Page 1

Â

Scheda Paese

PORTOGALLO Camera di Commercio Italiana per il Portogallo


Dati macroeconomici anno 2010

Reddito Procapite

16.250

Tasso di inflazione

%

1,4

Tasso disoccupazione

%

10,8

Tasso di variazione del PIL

%

1,4

Previsione di crescita PIL per il 2011

%

-1,3

Totale import

mld €

56,91

Totale export

mld €

36,76

Saldo Bilancia Commerciale

mld €

-20,15

Totale import da Italia

mld €

3,23

Totale export verso Italia

mld €

1,39

Saldo interscambio con l’Italia

mld €

-1,84

Investimenti esteri

mld €

35,10

Investimenti all’estero

mld €

5,77

Investimenti italiani

mld €

0,17

Investimenti in Italia

mld €

0,04

Fonte: Banco de Portugal; Statistics Portugal (INE)


Caratteristiche generali

Mesi

Temperature nella capitale (in °C)

Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre

Media max

15 15 17 21 22 26 31 31 27 22 18 15

Media min

9 8 10 14 15 16 19 20 17 14 11 9

Fuso orario (rispetto all’Italia): -1 Superficie 91.985 kmq (compresi le Azzorre e Madeira) Popolazione1 10.637.713 Gruppi etnici2 Brasiliani (116.220), Ucraini (52.293), Capoverdiani (48.845), Rumeni (32.457), Angolani (26.557) Comunità italiana ca 4.950 (40% nel distretto di Lisbona) Capitale Lisbona (479.884; 2.033.756 nell’area metropolitana Grande Lisboa che include Oeiras, Cascais, Sintra e Mafra) Città principali Oporto, Braga, Coimbra, Aveiro, Viseu, Setúbal, Évora, Faro, Funchal Moneta Euro Lingua Portoghese Religioni principali Cattolici (90%) Ordinamento dello Stato Repubblica Parlamentare unicamerale. L’Assemblea Nazionale (230 membri eletti per 4 anni) esercita il potere legislativo. Il Governo, detentore della funzione esecutiva, è responsabile del proprio operato dinanzi l’Assemblea. Il Presidente della Repubblica, eletto a suffragio universale, resta in carica 5 anni; è consentito un secondo mandato presidenziale consecutivo Suddivisione amministrativa 18 distretti e due regioni autonome (Azzorre e Madeira).

1 2 3

Fonte: Statistics Portugal - INE (2009) Fonte: SEF (2009) Fonte: Banca Centrale Portoghese; Statistics Portugal - INE

Quadro dell’economia3

Quadro macroeconomico La crisi economica ha lasciato un Paese con un'economia ancora molto fragile, caratterizzata da un alto debito pubblico ed un pesante indebitamento con l'estero. I principali indicatori mostrano la vulnerabilità dell'economia portoghese, come il PIL che nel 2010 ha registrato un +1,4% al di sotto della media della zona euro (1,7%) e della UE a 27 (1,8%); anche il deficit è in peggioramento (–7,3%) aggravato dal modesto incremento del PIL e dall'aumento della spesa pubblica, come anche il tasso di disoccupazione (10,8%, a fronte della media UE del 9,6%). In altri casi, le performance del Paese sono migliori di quelle degli altri partner europei: l'inflazione è dell’1,4%, inferiore a quella della UE a 27 (+1,8%); anche le esportazioni di beni e servizi mostrano valori incoraggianti (+15,7%) e crescono a ritmi superiori rispetto alle importazioni (+10,8%).

Principali settori produttivi Nel mese di marzo 2011, i fattori che contribuiscono maggiormente alla formazione del PIL sono: le esportazioni di beni e servizi (1,4%; +8,7%), il consumo privato (+2%), il consumo pubblico (+3,2%). L’investimento fisso lordo, invece, ha fatto registrare una diminuzione del 4,8% rispetto al 2009. Infrastrutture e trasporti La rete autostradale ha un’estensione di oltre 2.860 km (circa la metà prevede un pedaggio) e copre oramai l’intero territorio, unitamente alla rete di strade statali in costante ammodernamento e trasformazione. Per il triennio 20102013, Estradas de Portugal, l’ente che gestisce le concessioni stradali e autostradali, ha deciso di investire mln/euro 246 per lavori di manutenzione. La rete ferroviaria copre circa 3.600 km; sono in corso di ammodernamento i collegamenti Lisbona/Porto e Lisbona/Faro, dove circolano i pendolini acquistati, qualche tempo fa, dalla Fiat Ferroviaria. Il Portogallo aderisce al programma europeo per la realizzazione della linea ad alta velocità: in progettazione i tragitti Lisbona-Elvas e Lisbona-Porto-Valencia. I maggiori porti del Paese sono: Lisbona, Leixões (Porto), Setúbal, Aveiro e Sines. Gli aeroporti internazionali si trova-


BUSINESS ATLAS 2011

no a Lisbona, Porto, Faro, Funchal (Madera) e Ponta Delgada (Azzorre). È tuttora in fase di progettazione un nuovo aeroporto internazionale che sarà localizzato in prossimità della capitale.

Commercio estero Totale import: mld/euro 56,9 (+10,8%) Totale export: mld/euro 36,8 (+15,7%) Principali prodotti importati: macchine e apparecchi, materiale elettrico e loro parti (16,3%, –5,3%); prodotti minerali (14,9%, +28,3%); materiale da trasporto (14%, +27,9%); prodotti delle industrie chimiche e connesse (10%, +8,4%). Principali prodotti esportati: macchine e apparecchi, materiale elettrico e loro parti (14,9%, +6,9%); materiale da trasporto (12,4%, +22,1%); materie tessili e loro manufatti (10,1%, +6,6%); prodotti minerali (8,5%, +50,8%); metalli comuni e loro lavorati (7,9%, +17,1%). Principali partner commerciali Paesi Clienti: Spagna (26,6%, +13,1%); Germania (13%, +18,5%); Francia (11,8%, +10,4%); Regno Unito (5,5%, +11,6%); Angola (5,2%, –14,5%); Olanda (3,8%, +26,8%); Italia (3,8%, +19,4%); USA (3,6%, +38,7%). Paesi Fornitori: Spagna (31,2%, +6%); Germania (13,9%, +15,9%); Francia (7,2%, –3,9%); Italia (5,7%, +8,6%); Olanda (5,1%, +4,6%); Regno Unito (3,8%, +26,2%); Belgio (2,9%, +12%); Cina (2,8%, +42,3%); Nigeria (2,4%, +10,8%). Interscambio con l’Italia Importazioni dall'Italia ed esportazioni verso il nostro Paese sono cresciuti rispettivamente dell’8,6% e del 19,5%. Saldo commerciale: mld/euro –1,8 Principali prodotti importati dall’Italia: macchine e apparecchi, materiale elettrico e loro parti (21%, –1,8%); materie tessili e loro manufatti (13,1%, +5,3%); metalli comuni e loro lavori (11,9%, +17,4%); materiale da trasporto (11,1%, +16,5%); prodotti delle industrie chimiche e connesse (9%, +8,8%). Principali prodotti esportati in Italia: macchine ed apparecchi, materiale elettrico e loro parti (16,3%, +17,1%); materie tessili e loro manufatti (15,8%, +21,2%); materiale da trasporto (10,8%, +11,5%); prodotti delle industrie alimentari, bevande, liquidi alcolici e aceti; tabacchi e succedanei del tabacco lavorati (8,4%, –25%). Investimenti esteri (principali Paesi) Paesi di provenienza: Germania (18,3%, +53,5%); Francia (16,7%%, +4,4%); Regno Unito (13,7%, –26,6%); Spagna (13,6%, +15,3%); Olanda (10,3%, –36,1%); Lussemburgo (7%, +151%); Brasile (5,5%, +492%). L'Italia è quattordicesima (0,5%, –72,8%). Paesi di destinazione: Lussemburgo (22%, +481,4%); Spagna (16,1%, –26,2%); Olanda (14,4%, –65,5%); Brasile (11,3%, +26%); Angola (3,9%, –67,3%). L'Italia è al diciannovesimo posto (0,8%, +56,3%).

PORTOGALLO

Investimenti esteri (principali settori) Verso il Paese: commercio all’ingrosso e al dettaglio (39,3%, +5%); industria della trasformazione (24,4%, +19,7%); attività finanziarie (18,2%, +29,7%); attività di informazione e comunicazione (5,6%, +2,2%); attività di consulenza, attività scientifiche e tecniche (3,1%, +37%). Italiani verso il Paese: attività finanziarie (55,9%, +236,3%); industria della trasformazione (14,5%, –21,3%); commercio all’ingrosso e al dettaglio (10,5%, +36,5%); attività di consulenza, attività scientifiche e tecniche (6%, –64,5%). All’estero del Paese: attività finanziarie (59,3%, –28,8%); attività di consulenza, attività scientifiche e tecniche (12%, –27%); commercio all’ingrosso e al dettaglio (8,6%, +30,6%); edilizia (6,6%, –52,9%); industria della trasformazione (5,7%, –42,60%).

Aspetti normativi e legislativi

Regolamentazione degli scambi Sdoganamento e documenti di importazione: gli scambi intracomunitari non sono soggetti ad alcuna formalità. Per le importazioni da Paesi terzi, fare riferimento alla normativa comunitaria. Classificazione doganale delle merci: tariffa TARIC, basata sulla Nomenclatura Combinata. Importazioni temporanee: da Paesi terzi con carnet ATA.

Attività di investimento ed insediamenti produttivi nel paese Normativa per gli investimenti stranieri: gli investimenti esteri sono disciplinati da apposita legislazione che ha subito varie modifiche, in un primo momento per adattarla al raggiunto statuto di Paese Comunitario e successivamente (Decreto Legge 321/95) per armonizzarla alle direttive del “mercato interno” in materia di liberalizzazione dei movimenti di capitali. Le ultime modifiche hanno eliminato tutte le procedure e gli adempimenti prima richiesti e dettato norme che danno notorietà formale all’investimento estero, a fini statistici ed informativi, dopo la sua concretizzazione. Legislazione societaria: il diritto societario è contenuto nel Codice delle società commerciali, aggiornato nel 2006. Le forme societarie più ricorrenti sono la SA (Sociedade Anónima de responsabilidade limitada) e la Lda (Sociedade por quotas de responsabilidade limitada) che corrispondono rispettivamente alla SpA e alla Srl italiane; frequente è la Lda. Unipessoal, la società unipersonale a responsabilità limitata. Brevetti e proprietà intellettuale Il Portogallo aderisce a tutte le Convenzioni Internazionali che regolano la materia.


EUROPA

PORTOGALLO

Sistema fiscale Anno fiscale: 1 gennaio - 31 dicembre

Imposta sui redditi delle persone fisiche

Redditi in €

fino a 4.793 da 4.793 a 7.250 da 7.250 a 17.979 da 17.979 a 41.394 da 41.394 a 59.926 da 59.926 a 64.623 da 64.623 a 149.999 Oltre 149.999

Valore (%)

11,5 14,0 24,5 35,5 38,0 41,5 43,5 46,5

Tassazione sulle attività di impresa: per l’anno fiscale 2011, l’imposta sugli utili delle imprese, fino a euro 12.500, è del 12,5%. Da euro 12.500 fino a 2.000.000 è del 25%. Oltre i 2.000.000 è del 27,5%. A questa si aggiunge l’imposta municipale (Taxa de derrama) che varia da città a città, da 0 fino ad un massimo del 1,5%. Imposta sul valore aggiunto (VAT): 23% (alcune categorie di prodotti sono esenti, altre sono soggette a imposta ridotta del 6% o del 13%).

Notizie per l’operatore

Rischio Paese4 0/7 Condizioni di assicurabilità SACE5 apertura senza condizioni

Sistema bancario A seguito della privatizzazione degli istituti di credito ed assicurativi (dopo l'ingresso nella UE), lo Stato mantiene il controllo di una sola banca e di una compagnia di assicurazioni che, peraltro, sono leader in ambedue i settori. Da segnalare la crescente presenza di banche ed assicuratrici estere, sia con partecipazioni in società locali o autonome; tra queste ultime spiccano le banche spagnole.

Tipologia

Tassi bancari6

EURIBOR 1 mese EURIBOR 3 mesi EURIBOR 6 mesi EURIBOR 12 mesi

Principali finanziamenti e linee di credito

Attività SIMEST

Agevolazione dei crediti all’esportazione Dlgs. 143/98 già Legge 227/77 “Ossola” Acquisizione, a condizioni di mercato, di quote di capitale sociale di imprese aventi sede all’interno della UE (Decreto MISE 23.11.2008) Per ulteriori informazioni si vedano le pagg. 10-11

Parchi industriali e zone franche Presenti su tutto il territorio (a eccezione delle zone di Lisbona e Porto), i parchi industriali offrono diverse agevolazioni: vendita o affitto di lotti di terreno a prezzi simbolici, infrastrutture basiche predisposte, esenzione o riduzione delle imposte municipali, etc. Tra i parchi industriali più conosciuti: Castelo Branco, Évora, Viseu, Braga. Esistono inoltre due Zone Franche a Madeira e nelle Azzorre (Isola di Santa Maria). Benché gli incentivi previsti siano pressoché identici, solo l’offshore di Madeira (gestito dalla Sociedade de Desenvolvimento da Madeira) è in piena attività (oltre 4.000 società, 35 succursali di istituzioni finanziarie, 39 imprese industriali e Registro Navale). La zona franca di Madeira è stata autorizzata dall’UE a godere di benefici fiscali fino all’anno 2020. Accordi con l’Italia Trattato bilaterale contro la doppia imposizione fiscale. Costo dei fattori produttivi

Manodopera7 (valori medi mensili in €)

Categorie

da

Operaio Impiegato Dirigente

4

5 6

7

8

Fonte: OCSE. Categoria OCSE (o categoria di rischio) indica il grado di rischiosità (da 0 a 7, dove 0=rischio minore e 7=rischio massimo), ovvero la probabilità che si verifichi un default Per maggiori informazioni www.sace.it Fonte: Banco de Portugal (tassi medi in vigore nel mese di febbraio 2011; indice base 360) Fonte: elaborazioni della Camera di Commercio Italiana per il Portogallo su dati Gabinete de Estratégia e Planeamento (2009). Il Salario Minimo Nazionale 2011 è di euro 485. Il costo di un dipendente per l’impresa è costituito dal salario lordo più il 23,75% da versare alla previdenza sociale. In caso di un accordo tra le parti, o nel caso in cui il datore di lavori opti per l’adozione di un contratto collettivo, a questo si aggiunge il pagamento di un sussidio giornaliero. Previste tredicesima e quattordicesima Fonte: Energia de Portugal (EDP)

Valore

0,894 % 1,087 % 1,352 % 1,714 %

793 1.779

media

775

a

1.096 2.709

Organizzazione sindacale Le principali organizzazioni sindacali sono la Confederação Geral dos Trabalhadores Portugueses (CGTP) e la União Geral de Trabalhadores (UGT). Categorie

Elettricità8 (in €/Kwh)

Media/alta tensione

da

0,05

a

0,18


BUSINESS ATLAS 2011

Combustibile

media

Benzina Nafta Combustibile industriale

Acqua10 (in €/m3)

1,37 1,15 0,59

da

Ad uso industriale Tipologia

ISTITUTI DI CREDITO ITALIANI BNL c/o BNP Paribas Avenida 5 de Outubro 206 - Lisbona tel +351 21 79102 04 antonio.ladeira@bnpparibas.com internazionalizzazione@bnlmail.com

Prodotti petroliferi9 (in €/l)

1,071

a

1,414

Immobili11 (canone mensile in €/m2) da

Affitto locali uffici

10

a

45

Informazioni utili

RETE DIPLOMATICO CONSOLARE Ambasciata d’Italia Largo Conde Pombeiro 6 - 1150-100 Lisbona tel +351 21 3515320 - fax + 351 213154926 www.amblisbona.esteri.it ambasciata.lisbona@esteri.it 12

ALTRI UFFICI DI PROMOZIONE ITALIANI Istituto italiano di cultura Rua do Salitre, 146 - 1250 - 204 Lisbona tel +351 21 3884172 - fax +351 21 3857117 www.iiclisbona.esteri.it • iiclisbona@esteri.it Ufficio ICE13 Avenida 5 de Outubro, 95 - 6º - 1050-051 Lisbona tel +351 21 7902440 - fax +351 21 7902449 lisbona@ice.it Ufficio ENIT14 c/o Camera di Commercio Italiana per il Portogallo Avenida 5 de Outubro, 95 - 6° piano 1050 051 Lisbona tel +351 21 7935513 - Fax. +351 21 7977101 lisbon@enit.it 9 10 11 12

13 14

IN ITALIA

RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE Ambasciata (cancelleria, sezione consolare) viale Liegi 21 - 00198 Roma tel 06 844801/8 - fax 06 8417404/06 8542262 rmbport@embportroma.it Consolato Generale viale Beatrice d’Este 1 - 20122 Milano tel 02 66986480 / 02 66984104 - fax 02 66985230 mail@milao.dgaccp.pt ISTITUTI DI CREDITO Banco Espirito Santo (ufficio di rappresentanza) via Cernaia, 6- 20121 Milano tel 02 29004547 - fax 02 657 0484 info@besmilano.it

Indirizzi Utili NEL PAESE

PORTOGALLO

Fonte: DGEG/MEID Fonte: Empresa Portuguesa das Aguas Livres (EPAL) Fonte: Agenzie immobiliari ERA e REMAX Fonte: Ministero degli Affari Esteri. Per ulteriori informazioni sugli uffici consolari nel Paese: www.esteri.it Fonte: Istituto Commercio Estero (www.ice.it) Fonte: Agenzia Nazionale Turismo (www.enit.it)

Formalità doganali e documenti di viaggio Per i cittadini italiani è sufficiente la carta d'identità Corrente elettrica 220/380 V, 50 Hz

Giorni lavorativi ed orari Uffici: lun-ven 9.00-12.30 / 13.00-14.00; 14.30-17.30 / 18.00 Banche: lun-ven 8.30-15.00 Negozi: lun-ven 9.00-13.00 / 15.00-19.00; sab 9.00-13.00

Festività 1 gennaio; 8 febbraio; festività pasquali; 25 aprile (giorno della libertà); 1, 26 (Corpus Domini) maggio; 10 giugno (festa nazionale); 15 agosto; 5 ottobre (proclamazione della Repubblica); 1 novembre; 1 (Indipendenza), 8, 25 dicembre. Feste locali: Lisbona 13 giugno; Porto 24 giugno; Faro 7 settembre.

Media Quotidiani: Diário de Notícias, O Público, Jornal de Notícias, Diário Económico, Correio da Manhã, Jornal “i”. Riviste: Expresso, O Sol, Semanário Económico, Visão, Exame; Sábado; Focus. TV: l'azienda pubblica Rádio Televisão Portuguesa (RTP) ha due canali nazionali, RTP 1 e RTP 2, e due regionali per gli arcipelaghi, RTP Açores e RTP Madeira. Inoltre da circa una decina d'anni sono presenti due canali privati nazionali, la Sociedade Indipendente de Comunicação (SIC) e la TV Indi-


EUROPA

PORTOGALLO

pendente (TVI). La televisione via cavo è ampiamente diffusa su tutto il Paese. I due principali operatori sono ZON, in precedenza denominata TvCabo e appartenente al gruppo Portugal Telecom Multimédia (PT Multimédia), e la stessa PT Multimédia, che in seguito alla separazione da TvCabo ha lanciato il nuovo prodotto “MEO”. Per importanza, il terzo operatore è Cabovisão, di proprietà della canadese Cogeco Cable. Alberghi Il costo indicativo di una camera (singola/doppia) in un 5 stelle (o lusso) è di euro 150/250; 4 stelle euro 90/150; 3 stelle euro 70/100. Assistenza medica Pronto soccorso: 112; tutti gli ospedali hanno servizi di pronto soccorso.

Mezzi di trasporto Compagnia aerea di bandiera: Tap - Air Portugal Altre compagnie aeree operanti nel Paese: Easyjet, Sata, Ryanair, Lufthansa, Iberia, Aireuropa, Air France, KLM, British Airways, Vueling. Trasferimenti da e per l’aeroporto: l’aeroporto di Lisbona è vicino al centro urbano; con il servizio taxi il costo varia da euro 8 a 18, con bus di euro 1,50. Vi sono inoltre due collegamenti autobus diretti, chiamati Aerobus e AeroShuttle, che servono, rispettivamente, il centro città e la principale

stazione ferroviaria; per entrambi i collegamenti il costo di una corsa è di euro 3,50. Telecomunicazioni Telefonia fissa: PT (Portugal Telecom) domina gran parte del mercato; Novis/Optimus/Clix; Oni; ZON; Vodafone; ArTelecom. Telefonia mobile: TMN (Portugal Telecom); Vodafone; Optimus (Sonaecom); Zon; Phone-ix.

Siti di interesse Ministero delle Finanze: www.min-financas.pt Ministero dell'Economia: www.min-economia.pt Ministero del Lavoro: www.mtss.gov.pt Presidenza del Consiglio: www.portugal.gov.pt Banca del Portogallo: www.bportugal.pt Istituto Nazionale di Statistica – Portogallo: www.ine.pt Direzione Generale di Studi e Previsioni: www.dgep.pt Investimento e commercio: www.portugalglobal.pt Attività turistica in Portogallo: www.turismodeportugal.pt Promozione del turismo in Portogallo: www.visitportugal.pt Istituto di Appoggio per le Piccole e Medie Imprese e per gli Investimenti: www.iapmei.pt Fiera Internazionale di Lisbona: www.fil.pt Fiera Internazionale di Porto: www.exponor.pt (anche in versione inglese e spagnola) Portale dell'Amministrazione Portoghese: www.portaldocidadao.pt

Business Atlas Portogallo 2011  

Scheda paese contente dati macroeconomici ed informazioni utili per l'investitore

Advertisement