Page 47

atmosfere

S

piegare la moda è davvero molto semplice. Si può definire moda qualsiasi cosa che venga creata per essere seguita. La nuova tendenza della stagione, il nuovo locale super trendy, una parola o un modo di dire diffuso nello slang di tutti i giorni. Ma allora, se è così palesemente facile seguire la moda, perché in realtà nessuno ci riesce? Il concetto di moda, come tutti quelli che girano attorno alla nostra vita, potrebbe in fondo essere totalmente discutibile, come potrebbe essere discutibile il semplice fatto di seguire le tendenze. L’educazione alla moda è qualcosa di elementare, e lo è ancora di più dettare le sue leggi. Quindi mi chiedo, perché diventa così difficile rendere la moda qualcosa di completamente soggettivo? I primitivi si vestivano di foglie, i nostri antenati di abiti pomposi e scomodi, noi ci vestiamo di idee d’altri. L’essenza del vestire è qualcosa di sublime. L’abito, quello vero, quello tra virgolette, è quello che ci accompagna negli anni, è quello da cui possiamo sempre avere conforto. Non sarà mai quello che compriamo in un negozio seguendo la moda della stagione, e che metteremo solo una volta e dopo 3 mesi è già “out”. A volte seguire le tendenze o prendere dagli altri, senza metterci del nostro, è assolutamente sbagliato. In periodo di crisi potremmo accorgerci che quello che abbiamo nell’armadio, non è solo una

cosa, ma può diventarne mille. Un abitino bustier leggero che abbiamo nell’armadio da anni vorrebbe gridarvi che non è semplicemente un abito. Potrebbe essere una gonna anni ’50 a vita alta che, accostata ad una camicetta colorata, ad una cintura e un paio di décolleté, modifica completamente il look, proponendovi una nuova uscita dal vostro armadio. Lo stesso abitino potrà essere usato di giorno o di sera, semplicemente sapendolo unire a un qualcosa di impensabile e differente come una t-shirt o un coprispalle di paillettes. Et voilà, da un capo demodè chiuso nell’armadio, che per noi era semplicemente un abitino da cocktail, si rivela altro. E così con tutto il guardaroba: basta solo metterci del nostro e accostare bene gli accessori, rendendo i capi più divertenti o più seri in base all’occasione. Sono poche regole, che non seguono le stagioni, ma che sono dettate dal semplice buon senso. E ricordiamoci degli accessori, che riescono sempre a toglierci da ogni brutta situazione; borse, scarpe, cappelli, bijoux, cinture riescono sempre a modificare i nostri abiti rendendoli ogni volta diversi. Vestirsi è un divertimento, è come un gioco: tante pedine da cambiare e tante combinazioni da scoprire. L’importante è avere la voglia e l’inventiva per farlo. E adesso che arriva il natale, regaliamoci questo gioco. Non costa niente! Andreina Serena Romano

45

Brek Magazine numero 3  

Brek Magazine numero 3 NATALE 2008 Anno I numero 3 - novembre / dicembre 2008

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you