Page 1


27 2007

giugno

BRESCIA

www.bresciaup.it


MANUELA PRESTINI: Correspon lo rispetteremo davvero?

A

ccendere una sigaretta nel cortile di un ospedale o buttare una cartaccia sul marciapiede non è più solo maleducazione. È la trasgressione di una legge. Il grosso dei provvedimenti riguarda il fumo: accendere una sigaretta in auto, anche a veicolo spento, sarà vietato se a bordo ci sono minori o donne incinte. Le sigarette sono bandite pure all’aperto, “nelle pertinenze esterne degli ospedali e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico pediatrici” e in quelle “dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia”. Una novità per tutelare al meglio le donne e i bambini dal fumo passivo.

Ma la domanda è: chi farà rispettare questi divieti? I vigili avranno tempo e risorse per controllare chi fuma in macchina o fuori dagli ospedali? La nuova legge, poi, proibisce la vendita dei prodotti da fumo ai minorenni: i tabaccai rischiano fino a 3.000 euro di sanzione ma in certi casi la scarsa collaborazione dei commercianti rende debole l'attuazione di questo divieto, insieme alla vendita dell’alcool. In casi del genere la sanzione diventa un deterrente utile ma lo saranno davvero o come al solito ci si affida alla buona sorte e si chiude un occhio. Le regole dovrebbero accrescere il nostro senso di responsabilità Di norme rimaste spesso su carta ne esistono molte. Ad esempio l’obbligo di raccolta delle deiezioni dei cani sui marciapiedi primo semplice gesto per tenere pulite le città, dove, nel caso le autorità non sono capaci di farle rispettare, spesso ci riescono i singoli cittadini, rendendosi protagonisti nella pulizia, con quella consapevolezza nel sentire che il marciapiede, il parco e la spiaggia li si debbano vivere come fossero casa nostra. Ma il primo effetto di leggi del genere deve essere culturale. Dopo l’ostilità iniziale dovremmo fare nostra la regola, indipendentemente dal fatto che qualcuno punisca chi trasgredisce,tutto deve partire da noi come esempio. Iniziare e far si che in occasioni nelle quali ci si trova ad osservare un comportamento sbagliato per tutti, lo si faccia notare, che ci sia un regola o meno, ci farà guadagnare in educazione civica, sempre sperando che prima o poi, anche se la vedo dura dal momento che certe persone sono e resteranno sempre degli incivili, si riesca a vivere in una società dove le regole anche le più elementari vengano rispettate in primis, il rispetto degli altri. Un abbraccio

Manuela 2


Brescia corso Zanardelli www.pasinigioielli.com 3


Tecnicamente per avarizia si intende un attaccamento morboso al denaro, una scarsa generosità e qualche volta un’ imposizione di se stessi e del proprio potere determinato dalle tante ricchezze. L’avarizia è considerabile a un difetto o forse quasi una malattia, chi ne è affetto mette il denaro prima di qualunque altra cosa. Prima degli affetti, della famiglia, dell’amore e cosa forse più grave prima di se stessi. L’avaro perde ogni valore, ogni principio, perde la coscienza di se. La scala delle sue priorità viene ad essere sovvertita in maniera irreparabile. L’avaro non si rende conto di sbagliare, non si rende conto dell’importanza di ciò che lo circonda, desidera semplicemente accumulare denaro. Al giorno d’oggi i problemi presenti nella società sono tra i più vari. Tra i più gravi vi è sicuramente l’avarizia,ma permettetemi e non da ora, ma sopratutto ora,di considerarla un bene di chi ci governa e il testo che segue è il pensiero che accomuna se non tutte le persone, di certo la stragrande maggioranza. Questo grande desiderio è in verità un’ossessione che lo allontana dal mondo. L’avaro viene ad essere giudicato come un ladro, una bestia, uno strozzino, un uomo privo di sentimenti, il padrone assoluto, che non rendendosi conto della sua condizione persiste fino a commettere atti assurdi, fino ad essere il protagonista di situazioni e decisioni assurde e paradossali. E’ vero che la società di un tempo era purtroppo soggetta all’avarizia. Tanti infatti avevano un continuo bisogno, una continua necessità, una continua ossessione, di possedere molto denaro per potersi permettere lussi superflui, vite fin troppo agiate, case forse troppo grandi e mezzi di comunicazione tra i più vari????? Si forse una volta c’era chi stava più che bene e chi, i più tanti,del proprio bene arrivava a vivere decentemente, gli stessi ai quali ora tutta questa “avarizia” si è trasformata in bisogno ,in parsimonia ,in un continuo risparmiare o cercare di farlo ,per appunto poter vivere. Purtroppo sono cresciute le diversità sono aumentati, gli avari citati sopra ai quali tutto è concesso padroni di decidere allontanando la gente, creando un mondo a parte, un mondo in cui nessuno guarda in faccia nessuno, in cui tutti vogliono fare successo a discapito di chiunque a discapito della gente che è arrivata a ‘sopravvivere’ per poter vivere.

4


5


antonio russo: Correspon quando il colpevole viene assolto...

quando il colpevole viene assolto...

M

ancanza di consapevolezza rispetto alle violenze di genere? Di certo fanno discutere le motivazioni della sentenza di assoluzione di un dirigente pubblico siciliano, processato con l'accusa di aver molestato sessualmente due impiegate e ritenuto non colpevole.

dimostra di considerarti a tua disposizione". E che dire del fatto che sia stata una donna a scrivere le argomentazioni dell'assoluzione? "Non è necessario essere maschi per essere maschilisti", osserva l'autrice di Accabadora, Ave Mary e Chirù. Secondo lei, non avrebbe invece pesato l'ambiente sociale e culturale, da profondo Sud: "Il maschilismo - ripete - non conosce né sesso né geografia. È trasversale".

Fanno discutere, dividono e indignano - soprattutto le donne - le motivazioni della sentenza di assoluzione di un dirigente pubblico siciliano, processato a Palermo con l'accusa di aver molestato sessualmente due impiegate e ritenuto non colpevole, ad una dipendente aveva dato una pacca sul sedere. All'altra aveva messo un dito sul bottone della camicetta, all'altezza del seno, e sfiorato le parti intime.

Secondo la collega Dacia Maraini la discussa sentenza "è fuori dalla realtà e non è accettabile". I giudici, sostiene,"non si sono resi ben conto di che cosa è una molestia per una donna. È ciò che le due vittime hanno subito". Questo caso, continua, " è particolarmente grave perché l'uomo assolto, ritenuto immaturo a dispetto dell'età e dell'esperienza, era un superiore delle impiegate". E la donna che ha steso le motivazioni? "A volte - dice Maraini - le donne pensano di dover dimostrare di non esserlo. Il collegio giudicante ha preso per buono il punto di vista dell'imputato e non quello delle molestate, le parti offese".

A parere della seconda sezione del Tribunale - collegio presieduto da un uomo, con una magistrata come giudice estensore - quegli atti erano "privi di connotato sessuale", diversamente da quanto percepito dalle vittime. Non solo.Il comportamento del capo, che non è un giovanotto sprovveduto ma un 65enne, "era oggettivamente dettato da un immaturo e inopportuno atteggiamento di scherzo frammisto ad una larvata forma di prevaricazione e ad una, sia pur scorretta, modalità di impostazione dei rapporti gerarchici all'interno dell'ufficio", una sede dell'Agenzia delle Entrate. E, ancora: "Non si deve far riferimento alle parti anatomiche aggredite o al grado di intensità fisica del contatto - asserisce la sentenza - ma si deve tener conto dell'intero contesto. Nel comportamento dell'imputato non era ravvisabile alcun fine di concupiscenza o di soddisfacimento dell'impulso sessuale".

Per Rossella Mariuz, storica e combattiva avvocatessa dell'Udi di Bologna, "la sentenza ci riporta indietro di decenni e denota una mancanza di consapevolezza rispetto alle violenze di genere, in un momento storico in cui invece c'è grande attenzione su questi temi". Il rischio, evidenzia, "è quello di scoraggiare ulteriormente le donne che subiscono reati sessuali in ufficio o in fabbrica, già assai restie a farsi avanti per vergogna, per paura di non essere credute, per il timore di ritorsioni, per il rischio di trasferimenti e conseguenze sulla carriera". Uno studio dell'Istat certifica che almeno un milione e 300 mila donne tra i 14 e i 65 sono state molestate, violentate o ricattate sessualmente durante la vita lavorativa. Pochissime hanno scelto di fidarsi di forze di polizia e giustizia. Per stupri e tentati stupri ha sporto querela il 9 per cento delle vittime ed è stato denunciato solo lo 0,7 per cento dei ricatti a luci rosse.

La scrittrice Michela Murgia non nasconde amarezza e sdegno. "Le motivazioni risentono di un equivoco profondo. Sostengono che non c'è reato, se non c'è intenzione sessuale. Ma non è così. La molestia sessuale è una manifestazione di potere, non di desiderio. E' il modo con cui una persona con una mansione superiore, in questo caso in un ambiente di lavoro,

Antonio Russo 6


PB WORLD CONSULTING

Social media manager Personal Branding Ufficio Stampa Web Web Reputation Content Marketing & Blog

Marketing Tradizionale Key Account Management (gestione grandi clienti)

Social Media Strategy

Web Solutions

SOLUTIONS ADV

Mobile Marketing Landing page mobile Report Analytics Social Coupon Story Telling Landing Booking

Mobile Marketing

Content Marketing

PB World Consulting

Solutions-adv

Pamela Solinas

pamela.solinas@pbworldconsulting.com Barbara Cazzola barbara.cazzola@pbworldconsulting.com www.pbworldconsulting.com

Via F.lli Lechi 13 25121 Brescia (Bs) Tel +39 030 5030935 Mobile +39 392 3017450 www.solutions-adv.it

Per una consulenza gratuita clicca sul QR code e registrati


Speciale Festa della Donna Ricaricati di energie, lasciati coccolare dalle iniziative benessere tutte al femminile.

ADV otium


pag.20

la legge dei beatles... chi ama i beatles... vince!... sempre.

pag.26

Grazie al sestino beach e al nuovo ristorante lo spago

pag.32

Riccione, 21 -24 Gennaio 2016 campionati assoluti di ballo

pag.32

pag.42

remember vintage

AUTOSPAZIO PRESENTA TALISMAN

pag.44

ROTARY CLUB BRESCIA CASTELLO OSPITA LO SCRITTORE GIGI MONCALVO

pag.46

FINALISSIMA #TESTIMONIALFOREGOSHOP 2016

pag.48

FISI E MILLENIUM

pag.52

gruppo bossoni PRESENTA KIA SPORTAGE

pag.56

inaugurazione beef burgher

pag.58

fresco locanda prima serata ridi di gusto

pag.60

cena al befed

pag.46


FEBBRAIO

pag.30

PRESENTAZIONE STAGIONE FRANCIACORTA ATTILIO tantini

pag.34

tutela del risparmiatori studio cappiello

pag.36

l’antico egitto, edward richard battisti

pag.38

la tutela del socio di minoranza studio lumini

pag.64

8° RALLY FRANCIACORTA ATTILIO tantini

pag.78

IL DJ DEL MESE, ROBERTS BLUES lorenzo tiezzi

pag.80

CRISTINA ROSSI, MAKE UP ARTIST A SANREMO nessun colore è proibito

pag.82

LA T-SHIRT melly fashion voyager

pag.84

WEDDING PLANNER ALESSANDRA

pag.86

SCRITTORI SI NASCE? NO, SI DIVENTA! nina

pag.88

LE SCARPE

pag.90

il TEFF

pag.92

Musica per le nozze

smart diamond

a proposito di celiachia

consigli da matrimonio

pag.94

ANNALISA CORNA modella del mese


DIRETTORE RESPONSABILE Renata Sortino (Info@bresciaup.it)

CAPOREDATTORE Manuela Prestini (info@duesseadv.it)

REDAZIONE E UFFICIO STAMPA Antonio Russo (Info@bresciaup.it)

CREATIVE / ART DIRECTOR Federica Cocco

DIRETTORE EDITORIALE Emanuele Zarcone

GRAPHIC DESIGNERS Ada Bisziok Mukanoheri Carla Cò (ufficiografico@bresciaup.it)

MARKETING Emanuele zarcone (info@bresciaup.it)

STAMPA Staged Srl

PHOTOGRAPHERS Selene Z. Studio Up Sidass Patrick Merighi Franco Lucini Filippo Venezia

COLLABORATORI Andy Ak, Chicca Baroni Edward Battisti, Alberto Bonera, Mauro Bonometti, Roberto Cappiello, Rossano Caffi, Giulia Covelli, Alice Falappi, Anthony Le, Emanuele Lumini, Elisa Lubrani Simone Mor, Giuseppe Patrocelli, “Melly” Attilio Tantini, Marco X, Emanuele Zarcone

REDAZIONE Tel. 339.6836770

ABBONAMENTI E-mail: info@bresciaup.it www.bresciaup.it * BresciaUp è un periodico di informazione locale. iscrizione presso il tribunale di brescia n°37/2007 dell’8 settembre 2007


ilBraciere

SpecialitĂ Mediterranee Pesce di mare e Carne alla griglia Cucina Vegana e Senza Glutine

Via Rizzini 38, Cazzago S. M. (BS)

...a 1km dal casello autostradale di Rovato

Tel. 030 7254778 - 030 7751447

www.ristoranteilbraciere.net Chiuso di giovedĂŹ

Seguici su:


professore. alberto bonera

In un clima umano sociale politico morale economica culturale religioso geo-fisico planetario così instabile e confuso non v’ è altro da fare che prendersi cura il più possibile di ciò che ,a fronte di un imminente per quanto scongiurabile naufragio, urge salvare a ogni costo prima sia troppo tardi : la pelle e la polpa, la vita corporale e l’ anima che la abita. Ognuno si procacci una scialupa capace di resistere ai marosi, una zattera che almeno stia a galla il più a lungo possibile, un catamarrano anti- ribaltamento, ma a prevenzione di temibili nonché probabili attacchi di squali predatori assetati dell’ ultimo prezioso sangue che ci resta, sarebbe consigliabile un’ arca come quella di Noè in cui fare entrare tutti i soggetti a noi più cari ( persone,animali cose ma non denari) e pararsi al peggio. Superata la tremenda procella, potremo così finalmente progettare una vita vera , autentica e libera .Senza le bollette persecutorie, senza gli aguzzini della finanza , senza il pericolo di una nuova democrazia parlamentare rappresentativa dei nostri presunti bisogni , ma rappresentata da politici inetti e perniciosi, senza rate condominiali e senza richiami della banca, che ti aspetta sempre e ti segue con zelo , anche in cantina, senza lo Stato , l’ onnipotente onnipresente grande fratello che ti sorveglia e spia in qualsiasi pertugio tu cerchi rifugio, senza l’ opprimente dominio della Tecno-scienza , polimorfa piovra che tutto attanaglia e divora…senza fine…né ptincipio… Ultima raccomandazione per chi tiene ( ancora) famiglia : non vi sfiori l’ idea balzana di lasciar fuori la suocera dall’arca..Lei si salverebbe anche con un solo salvagente della Protezione civile. Tanto vale fare i brillanti. Pioverà su di voi ogni benezione celeste..Buon viaggio …

Favorisce il recupero ed il mantenimento dei naturali livelli di vitamine e sali minerali. Integratore alimentare ad azione proenergetica a base di L-Arginina 15


EMANUELE ZARCONE: Correspon Il mito greco

la leggenda che fa sognare da secoli

Q

uello tra Psiche e Amore è uno di quei racconti eterni che per generazioni, attraverso i secoli ha fatto sognare tutti gli innamorati. Raffigurati da pittori e scultori, i due amanti sono diventati il simbolo stesso dell’amore e della passione tanto più che la loro storia è una delle poche, tra i miti greci, che ebbe un lieto fine. Psiche era la più giovane, ma soprattutto la più bella di tre sorelle. La sua bellezza era così grande ed eterea da suscitare l’ira della più vanitosa tra le dee: Venere. Accecata dalla collera e dall’odio, colei che era riconosciuta proprio come la dea della bellezza, decise di vendicarsi della fanciulla e chiese ad Amore di aiutarla. Il suo piano era quello di far innamorare Psiche di un uomo di umili condizioni. Il dio dell’Amore accettò il compito assegnatogli da Venere, ma appena vide Psiche ne rimase talmente affascinato da innamorarsene egli stesso perdutamente. La portò con sé nel suo palazzo, ma senza rivelarle la propria identità. Anche Psiche si innamorò di questo giovane misterioso che ogni sera si recava a farle visita, ma solo al calar del sole per impedirle di capire chi fosse in realtà il proprio amante. Ma la curiosità, si sa, è femmina. E questo vale fin dalla notte dei tempi. Una notte, Psiche, decisa a dare un volto all’uomo che l’aveva fatta innamorare così perdutamente, ma soprattutto spinta dalle due invidiose sorelle, illuminò il viso di Amore con una lanterna mentre lui dormiva. Cupido, svegliato da una goccia di olio bollente che cadde dalla lampada sulla sua spalla, rimase così deluso dal gesto della ragazza, da arrivare ad abbandonarla. Psiche cadde preda della disperazione e iniziò a vagare per tutto il mondo alla ricerca del suo amato. Fu così che arrivò al palazzo di Venere per chiederle aiuto. La bellissima dea sottopose la fanciulla a quattro prove impossibili da superare, ma che lei affrontò con successo grazie all’aiuto di essere divini. La prima prova consisteva nel dividere un enorme mucchio di semi in vari gruppi a seconda del tipo dei semi, il tutto prima che Venere tornasse da una festa. Fu una 16

formica che, avendo pietà di lei, andò a chiamare le sue compagne e in men che non si dica riuscirono a dividere tutti i semi per gruppi omogenei. La seconda prova prevedeva di prelevare e portare a Venere la lana di alcune pecore dal vello d’oro. Ma mentre Psiche correva verso le pecorelle per portare a termine la sua missione, una canna la fermò svelandole che, in realtà, quegli ovini erano belve feroci che avrebbero dilaniato il suo corpo, e le consigliò di aspettare la sera e di scuotere i cespugli tra cui pascolavano, per prendere la lana che vi era rimasta impigliata. Psiche riuscì così a superare anche questa prova. La terza prova consisteva nello scalare le ripidissime pareti di un monte e riempire un’ampolla con l’acqua di una fonte sacra. In questo caso fu un’aquila reale ad aiutarla: le strappò l’ampolla dalle mani e gliela riportò dopo averla riempita con l’acqua sacra. Per superare la quarta prova venne aiutata dai consigli di una torre parlante: la fanciulla doveva andare negli Inferi e chiedere a Proserpina di mettere in un vaso un po’ della sua bellezza. Attraverso una serie di peripezie Psiche riuscì a raggiungere anche in questo caso il suo obiettivo. Psiche dopo aver superato tutte e quattro le prove, si vide esausta e sciupata, la sua bellezza non era più la stessa. E fu a quel punto che decise di aprire il vaso per tornare ad essere bella come sempre, benché le fosse stato detto di non aprirlo per nessun motivo, pena la morte. La fanciulla aprì dunque il vaso, ma all’interno non trovò altro che un sonno profondo che la fece addormentare all’istante. Intanto, Amore, anch’egli preso dalla nostalgia per la propria amata, iniziò a cercarla dappertutto, finché non la scorse adagiata a terra, da dove la sollevò, rinchiudendo il sonno nel vaso e la svegliò pungendola con una delle sue frecce. A quel punto decise di portarla sull‘Olimpo per chiedere a Zeus di farla diventare immortale. Il dio di tutti gli dei accettò e le fece bere un bicchiere di ambrosia. Raggiunta l’immortalità Psiche divenne la moglie di Amore, dal quale ebbe una figlia che chiamarono Piacere.

Emanuele


BRESCIA

con il patrocinio di:

tel 030 3730487 info@dentrocasaexpo.it www.dentrocasaexpo.it 18


IL GRANDE EVENTO VERTICALE

19


Gli Stadio con Gaetano Curreri, che sa bene chi erano i Beatles, hanno vinto il Festival di Sanremo e i Beatlesiani esultano!!!! Adesso lo possiamo dire: L'altro Ieri a Sanremo durante l'incontro a RadioNorba con Gaetano Curreri, condotto

da Federico l'Olandese Volante, e sapendo quanto a Gaetano Curreri piacciano i Beatles, gli ho regalato una spilletta che raffigura la cassa della Batteria di Ringo Starr... Con la scritta THE BEATLES e gli dissi: "con questa spilla vincerai!...." A tutti i Beatlesiani ha fatto molto piacere che Gaetano l'abbia portata mentre cantava la sua splendida canzone sul mitico palco dell'Ariston... Da come la cantò e dalle vibrazioni che produsse in me capii subito che avrebbero vinto gli Stadio!!! Beatles 4Ever! and Love!....

Rolando Giambelli- B.D.I.A. Beatlesiani d'Italia Associati www.thebeatles.it - www.beatlesani.com

20


CHI AMA I BEATLES VINCE... SEMPRE!

CON QUESTA SPILLA... VINCERAI!....

Vu o i e s s e re s e m pr e a g g io rn a to s u i n ostr i Vu o i e sesveerneti? sempre

aggiornato sui nostri even t i ?Code, Inquadra il QR ANEDDOTI: I BEATLES A SANREMO 2006... E DIECI ANNI DOPO....2016 Riccardo Maffoni vinse il Festival di Sanremo 2006 giovani indossando la tshirt dei Beatles, dopo aver cantato in Piazza Colombo con i Beatlesiani.... E quest'anno i Beatlesiani organizzeranno per il 4 agosto a Sanremo al Teatro Ariston il secondo “Sanremo Beatles Summer Festival 2016� ( gara di Beatle Band & Artists)...

Riccardo Maffoni suona con Beatops e gli Only Stones sul palco di Piazza Colombo a Sanremo poco prima di salire su quello dell'Ariston e vincere il Festival indossando il T-shirt dei Beatlesiani.

compilando il form sottostante

rimarrai sempre aggiornato Inquadra il QR Code, su

tutte le nostre compilando il forminiziative! sottostante

rimarrai sempre aggiornato su tutte le nostre iniziative!

Seguici anche su:

www.bresciaup.it

Seguici anche su:

www.bresciaup.it


Grazie al

il lago di Garda torna ad essere, Desenzano, una città che cambia, una località in continua trasformazione. Una cittadina di successo, con alle spalle un passato virtuoso, che sta finalmente tornando ad essere ancora amatissima ed invidiata. “Il turismo che affolla Desenzano è un turismo particolare, la nostra ad esempio è una clientela raffinata ed elegante” sono le parole di Yudi Bueno, responsabile del Sestino Beach club, il nuovo salotto,che ha decollato la scorsa estate riportando in auge il Lago di Garda Desideri trascorrere una serata all’insegna della buona cucina e con musica selezionata e coinvolgente? Al Sestino Beach Club, ogni venerdì e sabato durante la cena, propone un sottofondo musicale discreto e raffinato, e nel dopocena l’atmosfera si anima, rigorosamente live con maestri di piano bar e sapienti deejay. Se da un lato persiste una certa “crisi del turismo”, bisogna ammettere però l’esistenza di alcune persone votate al turismo che, spesso, riescono ad intuire e promuovere le giuste strategie. Desenzano del Garda è uno di quei paesi dove, imprenditori impegnati e capaci, hanno saputo adeguarsi alle mutevoli situazioni, anche modificando gli indirizzi delle proprie attività. è grazie agli interventi sensibili di imprenditori, che nell’intrattenimento turistico investono con grande pazienza e professionalità, che il Lago si prepara a rivivere una stagione di successo. Parliamo di Yudi Bueno, di Ottavio Ferri, di Puccio Gallo, quest’ultimo impegnato con Jerry Calà nel rilancio turistico del lago di Garda con la nuova gestione, non solo del Sestino Club ma anche del nuovissimo ristorante LO SPAGO, la cui apertura è in programma per il prossimo Giugno 2016. Si preannuncia un estate frizzante e di classe, diretta da tanta professionalità e passione. Ospiti eccezionali, dirette radiofoniche con Radio Studio Più, buon cibo e tanta buona musica: finalmente un luogo dove divertirsi con classa ed eleganza.

22


finalmente , la meta preferita di turisti e Vip...

Siediti comodo e gustati della buona musica. I nostri artisti e cantanti ti intratterranno con i piÚ grandi successi internazionali e nazionali. Il divertimento, te lo assicuriamo, è garantito.

23


Ecco finalmente concluso il ciclo di selezioni di questa stagione che ha decretato le bellissime vincitrici della nuova collezione Spring/ Summer 2016, Alessia Gozio per la categoria delle minorenni & Miryea Stabile per la categoria maggiorenni. La finalissima si è svolta nell’esclusiva location di Villa Fenaroli, ove le bellissime 40 finaliste si sono contese il titolo di testimonial e il premio del valore di 1.000 euro tra book fotografico & abbigliamento. Vedremo la bellissima Miryea e Alessia nel nuovo catalogo e nelle varie selezioni che ripartiranno ad aprile come ospiti nei vari eventi . Si ringraziano gli sponsor della serata: Amorissimo lampade e complementi d’arredo, Diego Caffè, Onda Verde.

Via Armando Diaz 154 San Zeno Naviglio Bs Tel. 030/2667362 info@viaggidiunavolta.it www.viaggidiunavolta.it


tiro a volo: road to rio 2016 5 Mesi alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Parlando di Rio 2016, la nostra mente accarezza il sogno, che gli atleti italiani primeggino in ognuna delle specialità previste nel programma dei XXXI Giochi Olimpici dell’era moderna. Ma c’è una disciplina che più di ogni altra e con costanza, rappresenta la provincia di Brescia ad ogni Olimpiade e ci regala l’emozione di ascoltare l’inno Italiano e di vedere sventolare la nostra bandiera agli occhi del mondo : il Tiro a Volo. Il tiro a volo, sport in crescita per interesse e numero di praticanti esalta le doti di concentrazione, di velocità e di reattività dell’atleta, utilizzando un fucile, gioiello di meccanica, estetica, precisione ed affidabilità. La provincia di Brescia e le sue aziende armiere, con Fabbrica d’Armi Pietro Beretta capofila, rappresentano nel mondo l’eccellenza della produzione dei fucili per il tiro a volo, generando un indotto economico talmente importante da renderlo uno dei comparti principali per l’economia locale. Manifesto_stampa_nuovo.pdf

1

19/02/16

10:13

Con il patrocinio di

Il Presidente del CUS Brescia, Artemio Carra, commenta cosi il binomio BresciaOlimpiade: “Quale sport se non il Tiro a Volo, meglio rappresentare la capacità della nostra provincia di produrre talento, in un mix di tradizione, innovazione e passione? Quale sport se non il Tiro a Volo, veicola valori, quali l’amore per la vita all’aria aperta, la capacità di controllo delle proprie emozioni e di concentrazione e la maturità di utilizzare il fucile con l’adeguato rispetto ? Il Tiro a Volo è uno sport che permette di crescere, a qualsiasi età, per donne ed uomini. Buoni sportivi per formare buoni cittadini “ Per Ottorino Agnelli, Vice-Presidente della Sezione Tiro a Volo, il CUS Brescia facilita l’accesso al Tiro a Volo: “Oggi avvicinarsi al Tiro a Volo è più semplice, grazie al CUS Brescia (tiroavolo.cusbrescia.it), la migliore espressione di polisportiva in Italia, che con la sua giovane ed ambiziosa sezione di Tiro a Volo, la prima affiliata alla FITAV (Federazione Italiana Tiro a Volo), conta su un ampio bacino di appassionati. Unisci l’adrenalina e l’emozione di rompere un piattello, mixalo con il glamour di imbracciare un fucile Beretta: una ricetta vincente che ha permesso un rapido sviluppo dell’attività della nostra sezione”. C

M

Media partner

2016

C O R S I | AT T I V I TÀ | E V E N T I CALENDARIO CORSI DI AVVIAMENTO ALLO SPORT 1° Edizione 29 Marzo | 5, 12, 19, 26 Aprile 3 Maggio. Il martedì ore 20.15-22.30

2° Edizione 20, 27 Settembre 4, 11, 18, 25 Ottobre Il martedì ore 20.15-22.30

3° Edizione 21, 28 Settembre 5, 12, 19, 26 Ottobre Il mercoledì ore 20.15-22.30

CORSO DI PREAGONISTICA Edizione Unica - 12, 26 Marzo | 2, 9, 23 Aprile | 7 Maggio. Il sabato ore 14.15-16.30.

Y

CM

MY

La prova di tiro gratuita si terrà presso il TAV Bettolino

CY

CMY

K

10 settembre 2016

Inizio ore 14.30. Prenotazione obbligatoria presso la segreteria del CUS Brescia. (tel. 030.2008624 tiroavolo@cusbrescia.it)

INFO E ISCRIZIONI

I corsi si terranno presso il Tiro a Volo Bettolino, SS235, 25030 Trenzano. Le iscrizioni si ricevono presso la segreteria del CUS Brescia. QUOTA D’ISCRIZIONE: 190 € per gli studenti iscritti all’Università degli Studi di Brescia (270 € per atleti non universitari). ERETTA.

CUS Brescia, Via Branze 41/42 - Tel 030.2008624 - tiroavolo@cusbrescia.it - tiroavolo.cusbrescia.it Proud Sponsor

COMMERCIO

ITALIA

NOLEGGIO

srl

S pecial C leaner P rofessional

Commenta infine cosi Mauro Lodrini l’organizzazione dell’offerta di eventi e corsi del CUS: “Il CUS Brescia è un accademia che offre una formazione completa teorica e pratica per trasformare l’apprendimento in www.beretta.com tiroavolo.cusbrescia.it un’esperienza unica, indimenticabile. Corsi di tiro esclusivo, che consentono di muovere i primi passi in pedana sotto la guida di istruttori internazionali di grande esperienza. Attraverso una formazione teorica ed un percorso di lezioni pratiche, gli Istruttori sanno guidare i tiratori nella conoscenza di una delle più affascinanti discipline sportive da pedana, in assoluta sicurezza e con il supporto che solo il CUS può dare.” La bellissima storia d'amore tra il Tiro a Volo ed il CUS Brescia, continua, anche nel 2016. Approfittatene e buon divertimento. Info & Credits: tiroavolo@cusbrescia.it | tiroavolo.cusbrescia.it

25


l'evento remember vintage a villa fenaroli

L'evento Remember Vintage a Villa Fenaroli La nuova edizione torna a grande richiesta il 12 -13 Marzo 2016 nelle gallerie e nelle splendide sale della prestigiosa Villa Fenaroli di Rezzato (Bs) proponendo come sempre il meglio di accessori e abbigliamento vintage. Il vocabolo Vintage deriva dal francese "l'age du vin" (l'annata del vino) e, per estensione, da "vendange" (vendemmia). Il termine coniato inizialmente per i vini vendemmiati e prodotti nelle annate migliori, è poi diventato sinonimo della espressione d'annata. Il Vintage piace ed è un apprezzamento per un prodotto più umano, fatto con maggior amore da un artigiano che ci ha messo passione o anche la possibilità di collezionare anche con spese non elevate. Del Vintage piace praticamente tutto, dall'abbigliamento all'arredamento, dallo spettacolo alla musica, dal cinema all'arte, dalle auto alle moto, dall'oggettistica al piccolo collezionismo, strumenti musicali, vecchi libri, riviste d’epoca, vinili che non hanno mai visto la grande distribuzione. In genere, oggetti sono definiti Vintage quando, pur essendo di produzioni antiche, conservano funzionalità/ caratteristiche / fascino superiori ad oggetti moderni. Raramente oggetti da museo (non più funzionanti, ma di sola testimonianza storica) sono considerati Vintage. In quesi casi vengono preferiti termini quali rarità, capolavori, pezzi d'arte. Si utilizza il termine Vintage per definire anche la moda d'epoca intesa come patrimonio storico e culturale rappresentato da importanti capi d'abbigliamento, accessori, bijoux e altri oggetti di vanità. Comunemente, questa branca del vintage è definita in francese come mode vintage e in inglese come Vintage Fashion. 26


L'abito o l'accessorio vintage si differenzia e contraddistingue dal generico "seconda mano" (l'usato) poiché la caratteristica principale non è tanto quella di essere stato utilizzato in passato quanto piuttosto il valore che progressivamente ha acquisito nel tempo per le sue doti di irripetibilità e irriproducibilità con i medesimi elevati standard qualitativi in epoca moderna, nonché per essere testimonianza dello stile di un'epoca passata e per aver segnato profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda, del costume, del design coinvolgendo e influenzando gli stili di vita. nonché per essere testimonianza dello stile di un'epoca passata e per aver segnato profondamente alcuni tratti iconici di un particolare momento storico della moda, del costume, del design coinvolgendo e influenzando gli stili di vita. è sopratutto l'arco temporale che va dagli anni '50 agli anni '70 il periodo che più affascina e entusiasma. Molto è ancora presente nelle case dei nostri genitori, nei mercatini in giro per l’Italia ma non tutto è relativamente facile da trovare.

LA MOSTRA MERCATO VINTAGE All'interno della Villa Sabato sara’ in orario continuato dalle 13.00 alle 22.00 e Domenica, in orario continuato dalle 10.00 alle 20.00 con il meglio di abbigliamento e accessori vintage , modernariato ,oggettistica , arredamento d’epoca ,autoproduzioni e remake con piu’di sessanta espositori provenienti da tutto il territorio Nazionale.

SFILATE DI MODA e SPETTACOLI MUSICALI Importanti realta’ collaterali e interventi innovativi con un nuovo ed interessante programma eventi per un altro tuffo nel passato di alta qualita’.

“LA DOLCE VITA “ Sabato pomeriggio dalle ore 17.00 nel Teatro Scalabrini Sfilata di abiti da cerimonia e di capi e accessori degli espositori di Remember Vintage a cura di Miro’ Vintage Un viaggio attraverso i film celebri che hanno segnato il tempo . IL PARTY DI REMEMBER VINTAGE A VILLA FENAROLI. Nella serata di Sabato dalle 19.00 alle 22.00 nella Sala Garibaldi vi sarà un Happy hour Vintage, Apericena a buffet libero e Cocktail bar al prezzo di € 10.00 con free Make Up & Styling Corner by Maison Co’, musica swing, spettacoli di danza orientale e charleston presentati dalla Compagnia Agorà, esibizione di tango by Empatìa Tango , Dj set revival a cura di DJ Frank.

MISS & MISTER REMEMBER VINTAGE dalle h. 21.00 per concludere in bellezza la prima giornata di manifestazione vi sara’ presso il Teatro Scalabrini il Concorso di bellezza nazionale “Miss e Mister Model” Italia con sfilata Vintage e premiazione dei primi classificati che andranno direttamente alla Finale Nazionale sulla nave crociera. Il Sabato la manifestazione restera’ aperta fino alle ore 23.00 Domenica oltre alla Mostra Mercato vi saranno tanti spettacoli e attrazioni collaterali oltre all’esposizione di auto e moto d’epoca nel cortile della Villa

27


STYLING CORNER ’50 ‘60’70 In galleria le total look maker di Maria e Marta Co’ professioniste del mondo dell’Hair styling e Barber Shop di Verona per i signori amanti dello stile Vintage ESIBIZIONE DI DANZA AEREA con teli davanti alla facciata della Villa Fenaroli SFILATA di PIN UP di Betzie Love nel Teatro Scalabrini Una vera e propria passerella in stile anni ’50 con lo scopo di coinvolgere il pubblico e far assaporare le atmosfere di quegli anni indimenticabili.e a concludere MAGIC VINTAGE SHOW dalle h. 18.00 nel Teatro Scalabrini Mistero, Fascino, Incanto, Magia. Spettacolo di prestigiazione e divertimento con la partecipazione di Alex Rusconi.

REMEMBER VINTAGE Sabato 12 e Domenica 13 Marzo nella splendida cornice di Villa Fenaroli cerca quindi di ricreare l'atmosfera di quegli anni passati con un evento organizzato con tanto impegno e anche un tocco di classe e di professionalità.

Progetto e organizzazione Associazione Vinile Vintage Brescia www.eventivintage.it info Alberto Carretta pickup@pickuprecords.com fax 03046441 tel 338 2001012

28


29


PRESENTAZIONE

STAGIONE FRANCIACORTA 2016

CASTREZZATO La stagione 2016 per l’Audromo di Castrezzato si con l’8° edizione del Rally Show di Franciacorta, che vede al via ben 11 vetture wrc, e 20 Super2000, in totale oltre 70 equipaggi che si daranno battaglia all’interno del Circuito dell’autodromo “ Daniel Bonara” nei giorni di venerdi 12,sabato13, e domenica 14 che si concluderà con la prova spettacolo 1contro 1 fra le migliori vetture. Nell’occasione della presentazione del rally è stata presentata anche la stagione agonistica 2016. A fare gli onori di casa il patron Ettore Bonara che è ritornato in possesso del circuito della Franciacorta. “ Non è stata una scelta facile, ha esordito Bonara, ma necessaria visto le ultime stagioni quando ho ceduto in affitto l’impianto, ma si ricomincia con il Rally della Franciacorta per proseguire gli altri appuntamenti stagionali che vedrà il “ Trofeo Estate” un appuntamento classico organizzato da Bruno Sandrini, vedrà al via nei due appuntamenti il 7/8 maggio e il 24/25 settembre ben oltre 250 piloti della due ruote. Per le quattro ruote la formula challenge (27/28 febbraio e 10Novembre)organizzato dalla scuderia “ Bresciarally” di Eligio Butturini. Ma il calendario sarà pieno anche di gare organizzate dalla scuderia “ MorsportArena” di kart che vede al via le promesse di questa disciplina. Quest’anno

purtroppo non ci saranno gare di ACI sport, continua Bonara, visto che ormai gli appuntamenti sono stati messi a calendario nel 2015 e la nuova proprietà è subentrata a inizio gennaio. Sono contento, prosegue Bonara, perché le giornate di prova sia delle due che quattro ruote hanno già monopolizzato tutte le nostre giornate in pista”. A sugellare il rapporto con l’Autodromo anche l’amministrazione comunale nella persona del sindaco Gabriella Lupatini che in conferenza stampa ha voluto rimarcare la soddisfazione da parte dell’amministrazione del ritorno della proprietà di Ettore Bonara. Al tavolo anche il direttore dell’ACI di Brescia, Angelo Centola “ Questa struttura è molto importante per il territorio bresciano che ha sposato la nostra mission sulla sicurezza e sul mondo ACI”. Poi sono stati presentati i vari patner più importanti come la “ Riding Scholol &Track Day Moto” di Luca Pedersoli che da 10 anni con il suo know-how è ormai una realtà per quanto riguarda i corsi di guida, prove libere in pista che può contare oltre 28 istruttori( piloti del motomondiale e nazionali). Quindi una stagione a360° per l’Autodromo di Franciacorta “ Daniel Bonara”.

30


L’ISPIRAZIONE SI FA SEMPRE PIÙ STRADA.

DS 4 CROSSBACK Ogni scrittore ha bisogno di avere attorno a sé le migliori condizioni per poter cercare l’ispirazione. Scoprite il racconto scritto da Joël Dicker in esclusiva per DS su nuovaDS4.it

TI ASPETTIAMO NEI NOSTRI SHOWROOM. www.driveDS.it NUOVA DS 4 CROSSBACK THP 165 S&S EAT6 (CERCHI 18’’) CONSUMO SU PERCORSO MISTO: 5,6 L/100 KM. EMISSIONI DI CO2 SU PERCORSO MISTO: 130 G/KM.

31


Riccione, 21 -24 Gennaio 2016 campionati assoluti di ballo

Riccione, 21 -24 Gennaio 2016 campionati assoluti di ballo L'anno 2016 è ripartito alla grande con il meraviglioso mondo della danza sportiva: " Il Campionato Assoluto 2016 Master" svoltosi a Riccione dal 21 al 24 Gennaio, uno degli eventi più seguti e amati nel panorama sportivo agonistico italiano. Anche quest'anno come é solito il franciacortino Cristian Gatti classe 1987 con la sua meravigliosa ballerina ILARIA PEDRON trevigiana di origine, vi hanno partecipato. I due giovani insieme da un anno hanno voglia di dimostrare a tutti che ce la possono fare. Giornata faticosa da affrontare, pensando di dover dare il top in tre discipline. é un occasione unica e si fa di tutto per non deludere le aspettative di chi li ha preparati e spronati a dare sempre di più. Conquistano tre medaglie d'oro nelle discipline del ballo liscio, ballo da sala e combinata nazionale cat.18/34 classe Master. Cristian direttore tecnico dell'A.S.D Cristian Dance con sede a (Zerbino), Flero (BS) via leonardo da Vinci con questi tre titoli, porta ad arricchire il medagliere della scuola della bellezza di 9 Titoli Nazionali, 4 Coppe Italia e 2 Titoli Mondiali. Cristian è a vostra disposizione nella sede di Flero per corsi di ballo collettivi o lezioni private di ballo liscio, ballo da sala, liscio tradizionale piemontese, danza standard, caraibico, zumba e kizomba, syncro dance etc.... Per informazioni contattare il 334.7203294 32


Cristian è a vostra disposizione nella sede di Flero per corsi di ballo collettivi o lezioni private di ballo liscio, ballo da sala, liscio tradizionale piemontese, danza standard, caraibico, zumba e kizomba, syncro dance etc. Per informazioni contattare il 334.7203294

Riccione, 21 -24 Gennaio 2016 campionati assoluti di ballo 33


Conversione Lire/Euro: c'e' tempo fino al 3 febbraio, giunte ad Aduc oltre 3.000 istanze dei cittadini

Riassumiamo gli eventi delle ultime settimane e iniziamo a comunicare le prossime mosse. Prima di tutto, il termine per inviare alla Banca d'Italia le istanze di conversione in Euro non è il 28 gennaio, bensì Mercoledì 3 Febbraio. La Sentenza 216/2015 della Corte Costituzionale, infatti, è stata depositata il 5 novembre 2015 per poi essere pubblicata nella Gazzetta Ufficiale numero 45 del successivo 11 novembre. Di conseguenza, gli 84 giorni “tagliati” dal Governo Monti a partire dal 6 dicembre 2011 e “restituiti” dalla Corte Costituzionale decorrono da quella data e termineranno Mercoledì 3 Febbraio. I ritardatari hanno quindi a disposizione sei giorni in più per provvedere all'invio delle istanze. Cosa è accaduto dal 5 Novembre 2015 ad oggi? Il 6 Novembre scorso, giorno successivo al deposito della Sentenza della Corte Costituzionale, la Banca d'Italia ha comunicato di aver avviato assieme al Ministero dell'Economia e delle Finanze gli approfondimenti necessari per definire le modalità con le quali dare esecuzione alle richieste di cambio delle lire. Per due mesi non è giunta alcuna informazione. A quel punto, abbiamo pubblicato il 6 gennaio il modulo con le istruzioni per presentare istanza di conversione in Euro delle Lire possedute. Sul sito www.aduc.it/investire trovate anche il modulo da utilizzare. Soltanto il 21 Gennaio, la Banca d'Italia ha comunicato che saranno soddisfatte le richieste di conversione in Euro soltanto per coloro i quali possono provare di averle presentate, indicando l'importo da convertire, entro il 28 febbraio 2002 e di aver ricevuto un diniego entro la stessa data. Una disposizione assurda perché, ai tempi, agli sportelli della Banca d'Italia ci si sentiva giustamente rispondere che il termine era scaduto e non veniva rilasciata alcuna attestazione. Inoltre, i cittadini ben informati non perdevano nemmeno tempo a recarsi presso le Filiali, ben sapendo che il termine ultimo

era stato anticipato per decreto. Cosa accadrà d'ora in avanti? La Banca d'Italia lascia uno spiraglio di speranza, dato che “Per altri eventuali casi il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha informato che sono in corso gli indispensabili approfondimenti giuridici e finanziari, per i quali la Banca d’Italia presterà la propria collaborazione”. Siamo poco ottimisti in merito, soprattutto per il fatto che esaudire tutte le richieste di conversione in euro vorrebbe dire per lo Stato sborsare una cifra consistente. Abbiamo ricevuto oltre tremila istanze da parte dei cittadini, numerosissime delle quali per cifre consistenti. La soluzione quindi è quella di un intervento risolutivo da parte del Governo e/o del Parlamento, che osservino quanto la Corte Costituzionale ha sancito. Lo stesso Presidente della Repubblica, massimo garante della Costituzione, può intervenire per far sì che le sentenze della stessa Corte (di cui lui è stato anche membro) siano rispettate. Non finisce qui. Auspichiamo che le Istituzioni intervengano per estendere la possibilità di cambio anche oltre il 3 Febbraio, per rimediare ai due mesi e mezzo di silenzio assoluto rispetto agli effetti della sentenza costituzionale e, soprattutto, per consentire l'uso di un proprio diritto a tutti i cittadini che in questi anni (tra l'entrata in vigore del decreto Monti del 2011 e la sentenza del 2015 della Corte Costituzionale) hanno dovuto attendere la sentenza della Corte Costituzionale. Non è nemmeno giusto penalizzare i cittadini, quasi come fosse una colpa quella di non leggere quotidianamente la Gazzetta Ufficiale. Se tutto quanto auspicato non dovesse verificarsi, l'unica strada disponibile sarà quella giudiziaria. Stiamo già attrezzandoci per supportare le giuste richieste di riconoscimento del diritto dei cittadini che intendono cambiare le Lire che ancora posseggono. A tal fine, invitiamo a seguirci tramite il sito dell'Aduc e le nostre newsletters Avvertenze ed Investire. Studio Cappiello

Via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 030 5030934 - www.studiocappiello.it il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Cosumatori) per Brescia 34


REALIZZIAMO E PROMUOVIAMO

I TUOI EVENTI

35


l'antico egitto

il tempio di dendur Al Metropolitan Museum di New York, uno dei più famosi Musei a livello mondiale, è custodito un interessante reperto della innumerevole attività costruttiva Egizia, nientemeno che un tempio perfettamente conservato, completo di tutto, risalente al 15 A.C. Fu smontato pezzo per pezzo e donato al Museo nel 1975, per poi essere collocato permanentemente sotto un apposito capannone al riparo dalle intemperie, nel 1978. Il Tempio è quello di Dendur, piccolo, ma ricco di particolari e finemente decorato. L’Egitto, non è nuovo a questo tipo di donazioni e complessi similari si possono trovare anche al Museo Egizio di Torino, ed in Spagna, ma sicuramente il trasporto di tale opera oltre Oceano e la sua completa e certosina ricollocazione nell’ala Sackler del Museo sotto un capannone con un’ampia vetrata che dà su Central Park, costituiscono una mirabolante prova della capacità dell’Uomo, di salvare, quando vuole, le grandi opere, considerando che questa sarebbe stata costretta alla sommersione a seguito dei lavori della Diga di Assuan. Una indubbia fonte di attrazione dunque, che rende giustamente il Tempio di Dendur, una delle opere più visitate di tutto il Museo. Come detto, è un manufatto piuttosto piccolo, in arenaria, di dimensioni quasi pocket, poco più lungo di una ventina di metri, poca cosa, specie per chi è abituato alle ragguardevoli estensioni dei complessi funerari di epoca tolemaica presenti in Egitto. Riscuote comunque grande interesse, non solo per il suo straordinario stato di conservazione, ma per le cure dei particolari e per il non trascurabile fatto che visitarlo, dà quella impagabile sensazione di essere catapultati indietro di qualche millennio, mentre fuori dal Museo imperversano i clacson dei taxisti e le urla dei venditori di hot dogs. Fu edificato a Tutzis, sulla riva occidentale del Nilo, circa 50 miglia a Sud di Assuan, quasi sicuramente sotto il regno di Ottaviano Augusto che annoverò l'Egitto a prima

provincia imperiale romana dopo la Battaglia di Azio del 31.A.C. Pur essendoci numerosi riferimenti al Faraone, in realtà il nome di Ottaviano Augusto non compare nei cartigli, ma il fatto che fu costruito sotto il suo impero, rendono l’accostamento alla sua figura, quasi obbligatorio. Il tempio è dedicato alla dea Iside, ma anche a Pedesi e Pihor, raffigurati mentre offrono doni a Iside e Horus, due fratelli assurti a divinità, per ragioni mai del tutto chiarite, anche se probabilmente connesse con il loro affogamento nel Nilo, che secondo antiche leggende, conferiva l’immortalità. Erano figli di un importante personalità nubiana, tal Kuper, che divenne alleato dei Romani. Di loro non si sa comunque molto, anche se probabilmente vissero durante la XXVI Dinastia. Pedesi vuol dire donato da Iside, mentre Pihor significa appartenente a Horus. Dei due, Pihor sembra avere una maggiore importanza, visto che viene chiamato il Superiore. All'entrata del tempio, appaiono due vistosi pilastri sormontati da foglie di papiro che reggono un architrave finemente decorato che conduce alla parte interna del tempio, con una sala intermedia che veniva usata per le cerimonie. Segnalata sul retro anche una camera segreta, anche se di segreto non ha nulla. La nostra mai sopita convinzione, che in tutti i templi egizi debba per forza celarsi un passaggio segreto o chissà quale altra diavoleria, ci porta anche in questo caso ad una eccessiva fantasia, in quanto molto probabilmente era solo un vano occupato dai sacerdoti per spandere nell’ambiente i profumi, od utilizzarlo per canti ed invocazioni. La illuminazione serale del complesso, visibile attraverso la vetrata, permette davvero una vista mozzafiato, considerando cha all’interno della copertura è stato pure creato un piccolo lago artificiale!

36


ristorante valle bresciana

Via Valle Bresciana 11- Bs tel. 030 317666 - 329 8257255 info@officinadellavalle.it - officinadellavalle.it


Conoscere per crescere

L’analisi dei costi come strumento di gestione aziendale

L’

E’ , infine, operativo in quanto discriminando tra costi fissi e costi variabili permette di operare scelte oggettive fra le varie alternative. Il sistema di analisi più evoluto in grado di dare risposta alle domande che gli imprenditori si pongono ogni giorno ad esempio - come variano i costi ed il risultato economico quando il volume di attività dell’azienda aumenta del 10 per cento o diminuisce della stessa percentuale – è quello del margine di contribuzione e si basa sulla distinzione tra costi fissi e costi variabili. I costi variabili sono quelli che variano proporzionalmente al variare del volume di attività dell’azienda [ a titolo esemplificativo sono i costi delle materie prime, della manodopera diretta etc] . Questi costi sono definiti di prodotto. I costi fissi , sono invece quei costi che entro certi limiti rimangono costanti anche se il volume di attività aumenta o diminuisce. Sono tipici costi fissi : i costi della manodopera indiretta , degli impiegati, della vigilanza, della locazione etc. Tali costi vengono chiamati di struttura perché essi sono sostenuti dall’azienda per poter darsi una struttura capace di far fronte alle richieste di volumi di beni/servizi del mercato . L’analisi dei costi fissi e variabili consente quindi di dare la risposta in termini quantitativi su cosa accade al risultato economico al variare dei volumi.

analisi dei costi è uno strumento indispensabile per fornire gli elementi necessari per fissare i prezzi di vendita e per rilevare l’andamento economico dell’azienda permettendo di tenere sotto controllo i fatti gestionali. Solo un sistema che discrimini fra i costi fissi ed i costi variabili sarà in grado di presentare gli elementi contabili all’imprenditore in modo da permettere di operare scelte responsabili e prendere decisioni in ordine alle domande che spesso si presentano. In particolare, le domande che un sistema di controllo dei costi deve rispondere sono relative al punto di pareggio , alla politica di prezzi da applicare ad un nuovo mercato , al limite di convenienza a procedere a nuovi investimenti in macchinari ovvero all’assunzione di un collaboratore estremamente costoso, etc. Un sistema di controllo dei costi per essere considerato valido deve essere equo, analitico ed operativo. Equo perché ha come obiettivo di attribuire a ciascun prodotto tutti i componenti di costo ad esso relativi [non può essere considerato equo un sistema di costi basato su un meccanismo che sovraccarica di spese generali alcuni prodotti , sottocaricandone altri]. Analitico in quanto deve permettere di attribuire a ciascun prodotto nel modo più dettagliato possibile i componenti ad esso relativi [evitando il più possibile le approssimazioni che scaturiscono dalle medie] .

38


39


mangano.com

MANGANO MILANO / FIRENZE / DESENZANO / FORTE DEI MARMI / MILANO MARITTIMA / MANGANO.COM

40


pag.42 ... AUTOSPAZIO presenta talisman pag.44 ... ROTARY CLUB BRESCIA CASTELLO ”QUANDO BERLUSCONI ERA BERLUSCONI” pag.46 ... finalissima: #testimonial for egoshop pag.48 ... fisi e millenium-medicalspa insieme per lo sport pag.52 ... GRUPPO BOSSONI PRESENTA KIA SPORTAGE pag.54 ... ANAM - NO ONE, SHOW CASE pag.56 ... INAUGURAZIONE BEEF BURGER pag.58 ...FRESCO PRESENTA “ RIDI DI GUSTO” pag.60 ... CENA AL BEFED

41

41


AUTOSPAZIO PRESENTA TALISMAN Giovedi 28 Autospazio ha presentato un nuovo gioiello targato Renault: La Talisman. Serata fantastica presentata magistralmente da Giorgio Conti con la collaborazione del dj k-bass e tra le gli ospiti oltre le auto scintillanti le bellissime ragazze vestite Ego shop. Il tema del cristallo, scelto per questo evento, ha dato vita alla performance entusiasmante, con le bolle di sapone giganti, del duo Alessandro Arrighini e Fiorella Alberti, reduci dal laboratorio di Zelig entusiasmando i numerosi invitati . Giornatache con presentazione da effetti speciali ,auto splendide ,buon cibo, musica e spettaccolo. GRAZIE RENAULT TALISMAN! AUTOSPAZIO ringrazia tutti i presenti e vi invita ad un test drive gratuito per provare quest’auto fantastica!

Papilla buono sano senza grano Via Duca d’Aosta 28 (Palazzo Fuksas) 25121, Brescia Autospazio Spa ViaArmando Diaz,10 25010 San Zeno Naviglio - Brescia

42

PH: studioup

PH: IL JACK


43


ROTARY CLUB BRESCIA CASTELLO ”QUANDO BERLUSCONI ERA BERLUSCONI” Lunedi’ 8 febbraio presso la prestigiosa Villa Fenaroli il Rotary club Castello ha ospitato “Gigi Moncalvo “ il noto giornalista ha presentato il libro “Quando Berlusconi era Berlusconi “raccontando alcuni divertenti episodi presenti all ‘interno della pubblicazione. Ospiti della serata anche altri Rotary con i suoi presidenti ed alcuni soci . Rotary club Brescia Nord, Rotary club Valtrompia,Rotary club Soncino.Rotary club Brescia Veronica Gambara ,Inner Wheel club di Brescia Vittoria Alata . Al termine della piacevole narrazione di alcuni episodi sull ex Cavaliere la serata e’proseguita al piano nobile della villa dove tutti gli ospiti hanno potuto scambiare considerazioni e conoscere di persona l ‘autore che ha autografato molte copie. Rotary Club Brescia

44


FINALISSIMA #TESTIMONIALFOREGOSHOP 2016 Ecco finalmente concluso il ciclo di selezioni di questa stagione che ha decretato le bellissime vincitrici della nuova collezione spring summer 2016, Alessia Gozio per la categoria delle minorenni & Miryea Stabile per la categoria maggiorenni. La finalissima si è svolta nell’esclusiva location di Villa Fenaroli, ove le bellissime 40 finaliste si sono contese il titolo di testimonial e il premio del valore di 1.000 euro tra book fotografico & abbigliamento. Vedremo la bellissima Miryea e Alessia nel nuovo catalogo e nelle varie selezioni che ripartiranno ad aprile come ospiti nei vari eventi . Gli altri titoli sponsor vinti fuori graduatoria sono: Morgana Tonoli & Miryea Stabile PH: studioup (parimerito) Miss BresciaUp, Maria Ciobanu Miss Image Time, Viviana Giacomelli Miss Fotogenia, Sara Calabria Miss del Pubblico, Nicole Amighetti Miss i hair style, Namastè centro estetico ayurvedico color design prodotti per love blog. parrucchieri, l’Occhialeria , Ego shop abbigliamento, Emamema intimo & moda mare, Image time agency, Dj K+Bass, media sponsor Brescia Up . Si ringraziano gli sponsor della serata: Amorissimo lampade e complementi Ego shop PH: Luca Branca d’arredo, Diego Caffè, onda verde Via 4 Novembre, 1/A - Brescia

46


47


FISI E MILLENIUM-MEDICALSPA INSIEME PER LO SPORT FISI di Brescia è lieta di annuciare l’accordo di collaborazione con Millenium Sport & Fitness e Medicalspa che vede le due strutture cittadine diventare partner del circuito Baby e Cuccioli, e centro di riferimento per la preparazione atletica e per l’assistenza medico-sportia e riabilitativa per le società sciistiche bresciane. I vertici FISI di Brescia ritengono di aver stipulato un innovativo accordo he, per la prima volta in Italia, vede uniti la Federazione degli Sport invernai e due eccellenze imprenditoriali bresciane al fine di creare un riferimento importante per allenatori, atleti e famiglie. Obiettivo dell’accordo è disporre di un punto di riferimento a 360° per l’assistenza fisico-medica ottimizzando costi e risultati, evitando che gli atleti si disperdano in mille strade che purtroppo, spesso rallentano i tempi di risoluzione dei problemi.

PH: studioup

Millenium Sport Fitness via Vittime Civili di Guerra, 10 Brescia www.milleniumsportfitness.com Millenium Sport Fitness

48


Kids AGENZIA DI MODELLE A BRESCIA

PROMO BOOK PHOTO 3 Cambi d’abito Elegante Casual Moda +Post produzione +Copia su chiavetta

Prezzo promo

299€

49

Se g

ui ci

su :

www.anthonylemodels.com


L’ECCELLENZA MADE IN ITALY AL BRIXIA.

Tabaccheria REGY & ALEX ed il BRIXIA CIGARS CLUB hanno inaugurato la nuova stagione 2016 di incontri culturali sul magico mondo del fumo lento con una serata esclusiva che ha visto protagonista una delle figure più affascinanti di questo mondo: LA SIGARAIA . Figura quasi ‘venerata’ dai più appassionati, rappresenta una tradizione tutta Italiana di oltre 200 anni e ricopre un’importanza decesiva per la realizzazione del sigaro italiano.

Veder creare con grazia e sicurezza i prodotti è stata un’esperienza esclusiva che ha galvanizzato i molti partecipanti i quali han potuto provare personalmente come si realizza un toscano. Insomma .... Che dire .... CHI BEN COMINCIA ..... vi aspettiamo alla prossima serata Info e contatti tabaccheria.reginalex@gmail.com

50


A C I R CA IL O T I SUB NTO! E V E TUO

m o c . a i c ti r s e c e n r

o C b i t i n ors razioni e C v e . gre Inaugu a w S w -

w

ste i Varie e F ti - tazion n e v s E e f i n Ma

1째

E L A T R O P 51

R B A

A I C ES


gruppo bossoni presenta kia sportage Martedi 16 Febbraio è stato presentato in anteprima a Brescia il NUOVO Kia SPORTAGE presso lo showroom Kia del GRUPPO BOSSONI in Via Valcamonica. I numerosi invitati hanno potuto ammirare le principali versioni dell’ultimo SUV di casa Kia e, trasportati da un mood musicale in perfetto stile lounge, hanno potuto assistere anche ad un cooking show e poi degustare direttamente i prelibati piatti appena serviti. Il NUOVO KIA SPORTAGE ha un design che si esprime senza bisogno parole; finiture di pregio curate sin nei minimi dettagli; tecnologie all’avanguardia che garantiscono viaggi in sicurezza e comfort; alta sicurezza sia in strada che su fondi sconnessi con un totale controllo anche sulle versioni più sportive come la versione GTLine. Questi i punti salienti della nuova creatura KIA. A corollario di tutta la serata c’è stata la presenza dei maggiori vertici di Kia Italia che si sono prestati a scambiare impressioni e commenti con gli invitati, prima delle rituali foto ricordo con con l’AD Mauro Bossoni.

PH: studioup

Gruppo Bossoni, Via Valcamonica 14, Brescia www.gruppobossoni.it

52

PH: BRESCIA IN VETRINA


53


ANAM – NO ONE, SHOW CASE Si è svolta sabato 13/02 da Pinto dischi a Brescia, in via Montello 59, la presentazione ufficiale del cd di Andrea Piantoni, in arte “ANAM”. Alla presenza di un folto pubblico, allietato da un ricco buffet offerto dall’Elite cafè di via Crocifissa di Rosa, il giovane cantautore è stato accompagnato da Andrea Buffoli (chitarra) e Stefano Borgognoni (percussioni), gli “Oregon Trees” e con questo set acustico ha eseguito i quattro brani contenuti nell’EP “No One”. Il cd pubblicato da “Cromo Music”, è venduto da Pinto dischi ed è distribuito nei maggiori digital store, prodotto da Paolo Salvarani e Valerio Gaffurini, con gli arrangiamenti dello stesso Valerio insieme a Paolo Costola. Tutta bresciana è stata la realizzazione, registrato al Cromo studio e masterizzato al MacWave studios, vede la partecipazione di Alberto Pavesi (batteria), Larry Mancini (basso), Paolo Costola (corde) e Valerio Gaffurini (piano, Hammond e Fender Rhodes).

Pinto dischi Via Montello 59 - Brescia

54


55


INAUGURAZIONE BEEF BURGER Giovedi 18 inaugurazione esplosiva per il Beef Burgher (food e sound ). Serata incredibile grazie al grande lavoro sinergico tra staff del Beef e la direzione artistica di StudioUP che per questa inaugurazione ha voluto con se solo i migliori! Via ai ringraziamenti... Grazie a Dj k-bass e Dj Luca Lauri per l'ottima musica, grazie al vocalist Max Bertanza per la sua voce carismatica, grazie Camilla Ghio bravissima presentatrice della sfilata spettacolo ,grazie a Carmelo Monteleone con tutta la troup di Zanzaro (Rtb network) che hanno reso questa festa ancora più incredibile! Grazie al gruppo Auto Storiche Lumezzane (Maurizio –Giovanni ) per le bellissime auto storiche in esposizione e alla Concessionaria Bossoni per la Grad Cherokee, grazie alla cantante Elodea per la sua esibizione emozionante, grazie a Marta Pedrotti instancabile collaboratrice "Ego Shop sempre più meraviglioso! Grazie Amorissimo per il tocco da grande designer, grazie a Mauro Bonometti (Altaluna Eventi) e i suoi “seguaci “che ancora una volta hanno fatto festa con noi, grazie a l’ artista Mery Le per i suo coloratissimi quadri, grazie a Dj

Choise per l ‘ottimo servizio,grazie a tutte le modelle StudioUP sempre brave e belle! Grazie a tutti i clienti e amici presenti ancora una volta ad un nostro evento! Concludo con un ringraziamento speciale al Beef Burgher e al suo staff che vi aspetta in questa splendida location. Beef Burger Via Fura 50, Brescia

56

PH: studioup il jack


57


fresco PRESENTA " RIDI DI GUSTO" FRESCO RIDI DI GUSTO... Ridi di gusto è il nome scelto per le quattro serate speciali che FRESCO ha voluto regalare ai suoi ospiti e dare alle sue cene un tocco in più - giovedi 11 febbraio abbiamo assistito alla primo appuntamento con il grande comico veneziano Luka klobas che ha divertito ed entusiasmato tutti i presenti, un gran successo insomma ! i clienti hanno veramente gradito questo abbinamento con ottimo cibo e risate e pare siano già in attesa del secondo appuntamento esilarante in compagnia del comico Eugenio Chiocchi. Segnate questa data -giovedi 10 marzo , Fresco vi aspetta!

Fresco Locanda Pesce & Pizza Via Malta 16/A Brescia2 - Zona Cavalcavia Kennedy

58

PH: studioup


Fresco Locanda Pesce & Pizza

Via Malta 16/A Brescia 2 - Zona Cavalcavia Kennedy Tel. 030.6363837 59


CENA AL BEFED Giovedi 11 febbraio appuntamento in musica ormai consolidato al Befed di via solferino a brescia. Serata Brescia Up & Altaluna a base di polletti, birra e divertimento assicurato! Accompagnati dalle note live di Barry, i dischi di Riky Yuma e la voce di Max Bertanza , la famosa location del polletto in citta' si e' trasformata per una sera in una vera Disco anni 80. Tutto molto bello compreso la festa per il compleanno della mitica Laura. Appuntamento a marzo per una nuova data Befed targata Brescia Up & Altaluna. http://concesio.befed.it/it/index.htm BEFED Via Solferino 57, 25121 - Brescia

PH: selene zarcone

60

BresciaUP Events & Altaluna Eventi


61


Dopo una serie di esperienze che spaziano tra servizi fotografici (anche a Montesclaros - Minas Gerais, Brasile) per marchi pubblicitari tra cui Yamamay, Mangano e la catena di supermercati Italmark, ruoli da valletto a Mediaset e perfino di giudice alla finale di Miss Lombardia, ramo conclusivo per le ragazze in gara per Miss Italia, Francesco Ricci (23 anni), nome già noto alle cronache bresciane, ancora una volta non smette di rinnovarsi. Prima, nel 2014 un contratto con il primo manager dei Modà, che lo instrada al ruolo di presentatore, affidandogli la conduzione di diversi concerti live e concorsi a Milano ed in Svizzera. Poi, a inizio 2015 la decisione di partire per gli States, a Miami, dove si è trasferito per alcuni mesi per lavoro. Infine dall'ottobre scorso l'approdo alla televisione con RTB, canale 72 del digitale terrestre in onda in 4 regioni del Nord Italia - Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige, in qualità di conduttore del talk show "The Gap-Eliminiamo le distanze", ideato e diretto da Cristian Cristelli. 62

Una vita dedicata interamente alla moda e allo spettacolo quella del giovane bresciano, che si appassiona a questo ambiente fin dall'età dei 15 anni e che comincia a lavorarci già dai 18, collaborando spesso anche con nomi noti dell'elite milanese. Noi siamo andati a conoscerlo meglio. Francesco, che cosa significa per un ragazzo di 23 anni lavorare in un mondo tanto ambito come quello della moda e dello spettacolo? "A dire il vero è più difficile a 18-19, età in cui ho iniziato. Il primo motivo è la poca esperienza, non solo a livello tecnico del mestiere, ma anche perchè ti devi rapportare costantemente con persone di 20, anche 30 anni più di te. Secondo, ti esalti più facilmente per qualsiasi cosa, rischi di sentirti in qualche modo "arrivato", perchè non hai la maturità di capire cosa sta succedendo esattamente intorno a te. Questo è un ambiente dove si vive di luce riflessa, e quando i riflettori e il mondo "VIP" di Milano ti abbagliano per la prima volta, se sei troppo giovane rischi sia di montarti la testa, che di bruciarti. Adesso già


da un paio d'anni ho capito come funziona realmente; ho capito che sì, è un lavoro che ti dà tanta soddisfazione e adrenalina costante, viaggi molto e conosci tantissime persone, ma è pur sempre un lavoro, non il paese dei balocchi. Ci vuole impegno, dedizione, passione e ricordarsi sempre da dove si viene. Sempre; soprattutto quando, come me, non si è ancora nessuno". Perchè la decisione di partire per gli Stati Uniti? La verità? Sono stanco dell'Italia. Ma non stanco come quelli che dicono che lo sono e poi ci restano (parlo ovviamente di quelli che avrebbero le possibilità -fondamentalmente un budget di almeno 2-3000€ e soprattutto, tanto coraggio- di andarsene). Non ne posso più di vedere i miei amici e conoscenti giovani, sfruttati e sottopagati. Non voglio rientrare anch'io in questa categoria. Non mi interessano le parole o le promesse dei politici, personalmente guardo ai dati di fatto. E i dati di fatto sono disastrosi, anche per chi di noi riesce a trovarsi un'occupazione; perchè comunque non puoi mai stare tranquillo, mai sicuro che quel lavoro potrai tenertelo per i prossimi 20-30 anni. E in ogni caso ripeto, ormai in Italia spesso o quasi sempre si viene sottopagati. Il mio poi è un ambiente ancora più difficile: un giorno ci sei, il seguente potresti non servire più. Così ho deciso di ampliare i miei orizzonti, lavorativi e soprattutto di vita e di mentalità, e ho scelto la meta che da sempre amo di più." Sei andato lì per lavoro? Sì, ho lavorato come Host (da noi non esiste propriamente come figura; sono ragazzi e ragazze 'immagine', che invitano la gente che passa a fermarsi a bere qualcosa nel posto in cui lavori. Una via di mezzo tra PR e accoglienza clienti, perchè in realtà non vai in giro per le spiagge, ma stai alla porta d'ingresso), in un locale tra Ocean Drive e Lincoln Road, e come fotomodello per alcuni fotografi e agenzie di moda del posto." E invece in America com'è la vita? "Vi dico solo che dopo soli pochi mesi a Miami, esclusi ovviamente famiglia e amici, la sento molto di più casa mia rispetto a Brescia, città dove sono cresciuto. Non c'è paragone, anche a livello economico. Nessun Paese è perfetto, ma gli americani sono avanti anni luce rispetto a noi. Su tutto. Sono una Nazione all'avanguardia, con una mentalità più che aperta; per loro non esistono pettegolezzi e pregiudizi provinciali o medievali, su qualunque argomento. Hanno un modo di vivere la vita che è altamente positivo, sempre sorridenti, sempre gentili con il prossimo. Trovano sempre il modo di divertirsi e di far divertire, e lo fanno in modo originale. Per non parlare poi dei guadagni. Là fare il cameriere (per esempio, perchè ne ho conosciuti molti), è un signor lavoro. Vieni ben pagato sia da chi ti assume,

sia dalle generose mance dei clienti. Finisci di lavorare e te ne vai in spiaggia, dove le persone sono sempre alla ricerca di nuove conoscenze. Ti svegli col sole e con il sorriso. Come si può desiderare qualcosa di meglio, o di rimanere qui?.." Pensi di tornarci? "Assolutamente sì, a breve. Il mio obiettivo sarebbe di trasferirmi lì piano piano, ma non ho fretta perchè alla fine qui ho la famiglia e gli amici, quindi mi va bene farmi alcuni mesi là ed altri qua." E qui, adesso, di cosa ti stai occupando? "Attualmente sono molto contento di presentare ogni domenica dalle 21.30 alle 23.30 "The Gap-Eliminiamo le distanze", al fianco di Cristian Cristelli, che ringrazio per aver creduto in me. Si tratta di un talk show su RTB, sul canale 72 del digitale terrestre; parliamo sia di argomenti "seri" con politici, psicologi, imprenditori ecc, sia di argomenti più soft come musica, moda, cucina, arte ecc, fino ad arrivare ad ampi spazi per i giovani (per lo più esibizioni di cantanti e ballerini) durante le puntate. Mi trovo bene, è un bell'ambiente che mi sta dando molta soddisfazione. Abbiamo avuto vari ospiti da X-Factor, da Italia's Got Talent, Uomini & Donne, Maurizia Paradiso, Andrea Diprè e molti altri." Svolgi altre attività, oltre a quella di fotomodello e di presentatore? "Sì, ho lavorato e occasionalmente lavoro ancora adesso come steward/ragazzo immagine, per varie fiere ed eventi in giro per l'Europa, o anche fuori. Sono stato recentemente a Budapest, dove ho avuto il piacere di conoscere Rocco Siffredi e la sua famiglia e di trascorrere un'intera giornata con loro; prima di questo ho lavorato ad eventi in Sardegna (a Portocervo) ed in Spagna (a Ibiza), ma anche in Marocco (Marrakech), a Praga e in Svizzera. Un'altra esperienza che ho portato avanti per 1 anno intero, che non c'entra niente con il mio ambiente lavorativo ma che mi ha arricchito moltissimo come persona, è stato il volontariato all'Ospedale Civile di Brescia con l'A.B.E. (Associazione Bambino Emopatico), nel reparto di Oncologia Pediatrica, dove ci sono bambini malati di cancro e leucemia. E' stata un'esperienza emotivamente molto forte ma davvero bella, che mi ha insegnato ad apprezzare la vita anche nelle piccole cose che noi ogni giorno diamo per scontato e che se invece considerassimo di più, già questo basterebbe a farci sentire più sereni e fortunati; come la salute appunto, che sta alla base di tutto e senza la quale non possiamo fare -e non siamo- assolutamente niente." 63


8 rally franciacorta °

CASTREZZATO(BS) L’ottava edizione del “Rally di Franciacorta Show” che si è corsa sul circuito “ Daniel Bonara” parla siciliano, a vincere è stato il pilota di Canicatti Alfonso Di Benedetto navigato dal valtellinese Daniele De Luis con una datata ma performante Peugeot 207S2000, che si è lasciato alle spalle vetture potenti come le wrc. Al secondo posto(15”61)il varesotto Giuseppe Freguglia, navigato da Marco Vozzo, con la Citroen DS3wrc chiude il podio l’ex campione italiano Pierino Longhi (25”21)con una Ford Fiesta R5 navigato da Gianmaria Santini. La gara che si è corsa in due tappe con l’antipasto della prova spettacolo di venerdì sera all’interno della nuova pista di kart dell’autodromo, è stata condizionata dalla pioggia che ha subito eliminato fin dalle prime battute Stefano D’Aste( Citroen DS3 wrc) e Felice Re su Citroen C4 wrc, entrambi i piloti per problemi meccanici, D’Aste, ex campione del mondo “privati” del WTCC nel 2007 per un cerchio rotto, mentre Re per problemi ai freni, Re è stato riammesso in gara per la seconda tappa, senza troppo fortuna. Ma torniamo al vincitore che aveva iniziato il week-end di gara con capottamento durante le prove, danneggiando la vettura prontamente riprestinata dalla sua squadra. La prima tappa vedeva al comando il milanese Giacomo Ogliari( Ford Fiesta wrc) davanti a Freguglia e al locale Luca Tosini (Peugeot 208T16R5)Di

Benedetto naviga al quarto posto. La seconda tappa ( 2 piesse da correre) ha visto la classifica completamente rivoluzionata, il siciliano si è trovato a suo agio sulla pista bagnata, subito ha attaccato, Ogliari e Freguglia che arrancavano con Ogliari per un guasto all’interfono(40”) Freguglia ha patito il “ traffico” in pista rintuzzando però gli attacchi Longhi che ha guidato in grande progressione. I piloti bresciano hanno visto un ottimo sesto posto finale di Luca Tosini, settimo posto di Felice Ducoli ( Ford Focus wrc della DP Autosport) ottavo Mirko Zanardini e decimo il pistaiolo Andrea Morandini (Peugeot 208 T16 R5 della PA Racing). Vincitore di classe Ilario Biondoni con una Renault Clio gruppo R classe R3T. Al termine della gara il “ Tribute Daniel Bonara” competizione spettacolo di uno contro uno che ha visto la vittoria di Tosini dopo un testa a testa con il siciliano Di Benedetto.

64


65

www.motori360gradi.tv


museo della mille miglia - città di brescia nel monastero di sant'eufemia della fonte, fondato dai monaci benedettini nell'anno 1008

le macchine "riciclate" di Leonardo da Vinci Mostra dei modelli realizzati da Sebastiano Bulla Museo delle Mille Miglia Viale della Bornata, 123 Brescia “Circa 10 anni fa leggendo dei libri riguardanti la vita e le opere di Leonardo Da Vinci fui "colpito" da un'illuminazione forse anche un po’ per scherzo pensai: quasi quasi potrei provare anch'io a ricostruire e a far rivivere quelle bellissime macchine che quel genio di Leonardo inventò.” ” Con questo pensiero Sebastiano Bulla ha iniziato la sua avventura. La scienza e la tecnologia, la teoria e la sperimentazione, la fisica e la chimica insieme secondo il genio di Leonardo da Vinci, racchiuse in vari modelli di macchine in scala o al naturale. Meccanismi riprodotti fedelmente - osservando i disegni di Leonardo nei Codici Hammer, Atlantico e di Madrid - da Sebastiano Bulla, rilegatore di mestiere e artigiano per passione. Artigiano nel senso pieno della parola, di chi crea con le proprie mani e abilità. Nel caso di Bulla con una particolarità in più: usando unicamente materiale d i riciclo. “Man mano che pensavo, entrai nell'ottica di questo progetto che diventò quasi una sfida con me stesso. Innanzitutto trovare il materiale da usare; andare a comprarlo in qualche negozio di modellistica sembrava troppo facile e scontato. Fu così che facendo lavorare la fantasia e pensando a tutto ciò che di inutile, e quindi riciclabile, ci fosse in casa, trovai quello che cercavo, da utilizzare per le cose che avevo in mente di fare". A distanza di 10 anni Sebastiano Bulla ha praticamente ricostruito, quasi perfettamente, gran parte di queste invenzioni, rigorosamente funzionanti e composte almeno per il 95% di materiale riciclato, trovato qua e là, e per il 5% da colla. Questa mostra si può quindi definire istruttiva in due sensi: culturale ed ecologico, aspetto quest’ultimo attuale mai come in questi anni. L’esposizione sarà visitabile al Museo Mille Miglia dal 30 Gennaio 2016 al 30 Aprile 2016 tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

Segreteria Museo Mille Miglia Viale della Bornata 123 25135 Brescia E-mail: segreteria@museomillemiglia.it Tel. 030/3365631

66


67


CORSI EXTENSION CIGLIA Tecnica one to one PROGRAMMA: Durata corso: 1gg full immersion Mattino: teoria, anatomia delle ciglia, sicurezza, materiale e kit Pomeriggio: pratica su modella Attestato di frequenza a fine corso

CORSI MAKE UP BASE Correttivo + Spose PROGRAMMA: Durata corso: 1gg full immersion Mattino: teoria, anatomia del viso e occhi, materiale e pennelli Pomeriggio: pratica su modella Attestato di frequenza a fine corso

CORSI MASSAGGIO SVEDESE (BASE) PROGRAMMA: Nella tecnica svedese vengono insegnate tutte le manovre che saranno poi alla base di tutti i tipi di massaggio 2 giornate full immersion dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 14 alle 18 (1h pausa pranzo). Ore obbligatorie 16 + 10 ore tirocinio facoltative La parte teorica di ogni corso è stata sviluppata e verrà esposta dai Fisioterapisti Lumat srl. La Parte Pratica spetta a Lanzani Andrea, Massoterapia, da 18 anni nel settore, massaggiatore di numerosi Vip e professionisti in ambito sportivo, titolare Lumat srl

Attestato di frequenza a fine corso

www.bvmitalia.it

9€ 9 2 Tel. 366.6602951


MAKE UP CON AEROGRAFO PROGRAMMA: Durata corso: 1gg full immersion Mattino: teoria, anatomia del viso e occhi, materiale e strumento Pomeriggio: pratica su modella Attestato di frequenza a fine corso

MASCARA SEMIPERMANENTE PROGRAMMA: Durata corso: mezza giornata full immersion Teoria, sicurezza, materiale, kit e pratica su modella Attestato di frequenza a fine corso

EXTENSION CIGLIA METODO 3D PROGRAMMA: Durata corso: 1gg full immersion Mattino: teoria, sicurezza, materiale e kit Pomeriggio: pratica su modella Attestato di frequenza a fine corso

CORSI MARKETING Per promuovere la tua attività su internet e facebook. 1gg full immersion - i vantaggi di internet - motori di ricerca - news letters - campagne mirate - facebook business

PER INFO&PRENOTAZIONI 366.6602951 Open Space CoWorking - Via Orzinuovi 10 - Brescia

CORSI TUTTO L’ANNO


“La grande musica e le grandi melodie sono immortali. Le culture cambiano, le mode cambiano, cambiano gli usi e i costumi, ma la grande musica è immortale. E’ come una grandiosa scultura o come un fantastico dipinto: resta in eterno”. Michael Jackson Ciao David, è vero.. come diceva il re del Pop la grande musica non conosce tempo…tu invece quanti anni hai e da quanto interpreti il Grande Michael Jackson? Ciao Federica,32 di cui tanti dedicati a Michael…Ho iniziato a ballare fin da piccolo cercando di imitarlo..ricordo che la prima volta rimasi ipnotizzato da come nel corpo di MJ tu puoi “VEDERE” la musica. Ogni suo muscolo, ogni suo nervo si muove interpretando il ritmo e la melodia fino a diventarne parte e a rappresentarla visivamente. E poi è un “padre” della musica e non solo …ci ha insegnato davvero tanto: dal ballo, alla canzone, al rispetto per il mondo, l’amore per i bambini.. Da dove nasce questa passione e dove ti ha portato? Nella mia famiglia tutti ballano e amano Michael Jackson..E’ come se avesse fatto da parabola vivente, da ragazzino ad adulto, di una generazione che sognava di ballare, cantare, muoversi con disinvoltura. Io ho studiato le sue coreografie e le ho perfezionate a tal punto da diventare nel 2005 vincitore alle Olimpiadi della danza del premio “the Best Energy”. Nel 2012 con il concorso di Zelig fui premiato “miglior imitatore” di Michael .. riconosciuto poi anche da Xfactor e in altre reti televisive locali e non solo come RTB, Antenna 3, Sky tv etc… Nel frattempo la passione mi ha portato a creare uno splendido gruppo di 20 piccoli e grandi ballerini -“THE MJ PROJECT” -con i quali continuo ad esibirmi in diverse piazze e locali in tutta Italia.

70


Quante ore ti alleni a settimana? Tutti i giorni molte ore.. se consideri poi le lezioni individuali e nelle varie scuole si può dire che dedico tutti i giorni molto tempo a cercare di perfezionarmi e a tramandare nel modo migliore la grande eredità artistica che Michael ci ha lasciato. E’ vero.. tu non solo ti esibisci nei locali e nelle piazze ma sei anche un vero e proprio insegnante di Mj style..ma in che modo e ..dove? Si, insegno in diverse scuole, ma anche individualmente a gruppi di bambini e adulti, senza limiti di età a tutti coloro che amano il re del Pop e a chi ha voglia di cimentarsi con passi e movimenti nuovi e coreografici. Mj style racchiude tanti stili di danza che Michael ha fuso insieme e reinterpretato con movenze del tutto nuove e passate poi alla storia… come il famosissimo “Moonwalk” e il Tip Toe (posa sulle punte). Più in generale e’ una disciplina che racchiude elementi di Lockin ( uno stile dell’hip hop old school) di poppin (ispirato al mimo Marcel Marceau) e di roboting sancito dalla sua storica canzone Dancing Machine. è da provare... la prima lezione è gratuita, mi trovate all’ON STAGE di Brescia, Kledi Dance a Desenzano, Gocce di Danza a Coccaglio e Circondiamoci a Rovato. Per lezioni individuali,altri tipi di show o esibizioni su richiesta lascio i miei recapiti: David Memeti (contatto Fb) e tel 3294351914 Qual’e’ la performance più impegnativa da portare sul palco? In realtà tutti i successi di Michael richiedono precisione, costanza e allenamento ma…credo “2bad ” , ” Remember the time “ e “Thriller”...a livello di tecnica e particolari sono molto articolate ..sono sia coreografie di ballo che interpretazioni teatrali. A proposito di teatro..Meraviglioso lo show”the Lost children” che hai portato in scena al teatro S.Afra lo scorso 21 Novembre...altri impegni a tal proposito? Il 25 Giugno in occasione del giorno della scomparsa di Michael lo onorerò con un memorial in data e luogo da definirsi (per aggiornamenti seguitemi su Facebook : David Memeti) Giovedì 21 Luglio, invece, come ogni anno nella grande arena del parco Castelli presenterò con la mia compagnia THE MJ PROJECT lo show dedicato a lui durante la festa dell’associazione commercianti di Brescia . In entrambi i casi siete tutti invitati …

W O M E N FA S H I O N S T O R E CORSO GARIBALDI - BRESCIA

MYMY ABBIGLIAMENTO MEZZA_.indd 1

05/02/16 10:48


E' con questi versi sinceri e dettati dal cuore che Chiara Cavagnis ringrazia tutti i partecipanti alla prima presentazione del suo libro d'esordio dal titolo Ponza. Una raccolta poetica gravida di mare, natura e colori tutti isolani. Chiara nasce e vive a Brescia fino a quando l'isola di Ponza le entra nell'anima al punto da sceglierla come musa e come casa.

CHIARA CAVAGNIS PRESENTA IL LIBRO PONZA

Dopo la presentazione avvenuta a Ponza nella piazza della Chiesa di Santa Maria, sabato 23 gennaio alle ore 17.30, a Brescia, presso il ristorante Lo Scultore, in Via Carlo Cattaneo 24, si sono affievolite le luci della sala come fiammelle di candela, il pianoforte suonato da Luigi Levori e le rime dell’ opera Ponza, recitate dalla voce di Ea Rusconi, soffiavano nei cuori dei partecipanti gli scorci selvaggi della bella Isola di Ponza. Un incontro che ha tuffato l'immaginazione nei luoghi che la poetessa ama visceralmente, una condivisione contagiosa che ha incuriosito e coccolato la sensibilità dei presenti, raccontando loro di come, a volte, nella vita, si possano compiere scelte non sempre facili, ma sicuramente volte all'amore verso sé stessi e alla serenità di una vita migliore che ognuno dovrebbe concedersi. Musica e poesia dettate dal cuore, sorseggiando un bicchiere di ottimo vino Ca d’or scelto appositamente per accompagnare gli ospiti che hanno partecipato in quei luoghi meravigliosamente descritti nel libro Ponza.

PONZA Aprile 2015 Lilium Editions di Gigliola Gorio Brescia

"Come una piccola stanza nascosta, come di luogo puerile dipinto di colori pastello e profumo di buono, così cerchiamo di preservare, qualche avanzo pulito di cuore per essere ancora capaci, in quegli istanti di estatica sorpresa, di sgranare gli occhi e trattenere il fiato, quando la Natura ci mostra fiera, la sua commovente bellezza."

C.C.

Per info e commenti: www.eventique.co; info@eventique.co

La vignetta di Ricky Modena

A partire da questo numero appuntamento fisso con il vignettista Ricky Modena

72


73


Festa di Maggio – Fiera di Gavardo e Vallesabbia, giunta al traguardo della 60^ edizione si presenta all’appuntamento di Maggio rinnovata e più completa, senza rinunciare al suo ruolo tradizionale di punto riferimento del panorama fieristico bresciano e di tutte le comunità che insieme costituiscono la splendida “Vallesabbia”. Un appuntamento storico, una occasione importante che sostiene e valorizza la l’eccellenza del sistema economico–produttivo Valsabbino, coniugando tradizione ed innovazione, in un contenitore che soddisfa tutte le esigenze del visitatore. Un luogo speciale, un percorso per conoscere tra le varie esposizioni, le novità un commercio, ma anche per riscoprire il territorio e degustare le eccellenze della produzione bresciana ed in particolare quella Valsabbina. Lo spazio espositivo, che sarà adeguatamente allestito ed ampliato con nuove strutture, all’interno del centro sportivo Kartol Wojityla di Gavardo, verrà arricchito all’ingresso da una nuova area, il Villaggio dei Sapori “ degustiAMO” ed insieme all’area esterna di prossimità e alle varie iniziative che si svolgeranno in tutto il paese, trasformeranno il weekend di maggio in un gioioso avvenimento per tutta la famiglia. La soddisfazione della comunità gavardese e degli espositori espresse al temine della scorsa edizione è stato promotore di questo nuovo e rinnovato impegno, che ha visto mettere in campo sostanziali strategie di marketing e sinergie del territorio, per ci faranno traguardare insieme importanti risultati. L’Edizione si svolgerà da Venerdì 29 Aprile a Domenica 1 Maggio 2016. Di seguito trovate elencati programmi e breve descrizione dei contenuti:

inaugurazione della 1° edizione della fiera nel 1957 74


VILLAGGIO DEI SAPORI tante gustose novità, ma anche e soprattutto piatti e prodotti della tradizione bresciana (vino, birra artigianale, prodotti biologici, formaggi, polente, spiedo e insaccati di qualità) realizzati utilizzando i frutti del territorio. COMUNITA’ MONTANA DELLA VALLESABBIA sarà possibile visitare un’area espositiva dedicata alla Comunità Montana, all’interno della quale in modo innovativo e facilmente identificabili, saranno rappresentate le diverse risorse artigianali, culturali e naturali del territorio. Ogni realtà aderente, potrà partecipare esponendo i propri materiali informativi e dimostrativi sulle eccellenze tipiche dei propri territori. Sarà presente un’area dedicata ai manufatti dell’artigianato e alla dimostrazione pratica delle attività artigiane. Viene confermato l’appuntamento con l’area promossa da Coldiretti realizzata da Fondazione Campagna amica che vuole esprimere con la sua presenza il valore e la dignità dell’agricoltura italiana, rendendo evidente il ruolo chiave per la tutela dell’ambiente, del territorio, delle tradizioni e della cultura, della salute, della sicurezza alimentare, dell’equità ed dell’accesso al cibo ad un giusto prezzo, dell’aggregazione sociale e del lavoro. AREA SPETTACOLI verrà realizzata all’interno del percorso fieristico un’area dedicata all’intrattenimento dei più piccoli, e delle famiglie per poter passare insieme una giornata diversa, truccabimbi, minispettacoli, show-cooking, minicorsi . CATALOGO ED INSERTO SPECIALE “FESTA DI MAGGIO” SERATE D’INTRATTENIMENTO INGRESSO FIERA GRATUITO Orari di apertura Fiera: 29 Aprile dalle 14.00 alle 22.00 30 Aprile dalle 10.00 alle 22.00 1 Maggio dalle 10.00 alle 21.00 FESTA DI MAGGIO-FIERA DI GAVARDO E VALLESABBIA Via O. Avanzi, 64 – 25085 Gavardo (Bs) info@festadimaggio.it

Segreteria Organizzativa e allestitore: F.D. Rent Service Srl, Via Trento, 79 25080 Nuvolento (Bs) Tel.0306915353 Fax.0306916070 Email: event@fdrentservice.com


CONCEDETEVI IL LUSSO DI UNA CHIOMA IMPECCABILE La linea Styling&Finishing Luxury Look è arricchita con perle idrolizzate, semi di lino, proteine del Cashmere e della seta. Ingredienti naturali per una bellezza senza tempo.

L’intera gamma di prodotti è in vendita da UBB Universal Beauty Boutique a Brescia Corso Martiri della Libertà n. 27/bis tel. 030 292306 | info@universalbeautyboutique.it | universalbeautyboutique.it


a cura di Lorenzo Tiezzi

Robert Blues gira l’Italia e non solo facendo ballare immensi party scatenati ed intime feste esclusive. Passa come solo i dj più esperti sanno fare dalla tech house all’EDM attraverso la house, con un unico scopo: far ballare col sorriso chi ha di fronte. Dopo una lunga carriera nella moda, ha iniziato ad occuparsi di notte a tempo pieno. Oltre che dj è anche art director, e molti locali della Riviera di Ulisse (Gaeta e dintorni) si affidano a lui, d’inverno e d’estate. Lo abbiamo incontrato per capire che sta succedendo nella sua vita in questo periodo. “Sono molto impegnato nella produzione del mio prossimo singolo, in uscita ad aprile. ‘Miami dreaming’, il mio singolo attuale, è comunque in continua crescita su YouTube (150.000 visualizzazioni). E poi ci sono i party: dopo il vip party al Victory Morgana Bay di Sanremo durante il festival dove sono stato Music Designer, arriverò con la mia musica fino a Miami Beach. A marzo 2016 suonerò infatti ad alcuni party ufficiali durante la Winter Music Conference, uno evento internazionale durante il quale dj di tutto il mondo si incontrano”. Come vedi il divertimento italiano? La vita notturna Italiana è cambiata nel corso degli anni. Le nuove generazioni devono essere stimolate e quindi bisogna creare novità ogni fine settimana per far si che dopo aver passato del tempo al cocktail bar ci raggiungano nei locali notturni. La gente si diverte solo 78

se la fai divertire. Il nostro compito di operatori della notte è proprio questo. Abbiamo una grande responsabilità. I locali dovrebbero impegnarsi di più, tutti dovremmo impegnarci di più perché vivere la notte è bello… ma ormai non è per tutti. C’è qualche collega con cui stai collaborando? In questi ultimi anni ho avuto il piacere di dividere le console dei vari club con molti dj e voice performer di talento. Tra i tanti però una persona che spicca è senz’altro è Monica Kiss. E’ una vera professionista, ed è giustamente considerata una delle voci più carismatiche della nightlife internazionale. Che differenza c’è tra fare il dj e l’art director? C’è una differenza netta. Fare l’Art Director, ovvero il direttore artistico di un locale, è molto impegnativo. Richiede un'attenzione costante nel corso della settimana. Bisogna preparare gli eventi, curare le grafiche per la promozione, programmare la line up, decidere l'animazione della serata, seguire le pubbliche relazioni. Fare il dj e' sicuramente meno impegnativo. Si sale in console r si lascia spazio alle emozioni coinvolgenti della serata senza pensare ad altro.


Come racconteresti con parole la musica che proponi e produci? I "Big" insegnano che la musica è buona se ti fa ballare… io cerco di fare proprio questo davanti al pubblico… e pure davanti al computer, quando compongo il sound dei miei pezzi. Cerco sempre di inserire quel ritmo che trasmette quell'energia positiva, quel quid in più che mi contraddistingue quando sono in console. Che consigli daresti a chi vuol fare il dj? Faccio parte della vecchia generazione, quella che ha imparato a mixare tra centinaia di vinili, senza aiuto di tecnologie super avanzate che con un semplice click, rendendo oggi dj chiunque. Il consiglio che mi sento di dare a chi voglia intraprendere questa professione è quello di avere pazienza e soprattutto passione. Pazienza e passione rendono questo lavoro speciale e che ti rendono protagonista di ogni dj-set. Che differenza c’è tra il mondo della moda e quello dello show business? Se fai il dj stai sul palco, lì ti esibisci e sei protagonista. Nella moda invece rimani dietro le quinte e le vetrine sono il tuo show. Ma c’è una cosa che accomuna questi due mondi: devi saper cavalcare l'onda perché nessuno ti dà mai una seconda possibilità. Che fai quando non lavori? Faccio il papà: ho due maschietti che mi tengono molto impegnato. La mia compagnia Chiara che per motivi di lavoro non può sempre seguirmi sempre nei spostamenti, per cui quando posso mi dedico a loro. Ascolto ovviamente musica, un po' di tutto, senza badare al genere. Ho infine passione per il cinema e colleziono vinili.

Ristorante Pizzeria

dal martedì al venerdì una piacevole

PAUSA PRANZO Via Lunga, 24 Brescia Tel 030 310815 Pizzeria “La Pastorella”

Cosa c’è di bello e cosa c’è di brutto nel fare il dj? La cosa più bella è stare a contatto diretto con il pubblico, conoscere nuove persone, fare nuove amicizie e perché no intraprendere nuove collaborazioni. Uno degli aspetti negativi è che spesso si ha poco tempo per riposare. Spesso si torna a casa quando il sole sta per sorgere e capita di svegliarsi solo all’ora di cena. Lorenzo Tiezzi

NON SONO A DIETA SONO IN TISANOREICA! PRIMO NEGOZIO A BRESCIA VIA LAMARMORA 122

Via Lamarmora, 122 BS - Tel. 030 5310562 Cell. 392 5642973 intisanoreica.brescia@virgilio.it - Tisanoreica Brescia


Nessun colore è proibito by Federica Cocco

Cristina Rossi make up artist a sanremo

Cristina Rossi nata a Pavia il 21/01/1989 è una professionista del settore makeup, laureata in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e diplomata presso la prestigiosa Accademia BCM di Milano in Trucco Artistico. Un master in Effetti Speciali di Laboratorio completa la sua formazione.

Intervista - Il tuo sogno è lavorare per ? il mio sogno nel cassetto è quello di lavorare per una grande produzione estera in tema di effetti speciali.

Lavora con i migliori marchi presenti sul mercato come Kenzo, Givenchy, Mangano come consulente d’immagine. Collabora attualmente con aziende cosmetiche, fotografi professionisti, case di produzione cinematografiche e sfilate di moda. In veste di truccatrice ha lavorato dietro le quinte del Festival di Sanremo 2014/2015/2016 e si è guadagnata il titolo di Campione ai Mondiali di Hair Style Roma 2014 ed il secondo posto nel 2015.

- Un progetto da realizzare ? Aprire un’accademia per truccatori - APPENA uscite da una scuola di trucco si è già delle truccatrici capaci ? La scuola ti dà una buona preparazione ma è la pratica e l’impegno costante che ti fa diventare una professionista del settore.

Come scenografa si è distinta in allestimenti teatrali per spettacoli su circuiti nazionali tra cui quelli del Piccolo Teatro di Milano. Nel 2013 apre il suo blog: Kris Makeup Special Effects e dal 2014 è il volto di La5 per il programma “So Glam, So You” in veste di life-style blogger insieme a Cristina Chiabotto.

- Hai imparato di più con la pratica o con la teoria ? Sia la teoria che la pratica sono importanti, dalla storia del costume alla ricerca del materiale da utilizzare sul set. - Secondo te il make up più difficile da fa fare è ? Il makeup più difficile da creare è quello da sposa, non per la tecnica, ma essere in grado di saper ascoltare le esigenze di una futura sposa e renderla felice e bellissima nel suo giorno più bello è sicuramente una bella sfida!

Nel Giugno 2015 torna in tv in veste di Look Maker per il programma tv di La5 “Voglio Essere Così” ed è volto di punta sul web per la piattaforma “We Girls”.

Social Blog: http://krismakeupspecialeffects.blogspot.it/ Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCLhPj4n_ fCb-TdX4MxPzqYw/feed Facebook:https://www.facebook.com/ KrisMakeupSpecialEffects Twitter: https://twitter.com/krismake Pinterest: http://it.pinterest.com/KrisMakeupSf/ Instagram: http://instagram.com/kris_makeup Google+: https://plus.google.com/+KrisRoss/posts We Girls: http:// www.wegirls.it/author/kris/

80


I nostri clienti sono sempre protagonisti indiscussi, noi ci impegnamo a farvi divertire, sognare e sopratutto emozionare.

LUCI SCENOGRAFICHE

AUDIO, CONSOLLE & DJ

ALLESTIMENTI EVENTI

BAR CATERING

VIDEO LED WALL

EVENTI AZIENDALI

Via Torino, 8 - 25125 Brescia, Tel: 030.349119 / 333.8406100 - www.deejaychoice.it - info@deejaychoice.it Seguici on line:

deejaychoice eventi


T-Shirt… un capo di abbigliamento che indossano tutti, ma non tutti sanno che...

Carissimi lettori e lettrici, nonostante l’inverno ci stia ancora avvolgendo in cappotti e piumini, la bella stagione si sta comunque avvicinando e questo mese vi voglio parlare delle T-Shirt. La T-shirt o “maglietta” è un capo di abbigliamento senza bottoni e senza colletto, di cotone o di fibre sintetiche. Non tutti sanno che, indumenti simili ad una maglietta sono diffusi da circa 200 anni, come indumenti intimi, ma da più di 100 anni sono in uso come capi da lavoro, vista la loro comodità e la mancanza del colletto, elemento distintivo di eleganza. I marinai dell’800 la indossavano come divisa in mare, con le tipiche righe orizzontali. Durante la seconda Guerra Mondiale, le forze armate Statunitensi la indossavano come parte integrante delle loro divise da lavoro e da allora si diffuse largamente anche in Europa.

La T-Shirt ora è la maglietta a maniche corte girocollo dal taglio diritto che le fa assumere la classica forma a “T”… da qui la terminologia T-Shirt. Negli anni ’50 e ’60 erano rigorosamente bianche ma dagli anni ’70 ne sono arrivate le varianti colorate. Dagli anni ’80 la T-Shirt si impose come capo di abbigliamento creativo e veicolo comunicativo, tramite fregi e scritte ornamentali, stampe o disegni. Ora la T-Shirt sia per uomo che per donna, è un capo che tutti indossano, senza limiti di età e nelle più disparate ed informali occasioni. E’ un capo che io adoro particolarmente ed indosso molto volentieri, mi piacciono le T-Shirt da donna con stampe di disegni artistici, immagini e fregi. Essendo una stilista e designer ed amando le T-Shirt, vi invito a seguirci sul prossimo numero dove vi presenterò la mia linea, la Capsule Collection “Elisa Joy”….stay tuned.

Grazie Elisa Melly Founder e Blogger www.mellyfashionvoyagerblogspot.it di Elisa Lubrani Vi invito a seguirmi sul blog www.mellyfashionvoyager.blogspot.i Elisa Melissa FashionVoyager

82

82 Per restare sempre aggiornati sui miei articoli e sulle novità e tendenze del momento


83


È Bresciana la giovane wedding planner che si aggiudica il primo premio come miglior wedding concept nel 2016, nominata dal sito Internazionale con base a New York “Belief, International Wedding Planner”, che si propone nel Mondo come promotore dei migliori Wedding Planner Internazionali. A dicembre, un’accurata selezione di 68 Wedding planners internazionali si è sfidata, proponendo le immagini più suggestive e le storie più romantiche inerenti i matrimoni organizzati nel 2015.

Mondo, studiare con ogni coppia di sposi il wedding design che preferiscono e rendere il tutto un po’ magico, con creatività e tanta passione!”. Un’Italiana che non lascia l’Italia! Che ci crede e cerca con tutte le sue forze di risollevare, nel suo piccolo, la fama del Bel Paese! La prossima sfida? “Aprire le porte ad una filosofia nuova: #Loveislove, già proposta sul nostro nuovissimo sito: www.destinationweddingitaly.it A buon intenditor.. Non ci resta che augurarle in bocca al lupo!

Una giuria d’eccezione formata da esperti internazionali del wedding ha valutato 3 concept per ogni wedding planner e ne ha scelti 8. A seguito di 2 mesi di selezioni, il 29 gennaio 2016 il verdetto: primo tra tutti il concept Country Chic proposto da Chechic!Eventi, agenzia nata a Brescia nel 2012, capitanata da Alessandra, che organizza matrimoni da sogno per stranieri ed italiani che amano la nostra meravigliosa Italia e desiderano coronare il loro sogno d’amore nelle location più suggestive, da lei selezionate personalmente. “Il mio scopo è quello di promuovere l’Italia e tutte le sue bellezze nel

Per maggior informazioni: Referenze: http://www.beliefiwp.com Chechic!Eventi Alessandra Marchetti cel: +39 347 6923396 - www.destinationweddingitaly.it

84


Allestimenti personalizzati per negozi, ristoranti e hotel.

Via A. Lamarmora 60 25124 Brescia cell. 328 8525213 LunedĂŹ 15.00 - 19.00 da MartedĂŹ a Sabato 9.00 - 12.00 15.00 - 19.00 Domenica chiuso

Consegna a domicilio. facebook: Lacasanelbosco Fracesca


®

7€

86


La prima impressione? E' il corpo che parla …..in sette secondi

Mi sono spesso domandata: “Quanto serve 1. SGUARDO E SORRISO: per giudicare gli altri? E, quanto conta, la tanto Tenete uno sguardo attento verso il vostro chiamata in causa ,“prima impressione”? interlocutore. Sorridete in modo amichevole Gli studi dimostrano che sono sufficienti sette e solare, evitate fronti corrucciate o labbra secondi per capire se una persona ci piace serrate. o no. Praticamente in un solo battito di ciglia 2. ASPETTO FISICO: Qui , esprimiamo un giudizio che , anche se non entra in gioco la bellezza secondo i superficiale , rimane impresso nella nostra comuni canoni estetici, quanto la cura della mente. persona;l'igiene personale ,sia per uomini Ma come è possibile che in arco di tempo che per donne, ha un influenza decisamente così piccolo possiamo esprimere un parere posiva. sugli altri? 3. POSTURA: Mantenete Entra qui in causa la cosidetta comunicazione una posizione eretta con la testa alta. Evitate non verbale cioè il linguaggio del corpo. braccia e gambe incociate ,evidente segno Attraverso il linguaggio del corpo possiamo di chiusura verso il vostro interlocutore. interpretare movimenti, espressioni di mimica 4. STRETTA DI MANO: che accompagnano la comunicazione Assolutamente no il”tritaossa” e il “pesce verbale , permettendoci così di formarci morto”. La stretta di mano deve essere come il www.unmondodentrounlibro.wordpress.com un'impressione su una persona. sorriso ,aperta ,amicale ma decisa. Nel linguaggio verbale , emerge normalmente 5. DIMOSTRA INTERESSE: la parte più razionale di noi : la comunicazione Gli studi dimostrano che le persone sono verbale è solitamente contenuta entro certi maggiormente attratte da chi ha le pupille limiti imposti dalla nostra cultura, educazione dilatate, un segnale universale che indica ,esperienze di vita...In realtà nella vita di tutti interesse ed attenzione verso l'altra persona. i giorni , continuiamo a reprimre le emozioni 6. NON ESSERE INVADENTE: più profonde che proviamo :quell'energia non Questo significa rispettare lo spazio vitale del può scomparire del tutto , ed è per questo che vostro interlocutore: mai troppo vicino, mai l'inconscio, esprimendosi in modo involontario troppo distante. e incontrollabile agisce attraverso il linguaggio 7. LA REGOLA DELLO del corpo. SPECCHIO:Osservate chi avete davanti L'importanza della prima impressione cercando di rispecchaire il maggior numero è evidente: un colloquio di lavoro, un di contatti visivi, il volume e la velocità del appuntamento galante, la richiesta di un discorso. prestito in banca, la conclusione di una 8. vendita... Un ultimo consiglio: la prima impressione può Cosa fare allora? Come possiamo “pilotare”la essere assai incompleta o talvolta ingannevole. nostra comunicazione non verbale facendo Perciò, non trasformate quell'intuizione in un una prima impressione positiva? giudizio definitivo che diventerà inevitabilmente Ecco sette consigli per inostri sette secondi: un pregiuzio che d'ora in avanti vi impedirà di vedere o acquisire altri elementi di conoscenza. Usate un po' di buon senso.

Nina www.unmondodentrounlibro.wordpress.com Nina nina beingmeonly www.beingmeonly.wordpress.com e-mail: elisamariblogger@gmail.com

Facebook: nina beingmeonly Mail: elisamariblogger@gmail.com

In questa occasione parliamo di una cosa che a tutti noi, almeno una volta nella vita, è balenata in testa; scrivere una storia, la propria storia, un romanzo, una poesia oppure semplicemente le proprie sensazioni e pensieri in un semplice diario. Per chi è riuscito a trasformare questo semplice pensiero in un fatto, ha compiuto il primo passo per far sì che le sue idee divengano pagine scritte. Queste pagine scritte possono essere “personali” e tenute per sempre in un cassetto oppure, se degne di nota, cariche di inventiva, umorismo e dialettica, possono essere trasferite e trasmesse anche agli altri. Nessuno nasce con la velleità di essere Alessandro Manzoni, ma chiunque scrive, se il proprio libro lo tiene nel cassetto mai e poi mai lo diventerà. Un manoscritto nel cassetto, quando ne viene tolto, è definito semplicemente Vi ricordiamo che sono aperte“bozza” le iscrizioni ai di libro. Deve essere corretto una corsi di Pnl e linguaggio del corpo. grammaticalmente e nell’ortografia. Poi la sua Per informazioni e contatti : elisamariblogger@ gmail.com linearità di racconto deve essere resa filante e consequenziale nello scritto e nei fatti, nei dialoghi e nella cronistoria. Tutto questo viene chiamato “Editing”. Un “Editor” rende il manoscritto, in collaborazione con lo scrittore, un libro. A questo punto non resta che la pubblicazione, cercare la casa editrice che lo pubblica oppure stamparlo a spese proprie per poi promuoverlo. Ci sono anche le situazioni in cui ci si può avvalere di professionisti che valutano un mix delle due situazioni precedenti; aiutano anche economicamente a stampare il nostro libro e ci sostengono nella promozione del manoscritto. Le possibilità sono molteplici e possono anche sfruttare le modalità di pubblicazione online tramite E-book. Se siete quindi degli scrittori per diletto, con il vostro sogno e manoscritto nel cassetto, non esitate a farlo leggere e valutare dalla sottoscritta, possiamo insieme correggerne la bozza, farne l’editing e studiare il modo per renderlo pubblico sia cartaceo che online. Nessuno nasce scrittore ma tutti almeno una volta nella vita hanno avuto una storia da raccontare…

Nina

87


Gabriele Giuzzi Fashion & Lifestyle, blogger www.smartdiamondstyle.com info@smartdiamondstyle.com

" LE SCARPE " Scarpe, scarpe e ancora scarpe. Sinceramente negli ultimi anni mi è aumentato di molto la passione, o ossessione a seconda dai punti di vista, per le calzature. Sarà forse che ormai mi sono convertito alla filosofia che “noi esseri umani camminiamo tutti i giorni, in un anno ci sono 365 giorni, per camminare servono scarpe e quindi è cosa buona e giusta avere tante scarpe”. Per fortuna mi consola il fatto di sapere di non essere l’unico con questa mania, anche perché siamo onesti: le scarpe possono trasformare completamente ogni nostro outfit. È quindi molto importante conoscere quali sono i modelli più di tendenza, in grado di valorizzare i nostri look durante i prossimi mesi.

NIKE AIR FORCE 1 ULTRA FLYKNIT

NIKE CLASSIC CORTEZ Sicuramente a molti di voi queste scarpe riporteranno alla mente il cult movie di Robert Zemeckis, Forrest Gump, e la vostra mente non sbaglia. Le Nike Classic Cortez sono tra le sneakers più iconiche e quasi sicuramente molti di voi le avranno possedute. La Nike ha deciso di rilanciarle, rivisitando il modello in una chiave più contemporanea nella nuance metalliche del bronzo e del nero. In edizione limitata ci sono anche bianche con il baffo rosso e la rifinitura blu, proprio come nel film Furrest Gump.

L’iconica scarpa della Nike si rinnova ed è pronta a trasformarsi in una scarpa moderna e ultra leggera. Dopo ben 34 anni, e pensate 2000 versioni differenti, i Designer della Nike hanno deciso di dare nuovo stile alla Air Force 1, unendo la classica silhouette della celebre scarpa di ispirazione dal mondo del Basket con il Flyknit, che altro non è il materiale ultra leggere e super traspirante che Nike utilizza nei suoi ultimi modelli. CLARKS TRIGENIC FLEX Clarks unisce la tradizione e la maestria dei migliori calzolai con le tecnologie più innovative e all'avanguardia per dar vita a Trigenic Flex, una calzatura originale, sapientemente modellata e adatta all'uso quotidiano, caratterizzata da un design destrutturato che svela un look fresco e minimal. Trigenic Flex rappresenta uno stile rivoluzionario che unisce ingegneria calzaturiera all'avanguardia, maestria tradizionale e design moderno per creare una scarpa assolutamente unica, ricca di stile e sostanza.

Clarks

ce r For Nike Ai yknit Fl a r Ult

1

YEEZY BOOST 350 La nuova versione della celebre Yeezy Boost 350, linea realizzata da Kanye West per Adidas, è chiamata "tan" e sfoggia una tomaia tono su tono in Primeknit, un innovativo materiale sviluppato utilizzando le più avanzate tecnologie Adidas in grado di avvolgere il piede come una seconda pelle. La suola, dal colore coordinato, assicura l'incredibile ritorno di energia della tecnologia adidas BOOST™ e offre comfort, prestazioni e stile inimitabili. Tutto in perfetto stile Kanye!

Nike classic cortez Yeezy

88


r e g r u b o t s i R

ak

i os i l n o v a c a i f r I e m a a t n a i u n q r n i a c C Anni le migliori o e nd o m l da

te S & r ge

bur

t i . r e g r bu o t s i r . ww

stea k

w

burger o t r e ap he anc nzo a r p a

hou

se gourm et

50’S RISTOBURGER Rezzato (BS) - Via Giuseppe Mazzini 59 -Tel. 030.2592190 89


la ricetta consigliata " il teff " A CURA DI MARIAPIA GANDOSSI

Il teff è un cereale antico, le sue origini risalgono tra il 4000 e il 1000 a.C. nel Corno d’Africa e nel sud-ovest dell’Arabia. Semi di teff sono anche stati ritrovati in una piramide in Egitto fatta risalire al 3300 a.C. Il Teff è il cereale con il seme più piccolo al mondo (in amarico teff significa “perso”, perché le dimensioni ridotte del chicco ne causavano la perdita durante il raccolto), con un diametro che misura meno di 1 mm ci vogliono ben 150 granelli di teff per l’equivalente di un chicco di grano. Date le ridotte dimensioni, non è fattibile separare il germe della buccia, e quindi l’intero seme viene mantenuto nella macinatura della farina. Ciò si traduce in valori nutrizionali molto elevati. Oggi la coltivazione del teff è concentrata nelle terre di origine, Etiopia e Eritrea dove costituisce circa un quarto della produzione totale di cereali per il consumo della popolazione indigena e del bestiame, e prevalentemente in India, in Australia, Stati Uniti e Europa per l’esportazione. Il teff è naturalmente privo di glutine, il che lo rende un alimento molto appetibile e interessante per persone celiache o con altre intolleranze al glutine e non solo. Insieme ad altri cereali alternativi come miglio e quinoa, il teff sta rapidamente diventando noto tra chi vuole praticare un dieta salutista, grazie al suo grande valore nutritivo. Il granello ha un delicato gusto di nocciola e un sapore leggermente dolce. Più scuro è il seme, più il suo sapore è accentuato. La ricetta che propongo oggi è dello chef Marco Scaglione, una ricetta dal gusto mediterraneo in tutti i suoi ingredienti.

PROCEDIMENTO

INGREDIENTI 250 g di paccheri di teff 2 scalogni 250 g di pesce spada a fette 200 g di olive taggiasche 100 g di pomodori ciliegini 60 ml di vino bianco secco 1 mazzetto di prezzemolo tritato olio EVO sale

1) Pulite lo scalogno dalla buccia esterna e tritatelo finemente con un coltello, riponetelo in una padella con due cucchiai di olio e lasciatelo rosolare a fiamma dolce 2) Nel frattempo tagliate il pesce spada a cubetti e quando lo scalogno sarà tenero aggiungete il pesce al fondo e lasciatelo scottare a fiamma vivace 3) Sfumate il tutto con il vino bianco e lasciate evaporare qualche minuto; lavate bene i pomodorini e tagliateli a metà, aggiungeteli in padella insieme alle olive e fate cuocere il tutto per qualche minuto. 4) Mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e cuocere i paccheri di teff per circa 5 minuti; al termine della cottura scolare l’acqua, versare tutto in padella con il sugo di pesce e fate amalgamare bene il tutto. 5) Spolverizzare il tutto con il prezzemolo, aggiungere dell’olio a crudo e servire.

90


35

91


L'ARRIVO DELLA SPOSA. Finalmente il grande ingresso sta per avere inizio. È il momento dell'arrivo della sposa, la quale, secondo le regole del galateo, ha diritto a circa 10 minuti di ritardo rispetto all'ora d'inizio prevista per la cerimonia. La bellissima sposa potrà effettuare il suo arrivo con qualsiasi mezzo di trasporto, in auto, moto, carrozza, l'importante è che venga accompagnata dal padre, o chi per lui, che dovrà aiutarla a scendere dal mezzo. Ci siamo, il fatidico momento sta per realizzarsi. Seguendo con attenzione il protocollo stabilito dal galateo, la sposa avanza lentamente lungo la navata, accompagnata dal padre, che le dovrà porgere il braccio sinistro, preceduta dai paggetti e seguita dalle damigelle d'onore, che dovranno occuparsi di sorreggere e sistemare l'eventuale velo. La sua lenta camminata potrà essere accompagnata dalle tradizionale musica di sottofondo. Una volta giunti all'altare, il padre le solleverà il velo, se previsto, le darà un bacio sulla guancia e la lacerà in compagnia dello sposo. In questo frangente le damigelle e i paggetti prenderanno posto tra i banchi con i genitori, se sono piccoli, di fianco ai testimoni se si tratta di damigelle adulte. Che la cerimonia abbia inizio!

Consigli da matrimonio

Ogni evento importante deve essere organizzato e celebrato seguendo delle regole ben precise, tra questi non fa eccezione il matrimonio. Vediamo insieme come deve essere strutturato l'ingresso della sposa secondo il galateo. Affinché tutto riesca alla perfezione e senza intoppi, l'ingresso della sposa in chiesa deve essere eseguito stando attenti a delle piccole, ma essenziali, regole di bon ton. Non tutte le spose, ovviamente, aderiscono a queste particolari attenzioni dettate dal galateo, molto spesso ci si affida, infatti, alle usanze legate alla tradizione della propria terra d'origine. Ma scopriamo insieme quali sono questi importanti accorgimenti che bisogna avere, se si vuole effettuare un ingresso in chiesa in piena regola. ATTENZIONE AGLI INVITATI! La prima regola essenziale è che tutti gli invitati arrivino puntuali, prima dell'inizio della cerimonia, in attesa dell'arrivo dello sposo e poi della sposa. I graditi ospiti dovranno disporsi non in maniera casuale, precisamente alla destra della navata i parenti e amici della sposa e nella parte sinistra gli invitati dello sposo. Inoltre, le prime file sono rigorosamente riservate ai parenti più stretti della coppia, come genitori, fratelli o sorelle e nonni. I testimoni, infine, dovranno attenderli rispettivamente a destra, quelli della sposa, e a sinistra, quelli dello sposo. L'ARRIVO DELLO SPOSO.  Con gli invitati già ben disposti all'interno della chiesa, a pochi minuti dall'inizio della cerimonia, puntuale come non mai, arriva lo sposo accompagnato da sua madre o chi per lei. La puntualità per lui è fondamentale, sarà la sposa, invece, a potersi permettere qualche minuto di ritardo. Per info e commenti: www.eventique.co; info@eventique.co

92


www.lucaroda.it 93


ANNALISA CORNA Buongiorno sono Annalisa, ho 28 e abito a Sarnico, un paesino sul lago in provincia di Bergamo. Sono una ragazza determinata, estroversa, dolce, solare ed altruista. Adoro stare in compagnia con gli amici e fare sport. Ho iniziato da qualche mese poledance che mi sta dando molte soddisfazioni ed è uno sport molto impegnativo e da qualche anno faccio palestra mi aiuta a tenermi in forma ! A 18 anni ho iniziato a fare i primi shooting e i primi scatti fotografici grazie ad un fotografo della mia zona è da allora ho avuto molte soddisfazioni personali nell'ambito della moda e della fotografia con shooting, sfilate, ecc Ringrazio tantissimo Bresciaup e ego shop che mi hanno dato l ‘opportunità di conoscere tante nuove amiche e divertirmi in tanti splendidi eventi . A presto amici!

94


95

Brescia, Via Codignole 40 - Tel. 030347318 www.bambamristosauro.it


Oroscopo2016 I CONSIGLI DELLE STELLE

Ariete A marzo il trionfo dell’operosità. Sembrate una formica e ogni scelta va a buon fine, l’intuito vi guida verso la preda che non può sottrarsi al vostro volere: magnetici!

Toro A marzo superattivi e vincenti! È il mese delle iniziative, anche quelle più sconclusionate avranno un significato e un risultato finale. Avrete del talento per annullare il negativo e trasformarlo in positivo.

Gemelli A marzo continua l’escalation in progressione: farete tacere la voce del cuore se ostacola il lavoro, ma le passioni dureranno a lungo. Recuperate fantasia e gioia di vivere man mano che la situazione si alleggerisce.

Cancro A marzo un piano perfetto va applicato nei particolari. Trovare un alleato significherà vincere. Attenti agli interessi contrastanti: qualcuno gioca sporco ma non vi farete sorprendere. Leone A marzo c’è un po’ di freddo nel rapporto affettivo ma non potete sempre fare piacere agli altri e non a voi, e il vostro progetto va seguito assiduamente: avete investito denaro.

Vergine A marzo il piano è adesso perfetto e va attuato. Sono tutti al servizio della vostra causa: vogliono godere dei benefici, perché c’è soddisfazione per tutti e chi vi ostacola verrà lasciato in disparte.

Bilancia A marzo impegnatissimi e strategici nelle vostre scelte. C’è un ordine di precedenza che non prevede di perdere tempo. Per l’amore ci sarà solo dialogo qualche volta: non volete distrarvi.

Scorpione A marzo basta aver trovato un alleato e tutto funziona. Una persona saggia, disponibile, cambia il destino: basta ascoltarlo. Il denaro è un problema da risolvere più tardi, l’importante è decidere subito.

Sagittario A marzo avete da fare e non volete distrarvi. Le piccole questioni di tutti i giorni vi disturbano, i contatti ad alto livello vi esaltano. Rivedete il look: ogni tanto bisogna far colpo, non basta la disinvoltura.

Capricorno A marzo è un momento importante. Lascerete perdere i particolari occupandovi della direzione da prendere. Chi vi contrasta ci prova solamente senza riuscire, e questo vi conforta.

Acquario A marzo il vostro punto di vista lo avete chiarito, si è fatto un passo avanti, avete conquistato maggiore fiducia e sicurezza nelle vostre forze: l’amicizia vi consola.

Pesci A marzo l’effetto è garantito, ma qualcosa va sistemato all’ultimo momento. Chi vi consiglia ha la vista lunga e non scherza, perché spesso non vi fa i complimenti ma vi sprona a continuare.


Profile for BresciaUp Magazine

Febbraio 2016  

Magazine mensile

Febbraio 2016  

Magazine mensile

Advertisement