__MAIN_TEXT__

Page 1


Bonomi Editore sas © 1996, 2011 Via Corridoni, 6/a 27100 Pavia www.bonomieditore.it ISBN 978-88-86631-04-4 Copyright  1991 by Dr. Thomas Verny and Pamela Weintraub Tutti i diritti sono riservati. E’ vietata la riproduzione, anche parziale, effettuata con qualsiasi mezzo, compresa la fotocopia, senza il permesso scritto dell’Editore, eccetto dove permesso dalla Legge. Verny, Thomas R. Nurturing the unborn child: a nine-month program for soothing, stimulating, and communicating with your baby / Thomas Verny and Pamela Weintraub Traduzione italiana a cura di Laura Rudoni Illustrazioni di Kirsten Soderlin

Abbiamo scelto di stampare questo libro su carta ecologica in quanto riteniamo di poter dare il nostro contributo in termini di tutela dell’ambiente e responsabilità sociale.


Thomas Verny e Pamela Weintraub

LE COCCOLE DEI NOVE MESI

BONOMI EDITORE


PRIMO MESE In principio Stai per avere un bambino! Questa novità ti colma di emozioni, forse meraviglia, oppure semplice allegria e gioia. Ma associati a queste sensazioni potrebbero esserci dubbi, insicurezze e paure. La gravidanza impregna la maggior parte delle donne di una serie di emozioni. Prima entrerai in contatto con tutte le tue sensazioni, più armoniosa sarà la tua gravidanza. Nella nostra esperienza abbiamo stabilito che niente come il sentirsi amato e voluto quando è ancora nel grembo materno, dà al bambino fondamenta più solide per la vita futura. Idealmente tutti i bambini dovrebbero essere concepiti con tenerezza e portati alla luce con amore. La vita però non funziona sempre così. Ma anche se la tua gravidanza è giunta come una sorpresa, anche se minaccia di smembrare la tua vita, il nascituro necessita di amore tanto quanto tu hai bisogno dell’aria per respirare e del cibo per mangiare. Siccome il nascituro esige affetto e attenzione da ambedue i genitori, tu e il tuo partner dovrete mettere in luce i sentimenti positivi ogniqualvolta vi sarà possibile. Per aiutarti a restare calma e a sintonizzarti con le tue sensazioni più profonde, puoi ascoltare cassette con incisioni di musica classica. Alcuni ricercatori hanno fatto notare che la musica barocca - incluse composizioni di Bach, Corelli, Handel, Mozart e Vivaldi - ha un ritmo tra i 60 e i 70 battiti al minuto, andamento molto vicino a quello del cuore umano in riposo. Impressionato da questo fatto, lo psichiatra bulgaro Georgi


36

Le coccole dei nove mesi

Lozanov suonò della musica di Mozart ai suoi studenti ed essa aumentò la loro capacità di concentrazione. Altri studiosi hanno dimostrato che la musica barocca stimola le onde alfa, onde associate con la concentrazione e il senso di calma. Infine, l’audiologa Michele Clements ha scoperto che la maggior parte dei nascituri entrano in uno stato di rilassamento vigile quando sono esposti alle composizioni barocche di Mozart e Vivaldi. Al contrario, quando ascoltano a lungo brani per orchestra di Bach, Brahms e Beethoven, mostrano di essere ansiosi scalciando di più e accelerando il battito cardiaco. (La stessa reazione negativa scatta anche con la musica rock e il rumore assordante di un martello pneumatico). Forniti questi dati, il primo esercizio “Viva Vivaldi”, offre un programma musicale atto a rafforzare la tua capacità di visualizzare e rilassarti. Allo stesso tempo, la musica che raccomandiamo (su una cassetta registrata da te, da tuo marito o da un amico) calmerà il tuo bambino, stimolando le cellule del cervello necessarie alla concentrazione e allo studio di cui avrà bisogno durante la vita. Per aiutarti a dipanare e a sintonizzare i tuoi pensieri più intimi “Time out per la mamma” (esercizio 2) insegna la tecnica del rilassamento vigile progressivo durante il quale il tuo corpo entra in uno stato simile al sonno mentre la tua mente rimane sveglia. Se imparerai a entrare in questo stato di consapevolezza e a mantenerlo, ti libererai delle ansie e diverrai progressivamente più ricettiva a immagini e pensieri positivi. L’esercizio 3 “Il diario quotidiano” mostra come scaricare le sensazioni attraverso il diario. Potrai usarlo per esprimere i tuoi pensieri personali e per metterti onestamente a confronto con le tue ansie e paure. Potrai usare il diario anche come aiuto nello svolgimento dell’esercizio 4, quello delle “Affermazioni”. Le affermazioni servono per sostituire pensieri negativi con pensieri positivi favorendo una visione più positiva della vita. Esercitandoti con la tecnica dell’affermazione puoi scoprire gli schemi negativi e


In principio

37

fallimentari che ti impediscono di sviluppare tutto il tuo potenziale. Dopo che avrai ammesso questi pensieri negativi e scoperto cosa li può causare, potrai usare il nostro esercizio dell’affermazione per abbracciare un punto di vista più sano e felice. Infine il quinto esercizio “Lavoro sui sogni” ti aiuterà a esplorare i tuoi sogni rivelando i tuoi pensieri nascosti e i tuoi sentimenti. Sebbene tu non possa sempre ricordare i tuoi sogni, alcune ricerche indicano che se ne abbiano almeno quattro o cinque a notte. Quasi tutti gli psicologi forniscono una sorta di mappa dell’inconscio. Sigmund Freud vide i sogni come uno sfogo di energie aggressive e sessuali represse, ma le testimonianze moderne suggeriscono che essi hanno anche funzioni positive e salutari. Ricordando, comprendendo e, fino a un certo punto, regolando i tuoi sogni durante la gravidanza, potrai lavorare per risolvere molti dei tuoi conflitti interiori e interpersonali. Sia che rievochi i tuoi sogni o che li scriva in un diario, pensa al primo mese del programma come a un viaggio dentro di te. Se vengono effettuati fedelmente, i cinque esercizi che seguono ti possono aiutare a mettere in ordine le tue risorse. Ma possono anche portare alla luce inquietudini nascoste e preoccupazioni; risolvere questi punti salienti può aiutarti a diventare il migliore dei genitori. Le tecniche psicologiche che approfondirai durante il primo mese di gravidanza sono simili alle scale suonate da una pianista. Così come una pianista si deve esercitare facendo scale musicali in continuazione per conservare le sue abilità, così anche tu devi imparare a rilassarti e a entrare in contatto con le tue sensazioni e quelle del tuo partner se vuoi muoverti nella gravidanza con aplomb e agilità. Una volta che sarai padrona di queste tecniche di base, raccomandiamo di praticarle ogni giorno della gravidanza almeno per qualche minuto. Suggeriamo inoltre di introdurre le tecniche del primo mese in modo sistematico e ordinato. Prima di iniziare l’attività del diario quotidiano dovrai essere sicura di sentirti a tuo agio sia con


38

Le coccole dei nove mesi

gli esercizi musicali che con quelli relativi al rilassamento vigile progressivo. Quando ti sentirai sicura sulla parte della giornata da dedicare al diario, potrai ampliare la tua attività includendo anche gli esercizi di affermazione e di lavoro sui sogni. L’ideale sarebbe aspettare tre o quattro giorni prima di passare da una tecnica all’altra. Ricordati che le tecniche introdotte nel primo mese diventeranno parte integrante della tua vita quotidiana. Se cerchi di fare il passo più lungo della gamba potresti sentirti soffocare. Non ti preoccupare infatti se non avrai l’opportunità di integrare tutti e cinque gli esercizi durante il primo mese di gravidanza; ti basterà soltanto inserirli nel programma del mese successivo. Se svolgerai il programma con calma sarai ricompensata da un senso di benessere e di fiducia che accompagneranno te, il tuo partner e il tuo bambino attraverso i prossimi nove mesi.


In principio

39

CONSIGLI PER MAMME IMPEGNATE Se hai già dei bambini o se lavori fuori casa, non potrai avere tempo per ogni singolo esercizio proposto in questo libro. Per mamme affaccendate suggeriamo di utilizzare tutti quei momenti di tempo libero che sono spesso sprecati, come guidare, andare in autobus, mentre si aspetta dal medico o dal dentista, fare il bagno, camminare, fare giardinaggio o cucinare; questi sono semplici esempi di alcuni dei momenti sottoutilizzati. Probabilmente te ne verranno in mente altri. Il trucco è di riempire questi momenti di tempo libero con esercizi appropriati. Ad esempio, mentre vai in metropolitana, puoi scrivere sul diario oppure puoi ascoltare la cassetta di immagini guidate mentre fai il bagno. Puoi anche essere selettiva sugli esercizi che sceglierai. Dopo aver letto tutti gli esercizi adatti all’età del nascituro, scegli quelli che credi potranno dare maggior beneficio a te, al tuo bambino e al tuo partner. Noi consideriamo essenziali i cinque esercizi presentati nel primo mese e ti preghiamo di non saltarli. A prescindere da queste tecniche essenziali sentiti libera di cogliere e scegliere dagli altri esercizi senza che ti vengano sensi di colpa. Fai ciò che puoi e darai al tuo bambino un inizio importante.


40

Le coccole dei nove mesi

Esercizio 1: Viva Vivaldi TEMA: riduzione dello stress attraverso la musica STRUMENTI: registratore e cassetta PARTECIPANTI: madre e nascituro TEMPO: sessanta minuti, almeno due volte alla settimana, per tutta la durata della gravidanza

Prima di iniziare questo esercizio, trova una cassetta della durata di sessanta minuti e registra della musica che ritieni particolarmente rilassante e gradevole. Ti suggeriamo di usare musica barocca o perlomeno musica di compositori vicini al barocco, in quanto i suoi movimenti lenti sono quelli che maggiormente richiamano il ritmo cardiaco della madre, che poi è quello udito dal bambino in utero. Raccomandiamo in particolar modo compositori quali Haydn, Boccherini, J. S. Bach, Mozart, Handel, Fasch e Vivaldi. Alcune delle composizioni più appropriate sono il “Trout” quintetto in La maggiore per pianoforte e violino di Schubert, il Concerto per chitarra in Re, Largo, di Vivaldi, il Concerto per pianoforte n. 21 di Mozart, il Concerto per arpa in Si bemolle di Handel e il Concerto per flauto in Re di Vivaldi. Se preferissi invece una cassetta creata specificamente per le madri in attesa, suggeriamo “Love Chords” di Thomas R. Verny e Sandra Collier (*). Se non ami la musica classica, andrà bene qualsiasi musica che ti metta in uno stato d’animo rilassato, eccezion fatta per hard rock e heavy metal. Alcune donne che hanno assistito a dei concerti di musica rock durante la gravidanza dicono di avere sentito il loro bambino muoversi in modo insofferente in risposta alla musica udita. Un altro esempio viene da una donna che lavorava come tecnico in una casa discografica dove un gruppo (*) N.d.R. In Italia esiste una pubblicazione simile; vedi Bibliografia Essenziale, pag. 231.


In principio

41

rock stava incidendo un disco. Durante le prove il bimbo divenne così irrequieto che, scalciando violentemente, le ruppe una costola. D’altra parte però non si possono nemmeno scegliere musiche troppo tranquille o monotone. Ninnananne, musiche di sottofondo e alcune composizioni New Age possono fare addormentare sia te che il bambino! E questo non è certo l’effetto desiderato. E’ necessario utilizzare il tempo durante il quale si ascolta la musica per avere stretti rapporti con il bambino e per comunicare con lui, e questo lo si può fare solo se ambedue siete svegli. Selezioni di musiche non classiche possono includere Paul McCartney, James Taylor e simili. Se decidi di incidere una cassetta che raccolga diversi artisti, prova a passare da una musica all’altra in modo calmo e naturale. Siccome lo scopo di questo esercizio è il rilassamento, non dovrai assolutamente interrompere lo stato d’animo che hai instaurato. Una volta scelti i sessanta minuti di musica, registra su una cassetta i brani selezionati. Ascoltali ogni volta che lo desideri; ti suggeriamo di ascoltarli interamente almeno due volte la settimana. Se ti è possibile trova due momenti quieti quando puoi sederti comodamente e, se la tua mente divaga, ascolta tutto il nastro dal principio alla fine. Non sdraiarti mentre ascolti il nastro, poiché ti potresti addormentare annullando così lo scopo del rilassamento conscio; ma non usare questo nastro nemmeno come musica di sottofondo mentre stai lavorando o guidando. L’idea di questo esercizio è che focalizzi la tua attenzione totalmente e attivamente sulla musica fino a giungere all’esclusione di tutte le altre cose. Nota bene: alla fine del nono mese, quando starai per partorire, porta questo nastro in sala parto e ascoltalo durante il travaglio. Aiuterà te e il tuo bambino a rilassarvi - e probabilmente aiuterà anche il partner e le altre persone presenti. Dopo la nascita scoprirai che l’ascolto di questo nastro aiuterà il tuo bambino a rilassarsi e a sentirsi meglio, quando sarà malato o di cattivo umore.


Profile for Bonomi  Editore

Le coccole dei nove mesi  

Per aiutare i futuri genitori a calmare, stimolare e comunicare con il nascituro gli autori hanno sviluppato un programma unico nel suo gene...

Le coccole dei nove mesi  

Per aiutare i futuri genitori a calmare, stimolare e comunicare con il nascituro gli autori hanno sviluppato un programma unico nel suo gene...

Advertisement