Page 35

35

INCONTRI D’ARTE

L’arte della poesia e del colore raccontati da Pasquale Cardone

I

n questo incontro d’arte posso affermare con certezza di aver conosciuto una persona dotata di una sensibilità unica. Prima di parlarvi di lui mi piacerebbe condividere una perla della sua saggezza poetica, citandovi un suo breve passo: “Noi siamo la memoria della nostra terra. La memoria è ritmo di vene che si scioglie sulla memoria del tempo”. Dopo queste poche righe passo a raccontarvi di Pasquale Cardone, natio di Casadrino, classe 1936. A proposito, auguri, perchè il 19 febbraio prossimo compie 76 anni (portati magnificamente). Pasquale Cardone, trapiantato ad Aversa da almeno la metà degli anni che ha. Una buona parte della sua gioventù l’ha vissuta nell’Alto Adige e ancor prima in Germania, come emigrante. In Italia, e precisamente nella città di Bolzano, trovò lavoro e per circa un ventennio portò alto l’orgoglio di essere un uomo del sud. Da instancabile lavoratore trovò spazio e tempo per coltivare la sua vera passione: la poesia e la pittura. Infatti, nelle terre tirolesi, si fece conoscere sia come poeta sia come pittore. Il suo essere un uomo del sud disponibile e nella stessa misura riconoscente alle genti del nord che l’ospitavano lo resero popolare e amato da tutti. Rispettoso di quella terra, si fece rapire da essa descrivendola in maniera poetica attraverso le sue liriche. Vincitore di svariati premi letterari è autore di due libri di poesia: ”Vento del sud” del 1976 e “Canto della identificazione” del 1980. Le sue opere pittoriche sono state pubblicate su riviste specializzate d’arte. Molti critici d’arte si sono interessati alla sua pittura. Tante le testate giornalistiche che lo hanno recensito con giudizi lusinghieri. Dopo lo squisito caffè offertomi dalla sua gentile consorte e la piacevole chiacchierata grazie alla quale ho saputo tante cose nuove ed interessanti,

con malcelato orgoglio mi ha invitato a visitare stanza per stanza per farmi ammirare, pieno di giustificato entusiasmo, l’intera sua collezione privata. Opere che conserva gelosamente e che protegge scrupolosamente, come un padre che difende i propri figli. L’impatto diretto con i suoi quadri non può che conquistarti. Le allegorie multicolori s’impadroniscono degli occhi. I suoi gialli, i suoi rossi, i verdi, gli azzurri vivi e mai spenti, sembrano fuoriuscire dalla tela. A mio modesto parere, raccontarvi le sue opere non renderà mai giustizia alla sua arte. Le opere di Cardone vanno viste e gustate di persona. Le sue tele pregne di calore derivano da una tavolozza fornita di colori ricchi, pieni, traboccanti. Le sue pennellate sono intrise nel folklore della nostra terra. I tormenti interiori che lo hanno contraddistinto nella sua carriera d’artista si vivono in pieno guardando i suoi lavori. Cardone si è anche cimentato nelle creazioni di opere in cartapesta. I suoi manufatti sono singolari e dall’animo minimalista. Tale caratteristica si avverte grazie all’adattamento delle vesti che usa per “impacchettare” i suoi manufatti. Cardone mi fa vedere i suoi lavori tirandoli fuori, uno dopo l’altro, da ogni angolo della casa. Da uno dei più impensabili nascondigli che può avere una credenza d’altri tempi trae un suo presepe fatto esclusivamente di cartapesta. I vestiti fatti di stoffa riciclata da panni in disuso sembrano essere sempre stati indosso a quelle statuine di carta. Plinio il vecchio disse: “E’ ornamento dell’uomo quella grandezza d’animo che nulla riporta alla ostentazione, ma tutto alla coscienza è non attende ricompensa dell’aver ben fatto dalle lodi del popolo, ma dal fatto per se stesso”. Pasquale Cardone, artista e poeta è un messaggero di quell’arte del vivere tipica degli uomini del sud.

Potete commentare gli articoli visitando il sito: www.bloq.it

di Giuseppe Della Volpe Esperto di comunicazione visiva Bloq Magazine redazione@bloq.it

ANNO 5 - Numero 02 - 05 Febbraio 2012

BLOQ MAGAZINE 05 FEBBRAIO 2012  

il free press più autorevole e diffuso di Aversa e dell'agro aversano

BLOQ MAGAZINE 05 FEBBRAIO 2012  

il free press più autorevole e diffuso di Aversa e dell'agro aversano

Advertisement