattenitore” è decisamente un personaggio che al primo colpo d’ occhio vi lascia senza fiato. Di grande cultura e carisma, non lascia che si presentino momenti di silenzio imbarazzanti, ha sempre qualcosa da raccontare o da commentare ovviamente per mettersi in risalto davanti a voi. Sembra i n g a m b a e d ive r t e n t e, m a n e l p r o f o n d o è assolutamente un complessato. Davanti agli sconosciuto è il classico uomo dai grandi valori: onesto, attaccato alla famiglia e di spessore. Pe c c a t o ch e n e l m o m e n t o i n c u i s i s e n t i r à sicuro con la sua par tner si lascerà andare: diventando il classico stronzo che vuole avere sempre ragione sminuendo la sua compagna in continuazione e possibilmente anche davanti ad altra gente. Frustrato e cattivo cercherà in tutti i modi di convincervi di essere delle fallite, un modo subdolo per sentirsi sempre più forte e prevaricare sulla compagna. Il fatto di volere a tutti i costi disprezzare chi gli sta accanto con affetto e amore è un modo semplicissimo per non mettersi mai in discussione e non sentirsi m i n o r e a l vo s t r o f i a n c o. N o n t r ova n o m a i donne di poco valore, le pretendono forti con g rande fer mezza emotiva e di spessore. Non sono stupidi, motivo per cui non potrebbero mai stare con una sciacquetta qualunque, non farebbero bella figura portandola in giro. Grandi g esti e parole, dopotutto come dicevo all’inizio hanno una grande cultura alle spalle e una grande padronanza di linguag gio. Apparentemente tenaci e convinti di ciò che sono, og gettivamente non sanno nemmeno da che parte girarsi perché sono talmente ristretti d i ve d u t e ch e n o n a c c e t t e r e b b e r o u n l o r o piccolo sbaglio. Neg ano i propri er rori e vi

faranno sentire causa primaria di quest’ ultimi. Durante le discussioni vi lanceranno addosso parole grosse ed insulti. Non temete, è solo ciò che pensano di loro stessi, un modo efficace secondo la loro contorta ottica di tirare fuori ciò che effettivamente pensano di loro stessi. Sicuramente non possono avere una par tner d e t e r m i n a t a e c o nv i n t a d i s é , n e c e s s i t a n o piuttosto di una ragazza che preferisce fare da ombra. Sono attratti da donne poco appariscenti e molto accomodanti, comprensive e che sono in grado di portarli sul palmo della mano. Esattamente come ha fatto fino a quel giorno la loro mammina. Non reagite se state con un “intrattenitore”, altrimenti correrà subito a lamentarsi della propria relazione da un'altra donna. Non tradirà mai fisicamente la sua compagna, ma state pur certe che cercherà sempre l’ attenzione di altre rag azze, “l’ intrattenitore” apparirà all‘ universo femminile come l’uomo che tutto conosce e tutto può; peccato che può solo di fronte a sconosciute, motivo per cui non concretizza i suoi f lir t. Per essere la donna giusta dovete perdonare, perdonare e ancora perdonare. Insomma, annullatevi completamente e restate in balia delle sue esigenze e capricci. Vi chiederà in continuazione conferme e dovete essere pronte a dargliene ancor prima che ve le richieda. Allora, c o r a g g i o ! ve s t i t e v i d i nero e non indossate tacchi, poco tr ucco; ancor meglio se non ne usate. Dimenticatevi paillettes e piumag gi e trasfor matevi in una frigida austera. Ci sono ancora i saldi in atto, correte a cambiare il vostro guardaroba!

ChiccaBaroni 90

R U B R I c h e


R U B R I c h e

A PROPOSITO DI...

CELIAChIA

Ricetta tratta dal libro CHEF GLUTEN FREE di Marco Scaglione e Lara Balleri Foto di: Iuri Niccolai

Cookies con cioccolato e noci pecan

INGREDIENTI

PREPARAZIONE

180g di noci pecan a pezzetti 95g di farina di riso 125g di burro ammorbidito 75g di farina di mais 110g di zucchero extra fine 150g di cioccolato extra qualche goccia di estratto di fondente a pezzetti vaniglia 24 noci pecan intere 1 uovo 50g di cioccolato fuso

Pre riscaldare il forno a 180째C /160째C con funzione ventilato. Preparare la teglia del forno con la carta forno. Trita le noci pecan. Sbattere il butto, lo zucchero, l'estratto di vaniglia e le noci pecan tritate con un frullatore elettrico fino a quando il composto non diventa spumoso. Aggiungere le uova e continuare a lavorare il composto. Un cucchiaio alla volta aggiungere le farine e, in ultimo, il cioccolato a pezzi. Con un cucchiaio fare dei mucchietti molto distanti sulla carta forno. Aggiungere per ogni mucchietto una o due noci pecan e infornare per 20 minuti. Una volta freddi cospargere i biscotti con il cioccolato fuso.

91


Corso Garibaldi, 20 Brescia


R U B R I c h e

Federica Di Nardo

Photographer: Elias Francesco

del mese

93


del mese

Federica Di Nardo Sono Federica Di Nardo, laureata in Relazioni Internazionali ed Istituzioni Europee, da Gennaio 2013 ho aperto il mio Fashion Blog "The Cutielicious". Giornalmente propongo soluzioni di stile che uniscano portabilità e originalità, il tutto a prezzi accessibili. In più il Blog offre rubriche che parlano anche di arte, design, musica, fotografia e tutto quello che mi piace e mi ispira. www.thecutielicious.com Photographer: Elias Francesco


Abbigliento e Accessori

Vintage e usato delle migliori firme


OROSCOPO del mese

Ariete: La vita familiare potrebbe essere un po’ nervosa. Mercurio in Capricorno fino a metà mese potrebbe renderti impulsivo e spingerti a sopportare male obblighi e maleducazione.Non avrai peli sulla lingua, e se a volte questa è una dote, in queste giornate un po’ nervose potrebbe far precipitare situazioni pericolanti. Vita sociale e familiare saranno serene e appaganti da metà gennaio in poi. Potresti vedere quello che ti ha turbato sotto una luce diversa. Toro: Inizi proprio bene il nuovo anno. Sei soddisfatto di alcuni traguardi raggiunti e ti lasci alle spalle qualche difficoltà. Potresti conoscere nuove persone, viaggiare, o prenderti la sospirata vacanza, sempre se non devi lavorare. La seconda parte del mese invece potrebbe proporti qualche problema. Dovrai fare attenzione alle tensioni in famiglia o ad un equivoco con un amico. Gemelli: Se in passato hai avuto problemi in casa, ti si prospetta un bel periodo di ripresa e accordo familiare. Sarai grintoso, pronto a chiarire quello che non funziona, ad impegnarti per migliorare ogni tipo di situazione. Dal giorno undici Mercurio sarà in ottimo aspetto verso il tuo segno dall’Acquario: la tua comunicativa sarà al top. Sarai lucido, abile, simpatico e accattivante. Farai amicizia più facilmente e potrai divertirti come preferisci. Cancro: Qualche discussione, che forse ti porterai dietro dalla fine dell’anno precedente, offusca il principio del 2014. Sarai in tensione, molto probabilmente per motivi familiari o affettivi. L’insoddisfazione che avvertirai dovrebbe essere di stimolo per spingerti a migliorare quegli aspetti del tuo carattere e della tua vita che ti portano fatalmente verso i problemi. Ci saranno discussioni, e nervosismo, ma anche momenti piacevoli: sforzati di vedere il bicchiere mezzo pieno e regalati più speso che puoi qualcosa di piacevole e gradito.

Leone: Ti senti ruggente più che mai. Merito di Marte in favorevole aspetto dal segno della Bilancia, che ti aiuterà a farti largo nelle solite questioni di routine. Qualora ci fossero problemi o incomprensioni in atto, cerca di chiarire tutto entro il giorno undici. In seguito Mercurio passerà in aspetto teso dal segno dell’Acquario, e potrebbe complicare un po’ la comunicazione. Occhio agli imprevisti in casa e con gli amici e stai alla larga dagli invidiosi! Vergine: Ci sono ottime prospettive per te. In famiglia e con gli amici, potresti intrecciare rapporti scorrevoli, e sentirti soddisfatto di quello che hai costruito. Spesso i nativi del tuo segno sono timidi e non sono mai sicuri e soddisfatti di quello che fanno loro o gli altri. Ma questo mese potresti salutare quest’atteggiamento, perché i risultati ci saranno e saranno concreti e duraturi come piace a te. La prima parte del mese sarà eccellente, e la seconda scorrevole e tranquilla. Bilancia: Ci saranno parecchi alti e bassi nelle tue relazioni, soprattutto con i familiari e durante la prima parte del mese. Le discussioni potrebbero essere aizzate dai soliti motivi (soldi, invidie, gelosie) oppure essere causate da tensioni più profonde che richiederanno maggiore cautela e attenzione. Nella seconda parte del mese sarai più diplomatico, riuscirai a dialogare con maggiore serenità, e, soprattutto, ti consolerai con una vita sociale più dinamica. Scorpione: Hai tutte le carte in regola per partire con la quarta: progetti, iniziative familiari o che riguardano svago e viaggi, amicizie e

divertimento. Tutto ti riuscirà bene, almeno fino al giorno undici, quando Mercurio passerà in quadratura nel segno dell’Acquario. Da questo momento in poi, potrebbero esserci incomprensioni e battibecchi con chi ti circonda. Ma si tratta di piccoli peccati veniali, perché il tuo quadro astrale è davvero favorevole. Dunque, non esasperare questi equivoci, e vai oltre.

Saggittario: Questo mese è per voi un mese positivo, di grande energia e di novità importanti. Subito dopo le festività, potresti

affrontare situazioni inedite, ma molto favorevoli. La vita sociale e quella familiare godranno dell’ottimo aspetto che Mercurio formerà da metà mese in poi. Se ci fossero equivoci in sospeso, questo sarà il periodo migliore per chiarire quello che non funziona. Nuovi amici in arrivo e divertimento formato maxi!

Capricorno: In questi giorni i riflettori saranno puntati su di te, nel bene ma anche nel male. Il cielo è intenso e contraddittorio, e dovrai fare i conti con situazioni speciali, molto belle, e altre irritanti. I rapporti d’amicizia o familiari logori potrebbero finire nell’occhio del ciclone. Dovrai fare attenzione a non prendere decisioni drastiche. Riflettici su nella prima parte di gennaio: avrai le idee più chiare.

Acquario: Ti aspetta un mese molto favorevole, denso di contatti, di novità, di grinta, di voglia di fare e di cambiare quello che non funziona. Potrai lasciarti alle spalle parecchie difficoltà familiari, ritrovare l’accordo con un amico perso di vista, viaggiare e divertirti. Dal giorno undici, subito dopo le festività, sentirai l’atmosfera cambiare progressivamente. Novità importanti, in ogni settore. Fatti trovare pronto!

Pesci: Durante le festività hai avuto modo di approfondire il dialogo con le persone che ti stanno a cuore?

RUBRI c h e

Probabilmente sì, perché inizi il nuovo anno con serenità e soddisfazione. Molte cose stanno cambiando nella tua vita, e sei felice dei miglioramenti costanti che noti all’interno delle tue relazioni interpersonali e familiari. Dovrai fare attenzione solo a chi potrebbe approfittare della tua generosità...


gennaio DUEMILAquattordici

gennaio DUEMILAquattordici

€ 3,00

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA

LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO OMAGGIO

COMPLESSO MALTA

Redazionali 71

Mail Art : Formigoni celebra Cavellini Motor Circus Expo Rally Brixia Iuvenis

Eventi

La Sosta ospita Champagne & Co Wise Luxury Store Inaugurazione Caffè Cavour

Rubriche

ModaUp - Coco et la vie en rose Amici di zampa L’antico Egitto

Gennaio 2014  

Gennaio 2014

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you