Page 38

comunicazione

Gli Open Data come strumento di democrazia

L

di Davide Bennato

a democrazia può essere contenuta in una database? La cittadinanza può passare da statistiche e altri strumenti quantitativi? La partecipazione può essere una forma di analisi dei dati? La trasparenza può essere espressa in forma numerica? Per quanto possa sembrare strano, la risposta è si. Si chiama Open Data, ed è quel movimento che raccoglie attorno a sé esperti, cittadini, pubbliche amministrazioni e politici, accomunati dall’idea che l’enorme quantitativo delle informazioni prodotte dalle istituzioni – sociali, politiche, scientifiche – possano portare a un livello diverso la democrazia partecipativa.

La democrazia come la conosciamo si estrinseca nell’atto della partecipazione: partecipazione che – nella stragrande maggioranza dei casi – si esprime attraverso il voto. Ma il voto non è l’unica forma di partecipazione, ne esistono diverse, per esempio l’associazionismo. In questa diversificazione della partecipazione, nel periodo dei media sociali e del web partecipativo – appunto – anche l’uso dei dati può essere espressione di democrazia. Ma in che modo? Il movimento Open Data – così come altri movimenti Open (open source, open/free culture, creative commons) – parte dal presupposto che la conoscenza, il sapere e l’informazione devono essere liberi: libera deve essere la circolazione, libera deve essere la diffusione, libera deve essere l’utilizzazione. Nella fattispecie, i dati prodotti da particolari istituzioni e organizzazioni devono essere liberi e aperti, perché sono patrimonio della collettività e perché i dati grezzi altro non sono che conoscenza in attesa di essere raffinata. Dati prodotti da particolari istituzioni. La cosa, già interessante in sé, diventa ancora più interessante se applicata alla politica: si chiama Open Government (semplificato in Open Gov) ed è il concetto di Open Data applicati alla polis. Infatti pubbliche amministrazioni, municipalità, governi, producono una serie di dati che ci riguardano molto da vicino, perché hanno a che fare con la sfera pubblica. Il

Profile for Queimada - Brand Care

Brand Care magazine 009  

Creative communities, food blogging, writers, open source, creative commons, open data... Governare ciò che apparentemente è ingovernabile....

Brand Care magazine 009  

Creative communities, food blogging, writers, open source, creative commons, open data... Governare ciò che apparentemente è ingovernabile....

Advertisement