Page 1

1


2


EDITORIALE A CURA DELLE REDATTRICI DELL’E BOOK FOTO COPERTINA DI Theodora Hurustiati PROGETTAZIONE GRAFICA DI Giulia Godeassi Le foto di Resia, Rio de Janeiro, Venezia, Graz e New Orleans sono state prese dal web.

IN QUESTO NUMERO HANNO COLLABORATO Giulia Godeassi Alessandra Colaci Chiara Selenati Valentina Cipriani Theodora Hurustiati Micaela Liberati Lara e Tobia di LaTo Kitchen Cristina Rojaz Anna Pantanali Si ringrazia per la gentile concessione dei loro prodotti a pag. 102

MOLINO MORAS

Via Palma 40 33050 Trivignano Udinese (UD) http://www.molinomoras.it/

VILLA D’ESTE HOME TIVOLI www.villadestehometivoli.it Ogni indirizzo segnalato è una libera scelta della redazione. La rivista non percepisce alcun compenso.

CONTATTI bontatmagazine@gmail.com 3

3


Alessandra È una Food & Travel reporter appassionata di viaggi e di sapori nuovi. Innamorata della Francia, in questo numero ci propone le crepes in tutte le loro varianti e declinazioni. Il suo blog è www.unacasaincampagna.com

È una del co vasetti perd

Chiara È mamma & foodblogger. Ama i dolci ed i piccoli dettagli. Come non seguire le sue deliziose ricette per San Valentino? Il suo blog è blogthatsamore.blogspot.it

o che antropo viaggi. cucinati pubblica

Theodora È indonesiana di nascita, friulana per amore. Da oltre 10 anni vive in Friuli. Appassionata e specializzata in cucina internazionale, ci delizia con le specialità carnascialesche di tutto il mondo! Il suo blog è puracucina.blogspot.it

4

Sono La food blo ad ogn bim Tra papp a te w


Giulia

Valentina

food blogger amante del buon vino, omfort food e del relax! Preparate i tti, i cucchiaini ed il pane fresco: non detevi le sue ricette sulle creme da spalmare! Il suo blog è julietsbelly.blogspot.it

È una food reporter, nonchè scrittrice culinaria. Sono tratte proprio da un suo libro edito da Morganti, le ricette sulle polpette in questo numero. Il suo sito è http://valentinacipriani.eu/

Cristina

Micaela

ela per i suoi lettori, è foodlover, ologa, socia Sommelier, amante dei . Se non avete mai gustato i piatti ti nel tajine, provate le sue ricette ate in questo numero! Il suo blog è cheladigranchio.it

Innamorata del fantastico mondo dei lievitati si è avvicinata in punta di piedi in questo settore. Ha frequentato corsi sulla panificazione e collabora con il Molino Moras. In questo numero ci svela tutti i segreti dell’arte bianca. Raccoglie i suoi appunti e scrive le ricette sul suo sito www.ventunsettembre.com

LaTo Kitchen

Molino Moras

ara e Tobia, una deliziosa coppia di giovani ogger. Scoprite i piatti che si celano dietro ni fiaba e cucinateli anche voi per i vostri mbi. Il loro blog è www.latokitchen.it pe e ninne nanne, organizzano anche cene ema. Trovate tutti i loro programmi su www.facebook.com/tavolasegreta

5

Il Molino , situato a Trivignano Udinese è condotto dalla famiglia Moras da ben 6 generazioni . Le loro farine ci sono state gentilmente concesse per creare le stupende ricette a pag. 102 Il loro sito è www.molinomoras.it

5


6


7


La ricetta step by step

M

c 8


100% made in Friuli

Venezia Giulia

Mignestre di verzis cui blecs La minestra di verze e

maltagliati al grano saraceno 9

9


Blecs Sono un formato di pasta tipico del Friuli Venezia Giulia. La ricetta più semplice prevede l’uso di poca farina di frumento, farina di grano saraceno, un pizzico di sale, una nocciolina di burro e acqua quanto basta. La parola “blecs”, o toppa, indica proprio la loro forma irregolare di maltagliato. Invece, secondo le ricette più ricche, nella preparazione l’acqua viene sostituita dalle uova. I blecs possono arricchire minestre o vengono conditi con burro fuso, formaggi o sughi saporiti. 10


11

11


1. Mescolate la farina 00 assieme alla farina di grano saraceno e al pizzico di sale. Formate una fornata. Adagiatevi al centro 1 nocciolina di burro e versatevi 4 cucchiai di acqua calda. Incominciate a lavorare l’impasto aiutandovi con una forchetta. Aggiungete acqua fino a quando non avrete ottenuto una palla soda e liscia.

12

2.

Lavorate per 5 infarinado spianatoia necessario Formate palla e las riposare minuti, co un telo. il piano d e incom stendere Dovrete una pas almeno 3


l’impasto 3. Muniti di coltello affilato o con una minuti rotella, tagliate in o la diagonale la pasta a, se in modo da o. formare dei poi una quadrati o dei sciatela rombi. per 10 Sparpagliate i blecs operta da sul piano da lavoro Infarinate e lasciateli da lavoro asciugare a minciate a temperatura la pasta. ambiente. Vi ottenere consigliamo di sta fine riporli vicino a una mm. stufa o a un termosifone, proprio come si faceva una volta.

13

4. Preparate le 5. verdure per la minestra: tritate finemente le foglie di verza private precedentemente dalla nervatura centrale, tagliate a dadini la patata e tritate la cipolla. Versate la verdura in una pentola, aggiungete del brodo bollente e lasciate cuocere a fuoco dolce per 45 minuti. Regolate di sale e pepe.

Quando le verdure saranno cotte, buttate la pasta. Cuocete la pasta nella minestra per circa 3—4 minuti. Nel frattempo, fate fondere 1 cucchiaio di burro assieme a 1 spicchio d’aglio e a qualche foglia di salvia. Impiattate la minestra nelle fondine, condite con 1 cucchiaino di burro fuso per ogni piatto, aggiungete un’abbondante grattata di Montasio stravecchio e decorate con foglie di salvia.


14


15


16


17


18


19


20


21


22


23


24


25


26


27


CrĂŞpes & co.

28


s 29

29


30


Con gli amici o in famiglia, per la prima colazione, a merenda o per un pasto divertente e conviviale, crêpes, galettes, pancakes e compagnia sono facili e veloci da preparare. Iniziamo con le Galettes di grano saraceno. Un impasto rustico e saporito che, in Francia, si utilizza esclusivamente per racchiudere ripieni salati. Potrete sbizzarrirvi a scegliere gli ingredienti che piÚ vi piacciono. La nostra proposta è un classico nelle creperies: prosciutto cotto e formaggio fondente. Continuiamo con la ricetta per le crêpes dolci per le quali abbiamo scelto un ripieno molto richiesto in Francia, ma forse ancora poco utilizzato in Italia: semplicemente zucchero e succo di limone. Seguono altre variazioni sul genere, ideali per una ricca prima colazione o una golosa merenda. I Pancakes al Buttermilk (o latticello), versione meno nota della famosa ricetta divenuta ormai un classico dei brunch domenicali. Le gauffres (o cialde), una divertente proposta da preparare per le prossime festicciole di Carnevale dei vostri bambini. E da ultimo i Crumpets, leggere focaccine soffiate di origine inglese, dal gusto neutro e per questo perfette da accompagnare sia con alimenti dolci che con ingredienti salati. 31

31


32


33


34


35


36


37


38


39


40


41


42

Un di p


mondo polpette 43

43


44


45


46


47


48


49


50


51

51


52


53


54


55


56


57


58


59


60


61


62


63


64


65


66


67


68


69


70


71


72


73


74


75


76


77


78


79


80


81


82


83


84


85


Golose c spalm 86


creme da mare 87

87


88


89


Composta di mele allo sciroppo d’´acero Ingredienti per un vasetto da 150 g 200 g di mele golden 2 cucchiaini di succo di limone 1 tazza d’acqua (250ml) 15 g di sciroppo d’acero Un pizzico di canella 20 g di zucchero a velo Spelate e tagliate le mele in piccoli pezzi. Mettetele in un pentolino con l’acqua e il succo di limone e lasciatele cuocere per 20 minuti dall’ebollizione. Scolatele e frullatele finemente con un frullatore a immersione. In un tegame antiaderente, mescolate le mele con la cannella, lo sciroppo d’acero e lo zucchero e cuocete a fuoco basso per 10 minuti, mescolando continuamente. Invasate e capovolgete immediatamente il vasetto. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente. La composta di mele e sciroppo d’acero, si conserva in frigorifero per 20 giorni.

Provatela su pancakes, crespelle, fette di pane al latte, brioches, per arricchire apple pies, crostare e per lucidare le torte di mele 90 90


91

91


92


Crema di nocciole e cioccolato Ingredienti per un vasetto da 300 g

150 ml di panna fresca 50 g di nocciole tostate e spellate 100 g di cioccolat fondente al 70% 25 g di zucchero a velo 1/2 cucchiaino di olio di noci o nocciole o olio di semi neutro Frullate, con l’aiuto di un mixer, le nocciole tostate e spellate in modo da ottenere una farina finissima. Per non scaldare troppo le nocciole, frullatele in piÚ riprese, riponendo il mixer il frigorifero per alcuni minuti. In un tegame sciogliete il cioccolato assieme alla panna e allo zucchero. Mescolate il composto all’olio di nocciole e alla farina di nocciole. Trasferite la crema il un vasetto. Lasciate raffreddare e conservatela in frigorifero per 15 giorni.

Provatela 93

sulle fette biscottate, sul pan brioche e sul meravilgioso pane in cassetta a pag. 115


Lemon curd Ingredienti per un vasetto da 200 g

2 limoni piccoli 2 uova intere 50 g di burro 100 g di zucchero a velo Lavate accuratamente i limoni e ricavatene sia il succo che la scorza. Scaldate suco e scorza a bagnomaria assieme al burro e allo zucchero a velo. A parte montate le uova con uno sbattitore. Aiutandovi con una frusta aggiugnete lentamente le uova al composto a bagnomaria, senza cessare di mescolare. Man mano che la crema di scalderĂ a bagnomaria, diveterĂ  sempre piĂš densa. Invasatela e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente. Si conserva il frigoriferto per 20 giorni.

Provatela 94 94

su pancakes, crespelle, fette di pane al latte, brioches, crostate e crostatine, sfogliatine, sul gelato e assieme ai frutti rossi.


95

95


96


Crema di pere e banane Ingredienti per un vasetto da 200 ml 1 pera 1 banana zucchero a velo (la metĂ del peso della frutta mondata) 1 cucchiaio di succo di limone 1/2 cucchiaino di scorza di limone un pizzico di semi vaniglia Sbucciate la pera e la banana. Eliminate i semi e il torsolo della pera. Tagliate a pezzettini piccoli la frutta. Pesate la frutta. Aggiungete la metĂ  di zucchero a velo, il succo e la scorza del limone. Mescolate. Coprite e lasciate in frigo per una notte (o per un tempo da 8 a 10 ore). Trasferite poi il tutto in un pentolino (meglio antiaderente). Aggiungete la vaniglia e fate cuocere a fuoco bassissimo per 15 - 20 minuti. Frullate il tutto con un frullatore a immersione e trasferite in un vasetto ben lavato. Chiudete con il tappo e rovesciate immediatamente il barattolo in modo che abbia una piccola sterilizzazione. Una volta raffreddato, trasferitelo in frigo. Si conserva al fresco per 15 giorni.

Provatela sul pane tostato o per aromatizzare naturalmente uno yogurt bianco. 97


Crema di carote e latte di cocco Ingredienti per un vasetto da 250 g 100 g di carote 50 ml di latte 100 ml di panna fresca 50 ml di latte di cocco 35 g di miele Un pizzico di cannella 1/2 cucchiaio di fecola di mais Un pizzico di sale Tagliate le carote a rondelle. Portate a ebollizione mezzo litro d’acqua assieme alla cannella e a un pizzico di sale. Versate le carote e lasciatele cuocere per 15—20 minuti, fino a quando non diventeranno morbide. Scolatele. In un pentolino antiaderente, radunate la fecola di mais stemperata nel latte e il miele. Scaldate il tutto e cuocere per 5 minuti fino a quando il composto non si sarà addensato. Versatelo sulle carote e frullate con un frullatore a immersione fino ad ottenere una crema liscia e senza pezzi. Scaldate la panna assieme al latte di cocco. Aggiungete la crema di latte, maizena, miele e carote e lasciate cuocere a fuoco lento per 10 minuti, mescolando lentamente il tutto. Versate nel vasetto, chiudetelo e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente. La crema di carote si conserva in frigo per 1 settimana.

Provatela 98 98

Su pancakes, crespelle, fette di pane al latte, brioches, carrot cakes e cupcakes.


99

99


100


Crema speziata al cioccolato bianco Ingredienti per un vasetto da 200 g

50 ml di panna fresca 50 ml di latte concentrato 100 g di cioccolato bianco 2 bache di cardamomo 2 chiodi di garofano 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere 1/2 cucchiaino di cannella in polvere Scaldate la panna e il latte condensato assieme alle spezie. Lasciate raffreddare e lasciate in infusione le spezie per 10 minuti. Filtrate. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato bianco assieme alla panna aromatizzata. Invasate e riponete in frigorifero. Si conserva per 15 giorni.

Provatela al posto dello zucchero nel caffè, per aromatizzare la panna motata o la cioccolata calda 101


102


103


104


105


106


107


108


109


110


111


112


113


114


115


116


117


118


119


120


121


122


123


Molino Moras srl

124

Via Palma 40 33050 Trivignano Udinese (UD) tel. +39 0432 999006 fax +39 0432 999970 mail: info@molinomoras.it www.molinomoras.it https://www.facebook.com/molinomoras


125


C o

126


A Carnevale ogni piatto vale 127

127


128


Il carnevale è una festa tipica dei paesi cristiani che si tiene negli ultimi giorni che precedono la quaresima; un periodo in cui si pratica l'astinenza da alcuni "piaceri", uno dei quali è la carne. La parola carnevale, infatti, viene dalle parole latine "carnem levare" - eliminare la carne - e indicava, anticamente, il banchetto servito al martedì grasso; l'ultimo giorno utile per poter sgomberare la dispensa dalle cose goduriose e poter degustare tutto ciò che si desiderava prima di iniziare il digiuno. In tante culture, inclusa quella italiana, il martedì grasso è diventato poi un'occasione per consumare cibi ipercalorici e ricchi di "grassi".

129

129


130


131


132


133


134


135


136


137


138


139


Arrivederci al prossimo numero!

140

Bontât, free magazine di cucina. Inverno 2015  

Bontât, free magazine di cucina tutto made in Friuli.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you