Page 1

Progetto transfrontaliero per la valorizzazione della filiera foresta-legno Projet transfrontalier pour la valorisation de la filiére foret-bois

ATTIVITÁ / ACTIVITÉ 2 Filiere certificate e commercializzazione dei prodotti forestali Filiere certifiés et commercialisation des produits forestiers

PROVINCIA DI TORINO / PROVINCE DE TURIN Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

ALLEGATO/ANNEXE 1.22 LA CERTIFICAZIONE FORESTALE ED I MARCHI PER LA VALORIZZAZIONE DELLE PRODUZIONI LEGNOSE : RAPPORTO SUL LORO SVILUPPO IN FRANCIA CON APPROFONDIMENTI PER LE REGIONI RHÔNE-ALPES E PROVENCE-ALPES-CÔTE D'AZUR Settembre 2010


Servizio sviluppo montano, rurale e valorizzazione produzioni tipiche

LA CERTIFICAZIONE FORESTALE ED I MARCHI PER LA VALORIZZAZIONI DELLE PRODUZIONI LEGNOSE : RAPPORTO SUL LORO SVILUPPO IN FRANCIA CON APPROFONDIMENTI PER LE REGIONI RHÔNE-ALPES E PROVENCE-ALPESCÔTE D'AZUR

Settembre 2010

ForTeA studio associato

www.fortea.eu

Sede

Bureau de liaison

Via Morghen, 5 10143 Torino Tel.+39 011 7491520 Fax +39 011 7509636 fortea@fortea.eu

1 rue de la bannière 69003 Lyon +33 (0)6 87451765 fortea.bureau@fortea.eu


Questo rapporto é stato commissionato dalla Provincia di Torino – Servizio Sviluppo montano, rurale e valorizzazione delle produzioni tipiche, con lo scopo di conoscere e studiare le iniziative in corso nel contesto transalpino francese per la valorizzazione delle produzioni legnose tramite la certificazione forestale ed i marchi di origine e/o di qualità. Nell'ambito del progetto transfrontaliero Interreg-Alcotra 2007-2010 BoisLab sono state infatti avviate delle iniziative di cooperazione con il Département della Savoie che si prefiggono di attivare delle strategie di scala provinciale/dipartimentale, tese a sostenere domanda e offerta di legno di qualità e legno energia di provenienza locale. L'attività 2 del progetto ha come oggetto le filiere certificate ed in tale ambito la Provincia di Torino intende dare impulso alla certificazione delle filiere foresta-legno provinciali e la valorizzazione delle produzioni locali tramite marchi di qualità. Durante gli incontri preliminari con i partner francesi é emerso che nella realtà transalpina esiste già una significativa esperienza in tale ambito. Si é deciso allora di approfondirne le conoscenze incaricando lo studio ForTeA di raccogliere le informazioni sullo stato dell'arte attuale e redigere questo rapporto.

Certificazione del sistema di gestione forestale e della catena di custodia in Francia e nelle regioni francesi di Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte-d'Azur In maniera analoga a quanto avviene in Italia ed in Piemonte anche in Francia e nelle due regioni francesi frontaliere con l'Italia la certificazione del Sistema di Gestione Forestale é essenzialmente praticata tramite gli schemi del Forest Stewardship Council (FSC) e del Programme for the Endorsment of Forest Certification schemes (PEFC). Questo tipo di certificazione permette ai proprietari di una risorsa forestale di dare garanzia che la stessa è gestita in conformità a regole prestabilite e condivise per una determinata area geografica e che tengono conto degli aspetti ecologici, sociali ed economici (ovvero che rispondono a determinati requisiti di “sostenibilità”). La certificazione FSC, prevalentemente sostenuta da importanti associazioni ambientaliste, si basa sul rispetto di 10 Principi e Criteri che sono meglio definiti da indicatori a livello regionale, negoziati dalle varie iniziative nazionali. La certificazione PEFC, prevalentemente promossa dai proprietari forestali, si basa sul rispetto di Criteri, Indicatori e Linee Guida definiti nelle Conferenze Interministeriali per la protezione delle foreste in Europa (Helsinki 1993, Lisbona 1998 ecc.) che hanno dato avvio al cosiddetto “Processo Pagina 2 di 6


pan-europeo”. Anche in Francia questi schemi prevedono la certificazione a livello individuale o di gruppo e verifiche ispettive e di certificazione affidate ad una terza parte accreditata. In Francia l’attuazione della certificazione PEFC non avviene attraverso un’unica organizzazione a livello nazionale, ma il livello nazionale è integrato dal livello regionale più operativo. La maggior parte degli operatori economici e delle associazioni di categoria della filiera foresta legno francese, nonché delle istituzioni di riferimento hanno scelto di promuovere la certificazione forestale PEFC e di conseguenza questo schema é quello che ha avuto una diffusione di gran lunga più importante rispetto allo schema di certificazione FSC. Nel tabella seguente sono confrontati il numero di certificati di sistema di gestione forestale e di catena di custodia emessi in Francia secondo i due schemi di certificazione.

Tabella 1 - Numero di proprietari forestali, superfici forestali certificate e numero di imprese certificate secondo gli schemi PEFC e FSC in Francia

SCHEMA DI CERTIFICAZIONE DEL CERTIFICAZIONE GESTIONE FORESTALE

SISTEMA

DI CATENA CUSTODIA

N. di proprietari

Superfici forestali N. di certificate (ha) certificate

PEFC

41.935

4.780.970

2.063

FSC

14

16.610

502

DI imprese

Fonti: banca dati PEFC e FSC (settembre 2010)

Solo 14 unità forestali sono certificate secondo lo schema FSC per una superficie inferiore ai 20.000 ettari. La Francia é uno dei paesi europei con la minor diffusione della certificazione FSC insieme a Cipro, Malta, Austria, Lussemburgo e Belgio. A livello del sistema legno la diffusione della certificazione FSC nella certificazione della catena di custodia é più importante, ma ancora di molto inferiore rispetto all'importanza dello schema PEFC che conta ben 2.063 certificati rispetto ai 502 certificati FSC. Per ciò che riguarda la situazione nelle due regioni francese transfrontaliere di Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte-d'Azur c'é da segnalare che, attualmente, a livello del sistema foreste é presente solo la certificazione del sistema di gestione forestale secondo lo schema PEFC. La quota parte di superficie forestale certificata è pari al 24% in Rhône-Alpes e al 18% in PACA. Esistono per altro delle forti disparità tra boschi di proprietà pubblica e privata. Lo Stato ha provveduto a certificare l’insieme delle foreste demaniali. Il 40% Pagina 3 di 6


dei boschi di proprietà comunale in PACA sono certificati PEFC. Un valore che è pari al 65% in Rhône-Alpes. Ciò dimostra la forte volontà delle amministrazioni pubbliche di garantire la gestione sostenibile del proprio patrimonio forestale e di rispondere alla domanda di legname certificato proveniente dalle imprese della filiera legno che a loro volta, nei confronti dei consumatori, devono far fronte a delle richieste di compatibilità ambientale delle produzioni. Per i boschi di proprietà privata la certificazione forestale è invece molto meno praticata: in Rhône-Alpes la superficie forestale certificata è pari al 2% della superficie forestale totale ed inferiore al 2% in PACA. Minor interesse economico per le produzioni forestali e maggiore frammentazione della proprietà privata sono due delle ragioni per cui la certificazione forestale é meno praticata a livello dei proprietari forestali privati. Figura 1 – Confronto tra le superfici forestali certificate in Rhône-Alpes (Rh-A), Provence-Alpes-Côte-d'Azur (PACA) e Piemonte

Fonte: Libro bianco sulla filiera foresta legno transalpina, Autori vari, progetto Interbois, Regione Piemonte, 2009

La scarsa diffusione della certificazione forestale é un fattore debolezza della filiera forestale-legno nelle Regioni Piemonte, Rhône-Alpes e Provences-Alpes Côte d'Azur. Mentre nelle due regioni francesi le azioni di promozione hanno comunque raggiunto un certo risultato, consentendo di certificare il 18% della superficie forestale regionale in Provences-Alpes Côte d'Azur e il 24% della

Pagina 4 di 6


superficie forestale regionale in Rhône-Alpes, c'é da segnalare come l'impiego di questo strumento di valorizzazione delle produzioni forestali sia ancora praticamente inesplorato in Piemonte dove solo il 3% della superficie forestale regionale risulta certificato.

Le due entità regionali che

promuovono e assicurano la corretta applicazione degli standard forestali PEFC in Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte-d'Azur sono: PEFC Provence-Alpes-Côte d'Azur Pavillon du Roy René CD7 – Valabre 13120 GARDANNE tel. +33 (4)4 42 65 43 93

PEFC Rhône-Alpes c/o CRPF Rhône-Alpes Parc de Crécy 18 avenue du Général de Gaulle 69771 ST DIDIER AU MONT D'OR tel. +33 (4)4 72 53 64 84

I marchi nel sistema foresta-legno delle regioni francesi di Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte d'Azur Frequentemente la certificazione e attestata dall’apposizione di un marchio, ma non tutti i marchi comportano una certificazione. Il marchio, che sia registrato o di fatto, e semplicemente un segno distintivo volto a contraddistinguere un prodotto od un servizio per differenziarlo da quello di altri. La registrazione avviene presso l’UIMB (Ufficio Italiano Marchi e Brevetti) in Italia o presso l’INPI (Institut National de la Protection Intellectuelle) in Francia. Affinche la registrazione possa essere effettuata il marchio deve soddisfare alcuni requisiti: •

capacita distintiva: deve contraddistinguere il prodotto o servizio da quello di altri;

novita estrinseca: non deve essere stato utilizzato in precedenza come marchio, ditta o insegna per prodotti o servizi simili a quelli per cui si richiede la registrazione;

originalita: non puo essere una denominazione generica o descrittiva di prodotti o servizi;

liceita: non deve essere contrario alla legge, al buon costume e all’ordine pubblico.

Al contrario dei brevetti il marchio non decade, ma deve essere rinnovato ogni dieci anni. Avendo validita territoriale, al momento della registrazione e necessario anche stabilirne l’estensione: nazionale, comunitaria (UE), o internazionale. La registrazione puo venire effettuata dal singolo imprenditore, oppure da Enti o associazioni; nel primo caso viene definito marchio individuale, nel secondo marchio collettivo. Quando il marchio e collettivo chi lo utilizza garantisce che il prodotto o servizio e conforme ai requisiti stabiliti da quel determinato Ente o associazione a cui il soggetto aderisce; se il riferimento e una norma o un documento contrattuale il marchio attesta una certificazione (marchi FITOK, FSC, PEFC, CE), altrimenti no. Nel settore foresta-legno francese i Pagina 5 di 6


marchi collettivi non riferiti o riferiti a certificazioni sono piuttosto diffusi e possono afferire ad Enti di natura anche molto diversa tra loro. Nell'area geografica compresa nelle regioni di Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte d'Azur sono presenti i marchi seguenti: •

“Bois Qualite Savoie” un’iniziativa congiunta delle segherie della Savoia per la valorizzazione di prodotti di alta qualita con autenticita e qualita garantite che tiene conto del processo di fabbricazione di tali prodotti.

“Bois des Alpes” un marchio recentemente depositato dai proprietari forestali che e attualmente in fase di attuazione e che ha lo scopo di: ◦ soddisfare le norme europee vigenti sia per quanto riguarda la certificazione PEFC che per le caratteristiche visive e meccaniche; ◦ introdurre dei sistemi per la caratterizzazione del legno che permettano d’identificare la risorsa al fine di rispondere ai fabbisogni dei clienti promuovendo le qualita specifiche del legno proveniente dal comprensorio alpino; ◦ introdurre modalita di utilizzazione e commercializzazione coerenti con le esigenze dei mercati.

“Chaleur Qualita Bois+” certificazione basata sul sistema AFAQ Service Confiance (AFAQ Servizio

Fiducia)

per

la

qualita

dei

combustibili

legnosi

e

l’affidabilita

dell’approvvigionamento delle caldaie a legno automatiche. •

Le Denominazione di Origine Controllata (DOC) “Bois de Chartreuse” e “Bois du Jura” che caratterizzano delle produzioni legnose derivanti da legname di provenienza dei territori del comprensorio della DOC e realizzate utilizzando dei processi di lavorazione a forte tipicità locale. Attualemnte entrambe le DOC sono in corso di riconoscimento da parte dell'Institut National des Appellations d'Origine Contrôlé (INAO).

Tabella 2 – Siti internet per l'approfondimento delle conoscenze sui marchi del sistema foresta-legno delle regioni francesi di Rhône-Alpes e Provence-Alpes-Côte d'Azur

Bois Qualite Savoie

http://www.bois-qualite-savoie.com

Bois des Alpes

http://www.boisdesalpes.net

Chaleur Qualita Bois+

http://www.chaleur-bois-qualite-plus.org

Bois du Jura

http://www.aocboisdujura.ch

Bois de Chartreuse

http://www.parc-chartreuse.net/economie/foret-filiere-bois.asp

Pagina 6 di 6

Attività 2 - I marchi per la valorizzazione delle produzioni legnose  

La diffusione in Francia, con particolare riferimento alle regioni Rhone-Alpes e Provence-Alpes-Cote d'Azur

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you