__MAIN_TEXT__

Page 50

culture

L’incandescenza e la forma del Giappone nell’opera di Nicola Guarini (e dei Vidra)

R

di Alfonso Amendola

esta a Roland Barthes la definizione del Giappone come impero dei segni. Una ricostruzione semiotica che il grande pensatore francese volle rintracciare negli spazi non istituzionali e tentando di definire le complessità dell’identità nipponica: “nella città, nel negozio, nel teatro, nella cortesia, nei giardini, nella violenza”. E poi inseguendo gestualità, analizzando cibi, rileggendo poesie, osservando volti ed occhi del popolo giapponese. E sottolineando “la fermezza della traccia, senza sbavature, senza margini, senza vibrazioni”.

Lungo e ben oltre l’orizzonte segnico indicato da Barthes sembra muoversi la “ricostruzione” fotografica del Giappone di Nicola Guarini. Una “ricostruzione” sostanzialmente identitaria che si staglia verso lo splendore metropolitano di Tokio, gli scenari d’interni, le ombre dal notturno, le pulsioni urbanistiche, gli spazi chiusi ed aperti, gli hotel. Alcune sue fotografie ne sono decisivo emblema: da For relaxing time a Nikko, da Al Terrace a Ginza. Fino a disegnare, fotograficamente, un Giappone immaginifico (penso in particolare all’homage dedicato al film di Sofia Coppola Lost in traslation del 2003, che del Giappone, Tokio in particolare, evidenzia inquietudini e solitudini dove echeggia quell’assenza

Profile for Queimada - Brand Care

Brand Care magazine 006  

iDentity – consumi, media, lavoro, reputation, narrazioni. La "cover story" di Brand Care magazine 006 riguarda il tema dell'identità. I b...

Brand Care magazine 006  

iDentity – consumi, media, lavoro, reputation, narrazioni. La "cover story" di Brand Care magazine 006 riguarda il tema dell'identità. I b...

Advertisement