Issuu on Google+

Volkswagen raccomanda

Scopri tutti i prodotti che Volkswagen Financial Services ha ideato per te.

www.volkswagen-up.it

What else?

Quando piccolo diventa grande.

L E C O P I E D I S T R I BU I T E P R E S S O I LO C A L I P U B B L I C I E AG L I S P O N S O R S O N O O M AG G I O

S P E D I Z I O N E I N A B B O N A M E N T O P O S T A L E - D . L . 3 5 3 / 2 0 0 3 ( C O N V. I N L . 2 7 / 0 2 / 2 0 0 4 N ° 4 6 ) A R T. 1 C O M M A 1 . D C B B R E S C I A

What else?

€. 2,50

GENNAIO duemilAdodici

In copertina L’altro Sapori e Sapere il Mare in bocca * Radio Taxi Brixia

Showroom Volkswagen Via Triumplina, 49 25123 Brescia

tel. 030 2019711 fax 030 2010977

Valori massimi: consumo di carburante, ciclo comb. 4,7 l/100 km - CO2 108 g/km.

infovw@mandolini.it www.mandolini.it

49

Xs Motors McLaren MP4 12c * La Polveriera Vintage in Winter

Ph. Patrick Merighi

Event


Che questo Anno Nuovo ci faccia volgere lo sguardo su nuovi orizzonti, liberando emozioni sopite riempiendo quegli spazi sconosciuti dell’anima di attimi indimenticabili. La sola ricchezza cui aspirare è quella che amplia la profondità e la schiettezza dei sentimenti. Anonimo

BRESCIA

27 2007

giugno

www.bresciaup.it


una veste sempre più dinamica e

Con questo primo numero del nuovo anno “Brescia Up” presenta ai suoi lettori un’ulteriore evoluzione. Come è possibile comprendere sfogliando le pagine del nostro mensile, l’intento è quello di rendere la nostra testata sempre più dinamica e agile, così da costruire un contatto con i bresciani ancora più stretto ed intenso. In questo senso la nostra intenzione è quella di riservare uno spazio di particolare significato alla gente e a tutti coloro che hanno la bontà di leggere il frutto del nostro lavoro. Proprio per questo, a nome di tutta la redazione, possiamo cogliere questa occasione per invitare tutti i lettori a rivolgersi direttamente al nostro mensile (info@bresciaup.it è la mail a vostra completa disposizione). Potranno così indirizzare consigli, suggerimenti, idee e temi da trattare. Sarà questo il modo per rendere sempre di più “Brescia Up” il mensile dei bresciani che parla dei fatti che sono maggiormente sentiti dalla gente della nostra provincia. Un invito che, per forza di cose, non esclude possibili critiche o richieste di modifiche. Sappiamo molto bene che il nostro è un prodotto che può e deve sempre crescere e proprio in quest’ottica anche le “tiratine d’orecchi” sono bene accette. E’ ovvio infatti che tutti i componenti del nostro staff si dedicano a questo lavoro con il massimo impegno e con tutta la loro professionalità, ma portare avanti una testata giornalistica che vuole raccontare la vita di un territorio vasto e variegato come quello di Brescia non è affatto semplice e, a maggior ragione, diventa difficile in un periodo come quello che stiamo attraversando, durante il quale questa perdurante crisi ostacola qualsiasi progetto. Nonostante questo, tutto il nostro gruppo è convinto di quella che ci piace continuare a considerare una grande verità. Il buon lavoro, il prodotto di qualità che vuole costruire qualcosa e non si limita ad essere una semplice raccolta di inserzioni pubblicitarie ingrigite in pagine che non raccontano niente, riesce sempre a distinguersi ed alla fine, anche davanti alla pesante crisi che sta attanagliando attualmente il settore dell’editoria, questa illustre prerogativa viene a galla. E’ per questo che “Brescia Up” nel momento di iniziare il 2012 ha deciso di proseguire con orgoglio la strada originale e personale che ha percorso in tutti questi anni. Il nostro mensile non si lascerà andare a questa sorta di guerra di tutti contro tutti che in questo periodo sta inflazionando il mercato, ma continuerà, con il proprio passo, a raccontare Brescia ai bresciani, cercando di valorizzare tutto quello che rende speciale questo nostro grande territorio che è più forte e più qualificato di qualsiasi vento di crisi!

Correspondances

diretta per un contatto ancora più stretto con i lettori

ADV


ADV.indd 1

01/12/11 09.57


Chi ha paura del

Ci sono davvero tutti gli elementi che sembrano congiurare per rendere questo 2012 nel quale ci siamo appena calati a dir poco temibile (se vogliamo usare un eufemismo). In questa direzione si spingono infatti con decisione la funerea profezia dei Maya che vuole la fine del mondo per il prossimo dicembre, il detto di proverbiale memoria “Anno bisesto, anno funesto” e questa crisi che sembra farsi ogni giorno più grave e più diffusa. Queste, tra l’altro, non sono altro che le principali ragioni di preoccupazione che “appesantiscono” le nostre giornate, ma l’elenco in tal senso potrebbe essere molto più lungo (mancanza di lavoro, guerre, malattie e tante altre “disgrazie” ancora possono completare questa sgradita serie), contribuendo, in ogni caso, a disegnare un quadro più che fosco del nostro futuro. Una situazione che, pur senza voler passare per inguaribili ottimisti a tutti i costi e senza voler nascondere la testa sotto la sabbia davanti ai problemi, non ci deve costringere né alla resa e nemmeno alla disperazione. La consapevolezza dei problemi con cui dobbiamo fare i conti e delle difficoltà che ostacolano il nostro cammino quotidiano, al contrario, può e deve diventare la molla per non alzare bandiera bianca in segno di resa e dare ogni giorno qualcosa in più. Un vero e proprio sforzo superiore per vincere tutti gli ostacoli che sembrano divertirsi a metterci in difficoltà e a vanificare impietosamente progetti e desideri. In questo stato delle cose deve entrare in gioco anche l’orgoglio, quella voglia di non cedere davanti ai problemi, ma di riuscire a dimostrarsi più forti e più tenaci di tutto e di tutti. Questo spirito ci deve accompagnare attraverso il 2012 e sarà proprio questo il piccolo, grande segreto in grado di aiutare ciascuno di noi e l’intera società a vincere questa partita che pare ormai irrimediabilmente persa. Invece non bisogna lasciarsi andare allo sconforto né alla rassegnazione, ma è necessario far emergere, proprio in un momento tanto delicato, tutto il meglio che c’è in noi, le qualità più vere e più profonde che possono (è proprio il caso di dirlo) spostare anche questa impietosa “montagna della crisi”. Se nonostante tutto quello che sembra spingere nella direzione esattamente opposta riusciremo a mantenere ben salda questa idea e questa forza, allora, senza dubbio, i dodici mesi che abbiamo appena cominciato tra mille paure ed altrettante angosce potranno trasformarsi nella sospirata uscita dal tunnel di questa crisi soffocante. E’ questa la strada che può riportare fiducia e serenità in ciascuno di noi ed è anche questa la via maestra che può aiutarci a non avere paura di questo 2012 che tutti noi possiamo rendere tanto positivo quanto speciale.

6

BRESCIA UP

Editoriale

2012?


1961 2011

PELLICCERIA

VIA S. MARTINO DELLA BATTAGLIA 5C - BRESCIA WWW.COMPELBRESCIA.IT/COM


INDICE What else? C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

Luca Marinoni Direttore Responsabile (direttore@bresciaup.it) Manuela Prestini Caporedattore (redazione@bresciaup.it)

13

2522

30

58

Amministrazione (amministrazione@bresciaup.it) Sergio Filippini Pubbliche relazioni (info@bresciaup.it) Mario Omboni Marketing (commerciale@bresciaup.it) Laura Papini Impaginazione (ufficiografico@bresciaup.it)

Chiara Pellegrini Segreteria (segreteria@bresciaup.it) Stampa: Presservice Ottanta srl Photographer Rolando Giambelli Alan Pasotti Patrick Merighi Stefano Rossetti Selene Z. Hanno collaborato: Antonio Russo, Emanuele Lumini, Bonera Alberto, Roberto Cappiello, Edward Battisti, Giuseppe Petrocelli, Rolando Giambelli, Caterina Musciarelli, Andrea Cominetti, Federico Carlo Simonelli, Giovanni Missaglia e Renato Missaglia. Redazione: T: 030 35 82 603 M: +39 339 68 36 770

13 18 22 30 38 58 81 118 127

L’altro Sapori e Sapere il Mare in bocca Bruno Boni Radio Taxi Brixia Ristorante La Sosta Accademia SantaGiulia di Brescia Water Ski San Gervasio Bresciano Event Modella per un giorno Oroscopo 2012

Volkswagen raccomanda

Scopri tutti i prodotti che Volkswagen Financial Services ha ideato per te.

www.volkswagen-up.it GENNAIO duEmIlAdOdIcI

What else?

€. 2,50

87 Magenta Grafica web (87magenta.it)

In copertina questo mese: L’altro Sapori e Sapere il Mare in bocca Ph. Patrick Merighi www.bresciainvetrina.it

Quando piccolo diventa grande. In copertina L’altro Sapori e Sapere il Mare in bocca * Radio Taxi Brixia Event Showroom Volkswagen Via Triumplina, 49 25123 Brescia

tel. 030 2019711 fax 030 2010977

infovw@mandolini.it www.mandolini.it

Valori massimi: consumo di carburante, ciclo comb. 4,7 l/100 km - CO 108 g/km.

49

n°49

BRESCIAUP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N° 37/2007 D E L 8 S E T T E M B R E 2 0 0 7 . Testi e immagini della presente pubblicazione non possono essere riprodotti senza autorizzazione firmata da pubblizeta production.

Xs Motors McLaren MP4 12c * La Polveriera Vintage in Winter

Ph. Patrick Merighi

Abbonamenti: tel. 030 35 82 603 e-mail info@bresciaup.it

ANNO VI


VLS - Corso Cavour, 18 Brescia Tel. 393 6859790 wwww.vlsartdesign.com - info@vlsartdesign.com


Sp

e r e p a S e i r o p a S L’ altro il Mare in bocca

Il recupero accorto ed esclusivo, di un palazzo che trae le sue origini dalla storia più antica di Brescia, ci ha consentito di ricavare un ambiente raffinato ed esclusivo.

cucina a vista si lascia ammirare per l’avanzata tecnologia che abbraccia le moderne tendenze e competenze della ristorazione specialistica.

Gli spazi e gli arredi, i complementi e l’atmosfera conducono in un clima di armoniosa mescolanza fra modernità e tradizione, appagamento culinario ed intellettuale.

L’abilità di Gianluca De Carlo, 41 anni celebre chef e ristora ristoratore, noto per la sua eccellenza nel cucinare il pesce di mare nella tradizione italiana, utilizzando sempre ingredienti freschi.

L’Altro Sapori e Sapere si trova in uno degli angoli più antichi e suggestivi di Brescia. Un viaggio attraverso i sapori del mondo, ritrovando le tradizioni delle culture e delle civiltà più diverse e lontane, assaporando il piacere di emozioni armonicamente combinate tra la cucina di pesce e tradizionale. La

La sua firma è il piatto della “catalana rivisitata”. Dall’età di 15 anni lui, il terzo di due fratelli maggiori è cresciuto in cucina presso il ristorante dello zio, che dopo qualche tempo ha rilevato.

13


Dopo il diploma di scuola superiore si è specializzato con un master della scuola “Alma di Gualtiero Marchesi” arrivando ad ottenere pieni voti nel suo corso. Ha lavorato presso il ristorante La Cantinetta di Felino (PR), al Castello di Chiavenna Landi (PR), il Grand Hotel Casa Romagnosi (PR) ed il Gran Hotel Porro (PR) dove ha saputo guadagnare uno suo stile rinomato e indentificativo.. Tutt’ora si occupa di formazione e corsi di cucina per professionisti. In questa esperienza Gianluca è sostenuto da Annarosa Medaglia di 46 anni, diploma di scuola professionale e corsi di specializzazione, con una lunga esperienza nella gestione per la ristorazione che da sempre coltiva con attenzione e fantasia, amministratrice della NuMani Italia, sa rendere unico ed esclusiva la vostra permanenza presso il ristorante. Gianluca, Annarosa ed il loro staff, preparato ad hoc, sanno che avere il cliente a pranzo, vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa in tranquillità, attirando la vostra attenzione, la loro arte sarà a portata del vostro sguardo.

14 BRESCIA UP

L’antica arte del convivio si ispira: non solo al cibo, ma anche la positività che il luogo dona al piacere, creando armonia nel civile conversare. Gli elementi verranno scomposti, ricomposti, amalgamati e trasformati in un’infinita varietà di piatti; il cibo da elemento naturale si farà elemento culturale, tendendo la mano alla migliore interpretazione della cucina nel rispetto della tradizione italiana. L’ Altro Sapori e Sapere propone una cucina intellettuale, ricca di consapevolezza, in primo piano con i sapori mediterranei e le sue tendenze attuali, che vi propone piatti tipici e rivisitati per la quale è giustamente rinomato, portando al vostro tavolo il mare in bocca.


Sp 15


Una pausa all’aperto nell’isola pedonale più elegante e vitale della città: a pranzo per una veloce ma tranquilla parentesi dalla frenesia dei ritmi del lavoro, la sera per una cena dall’atmosfera più raffinata, mix ideale di aromi, luci, sottofondo musicale e servizio impeccabile. Telefona per prenotare al tel. 030 40073.

16 BRESCIA UP


17


18 BRESCIA UP


Ph. Marco Lucini

Loggia, Salone Vanvitelliano gremito tra letture ed immagini che raccontano la figura del ‘Sindaco per sempre’ Conoscere la storia di Brescia – concludono Paroli e Rolfi – significa anche e soprattutto capire l’importanza delle persone che hanno segnato la vita pubblica della nostra città. La mostra, che si è conclusa il giorno dell’Epifania ha avuto un grande successo, superando abbondantemente le 3.000 visite in soli 20 giorni di apertura. inizia In questa giornata alcune iniziative: la famiglia Boni ha consegnato all'Amministrazione comunale, nelle mani del vicesindaco Fabio Rolfi, convinto promotore della manifestazione, il libro "Lettere a Ines" come ringrazia mento per la disponibilità e sensibilita dimostrata nell'organizzazione delle iniziative in ricordo di Bruno Boni. Altra iniziativa, la presentazione dell’”Associazione Culturale Bruno Boni”, fondata recentemente da Franco Lucini, Roberto Boni e Giuseppe Promenzio. Tutte le iniziative e i programmi dell’associazione sono pubblicate sul sito www.brunoboni.org, per contattare i responsabili, info@brunoboni.org.

19


20 BRESCIA UP


21


Presentazione Cooperativa RadioTaxi Brixia

La Cooperativa Radio Taxi Brixia è stata fondata nel 1970 da un gruppo di taxisti che già allora cominciava a guardare avanti cercando di interpretare il lavoro in un modo nuovo, che fosse il più vicino possibile alle esigenze dei cittadini. In questi 40 anni della nostra storia, tutti i C.D.A. che si sono avvicendati alla guida della Coop. hanno cercato di mantenere quell’ approccio originario nell’

22 BRESCIA UP

affrontare le molte sfide che i cambiamenti sociali, politici e legislativi ci hanno messo dinnanzi. Da quel lontano 1970 la nostra Cooperativa è molto cresciuta, infatti attualmente eroga servizi per 100 radiotaxisti. Il C.D.A. è composto interamente da taxisti ( presidente, vicepresidente, e 3 consiglieri ). Oltre ai 5 amministratori, vi sono poi altre figure che collaborano al buon anda-


mento della società. Sono 3 rappresentanti di categoria, che gestiscono i rapporti tra taxisti, associazioni di categoria e uffici comunali. Abbiamo anche 1 incaricato alla raccolta pubblicitaria che grazie al suo impegno, è riuscito a costruire un’ importante rete di relazioni con molte realtà commerciali operanti nella nostra città e non solo. Infatti sulle nostre auto è possibile esporre la propria pubblicità sia all’esterno della vettura mediante pellicole adesive applicate sulle fiancate e sulla parte posteriore del taxi, sia all’interno del veicolo attraverso dei monitor dove vengono trasmessi dei filmati non solo pubblicitari. Si può richiedere un preventivo gratuito direttamente al 335 7307269 oppure via e-mail a pubbli@radiotaxibrixia.it. Altre figure importantissime all’ interno della Coop. sono i soci che si occupano del settore informatico/tecnico della centrale. Queste figure garantiscono una pronta assistenza ( praticamente 24 ore su 24 ) ai singoli taxisti e alla centrale. Per quanto riguarda il settore informatico, vi invitiamo a consultare il nostro sito internet www.radiotaxibrixia.it dove si possono trovare informazioni dettagliate come: costi dei servizi, tipologia degli stessi e tanto altro ancora. Anche il sito internet è stato progettato e realizzato completamente in “casa” grazie alla competenza dei nostri “tecnici taxisti”. Oltre alla collaborazione di queste persone, la Coop. si avvale anche dell’ opera di 7 dipendenti. Sono 5 centraliniste e 2 collaboratrici impiegate in segreteria. Per richiedere uno dei nostri taxi è molto semplice: basta chiamare il nostro centralino 24 ore su 24 030. 35111 oppure recarsi in uno dei nostri posteggi dislocati su

23


tutto il territorio urbano. I più importanti sono quello della stazione, Piazza Vittoria e Ospedale Civile ingresso principale, ma abbiamo delle postazioni fisse anche alla Poliambulaza, Cristal Palace, Piazza Arnaldo, Via Veneto e Via Milano davanti all’ingresso principale del cimitero Vantiniano. La nostra forza è di soddisfare il cliente entro pochi minuti dalla chiamata, con la possibilità di richiedere anche vetture per 5/6 persone, station wagon e taxi con servizio pos per Bancomat e carte di credito. Con questo organico siamo in grado di offrire numerosi servizi alla clientela; infatti, la nostra Società, oltre che con i privati, ha anche rapporti con molte realtà bresciane e non ( professionisti, attività commerciali ed istituzioni) con le quali abbiamo in essere delle convenzioni per la fornitura dei nostri servizi. Siamo anche impegnati nel settore dei disabili, infatti abbiamo a disposizione 3 mezzi attrezzati per il trasporto di carrozzine. Inoltre, per andare incontro alla clientela più anziana che spesso si rivolge a noi per trovare una risposta ai suoi problemi di mobilità, forniamo tessere prepagate a prezzo scontato agli ,” over 65 “. Ci preme inoltre ricordare che grazie al nostro gruppo sportivo, vengono organizzati eventi culturali e ricreativi che spesso hanno delle finalità benefiche. Ovviamente tutto quanto sopra esposto necessita di continui investimenti per essere sempre all’avanguardia. Grazie a questi impegnativi investimenti, possiamo tranquillamente asserire, senza tema di smentita, che siamo una delle Cooperative di taxisti in Italia tecnologicamente più aggiornata, essendo stati tra i primi, circa 10 anni fa, ad introdurre la localizzazione satellitare dei taxi. In tutti questi anni, il nostro” guardare avanti” non è mai venuto meno e riteniamo debba essere così anche in futuro in quanto ‘nonostante la crisi non abbia risparmiato il

24 BRESCIA UP

030-35111 24 ORE SU 24 Tipologia Di Servizi - Servizi Extraurbani (Si Puo’ Chiamare Per Eventuali Preventivi) - Tessere Prepagate (Scontate Per Gli Over 65) - Prenotazioni - Servizi Scuola - Servizi Disabili (Tre I Mezzi Attrezzati A Disposizione Dell’utenza) - Servizi Per Le Discoteche - Convenzioni Aziendali (Con Fatturazione Mensile Delle Corse Effettuate Dal Cliente)

nostro settore, stare al passo con i tempi è oggi più di ieri necessario per offrire un servizio sempre più efficiente, conveniente e rapido all’utenza.


25


Palestre 53

il nuovo mondo per allenarsi e rilassarsi

Palestre53 si trova a Concesio: struttura nuova e funzionale, permette di allenarsi in un ambiente professionale e informale. Da noi chiunque potrà trovare risposta alle proprie esigenze, con un denominatore comune: il BENESSERE. Noi viviamo l’allenamento come funzionale al benessere fisico e mentale, a partire proprio dalla sala pesi: istruttori in sala sempre a disposizione del cliente, allenamenti

26 BRESCIA UP

personalizzati compresi nella quota di iscrizione; perchè ognuno di noi, dal momento in cui decide di prendersi cura del proprio corpo, ha il diritto ad essere seguito da una persona competente. L’offerta dei corsi fitness è varia e sempre aggiornata, la zona relax compresa in qualsiasi abbonamento. All’esterno due campi da calcetto e da tennis in sintetico affittabili, nel periodo estivo corsi di tennis singoli e di


gruppo; palazzetto adiacente la palestra, convenzioni tra Palestre53 e piscina Tibidabo. MenSILe DI PROVA PeR TuTTI I nuOVI CLIenTI A SOLI 60€, SenzA PAGARe LA QuOTA ASSOCIATIVA. PROGRAMMA DI ALLenAMenTO PeRSOnALIzzATO COMPReSO neLLA QuOTA DI ISCRIzIOne. CORSI 2012: Pilates; Yoga; Minicorsi dedicati a addominali, glutei, gambe, spalle, petto; Step; Step tonic; Cardio training; Correttiva; Posturale. Abbonamento SOLO CORSI: 8 ingressi corsi (e zona relax compresa) a 40€ da consumare entro 2 mesi, quota associativa annuale 15€. zona relax con bagno turco. Tel. 030 2180965 www.palestre53.it | e-mail: info@palestre53.it Palestrecinquantatre

27


albergo Venturelli ****

B

ALBERGO RISTORANT E

envenuti all’Albergo Venturelli

È come sentirsi a casa, quando si soggiorna all’Albergo Venturelli. Un tempo abitazione dei nobili Camozzi (VII sec.), poi sede della guardia di finanza (IX sec.) ed infine locanda della famiglia Venturelli (fine IX sec.), l’ospite dell’Albergo si sente abbracciato da un rassicurante, ma mai invadente, profumo delle cose autentiche. A Borno fanno da corona le più belle montagne di Lombardia e la contemporanea vicinanza alle meraviglie del lago d’Iseo e al sito archeologico delle incisioni rupestri di Valle Camonica (UNESCO), fanno del Venturelli un perfetto punto di partenza sia per tours culturali che per l’escursionismo. Davvero non ci si aspetta di trovare ad un pugno di chilometri dalle grandi città ( Brescia, Bergamo, Milano) un paesino di montagna così bello, così ospitale, ricco di resti antichi! Un paese che sta cercando di vivere ponendosi come scopo quello di creare un filo tra passato e presente rafforzando quel legame forte tra uomo e natura che ha contraddistinto la sua millenaria cultura rurale.

L

s v


P

artendo dalla deliziosa piazza collocata al centro dell’abitato dove si affacciano antiche dimore coi loro portali di pietra e dove troneggia la splendida fontana ottagonale del ‘600, si dipartono i vicoli che si snodano all’interno del borgo. Girovagando per il paese si notano angoli suggestivi: le sette torri medioevali, le fontane all’interno degli antichi cortili, le strette viuzze lastricate. Sono incantevoli luoghi naturalistici che è possibile scoprire appena fuori dal paese: dalla Riserva del Giovetto al Lago di Lova, dai sentieri che si snodano nei pascoli che circondano l’abitato alle irte mulattiere che conducono sulle cime dei nostri monti. Che dire: ce n’è per tutti i gusti!

OSPITALITA’ SINCERA LIKE YOUR HOME - Via Roma, 9 - Borno (BS)

L

e nostre camere, sintesi tra ferro battuto, arredi in noce e colori pastello, rendono palpabile la sensazione di benessere globale. Ogni dettaglio è una carezza al vostro desiderio di quiete. Un bagno a vapore aroma terapico nella doccia idromassaggio è il modo migliore per concludere la vostra giornata.

L

a cucina; dagli gnocchi di pane, al salame di pasta fresca, dai brasati alla cacciagione, nei nostri piatti ritrovate tutta la corposità delle pietanze di montagna attentamente rivisitate da Chicco, chef di grande esperienza.


La Sosta, passione, tradizione ed evoluzione Abbiamo chiesto al titolare, Aldo Mazzolari, di raccontarci uno dei locali più prestigiosi della ristorazione bresciana.

di Luca Marinoni Non occorre certo un’analisi particolarmente approfondita per definire, in estrema sintesi, “La Sosta” di via S. Martino della Battaglia a Brescia come uno dei locali più prestigiosi e ricchi di tradizione della ristorazione bre-

sciana. Un nome conosciuto ed apprezzato e che rappresenta ormai da parecchi anni sinonimo di qualità sia nella cucina che nel servizio. Ma cosa rappresenta questo ristorante per il suo titolare, Aldo Mazzolari? Glielo abbiamo chiesto direttamente per scoprire i piccoli, grandi segreti di un protagonista di questo settore nella nostra provincia e non solo: “Non è facile rispondere a questa domanda – si interroga Aldo Mazzolari con

un eloquente sorriso – Io ci sono cresciuto, “La Sosta” è la mia casa e la mia famiglia. Il mio lavoro da sempre e l’attività alla quale mi sono dedicato con tutto me stesso da sempre. Un legame strettissimo, che ho cominciato dapprima come collaboratore accanto a mio padre e mio zio che hanno iniziato questa esperienza. In seguito questo rap30 BRESCIA UP


porto è proseguito ed è cresciuto per tutti questi anni fino ai giorni nostri. In effetti questo lavoro mi ha appassionato a tal punto che ho abbandonato i miei studi per dedicarmi interamente a questa attività. Studiavo ingegneria, studi che, in ogni caso, mi sono rimasti come bagaglio personale”. Un legame strettissimo con il suo locale, ma c’è un sogno con il quale guarda verso il futuro? “In tempi difficili come quelli che stiamo attraversando, mi sembra di poter dire semplicemente che il mio sogno è quello di continuare, di portare avanti questa tradizione e di proseguire il cammino che stiamo percorrendo adesso. La mia speranza è che tutto continui a funzionare per il

verso giusto e che il nostro ristorante possa mantenersi fedele alla filosofia che lo ha contraddistinto in tutti questi anni. C’è comunque un’evoluzione che si sta segnalando in maniera importante. E’ il settore del catering, una proposta che “La Sosta” sta portando avanti ormai da diversi anni e che sta riscuotendo un successo crescente.

31


Le richieste non mancano davvero e questa parte della nostra attività è in continua evoluzione. Speriamo che possa continuare su questa strada”. Tradizione ed evoluzione per un locale che rappresenta un punto di riferimento irrinunciabile per gli amanti della buona cucina bresciana. Ma se dovessimo indicare un vostro piatto per eccellenza di cosa potremmo parlare? “Se possiamo fare un solo nome – risponde deciso il titolare de “La Sosta”, che rimane chiusa la domenica sera ed il lunedì – io parlerei del capretto alla bresciana, doverosamente con contorno di polenta sempre bresciana. E’ un piato tradizionale della cucina di casa nostra e, nonostante il mutare dei tempi, rimane un piatto molto richiesto dalla gente. Noi prestiamo una particola-

32 BRESCIA UP

re cura agli ingredienti, tutti rigorosamente provenienti dalla nostra provincia, e il risultato è un sapore che conquista sempre tante persone”. Un fiore all’occhiello per “La Sosta”, una prelibatezza per il palato.


qi Clubbing, la grande firma del divertimento

A Erbusco c’è un locale che rappresenta una stella nel firmamento della musica e dello spettacolo, una vera e propria moda per chi ama condividere grandi eventi con gli amici. Il divertimento, la musica, la voglia

34 BRESCIA UP

di stare insieme sono tutti aspetti che ci portano verso un’unica, prestigiosa firma, quella del QI Clubbing & Restaurant di Erbusco, la stella delle serate giovani e nelle quali l’allegria non finisce mai, occasioni ricche di eventi


e di splendidi spettacoli. Per comprendere il coinvolgente cocktail di emozioni proposto dal locale alle porte della Franciacorta più di mille parole basta un semplice giro in una delle “esplosive” serate firmate QI Clubbing. Vere e proprie feste animate dalla presenza di tantissime persone che amano stare insieme e divertirsi. Un folto pubblico che si muove al ritmo della musica (la più in voga e la più elettrizzante), ma che gusta anche i manicaretti proposti dalla cucina e le bevande elaborate con mano sapien-

te dal bar. In tutto questo e nel crescente successo che sta ottenendo il QI Clubbing, definito non a caso da molti il “faro della notte” per chi vuole divertirsi, un ruolo di particolare importanza è quello riservato al programma, spettacoli che trovano nelle serate del venerdì, del sabato e della domenica il momento clou di un cartellone che non ha davvero eguali nel mondo delle discoteche. Eventi e show che si susseguono a ritmo serrato e che portano nelle sale del locale di Erbusco tutti i migliori nomi della dance e dei generi musicali più coinvolgenti. Le serate-evento, a

35


tal proposito, sono numerose e si passano il testimone come in una vera e propria staffetta del divertimento e della grande musica. A tal proposito sono già in molti a guardare con grande attenzione alla data del prossimo sabato 12 marzo, quando l’event presentato sarà di quelli in grado di richiamare il pubblico delle grandi occasioni. In effetti, pur senza voler togliere il piacere della sorpresa, la serata proporrà nella main room la presenza degli special guest djs Nello Simioli e Gianluca Grezzi, mentre le voices saranno Kristal e Laura Z. Da non perdere neppure la programmazione del privée, dove suoneranno Luchino e Robbie Dox, special guest djs. Ma questa sarà soltanto una delle infinite, magiche serate del QI Clubbing, il locale che riesce a rendere speciale ogni notte per un divertimento contagioso e tutto da provare.

36 BRESCIA UP

via delle Iindustrie, 79 25030 Erbusco


Fotografia Mattia Bocchi

Palestra Piscina Corsi Fitness Corsi Wellness Centro Benessere Centro Estetico


Il poloLa nuova dell’arte a Brescia frontiera dell’educazione e della formazione (Accademia SantaGiulia, Machina Institute e MachinaImpresa)

di Luca Marinoni In via Tommaseo a Brescia c’è una realtà, composita ed innovativa, che merita veramente di essere conosciuta più da vicino. Un compito che lascia spazio a molte sorprese e a tanti spunti di assoluto interesse che abbiamo voluto affidare al direttore Riccardo Romagnoli: “La nostra è una “famiglia” numerosa e variegata – spiega il professore nel suo ufficio – Abbiamo infatti Machina Institute, una scuola triennale che insegna materie come moda, marketing e design e che dallo scorso 24 ottobre, inoltre, ha subito una trasformazione molto interessante a livello formati-

38 BRESCIA UP

vo proponendosi con nuovi percorsi che rappresentano un innovativo approfondimento delle materie che presentano maggiori prospettive in chiave futura e che sono stati immediatamente accolti con entusiasmo e interesse da parte dei nuovi studenti”. Al nostro interno, nello stesso tempo, c’è l’Accademia delle Belle Arti SantaGiulia che comprende indirizzi come grafica e comunicazione, decorazione, interior design, pittura, scultura, scenografia, restauro, progettazione artistica per l’impresa, nuove tecnologie dell’arte, didattica dell’arte per i musei. Accanto a tutto questo, proprio per non farci mancare niente,


abbiamo avviato Machina Impresa, un corso di formazione per dodici giovani imprenditori che stiamo formando, appunto, attraverso un’attività pratica e concreta. Questi giovani, che hanno potuto aderire a questa iniziativa grazie ad un bando pubblico, fanno consulenze con noi e portano avanti la loro attività quotidiana con il supporto che noi garantiamo loro”. Davvero tante proposte per preparare il futuro dei giovani… “L’intento – conviene il direttore Romagnoli – è proprio questo. Del resto il nostro istituto crede nei giovani e nella possibilità di costruire il loro futuro. Da questa salda convinzione di partenza prendono spunto i nostri corsi e tutte le iniziative che di volta in volta caratterizzano i diversi settori”. Al giorno d’oggi, dun39


que, è ancora possibile credere nel futuro delle nuove generazioni? “Noi lo facciamo tutti i giorni. Siamo convinti che con una valida preparazione di base i giovani possano guardare avanti con maggiore fiducia e con la concreta possibilità di far valere le loro reali qualità. In effetti possiamo affermare che chi passa attraverso la nostra scuola riesce sempre a trovare gli sbocchi professionali desiderati. Senza dubbio una bella consolazione per i nostri ragazzi, ma anche un premio per i nostri sforzi”. E’ per questo che in questi ultimi anni avete evidenziato una crescita costante? “In tutta sincerità – conclude il professor Riccardo Romagnoli – noi non ne facciamo una questione di numeri, anche se pure quelli hanno la loro bella importanza. Quello che a noi interessa è la qualità dell’insegnamento che trasmettiamo e delle esperienze che consentiamo di maturare ai nostri studenti. Il nostro obiettivo è presentare per l’ingresso nel mondo del lavoro giovani e figure professionali 40 BRESCIA UP

che siano preparati e in grado di far valere tutto quello che hanno appreso durante il loro cammino di formazione”. Questa, in estrema sintesi, è la mission di un istituto che si sta facendo conoscere ed apprezzare sempre di più nel panorama scolastico non solo della nostra provincia e che può essere facilmente raggiunto per tutti coloro che desiderassero informazioni più dettagliate al numero 030.383368 oppure visitando gli appositi siti sempre aggiornati.


www.presser vice80.it

PHONE

24068 SERIATE (BG) - Via Fonderia Rumi, 7 - info@presservice8o.it

035.038.52.59


ECONOMIA

Sostegno allo sviluppo. i fondi Europei e non solo…al nostro servizio. La crisi economica ha intaccato la fiducia delle imprese, ha aumentato il numero dei disoccupati e sta mettendo sotto pressione le finanze pubbliche. Il rapporto banca-impresa inadeguato ha concorso a privare le aziende dei mezzi finanziari per cogliere le opportunità di sviluppo. Per agevolare nuovi investimenti è possibile o meglio, doveroso, utilizzare i fondi che l’UE mette a disposizione degli Stati membri. Le risorse stanziate si dividono in Fondi diretti (c.a. 48 miliardi di euro), gestiti direttamente dalla Commissione Europea, e Fondi indiretti (c.a. 347 miliardi di euro), gestiti direttamente dallo Stato membro (Fondi strutturali). Le imprese italiane possono accedere ai programmi comunitari attraverso bandi periodici, call for proposal, su ambiti definiti e in merito a temi precisi. Sebbene quantitativamente meno importanti rispetto agli strutturali, i fondi a gestione diretta stanno assumendo carattere sempre più strategico in un contesto mondiale globalizzato ed in forte concorrenza tra sistemi produttivi Nazionali. I Fondi a gestione indiretta, Fondi strutturali, rappresentano, invece, uno dei programmi di spesa pubblica multinazionale più grande del mondo. L’Italia riceve la maggior parte dei finanziamenti comunitari attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo sociale europeo (FSE), la gestione dei progetti avviene esclusivamente a livello nazionale e regionale con i seguenti obiettivi: Convergenza, Competitività regionale e occupazionale e Cooperazione territoriale europea. Il programma nasce per favorire la coesione tra le aree più povere e più ricche d’Europa e si manifesta attraverso il Quadro Strategico Nazionale (QSN), periodo 2007-2013. In base alle tematiche da affrontare ogni Regionale definisce, poi, le strategie di sviluppo del proprio territorio e le modalità di utilizzo e di impiego dei fondi a disposizione attraverso i Programmi operativi nazionali (Pon), la cui Autorità di gestione è un’amministrazione centrale, Programmi operativi regionale (Por), multisettoriali, riferiti alle singole regioni e da esse gestiti e Programmi operativi interregionali (Poin), per tematiche in cui risulta efficace un’azione coordinata fra Regioni. Per i fondi strutturali sono stati stanziati un totale di 347 miliardi di euro tra il 2007-2013 in tutti gli stati menbri dell’UE per un totale di 455 programmi e nel 2010 il Consiglio europeo ha definito uno stanziamento supplementare sul bilancio dell’UE di 4 miliardi di euro, l’accordo prevede 300 milioni 42 BRESCIA UP

di euro per i Fondi strutturali. Ad oggi, p e r ò , meno del 10% del totale dei fondi stanziati sono stati effettivamente utilizzati, infatti, miliardi di euro di f o n d i giacciono inattivi. L’Italia ha dimostrato, negli ultimi anni, di aver fatto dei progressi nell’utilizzazione dei fondi comunitari ma molti passi in avanti ancora dovranno essere compiuti. La mancanza di trasparenza, scarsa assistenza tecnica nell’avvio e nell’implementazione dei progetti, scarsa capacità progettuale e assoluta inesperienza dei meccanismi di premialità sono tra le criticità emerse per il non utilizzo dei fondi che entro il 2015, se non ottenuti, saranno persi e torneranno nel calderone di Bruxelles. A questo proposito, da qualche anno, l’UE ha adottato nuove misure che mirano a semplificare le regole di gestione dei fondi strutturali, ridurre le lungaggini burocratiche e i tempi di erogazione e aumentare il livello qualitativo dell’informazione facilitando così l’ottenibilità da parte delle Aziende e diffondendo la cultura della responsabilità per evitare che l’utilizzo dei fondi venga considerato come un semplice adempimento piuttosto che come un’importante opportunità d’investimento e di cambiamento.

Dr. L Caldarelli Caldarelli@ggspa.it www.ggspa.it


Print Minini srl, concessionario Xerox per Brescia e provincia,è presente nel settore dell’office automation dal 1992. Nel corso di questi anni Print Minini si è conquistato la fiducia delle aziende che si sono affidate alla concessionaria grazie alla serietà e alla corretezza con le quali da sempre lavora. Le molteplici soluzioni proposte da Print Minini, sia per le apparecchature in vendita che a noleggio , grazie anche all’innovativo contratto di assistenza che prevede un costo-copia tutto incluso, sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza aziendale di riproduzione documenti, sia a colori che in bianco e nero . La gamma proposta spazia delle piccole fotocopiatriciadatte per i bassi volumi di copie sino alle copiatrici / stampanti multifunxione in grado di produrre sino a 300.000 copie/mese, oltre che poter essere agevolmente utilizzate come scanner, fax o stampanti di rete. Imterpellateci o passate a trovarci, siamo certi di avere una soluzione su misura per la vostra azienda, qualunque siano le vostre esigenze di copiatura o di budget. Il nostro contatto di assistenza con costo copia “tutto incluso” vi consentirà di pianificare le spese senza sorprese.

QUALITA’ e ASSISTENZA Lavoriamo fianco a fianco con una equipe di professionisti che intervengono tempestivamente in caso di malfunzionamenti o guasti, offrendo manutenzione e assistenza tecnica impeccabile. Il team è infatti sempre aggiornato grazie a corsi di formazione gestiti direttamente dalla Xerox, ai quali partecipa costantemente.

FOTOCOPIATRICI STAMPANTI / MULTIFUNZIONE XEROX


Rubrica

Edward Battisti

La battaglia di Azio

Una battaglia navale molto cruenta, avvenuta nelle acque di Azio vicino all’isola di Corfù e che può definirsi una vera e propria guerra tra Roma ed il Regno tolemaico d’Egitto e purtroppo, anche l’ultimo capitolo, della millenaria storia egizia. Combattutasi il 2 Settembre del 31 A.C., segna una pesante sconfitta delle milizie africane, con Egitto, che viene trasformato di fatto, nella prima provincia romana imperiale. La scintilla, fu scatenata da Marco Antonio, che dopo aver conquistato nel 34 A.C. l’Armenia con l’aiuto delle esercito di Cleopatra VII, sua amante (l’idillio nacque nel 42 a.c. a Tarso dove il nostro si era recato, per verificare la lealtà dell’Egitto verso Roma), nominò la stessa Cleopatra “Regina dei re” ed il figlio da lei avuto con Giulio Cesare, Cesarione (Tolomeo XV), reggenti di Cipro, dividendo ed assegnando inoltre la parte orientale dei domini di Roma (Armenia, Media, Paria, Pirenaica, Libia, Fenicia , Siria e Cilicia) ai figli avuti da Cleopatra, Alessandro Helios, Cleopatra Selene e Tolomeo Filadelfo, celebrando il tutto, ad Alessandria (Donazione 44 BRESCIA UP

di Alessandria). La cosa non poteva certo essere gradita ed accettata da Roma, a cuì non piacque la pomposità dell’evento e soprattutto il duro colpo accusato, dalla grave ingerenza di Marco Antonio, nelle sue faccende di stato. I figli dell’ex triumviro, erano sì Romani, ma in pratica l’assegnazione di questi titoli, li poneva al subordine di Cleopatra e dell’Egitto, estromettendo dunque Roma, da qualsiasi autorità sulle terre d’Oriente. Ottaviano, non ancora Augusto (titolo che gli verrà assegnato nel 27 a.c.), utilizzò questo pretesto, per compattare il Senato per un’azione di forza, proclamando Marco Antonio, nemico di Roma. In realtà, sotto l’aspetto inconfutabile di un vero e proprio tradimento da parte di Marco Antonio, che doveva dunque essere punito, Ottaviano temeva in realtà, la possibilità tutt’altro che remota, di una qualche rivendicazione al potere, da parte di Cesarione, figlio come detto, di Giulio Cesare e quindi con diritti dinastici e con la possibilità di costruire così, quell’immenso impero Romano – Egizio, sogno mai sopito, della madre Cleopatra, ma questo lo avrebbe di fatto esautorato, da qualsiasi ambizione di


potere, e da uomo politicamente astuto come egli era, non poteva certo lasciare passare liscia, un’occasione del genere. La guerra fu comunque dichiarata all’Egitto, ed a Cleopatra e non direttamente a Marco Antonio, per evitare di scatenare a Roma una guerra civile. Si combattè sulle acque e non in terraferma. La decisione sembra sia stata presa da Cleopatra, che si sentiva forte con una flotta numerosa, non calcolando però che in realtà possedeva navi pesanti, poco adatte al combattimento, in quanto difficilmente manovrabili e dotate oltretutto di ampia vela e quindi vulnerabili agli incendi, mentre la flotta romana, meno numerosa, ma più agile e meglio comandata dal valoroso Vipsanio Agrippa, poteva con buona facilità, destreggiarsi tra l’immenso groviglio di remi e vascelli, disposti all’inizio del combattimento, concentricamente uno di fronte all’altro, al largo di Azio. Alcune innovazioni tecniche da parte della flotta romana, caratterizzarono il conflitto, quali l’utilizzo di una sorta di rampone per favorire l’abbordaggio delle navi, costituito da un grosso uncino di ferro, che veniva usato per artigliare le navi nemiche ed affiancarle a quelle romane. Innovazione interessante, non certo decisiva per le sorti, ma comunque dotata di buona efficacia. Come sempre accade in queste cose, non fu solo l’abilità strategica ad aiutare la flotta romana. Un’epidemia di malaria, una tempesta, ed un certo malumore di parte delle milizie egizie crearono, un grave deficit di partenza. Le cose per la flotta egizia, si misero subito male e nonostante il comportamento valoroso delle truppe, nulla si potè di fronte alle più agili navi romane. Marco Antonio non si distinse certo per coraggio, battendo in ritirata per raggiungere Cleopatra, che vista la mal parata, si era quasi immediatamente e prudentemente, allontanata con la sua nave. La rimanente flotta egizia, si arrese dopo aver perso 400 navi e ben cinquemila uomini, Marco Antonio riparò ad Alessandria, dove cercò di riorganizzare un esercito per controbattere Ottaviano, che ricevuto il via libera dal Senato di Roma, voleva annientare definitivamente l’insidioso nemico. Il tentativo naufragò miseramente e Marco Antonio vinto dall’umiliazione e dal rimorso, si suicidò. Clepoatra tentò a sua volta di conquistare con il suo fascino anche Ottaviano, come già aveva fatto con Giulio Cesare e Marco Antonio, ma il tempo come per tutti, era passato anche per lei, ed aveva perso gran parte del suo splendore, fallendo perciò nel suo tentativo. La morte per il morso di una aspide, vipera tipica del deserto, potrebbe anche essere vera, anche se i contorni sull’episodio si contornano di echi da leggenda. Con lei muore l’ultima regina tolemaica. Cesarione viene fatto uccidere da Ottaviano, sorte che toccherà anche a Marco Antonio Helios, mentre gli altri due figli avranno le vite risparmiate e Cleopatra Selene sposerà re Jubia di Mauritania, diventando una buona regina.

45


Rubrica

Roberto Cappiello Consulente Finanziario Indipendente Fee Only

L’Italia e il mondo: la sfida che ci attende Per comprendere la dimensione del problema Italia, dell’euro e dell’intero sistema finanziario mondiale, è necessario contestualizzare le informazioni, è necessario fare dei raffronti che ci consentano di guardare in modo razionale e consapevole a ciò che ci aspetta se non riusciamo a creare le condizioni per ingranare una sana e robusta ripresa nei prossimi mesi. E’ dalla fine degli anni novanta che l’Italia vive una crescita debole con un PIL pro capite negativo, a livelli appena superiori a quelli di Paesi come lo Zimbabwe e Haiti. Inoltre, i recenti dati economici indicano che il nostro Paese si sta accingendo ad entrare di nuovo in una profonda recessione. La situazione richiede misure urgenti, anche perché noi un giorno si e l’altro pure, siamo sul mercato a chiedere il rifinanziamento del debito; nel 2012 avremo bisogno di qualcosa come 440 miliardi di euro e, se non li contestualizziamo, rischiamo di sottovalutarne il peso. Intendiamoci, l’Italia non è la Grecia, l’ho scritto in altri articoli su queste pagine, perché solo la ricchezza in mano allo Stato e alle famiglie vale quasi 6 volte il nostro PIL, stiamo parlando di circa 9.000 miliardi di euro. D’altra parte se il costo del nostro debito continua a salire e a rimanere intorno al 7% / 8% diventa insostenibile con la debole crescita che abbiamo e, se non adottiamo misure adeguate, credibili, e praticabili, è un attimo che...... Le soluzioni, a parte quello che sarà in grado di proporre e realizzare questo Governo tecnico con il necessario sostegno del Parlamento (mi auguro che facilitino l’intraprendenza e la forza dei giovani con misure adeguate, perché loro malgrado, sono rimasti un notevole potenziale inespresso), a mio parere, potrebbero essere due: la prima potrebbe essere un’unione fiscale completa all’interno dell’Eurozona, con i famosi eurobond proposti da Tremonti e Jean Claude Juncker (Presidente dell’Ecofin). Ciò comporterebbe che i Paesi del nord Eu46 BRESCIA UP

ropa si prendessero la responsabilità del debito del sud Europa, e per il sud Europa si tratterebbe di rinunciare ad una fetta più o meno consistente della propria sovranità; in entrambi i casi le resistenze da superare sono forti, soprattutto perché la Germania vi si oppone con determinazione. La seconda potrebbe essere quella di cominciare a stampare nuova moneta o abbassare ulteriormente il tasso di sconto, come fanno negli Stati Uniti, cosa che sarebbe un bene per i Paesi debitori del sud Europa, ma sarebbe un male per le nazioni creditrici del nord Europa, in quanto i loro risparmi sarebbero ridotti in polvere dall’inflazione. Ad ogni modo, una cosa è certa, una soluzione per venirne fuori va trovata alla svelta. Veniamo così ai numeri. Nel 2001, i mercati finanziari mondiali sono stati scossi violentemente dal default argentino, si trattava di 95 miliardi di dollari di debito sovrano (al cambio attuale, circa 70 miliardi di euro), che ad oggi rimane il più grande default sovrano della storia. Le economie dell’America Latina sprofondarono nel caos, e il Brasile evitò solo per poco il default grazie a


un massiccio intervento di salvataggio da parte del Fondo Monetario Internazionale. Nel 2008, il collasso della Lehman Brothers, la più grande bancarotta di un’azienda, fece esplodere la più grave crisi finanziaria dalla Grande Recessione del 29’. Lehman Brothers era in passivo per 613 miliardi di dollari (al cambio attuale, circa 450 miliardi di euro). Quest’anno è stato il turno della Grecia. Il suo livello di indebitamento sta rapidamente crescendo e, includendo i prestiti di salvataggio, la Grecia ha un debito attuale che ammonta a circa 350 miliardi di euro (o 480 miliardi di dollari). Se confrontiamo questi dati con quelli del terzo Paese più indebitato al mondo, con debiti poco al di sotto dei 2 mila miliardi di euro (o 2.5 mila miliardi di dollari), la nostra Italia appunto, comprendiamo bene di cosa parliamo; un default che sarebbe di quattro volte e mezza superiore alle dimensioni di quello della Lehman Brothers, e di ben 27 volte superiore a quello dell’Argentina. Se ci fosse un default dei titoli di stato italiani, probabilmente anche le banche subirebbero un default. Unicredit, che è la maggiore banca italiana per asset, ha due volte il debito che aveva la Lehman. Se l’Italia dovesse seguire la strada della Grecia saremo di fronte alla peggior crisi finanziaria mai vista, e poiché le banche europee sono grandi finanziatrici anche fuori dall’Europa, la depressione economica avrebbe proporzioni globali. Chiarito il quadro generale della situazione, come si possono proteggere gli investitori in uno scenario come questo? Attraverso una corretta Pianificazione Finanziaria per Obiettivi, che consenta di affrontare con relativa serenità i momenti difficili che potrebbe riservarci il futuro. Se le scelte sono fatte in modo consapevole, comprendendo ex ante, che le dinamiche che muovono i mercati sono intellegibili ai più, qualunque decisione o scelta di investimento che facciamo, sarà la migliore scelta possibile che in quel momento potevamo fare, se opportunamente contestualizzata e razionalmente elaborata. Dopo c’è solo il tempo della riflessione per imparare a gestire al meglio l’emotività che è una parte importante della nostra natura umana. In ogni caso non deve mancare una buona diversificazione su titoli obbligazionari corporate e governativi, con buoni rating, acquistati direttamente o attraverso fondi o ETF a seconda del portafoglio; e, nella probabile evenienza che le banche centrali stampino moneta, è anche sensato proteggersi dall’inflazione. Sorprendentemente, le obbligazioni indicizzate all’inflazione stanno prezzando uno scenario di bassa inflazione e non è affatto sbagliato destinare una fetta del nostro portafoglio a tale asset. Riferimenti: Studio Cappiello, Via fratelli Lechi 13, 25121 Brescia, Tel/Fax 0305030934, www.studiocappiello.it il dott. Cappiello è delegato Aduc (Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori) per Brescia

47


Rubrica

di Antonio Russo

Ottimismo & Ottimismo Apriamo il nuovo anno con una nota di ottimismo. Il mito americano è radicato sull’utopia che “ognuno può diventare Presidente”. E’ la stessa filosofia dell’aforisma che “la vita è una cosa meravigliosa”, è la stessa dell’ufficiale superiore che dice “Tieni duro, andrà tutto bene!” al soldato morente, con il corpo crivellato di pallottole. E’ la stessa che fa dire “E’ tutto finito, è passato!” alla persona che piange perché gli hanno appena comunicato che si è conclusa una relazione che si pensava fosse speciale. Questi pensieri, queste affermazioni vengono chiamate “profezia che si auto-avvera” se pensiamo bene, le cose andranno bene. Se pensiamo male, le cose andranno male. L’ottimismo è senza dubbio la base del successo. Questo pensiero, non è diverso da quella che per secoli ha condotto e governato le azioni umane, solo che al posto dell’ottimismo c’era l’aspetto religioso. Essere religioso e avere fede negli dei o in Dio procurava il paradiso dopo la morte e la felicità in vita. E’ lo stesso pensiero che governa tutt’ora oggi il mondo islamico. L’Illuminismo ha tentato di sostituire la fede con la ragione, ma è durato poco meno di sue secoli. Oggi l’Occidente è dominato dal credere fortemente nell’ottimismo. Il Presidente Americano Obama è stato eletto a furor di popolo al grido di “Possiamo farlo!” (ricordo che facebook è stato il suo trampolino di lancio) e anche se nessuno ha ancora capito cosa possiamo fare, tutti sembrano certi che lo faranno, addirittura il premio Nobel per la pace viene dato ad Obama, con l’idea che lo indurrà a fare meno guerre, e seppure il presidente aumenta le truppe in Afghanistan non c’è problema....”andrà tutto bene!”. Le coste del Golfo del Messico stanno trasformandosi in un luridume enorme, ma siamo ottimisti, veniamo rassicurati che prima o poi il petrolio cesserà di sgorgare. Arriva la crisi economica mondiale e tutti non fanno che annunciare che finirà, senza sottolineare i danni permanenti che sta causando. La disoccupazione arriva a percentuali di due cifre ed i maghi/consulenti dell’ottimismo fanno notare che chi 48 BRESCIA UP

non trova lavoro è perché manca di tenacia e fiducia in se stesso. Le imprese che chiudono sono quelle che non credono e non hanno investito nel futuro, non quelle che hanno perso i clienti e si sono visti rifiutare i fidi bancari. Milioni di famiglie stanno tornando a mangiare solo pane e pasta, ma vengono invitate all’ottimismo con la notizia che ci sono Paesi limitrofi nei quali anche il pane a la pasta scarseggiano. Credo che la fede del credere è certamente importante, ma sostituirla in toto alla ragione ha la sola funzione di colpevolizzare. Se non sei felice, non hai un lavoro, una casa, una famiglia è perché non hai abbastanza fede, non sei ottimista: è solo colpa tua. La colpevolizzazione è stata da sempre la più potente arma del potere politico, religioso, economico, burocratico e familiare. Quindi, l’equazione infelicità uguale mancanza di fede e ottimismo, scoraggia la ricerca razionale di altre cause e mette il potere al riparo dal giudizio. Le varie rivoluzioni francese, americana e russa, il risorgimento e la resistenza non sarebbero mai esistiti se i popoli fossero stati ipnotizzati con il pensiero dell’ottimismo: i cambiamenti sono possibili solo se pensiamo che l’esistente non sia accettabile e che “passerà” e “tutto andrà bene” solo con una radicale sterzata, un sostanzioso cambiamento. Vi lascio riflettere con un aforisma di Kafka: “da un certo punto in avanti non possiamo più tornare indietro, è quello il punto a cui dobbiamo arrivare...” Vuoi saperne di più, scrivi a: direzione@numani.it


studioimpronta.it

hotelfieradibrescia.it 84 nuove camere per ospitare i vostri affari.

E’ APERTO IL NUOVO CENTRO CONGRESSI

CON SALE DA 15 A 300 POSTI

√ L’Hotel Fiera di Brescia è una nuovissima struttura, che unisce efficienza, modernità ed eleganza. √ E’ situato a poche centinaia di metri dal casello A4 Brescia Ovest. e a pochi minuti dal centro città. √ L’Hotel propone 84 camere, dalla tipologia Classic alla Deluxe, dotate di ogni confort. √ Disponibile accesso riservato: sappiamo darvi il benvenuto con la massima discrezione. √ Assicuriamo un servizio superiore, a prezzi da 3 stelle.

Via Orzinuovi, 135/139 | 25125 Brescia tel. 030.3530285 - fax 030.3541867 www.hotelfieradibrescia.it


Rubrica

di Emanuele Lumini *Partner:

Studio Lumini

consulenza societaria, tributaria ed aziendale

www.studiolumini.it

Vita sempre più dura per le società in perdita Per effetto delle disposizioni contenute nella “Manovra di Ferragosto” (articolo 2, commi da 36-decies a 36-duodecies) a decorrere dal 2012 il regime previsto per le “società di comodo” viene ulteriormente inasprito con conseguenze molto rilevanti per le società che non dovessero soddisfare i requisiti minimi di produttività stabiliti dal legislatore. Le principali modifiche alla normativa riguardano da un lato l’incremento dell’aliquota IRES applicabile sul reddito figurativo imponibile maggiorata dal 27,5% al 38% qualora una società fosse considerata di comodo e dall’altro tra le ipotesi di applicazione della normativa è stato introdotto il caso in cui una società sia in perdita fiscale per 3 esercizi consecutivi. La nuova ipotesi di non operatività si ha quando una società per tre esercizi consecutivi ha conseguito una perdita fiscale : dall’esercizio successivo essa diviene società di comodo. Tale fattispecie colpisce tutte le società, a prescindere dalla natura giuridica e soprattutto a prescindere dalle risultanze del consueto “test” di operatività. La stessa presunzione opera anche nel caso in cui una società, nel triennio da considerare, rilevi due esercizi in perdita fiscale e l’anno residuo con un reddito inferiore al reddito minimo stabilito ai sensi dell’articolo 30, comma 3, legge n. 724/94. Da sottolineare che non rilevano le perdite “civilistiche” risultanti nei bilanci societari – che tengono conto anche delle imposte di competenza, IRAP inclusa – ma solo quelle fiscali. Ma cosa sono le società di comodo? Secondo la 50 BRESCIA UP

storica dottrina fiscale, sono quelle società che possiedono dei patrimoni (beni strumentali, immobili, investimenti finanziari) e che producono dei ricavi incongruenti, in relazione a determinate percentuali di calcolo. Questo fatto le fa risultare società create apposta per intestarsi determinati beni. Da qui il “non operative”. Ora, che a questi soggetti, siano equiparate , anche le società che, subendo le difficoltà della crisi economica di questi anni, chiudono in perdita sembra una scelta alquanto forzata. In conclusione si ricorda che vi sono delle cause di non applicazione della disciplina, in particolare, tra le altre, la stessa non risulta applicabile alle società di medie/grosse dimensioni che abbiano avuto nei due esercizi precedenti un numero di dipendenti mai inferiore alle dieci unità ovvero alle società che risultano congrue e coerenti ai fini degli studi di settore.


BENVENUTO NEL MONDO

NOME �O�NOME DATA D� NA���TA

WWW.GIOVENTUCARD.IT


Rubrica

Prof. Alberto Bonera

Tutto passa... Tutto passa. Passa il cielo, passano le stelle. Un altro anno è passato. Uno nuovo è principiato, sotto non fausti ausp-I.c.i. Guardarsi alle spalle non giova ad alcuno. E’ doveroso procedere oltre coraggiosamente, fosse anche ad attenderci il deserto da attraversare. A guidarci non c’è Mosè, il profeta, ma Monti, il professore, dalla favella asciutta e algida e dallo stile impeccabile chirurgico- cardinalizio. C’è poco da scherzare. Questa volta la terapia d’urto è di quelle che gravano, forse insopportabili per molti. Chi campa, vedrà. A noi, dopo la visita al presepio, non resta che uno splendido inaspettato stendardo azzurro del cielo e il dorato riso di un sole ardente e quasi sfrontato, che si beffa dei rigori invernali, risplendendo immortale e superbo sulle nostre sciagure politico- finanziarie. La nostra meta, a detta dei nuovi argonauti, resta ancora e sempre l’Europa, donna splendida e fatale, che però non ci ha per ora concesso neanche un minuto di amore, seducente e irraggiungibile come certe chimere antelucane. Ma per amore si deve soffrire. Se no, che merito vi sarebbe nella conquista? Orsù, dunque,alziamo la testa e procediamo uniti, come uniti forzosamente procedevano le colonne di schiavi che ceppi e catene vincolavano gli uni agli altri. La schiavitù è l’amaro destino dei popoli che perdono il culto della vera Divinità tramandato dagli avi e adorano, come noi abbiam fatto e seguitiamo a fare, i falsi idoli stranieri. Anche il sacrificio più strenuo è vano se votato a un idolo fatuo. Non dimentichiamo: crisis 52 BRESCIA UP

significa scelta, decisione. E allora è tempo di lasciare il pensiero debole e decidersi a un cambiamento audace di mentalità e di visione del mondo. Certo, a vedere certe facce esangui o sbigottite dei bresciani che girano in centro o di certe pur avvenenti donne bresciane che a stento abbozzano un sorriso forse per non scomporre il disegno delle labbra troppo spesso incautamente restaurate, non c’è di che confortarci. Tuttavia una persona matura non guarda più agli uomini- orsi, ma alle stelle dell’Orsa…


• Liposcultura non inasiva e indolore • Permette di trattare aree molto ampie • Velocità ed efficacia in assoluta sicurezza • Riduzione della cellulite • Riduzione dei pannicoli adiposi • Eliminazione depositi grassi

I VANTAGGI

Radiofrequenza

I RISULTATI

• Una procedura non inasiva e indolore • Risultati visibili già dalle prime sedute • Una tecnologia innovativa e versatile, • Applicabile a tutti i tipi di pelle, comprese quelle abbronzate

I RISULTATI

• Riassorbimento e drenaggio dei liquidi in eccesso • Riassorbimento edema locale • Contrazione delle fibre di collagene (effetto liftante) • Stimolazione di nuovo collagene

class

Osmosi

I VANTAGGI

Brescia, Piazza Mons. Almici, 17/18 Centro Forum Brescia 2 +39 030 224207 / +39 340 8016385 NuMani Italia

www.numani.it


itech K indle è un comodo lettore di eBook portatile, che permette di scaricare libri in meno di 60

secondi con una connessione wireless. Lo schermo di Kindle funziona a inchiostro: sembra di leggere su un foglio di carta, niente a che vedere con lo schermo di un computer. Con Kindle puoi leggere ovunque, anche al sole, senza riflessi sullo schermo. Kindle è sottile come una rivista, pesa meno di un libro tascabile, e contiene fino a 1.400 libri.La durata della batteria permette di leggere fino a un mese senza doverlo ricaricare. Hai appena finito un libro? Grazie al Wi-Fi integrato di Kindle, puoi scaricare il volume successivo direttamente sul tuo dispositivo con una connessione wireless: non è necessario possedere un computer. Il tuo Kindle è subito pronto all’uso: non devi installare programmi né sincronizzare il dispositivo con un altro computer. Prezzo: 99 euro su Amazon.it

Schermo Dimensioni Peso Requisiti di sistema Memoria Batteria

Tempi di caricamento

Connettività Wi-Fi

Porte USB Formati supportati

Schermo da 6 pollici ad inchiostro elettronico E Ink. I font brevettati di Kindle sono ottimizzati per una visualizzazione nitida e chiara. Risoluzione: 600 x 800 pixel a 167 ppi, 16 sfumature di grigio. 16,6 cm x 11,4 cm x 0,87 cm. 170 grammi. Nessuno: con la connettività wireless non serve un computer per scaricare contenuti. Contiene fino a 1.400 libri o 2 GB (approssimativamente 1,25 GB disponibili per contenuti dell’utente). Una carica completa permette di leggere fino a mezz’ora al giorno per un mese intero con il wireless disattivato. Mantenendo il wireless sempre attivato la carica dura fino a 3 settimane. La durata della batteria dipende dall’uso che viene fatto del wireless: per fare acquisti dal Kindle Store, per navigare su internet, o per scaricare contenuti. Una carica completa richiede approssimativamente 3 ore con il cavo USB 2.0 connesso al computer. Caricatori tradizionali EU a corrente sono venduti separatamente. Supporta reti Wi-Fi pubbliche e private, o gli hotspot che utilizzano gli standard 802.11b, 802.11g, o 802.11n con sistemi di autenticazione WEP, WPA e WPA2 che richiedono un’autenticazione e una password o reti wireless protette. Non si connette a linee WPA e WPA2 che utilizzano metodi di identificazione 802.1X. Non supporta connessioni a reti peer-to-peer. USB 2.0 (connettore micro-B). Kindle (AZW), TXT, PDF, MOBI non protetto, PRC nativo; HTML, DOC, DOCX, JPEG, GIF, PNG, BMP con conversione.


So Cool

Nuovi shopping. Ovvero, come riscoprire i propri abiti e re-inventarsi un look!

Fare shopping nel proprio armadio è molto cool! Cercare nei cassetti per far rivivere vecchi capi d’abbigliamento è molto divertente e, sicuramente, molto anticrisi. Gli abiti rinascono se indossati con lunghe collane e orecchini appariscenti, e trasformano un look semplicie in altri estremamente sofisticati. Rubate all’amica o alla mamma coloratissimi maglioni, da sfoggiare con collane e colli in pelo! Vecchi pull oversize, dolcevita coloratissimi, minidress invernali in lana diventano ancora più belli se abbinati a colli di pelo, originali cinture, scarpe maschili o tacchi vertiginosi. Vecchi abiti rinascono se indossati con lunghe collane e orecchini appariscenti per look semplici o estremamente sofisticati. Maglioni come nuovi se sfoggiati insieme a coloratissime calze oppure con gli ultimi short estivi! Provate ad abbinare la lana con la lingerie! Possiamo ricavare ispirazione dal duetto pull & short di Dolce e Gabbana, ancora oggi di tendenza (anche se “rubato” alla collezione 2009): nato per vivere comodamente una giornata in casa, e perfetto anche per uscire! Vecchio come nuovo. Lo sanno bene gli stilisti, che sempre puntano su rivisitazioni dei stile. Come il capo della foto! Stiamo parlando del pullover OLD MELITE, una maglia, come potete vedere sopra, in pieno stile Killah. Ispirata alle maglie anni 70’, ha un collo alto ad anello, ed una vestibilità morbida, la caratteristica che la rende particolare è la trama larga del filato. La proposta della Killah è in più combinazioni di colore, che vanno dal giallo al blu, e dal grigio al viola. L’impermeabile o se preferite trench è il soprabito ideale. 56 BRESCIA UP

“Nella foto Pull morbidissimo in lana con maniche balloon, Naf Naf, da portare con una morbida culotte in seta bordata di pizzo, Dolce & Gabbana.” Se ne possedete uno, è il momento di estrarlo dall’armadio! Ideale per la donna dinamica attenta nell’avere un tocco di classe in ogni situazione: appuntamento di lavoro, o passeggiata a far spese. Se chiudete gli occhi e pensate ad un trench, può tornarvi in mente un film storico degli anni 40’, Casablanca il capolavoro di Micheal Curtiz, dove Humphrey Bogart, avvolto in uno splendido trench, si lancia in un bacio appassionato con Ingrid Bergman.


I divani di Gino Rodella e lo Show room GR FOSSIL STYLE Gino Rodella, artista poliedrico, vive e lavora l’arte in tutte le sue forme. Conosciuto per la sua spregiudicatezza nel reinventare gli spazi utilizzando spesso materiali di riciclo o recuperando pezzi antichi di squisita fattura, la sua preferenza è verso il liberty, epoca che predilige e reinterpreta. Siamo andati all’inaugurazione dello show room a Calcinato Bs, dove si occupa dello styling concept del total brand GR Fossil Style, per il design di mobili e complementi d’arredo, ed al cui interno ha allestito anche la sua factory: uno studio di progettazione architettonica, scenografica e di design.

Donne e motori, glamour senza fine Trento: presentazione della nuova Audi Q3, con corpi dipinti: i desideri degli Italiani in prima fila. Protagonisti della manifestazione, svoltasi presso la concessionaria DORIGONI sono stati gli abiti, le creme e profumi “Gocce di Spumante sulla pelle”, gli orologi gioielli Paul Picot, le lampade d’autore Rotaliana! Ospite la Body Painter Angelica Signorotto, campionessa italiana 2010 di body painting che sottolinea “Il corpo e’ una tela...la piu’ bella tela che si possa avere. Dipingo sui muri, disegno su fogli, creo con le mani. Ma dipingere su un corpo e’ stata una scoperta anche per me, non piu’ di due anni fa in occasione del festival mondiale di body painting, dove ho fatto da modella ad Ennio Bettoni e Leonardo Giacomo Borgese , due artisti di body painting italiani. Da li e’ iniziata una vera e propria passione....che mi ha portato ad un primo risultato l’anno scorso , quando

ho vinto il concorso italiano . L’opera di body painting non e’ solo il lavoro finito ma inizia alla prima pennellata, alla prima sensazione che può sentire la persona dipinta, come brividi di freddo o di piacere che puo’ provare... con la stanchezza, la partecipazione...il confondersi con il colore che indossa. Il mio lavoro diventa per tutti (...artisti..modelle e spettatori). Un’esperienza indimenticabile ...surreale. Il colore...viene lavato via....ma l’opera negli occhi di chi guarda rimane per sempre.” La presentazione della nuova Audi, in effetti, è rimasta impressa negli occhi di tutti i partecipanti!

57


Water Ski di San Gervasio Bresciano

Anche la stagione 2011 del Water Ski San Gervasio Bresciano ha confermato gli ottimi risultati conseguiti dai suoi atleti che hanno assicurato al sodalizio l’oro a squadre per il settimo anno consecutivo ai campionati italiani. Ma altri riconoscimenti sono stati conquistati sul campo in varie categorie. Silvia La Malfa, di Alfianello, oro in slalom, argento in figure nella categoria under 10 e in quella under 12 Alberto La Malfa, pure di Alfianello, argento in figure e combinata, bronzo nel salto. “Sono risultati che gratificano i nostri sforzi nel far crescere nuovi atleti in una disciplina impegnative come quella del Ski nautico per il quale abbiamo realizzato lo specchio d’acqua a Casacce”, il commento del delegato della Federazione si Ski Nautico nell’ambito del Coni provinciale, Giampaolo Mantelli, che non manca di riconoscere i meriti al presidente del Jolly Sri Brescia e del Water Ski San Gervasio, Fedele Luzzeri, di svolgere con profitto il compito assegnatogli. Con Luzzeri collaborano i tecni58 BRESCIA UP

ci preparatori Claudio Benatti di Brescia, e il georgiano Genadi Guraglia che hanno portato in diverse manifestazioni atleti del sodalizio della Bassa ai massimi livelli. L’elenco è eloquente dei valori che si esprimono a Casacce. L’under 14 Ettore Ghisi ha conquistato il bronzo nel salto e nella combinata. Tra gli under 17, Alessandro Paci, argento nel salto, bronzo in slalom, figure e combinata.; Gianmarco Pajni argento in figure e combinata e bronzo nel salto. Tra gli under, 21 i desenzanesi Marialuisa Pajni argento in slalom e figure e bronzo in salto, Nicholas Benatti, oro in figure e argento in slalom. Nell’open, argento in figure e bronzo in slalom per Matteo Luzzeri di Villongo oro per Genadi Guralia di San Gervasio Bresciano, in slalom, salto e combinata. Infine oro in slalom a Fedele Luzzeri. Nei campionati assoluti a Nocholas Benatti l’oro in figure; l’argento in combinata a Gianmarco Pajni. Ai campionati europei bronzo in salto e figure tra gli un-


der 17 a Gianmarco Pajni; argento in figure all’under 21 Nicholas Benatti; oro in combinata, argento in slalom e salto al senior over 35 Genadi Guralia. Nella stagione passata a Casacce di San Gervasio sono state organizzate quattro manifestazioni internazionali con una nutrita partecipazione di atleti stranieri che ritengono il paiono d’acqua tra i migliori al mondo tecnicamente attrezzato con impianti d’avanguardia. Sono pareri espressi nella serata di fine anno, per gli auguri ad atleti e dirigenti dello Ski nautico bresciano durante la quale a Nicholas Benatti, è stata consegnata la targa di “atleta dell’anno” per il costante impegno che l’ha portato a conseguire ottimi risultati che pongono in evidenza sulla scena internazionale il Water Ski San Gervasio, costituito nel 2005 con l’apertura del bacino artificiale di Casacce. Nicholas Benatti premiato dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Brescia Fabio Mandelli come atleta dell’anno del Water Ski San Gervasio Bresciano.

59


Babb a Manerbio

il birrificio artigianale

A Manerbio, nel 2004, nasce BABB (Birrificio Artigianale della Bassa Bresciana ) dalla volontà di alcuni appassionati di trasmettere il loro sogno di produrre birra genuina. Comunicare attraverso i fatti, e non solo idee, che esiste la possibilità, manipolando materie prime di qualità e senza l’aggiunta chimica, stratagemmi poco rispettosi della natura e dell’ambiente, di ottenere una birra profumata, gustosa e facile da bere. Un prodotto che faccia riconoscere la presenza dei prodotti utilizzati, le loro trasformazioni e gli affinamenti nel tempo. Dal malto d’orzo, dai lieviti, dal luppolo e dall’acqua si ottiene una eccellente birra se utilizzati, amalgamati e fusi in un insieme amato e curato come sanno fare i nostri birrai. Con l’aggiunta di altri cereali e/o prodotti naturali (orzo, avena , monococco, spezie, miele) si possono creare diverse tipologie di birre. Ad oggi il birrificio produce sette tipologie di birra: OMIA - stile PILS (chiara) FUSCA – stile OAT MEAL STOUT (scura) RUBINIA – stile DOPPELBOCK (rossa doppio malto) ALBA – stile BLANCHE (birra di frumento) BOCKALE – stile BELGIAN STRONG ALE (doppio malto chiara) FOM – stile ROUCHE (birra affumicata) MELLIS – birra al MIELE

60 BRESCIA UP

Nel locale, adiacente al birrificio e con in bella mostra l’impianto di produzione, si possono degustare, oltre alle nostre birre alla spina, hamburger di nostra produzione, pizze con farina di Monococco, primi e secondi cucinati con la birra. Naturalmente preparati partendo dalle materie prime elaborate da noi!!! Oltre alla cucina spesso sono accompagnate da musica live cabaret o giochi di gruppo. www.babb.it FB Birrificio BABB – info 0309938185 - 3473027238


61


62 BRESCIA UP


63


Manuale per ridurre la produzione domestica di rifiuti Circoscrizione Centro

“E’ on-line (rigorosamente in formato elettronico!) da Giovedì 5 Gennaio 2012, il “MANUALE PER RIDURRE LA PRODUZIONE DEI RIFIUTI DOMESTICI” stilato dalla Circoscrizione Centro. Forse – afferma Flavio Bonardi Presidente della Circoscrizione Centro - non se ne sentiva la necessità, ma è importante ricordare e ricordarci, che tutti insieme possiamo migliorare il nostro ambiente, in modo tale da lasciare a chi verrà dopo di noi, una città più bella e soprattutto più vivibile. Nasce da questa piccola considerazione la volontà di poter mettere a disposizione dei nostri concittadini uno strumento semplice e veloce per capire e comprendere meglio cosa possiamo fare per ridurre la produzione domestica di rifiuti.

64 BRESCIA UP

Il ciclo integrato dei rifiuti e le priorità europee “Verso una società del riciclo” pongono sempre più al centro, infatti, il rapporto tra imprese, autorità locali e cittadini. Ridurre i rifiuti alla fonte, consumando meno e meglio, è un’operazione priori prioritaria (ma non alternativa) ri rispetto alla raccolta differenziata e al riciclaggio. Quando si parla di riduzione dei rifiuti, pensiamo sempre che questo riguardi solo le grandi aziende, dimenticando che noi consumatori produciamo una enormità di rifiuti. Ciascuno di noi produce mediamente 500 Kg di rifiuti ogni anno. Recenti studi hanno evidenziato che tale situazione potrebbe migliorare (di circa 100 Kg l’anno) operando sul compostaggio domestico (per tutti quelli che hanno un pezzetto di


rare (di circa 100 Kg l’anno) operando sul compostaggio domestico (per tutti quelli che hanno un pezzetto di giardino, familiare o condominiale), sulla riduzione degli sprechi, sui vuoti a rendere e sul riutilizzo degli oggetti usati.

In centro storico abbiamo una presenza eccessiva di rifiuti, dobbiamo fare un serio intervento di comunicazione che consenta di capire come migliorare la situazione. Ecco – conclude Flavio Bonardi - questo manuale, non vuole essere altro che un piccolo segno per prenderci cura del nostro territorio, nella speranza di rendere anche questa volta un servizio importante alla collettività! Il Presidente Flavio Bonardi

E’ imp o r t a n t e –continua Bonardi intervenire con le nostre scelte di acquisto, ponendo attenzione alla qualità degli imballi, ma anche alle dimensioni degli stessi. Per intervenire in modo deciso, dobbiamo, però, fare una considerazione chiara: tutti dobbiamo ragionare su cosa possiamo fare in prima persona per ridurre o addirittura prevenire la formazione di rifiuti!. Partendo da questo presupposto, possiamo effettivamente fare già un piccolo passo in avanti. Questo piccolissimo manuale vuole solo farci ragionare, soffermare sul tema, in modo che nessuno si senta escluso dalla possibilità di contribuire; che nessuno possa dire NON SAPEVO… Oggi più che mai, non possiamo pensare di demandare solo a chi ha “buona volontà” il compito di non inquinare e di non produrre rifiuti eccessivi, tutti siamo chiamati ad affrontare la problematica insieme, sapendo che ciò che si può fare è per il bene di tutti.

65


I DESIGN

2012 2 3 4 MARZO 9 10 11 FIERA DI BRESCIA

In anteprima

VENERDÌ 2 MARZO SABATO 3 MARZO DOMENICA 4 MARZO

17.00 - 21.00 14.00 - 20.00 10.00 - 20.00

VENERDÌ 9 MARZO SABATO 10 MARZO DOMENICA 11 MARZO

17.00 - 21.00 14.00 - 20.00 10.00 - 20.00

Organizzato da: FIERA DI BRESCIA - tel. 030 3463484/482

www. fierabresciacasa.it


68 BRESCIA UP


69


Le vittime della strada non hanno scelto di esserlo

850 Feriti al giorno

54

Disabili al giorno

12 Morti

al giorno

71


1 8 i t t i P e z n e r i F a : a d o M e n o p p a i G e n g i s e d a r t Dal 10 al 13 gennaio alla Fortezza da Basso è tornata la vetrina della moda internazionale: Special guest Valentino

di Ilaria Giannini Tornata dal 10 al 13 gennaio alla Stazione Leopolda di Firenze l’edizione numero 81 di Pitti Uomo, che ha ospitato ben 950 marchi da tutto il mondo, dimostrandosi ancora una volta un punto di riferimento nel panorama della moda internazionale. Sempre più numerosi anche i compratori: all’ultima edizione invernale, su un totale di oltre 30mila visitatori, sono stati 23.100 i buyer arrivati nel capoluogo toscano, in rappresentanza di tutti i negozi e i department store più importanti del mondo. Tantissime le novità e le esclusive del salone: la partecipazione di Jimmy Choo, che per la prima volta ha presentato la collezione, l’anteprima mondiale di Herno Laminar, un progetto di ingegneria sartoriale realizzato dal designer Errolson Hugh con la speciale collaborazione di Gore Tex,e anche la partecipazione di McQ, contemporary line di Alexander McQueen, per la prima volta presente a una 72 BRESCIA UP

fiera. Ma la star di quest’edizione è stata Valentino, una delle maison iconiche del Made in Italy, guest designer di Pitti Uomo 81, che è intervenuto di persona alla sfilata della sua collezione uomo autunno/inverno A/I 201213, che si è tenuta la sera di mercoledì 11 gennaio. Il tema guida di gennaio è stato il graphic design: a raccogliere la sfida sono stati 14 giovani graphic designers internazionali – selezionati da Giorgio Camuffo – chiamati ad esprimere il loro sguardo sul futuro attraverso una parola,tradotta in immagine creando un logo che la rappresenti. “The Words of the Future”: questo vocabolario di immagini diventando la nuova pelle della manifestazione, ed è stato messo in scena con uno speciale allestimento nel piazzale della Fortezza da Basso Grande novità la presenza degli stili emergenti dal Giappone: Pitti in collaborazione con la Japan Fashion Week,


porta a Firenze alcune tra le più interessanti fashion label della scena creativa giapponese. In Fortezza, negli spazi del Lyceum, circa 20 marchi e designer giapponesi selezionati da Yuichi Yoshii hanno le loro collezioni e una speciale proposta di capi rappresentativi di 15 anni di moda nipponica, customizzati per Pitti Uomo. E in città un party “Japanese style”ha festeggiato la partnership col Sol Levante. Spazio anche all’artigianato con Make, l’area speciale dedicata all’homemade e alla rielaborazione creativa delle tradizioni, con pezzi unici o piccole serie realizzati da giovani creativi con una grande attenzione alla cura del dettaglio, e un’ottica assolutamente moderna. La cultura del tessuto è stata protagonista con La fabbrica lenta, un progetto speciale che vede la collaborazione di Pitti Immagine con Bonotto, una delle aziende tessili più importanti in Italia e più apprezzate in tutto il mondo. Obiettivo è raccontare la grande tradizione italiana artigianale che vive “dentro” l’industria, di cui è anzi l’intelligenza e uno dei motori innovativi. All’interno di una scenografica bottega-atelier Bonotto ha esposto e raccontato una selezione di tessuti scelti per la loro bellezza e le loro particolarità tecnicocostruttive.

73


Amici SanPatrignano un valido aiuto per le famiglie bresciane

«E’ un sogno diventato realtà il poter dare aiuto e sostegno alle tante famiglie bresciane i cui figli si trovano ad affrontare il lungo percorso di risalita in comunità.» Queste le parole dell’Assessore alle Politiche Giovanili della Provincia di Brescia Fabio Mandelli per definire l’associazione Amici di San Patrignano. «Un’ulteriore ri-

sorsa per il territorio bresciano, segnato profondamente dalla droga, per dare numerose alternative a chi vuole uscire da questo terribile tunnel.» L’assessore Mandelli ha infatti dato un grande contributo istituzionale per tradurre in realtà questa sede, già in piena attività a soli pochi mesi dall’apertura. 75


La sede dell’associazione Amici di San Patrignano inaugurata a maggio dello scorso anno è guidata con caparbietà da Vincenza Ghizzardi ed ha sede in via Oberdan 10 a Brescia. Mentre Bergamo, Milano e Verona avevano già la propria sede per sostenere i familiari dei tossicodipendenti, Brescia ne era ancora sprovvista, costringendo le famiglie a lunghe trasferte. Il ruolo dell’associazione è quello di catalizzare le richieste di aiuto, suppor tare i ragazzi nella loro volontà di cambiare, aiutarli a

76 BRESCIA UP

disintossicarsi e suggerire alle famiglie il modo migliore per stare loro vicino. A tal proposito è stato predisposto un programma relativo alla: gestione di gruppi di ragazzi/e tossicodipendenti, con il coinvolgimento anche della famiglia dell’assistito e prevede un periodo di preparazione all’ingresso in Comunità, con l’eventuale supervisione di personale medico, se necessario, e in collaborazione con l’ASL di competenza. L’assistenza fornita dai volontari dell’ Associazione è completamente gratuita e non prevede alcun esborso di denaro né da parte degli assistiti, né dalla famiglia. Gestione di gruppi di aiuto/mutuo aiuto, a cadenza settimanale, per familiari di tossicodipendenti, con supporto e supervisione di personale esperto. Anche per l’attività a questi gruppi la frequenza è assolutamente a titolo gratuito. La sede è già diventata un punto di riferimento per quei giovani bresciani che hanno intenzione di intraprendere il percorso in comunità e che oggi potranno trovare nell’associazione tutta la comprensione, la disponibilità e l’aiuto per riuscirci. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito internet http://associazioni.sanpatrignano.org/brescia


10-11-12-13 Febbraio 2012

“ Finalmente in fiera potrai

Eventi & Concorsi

acquistare prodotti tipici di tutta Italia e non solo...” Il Divin Mattarello Lombarda

Corso Galateo

Corso Cucina

Corso

Degustazione

Area Birra Artigianale

Dimostrazioni

Seminari

Orari fiera: Venerdì, Sabato & Domenica dalle 10,00 alle 21,00. Lunedì dalle 10,00 alle 18,00

in Diretta

INGRESSO GRATUITO PER TUTTI I PASSEGGERI DELL’AUTOMOBILE CHE UTILIZZERA’ IL PARCHEGGIO FIERA. PARCHEGGIO GIORNALIERO AUTO €9. WWW.GOLOSITALIA.IT per info +39 030 9523919 | golositalia@areafiera.it


Sensibilizzazione alla Mobilità Responsabile

di Vito Cirillo – Diavoli Rossi Motorsport Accrescimento dei concetti di consapevolezza dei rischi derivanti dalla circolazione, della corretta protezione per la propria incolumità, stimolare il rispetto per se stessi e per gli altri con il fine di incentivare una cultura per una mobilità sempre più attenta, responsabile e quindi sicura. Questi sono gli obiettivi che si pone la ASD Diavoli Rossi Motorsport insieme allo stunt-man Didi Bizzarro, esecutore e ideatore dell’iniziativa della quale ha affidato

78 BRESCIA UP

alla nostra struttura, lo sviluppo e la gestione logistico - operativa. Alcune delle dimostrazioni facenti parte di un più vasto progetto, si sono svolte per le scuole di Borgosatollo (BS) .Presenti le classi dalla 5a elementare alla 3a media. Ecco quindi impatti fra auto, investimenti di scooter e bici, per analizzare insieme al nostro giovane pubblico le varie conseguenze, tramite l’ausilio dei manichini. In questa occasione ci siamo voluti soffermare sull’importanza dell’uso del casco, adeguato e sempre ben allacciato. Inoltre con opportune dimostrazioni dinamiche, abbiamo


stimolato anche i più piccoli, ancora lontani dal “patentino”, relativamente all’utilizzo delle cinture di sicurezza anche sui sedili posteriori dell’auto e al caschetto in bicicletta.

Iniziative di questo tipo possono esistere solo grazie all’interessamento di enti istituzionali, di privati e di chi, come noi, collabora senza profitto. Desideriamo esprimere gratitudine alle realtà visibili in locandina, inoltre alla maestra Caterina D’Angelo per l’organizzazione scolastica e l’avvio delle attività didattiche nascenti da questo progetto, al Preside Stanislao Mariano, agli Assessori Zarrella e Brioni e al Comando di Polizia Locale. Un ringraziamento particolare ad Autodemolizione Pollini che oltre ad essere principale sponsor, cura in toto la parte tecnica relativa ai veicoli ed al loro trasporto, ed è proprio per merito di Simone Pollini che l’idea ha potuto concretizzarsi. Naturalmente ringraziamo per la loro attenzione, gli oltre trecento ragazzi e bambini presenti, ma soprattutto

questi ultimi che molto incuriositi e stimolati, con le loro domande, non ci avrebbero più fatto uscire dalle loro classi. A loro è rivolta questa nostra attività e per noi è proprio il loro il giudizio più autorevole: esperimento riuscito e assolutamente da ripetere!

79


BRESCIA

UP Eve nt

Xs Motors presentazione McLaren MP4 12c La Polveriera Beach Vintage in Winter Capodanno al Sucrè Una mano per i bambini ONLUS New opening Borgo Fossa Wine & Lounge Bar Una serata di solidarietà per il Kenia Capodanno dei Ristoratori A.R.T.HO.B. Maya vive nei volti dei salvati - mostra fotografica Inaugurazione Sala Real Games Desenzano Mori Jungle Sushi in live

pag. 82 pag. 85 pag. 89 pag. 92 pag. 94 pag. 96 pag.99 pag.100 pag. 102 pag. 104


Event XS MOTORS PRESENTA MCLAREN MP4 12C Giornata speciale all’insegna della prova di una nuovissima auto super sportiva presso l’autosalone XS Motors di Brescia; si tratta della McLaren MP4-12C con la quale alcuni amici si sono entusiasmati al volante di questo bolide da 610 cv. Ricordiamo che per la XS Motors non sono inusuali eventi con prove di vetture straordinarie come questa. Si ringraziano gli amici del ristorante Ortica. XS Motors Via P. Cossa 2/4 - Brescia www.xsmotors.it

82 BRESCIA UP


Event

83


f f a t s o u s l i d Antimo e 2 1 0 2 o n e r e augurano un s Loft Streetbar Via San Faustini,93/A - Brescia wwww.loftstreetbar.com CAFFETTERIA_LUNCH-SNACK_BAR_APERITIVO_SALAPRIVATA_FESTALAUREA_COMPLEANNO_COFFEBREAK_ PARTYAZIENDALE_INTERNETWIFI_VIDEOPROIEZIONE_CLIMATIZZATO


Event LA POLVERIERA BEACH VINTAGE IN WINTER Ha avuto grande successo la serata di Lunedì 19|12|2011, presso la Polveriera Beach, denominata “Vintage in Winter.” Espositori del nord Italia hanno proposto abbigliamento nuovo ed usato, accessori vinili ecc.... Gli ospiti hanno così potuto osservare oggetti di vario genere, il tutto assaporando le specialità del locale accompagnate da bollicine servite da Giacomo e il suo staff. La Polveriera Beach Via CastelliniBrescia

85


86 BRESCIA UP


87


88 BRESCIA UP


Event 31|12|2011 Capodanno al Sucrè Grande festa al Sucrè per l’ultima sera dell’Anno 2011. Musica, piatti unici e tante bollicine, hanno accompagnato i clienti in questa fantastica serata!. Sucrè Via Campo Iseo - BS

89


90 BRESCIA UP


Event Il 19 dicembre, presso il Teatro Sociale di Brescia, si è tenuta la terza edizione del Concerto per i bambini, l’evento benefico di Una mano per i Bambini Onlus. Il Concerto, che ha visto la partecipazione dell’Orchestra del Festiva pianistico internazionale di Brescia e Bergamo, diretta dal Maestro Pier Carlo Orizio, e del pianista Federico Colli (vincitore del primo Mozart di Salisburgo), è stato organizzato da un’associazione di volontari bresciani, “Una mano per i bambini Onlus”. La Onlus è nata ufficialmente a Brescia nel mese di luglio 2006, grazie all’impegno che da diversi anni alcuni volontari bresciani prestano in aiuto a Padre Giovanni Gentilin e alla comunità di Tondo/Manila (Filippine), in sinergia con i Padri Canossiani di Verona. Tondo è un’immensa bidonville nei pressi del porto di Manila, nata intorno a una delle più grandi discariche a cielo aperto esistenti al mondo, la (purtroppo) famosa e famigerata “Smokey Mountain”, ovvero la montagna fumante. In questi anni, Una mano per i Bambini, in sinergia con i padri Canossiani, ha permesso l’adozione a distanza di 1800 studenti grazie ad un numero altrettanto alto di benefattori, molti dei quali bresciani. Molti tra questi bambini, oltre a poter frequentare la scuola, hanno potuto essere altresì curati dalla tubercolosi (con una terapia specifica), che a Tondo è endemica. Una mano per i Bambini Onlus, oltre al sostegno a lunga distanza, ha al suo attivo anche anche altri diversi progetti di medie e grandi dimensioni, come la Casa Colonia (Talita Kumi) recentemente costru92 BRESCIA UP

ita a Tagaytay (80 km da Manila) e le borse di studio elargite ogni anno agli studenti di Bicol, un’isola filippina devastata dal Tifone Durian nel 2006. In particolare, si segnala la SCUOLA DELLA GIOIA, un asilo per i bimbi più piccoli e poveri di Tondo, avviato nel 2008 e frequentato da circa 60 bambini he vivono nella baraccopoli nata intorno alla discarica. Si tratta di una struttura molto speciale, presso la quale i piccoli studenti ricevono quotidianamente cure e cibo, e dove è presente l’unico spazio verde di tutta Tondo: un giardino allestito anche con giochi donati da amici bresciani.

La Scuola della Gioia è resa possibile anche grazie al generoso contributo dell’amico, giornalista Beppe Severgnini (che ha donato egli stesso 10.000 euro, pubblicando la notizia sul suo Forum Italians presente sul Corriere on line). Una mano per i Bambini ha poi rifornito di materiale scolastico un orfanatrofio in Cambogia con 140 bambini ed è presenti infine anche in Uganda (in appoggio alla missione Nigrizia - Comboniani di Suor Franca Fusato) con dei microprogetti spot. Attualmente l’associazione è impegnata nella raccolta fondi per un dispensario (CLINICA DEI BAMBINI), Ph. Patrick Merighi - www.bresciainvetrina.it


realizzato in Myanmar,che fornisce cure gratuite a 1800 bambini dello Shan State. Nella Clinica lavorano due infermiere, una levatrice e un medico. Tutto il personale è locale. Le due infermiere svolgono il loro servizio sia presso la Clinica che presso le tante scuole materne ed elementari della Diocesi, dove si recano in scooter a portare le loro cure e a sensibilizzare insegnanti e alunni sul tema della sanità e dell’igiene. Il progetto, interamente finanziato da Una mano per i Bambini e che ha come partner locale direttamente la Diocesi di Pekhon, vede coinvolta anche Avsi Ong per un supporto logistico gratuito. Avviata con grande successo a marzo 2010, la Clinica dei Bambini è stata resa possibile anche grazie al sostegno della Presidenza del Comune di Brescia e ai contributi della Fondazione della Comunità Bresciana (bandi per la cooperazione internazionale 2010 e 2011), nonchè di tanti benefattori bresciani. Una delle fonti di sostegno della Clinica è proprio il Concerto per i Bambini, l’evento benefico che ha visto la sua terza edizione il 19 dicembre al T. Sociale. Melania Gastaldi, Presidente di Una Mano Per I Bambini Onlus ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di questa iniziativa, che mette insieme un Teatro prestigioso, un’orchestra di livello internazionale e due Maestri di grande talento che stanno dando lustro alla nostra citta’. Con il concerto dello scorso anno abbiamo portato sostegno a oltre 1500 bambini per il 2011 e contiamo di fare ancora di piu’ quest’anno. Siamo tutti volontari e investiamo il 100% di quanto ricaviamo direttamente nei progetti. Con il contributo di tutti possiamo davvero incidere e fare la differenza. Ringrazio tutti I nostri sostenitori e, in particolare l’Assessorato alla cultura e la Presidenza del Consiglio comunale che non hanno fatto mancare un indispensabile sostegno operativo e finanziario.” Durante il 2011 si è proceduto ad un ampliamento della struttura e alla creazione di una piccola sala parto con annessa una nursery per

i neonati Il 7 dicembre è venuta al mondo la prima neonata: un grande traguardo per l’associazione bresciana! Una mano per i bambini Onlus” è costituita da volontari. Il ricavato dei vari eventi viene interamente devoluto ai bambini. Una mano per i Bambini Onlus c/o Istituto Madri Canossiane Via S.Martino della Battaglia,13 25121 Brescia www.unamanoperibambini.it info@unamanoperibambini.it tel 3318218250 fax 030.7771161 Iban: IT35B0869211205027000270853 C.POSTALE: 4255745 CF:98128790171 93


Event “Borgo Fossa” Wine & Lounge Bar New opening 15 Dicembre 2011 Un locale esclusivo nel centro di Salò, partner della prestigiosa marca di champagne Moet & Chandon, sapientemente gestito dal proprietario Alessio Bosetti. Durante la giornata il locale cambia volto, passando dalle colazioni e specialità di caffetteria della mattina agli snack del pranzo, ma anche a primi dai sapori particolari, per una cucina raffinata e sempre originale. Il pomeriggio, spazio invece a specialità calde e fredde, dal caffè al frappè fino ad incalzare l’ora dello spritz, quando il bancone è ricolmo di sfizioserie per un ricco buffet, con tartine, crostini, tramezzini e paste a disposizione della clientela, da accompagnare con aperitivi alla frutta, sia alcolici che analcolici o una coppa di champagne delle marche più prestigiose. Aperto dal Martedì alla Domenica dalle 7.30 alle 22.00 (Venerdì e Sabato fino alle 24.00)

“Borgo Fossa” Wine & Lounge Bar Via Vittorio Emanuele II 48/49 Salò Brescia

94 BRESCIA UP


Event ATELIERFOTOGEK E DAL DOSSO SALAMENSA... UNA SERATA DI SOLIDARIETÀ PER IL KENIA con la partecipazione di Enzo Iacchetti Il 7 gennaio 2012 in occasione della mostra di Gloria e Rudi Fenaroli “Tracce di 1000 Miglia” il museo omonimo si è colorato di arte, entusiasmo e solidarietà, per sostenere il progetto dell’AMREF a favore della costruzione di una diga in Kenya. L’evento, patrocinato dal comune di Brescia, ha visto la partecipazione di oltre 50 auto d’epoca, in prevalenza Citroen, radunatesi da tutto il nord Italia grazie alla coordinazione di Marianna “Marianissima” Baldo; hanno attraversato il centro storico della città, fino a giungere al Museo Mille Miglia, dove hanno accolto l’ospite d’onore, ovvero l’amato artista Enzo Iacchetti che ha preso a cuore il progetto dell’Amref con il suo CD “Acqua di Natale”. Durante la manifestazione ha anche avuto luogo l’asta benefica di alcune delle opere fotografiche esposte, donate dagli Autori per supportare il progetto dell’Amref, battute tra i cento ed i mille Euro cadauna.

96 BRESCIA UP


La serata è poi proseguita a Montichiari nel Ristorante Dal Dosso Salamensa dove “Enzino” ha potuto apprezzare la deliziosa cucina di Patrizia Dal Dosso e chiacchierare con i numerosi commensali, fan sfegatati o semplici curiosi di incontrarlo. Il servizio completo si trova sul blog di Atelierfotogek… Si ringraziano Luca e Alex di Radio Vera e gli allievi del corso di fotografia di AtelierFotogek per l’adesione all’evento e la disponibilità dimostrata.

97


DA UNA VIA

AD UNA PIAZZA


Event A.R.T.HO.B. Capodanno del Ristoratore, momento di festa e di riflessione. Capodanno da sempre rappresenta un giro di boa, un voltar pagina, l’inizio di una nuova fase possibilmente più felice e gratificante di quella appena trascorsa. Mai come quest’anno queste considerazioni hanno tenuto banco tra i professionisti della ristorazione bresciana associati all’A.R.T.HO.B riuniti a Palazzo Gambara, in quel di San Vito di Bedizzole, per festeggiare, anche se in anticipo rispetto alla scadenza naturale del 31 dicembre, il loro particolare capodanno. Nella splendida cornice di Casa Rocca il presidente ed il nuovo consiglio direttivo dell’A.R.T.HO.B hanno quindi accolto i colleghi ristoratori, gli sponsor ed i simpatizzanti dell’associazione per un cenone sontuoso ed un dopocena spumeggiante, ma anche per fare il punto sull’anno appena trascorso e sulle prospettive per il futuro. L’auspicio dei ristoratori bresciani è che il 2012 possa fornire maggiori motivi di soddisfazione sia per loro che per i loro collaboratori e le famiglie degli stessi che, vista la congiuntura, stanno vivendo momenti poco sereni. Per questo l’aspettativa è che l’associazione stessa, con le molte iniziative ed i concreti progetti di divulgazione e promozione che sta mettendo in atto per il 2012, possa essere un valido supporto allo sviluppo della loro attività. Questo è quello che gli associati A.R.T.HO.B. si aspettano di trovare sotto l’albero e questo è l’obbiettivo che il nuovo consiglio direttivo si è dato per il nuovo anno. In alto i calici, colmi di bollicine rigorosamente bresciane e.... BUON ANNO A TUTTI - LP 99


Event MAYA VIVE NEI VOLTI DEI SALVATI mostra allestita presso la TRATTORIA URBANA IL MANGIAFUOCO

Dal 10 gennaio 2012 presso la Trattoria Urbana il Mangiafuoco, in via Calzavellia,3 a Brescia (a pochi passi da Piazza Vittoria) sarà possibile visitare la mostra fotografica intitolata “MAYA VIVE NEI VOLTI DEI SALVATI” oltre 30 fotografie in bianco e nero emozioneranno e racconteranno la decennale vita dell’associazione GACI (Greyhound Adopt Center Italy). La mostra curata direttamente da Savino Poffa, titolare e chef della Trattoria Urbana Il MANGIAFUOCO, e da Emiliano Facchinetti, Ufficio Stampa dell’associazione GACI (Greyhound Adopt Center Italy) la mostra fotografica è stata graficamente realizzata da Marco Vigasio della prestigiosa azienda e Store di via Pusterla, 3 a Brescia. La famiglia Poffa sempre molto sensibile all’arte fotografica, da la possibilità ad artisti e fotografi di utilizzare gli spazi della Trattoria Urbana “il Mangiafuoco”, nel pieno centro storico di Brescia, ed esporre le proprie creazioni. L’inaugurazione della mostra è avvenuta Martedì 10 Gennaio 2012 alle ore 20:30 alla presenza di giornalisti e operatori del mondo della comunicazione che ne volessero far parte; tra gli invitati erano presenti inoltre membri dello staff dell’Associazione GACI. Con questa iniziativa bresciana l’associazione GACI inizia i festeggiamenti del decimo anniversario di fondazione (2002- 2012). Grazie al suo lavoro oltre 2.000 levrieri sono stati salvati da morte certa e adottati in altrettante famiglie italiane. Il levriero è da sempre considerato 100 BRESCIA UP

il cane ”elegante” per eccellenza. Ma negli ultimi anni questa razza sta subendo una forte “persecuzione”. Ogni anno vengono massacrati in Spagna, Irlanda e Inghilterra circa 98.000 levrieri. Ed tutto sotto gli occhi della legge perché in questi paesi queste azioni sono “quasi” legali. I Levrieri in Inghilterra sono cani da corsa (la loro velocità media si aggira intorno ai 75- 80 Kmh) mentre in Spagna sono animali per la caccia a vista. Varie associazioni e fondazioni in tutto il mondo cercano di fermare questa crudeltà. In Italia il GACI (Greyhound Adopt Center Italy) è la prima associazione senza scopo di lucro che da 10 anni cerca di salvare questi cani che molte volte hanno meno di 2 anni di vita. www.adozionilevrieri.it www.greyhouse.info

L’ASSOCIAZIONE GACI Il GACI è la prima associazione no profit in Italia che si è occupata di dare in adozione Greyhound ex racer e Galgos spagnoli. Il GACI è un’associazione di volontariato che DA DIECI ANNI si occupa della disgraziata sorte di una particolare razza di cani: i levrieri.


I fondatori dell’associazione si sono impegnati in prima persona già dal 2002 nel salvataggio dei 370 greyhounds reduci dalla chiusura del cinodromo di Roma. Scopo dell’associazione è mettere al corrente l’Italia, su quanto succede ai greyhounds e galgos, sperando in un aiuto nel portare a conoscenza il più possibile questi orrori. Questa è la nostra missione, il nostro progetto, strappare greyhound e galgo da dai loro paesi d’origine e dare loro una nuova vita in Italia, in famiglie VERE, circondati d’amore e attenzione, vogliamo dargli dignità.Naturalmente tutti i levrieri riscattati da queste tragiche situazioni in Irlanda e Spagna arrivano in Italia con il passaporto sanitario: sono quindi vaccinati ed hanno il microchip, sono anche sterilizzati, per evitare che qualcuno ne possa fare un uso commerciale.

LE ADOZIONI Il GACI da in adozioni greyhound e galgos che derivano ESCLUSIVAMENTE da rifugi e associazioni che collaborano con noi da anni. Questo per garantire requisiti sanitari e di sicurezza indispensabili per la tutela degli animali stessi e delle famiglie adottanti. Le testimonianze di adozione sono la nostra forza e serietà del progetto che svolgiamo con grande passione.

101


Event Inaugurazione Sala Real Games Desenzano Il 10 dicembre in via Colli Storici, 2 a Desenzano del Garda (ex Biblo ) è stata inaugurata una nuova sala slot punto di riferimento per il mondo del gioco e del divertimento . Per la sera della inaugurazioni i soci hanno fatto un gran regalo a tutti i presenti tra bollicine e ottimo cibo ,con la collaborazione artistica della DZMANAGEMENT che ha curato tutta la parte artistica,si è distinta la splendida voce di Romina De Luca le performace magiche di ETABETA e direttamente da Colorado Cafè Francesco Rizzuto che ha regalato risate esilaranti ,il tutto presentato da Daniele Zobetti e Rosario Rannisi ex Grande Fratello e vincitore della Fattoria nel 2006. La NBGAMES (www.nbgames.it) non finisce di stupirci in programma altri appuntamenti ed altre nuove strutture ci aspettano per farci divertire , coccolarci con arte e professionalità . Vi aspettiamo tutti i giorni e vi ricordiamo che ogni giovedì e domenica vi allieteremo con ottimi aperitivi e musica dal vivo.

102 BRESCIA UP


103


Event Mori Jungle Sushi e live Music accostamento vincente prelibattezze giapponesi e musica live Nelle serate del mercoledĂŹ al Mori potrete gustare gli innumerevoli piatti della cucina giapponese preparati e serviti al momento dai cuochi davanti ai vostri occhi e nel frattempo ascoltare musica live proposta da artisti intrattenendovi piacevolmente.

Mori Jungle Sushi Via Rovato, 44 25030 Erbusco BS ( C.C. Porte Franche) www.morisushiexperience.com

104 BRESCIA UP


“OFFTHEROADnews&c” Un giornale nuovo, rivolto ai giovani, che parla di sicurezza e prevenzione

di Ivan Salvi - Ph. Rolando Giambelli E’ stato presentato in una gremita Aula Montini dell’Ospedale Civile di Brescia, lo scorso 3 gennaio, alla stampa e a un folto gruppo di specialisti di settore, tecnici, autorità e rappresentanti delle istituzioni provinciali e comunali, il primo numero del nuovo periodico specialistico “OFFTHEROADnews&c.”, un tabloid dedicato alla prevenzione ed alla sicurezza, sia sulle strade, sia sul lavoro e rivolto ad un pubblico di giovani, destinato ad una diffusione capillare sul territorio provinciale. Il periodico, di proprietà dell’agenzia di editoria e comunicazione “Meccanica delle Idee” (www.meccanicadelleidee.it) e diretto dal giornalista professionista Roberto Barucco, viene realizzato in collaborazione con il S.S.U.Em. 118 di Brescia e con l’Assessorato alla Pubblica istruzione della Provincia di Brescia, con l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Brescia e con l’Assessorato provinciale ai Lavori Pubbici. Inoltre, nella sua strutturazione, conta sul prezioso apporto di tecnici e professionisti esterni del settore sicurezza e prevenzione, di strutture come i Volontari della Croce Bianca di Lumezzane e del Collegio dei Costruttori Edili di Brescia e provincia e in redazione non mancheranno apporti di competenze, come quella della Cooperativa Tornasole, che si occupa di sensibilizzazione nei giovani, o pareri e informazioni mediche e reportage giornalistici dedicati a un tema così vasto e importante per i nostri ragazzi e le loro famiglie. Il giornale è impaginato con tecniche molto moderne, colori di notevole impatto e ricco di contenuti strutturati

proprio secondo il linguaggio giovanile. Vignette realizzate da professionisti o estemporanee, testi accattivanti, partecipazione dei ragazzi, fotografie di Rolando Giambelli, utilizzo di codici di lettura per gli smart-phone che rimandano a filmati educativi ed interviste-testimonianze, sono tra le caratteristiche del perio-

PERIODICO DI INFORMAZIONE, SICUREZZA, TEMATICHE SOCIALI, SALUTE, ATTUALITA’ E SPORT - DIRETTORE RESPONSABILE: ROBERTO BARUCCO 

ANNO 1 NUMERO 1 - DICEMBRE 2011

OFFTHEROADnews&c. - Reg. Tribunale di Brescia - Aut. n. 19 del 29 settembre 2011 - Direttore Responsabile Rober to Barucco - Un progetto di MECCANICA DELLE IDEE snc in collaborazione con il Ser vizio S.S.U.Em. 118 di Brescia - Distribuzione gratuita - Contiene I.P.

NASCE OFF THE ROAD Una voce fuori dal coro di Roberto Barucco

Servono esempi. Ai ragazzi servono esempi veri, puliti, che arrivino da ragazzi più vecchi. Che a volte chiamiamo adulti, per convenzione, più che per convinzione. Non so se questo nuovo giornale possa essere un esempio. Vi risparmio retorica e retorica dell'antiretorica e tirate paternali. Qui di sermoni non ne troverete, questo è certo. Vogliamo solo, da giornalisti, raccontare dei fatti, delle storie, spolverate di dolori, spesso tutti nostri, che abbiamo toccato con mano, infarcite di allegria, che è quella dei vent'anni e dei sogni. Storie vostre, strabelle o meno, non importa. L'importante è esserci.

C

Dai beviamo, dai. No? Ma perché no?

osì, come dicevo, parrocchie, online, sui socialnetci proviamo, una work, fb o twitter o via sms. volta di più, con Non importa il mezzo, il media, Otr. Off the road. se il fine è comune. Crescere inLo facciamo con un gruppo di sieme, che non si ha mai finito, esperti, voi. Esperti che qui tro- nemmeno quando gli ormoni veranno spazio e con un gruppo vanno a riposo. “Dai perché non vieni? Bedi vecchi ragazzi, divenuti esperti Dunque, questa è la nostra sfida, viamo qualcosa insieme... Sei dopo tutto quello che hanno una piccola idea che ha trovato una merda se non vieni”. visto, i medici del 118, anche se gli amici giusti che la sostenormai non si chiama più così, av- gono, una buona dose di sogni, Tasto rosso. Fine chiamata. vocati, poliziotti, tecnici, vignet- un po' di incoscienza e tanta seMarcello si incazza. Gli amici rietà, che non ci tisti e medici non vengono. Almeno alcuni vignettisti, speciali- Qui troveranno manca. Di editori di loro. A festeggiare la patente di Federica sti e brave persone, spazio gli esperti. strampalati, imrestano in pochi. Chi beve. Ancora meno. volontari. Anche in- Loro forniranno provvisati, di gatti e la teoria, volpi e cialtroni di Alla fine Marcello scialla da solo. consapevoli. Loro spiegheranno varia natura nel Che resta a Massimo, che si ubriaca da solo forniranno la teoria, cause corso della vita se ne e rovina la festa a tutti? La frase di una raspiegheranno cause ed effetti. ed effetti. Ma voi co- Ma voi colorerete trovano tanti. Tra gazza: “Mi piaci come amico anche se non quelli non ci siamo, fai sempre il cretino”. “Ci penserò”. lorerete di storie le di storie nozioni, perché di- le nozioni, perché siatene certi. Anzi, Non c'è l'esercito della salvezza, ma il viagventino vere. E noi in diventino vere. eravamo stufi di ingio collettivo che Massimo Serra offre ai racontrarne, così ci redazione ci daremo da fare, perché diventino di volta siamo messi in proprio. E rispon- gazzi e agli insegnanti sul palco del cinema in volta storie vere, che trove- diamo in prima persona del no- Eden di Brescia, a ospitare le riflessioni ranno spazio nelle colonne del stro operato. Ho scritto anche d'un lunedì di fine novembre. giornale, certo, ma anche nei siti troppo. Permettetemi invece, ebi sta tutto, lassù po' invidiano, perché loro delle scuole che ci ospiteranno, bene sì, un passaggio retorico: se sul palco dove i ora sono trascinati via da negli spazi pubblici degli enti dopo la lettura di queste pagine, ragazzi e le ra- storie peggiori dell'alcool. istituzionali che hanno capito anche una sola riflessione cengazze diventano Torniamo sul palco, con i raquale sia il nostro obiettivo, nelle trasse l'obiettivo di formare un associazioni, nei bar dove trove- pensiero nuovo ne saremmo dav- attori. Quelle personalità gazzi di Massimo Serra, che in classe non si vedono e rete il giornale, nelle Circoscri- vero felici. Che questo e sopratsvelano attori che non ti zioni che ci sono vicine, nelle tutto questo conta. Come voi. aspetti. E pure una bella lezione di vita che arriva da studenti, che manco quella ti aspetti. Che sono più adulti degli adulti, che invece si riservano spesso solo spazi per giudicare e non per capire. EYEBALLING: Un mondo a parte? No, un mondo vero, del quale i raOCCHIO ALL'ALCOOL gazzi Leggi il codice più vecchi si sono diNELL'OCCHIO menticati. E che, forse, un con il cellulare

C

a pag. 7

chiamiamoli così. E quella storia da bar che è storia di tutti, non facciamo finta di niente. A colpi di spritz a Verona, fino all'ultimo pirlo e all'ultima birra a Brescia. Chi è senza gradazione scagli la prima pietra. Ci sta un giro, a bagnare la patente? “No. Perché poi si va in auto e ci sono responsabilità precise”. Lo dice Emanuel. E non scherza affatto. Diviene attore e protegge una sorella virtuale. Diviene arbitro e giudice: “Ci vuole senso di responsabilità nei confronti degli amici”. Dici? “Certo, si può essere responsabili anche se si è più giovani”. “Certo, noi sappiamo di fare cose sbagliate, ma altri ti convincono e poi ti fai trascinare”. “Ma va.., è giusto divertirsi e sballarsi perché si va a scuola tutta la settimana, e alura, sbatìs en po'...”. Risate, nel pubblico. Ma

non raccoglie grandi consensi, l'ultimo approccio godereccio. “Ma dai. Se anche cambi l'abitudine di bere rimani sempre lo stesso, no?”. “Sì, se non fai quello che fanno gli altri non sei meno matura”. Morale? Arriva alla fine, come di prammatica: “Caro Marcello, eri così preso nel bere che non ti sei nemmeno accorto di quante

donne c'erano nel bar! E poi ti lamenti che non trovi nessuna”. Obiettivo raggiunto? Lo dice Emanuel: “Ho fatto sentire Marcello un pirla. Magari per una volta riuscirà a divertirsi anche senza bere”. Su e giù dal palco. Con una lezione di vita in più. Da replicare. errebi

In alto: le prime rilevazioni di un incidente mortale avvenuto sul lago di Garda la scorsa estate.

INQUESTO NUMERO: 

Dai beviamo, dai. No? Ma perchè no? Lastricate di sangue Tre domande ad Angela Gio ferrari autrice di “Graffiti dell’anima” Il Tutor: istruzioni per l’uso Principali effetti delle sostanze d’abuso a danno di organi e sistemi Maria al volante pericolo costante La frenata automatica potrebbe salvare il 40% dei pedoni Hanno scritto (e trasmesso) Giovanna Pizzamiglio, l’angelo eretico del 118 La sicurezza di dire basta a ottantadue anni Mariateresa Vivaldini: la cultura della sicurezza Raffaele Spiazzi: io lo conosco Aristide Peli: scuola sicura Diego Ambrosi: HIP HOP, un laboratorio creativo che insegna Claudio Mare: cresce ancora la mortalità sulla strade bresciane

105


dico, costruito per avere la migliore efficacia e trovare la giusta risposta. OFFTHEROADnews&c. guarda infatti, come anticipavamo, in particolare ad una fascia d’età esposta ai rischi connessi con l’abuso di alcoolici e sostanze stupefacenti e, di conseguenza, alla sicurezza, sia al volante o sulle due ruote, sia nel mondo del lavoro. Le scelte grafiche, che vanno dal linguaggio diretto all’uso dei codici per collegamenti via smartphone ai filmati istituzionali presenti in vari siti internet, alle vignette a tema, puntano infatti a trovare attenzione e risposte dal pubblico giovane, offrendo non solo avvertimenti, numeri, statistiche, ma illustrando gli effetti degli stupefacenti e dell’alcool, le nuove normative, le testimonianze di chi è rimasto, suo malgrado, coinvolto in eventi spiacevoli, le novità di settore per la salvaguardia sulle strade e sui cantieri e officine, le possibilità offerte dalla tecnologia, le recensioni di libri (in collaborazione con La Scuola Editrice) e di materiale utile per una formazione corretta e sensibile. OFFTHEROADnews&c. realizzato da un gruppo di giornalisti professionisti e con l’apporto di specialisti che da anni hanno collaborato con le strutture pubbliche, verrà distribuito nelle scuole e nelle circoscrizioni cittadine, oltre che nei Comuni della provincia che ne faranno richiesta. Inoltre potrà inoltre contare sulla presenza dedicata sul sito internet www.meccanicadelleidee.it, sarà scaricabile in pdf e nei vari formati elettronici anche nei vari siti istituzionali, specialistici e di settore che hanno già deciso di ospitarlo. Infine, grazie alla valida collaborazione con Don Marco Mori, direttore Ufficio Oratori e Pastorale Giovanile Diocesano, verrà distribuito anche in tutti gli oratori di Brescia e provincia e, prossimamente, sarà presente anche in una prestigiosa partnership con una storica realtà editoriale bresciana. 106 BRESCIA UP

Le te va bi

U

to ci de


LAVAZZOLER CIOCCOLATERIA

GELATERIA

INAUGURAZIONE TERMINAL 2 AEROPORTO CATULLO VERONA Lavazzoler: il luogo in cui trovare una selezione completa dei migliori cioccolati artigianali italiani insieme a tutti quei prodotti che ben si abbinano con il cioccolato Il cioccolato italiano, elaborato da maestri artigiani cioccolatieri, è da sempre sinonimo di qualità ed eccellenza, sia in Italia che all’estero. Il punto vendita Lavazzoler ambisce a diventare un riferimento per tutti gli appassionati di cioccolato e cultori in generale di cose buone. Un tempio del gusto dove lasciarsi conquistare appunto dal cioccolato elaborato esclusivamente in modo artigianale e proposto in tutte le versioni possibili ed immaginabili. Un negozio in cui trovare oltre al cioccolato tutto ciò che ben si sposa con questo straordinario prodotto. Il caffè, in particolare, dovrà giocare un importante ruolo di protagonista essendo da sempre un prodotto ideale per l’abbinamento. La pasticceria secca e le torte monoporzione, che rappresentano senz’altro delle ottime opportunità di gusto per i più golosi. A completamento dell’offerta, immaginiamo una piccola rappresentanza di distillati, vini da meditazione, infusi, tè, spezie e sigari e, nei mesi caldi, una zona “gelato” artigianale.

Il mercato:

Le Tavolette: dal gusto intenso e, al contempo, delicato. Vantano una gamma di varie tipologie suddivise tra cioccolato bianco, al latte e cioccolato fondente.

Le creme spalmabili al cioccolato, confezionate in vasetti, sono la scelta ideale per una merenda veloce e gustosa. Da gustare anche cucchiaio dopo cucchiaio.

Una vasta gamma di praline al cioccolato che uniscono al gusto eccezionale del cioccolato artigianale la cura e la maestria della loro realizzazione.

Gli Snack salati: il buon cacao abbinato alla sfiziosità di uno snack da consumare a tutte le ore, come aperitivo o fuoripasto, magari accompagnati da un buon vino.

Cuoricini, Animaletti, Ovetti e Cioccolecca per stimolare le fantasie dei clienti grandi e piccini.

Graphics: Penelope srl Manerbio

Considerato che soltanto in Italia, ogni italiano consuma mediamente in un anno 4,5 kg di cioccolato è evidente che è questo, uno dei prodotti più amati in assoluto. Il cioccolato è acquistato sia per autoconsumo che come oggetto da regalo. E’ un prodotto quindi che, già da solo, incontra il gusto di quasi tutti; se si propone affiancato al caffè la percentuale dei potenziali consumatori/clienti cresce vertiginosamente. Il target di clientela che un negozio come questo si propone di raggiungere è assolutamente trasversale, ampissimo, e contempla grandi e bambini.

Oggettistica e Linee Speciali per Pasqua, Natale, San Valentino (uova e dolci vari)

Produciamo gelato di qualità, scegliendo solo prodotti buoni, sani e genuini; senza grassi vegetali idrogenati e coloranti aggiunti. Le creme sono prodotte rispettando la tradizione dei vecchi gelatieri e utilizzando solo materie prime di elevata qualità, latte e panna freschi. I gelati alla frutta vengono prodotti utilizzando solo frutta da noi selezionata. Il risultato è un trionfo di naturalità e gusto che vi lascerà senza parole. Tra le specialità: vaniglia di Thaiti, pistacchio di Bronte e cioccolati pregiati.

B.V. sede via Toscana 16 Manerbio (BS) tel. +39.335.6547945

107


, film e .... musica

Libri TITOLO: La Capria esercizi superficiali AUTORE: Raffaele La Capria CASA EDITRICE: Mondadori

La presentazione e le recensioni di Esercizi superficiali, opera di Raffaele La Capria edita da Mondadori. Stati d’animo, pensieri, considerazioni sull’Italia di oggi, sul nostro tempo, sul disagio di questi anni di fronte a un mondo sempre meno preparato ad affrontare la crisi, non solo economica, che lo attraversa, e la violenza che da ogni parte lo investe. Nascono così questi Esercizi superficiali, titolo in assonanza con “esercizi spirituali” che allude alla concentrazione necessaria per sottrarsi al linguaggio della falsa profondità, e richiama il volo lieve della libellula, simbolo della nuova collana che questo testo inaugura. E dunque proprio al linguaggio si affidano queste prose brevi e d’occasione, seguendo gli umori del momento ponendosi in rapporto alla situazione politica, trasferita però in una dimensione diversa, di carattere letterario. Guidati dal senso comune e dalla logica elementare contrapposta alla logica ideologica, questi esercizi sono gli exempla di uno stile semplice che aspira alla leggerezza e nasconde la fatica che ci vuole per raggiungerla. Così lo spazio in cui si muovono è la letteratura, che si intreccia alla politica, e la politica alla vita, le riflessioni si saldano ai sentimenti, ai dubbi e agli interrogativi cui è difficile dare una risposta. E infatti il libro si chiude con uno sguardo al cielo stellato, mentre il cri cri cri del grillo rivolge la sua vana domanda nel silenzio notturno dell’universo. Raffaele La Capria (Napoli 1922), soggiorna in Francia e Gran Bretagna, fino alla laurea in legge nel 1950. Esordisce come narratore nel 1952 con Un giorno d’impazienza. Ferito a morte, il suo romanzo più celebre, ottiene il premio Strega nel 1961. All’attività di narratore affianca quella di saggista. Una scelta significativa della sua produzione è contenuta nel Meridiano Opere (Mondadori 2002

TITOLO: Benvenuti al Nord Un film di Luca Miniero

Diretto sempre dal regista napoletano Luca Miniero, il sequel del fortunato Benvenuti al Sud conferma il cast del primo episodio aggiungendovi alcune interessanti new entry. Tra queste si segnala Paolo Rossi, nel ruolo di un imprenditore senza scrupoli. Il sequel - secondo Miniero - era quasi “obbligatorio”, se non altro perché serviva a “completare il tema, mostrando l’altra faccia del dualismo nazionale”. Le riprese coinvolgono Castellabate (location principale del successo dello scorso gennaio), Milano e un piccolo paese del Nord Italia. Sono passati circa due anni. I nostri amici, Alberto e Mattia, sono in crisi con le rispettive mogli. Silvia (Angela Finocchiaro) detesta Milano a causa delle polveri sottili e dell’ozono troposferico e accusa Alberto (Claudio Bisio) di pensare solo al lavoro e poco a lei. Così, per risvegliare l’amore, prende una seconda casa in montagna dove trascorrere romantici weekend. Peccato che Alberto abbia accettato di guidare un progetto pilota delle Poste che lo impegnerà per un anno, sabati compresi. Intanto Mattia (Alessandro Siani), il solito irresponsabile, vive con la moglie Maria (Valentina Lodovini) e il figlio Edinson a casa della madre, lavora poco e proprio non riesce a pronunciare la parola “mutuo”. Per questo Maria lo lascia, costringendolo a mille sceneggiate per riconquistarla. Fallito ogni tentativo, Mattia suo malgrado finirà a lavorare a Milano, incastrato dall’ingenuità dei suoi amici che lo affidano alle cure di Alberto. L’impatto del napoletano con la città sarà terribile: partito con un giubbotto fendinebbia il povero Mattia finirà col rovinare la sua vita e quella dell’amico Alberto. Ma, piano piano, i pregiudizi inizieranno a sciogliersi…

Leggere ed Ascoltare


ASPESI

Via IV Novembre -Rezzato-

Lo stile non è un concetto vano. E’ semplicemente il modo di fare ciò che deve essere fatto.


g n i p p o nia Shm a

Twenty-Four jacket: lo spirito endurance della mitica 24 ore di Le Mans Pitti Immagine Uomo, Firenze, 10-13 gennaio 2012 Padiglione Cavaniglia – Stand B5 I dettagli in cuoio naturale vintage ricordano la pelle dei bomber indossati dai piloti nelle corse automobilistiche più appassionanti. All’ 81esima edizione di Pitti Immagine Uomo Club des Sports presenta Twenty-Four jacket, il blouson che ha nel nome tutto lo spirito endurance necessario per affrontare con determinazione una corsa lunga 24 ore. Dopo Legend Car Racing jacket Club des Sports torna ad ispirarsi ad una delle sue discipline favorite, i motori, e lo fa celebrando l’inesauribile capacità di resistenza dei piloti che partecipano alla corsa di endurance più estenuante del mondo: la mitica 24 ore di Le Mans. Club Des Sports è presente ovunque ci sia agonismo e competizione, in ogni disciplina, scendendo in campo e prendendo parte alla sfida insieme a chi lo indossa, come un vero fuoriclasse. Club des Sports Twenty-Four jacket è un blouson con esterno in poliestere mano cotoniera blu, con bordi e cappuccio rivestiti in pelle lavata vintage effetto used color cuoio naturale. L’interno è della stessa fibra di nuova generazione effetto cotone utilizzata per l’esterno. Imbottitura in piuma d’oca.

Grazia Lotti Relazioni pubbliche – via Palermo, 8 – 20121 Milano Tel 02 6575103 info@grazialotti.com

Fall – Winter 2012-2013 Pitti Immagine Uomo, 10-13 gennaio 2012 Padiglione Centrale – Piano Attico – Stand D 4/5

PT05 CLOUD COLOUR LE GAMBE TRA LE NUVOLE PT Pantaloni Torino presenta PT05 cinquetasche per camminare tra le nuvole.

110 BRESCIA UP

Cloud

Colour:

un

I PT05 Cloud Colour sono realizzati in velluto millerighe delavé stretch; uno speciale trattamento soft gli dona un’impronta sartoriale, pur non perdendo le caratteristiche peculiari del cinquetasche. La palette di colori polverosi è di ineguagliabile bellezza: giallo pallido, verde mela, cielo, corallo, rosa e gesso, tutti i colori delle nuvole, dall’alba al tramonto. Un dettaglio di stile: all’interno della cintura, le parole ‘Cloud Colour’ sono ricamate a mano.

PT01 FLOWER CAMMINARE POSITIVO Fodere interne con disegni cravatteria, ricami e altre leggerezze: ecco lo spirito positivo e l’eleganza innata del vestire PT01.


BRESCIA - COLLEBEATO - DESENZANO infoline +39 030 2510353 www.mangano.com


VUOI PERDERE PESO RESTANDO IN FORMA? con TISANOREICA si può! consulenza GRATUITA anche a domicilio Tisanoreica è l’unica dieta che ti permette di perdere chili e soprattutto centimetri nei punti giusti.... Non esitare a chiamarmi sarò lieto di spiegarti come...!*

Via trento 113 Capriano del Colle - (Fenili Belasi) - (Bs) *Cell. 392 5642973 Tel. 030 9749016 www.freefitnessclub.it freefitnessclub@alice.it


BRESCIA

UP M od a

presso: LB Elle Bi - CorsoGaribaldi20 | Brescia


u r e p a l l e d o M Mo d e l l a u r e p a l l e d o M

Marta Pedrotti 21 anni vive a Dello ed ha frequentato il Liceo Artistico Olivieri Maffeo. Titolare del negozio di moda “Ego Shop” in città, adora la moda la segue e crea capi ed accessori. Fa la modella e sfilando da diversi anni, partecipando a diversi concorsi di bellezza, come: finalista al concorso Miss Padania nel 2009 – Miss “la più bella del mondo” vincitrice della fascia Miss Brescia 2008 – finalista Miss Muretto 2008 e 2° classificata a miss del garda nel 2009. Come hobby adora la pittura e quindi dedica momenti del suo tempo libero a dipingere.

Up r ia pe c s la no e Br d e l i o r Mo n g u


un giorno o n r o i g n u r la pe r un giorno

r o


u t e h c n un a e er r a t p n a e ell v i d od ? o i Vuo na m giorntaci... u t a t con


La pedonalizzazione e la nuova viabilità nel cuore di Brescia

u CAMBIA LA VIABILITA’ IN PIAZZA VITTORIA Fabio Rolfi: “Abbiamo recepito una proposta avanzata dai taxisti”. Cambiano le modalità d’accesso e di sosta in piazza Vittoria, con particolare riferimento alle zone di parcheggio riservate ai taxi e all’orario delle Ztl.

La giunta comunale di Brescia ha infatti approvato una delibera che prevede una nuova distribuzione del traffico veicolare su piazza Vittoria e via IV Novembre. Sul lato ovest della piazza verranno ricollocate le aree di sosta per i taxi, mentre i parcheggi a pagamento per i 121


veicoli privati saranno riposizionate sul lato ovest di via IV Novembre. È stata inoltre approvata la modifica della regolamentazione ZTL su piazza Vittoria. L’attuale fascia oraria di ZTL (dalle ore 20.00 alle ore 16.00) verrà sostituita con una regolamentazione ZTL 0-24. Ai veicoli non abilitati all’accesso in ZTL sarà unicamente consentito l’ingresso al parcheggio interrato della piazza o l’accesso, con svolta a sinistra, ai nuovi posteggi che verranno ricavati nella parte ovest di Via IV Novembre. I cambiamenti sono stati apportati in vista della completa riqualificazione della piazza. “Abbiamo ascoltato le richieste dei taxisti, i quali giusta122 BRESCIA UP

mente lamentavano penalizzazioni eccessive nell’esercizio del loro lavoro. – ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico del Comune di Brescia, Fabio Rolfi – Nel contempo, abbiamo ridisegnato la mobilità su piazza Vittoria, offrendo valide alternative al traffico veicolare. In piazza dunque rimangono solamente i posteggi riservati a residenti e autorizzati, mentre ai non autorizzati sarà offerta la possibilità di parcheggiare il veicolo nell’adiacente via IV Novembre. I posteggi presenti nel lato ovest di piazza Vittoria saranno invece trasformati in aree di sosta riservate ai taxi, per consentir loro di avere migliore visibilità, maggior


vie e piazze del centro storico di Brescia, un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione comunale per rilanciare la città dal punto di vista turistico, artistico e commerciale. Dopo la trasformazione in area pedonale di corso Mameli, corso Palestro, piazzetta Bell’Italia, piazza Mercato e piazza Paolo VI, la Giunta ha deliberato la pedonalizzazione di piazza Loggia, uno dei luoghi simbolo della città e sede del municipio. Il risultato è il frutto di una collaborazione tra gli assessorati alla Mobilita e traffico, al Commercio e al Centro storico, ritenuta necessaria dopo i rilevamenti sui flussi del traffico veicolare, che hanno evidenziato come in piazza Loggia passino attualmente circa 1.600 veicoli al giorno (bus, vetture private e veicoli commerciali). Con questo nuovo provvedimento, l’accesso alla piazza sarà consentito esclusivamente ad autobus e taxi e verrà introdotto in via A. Volta l’obbligo di svoltare a destra. Saranno poi installati due nuovi portali d’accesso ZTL, che saranno collocati in largo Formentone (per consentire l’accesso solo a bus e taxi) e in corsetto S.Agata (per consentire il transito solo ai veicoli dei residenti e autorizzati all’accesso in ZTL). I veicoli commerciali autorizzati avranno la possibilità di transitare in piazza Loggia e in corsetto S.Agata in una finestra oraria ben precisa (dalle 6.30 alle 10) e in largo Formentone verranno individuati spazi adeguati per le attività di carico/scarico. Tra corsetto S.Agata e piazza Loggia verrà inoltre posizionata una fioriera mobile per limitare l’accesso dei veicoli. Accanto alla chiusura al traffico, l’Amministrazione comunale ha deliberato un provvedimento che permetterà alle attività commerciali della zona di intraprendere nuove iniziative, grazie a uno sconto del 50% sulle tariffe del canone di occupazione del suolo pubblico, con esclusivo riferimento all’estensione di plateatici già esistenti. Per informazioni www.bresciainfo.com

spazio per le manovre e un più ampio numero di posteggi.Il nostro intento è quello di fornire un servizio ancora più soddisfacente sia per i turisti che per i bresciani, in attesa che l’offerta per la mobilità in città venga completata dalla realizzazione della metropolitana. I cambiamenti saranno validi fino alla realizzazione del progetto di riqualificazione che interesserà piazza Vittoria”. PROSEGUE LA PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO DA GENNAIO PIAZZA LOGGIA SARA’ AREA PEDONALE Prosegue il processo di pedonalizzazione delle principali 123


GRUPPO COBRA: DA qUARANTASETTE ANNI AL SERVIZIO DEGLI AUTOMOBILISTI BRESCIANI. Gli anni 60, periodo di forte crescita economica e continua evoluzione per il nostro paese, vedono la nascita e lo sviluppo di molteplici attività industriali e commerciali: a Brescia, il 16 gennaio 1965, la famiglia Masetti Zannini inaugura COBRA, la concessionaria FIAT dei bresciani. Francesco Masetti Zannini, fondatore dell’allora Commissionaria Bresciana Automobili (da qui l’acronimo CO.BR.A.), ha intrapreso un percorso che ha affiancato a FIAT e FIAT PROFESSIONAL marchi prestigiosi quali OPEL, TOYOTA, LAND ROVER e RANGE ROVER oltre a CARPLAN, la divisione per il noleggio a lungo termine. Oggi la sede storica di Via Pusterla si presenta completamente rinnovata e a misura delle esigenze del Cliente. Il motto aziendale è “ IL CLIENTE AL CENTRO DELLA NOSTRA ATTIVITA’ e NOI SIAMO AL SUO SERVIZIO”. Questo è il credo che Francesco Masetti Zannini, Presidente del Gruppo Cobra, ha trasmesso ai figli Emanuele, Amministratore Delegato, Marialuisa e Francesca, che lo coadiuvano nella gestione quotidiana. Uno spirito d’impresa che i 140 collaboratori del Gruppo, presente con una rete di concessionarie nel territorio della vasta provincia bresciana, condividono con la famiglia Masetti Zannini, nell’intento di offrire alla clientela un servizio sempre più mirato e competitivo. L’affidabilità, la professionalità e la preparazione del personale di vendita e assistenza sono il fiore all’occhiello del Gruppo Cobra che, grazie alla credibilità acquisita sul campo, è considerato attore non solo economico ma anche sociale culturale della città di Brescia. Negli anni il Gruppo ha infatti partecipato attivamente a iniziative benefiche, culturali e sociali anche in collaborazione con i principali enti locali. Il Gruppo Cobra festeggia il 16 gennaio il 47° compleanno di FIAT COBRA e inaugura l’anno nuovo con una serie di novità in arrivo nei saloni delle concessionarie di Brescia e provincia: dalla tanto attesa nuova Fiat Panda all’ecologica Opel Ampera elettrica.

PER DISTILLERIE FRANCIACORTA NUOVA PARTNERShIP NEGLI STATI UNITI Siglato a New York, con il colosso Castle Brands, un accordo esclusivo e strategico, per la distribuzione commerciale negli Usa nel prossimo quinquennio GUSSAGO (BS) – Rilevante novità dalle Distillerie Franciacorta, storica azienda leader della distillazione nazionale: la società dei fratelli Gozio ha sottoscritto un importante accordo commerciale con la Castle Brands Inc. di New York per la distribuzione in esclusiva negli Stati Uniti dell’“Amaretto Gozio”. Gli obiettivi per il prossimo quinquennio prevedono vendite superiori al milione di bottiglie. quotata al Nyse, la borsa statunitense, la società nordamericana distribuirà negli Usa in esclusiva anche la grappa “La Corte”, altro marchio di spicco nel portafoglio della distilleria di Gussago, in Franciacorta. John Glover, Chief Operating Officer di Castle Brands Inc., ha affermato: “Siamo emozionati e soddisfatti di lavorare con Distillerie Franciacorta e siamo orgogliosi di essere i distributori esclusivi del loro ‘Amaretto Gozio’. Crediamo questo sia il momento giusto per rispondere alla domanda dei consumatori di un amaretto super premium. Siamo convinti che ‘Amaretto Gozio’, con le sue caratteristiche uniche e la bellissima confezione, sia adatto a soddisfare le esigenze del mercato”. Sostiene soddisfatto Mauro Piliu, Direttore Export delle Distillerie Franciacorta, “Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con il team di Castle Brands Inc. Castle, con la sua forte rete di vendita e la perfetta organizzazione marketing nel mercato statunitense, insieme ai marchi premium da loro distribuiti, è la casa perfetta per ‘Amaretto Gozio’ e grappa ‘La Corte’ negli Usa”. L’Amaretto Gozio è un liquore delicato ottenuto da mandorle della migliore qualità provenienti da quattro continenti e messe in infusione per almeno sessanta giorni. L’originale ed elegante bottiglia è caratterizzata da un design innovativo, per un prodotto che conserva le sensazioni e le caratteristiche di un tempo. Un accordo significativo, quello siglato nella metropoli newyorkese, che contribuirà a rendere ancora più vivace l’azione delle distillerie Franciacorta nei prossimi anni all’estero come in Italia. Ulteriori informazioni sulla Castle Brands Inc. possono essere ricavate visitando il sito www.castlebrandsinc.com Ufficio Stampa BHW | communication

. . . s w e n The


chi l’ha detto che lo stile si trova solo in centro?

9/12.30 - 15/19.30 sabato orario continuato

A21 TO-PC uscita pontevico www.caliban.it


Richiedilo al tuo parucchiere di fiducia!!! Info: www.biokalecosmesi.it E-mail: info@biokalecosmesi.it Facebook: biokale cosmesi

Distributore di zona

Tel: 030 3760222 - 030 2350026


Oroscopo del 2012 Come ogni anno, sottolineo che le indicazioni contenute in questo scritto sono di natura generale; Non è lontanamente pensabile di poter predire il futuro di tutti i nati in ariete, toro, gemelli, in 4 righe o poco più. Inoltre, ogni individuo è un soggetto unico con un proprio indirizzo di vita, un proprio destino Buon 2012 a tutti. INDICAZIONI ASTRALI 2012 Nessuna fine del mondo, ma il cielo parla di grandi cambiamenti. Nella prima parte dell’anno saranno protagonisti i segni di terra: a pari merito, Vergine e Toro seguiti dal Capricorno. Tante saranno le fortune professionali a cui andrete incontro. Ottime le energie e la salute per la Vergine; Nuovi coinvolgenti incontri per il Toro. Giove dal 12 Giugno cambia rotta ed entra in Gemelli; Benedice con la fortuna che lo contraddistingue i nati nei tre segni d’aria: Gemelli, Bilancia e Acquario. I Gemelli, dopo la fatica dei primi sei mesi, vivranno grandi successi: momenti in cui tutto girerà nel verso giusto e le gratifiche in amore e sul lavoro saranno all’ordine del giorno. La Bilancia rimane in riflessione, causa Saturno che soltanto a Ottobre abbandonerà il segno per fare capolino in Scorpione. Gli acquari inizieranno una lenta e importantissima trasformazione proprio dalla fine del 2012: prove da superare, sfide. Il segno dello Scorpione, già messo a dura prova nei mesi precedenti, sarà protagonista di cambiamenti radicali; un nuovo amore, un nuovo figlio, un trasferimento o una semplice presa di coscienza della realtà circostante. Lo stesso ciclo favorirà invece la repentina crescita degli altri due segni d’acqua: Cancro e Pesci. Un miglioramento è inoltre previsto per il segno del Leone: state in guardia però! Grandi modifiche sul lavoro le vivrete solamente alla fine del 2012. Molti Leoncini opteranno per un’attività indipendente. Infine, tanti spostamenti, viaggi sono previsti per i Sagittario e Ariete, che troveranno un fragile equilibrio in Primavera inoltrata e sicure certezze dalla fine dell’anno. UN BUON 2012 A TUTTI

TABELLA DEI TRANSITI PIÙ IMPORTANTI DEL 2012 GIOVE: entra il 12 Giugno in Gemelli: rimane per tutto l’anno ed inizia la retrogradazione il 5 Ottobre MARTE entra il 4 Luglio in Bilancia (dopo 8 mesi rimasto in Vergine) VENERE entra in Gemelli il 4 aprile e rimane sino al 7 agosto (4 mesi) SATURNO entra in Scorpione il 6 ottobre 2012 (dopo 2 anni e mezzo in Bilancia) MERCURIO entra in Pesci il 15 febbraio, in Ariete il 3 marzo, rientra in pesci il 24 Marzo ed esce definitivamente dal segno il 17 aprile entrando un’altra volta in Ariete. 127


ARIETE Un 2012 di chiusure soprattutto per i nati nella terza decade. Finisce l’opposizione di Saturno in Bilancia a Ottobre che vi ha obbligato a voltar pagina in tutti i settori della vostra vita. Urano nel segno vi ha fornito nuove opportunità e ve ne fornirà ancora per tutto il 2012. Favoriti alla trasformazione -vostra parola d’ordine del 2012- i mesi di Luglio, Agosto: sarete chiamati a scegliere in amore e sul lavoro. Venere ottimizzerà l’umore in Primavera, assieme a Mercurio che si divertirà a entrare e uscire dal vostro segno regalandovi tanti contatti e nuovi flirt. TORO Giove, Marte e Plutone nei rispettivi segni di terra (Toro, Vergine, Capricorno) donano voglia di fare e portano buone nuove in amore e sul lavoro. Lo stimolo di Marte in Vergine permette di segnare traguardi professionali importanti; L’amore di coppia brilla nella prima parte dell’anno. Ottime possibilità anche per i single: con Giove dispensatore di fortuna troverete compagnia. Eccellente il periodo primaverile grazie a Venere che allieta il vostro umore infondendo una sferzata di ottimismo. A Ottobre, sono previsti molti inventari della coppia.

BILANCIA Un anno di continui punti interrogativi. Saturno negli ultimi gradi del segno promette, ai nati nella terza decade, riflessioni sulla coppia. Momenti di insicurezza e profonda analisi anche per coloro che nel 2011 hanno interrotto una storia d’amore importante: la comprensione del vostro Io, sarà il punto di partenza per la costruzione di un futuro di coppia e professionale eccelso. La professione troverà momenti di slancio da Giugno, attenzione a non far perdere la pazienza a chi vi sta accanto tra Febbraio, Marzo. SCORPIONE Un 2012 contraddittorio. Una prima parte serena, anticamera di meravigliose proposte in amore e nel lavoro, realizzabili soltanto da Giugno. Giove, infatti, uscirà da un aspetto ostile proprio in Estate favorendo la vostra voglia di espansione sia negli affari che nel privato. I single, possono contare su un Marte glorioso in Autunno, e appoggiarsi su una brillante Venere che porterà piccoli flirt e tanta evasione. Nel lavoro, state accorti in Estate dove più proposte potrebbero farvi perdere letteralmente il senso di ciò che è giusto e di ciò che non lo è.

GEMELLI Marte in Vergine, nei primi sei mesi del 2012, non promette facili traguardi: dovrete faticare di più per farvi sentire in amore e negli affari. Molte coppie rivaluteranno la situazione affettiva che vivrà un momento di stallo; Una piccola crisi che sarà superata in Estate. Giove entrerà nel vostro segno il 12 Giugno donandovi la giusta dose di ottimismo per cambiare le carte in tavola. La seconda parte dell’anno sarà il periodo migliore per essere protagonisti di successi. In Primavera, Venere garantisce piccoli “flirt” e in Estate Marte vi regala l’incontro che scalda il cuore.

SAGITTARIO Un anno di svolta. La prima parte dell’anno si annuncia ricca di attese: Marte in Vergine non faciliterà la scalata sociale o il facile guadagno, ma indirizzerà la vostra coscienza a cambiare, progettando evoluzioni nello stile, nelle idee nei traguardi che troveranno realizzazione alla fine del 2012. I mesi di Ottobre e Novembre saranno fautori di importanti svolte professionali e affettive: l’incontro giusto e il lavoro giusto. Soltanto allora, il cielo risponderà positivamente a ogni vostra richiesta.

CANCRO La quadratura di Saturno in Bilancia porterà i nati nella terza decade a un cambiamento definitivo: in amore, nel lavoro. Nel 2012 sarà forte in voi la volontà di cambiare sorretti da Marte che sino a Luglio vi renderà padroni della vostra vita: pronti a prendere immediatamente l’iniziativa. Dalla metà di Luglio in arrivo novità: un trasloco, un matrimonio, un evento importante che aprirà la strada a nuove routine, nuove amicizie, nuovi sentieri da percorrere. In Autunno tanti piccoli cambiamenti in famiglia.

CAPRICORNO Il potente trigono Marte-Giove-Plutone che colpirà sino a Giugno i segni di Terra vi condurrà a grosse novità. Tante sono le trasformazioni attese. Gli ultimi mesi del 2011 hanno segnato svolte professionali. Il 2012 si profila un anno ricco di cambiamenti anche sul fronte affettivo. L’aspetto di trigono che convoglierà direttamente sul vostro Sole riaccenderà passioni nascoste e vi permetterà di chiudere col passato, riportando a voi vecchie conoscenze, e presentandovi nuove influenti amicizie.

LEONE Inaspettati colpi di scena. Il 2012 si apre con una quadratura di Giove in Toro sino a Luglio che vi indicherà vie migliori da percorrere in vista di un importante realizzazione professionale e personale. Urano in Ariete aprirà la strada alle occasioni. Tanti colpi di scena sul lavoro; nuovi impieghi e aumenti di salario. Voi ci metterete molto impegno, Marte in Vergine segna la svolta personale che attendavate da tempo, ma occhio alle finanze e alle spese impreviste che giungeranno in Primavera.

ACQUARIO Il 2012 segnerà l’inizio di un nuovo ciclo di vita. Nella prima parte dell’anno sono garantite forti emozioni in Primavera. Venere in Gemelli assicura tanta libertà e voglia di divertimento. Tante energie sono previste in Estate. Ottima, infatti, la seconda parte dell’anno con Giove in Gemelli in trigono al vostro Sole: novità e trasformazioni in amore e sul lavoro. Da Ottobre Saturno entra in Scorpione e crea una situazione dura per il Vostro Sole. Siate pronti ad affrontare prove decisive per la vostra evoluzione personale e professionale.

VERGINE Un anno in cui le vostre aspettative troveranno una valida realizzazione, sfruttate Marte nel segno sino a Luglio: garanzia di successi, molta intraprendenza e la forza per superare ostacoli di ogni genere. I single beneficeranno del transito con un incontro speciale, che si verificherà tra fine Febbraio, Marzo. Le coppie riceveranno le spinte energetiche giuste per riarmonizzare il rapporto di coppia: un 2012 in cui sarete pronti a tutto. Se attendevate il periodo giusto per avere un figlio o fare quell’investimento che da tempo progettavate, sarà proprio con l’avvento della Primavera che troverete la strada giusta per realizzarlo.

PESCI Reduci da un 2011 di rotture sentimentali, si apre per voi un ciclo di vita caratterizzato da rinascita in tutti i settori. Dovrete attendere, però, la fine del 2012 quando Saturno, signore delle sfide, sarà a voi favorevole regalandovi la forza per consacrare un’ unione attraverso un figlio, un matrimonio, una scelta di coppia. I molti single, troveranno un amore valido solamente nel 2013. Godetevi quest’anno ricco di pathos e momenti di passione, soprattutto in Estate. trasferimenti per amore e per lavoro. Quest’anno il desiderio di amore la farà da padrone.

128 BRESCIA UP


Classroom a Oxford? Nuova scuola a Brescia

INTE

R N AT I O

NAL SCHOOL OF BRES

CIA

International

School of

BRESCIA

FOR A WORLD WITHOUT FRONTIERS International School of Brescia propone un percorso educativo e di crescita che accompagnerà i vostri figli dalla scuola materna alle porte delle più prestigiose università del mondo. Al termine del programma internazionale di studi, già attivo da più di 50 anni in Italia e introdotto per la prima volta da International School of Milan, gli studenti conseguono il Baccellierato Internazionale e il riconoscimento di madrelingua inglese. Non insegniamo l’inglese, prepariamo i vostri figli al futuro.

In partnership con:

INFO: Tel. +39 030 2191182 - www.isbrescia.com


Volkswagen raccomanda

Scopri tutti i prodotti che Volkswagen Financial Services ha ideato per te.

www.volkswagen-up.it

Quando piccolo diventa grande.

Showroom Volkswagen Via Triumplina, 49 25123 Brescia

tel. 030 2019711 fax 030 2010977

Valori massimi: consumo di carburante, ciclo comb. 4,7 l/100 km - CO2 108 g/km.

infovw@mandolini.it www.mandolini.it


Brescia UP - Gennaio 2012