{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 1


G H I B L I

LA MENTE DICE SÌ IL CUORE DICE ASSOLUTAMENTE SÌ.

GAMMA MASERATI GHIBLI. A PARTIRE DA 68.000 €*

G A R A N Z I A D I T R E A N N I A C H I L O M E T R A G G I O I L L I M I TAT O CONCESSIONARIA UFFICIALE MASERATI LA NUOVA MASERATI GHIBLI È EQUIPAGGIATA CON UNA GAMMA DI AVANZATI MOTORI 3 LITRI DOTATI DI CAMBIO AUTOMATICO ZF A 8 RAPPORTI, INCLUSO IL NUOVO PROPULSORE TURBODIESEL. DISPONIBILE ANCHE CON IL SISTEMA A TRAZIONE INTEGRALE Q4. VALORI MASSIMI (GHIBLI DIESEL): CONSUMO CICLO COMBINATO 5.9 L/100 KM. EMISSIONI CO2: 158 G/KM. *PREZZO DI LISTINO AL 23.03.2015 PRATICATO DAI CONCESSIONARI CHE ADERISCONO AL PROGRAMMA DI LANCIO. IN CASO DI MANCATA ADESIONE IL CONCESSIONARIO POTRÀ RICHIEDERE IL CORRISPETTIVO DELLA MESSA IN STRADA. I dati possono non riferirsi al modello rappresentato.

PRENOTA IL TUO TEST DRIVE Sede di Brescia - Via Caselle 35 San Zeno Naviglio (BS) Tel.: 030.2160426 www.rossocorsa.it info@rossocorsa.it

Maserati Italia Maserati Italia www.maserati.it


Perchè l’estate è passione, ricordi, brezza lieve, sole che schiocca sulla pelle e nel viso. è il sorriso delle stagioni e passa, passa più veloci di ogni altra, porta con sè un volume carico di nostalgia che tinge di rosso l’autunno Sephen Littleword (Nulla è per caso) 27 2007

giugno

BRESCIA

www.bresciaup.it


CORRESPON d a n c e s

M a n u e l a

Prestini

ARRIVA L’ESTATE!Cd OaR Rn E Sc PeO Ns

E

rieccola la stagione più bella,

Oppure sarebbe l’acquisto di attrezzi adatti come

l’estate, con le sue calde giornate

tapis roulant, cyclette e spin bike, così si potranno

il suo spirito positivo, dove tutto

usare tutto l’anno per mantenere il corpo sano ed

prende una luce diversa, dove

esercitato non solo per la prova costume.

tutto appare più semplice ….se

Ma complice appunto la bella stagione, si può

non si parla della famosa prova

pensare un po’ al “fai da te” con semplici camminate,

costume tanto odiata da mettere una lieve luce

magari in compagnia ciacolando con amiche, e se si

oscura sulla bellezza luminosa di questa stagione

ha animali approfittando di unire l’utile, i loro bisogni,

dove ci si scopre, e allora vai di “cosa mi metto che

al dilettevole il nostro movimento, oppure con i figli

non metta in risalto il trascuramento invernale che

che sono tanto onnipresenti nelle nostre giornate tra

mi ha portato ad avere qualche” rotolino in più?”

questo e quello ma con poco tempo per due parole,

anche se al primo impatto, ci si sente talmente fuori

o staccando veramente, da sole, restando avvolte

forma da crisi esistenziale. Ed ecco che come tutti

nei propri pensieri scaricando i più pesanti con

gli anni vige la prima regola, quella dell’arrivare in

l’andrenalina concentrandoci a pieno nel movimento

forma “per quel che si puo’ “a questa benedetta

e nella fatica, salire e scendere le scale, biciclettate

prova costume....niente panico è la seconda regola,

e la dove si può lasciare ferma l’auto il piu’ possibile.

facendo in modo che non diventi un incubo il cercare

Tutto sicuramente più economico di una iscrizione in

a tutti i costi di seguire il gregge di quelle persone

palestra o in piscina.

che pensano che magro fa sempre bello.

Come trucco importante, è iniziare la giornata con

Quindi, visto che tutto nei propri limiti è possibile,

un buon bicchiere d’acqua tiepida, con l’aggiunta di

quel che conta è iniziare subito, adesso, cambiare lo

qualche goccia di limone, disintossica! Così come

stile di vita per riprendere la forma: essere toniche e

nell’arco della giornata è bene consumare sino a 3

in linea non è poi così complicato…

litri d’acqua per fare in modo che il sistema drenante

-----------------------------------------------------------

del corpo riprenda a funzionare perfettamente. I

Innanzitutto dieta,

o come amo definirla io che

risultati saranno visibili in breve: pelle più lucente e

mi sembra meno paurosa, regime alimentare più

tonica e persino i centimetri odiatissimi inizieranno

controllato, questo non significa rinunciare a nulla

a diminuire.

ma alimentarsi in modo consapevole.

Questo lo dicono

Ci sono un sacco di modi decantati a destra e a

e qui vige sempre la seconda regola del “niente

sinistra, ma vediamo la dieta mediterranea equilibrata,

panico”, niente è miracoloso ma è pur vero e

fatta di semplici prodotti: pane, pasta, limitati, frutta

lo sostengo ampiamente che il non fare proprio

e verdura, più in abbondanza, condimenti leggeri.

niente è sinonimo di trascuratezza, perché il moto,

E’opportuno ricordare che le razioni non devono

un mangiare più sano, il pensare e fare qualcosa

essere abbondanti: mangiare sempre di tutto sì ma

per stare meglio

in piccole dosi, evitare la frutta a pasto ed utilizzarla

sopratutto interiore porta la mente a staccare dal

per gli spuntini.

quotidiano e solo il sapere di fare qualcosa per noi

Una volta a settimana si può persino gustare la

stessi, ci rende più contenti, così come lo scegliere

pizza, e perché no un gelato.

di volersi bene, e come abbiamo detto prima

Non serve solo cambiare il regime alimentare

impegnandoci anche un poco, ed allora ottima

rendendolo più regolare ma serve inserire nelle

alimentazione ed attività sportiva all’aria aperta

giornate movimento fisico, le palestre con le attività

oppure fitness in palestra oppure in casa, saranno

proposte sono tra le più svariate, dove perfetto è il

la migliore ricetta per mantenersi in forma e vivere

fitness che rende armonioso tutto il corpo, e come

al meglio la prossima estate se non lo si fa poi non

incentivo in più a quelle persone pigre è la spesa

autolesioniamoci col piangerci addosso.

gli esperti, quello che penso io,

dal punto di vista esteriore ma

sostenuta nell’iscrizione. Un abbraccio Manuela


27.06.2007 - 27.06.2015

8 ANNI DI NOI

N

ella vita ci sono scelte che portano più di altre ad accorgersi di quanto in fretta trascorre il tempo, e quella di creare BresciaUp è arrivata ai suoi 8 anni. Anni di idee traguardi sconfitte e vincite con quella caparbietà nell’essere capaci di

trasformare il tutto in qualità nel fare di un semplice mensile, un mensile speciale, cercando sempre una rinnovata voglia di soddisfazioni personali e professionali. A volte non sempre facili ma cercando di trasmetterci e trasmettere almeno una briciola di positività e incoraggiamento soprattutto in quei periodi non positivi che scandiscono anche loro il quotidiano di un’attività. Momenti che noi come voi, clienti, sponsor, publicitari,

collaboratori...ecc.

se

pur

lavorativamente

condividiamo. Parola d’ordine è: “CE LA POSSIAMO FARE” con quella rinnovata voglia di mettersi in gioco tutti i giorni, cercando sempre di fare del nostro meglio per riuscire ad ottenere i risultati prefissati e se non ci si riesce rialzandosi ed andando avanti perché è vero che se si chiude una porta, se non guardi oltre il famoso portone non ti si apre... Quindi AUGURI A NOI ma, IL GRAZIE più GRANDE è a TUTTI VOI che avete reso questo traguardo possibile e renderete possibili i futuri. Gazie BresciaUp


R E N A T A

Sortino

CORRESPON d a n c e s

STEVE MC QUEEN

S

teve

Mc

Queen

fantastico

è

stato

cinema anni ’70, oltre appassionato stessa

un

stessa macchina peraltro viene usata per girare

del

nel 1971 la pellicola “Le 24 ore di Le Mans”, flop

che un

al botteghino ma ampiamente rivalutato negli anni

quella

successivi come una delle migliori opere riguardanti

protagonista attore;

passione

e

che

metteva

una corsa automobilistica.

nei suoi ruoli era direttamente

Possessore di numerose auto sportive, tra cui una

proporzionale all’intensità con la quale viveva la sua

Porsche 917, una Porsche 911 Carrera S, una

vita. Amava praticare tutti gli sport della Terra, e

Ferrari 250 Lusso Berlinetta e una Ferrari 512, Steve

più erano spericolati, più li adorava. Era sprezzante

McQueen nel corso della sua vita ha collezionato

del pericolo, e questa sua caratteristica gli dava un

anche numerose moto, per un totale di più di cento

alloure che lo rendeva ancora più affascinante di

modelli.

quanto già fosse.

Steve Mc Queen è un mito, ai suoi tempi dettava

Si è sposato

tre volte (con l’attrice Neile Adams

legge nel mondo della moda tanto da essere

che gli dà due figli, con l’attrice Ali MacGraw e

chiamato dai tabloid “King of cool” e come tutte

con la modella Barbara Minty), Steve McQueen è

le leggende è diventato icona di marchi famosi di

stato, oltre che attore, anche un eccellente pilota di

maglieria, orologeria, settore ottico e automobilistico

auto e di moto, al punto da girare in prima persona

di pregio, grazie al perforante charme che aveva

numerose scene che abitualmente sarebbero state

davanti la macchina da presa.

affidate a stuntmen e controfigure. L’esempio più

Mc Queen è stato un uomo dai mille temperamenti,

noto è quello della scena finale de “La grande fuga”,

capace di adattarsi alle difficoltà della vita sempre con

quando il protagonista a bordo di una Triumph TR6

lo stesso atteggiamento, testardo e ribelle, temerario

Trophy equipaggiata come una BMW da guerra

e

prova ad arrivare in Svizzera. Tutto il film, in realtà,

collettivo, Steve impersonifica l’uomo libero per

vede Steve McQueen girare le scene in prima

antonomasia, tanto da ispirare anche il nostro Vasco

persona, ad eccezione di quella relativa al salto del

Rossi “voglio una vita spericolata, voglio una vita

filo spinato, effettuata da uno stuntman dopo che

come Steve McQueen”.

l’attore nell’eseguire una prova era caduto.

Nel mese di giugno è possibile vedere nei migliori

La passione per i motori spinge McQueen a

cinema: “Steve McQueen: The Man & Le Mans,

cimentarsi anche nella 12 ore di Sebring, a bordo

documentario di Gabriel Clarke e John McKenna,

di una Porsche 908 insieme con Peter Reyson: il

che verrà presentato all’anteprima italiana che apre

risultato è un ragguardevole secondo posto a poco

il Biografilm di Bologna il 5 Giugno.

più di venti secondi dal vincitore Mario Andretti. La

passionale,

infatti

tutt’ora

nell’immaginario

Renata


mangano.com

MANGANO

5


n.88

E V E N T S 42 44 49 50 54 56 60 62 64 66 68

VIRGIN - INAUGURAZIONE iGUSSAGO AL BELLAVISTA 50 SFUMATURE DI GIGLIO MAZZOLENI AUTOTRASPORTI CRAM AUTOSPAZIO WISE BOUTIQUE COCO BEACH XS MOTORS DIMMI DI SI LA SOSTA - L’ARTE NEL CIBO

REDAZIONali 14 20 22 24 30 33 70 88

DR. PINELLI DR. GIOVANNI SIMONINI EERA FRANCHISING CAMERA DI COMMERCIO RUMENO MALTESE SNEAKERS PEDIBUS I VIAGGI DI SEBA

RUBRICHE 18 26 34 36 38 72 74 76 79 81 82 84 86 90 92 94 96

MEDICAITALIA BRUNO BONI STUDIO CAPPIELLO GLI EGIZI STUDIO LUMINI RICETTA DEL MESE CUS BRESCIA NESSUN COLORE È PROIBITO DEEJAY DEL MESE FRASE DEL MEC MODELLA DEL MESE MELLY - ARTE DELLA FEMMINILITÀ SMART DIAMOND STYLE COCO LA VIE EN ROSE CELIACHIA LA CHICCA OROSCOPO


Direttore Responsabile Renata Sortino (direttore@bresciaup.it) Caporedattore Manuela Prestini (duesse@bresciaup.it) Redazione e Ufficio Stampa Antonio Russo (info@bresciaup.it) Graphic Designers Deivid Baitelli Anna Gazza (ufficiografico@bresciaup.it) Direttore editoriale Emanuele Zarcone Marketing Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it) Stampa Staged Srl Photographers Selene Z. Rolando Giambelli Patrick Merighi Franco Lucini Filippo Venezia Collaboratori Emanuele Lumini, Emanuele Zarcone, Attilio Tantini, Federica Cocco, Andy Ak, Giulia Covelli, Alberto Bonera, Roberto Cappiello, Anthony Le, Edward Battisti, Giuseppe Petrocelli, Valeria Arizzi, Rolando Giambelli, Emanuele Dall’Asta, Davide Mor, Chicca Baroni, Marco X, Rossano Caffi.

Redazione M: +39 339.6836770 Abbonamenti e-mail info@bresciaup.it www.bresciaup.it BresciaUp BRESCIAUP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N°37/2007 DEL 8 SETTEMBRE 2007

www.duesseadv.it DuesseAdv


8


è meglio essere ottimisti ed avere torto che pessimisti ed avere ragione

L’INCERTEZZA

C

’è una domanda che mi fanno

non è la più utile. In mezzo al mare in tempesta, nella

spesso

i

nebbia (senza GPS), la domanda che cosa fare non

professionisti che incontro tutti i

è utile. Personalmente, è più utile un’altra domanda:

giorni .La domanda è: ...”come

“cosa non fare ora!!!” Oggi è molto più importante

sarà il nostro futuro?” “Dove

sapere cosa non fare piuttosto che sapere cosa

andremo a finire?“ Molti hanno

fare, anche perché non conoscendo come sarà il

capito che questa rivoluzione poterà ad una nuova

futuro, ogni decisione sul da farsi potrebbe rivelarsi

organizzazione del lavoro, a nuovi equilibri sociali

utile, ma anche NO.Inviato da iPad o scopritore di

e nuovi poteri finanziari. Nessuno (che conosco io)

parcheggi (clienti) lontani e sconosciuti. E TU? Dove

ha idea di quale sarà il futuro assetto, tante ipotesi

stai cercando il tuo parcheggio? Quindi cosa non è

e tanta incertezza. Navighiamo in un mare, in

utile fare oggi, di seguito alcuni spunti:

tempesta, nella nebbia più fitta, verso terre lontane.

• lamentarsi che c’è il mare in tempesta e la nebbia;

Non sappiamo quanto queste terre distano e come

• dare la colpa agli altri per la tempesta e la nebbia;

sono (dimenticavo, siamo anche senza GPS). La

• cercare di predire il futuro, perdendo di vista i

risposta che do alle persone è questa: NON LO SO

mutamenti dell’ambiente in cui navighiamo;

Quello che so è che non sarà più uguale a prima.

• continuare a fare come si è sempre fatto

Subito la domanda che mi pongono è: “ bene e

• pensare che tutto tornerà come prima

allora che facciamo ?” In questo caso la domanda

Ora tocca a TE !!!

gli

imprenditori

e

E.Z

10


Brescia corso Zanardelli 15/a tel. +3903041139

shoponline: www.pasinigioielli.com


L’UOMO CHE HA PAURA DI IMPEGNARSI…

D

12

al numero di mail che ricevo

dovrebbe essere, ci impedisce di vedere il partner

sull’argomento l’ennesima

ho

avuto

per quello che è e apprezzare quanto di buono

conferma

quanto

può dare il rapporto. Amare significa accettare

la paura di impegnarsi in una

l’altro nella sua totalità ma quando una persona

relazione sia una problematica

non riesce ad accettare le proprie imperfezioni non

sempre più diffusa e sentita.

riesce a farlo anche con il partner. Da allora, ho

Alcune persone vorrebbero innamorarsi ma non ci

vissuto col desiderio di amore e con la paura che si

riescono oppure si concedono solo amori impossibli

ripresentasse la stessa sensazione interiore.In effetti

con persone non disponibili .

è stato così: tante storie che all’inizio sembravano

Altri si lamentano di stancarsi facilmente dopo un

entusiasmarmi e con la paura di non essere accettati,

inizio pieno di promesse ed entusiasmo: dopo i primi

e che poi scemavano sulla base di non accettazione

tempi in cui sembra di aver trovato l’amore con la A

di qualche cosa dell’altro“.

maiuscola del partner non si vedono che i difetti, lui/

Più

lei sembrano all’improvviso banali, scontati, scialbi.

valorizzarsi attraverso il partner che deve essere

L’ attrazione decade, si pensa di aver sbagliato tutto

speciale,

e

mancanze e farci fare bella figura agli occhi della

si prova l’impulso di fuggire alla ricerca di un

l’autostima è fragile più cresce il bisogno di affascinante,

compensare

le

nostre

rapporto migliore.

gente.

E’ quello che mi ha scritto Maurizio .”Le mie

Il paradosso è che se si trovasse una persona molto

relazioni sentimentali finora non sono andate molto

vicina al proprio ideale, anche da quella si fuggirebbe

bene: infatti dopo il primo mese in cui sento di aver

perchè il confronto con lui - lei scatenerebbe dei forti

trovato la persona giusta, tutto mi crolla addosso

sensi di inadeguatezza.

all’improvviso; trovo inconsciamente quel difetto

Ti svaluto per non sentire il bisogno di te, questo è

anche minimo nel partner e inizio a creare attorno

un meccanismo di difesa che sta alla base di questo

a questo difetto un enorme numero di motivazioni o

bisogno di svalutare l’ altro dopo l’idealizzazione

scusanti affinchè lasci questa persona”

iniziale. Sminuire la propria partner concentrandosi

Paradossalmente è proprio l’idealizzazione iniziale è

solo sui è suoi difetti magari ingigantendoli a

il preludio a future e cocenti delusioni.

scapito delle sue qualità è un modo per rendere la

Nessuna persona può rispecchiare in pieno il

partner meno importante per noi, per esserne meno

nostro ideale ma mentre ridimensionare le proprie

dipendenti.

aspettative è un segno di maturità, l’ostinarsi ad

In altri termini si svaluta l’altra persona perchè si

inseguire aspettative di come il nostro partner

ha paura di innamorarsene.

Le persone che non


A n t o n i o

Russo CORRESPON d a n c e s

riescono ad innamorarsi desiderano e temono l’amore allo stesso tempo: desiderano l’eccitazione e il benessere che l’amore può dare ma non accettano la dipendenza e la vunerabilità che l’amore implica. Amare infatti fa paura perchè significa in un certo senso consegnarsi all’altro, ponendo la propria felicità tra le mani di un altra persona che potrebbe abbandonarci e ferirci. Le persone con la paura dell’impegno si rifugiano in quella che gli psicologici chiamano un ” indipendenza difensiva” non accettano nè di dipendere dal partner

100% GRANO DI KRONOS MASSIMA QUALITÀ SEMPRE AL DENTE

nè vogliono che il loro partner dipenda da loro. Si allontano fisicamente o psicologicamente quando sentono che stanno cominciando a dipendere troppo dal partner oppure quando il partner fa loro delle normali richieste di affetto o di supporto emotivo, che vengono lette come una dipendenza eccessiva e soffocante… l primo passo per superare la paura di impegnarsi è imparare a tollerare gli stati d’animo negativi che talvolta si provano in compagnia della partner senza ricorrere alla fuga, sapendo che la noia o la indifferenza che si sentono in quel momento non dipendono dalla fidanzata di turno ma da una propria problematica interiore. In altre parole bisogna imparare a non dare troppo peso sia ai propri stati d’animo negativi che ad un eventuale percezione negativa della partner, sapendo che il modo in cui la percepiamo è spesso condizionato da paure e stati d’animo non sempre obiettivi. Antonio

www.pastadifranciacorta.it www.valdigrano.com

13


L

Roberto Pinelli

e nuove frontiere della chirurgia

ettore oftalmico, dunque adottate da diversi chirurghi

in ambito oftalmico passano da

nel mondo.

innovazione,

Personalizzazione

ricerca

e

tecniche

delle

terapie

e

approccio

non invasive. È quanto accade

individuale le parole d’ordine. “Le tecniche operatorie

a Lugano, allo Switzerland eye

sono diverse, chiarisce Pinelli, ma sempre bilaterali e

research institute (Seri Lugano),

indolori, selezionate a seconda delle caratteristiche

autorevole centro di ricerca in scienza della visione e

oculari dei pazienti e dei difetti visivi sui quali si

innovazione chirurgica in oftalmologia.

deve intervenire. Il paziente è supportato da un

Con questo istituto in Canton Ticino l’evoluzione

team esperto, di cui fanno parte medici oculisti,

tecnologica si mette al servizio delle migliori soluzioni

oftalmochirurghi, professionisti nel campo dell’ottica,

per tutti i difetti visivi, compresa la presbiopia, e per

dell’ortottica, della psicologia della Visione, delle

la diagnosi e il trattamento personalizzato di affezioni

scienze infermieristiche”.

retiniche come la maculopatia indotta dal diabete, la retinite pigmentosa, il glaucoma e particolare

Tra le tecniche, spiccano la Pinelli Presby Profile per

attenzione è riservata all’oftalmologia pediatrica.

la presbiopia, il nuovissimo sistema PiXL (marchio

Efficaci

14

le

tecniche

chirurgiche

sviluppate,

a

registrato) per ridurre miopia e astigmatismo tipici

conferma di un’autorevolezza che trova ragion

del cheratocono e, al momento, unica opzione non

d’essere nella direzione scientifica di Roberto Pinelli.

chirurgica per miopie lievi, il Cross-linking corneale

Il suo è un nome eccellente in oftalmologia a livello

osmotico transepiteliale per il cheratocono, la Lasik

europeo, proprio per le tecniche innovative elaborate

X-tra per la correzione dei difetti visivi. Fondamentali

nella correzione di difetti visivi e la messa a punto di

le

un collirio per la cura del cheratocono, brevettate a

procedure chirurgiche si basano sull’utilizzo di

livello internazionale e acquisite da multinazionali del

sofisticate apparecchiature, come il laser a eccimeri,

strumentazioni

di

ultima

generazione:

“Le


il laser a femtosecondi, le radiofrequenze di

accompagnatori durante la permanenza in Istituto e

conduzione, le microonde, i raggi UV-A – conferma il

nel corso di tutto l’iter di cura;

direttore scientifico -.

Ma la tecnologia non sortisce alcun effetto se non

volta

guidata da mani esperte. Il mestiere del chirurgo

dell’avanzamento della chirurgia refrattiva e della

è molto simile a quello dell’artigiano”. Si tratta di

scienza della visione;

operazioni che non richiedono anestesia generale

né locale, bensì solo topica, vale a dire tramite

sia dal punto di vista tecnico (efficacia dei risultati),

l’instillazione di gocce anestetiche. Così il paziente

sia dal punto di vista psicologico (valutazione di

può lasciare l’istituto a intervento finito, senza

motivazione e aspettative e presa in carico del

bendaggi o impedimenti, per tornare alle attività

paziente nella sua complessità di individuo);

abituali già il giorno successivo.

Insomma, buone prassi ed efficienza sono all’ordine

oftalmico, condivisa con la comunità scientifica

del giorno per una realtà di primo piano nell’ambito del

internazionale.

la condivisione di una cultura istituzionale alla

ricerca

dell’eccellenza,

a

favore

l’attenzione alla soddisfazione dei pazienti,

il continuo sviluppo della ricerca in ambito

sistema sanitario svizzero, uno dei migliori al mondo. È regolato dalla legge sull’Associazione sanitaria federale, che prevede l’assicurazione obbligatoria

LA CHIRURGIA REFRATTIVA

per i residenti in territorio svizzero, i quali - per le

Gli interventi chirurgici per la correzione di difetti

prestazioni sanitarie rimborsate dalle casse malati -

visivi si distinguono in due categorie: quelli eseguiti

trovano in Seri Lugano una struttura convenzionata

sulla

per l’oftalmologia pediatrica e del paziente adulto,

che utilizzano illaser ad eccimeri, trattamenti a

tramite il cosiddetto sistema Tarmed.

luce ultravioletta, microonde e radiofrequenze di

L’impegno di Switzerland Eye Research Institute

conduzione e quelli che prevedono l’inserimento o la

consiste nel fornire trattamenti oftalmici, in ambito

sostituzione di una lente intraoculare.

superficie

corneale

attraverso

procedure

clinico come in quello chirurgico, che rispecchino gli

approcci

scientifici

più

all’avanguardia

e

UN’ASSISTENZA GLOBALE PER OGNI PROBLEMA

garantiscano standard qualitativi di eccellenza,

VISIVO

concetto imprescindibile dall’instaurarsi di una

L’istituto oftalmico, inteso come branca specifica

relazione significativa ed individualizzata con ogni

dell’oftalmologia volta alla diagnosi e alla cura

singolo paziente, all’interno della quale condividere

di patologie oculari, affianca in SERI la chirurgia

il suo specifico progetto terapeutico.

oftalmica, che ha invece l’obiettivo di risolvere tutti i difetti visivi del paziente, con lo stesso livello di

l’offerta terapeutica, sia essa medica o

approfondimento e specializzazione. Il paziente

chirurgica, sempre in linea con gli sviluppi scientifici

può rivolgersi quindi allo Switzerland Eye Research

più innovativi, sicuri ed efficaci;

Institute anche per problemi visivi non indotti da

tecnologia

difetti di acuità visiva (quali, ad esempio, miopia,

strumentale diagnostica e chirurgica particolarmente

ipermetropia, astigmatismo o presbiopia), ma in

all’avanguardia;

conseguenza di patologie che si risolvono comunque

l’utilizzo

la

di

sofisticata

formazione

specifica

delle

diverse

in una ridotta capacità visiva:

professionalità che operano all’interno dell’Istituto;

è questo il caso del glaucoma, della degenerazione

l’informazione corretta, comprensibile e

maculare senile, dellaretinopatia diabetica. Alla

puntuale al paziente sulla sua condizione clinica

cosiddetta branca della retina medica, si affianca

in ogni fase del processo di cura, dedicando alla

anche quella dell’oftalmologia pediatrica per lo

consultazione tutto il tempo necessario;

screening precoce di difetti visivi ed eventuali

l’obiettivo

psicologico

di

di

assicurare

ciascun

paziente

il e

benessere dei

suoi

patologie oculari nel bambino e il monitoraggio dello sviluppo del suo sistema visivo.

Switzerland Eye Research Institute Palazzo Mantegazza Riva Paradiso 2 CH-6900 Lugano-Paradiso tel. +41919931301

15


INAUGURAZIONE Giovedì 9 Luglio ore 20:00


Ristorante Il Fungo del Garda

Ristorante Il Fungo del Garda Via Catullo n.33 25080 Fraz. Pieve Vecchia Manerba del Garda (BS)

www.ilfungodelgarda.it info@ilfungodelgarda.it


Apientiaerit estisinusam hic tet odigentio DIMAGRIRE E TONIFICARE IN tet porendicim quianditas veriatem quas qui AUMENTO DI voluptasime GRAVITÀ

alitatio. cum hicaborro at as dolorum num ti aiuta Itae a perdere peso più vent rapidamente, con meno sforzo, migliorando l’aspetto della pelle. natemque quam que pratum asperovitio inctotatur

rem. Nem. Apit veligni millacepro eosandunt.

Aliquam iliant DI verspeles volorer PERDITA PESO PIÙessunti voluptati SEMPLICE E RAPIDA omnimilique rem. Itation perferio blanis voluptat quis eos illoren ecatae magnatem ulpa qui sere aliquatur am

GRAVITYSLIM cor seque eium quidusa cus eum fugit magnihictiam

è il metodo di allenamento che sta rivoluzionando il nim nos qui omniam aceaturle re nullut aautetum mondo dell’attività fisicaaut aiutando persone perdere peso più rapidamente, con meno sforzo, migliorando que vel inciet alique possiminus moluptat. l’aspetto della pelle. Excepudanis quo eaque dolupid molor simoluptatem L’effetto combinato di gravità e infrarossi aumenta il hit eatent. del 17%, aiuta a bruciare più velocemente i metabolismo grassi migliora la tonicità della pelleIta e agevola Pel isilocalizzati, vid unt odit, suntem faccum fuga. vit est notevolmente la perdita repentina di peso.

que volut am eumquae volut minit voloreiusa velitiam

Come funziona Bus. Rit harum volores ut laciaes alisseque landaest,

Il tradizionale esercizio fisico faceva confluire il 70% del sangue verso la parte superiore del corpo e solo il 30% Int. Orepudis aut autatis entur? a quella inferiore, creando un fisico disarmonico, come fosse diviso in due aree separate. Ovit dolut autem ium dolo et et, vendi aut faccum, nam, Aumentando l’attrazione gravitazionale, GRAVITYSLIM cust venditi voluptur? sit autinferiore aut inctatissus fa confluire più sangueSequia nella parte del corpo (cosce, fianchi e glutei): in questo modo vi permette dem harcim re nos nos ad quatendit expliquid di lavorare con più efficacia su quelle zone difficili da et officii stinimp orestio nsequati qui coreptaque raggiungere anche con un’intensa attività fisica.

con et moluptaquat.

nisqui atia cusam rerita quia nobis porro eturiam aris doluptatem apedi accullab illit praturi onsequi

DOPO SOLO 12 SEDUTE

sum hicia quas alitat eosandi psusanda nameturio 01 Riduzione della cellulite evolore perditadoloribusa di grassi localizzata modit il ipsuntImincipsame dus re

02 Migliore circolazione sanguigna e del sistema linfatico 03 Miglioramento della circolazione acepeditius non paritamus quibus, incte et et, 04 Minore comparsa di veneprem varicose 05 Pelle più soffice e tonica susdae num sita dolorro beat quis il ipis dion cullore 06 Eliminazione delle tossine accumulate

pre pos maxim am, con repta nonsequam nit pedit

nimus venda quodiae sitius alibus vellaborae venitiunt.

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

18


Medicaitalia Medicina estetica e specialistica

Medicaitalia Medicina estetica e specialistica


Dr. Giovanni Simonini

Incontro con il Dr. Giovanni Simonini, Responsabile Ortopedia VI presso l’Istituto Clinico Città di Brescia DR. SIMONINI CI PARLI DI LEI… Nato a Reggio Emilia nel 1968 ho svolto tutta la carriera scolastica prima ed universitaria poi a Brescia laureandomi nel 1994 in medicina e chirurgia e conferendo la specializzazione in ortopedia e traumatologia nel 2000 presso l’università degli studi di Brescia. Ritengo una grande fortuna aver potuto frequentare la Scuola di specializzazione presso la clinica Ortopedica diretta dal Prof G. Brunelli che ritengo senza dubbio la figura professionale che più mi ha formato durante la carriera universitaria. Da anni mi occupo di un settore specifico dell’ Ortopedia e precisamente della patologia di anca e ginocchio. LEI È UNO DEI SOSTENITORI E FAUTORI DI UNA INTERESSANTE TECNICA CHIRURGICA “MINI INVASIVA” PER LA PROTESICA DI ANCA, CI PUÒ SPIEGARE DI CHE SI TRATTA? E’ ormai da qualche anno che se ne parla nel mondo scientifico, si tratta di una tecnica chirurgica per certi aspetti innovativa e per altri antica nel senso

20

che di fatto nasce a fine ‘800, si diffonde a metà del ‘900 grazie al lavoro di alcuni chirurghi statunitensi che la adoperarono per altri scopi ed oggi, rivista e adattata, viene applicata appunto alla chirurgia protesica dell’anca. Questa tecnica consente, mediante un accesso chirurgico anteriore alla articolazione dell’anca, di impiantare una protesi articolare senza sacrificare alcun muscolo, (da qui il termine mini-invasiva). QUALI SONO I VANTAGGI RISPETTO ALLE ALTRE TECNICHE? E’ doveroso sottolineare che la tecnica mini invasiva mediante approccio anteriore nella protesica d’anca non sostituisce le altre tecniche ma le affianca. Non tutti i pazienti infatti sono dei buoni candidati per questa tecnica ed è compito del medico selezionarli in base a precisi criteri. I principali vantaggi per il paziente si riassumono in un più rapido recupero funzionale dopo l’intervento, un periodo di ospedalizzazione più breve , spesso si riesce a dimettere il paziente a soli sette giorni


dall’intervento, e, per i pazienti più giovani, un periodo di assenza dal lavoro più contenuto. Non trascurabile, inoltre, per le Signore l’aspetto estetico in quanto la cicatrice situata anteriormente , in regione inguinale risulta facilmente nascosta dagli indumenti intimi. PRESSO QUALI STRUTTURE OPERA UTILIZZANDO QUESTA TECNICA INNOVATIVA? Essendo una tecnica innovativa appunto non ancora conosciuta e diffusa estesamente ho preferito concentrare la mia attività chirurgica presso l’Istituto Clinico Città di Brescia dove ho costituito un pool di collaboratori “esperto” in tale tecnica e dove posso contare su una assistenza infermieristica dedicata. Presso l’Istituto Clinico Città di Brescia è attivo un servizio ambulatoriale dedicato alla patologia di anca e ginocchio dove posso selezionare i pazienti idonei ad essere trattati con questa nuova tecnica chirurgica.

rapida ripresa dell'attività sportiva grazie a questa tecnica chirurgica innovativa

Simonini Dr. Giovanni Cell. +39 329 9486273 www.giovannisimonini.it

21


CONCORSO DI INTERIOR DESIGN “LA STANZA DA BAGNO DEL VITICOLTORE BIODINAMICO”

VINCE LO STUDIO “CLAB” CON IL PROGETTO “UN ALEPH DI PIETRA” Il primo posto del concorso di interior design lanciato da EERA soluzioni in pietra per l’architettura va al progetto realizzato da uno studio di giovani architetti di Peschiera del Garda (VR). Per l’alta estetica e la correttezza nell’impiego dei materiali scelti, dove ciascuno assolve a una ben precisa funzione. Per la presenza di elementi che riportano alla vita rurale, reinterpretati in chiave contemporanea. Menzione speciale per “Il respiro del marmo” di Mimosa Calchi e Andrea Zanzini. A fine settembre/inizio ottobre la presentazione al pubblico del progetto vincitore, che sarà installato presso lo showroom EERA. Sono Andrea Castellani, Nicola Bedin, Matteo Fiorini, Paolo Rigodanzo dello studio di architettura CLAB di Peschiera del Garda (Verona), con il progetto Un Aleph di pietra, i vincitori del concorso La stanza da bagno del viticoltore biodinamico, bandito da EERA soluzioni in pietra per l’architettura – unico atelier italiano dedicato alla pietra per il mondo wellness, Spa e bagno – con il patrocinio della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. Sono 38 le candidature pervenute, da tutta Italia, per la prima edizione di questo concorso, il cui obiettivo è realizzare un progetto che si ispiri alla sostenibilità, al rispetto per la natura, alla qualità del materiale e della sua lavorazione, per comunicare la bellezza e il potenziale del marmo nell’architettura degli interni, in modo particolare nell’ambiente bagno. Decisione unanime da parte della giuria riunitasi giovedì 11 giugno presso lo showroom di EERA a Sega di Cavaion (VR), e composta da: Kuno Prey (presidente della giuria), professore di product design presso la Facoltà di Design e Arti della Libera

22

Università di Bolzano e ideatore del concorso; Oscar G. Colli, co-fondatore e editorialista de Il Bagno Oggi e Domani, membro dell’Osservatorio Permanente del Design, presso ADI; Alessandro Lolli, direttore di Design Context; Alessandro Marata, presidente del Dipartimento Ambiente e Sostenibilità del Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori; Alberto Salvadori, art director EERA soluzioni in pietra per l’architettura. «Ci siamo trovati tutti d’accordo nell’assegnare il primo posto a questo interessante progetto, che ha colto appieno il messaggio e l’obiettivo del concorso – dichiara Kuno Prey –. Il lavoro di questi giovani architetti, accanto ad un’alta estetica, presenta un impiego corretto dei materiali scelti, con elementi che ci collegano alla vita rurale, reinterpretati in chiave contemporanea. L’utilizzo della pietra è equilibrato, un materiale duro che viene impiegato in abbinamento all’argilla-terra cruda e al legno, materiali morbidi. Infine, ogni elemento scelto assolve a una ben precisa funzione: marmo a stretto


Progetto organizzato con il patrocinio e la collaborazione di

Con il patrocinio

Media partner

contatto con l’acqua, terra cruda come regolatore dell’ambiente». La giuria ha deciso di assegnare anche una menzione speciale al progetto Il respiro del marmo, dei riminesi Mimosa Calchi e Andrea Zanzini, con la seguente motivazione: «colpisce la collocazione surreale del bagno, situato in un vigneto e visto come spazio minimo e puro per la pulizia del corpo. Interessanti inoltre il coinvolgimento della luce naturale come unico elemento di illuminazione e il fatto che la pianta del progetto è costruita sulla base di una griglia energetica (diagramma mandala)». La realizzazione del progetto vincitore sarà avviata a luglio, da parte di EERA, in stretta collaborazione con gli ideatori. A settembre l’installazione presso lo showroom e, in concomitanza con la fiera internazionale leader del settore marmo Marmomacc (30 settembre – 3 ottobre 2015), la proclamazione e premiazione ufficiale. In quell’occasione saranno esposte anche le tavole di tutti i progetti pervenuti. Il concorso La stanza da bagno del viticoltore

biodinamico nasce dalla volontà di EERA soluzioni in pietra per l’architettura, azienda nata dalla passione e dall’esperienza Cev Marmi&Graniti per la lavorazione della pietra, di coinvolgere gli “addetti ai lavori” in un progetto che sia in linea con i propri valori. Lo showroom EERA è un luogo di incontro per architetti e designer. Un vero e proprio laboratorio di conoscenze e progetti, dove la materia prima trova la sua massima espressione in creazioni uniche: qui sono presenti sei “ambienti bagno” e una zona wellness realizzati in pietra naturale, qui si possono scoprire le ultime novità del settore, con la possibilità di incontrare partner ideali per realizzare progetti insieme. Un luogo dove la pietra da materia prima diventa “elemento primordiale”, versatile e dinamico, da cui scaturiscono vere e proprie opere d’arte. Un materiale durevole e sostenibile, che permette di realizzare creazioni di eccellente qualità estetica e funzionale.

23


FRANCHISING un'opportunità per rispondere alla crisi "Se ti ritrovi a 50 anni a doverti inventare un futuro la risorsa più importante si chiama ottimismo". Ne è convinto Andrea Roveglia: alle spalle 50 anni di vita e una lunga esperienza nel commercio e nei servizi, da manager e da imprenditore, davanti a sé ancora molti anni di lavoro. Un lavoro da inventare. "Però il pensiero positivo, l'energia e l'entusiasmo non bastano. Se vuoi indirizzare bene i tuoi sforzi e i tuoi risparmi hai bisogno di competenze ed esperienza che magari non stanno nel tuo bagaglio professionale". E' da questa intuizione che nasce Sviluppo Franchising: la crisi economica ha messo in crisi aziende e carriere, ma ha anche liberato le energie di professionisti che adesso sono pronti a investire in proprio. Eppure gli errori sono dietro l'angolo, il rischio di bruciare i risparmi accumulati in anni di lavoro è grande, se si prendono decisioni sbagliate. Per questo, per assistere chi vuole fare il salto da lavoratore a imprenditore e aiutarlo a valutare con cura le opportunità e i rischi, Andrea Roveglia e Davide D'Andrea Ricchi hanno messo insieme il proprio bagaglio d'esperienza e hanno aperto anche a Brescia una filiale di Sviluppo Franchising, studio di consulenza specializzato nella creazione e nello sviluppo di reti commerciali in franchising. D'Andrea Ricchi, docente in materia del “Gruppo Sole 24Ore”, è uno dei più autorevoli esperti di franchising in Italia

24

con un track record di 350 aperture di punti vendita, mentre Andrea Roveglia ha contribuito al successo del marchio Mail Boxes Etc. nel Nord Italia, premiato per tre anni di seguito come migliore affiliato nel mondo per i risultati raggiunti. In Italia, come da tempo succede all’estero e in particolar modo negli Stati Uniti, si sta sempre più affermando la consapevolezza che il franchising può essere un modo per fronteggiare la crisi in modo diverso, soprattutto per chi coltiva un sogno concreto di imprenditoria dopo una vita professionale all’interno di gerarchie imposte dalle grandi aziende. Eppure anche un sistema ormai collaudato come quello del franchising non va scambiato con l'illusione di “business facile e veloce”, perché approssimazione e scarsa lungimiranza sono tra le prime cause di grandi insuccessi per chiunque si approcci al settore con scarse risorse economiche e modeste capacità imprenditoriali. Avventurarsi senza una guida competente o pensare che la propria esperienza sia sufficiente può essere un errore cruciale, capace di vanificare una buona idea e di bruciare risorse economiche nel giro di pochi mesi. Come evitare passi falsi? "Scegliere un settore in crescita" è il primo consiglio di Andrea Roveglia, "ma non vanno trascurate le proprie passioni: lavorare in un campo che coincide con i propri interessi fornisce


Aliprandi Via Mandolossa, 25 Gussago (BS) Tel. 0302520077 Fax. 0302521036

www.aliprandi.com

una motivazione aggiuntiva". La lista dei consigli segue con l'attenzione alla redditività del formati, la valutazione oggettiva del contributo dell'imprenditore in termini di competenza e di capacità di posizionarsi in modo competitivo sul territorio. Insomma, nel difficile contesto economico degli ultimi anni il franchising tiene il passo, evolve, cresce, esprime dati positivi in controtendenza rispetto alla situazione generale. Lo testimonia anche l’aumento considerevole del numero delle affiliazioni per i marchi clienti di Sviluppo Franchising. Con il numero dei contratti di affiliazione quasi raddoppiato rispetto al 2013 e un aumento del 35% dei servizi di consulenza alle case madri, “il progetto di sviluppo proposto da Sviluppo Franchising rappresenta una proposta tangibile e soprattutto onesta alla spinta di creare un modello di business replicabile e, ciò che più è importante, monitorabile nelle sue evoluzioni” afferma ancora Andrea Roveglia, che per lo studio è responsabile dell'area Nord-Est. “Proprio perché coltivare un sogno imprenditoriale e vederlo crescere piano piano senza perdere il controllo del tuo investimento, consapevole di tempi e modi che ti porteranno ai risultati sperati, credo sia il desiderio di chiunque provi a sfidare crisi e futuro in modo positivo e costruttivo”. Sviluppo Franchising è a: Brescia in Via della Volta 85.


26


27


SOLE, MARE, SPIAGGE, PAESAGGI INCANTEVOLI E RELAX RACCHIUSO IN UNA FANTASTICA VACANZA


I

n poco più di un'ora di viaggio vi troverete nell'incatevole isola di Favignana, capoluogo delle isole Egadi, dove nel 1963 nasce l'Albego ISOLA MIA costruito in tufo bianco di Favignana, immerso nel verde, tra alberi di pino, bouganville, rose, gerani e palme da datteri, una bella struttura, recentemente ristrutturata. Ci troviamo a 250 metri dal paese e a 300 metri dal mare, facilmente raggiungibile è la splendida e famosa spiaggia detta ‘‘ Lido Burrone ’’, ma con altrettanta facilità sarà possibile raggiungere tutte le altre meravigliose baiette che caratterizzano la nostra isola. L'albergo Isola Mia Favignana dispone di 9 camere

posizionate al piano terra, con servizi, arredate in stile mediterraneo, tutte dotate di aria condizionata, tv e frigo. La mattina viene offerto agli ospiti una piccola colazione, inoltre l'albergo dispone di giardinii alberati e un grande terrazzo per solarium e relax. Tra i servizi offriamo parcheggio privato gratuito, dove custodire il proprio mezzo di locomozione, teli da mare, servizio di lavanderia e connessione wi-fi. La nostra organizzazione è inoltre in grado di offrire il servizio di noleggio di biciclette, scooter, auto, gommoni, escursioni in barca, prenotazioni nei ristoranti del centro per le vostre cene con assaggi di prodotti siciliani, e per qualsiasi altra vostra richiesta siamo a disposizione per rendervi il soggiorno il più piacevole possibile.

VI ASPETTIAMO JOSE E TIZIANA L'ALBERGO ISOLA MIA È SITUATO NELL'ISOLA DI FAVIGNANA, NELL'ARCIPELAGO DELLE ISOLE EGADI, IN PROVINCIA DI TRAPANI. L'INDIRIZZO È STRADA PUNTA MARSALA, 18, 91023 FAVIGNANA (TRAPANI) PER INFO: JOSE - 3334189111 TIZIANA - 3333100154


Al nastro di partenza la Camera di Commercio Rumeno Maltese Anteprima bresciana per la Camera di Commercio Rumena che ha appena giurato anche davanti al Governo maltese. Con queste credenziali l’innovativa camera di commercio bilaterale creata da imprenditori e professionisti di ambo i paesi ha scelto l’Italia per presentarsi al vasto panorama di imprenditori che hanno interessi e aziende in almeno uno dei due paesi. E l’Italia - paese di residenza della nobildonna rumena Mihaela Gina residente a Bergamo e imprenditrice con partecipazioni azionarie in più settori, presidente della Camera di Commercio Rumeno Maltese, - risponde alla grande con richieste di informazioni e contatti che al momento fioccano tra Milano e Venezia. A Brescia nella prestigiosa sede del Centro Pastorale Paolo VI, in una sala affollata quanto attenta, imprenditori e professionisti, desiderosi di saperne di più, si sono confrontati, su invito della Fondazione Opus 3.0, con il vice presidente italiano della Camera di Commercio Rumeno Maltese, il dottore commercialista e fiscalista internazionale Giuseppe Nucera, con studio a Piazza Duomo 16 Milano. Il tono serio e pacato di chi sa responsabilmente presentare opportunità e scelte strategiche ben lungi dal proporre chimere e

info@cciromaniamalta.com

30

paradisi fiscali è piaciuto ai bresciani altrettanto seri quanto laboriosi, che hanno apprezzato in Nucera il piglio preciso e la voglia di analizzare caso per caso, rimandando a colloqui individuali le diverse esigenze e aspettative. In effetti volutamente la Presidente Mihaela Gina si è limitata al ringraziamento finale, quanto lo stesso direttore della fondazione 3.0 Pietro Dibilio al saluto introduttivo. La relazione di Giuseppe Nucera ha sviluppato il tema del confronto bilaterale Romania e Malta in termini di opportunità concrete per le imprese italiane in trenta minuti e dopo una serie di domande del pubblico si è passati a un ricco aperitivo nella suggestiva corte interna del Centro Pastorale Paolo VI dove ciascun imprenditore e professionista, per ben due ore, si è potuto confrontare con le specifiche esigenze della propria esperienza. Un modo innovativo e concreto di confrontarsi lontano dai tradizionali convegni ampollosi e molto basato sull’interesse a fare un road show continuo in diverse città italiane, mettendo a disposizione le competenze e i contatti istituzionali della Camera, le competenze e le analisi dei professionisti, con gli interessi e i conti degli imprenditori. Uno stile nuovo di fare consulenza di qualità.


31


SNEAKERS! Questo periodo sta confermando lo sneaker come must have indiscusso che apporta una marcia in più a chi lo indossa. Dalle più semplici alle più estrose impazzano non solo in palestra ma anche in città per il tempo libero, in modelli multicolor,con stampe e trame super cool,fantasie e colori adatti da indossare con jeans o mini abiti. Se fino a qualche anno fa le calzature sportive erano ammesse solo in palestra, indossare le sneakers al di fuori di questo ambiente era un errore di stile imperdonabile i tempi sono cambiati fortunatamente e la moda è in continua mutazione e oggi indossare scarpe da running iper colorate e sneakers d’ispirazione anni Ottanta è una tendenza amatissima, che continua ad essere sulla cresta dell’onda modaiola. regola di massima in fatto di bon

ton modaiolo anzi, la libertà e il gusto personale la fanno padrone. Gli stilisti non sono rimasti insensibili a questo trend e perfino nelle collezioni dei marchi più esclusivi sono presenti diversi modelli di sneakers, ovviamente resi unici da lavorazioni futuristiche e decori sofisticati. Nuance fluorescenti, loghi esibiti, stampe e pellami pregiati sono solo alcuni dei dettagli di stile proposti dalle maison di moda più influenti del mondo. Le declinazioni in fatto di scarpe da tennis sono infinite e non esiste una regola di massima in fatto di bon ton modaiolo anzi, la libertà e il gusto personale la fanno da padrone.Osare è sempre gradito quando si parla di stile sporty glam, quindi si opta per modelli dai colori decisi e dalle fogge estrose, in questo momento passare inosservati è il crimine peggiore in fatto di moda!

A cura di Andy AK

33


Via Fratelli Lechi 13, 25121 Brescia Tel/Fax 0305030934 - www.studiocappiello.it Il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia

Buoni postali AF e Decreto sui Buoni Postali del 1986: attenzione ad adire le vie legali

P

A cura di Roberto Cappiello

rendo spunto da una lettera di un lettore per dare alcune informazioni in merito ad alcuni BFP e alla “Campagna di informazione” che invece sta creando molte inutili preoccupazioni assieme a tante illusioni tra il pubblico. Riassumiamo i fatti. Il 13 giugno 1986, il Ministro del Tesoro emanò un Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 148 del giugno 1986 che istituiva la nuova serie di buoni con la lettera “Q”. Nella stessa occasione, sanciva la trasformazione di tutti i buoni delle serie precedenti nella nuova serie Q con decorrenza 1 luglio 1986. Il Decreto era pienamente legittimo poiché le norme di allora consentivano al Ministero di intervenire sulle serie dei buoni postali già emesse. In seguito le leggi sono cambiate ed oggi non è possibile modificare le condizioni dei buoni postali emessi in passato. Sin dal 1986 si elevarono numerosissime proteste, poiché la nuova serie Q prevedeva il pagamento di interessi inferiori rispetto alle precedenti, ma tutti i tentativi nel tempo effettuati si sono risolti in un nulla di fatto. Perfino la Corte Costituzionale fu interessata e, con sentenza 333 del 2003, ha sancito la legittimità costituzionale di quel provvedimento. Cosa sta accadendo oggi? La “campagna di informazione” cui ci riferivamo sta mischiando provvedimenti che non hanno niente in comune tra loro, spesso citando a sproposito la Cassazione ed anche l’Arbitro Bancario Finanziario. La sentenza di Cassazione, Sezioni Unite, n. 13979 del 15 giugno 2007 non riguarda affatto quel decreto del

34

1986 ma disciplina una casistica completamente diversa. Negli uffici postali si utilizzano i certificati dei buoni anche quando la serie è cambiata. Il comportamento è regolare ma occorre aggiornare le condizioni apponendo sul buono un timbro con i dati in corso. E’ invece a volte accaduto che al momento dell’emissione non sia stato apposto il timbro. La sentenza di Cassazione si riferisce a questi casi e ha dato ragione al cliente perché la mancanza del timbro con le condizioni aggiornate fa sì che valga ciò che è riportato sul buono anche se quella serie non era più in vigore in quel momento. Questa casistica riguarda spesso la serie AF, ma non poche volte anche altre. Il ragionamento indicato dalla Cassazione non può però applicarsi, contrariamente a quanto viene propagandato, al Decreto del 1986 perché si tratta di casistiche completamente diverse. L’Arbitro Bancario Finanziario, e qui veniamo ad un altro aspetto della disinformazione in corso, accoglie le lamentele dei clienti se si tratta dei casi disciplinati dalla sentenza di Cassazione (serie AF ed altre, per intenderci) ma respinge invece tutti i ricorsi riguardanti i buoni colpiti dal Decreto del 1986. Ci auguriamo di aver chiarito i dubbi dei tanti che ci stanno inviando richieste di chiarimenti in merito ai vecchi buoni postali e di evitare che si facciano abbindolare da false promesse di risarcimento. In merito poi ai calcoli relativi ai BFP oltre che sul sito delle Poste, è possibile avere le valorizzazioni anche sul portale della Cassa Depositi e Prestiti nella sezione risparmiatori.


www.lucaroda.it


RUBRI c h e

L’

A

n

t

i

c

SETH

D

io del Caos e della confusione, delle tenebre e della guerra, si oppone alla pace ed all’armonia e come tale è un grande dio, perchè senza opposizione non c’è creazione, diventando pertanto un indispensabile complemento all’ordine divino, rappresentando una forza necessaria per mantenere l’equilibrio e la dualità fra ordine e disordine. E’ rappresentato in forma antropomorfa con il capo di un animale non ben identificato e forse mitologico, con la testa canina, il naso allungato, le orecchie quadrate e mozze ed una coda biforcuta, ma viene anche raffigurato con le forme degli animali del deserto quali l’ippopotamo, il cammello o il maiale selvatico. Seth è anche presente sulla barca solare, accompagnando Ra nelle dodici ore della notte, proteggendolo dalle insidie del serpente Apophis, anche se spesso queste due divinità sono in realtà affiancate e molto simili, rappresentando entrambe le forze del male. Il suo culto è molto antico e probabilmente si adorava già nel periodo pre-dinastico. La riunificazione delle Due Terre e l’imposizione di Horus come divinità principale, ne diminuirono un

36

o

E

g

i

t

t

o

a cura di Edward Richard Battisti

po’ l’importanza che però fu sempre significativa, ed i faraoni amavano definirsi devoti a Seth, proprio per la sua indole guerriera e coraggiosa. Seth è figlio di Geb la terra, principio maschile e della volta celeste Nut principio femminile e fratello di Osiride, Isi e Nefti, che diventa sua sposa. I Greci lo identificavano con il dio Tifone. Secondo una leggenda, Seth, uccise con l’inganno Osiride durante un banchetto e ingaggiò successivamente una lunga e cruenta lotta con Horus che cercava di vendicare la morte del padre. In questa sfida, Seth strappa l’occhio che rappresenta la luce e simbolo della facoltà spirituale a Horus, mentre invece Horus si vendica castrando Seth, privandolo così della fertilità sessuale. Seth, fu venerato durante il Secondo Periodo Intermedio anche dagli Hyksos che vedevano in questa divinità chiamata Sutekh, che incarnava le forze del male, una similitudine con il loro dio Baal. Due faraoni della XIX Dinastia assunsero il suo nome, ed in particolare Seti I, padre di Ramesse II, fu uno dei più importanti faraoni di tutta la storia egizia. Nel Terzo Periodo Intermedio, ed in particolare dalla XXII alla XXV Dinastia il culto di Seth, subì una forte repressione, con le statue prese a martellate o distrutte e le sue effige scalpellate, diventando sostanzialmente solo un dio del Male e pertanto inviso e temuto.


S y s t e m I n t e g r a t o r IntegratoriDiTecnologia

SOLUZIONI AUDIO SISTeMI DI ILLUMINAZIONe SOLUZIONI VIDeO SISTeMI DI SIcUreZZA NOLeGGIO DI VIDeO e GrANDI ScherMI A LeD

Area Sistemi S. r. l. Via Artigianale 53 25010 Montirone (BS) info@areasistemi.pro www.areasistemi.pro

63


CUSTOMER SATISFACTION

L

FAI IL LAVORO BENE LA PRIMA VOLTA, FORSE NON AVRAI UNA SECONDA OCCASIONE… a soddisfazione del cliente (nella letteratura inglese customer satisfaction) è , in economia, l’insieme di tecniche e strategie volte alla massimizzazione della soddisfazione della clientela. In un mercato altamente competitivo come quello attuale e in tempi di crisi profonda come quelli che stiamo vivendo, la customer satisfaction può fare la differenza: ecco perché misurarla, mantenerla monitorata e cercare di accrescerla è diventato un elemento chiave della strategia delle aziende più avvedute. E’ l’attuale recessione che sta inevitabilmente producendo dei cambiamenti nella morfologia del consumatore e dei suoi comportamenti ripercuotendosi inevitabilmente sul mondo delle imprese. Il consumatore, oggi, è sempre più differenziato e molto più attento e cosciente di sé: è individuo. Ama la chiarezza e trasparenza e sa, complice la minor capacità di spesa, di che cosa ha veramente bisogno. Dato che nell’economia moderna il potere è nelle mani dei consumatori, ora più consapevoli ed informati, sarà più semplice per loro premiare le società che soddisfano a pieno le sue esigenze, e punire quelle meno virtuose. Come? Rivolgendosi ad altri operatori, oppure affidando segnalazioni e reclami a forum o blog sul web, i quali possono convincere altre migliaia di possibili acquirenti a voltare le spalle ad aziende. Un cliente non soddisfatto dall’uso di un prodotto, o dall’immagine che un determinato marchio dà, difficilmente deciderà di riacquistare lo stesso prodotto, o continuare ad esser cliente dello stesso marchio. E sono infatti innumerevoli i fautori della teoria per cui i profitti di un azienda dipendono

38

soprattutto dai flussi continui di entrate derivanti da acquisti ripetuti. Queste ed altre ricerche hanno dimostrato il forte legame tra soddisfazione e fedeltà: i clienti soddisfatti tendono ad essere fedeli nel tempo. Inoltre i clienti fedeli fanno si che diminuiscano i costi di un impresa, in quanto influiscono positivamente sul cash flow facendo diminuire la sua variabilità (i clienti fedeli generano flussi di cassa continui, in quanto acquistano sempre dallo stesso soggetto e sono indifferenti ad offerte e promozioni della concorrenza). Il cliente è il punto di partenza delle scelte, e non un anonimo strumento per aumentare gli “scontrini”. Per le imprese il cliente dovrebbe essere il protagonista indiscusso dei processi decisionali e operativi interni all’azienda: egli rappresenta il miglior interlocutore grazie al feed-back di informazioni preziose che può fornire all’impresa. Dalla conoscenza del cliente discende la necessità di proporgli i prodotti/servizi più consoni alle sue esigenze in termini di qualità, immagine, prezzo e soddisfazione. Il consumatore non sembra più alla ricerca del prezzo più basso, quanto di un rapporto qualità-prezzo il più alto possibile! Non è quindi solo la variabile prezzo al centro dell’attenzione: durata, qualità, affidabilità, i valori del brand sono forse oggi ancor più sul campo che nel recente passato. È opportuno ricordare però che, a rigor di logica, la riduzione dei prezzi è inversamente proporzionale al grado di soddisfazione della clientela: se la mia azienda ha clienti più soddisfatti del suo concorrente può ridurre meno i prezzi pur rimanendo competitiva! La strategia d’impresa non può prescindere, insomma, dalla soddisfazione dei consumatori e dalle loro esigenze personali. Dott. Emanuele Lumini


SITODIROSSA.IT

ORDINA I COFANETTI LA VIE EN BLÙ DIRETTAMENTE DA CASA TUA.

Cofanetto

Quattro Cofanetti, tutti i sapori di Ostriche, Terra, Mare e Formaggi. Per ciascun Cofanetto, tante tipologie di prodotto sempre fresche tra cui scegliere e comporre la tua selezione.

Cofanetto

Selezione Ostriche

Selezione Terra

Cofanetto

Cofanetto

Selezione Mare

Selezione Formaggi

Tutti i cofanetti La Vie en Blù sono frutto di accurata ricerca, per proporti sempre qualità del prodotto e piacere esclusivo. IL SERVIZIO A DOMICILIO È DISPONIBILE TUTTI I GIORNI ESCLUSO DOMENICA A PRANZO E LUNEDÌ A CENA.

T 030 3752271

La Vie en Blù Via Castellini 14, Brescia www.lavieenblu.it

ADV-VEB-A4bresciaUp-140502.indd 1

02/05/14 17:32


LAVORARE IN TEAM

Chi sono i CoWorkers

Vieni a provare un‘esperienza veramente interessante!.

www.openspacebrescia.it - info@openspacebrescia.it tel 366.6602951 -

Open Space CoWorking Brescia


E V E N T S

42

50

42 44 49 50 54 56 60 62 64 66 68

VIRGIN - INAUGURAZIONE iGUSSAGO AL BELLAVISTA 50 SFUMATURE DI GIGLIO MAZZOLENI AUTOTRASPORTI CRAM AUTOSPAZIO WISE BOUTIQUE COCO BEACH XS MOTORS DIMMI DI SI LA SOSTA - L’ARTE NEL CIBO

62 44 46 54

64

56

66

49

60

EVENTS

BRESCIA

68


EVENTS

BRESCIA

VIRGIN ACTIVE VILLAGE FITNESS INAUGURAZIONE

Ph Alessandro Zinkiv Ph Luca Rocca fotolive

L’evento più dinamico e divertente non poteva che essere quello della Virgin Active! La palestra ha offerto una giornata super energetica grazie ai suoi istruttori, che ancora una volta hanno coinvolto con grande simpatia e professionalità i clienti entusiasti e; per finire in bellezza dopo le lezioni tutti al party allestito nella bellissima terrazza con un grande buffet e musica del dj Ale Tinti. Complimenti alla Virgin per questo evento entusiasmante e vi Virgin Active ricordiamo che è possibile prenotare una giornata di prova Centro commerciale gratuita, sarete i benvenuti nel magico mondo del fitness! Freccia Rossa viale Italia,31 per la prenotazione della giornata prova: 800914555 25126 Brescia (Bs)

42


43


EVENTS

BRESCIA

iGUSSAGO AL BELLAVISTA Ph Il 21 maggio iGussago hanno organizzato un evento esclusivo alla cantina Bellavista per riunire il top dei gioielli Made in Italy: i gioielli Damiani. Eleganti mannequette hanno indossato i masterpiece Damiani e le signore invitate hanno provato l’emozione irripetibile di poterli indossare.

44


45


EVENTS

BRESCIA

46


47


ristorante valle bresciana

Tutti i Venerdì

estivi

dal 5 Giugno

Ap ena & eritivo da lle live m usic ore 20.0 by U 0 go e Cerr y Gi

a So oved

i 26

sm ta w arzo

2015

ith u

- ore

20.0

0

s..

CENA LIVE MUSIC

A SEGUIRE DJ

Rist ora tino nte “La de S Tel. lla Batt osta” aglia 030 29 20, B o lin rescia e 33 5603 line 3 8 27160 3827 8 1608 3 3

ns. A

lmic

i, 26

- Bre

scia

Sost

a

ia 20

, Br

escia

Via Valle Bresciana 11- Bs tel. 030 317666 - 329 8257255 info@officinadellavalle.it - officinadellavalle.it


EVENTS

BRESCIA

50 SFUMATURE DI GIGLIO Lunedi 1 giugno si e' tenuta,. in un nuovo locale del centro citta', una cena per pochi intimi per festeggiare i 50 anni di Gigliola, titolare con la sorella Germana del centro estetico e parrucchiera Effetto Donna a Flero. Presente tutto lo staff del centro estetico e della Parfumerie Gazzoli di corsetto Sant Agata per festeggiare questo importantissimo traguardo del mezzo secolo. Tra ottimo cibo e ottimo vino, la festeggiata ha aperto i tanti bei regali ricevuti, primo su tutti un anello dal compagno Roberto! Che dire, vedere oggigiorno un attivita' gestita da anni in armonia e accordo tra sorelle e nipoti come Effetto Donna fa' solo che piacere!!! Tanti auguroni Giglio e sappi che....I MIGLIORI ANNI DEVONO ANCORA ARRIVARE!!

49


EVENTS

BRESCIA

MAZZOLENI

Ph Selene Zarcone

Las Vegas Party for HAPPY BIRTHDAY Ottica Mazzoleni Sabato 6 giugno l'Ottica Mazzoleni di Flero, ha sorpreso con l'evento nell'evento in occasione della notte bianca con Welcome Las Vegas, music party per festeggiare i XX anni del negozio. Tra giochi divertimento bollicine e gran buffet gli intervenuti hanno cosi' potuto anche ammirare le nuove collezioni primavera/estate 2015 con la possibilità sull'acquisto di avere particolari sconti. Ottica Mazzoleni ha voluto regalarsi una giornata nuova in compagnia dei clienti affermati e da nuove persone le quali hanno cosi' potuto apprezzare la qualità,la professionalità e gentilezza che contradistingue il negozio da ben xx anni. AUGURI PER ALTRETTANTI E DI PIÙ... UN RINGRAZIAMENTO AI PATNER

50


51


52


EVENTS

BRESCIA

AUTOTRASPORTI CRAM INAUGURAZIONE Determinazione, decisione, fiducia, ottimismo, continuo investimento Queste sono sicuramente le qualità che hanno portato l’AUTOTRASORTI CRAM ad essere quella che è oggi, una delle più importanti aziende italiane nel settore degli autotrasporti che grazie al corposo bagaglio di esperienza, acquisito in oltre 50 anni di attività, ha raggiunto

un

risultato

professionale,

completo

ed

efficiente. Il costante aggiornamento del parco automezzi, delle infrastrutture e la gestione diretta delle linee di traffico, consentono oggi una risposta pronta e flessibile per ogni esigenza dell'ampia clientela. Sabato 30 maggio 2015 un grande evento l’ha vista protagonista. L’inaugurazione della Nuova sede aziendale, in Via IV Novembre, a Lograto, dove tutti gli ospiti sono stati resi partecipi di un evento che sicuramente resterà nella

54


storia di questa grande azienda. Tutto creato nei minimi particolari dall’aperitivo alla cena, dall’ intrattenimento per adulti a quello per piccini, dallo spettacolo di magia alla musica dance. Un evento memorabile creato non solo per festeggiare, ma specialmente per ringraziare e dimostrare a tutti, quanto questa azienda sia solida e quanto impegno ogni giorno, ogni singolo dipendente, con l’eccellente direzione della famiglia Ghidini, investa il meglio di se stesso per offrire risultati sempre ottimali, dimostrando come la passione verso il proprio lavoro, porti ogni giorno al raggiungimento di obiettivi straordinari, crescendo insieme, puntando avanti, perché il viaggio verso l’eccellenza è un viaggio che non finisce mai e tutto questo è l’AUTOTRASPORTI CRAM, non è solo un nome, non è solo un’azienda, ma sono persone, una famiglia, che insieme, con sacrificio e determinazione, puntano ad offrire sempre il meglio.

55


EVENTS

BRESCIA

AUTOSPAZIO

Ph LoZIoNE

NUOVO ESPACE L'ultimo capolavoro targato Renault è stato protagonista indiscusso dell'evento organizzato da Autospazio. Con la musica del Dj Roby Bianchi, le sfilate in "movimento" dei Magazzini F il caterinng e servizio bar dalla Polveriera Beach e la performance dell'artista Alessandro Arrighini e Lina, Autospazio ha reagalato ai suoi ospiti una serata divertente ed entusiasmante e invita tutti i lettori di BresciaUp in Via A.Diaz a San Zeno per il test-drive gratuito.

56


57


EVENTS

BRESCIA

TENNIS AL CASTELLO

Ph Simone Venezia FotoLive

Sono molto fiera della riuscita dell'ottava edizione degli Internazionali femminili di tennis che si sono svolti sui campi della Forza e Costanza vinti da Stephanie Vogt contro Andrea Gamiz. Colgo l'occasione per ringraziare gli sponsor che ci hanno permesso di raddoppiare il montepremi portarndolo a 50000 $, tutto lo staff organizzativo, la stampa e tutte le persone che hanno collaborato per creare il nuovo e bellissimo villaggio ospitalità ed infine il pubblico numeroso che ci ha seguito durante tutta la manifestazione. La prossima edizione sarà ancora più ricca di sorprese, quindi vi aspetto ancora più numerosi sugli spalti del castello. Un grazie di cuore a tutti.

Anna Beltrami

58


59


EVENTS

BRESCIA

WISE BOUTIQUE

Ph Giuseppe Agnello

WISE NEW GENERATION Mercoledì 10 giugno La Boutique Wise di Desenzano per l’apertura delle notti bianche, ha voluto presentare il suo nuovo Staff, in collaborazione con Sushi 133 e con la Cantina Bersi Serlini accompagnati in fine dalla fantastica musica della Dj Loira Linda. In una magnifica serata dove tutta Desenzano era animata da musica e balli, la gente ne ha approfittato per fare shopping serale. Mattia e il suo team hanno saputo intrattenere la numerosa clientela rendendo l’acquisto più divertente e frizzante. Il negozio è aperto tutti i giorni tranne il lunedì mattina dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 20:00, inoltre fino al 31 agosto il mercoledì, venerdì e sabato la chiusura sarà alle ore 23. sede legale: Corso Mazzini, 71, 26100 Cremona sede operat.: Piazza Malvezzi, 27, 25015 Desenzano D/G Bs

60


61


EVENTS

BRESCIA

TOTAL SUMMER CLUB COCO BEACH

Ph Ballabio Enrico

LunedĂŹ 8 giugno la direzione del Coco Beach ha voluto dar via alla stagione summer 2015 ,con un esclusivo party invitando un gruppo di amici e clienti che hanno potuto apprezzare il nuovo menĂš proposto dalla cucina del locale sempre al top. i vari piatti proposti sono stati accompagnati dai prestigiosi vini della cantina Costaripa . Il Total Summer Club Coco Beach anche quest 'anno si appresta ad offrire giornate e serate prestigiose . BUONA ESTATE ....... Coco Beach via Catullo, 5, Lonato del Garda (Bs)

62


63


EVENTS

BRESCIA

Summer Party

Ph F.G.

XS MOTORS SRL xs motors ha organizzato il fantastico party tra le auto del salone suo salone; ringrazia i suoi amici e clienti con una festa esclusiva all insegna del buon cibo e del divertimento offrendo un buttet luculliano, fiumi di bollicine e cocktail grazie a Diego e Romina del bar cadillac di Desenzano, animazione suggestiva grazie alle danzatrici del ventre diana e laura e musica coinvolgente grazie ai dj luc-angel - infine non potevano mancare le foto ricordo accanto ad una ferrari o una porsche non c'era che l imbarazzo della scelta! Un grandissimo ringraziamento a: Dj, Diego, Romina del bar Cadilac bottega caffè di Desenzano, Diana e Nadia per l’esibizione danza orientale. XS MOTORS RINGRAZIA TUTTI E VI ASPETTA COME SEMPRE IN VIA MATTEI 14 A NUVOLERA (BS) www.xsmotors.it

64


65


EVENTS

BRESCIA

4' TROFEO DIMMIDISI

Ph. “fotomonterenzi manerbio”

A sostegno dell'associazione Gocce di Solidarietà Dimmidisi” traduce l’idea di qualcosa che, per originalità e freschezza della proposta, è impossibile da rifiutare. “Dimmidisi” è il trofeo di regolarità autostoriche che all’inizio dell’estate, nella bassa bresciana, organizza la Scuderia 3T Cremona.La gara prende il nome dal main sponsor: l’azienda dei fratelli Battagliola che hanno fortemente voluto l’organizzazione di questo evento con gli amici della 3T e di Enrico Scio. Domenico e Giuseppe Battagliola, sempre in prima linea ad aiutare enti benefici, quest’anno hanno devoluto l’incasso della manifestazione all’associazione “Gocce di Solidarietà” che si occupa dei bambini bisognosi di Manerbio e dintorni. Come tanti eventi sportivi, anche questo è nato anni fa dagli amici sopracitati che si ritrovavano spesso ad allenarsi per le gare di regolarità. Durante una cena hanno deciso di mettere su strada questo allenamento organizzando una vera e propria gara di regolarità classica. Questa del 2015 è la quarta edizione, riscuotendo ogni anno sempre maggior interesse e gradimento da parte degli equipaggi e del pubblico presente. Base logistica è Manerbio, nel Palazzo Comunale e in Piazza Battisti, dove sin dalle prime ore della mattina di Domenica 14 Giugno si sono tenute le verifiche con l’assegnazione dei numeri. La gara ha preso il via alle 10:00 e si è snodata lungo un percorso nella bassa bresciana in un susseguirsi di prove cronometrate molto tecniche e perfettamente hanno comunque avuto modo di ammirare i bellissimi scorci della campagna bresciana, at-

66


traversati dal fiume Oglio, senza tralasciare la bellezza delle piazze e borghi antichi dei paesi interessati dal percorso di gara. Al primo C.O.sono stati ospiti dell’incantevole giardino contornato dagli splendidi portici a cinque arcate del palazzo settecentesco Villa Rosa, dove si è tenuto un aperitivo, la ripartenza, ha avuto un ritmo di gara incalzante con un susseguirsi di prove adrenaliniche sul filo dei centesimi, con l’arrivo al pranzo nel ristorante del Museo Mille Miglia (quasi ad evocare il legame con la gara della Freccia Rossa lasciandosi inebriare dal suo fascino). Dopo una visita agli spazi espositivi del museo sempre grande attrazione per gli appassionati e non, nel primo pomeriggio le auto hanno fatto ritorno nella piazza di Manerbio attese da un folto pubblico di appassionati a tifare i propri beniamini alle prese con i match race per i primi 32 classificati. Qui è emerso il campione dei campioni,Andrea Vesco. A seguire le premiazioni con ricchi premi per tutti. I concorrenti in un susseguirsi di impegno emozione ed andrenalina non da meno il divertimento,si porteranno nel cuore oltre il ricordo di questa gara, come valore aggiunto la certezza di aver, cosa molto più importante, dato la possibilità di un sorriso ai bambini di “Gocce di Solidarietà”. Tanti motivi per rinnovare e trovare altre adesioni alla prossima gara,che visto i successi di questi anni ,gli organizzatori hanno già in mente per il 2016.

67


EVENTS

BRESCIA

LA SOSTA - L'ARTE NEL CIBO

Ph F.G

La pop Art di Warhol servita nel piatto del buongustaio Ad un’idea del giornalista Massimo Lucidi, Brescia ha risposto con entusiasmo dando vita a un’intelligente provocazione di pop art, esponendo nella citta’ della grande mostra il Cibo nell’Arte, nel tempio della cucina bresciana e italiana, La Sosta di Aldo Mazzolari, opere originali, museali del grande Andy Warhol. E’ questo il senso della mostra l’Arte del Cibo festeggiata con un ricco aperitivo molto apprezzato da centinaia di bresciani che hanno colto l’occasione per visionare dieci vinili disegnati e autografati dal grande maestro della pop art, Warhol, esposti in musei come il Pan a Napoli, Mdm a Porto Cervo ma pure Milano, Montecarlo e recensiti da Achille Bonito Oliva. Merito di questa iniziativa e’ stato riconosciuto a Danilo Gigante, il professionista dell’arte contemporanea che si sta distinguendo per la continuita e l’originalita delle esposizioni. Provocazione di pop art, ricco aperitivo, tante belle presenze nel segno del Premio Eccellenza Italiana, il premio ideato dallo stesso Massimo Lucidi presieduto da Santo Versace e che si realizza a Washington: la mostra allestita nel “La Sosta” riconosce in questo ristorante un luogo eccellenza per la bellezza che si realizza e le capacita’ professionali che si manifestano.

ristorante La Sosta via S.martino della Battaglia, 20 Brescia Tel 030.295603 La Sosta

68


NON SONO A DIETA SONO IN TISANOREICA Primo Negozio a Brescia in via Lamarmora

NON SONO A DIETA, SONO IN TISANOREICA Via Lamarmora, 122 - BS - Cell. 392 5642973 Tel. 030 5310562 intisanoreica.brescia@virgilio.it -

Tisanoreica Brescia


S

P E D I B U S C a l c i n a t o

abato 16 maggio nella sala consiliare del comune di Calcinato alla presenza del Sindaco Marika Legati, del vice sindaco Alberto Bertagna del preside Michele Falco e del Comandante dei Vigili Roberto Soggiu si è tenuta la premiazione dei vincitori della Terza Edizione del Concorso Pedibus promosso dall’Associazione Comitato Pedibus di Calcinato. Le classi 4°B e 4°C della Primaria Ferraboschi di Calcinato si sono aggiudicate il primo premio di ben 300 euro con un bellissimo lavoro che non solo ha centrato perfettamente la traccia proposta, ma ha anche dato prova della loro capacità di cimentarsi con un mezzo di comunicazione importantissimo, il giornale. Si perché i bambini delle due classi, egregiamente guidati dalle maestre Simona Zimermann e Serena Rizza, hanno prodotto un vero e proprio giornalino che raccoglie tante testimonianze di bambini e adulti legate alla vita del Pedibus. Il presidente del Comitato Pedibus Roberto Cappiello ha ricordato che con il premio assegnato in questa edizione è stata raggiunta

70

una cifra erogata ai tre plessi dell’istituto comprensivo di Calcinato di ben 1.200 euro. Il totale dei premi in denaro messi in palio invece, è stato di 1.500 euro. Cifre importanti che è stato possibile assegnare grazie alla generosità dei tanti sponsor, al sostegno dell’amministrazione comunale di Calcinato, dell’Associazione Genitori e del Comitato Salute e Ambiente. Ai vincitori è andato anche un buono gelato offerto dalla Gelateria La Pecora Nera di Calcinato. Come promesso dal sindaco a breve sarà possibile vedere il lavoro sul sito del comune:

www.comune.calcinato.bs.it sito del Pedibus: www.pedibuscalcinato.it

e

sul


RICETTA DEL MESE FILETTO D’OMBRINA X 4 Persone 800g filetto di ombrina boccadoro X il gazpacho partenopeo 200g pomodori del pendolo 200g zucchine san pasquale 1 spicchio d’aglio privato di camicia ed anima 80ml aceto di vino bianco 100g pane raffermo 50ml olio EVO 250 peperoncini verdi dolci 70g cipolla 10g agar-agar

Preparazione Procedere a fare il gaspacho alla partenopea seguendo i criteri della ricetta classica, una volta pronto riscaldarlo leggermente ed aggiungere l’agar- agar. Versare il composto negli appositi stampi di silicone e lasciarlo raffreddare. Tagliare il filetto di ombrina in 4 tocchetti da 200g e cuocere a bassa temperatura × 8 minuti a 75 gradi. Una volta terminata la cottura a bassa temperatura, aprire i sacchetti del sottovuoto e scottare i filetti di ombrina in un tegame antiaderente. Adagiare il pesce in un piatto da portata precedentemente guarnito con della riduzione di vino (aglianico del sannio). Completare con concasse di pomodoro, qualche oliva nera denocciolata e ciuffetti di prezzolo

SUGGERITO DA:

72

Via Malta 16/A, Brescia 2 Zona cavalcavia Kennedy


73


U N F U C I L E ÈPER SEMPRE

S

e i gioielli sono i miglior amici delle donne, i fucili lo sono per gli uomini. Non diciamolo alle donne, ma il bisogno ancestrale di sicurezza e di recuperarsi sostentamento è in maniera latente, talmente presente nel cervello, che per l’uomo è un’arma la vera altra metà del cielo. E non è solo l’espressione di forza quella che piace agli uomini, l’arma è un oggetto di culto (spesso tramandato di padre in figlio), che in se racchiude tecnologia, bellezza e sapori. I sapori. Sapori del legno, possibilmente di un calcio su misura, realizzato con passione e maestria da un esperto calcista. Sapori del metallo, che trasudano dei colpi di lima dei maestri d’armi e che come in un valzer trasformano lo spigolo delle forme in armonia della sincronia tra le parti d’acciaio. Sapori delle polvere da sparo. Sapore di adrenalina. Sapore di un piattello rotto. Sapore di vittoria. L’Accademia di Tiro a Volo del CUS Brescia, offre nella propria proposta di avviamento al tiro a volo, i migliori fucili da piattello. Armi Beretta, di ultima generazione, concentrato di bellezza estetica e di tecnologia, le stesse usate dai campioni olimpici, messe a disposizione direttamente dalla storica azienda di Gardone e che trasformano l’apprendimento in un esperienza sicura, formativa e di rara qualità. Il fucile non si possiede mai veramente, ma lo si tramanda di generazione in generazione. Donne avvisate. Se volete fare felice il vostro uomo, ora sapete cosa fare. #weareCUS #unfucilepersempre #iltiroavolofabene #culturasportiva

Info & Credits: tiroavolo.cusbrescia.it | tiroavolo@cusbrescia.it

74


STUDIO DENTISTICO

Dott. Dott. Dott.

MICHELE CONSALVO STUDIO DENTISTICO

STUDIO DENTISTICO Medico odontoiatra MICHELE CONSALVO

MICHELE VIA Leonardo Da CONSALVO Vinci, 8 Medico odontoiatra 25010 Borgosatollo (Bs) Medico odontoiatra VIA Leonardo Da Vinci, 8 25010 Borgosatollo (Bs)

www.studiodentisticoconsalvo.it VIA Leonardo Da Vinci, 8 www.studiodentisticoconsalvo.it 25010 Borgosatollo (Bs) Borgosatollo 030.2701773 Borgosatollo 030.2701773

Seniga 030.9955115 www.studiodentisticoconsalvo.it Seniga 030.9955115

Borgosatollo 030.2701773 Seniga 030.9955115

Lunedì e Martedì 8.30 - 11.30 e 14.00 - 19.00 Mercoledì 8.30 - 14.00 Giovedì 8.30 - 11.30 (pomeriggio Studio Seniga) Venerdì 8.30 - 16.00 Lunedì e Martedì 8.30 - 11.30 e 14.00 - 19.00

Mercoledì 8.30 - 14.00 Per urgenze chiamare 393 9306789 Giovedì 8.30 - 11.30 (pomeriggio Studio Seniga)


di Federica Cocco

TINO CAVAGNOLI

S

i parla sempre di tendenze. Stavolta ci occupiamo di controtendenze. Ci occupiamo di un personaggio, un pittore, che ha scelto di dare una svolta alla propria esistenza, cercando di valorizzarla dal punto di vista della famigerata “qualità della vita”. Pare che mai scelta fu tanto appropriata, a detta dell’interessato. Dalla caotica e stressante Pianura Padana, più precisamente da Gorgonzola – Sì, la culla del delizioso formaggio – quest’ultimo ha contribuito ad aumentare la popolazione sarda. La lunga e piacevole chiacchierata avrebbe meritato uno spazio ben superiore alle pagine che stiamo occupando ma cercheremo di condensarla con le particolarità più significative. Trasferitosi da circa tre anni nella provincia Ogliastra, è riuscito a ritagliarsi piacevolmente un proprio spazio nel ambito artistico in un settore popolato da decine di bravissimi artisti quali sono i pittori sardi. Anche se la domanda pare ovvia: Perché la Sardegna, Tino? Sentivo la reale necessità di imprimere una svolta drastica alla mia esistenza, non trascurando vari aspetti collaterali ma al tempo stesso fondamentali tipo ambiente, modo di vivere, paesaggi senza dimenticare l’inesauribile fonte di ispirazioni artistiche qual è la Sardegna… Obiettivo raggiunto, direi…. Quindi la tua arte ha trovato un habitat favorevole, mi pare di aver capito. Assolutamente sì. Ho avuto modo, nella mia vita professionale di grafico e illustratore, di entrare in contatto e di conseguenza apprezzare gli artisti sardi, siano stati essi pittori o “muralisti”. Ho avuto quindi la possibilità di entrare a far parte di questa splendida comunità. Con un certo favorevole riscontro, direi. C’è stato qualcosa che ti ha particolarmente gratificato, nella tua scelta? Certo, più di una. In particolar modo sono veramente contento di essere riuscito a realizzare un certo numero di murales. Credo che per un

76

R U B R I c h e

“continentale” - ma era uno dei miei traguardi che mi ero ripromesso di raggiungere, ti confesso - essere entrato a far parte di questo settore sia una gran bella soddisfazione anche perché mi è sembrato di percepire un certo apprezzamento. Basta con l’Italia peninsulare, allora? Direi proprio di no, anche se sarà da prendere a piccole dosi…. Sto esponendo a Milano, per esempio. Ma ci sono stato il tempo assolutamente indispensabile ad allestire la mostra, poi l’immediato ritorno sull’isola. A


Hai bisogno di energia? parti con

Argivit

Start!

proposito di mostre devo dire che, in questi tre anni, sono stato accolto con i miei lavori in svariate località sparse per tutto il territorio sardo. Per il mercato internazionale, c’è tempo.

Argivit!

Progetti a breve? Progetti particolari, tutto sommato, non ce ne sono all’orizzonte. Salvo affermare che ogni nuovo quadro rappresenta di per sé stesso un nuovo progetto. Quadri che, visto il mio stile figurativo e “tradizionale” spero raccontino sempre al meglio le storie che voglio raccontare.

Integratore alimentare ad azione proenergetica a base di L-Arginina


Finalmente quello che aspettavi... Bar Butterfly, non è il solito bar, vieni a trovarci, siamo chiusi il sabato mattina e la domenica...

Colazione a buffet, pranzo a buffet e aperitivi fantasiosi da condividere con i tuoi amici!

Via Orzinuovi, 50/E • 25125 Brescia • Tel. 030 35 45 234 • All’interno del Centro Commerciale Le Piazzette www.butterflyloungecafe.com • info@butterflyloungecafe.com • Facebook: Butterfly Living Lounge Cafe


DEEJAY

D

E

L

M

E

S

E

Il dilemma dell’armadio...e il Garde - Robe Express

C

O

V

E

R

I

&

D

a cura di Lorenzo Tiezzi

O

N

A

T

I

Abbiamo incontrato Coveri & Donati. Sono un duo italiano di grande esperienza e fuori dai club e dagli studi di registrazione si chiamano Claudio Coveri & Giordano Donati. Prima di scegliere semplicemente i loro cognomi, si facevano chiamare Desaparecidos e nel 2008 hanno pubblicato un hit mondiale presente nelle borse di moltissimi dj ancora oggi. Qualche volta passano anche da Brescia e soprattutto, la loro musica fa ballare i club di tutto il mondo, compresi quelli di questa zona. Raccontateci la vostra nuova musica (singoli, remix, dj set, mash up…) Abbiamo 2 uscite internazionali. La più imminente è con lo pseudonimo Tecknowaltz (Coveri, Donati e Tom Aston). Il titolo della traccia è ”Odissey”. E’ un progetto edm, una vera bomba che riprende il tema di “Odissea nello spazio”. Subito dopo come Coveri and Donati pubblicheremo “Trust me love”, un brano molto intenso di cui siamo davvero soddisfatti. Quando avete capito che eravate diventati dei “professionisti della musica”? Sinceramente, non ci sentiamo affatto dei professionisti della musica, bensì semplicemente persone innamorate di una passione che è allo stesso tempo anche lavoro. Ma per prima cosa la musica è per noi è amore.

scelta di dare al pubblico le grandi dj star è azzeccata e sicuramente anche per la prossima estate ne vedremo delle belle. Che pensate della “crisi delle disco”? Sicuramente c’è (come c’è crisi in tante cose in Italia), ma è tutto in crisi, proprio tutto? Non possiamo dire che non ci sia crisi anche nel nostro mondo. Ha toccato tutto e tutti. L’unica cosa che ci resta da fare è sperare che presto ci sia una inversione di tendenza, che si possano trovare risorse nuove per tornare ad investire nel mondo dei locali.

Da che parte sta andando la musica da ballo? EDM da salto? Deep House melodica anche per le radio? Sembra che l’EDM stia passando di moda e che la deep house si stia facendo largo in pista. Per le radio chiaramente lo stile dovrà essere per forza di cose un po’ più melodico. E’ tutto giusto così.

Che tecnologia usate in console? Credete che cambi tutto usando cd, vinile o computer? Attualmente usiamo cd, ma abbiamo usato vinili per una vita. Con i nuovi software per computer è tutto più semplice dal punto di vista tecnico, ma in ogni caso i gusti musicali sono solo i tuoi. Il computer non riesce ad avere un cuore, Coco Chanel per fortuna.

Se poteste gestire un top club tipo il Cocoricò o il Pineta, che ci fareste? Il Cocoricò è gestito benissimo: è tra primi 10 top club nel mondo, quindi non ha bisogno di consigli di alcun tipo... La

Che vuol dire discoteca, per voi? Discoteca vuoi dire vita, la nostra vita divisa tra la le radio ed i Locali in giro per il mondo con unico denominatore: la musica.

79


DEPOSITO DI BRESCIA via Oriana Fallaci, 27 Flero(Bs) cell. 335.6125024

improvvisare decisioni, non sempre porta a delle soluzioni.

www.bresciaup.it

by mec

Buffet, Drink e Musica

Sullivan

seguiteci anche su facebook

Info e Prenotazioni

030.963087

Via Statale 11, 135 Ponte San Marco

www.ristorantehotelsullivan.it

Anche per voi genitori (Baby Area Open)

apericena 9,00 â‚Ź da l

14 Giugno

t utt e Do me ni c h e dalle 18,30 alle 22,00


82

R U B R I c h e

V

E

R

O

N

I

K

A

M

A

K

O

V

E

T

S

K

A

M O D E LLA D E L M E S E


VERONIKA MAKOVETSKA Ciao, mi chiamo Veronika Makovetska, ho 20 anni e studio economia aziendale e management a Milano. Nel mio tempo libero mi piace viaggiare e fotografare. Mi sono avvicinata al mondo della moda da un anno, e sono felicissima perchè negli scatti

riesco a esprimere la mia personalità mentre sfilare mi rende più sicura di me stessa. In ogni fotografia cerco di trasmettere un’emozione da condividere con gli altri. Spero di proseguire su questa strada ancora per molto tempo.

83


Melly Founder & Editor www. mellystyle.com melissanina79@yahoo.it

L'arte della femminilità Non esiste un unico modello di femminilità, né tanto meno stereotipi preconfezionati. Le donne francesi ne sanno qualcosa. Ma cos'è in fondo la femminilità? E' difficile da definire ma sicuramente può essere valorizzata da tutto ciò che ci fa sentire belle e sicure, e penalizzata da un'ostentazione eccessiva di trucco acconciatura e abbigliamento. La femminilità francese è fresca gradevole : a extensions , ciglia finte e seni rifatti,le francesi, preferiscono di gran lunga porre l'attenzione su ciò che di bello madrenatura le ha donate. E' per questo che ogni donna francese è femminile a modo suo.

Portamento

Unghie

E' considerato una delle migliori armi di seduzione anche se spesso lo trascuriamo..Avere un bel portamento dice che siamo sicure di noi, affascinanti e che soprattutto abbiamo il controllo della situazione. Muovetevi con compostezza ,spalle dritte e petto in fuori il tutto con una certa disinvoltura. Il portamento è contagioso: se incontrate qualcuno con un bel portamento immediatamente correggerete il vostro; e poi arredate la vostra casa con gusto e mantenetela in ordine: muoversi in spazi gradevoli ha un'influenza benefica sulla vostra postura.

Scordatevi le unghie acriliche in Francia. La maggioranza delle donne francesi ha unghie curate e corte dipinte con toni neutri o rossi.La manicure e la pedicure dovrebbe essere fatta ogni quindici giorni. Mani e piedi curati e mai troppo eccentrici , sono espressione di una cura della propria femminilità ma mai ostentata. Questi sono solo alcuni degli aspetti tangibili della femminilità ma ce ne sono molti ,che seppur intangibili, sono decisamente i più importanti: la sicurezza, l'umorismo, il sapersi mettere in gioco. Le donne francesi si presentano per quello che sono, guardano le persone negli occhi, la loro sicurezza si manifesta all'esterno e tutto questo le rende superbe. Potete frequentare i saloni di bellezza migliori, indossare abiti alla moda, essere magre e avere capelli fantastici, ma se non possedete la sicurezza in

Profumo.

Le donne francesi attribuiscono grande importanza alla scelta del profumo: basta fare un giro per Parigi per rendersi conto che profumi e colonie vantano un ruolo di prim'ordine nella pubblicità e nelle vetrine di lusso. L'importante è trovare il vostro profumo.Prendetevi tutto il tempo necessario . Trovate e sperimentate le fragranze che vi piacciono di più. Non abbiate fretta: il profumo diventerà il vostro biglietto da visita , parla di voi.

voi stesse è tutto inutile.

Elisa Lubrani

84


ELLE BI

CERIMONIA

COLLEZIONE P/E Corso Garibaldi 20 - Brescia - tel. 0303774125

85


R U B R I c h e

Nel 1982 Giuni Russo cantava “Un'estate al mare, voglia di remare, fare il bagno al largo per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni. Un'estate al mare, stile balneare”. Sono passati 33 anni, ma questa canzone rispecchia ancora oggi il desiderio che assale in questa stagione milioni di persone: la voglia di andare al mare e staccare la spina da tutto! Nella canzone si fa riferimento allo “stile balneare” ma qual è lo stile di maggior tendenza per i costumi da bagno in questa Estate 2015? Sembra che finalmente la passione per i colori fluo si sia spenta, in questo modo vedremo molta meno gente in giro con costumi che sembrano colorati con degli evidenziatori e i nostri occhi non ne potranno che beneficiare. Per questa Estate 2015 sembra andare molto forte la fantasia, molto interessanti sono quelle che prendendo spunto da elementi tipici del mondo marino. Vilebrequin, ad esempio, per alcuni modelli di shorts, si è ispirato agli

ARMANI

abitanti del mare, creando dei costumi dalle fantasie molto simpatiche e per niente eccessive. Molto originali sono anche i nomi di queste creazioni, le mie preferite sono “La ballata dei Cavallucci Marini” e “La Marcia dei Pinguini”. Personalmente li trovo adorabili! Se qualcuno preferisce invece fantasie più classiche può scegliere tranquillamente un modello a fantasia floreale, magari su uno sfondo scuro in modo da mantenere sempre un tocco elegante e sobrio, non cadendo così nell'eccessivo. Naturalmente per gli amanti del classici intramontabili c'è sempre lo slip bianco, un costume che divide da sempre il mondo della moda ma che sembra non stancare mai. Non tutti se lo possono permettere, ma con la giusta abbronzatura fa sempre la sua bella figura. Mi raccomando quindi, un'estate al mare con stile e il giusto costume!

WOODEN VILEBREQUIN

VIVIENNE WESTWOOD YAMAMAY

86


emanuele parrucchiere

Gabriele Giuzzi Fashion & Lifestyle Blogger www.smartdiamondstyle.com info@smartdiamondstyle.com

EMANUELE PARRUCCHIERI VIA MARCONI 14L 25060 CELLATICA BRESCIA 030.27 72 387

Ristorante Pizzeria

La Pastorella dal martedì al venerdì una piacevole

PAUSA PRANZO

YAMAMAY

YAMAMAY

Via Lunga, 24 Brescia Tel 030 310815 Pizzeria “La Pastorella”


I VIAGGI DI SEBA

L

STORIA DELLA BIRRA

a Brasserie d’Orval è situata all’interno del Monastero cistercense di Orval, fondato nel 1132, nei pressi del piccolo villaggio di Florenville, nella regione belga di Gaume. E’ uno dei sette produttori di birra al mondo ufficialmente titolati con la dicitura “autentica birra Trappista”e la birra del Monastero di Orval, è stata la prima trappista ad essere prodotta. La Birra Orval ha uno stile unico, dalla scelta dei malti, ai tipi di luppolo impiegati, fino alle particolari colture di lieviti autoctoni. L’obiettivo è “le goût d’Orval”, a cui si arriva con tre fermentazioni, l’ultima delle quali in bottiglia. Il birrificio produce solo due birre trappiste: .Orval Trappist Ale, 6.2 gradi alcolici, spesso chiamata La

Regina delle Trappiste. Fu prodotta per la prima volta nel 1931 e ha un gusto complesso ed inusuale. Il colore è chiaro, leggermente torbido ed è molto schiumosa. .Petite Orval, 3.5 gradi, birra prodotta esclusivamente per i monaci (Patersbier). Viene ottenuta per diluizione con acqua del mosto di Orval originale, prima della fermentazione. Nonostante non sia generalmente reperibile, può essere acquistata nel monastero stesso o nel caffè adiacente. La birra Orval viene imbottigliata in particolari bottiglie da 33 cl a forma di birillo e prima di essere distribuita, la birra viene lasciata maturare sul sito alla temperatura di 15 °C per almeno quattro settimane. Il processo produttivo avviene a porte chiuse, anche se è possibile assistervi per due giorni all’anno.

TRECCANI SEBASTIANO CAVALIERE DELLA CONFRATERNITA DI SOSSONS D’ARVAUX Il vino è il “nettare degli dei”, ma anche la birra, per i veri appassionati, non è da meno, anzi. Di certo per Sebastian treccani di Novagli di Montichiari questa bevanda ha tutte le carte in regola per posizionarsi accanto alle grandi produzioni vinicole. Sebastian, nel settore, è un vero esperto visto che, prima con il padre, poi dal 2003 in proprio gestisce un’azienda, la Seba’s Drink Dinstribution, fondata negli anni ‘70, che distribuisce e vende bibite con particolare attenzione proprio alla birra. E questo è tanto vero se consideriamo che nei giorni scorsi a Vigevano, durante una solenne cerimonia alla presenza di molti mastri birrai, Sebastian è stato insignito di un ambito riconoscimento: è divenuto, infatti, un Cavaliere della Confraternita di Orval, un illustre ente belga molto severo nel fornire questo premio, che affianca la birreria trappista di Orval. Il novagliese, che ha giurato nelle mani del maestro priore Cesare Assolari, ambasciatore delle birre belghe in Italia, ha fatto di questa bevanda non solo il proprio lavoro, ma una vera passione tanto da divenire uno degli importatori più importanti del Nord Italia. Nella sua azienda di via delle Lame, infatti, si possono trovare un infinità di marchi di birra, tutti eccellenti e di pregio, capaci di fare la fortuna degli addetti ai lavori. Belgio, Olanda, Germania, ma anche Inghilterra, Austria, Spagna oltre che Italia sono i paesi da cui provengono le birre distribuite e vendute da Sebastian a hotel, ristoranti, caffè e bar oltre che privati anche tramite porta a porta: il bacino dell’utenza spazia dal Lago di Garda alla Bassa Bresciana sino all’alto Mantovano. Su tutto ci sono il rispetto per la clientela, di qualunque clientela, l’esperienza che è presente in abbondanza e

88

l’amore per una professione sempre più apprezzata, elementi che Sebastian Treccani possiede in grande misura. “La birra è anche cultura - afferma- perchè dietro la produzione di tale bibita ci sono ore di studio, impegno e di conoscenza certosina dei vari ingredienti”. Del resto non va dimenticato che Sebastian tiene anche corsi sulla birra, come quello andato positivamente in archivio lo scorso anno per il Comune di Montichiari. Bere bene, insomma, non è così facile come sembra: l’azienda Treccani può fornire, quindi, utili suggerimenti in questo ambito. a nota birra trappista, tra la storia e leggenda, torna in Italia e prende casa anche a Montichiari. Del resto il legame tra il nostro paese e la birra di Orval parte dalla fondazione della stessa abbazia di produzione, eretta nel 1070 in un vallone belga da alcuni monaci benedettini provenienti dalla Calabria. Il legame con l’italia, tuttavia, spazia ben oltre la storia e “marchia di leggenda” la stessa birra. Il simbolo dell’abbazia, quale etichetta della bottiglia trappista, raffigura infatti una trota con l’anello d’oro in bocca. Il mito vuole che la contessa Matilde di Canossa, perdendo l’anello nuziale nelle acque di sorgente attigue al monastero, sia stata omaggiata da una trota, emersa in superficie per restituirle il prezioso gioielloUna leggenda ovviamente, ma da stappare e assaporare, in tutta la sua complessa aroma con toni di frutta matura, rabarbaro, china e riquirizia. É il particolare processo produttivo a rendere la birra di Orval tanto pregiata: oltre all’impiego di tre diversi malti e raffinati luppoli, quattro settimane di fermentazione in bottiglia conferiscono al prodotto tutta la sua esclusività.


Coco et La vie en Rose Carissime lettrici di BresciaUp, oggi vi propongo un outfit casual in cui indosso una salopette in denim, capo trendy di questa PE2015. Io l'ho abbinata ad una t-shirt colorata e ad una borsa in tessuto dal sapore un po' etnico. Per completare questo look casual ho scelto un paio di Adidas Superstar, vi piacciono?

Salopette in denim - Denim overalls - Tendenza Moda PE 2015 La salopette in denim si è affermata tra le Tendenze Moda 2015, tanto che tutte le top fashion blogger ne hanno dato la propria interpretazione personale. Molte celebrities amano la salopette in denim. Sarah Jessica Parker la indossa risvoltata alle caviglie, abbinandola ad una felpa basic e wedge sneakers. Kate Bosworth la preferisce in stile anni 70, con accessori dal sapore vintage. Ellen Pompeo è stata avvistata con una maxi salopette a maniche lunghe che ricorda una tradizionale tuta da lavoro.

Salopette in denim - Denim overalls Come indossarla? Come indossare la salopette in denim? Esistono principalmente due tipi di salopette in denim: il modello skinny e il modello loose fit. La salopette in denim con pantaloni skinny è valorizzata soprattutto da t-shirt e top stretch. Provate ad inserirla in un look smart casual, con un blazer da uomo, brogues e occhiali oversize. La salopette in denim con pantaloni loose fit è l'ideale per creare look grunge, con crop top e t-shirt loose fit, o declinata in chiave rock se indossata con un chiodo in pelle e un maxi foulard. Questo modello è il più comodo ma anche il più adattabile alle diverse fisicità, dalle più asciutte alle più morbide. Siete d'accordo? Come indossate la salopette in denim miei tesori?

90


RUBRI c h e

Vi invito a seguirmi su FB (Pagina Coco et La vie en rose), Twitter&Instagram (@cocolavieenrose) per non perdervi nessuna fashion news. Trovate i miei articoli fashion e beauty su www.cocoetlavieenrose.com. Grazie e a presto! Coco Coco et La vie en rose Fashion & Beauty blog di Valeria Arizzi

Fresco - Locanda pesce & pizza via Malta 16/A , Brescia 2 Zona Cavalcavia Kennedy Tel.030.63.63.837


R U B R I c h e

A P R O P O S I T O D I. . .

C E L I A C h I A Ricetta di Mariapia Gandossi

Meringata con chantilly e cioccolato croccante INGREDIENTI per la meringa: Attrezzature: • 100 g di albume d'uovo • 220 g di zucchero a velo • qualche goccia di limone • 2 cucchiai di vaniglia liquida

• Fruste elettriche • Essiccatore o forno

PRECEDIMENTO: • Montare gli albumi con le gocce di limone. • Con le fruste in movimento unire lo zucchero a velo setacciandolo pian piano fino a quando il composto non risulta ben sodo • All'ultimo aggiungere la vaniglia, mescolare e la base è fatta. • Riempite la sac à poche con bocchetta a stella e procedete a stendere sulla carta forno la base della meringa. Arrivati a questo punto potete decidere quanti strati fare e le dimensioni: potete fare delle mini porzioni oppure una torta grande a voi la scelta. • Io ho la fortuna di avere un Essiccatore Casalingo che riesce a far asciugare la meringa in maniera perfetta. Se avete l'essiccatore il programma è P4 altrimenti procedete in forno a 90°C per circa 2 ore stando attenti a non creare umidità all'interno. A questo punto prepariamo la crema chantilly. Gli ingredienti sono: • 500 ml di panna fresca ( anche senza lattosio o di soia se preferite) • 100 g di zucchero a velo vanigliato • 1 cucchiaio di vaniglia liquida Procedimento: • Montare la panna con la vaniglia. Appena avrà raggiunto una consistenza soda procedere aggiungendo lo zucchero a velo. • Far raffreddare il composto. A questo punto uniamo gli strati di meringa con la crema fino alla fine. Alla fine della mia meringata ho sbriciolato le meringhe avanzate, ho fatto fondere 100g di cioccolato e l'ho cosparso sopra. ATTENZIONE: non far sciogliere il cioccolato con il burro altrimenti non diventerà croccante.

92


STUDIO PIU


La Chicca Io lo faccio innamorare

L’abbigliamento In fatto di abbigliamento, spesso il maschio si a ff e z i o n a a d u n o s t i l e p a r t i c o l a re c h e e g l i reputa adatto alla propria persona, benché altri dissentano. E’ per questo che capita di rivedere uno dopo un decennio e ritrovarlo con gli identici vestiti di dieci anni prima, senza che sia risolto il mistero circa la sua passione per le camicie hawaiane. Non di rado, poi, il maschio mantiene una ostinata fedeltà alla stessa taglia, ignaro che i jeans avranno ancora la 48, ma la panza no. Di solito, la triste incombenza di chiarire ad un uomo la ragione per cui gli vengono i crampi ogni volta che infila i pantaloni nuovi spetta a noi povere sventurate. Sono esattamente questi episodi a scatenare l’acquisto di nuovi abiti: i vecchi vestiti non lo fanno più sentire così bene ( grazie a Dio!). Gli uomini preferiscono ignorare i dettame della moda ( e quelli del buon gusto quando indossano certe “robe”), e in ciò si differenziano notevolmente da noi donne. Non si vede spesso un uomo che si rivolge all’amico chiedendogli: “ questi jeans mi fanno il culo grosso?”. Al contrario, ce ne sono molti che si lamentano dicendo “.. questi cavolo di pantaloni che mi ha regalato Alice che

94

ChiccaBaroni

baroni.chicca@gmail.com

mi s’infilano nelle chiappe!”. Non è come lo fanno sembrare gli indumenti che interessa all’uomo, ma come lo fanno sentire; e non il sentire come lo intendiamo noi donne ( un abito che ti fa sentire sexy, sicura di te, a tuo agio, etc.) ,bensì sentire come comodità. Trovato quello, un uomo tende ad indossarlo per tutto il weekend, incurante delle possibili controindicazioni: può raccattare una maglia gettata nell’angolo la sera prima e infilarsela tranquillamente per un’ altra giornata. Inoltre il maschio non riesce proprio a comprendere il concetto di “rinnovo” del guardaroba. Ed è questo il motivo per cui non buttano mai la roba sporca nel cesto del bucato, ma la lasciano sempre accanto. Il lanciare la maglia usata da ben tre giorni di fianco al cesto della roba da lavare non significa che l’uomo ha terminato di usarla, sia mai! Vuol semplicemente dire che per oggi può stare lì, forse non la usa più e puoi metterla a lavare, o forse no, la riutilizza domani per andare a bere una birra col suo amico. Nel dubbio, da donna decisa e schietta io la metto a lavare, di sicuro è più vicina al cesto della roba sporca che alla cabina armadio…

R U B R I c h e


OROSCOPO DEL MESE Il tuo dispendio di energia è spesso esagerato, ascolta il tuo corpo e p re n d i u n a p a u s a d a l l e c o r s e del mese. Un weekend relax con le amiche o amici per anticipare le meritate vacanze è la soluzione ideale.

Nuove sperimentazioni con uno Scorpione, un regalo a un Acquario, un viaggio con un Pesci.

Leggera nel cuore, più oculata nelle questioni burocratiche. Occhio alle spese, lasciati consigliare da un esperto prima di mettere qualunque firma. Non avere fretta di ottenere risultati, tieni a freno le ansie con un partner Capricorno, fatti placare dalla serenità di un Toro.

Meditazione e spiritualità per moderare ansie esagerate, fuochi di paglia con amori complicati, Scorpioni e Acquario poco accomodanti.

Per arrivare all’ordine hai spesso bisogno di caos. Condividi una piccola follia con un Capricorno, non andare oltre con un Sagittario.

Detox sì ma soprattutto dalle emozioni negative. Sconfiggi l’ansia a suon di musica!

Mostra le tue debolezze, chiedi e ti sarà dato. Ti risparmierai inutili sofferenze e ne guadagnerai in buon sonno e benessere.

Accelera a inizio mese, rallenta a metà, fermati alla fine a riprendere fiato. Progetta un viaggio in macchina con un Acquario.

Stress e ansie mentali affaticano il corpo. Combatti Marte contro con un’alimentazione naturale, buon sonno e fughe in montagna.

Inquietudine a fine mese da scacciare con un Sagittario ottimista e scanzonato, un corso di ballo, running al parco....

La stanchezza fisica spesso per te si tramuta in malinconia e sbalzi di umore. Combattila con lo yoga serale, la cinematerapia e delle domeniche al mare con gli amci più cari.

RUBRI c h e


Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni.

• Implantologia tradizionale, computer-assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia orale (compresi ottavi inclusi e chirurgia preimplantare) • Chirurgia parodontale • Protesi fissa e mobile, conservativa • Endodonzia • Gnatologia • Posturologia • Ortodonzia fissa, mobile ed invisibile • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionali con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni

STUDIO DENTISTICO DR. AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030.2792590


Profile for BresciaUp Magazine

JUNE 2015  

JUNE 2015  

Advertisement