Page 30

formazione

Intervista a Francesco Barbaglio, Jacopo Parravicini e Francesco Lo Sterzo

D

a cura di Michele Abis, Samantha Spagnoli, Glenda Galliano, Marta Del Rio, Alessandra Teutonio, Dario Di Lascio

i solito parlando di comunità creative ci si riferisce a team che privilegiano l’estro artistico, ma naturalmente non è sempre così. Per “comunità creative” si intendono, infatti, gruppi in cui l’incontro tra gli individui in cui la condivisione di conoscenze ed esperienze concorrono alla risoluzione di un problema per raggiungere un risultato concreto. È per questo che inseriamo a pieno titolo i gruppi di ricerca scientifica in questo ambito. In occasione del workshop IED tenuto in collaborazione con BCm, per entrare nel cuore della questione abbiamo intervistato tre ricercatori: Francesco Barbaglio, Jacopo Parravicini e Francesco Lo Sterzo, chiedendo loro le proprie impressioni sul lavoro che svolgono, sui team di cui fanno parte e sulle prospettive che la ricerca scientifica italiana ha di fronte. Francesco Barbaglio, nato a Roma il 20 Aprile 1985, dottorando in Ingegneria Aerospaziale presso l’Università “La Sapienza”.

Brand Care magazine: Qual è il tuo campo di ricerca? Francesco Barbaglio: Lavoro presso il laboratorio di Radioscienza del DIMA (Dipartimento Ingegneria Meccanica ed Aerospaziale) dell’università “La Sapienza”. Il nostro lavoro è basato sulla radioscienza e ci occupiamo dello studio, mediante i dati di tracking delle sonde spaziali, dei campi di gravità dei corpi celesti e di esperimenti di relatività.

Profile for Queimada - Brand Care

Brand Care magazine 009  

Creative communities, food blogging, writers, open source, creative commons, open data... Governare ciò che apparentemente è ingovernabile....

Brand Care magazine 009  

Creative communities, food blogging, writers, open source, creative commons, open data... Governare ciò che apparentemente è ingovernabile....

Advertisement