Page 4

4 - 28 FEBBRAIO 2010

IN CITT A’ TA

CONCORSO “L’EREDITA’ SARNELLIANA” I partecipanti dovranno sviluppare in un proprio elaborato,

eventualmente corredato di immagini, uno dei seguenti argomenti: 1) Il culto Sarnelli promosse il culto dei SS. Martiri Protettori che si venerano nella Cattedrale di Bisceglie. Il candidato descriva le origini e lo svolgimento delle varie festività che ogni anno si celebrano in loro onore. Bibliografia: P. SARNELLI, L'Arca del testamento , Ed. A. Cortese, 2008 - M. COSMAI, Leggende e Tradizioni Biscegliesi,Eurografica snc - P. CAPUTI, L'attività pastorale di Pompeo Sarnelli, Euografica, 2006 (reperibili c/o Biblioteca Comunale/Biblioteca del Seminario/Biblioteca S. Caterina) (Per informazioni sull'argomento: Priore della Confraternita dei SS.MM.Protettori, Sig. Angelo Misino: tel.3687044056; Rettore della Cattedrale, don Mauro Camero, tel.080/3969767 ). 2) La storiografia Pubblicando le ''Memorie dè Vescovi di Biseglia'', nel 1693, Sarnelli diede inizio alla serie di studi e pubblicazioni su Bisceglie che si va arricchendo di sempre nuovi contributi. Il candidato analizzi e sviluppi il passaggio dalla città feudale alla città demaniale. Bibliografia: P. SARNELLI, Memorie dè Vescovi di Biseglia M. COSMAI, Bisceglie nella Storia e nell'Arte M. INGRAVALLE, P. CONSIGLIO, G. LA NOTTE, Palazzi di Bisceglie. Storie di uomini e di pietre. 3) La museologia Sarnelli iniziò, nel Palazzo Vescovile, l'opera di raccolta e conservazione di antiche testimonianze della Città che prosegue ancora oggi con il Museo Diocesano. Il candidato descriva brevemente le raccolte presenti nel Museo ed evidenzi il valore della conservazione della memoria storica come fattore di sviluppo socio-economico di un territorio. Bibliografia: AA.VV., Pompeo Sarnelli …, pag. 45-51, sul sito internet www.comune.bisceglie.bt.it - G. LA NOTTE, Tra sacro e profano: il Tempio della Memoria di Bisceglie, sul sito internet.

R O TA RY. L A “ R I F O R M A” D I MERCADANTE, I L LU S T R ATA DA L P R O F. G I O VA N N I CASSANELLI I

n collaborazione con il Rotary Club e il Circolo Unione di Bisceglie, sabato 30 gennaio nella sala “dr. Girolamo Di Gregorio” del Circolo Unione, il Prof. Giovanni Cassanelli, docente di Storia della Musica presso l’Università di Bari (sede di Brindisi), ha condotto una singolare discussione su Saverio Mercadante, un valente musicista pugliese della seconda metà del 1700. Il Prof. Cassanelli, nato a Bisceglie nel 1970, socio Rotary da sempre appassionato di musica e diplomatosi in Pianoforte con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Bari, da tempo si dedica allo studio della vita e dei brani composti da questo autore sconosciuto al pubblico. Tiene frequentemente corsi di Storia della Musica ed è spesso invitato a tenere conferenze di carattere storico-musicale. A partire dal 4 luglio 2003, data in cui il Consiglio della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Bari gli ha conferito il titolo di “cultore della materia”, collabora con la cattedra di “Storia della Musica moderna e contemporanea” dell’Ateneo barese ed è membro della commissione giudicatrice dei relativi esami di profitto. Ha

Il concorso, promosso dall’Associazione “Mons. Pompeo Sarmelli”, dall’Arcidiocesi TraniBarletta-Bisceglie e dal Comune di Bisceglie è destinato ai giovani delle Terze Medie e degli Istituti Superiori. Informazioni presso l’Assessorato al Centro Storico (tel. 080/3925599). Bando scaricabile dal sito www.comune.bisceglie.bt.it (Per informazioni e visita al Museo Diocesano: Direzione tel. 360984485, Segreteria tel.3477714582) 4) La committenza artistica Sarnelli, contribuendo con proprio danaro, restaurò ed arricchì la città di Bisceglie di monumenti ed opere d'arte. Egli, tra l'altro, rifece il tetto della Cattedrale che stava crollando, fece ampliare e decorare il Palazzo vescovile, commissionò la statua in argento di S. Mauro. Il candidato, a sua scelta, parli di uno dei tre argomenti suddetti. Bibliografia: Cattedrale (vedi M. PASQUALE, La cattedrale di Bisceglie) - Palazzo Vescovile (vedi: AA.VV., Pompeo Sarnelli …, pag. 39-43, sul sito internet) - Statua di S. Mauro (Vedi: M. PASQUALE, Busto reliquiario di S. Mauro, in C. e D. CATELLO, Argenti sacri a Bisceglie, pag.27-29, Ed. del Grifo, 1998). 5) La produzione letteraria Sarnelli pubblicò numerosi studi su vari argomenti. I suoi libri vengono ancora oggi letti e ripubblicati. Il candidato esponga il contenuto e commenti almeno una delle favole del ''Bestiarum Schola'', che è stato recentemente ripubblicato in due edizioni. Bibliografia: P. SARNELLI, Scuola di bestie, a cura di A. IURILLI, Cacucci Editore, 2008 - P. SARNELLI, Bestiarum schola, traduzione di V. DE DONATO, Vito Radio Editore, 2007 SCARICA IL BANDO DAL LINK: http://issuu.com/ bisceglie_city/docs/concorso_sarnelli_16x29_7 pubblicato l’opera “Saverio Mercadante (1795-1870)” con l’intento di diffondere la cultura delle musica che è manchevole in molti, e con l’obiettivo di abituare un pubblico di ogni età all’ascolto della musica colta. Questa sua opera, contenente le poche documentazioni esistenti sull’artista, tratta della cosiddetta ‘riforma’ di Mercadante, ossia di una nuova concezione della musica che tende a piegare la «solita forma» delle produzioni musicali alle esigenze della drammaturgia romantica, particolarmente evidente nell’opera “Elena Da Feltre”, oggetto della discussione tenutasi lo scorso sabato. Giuseppe Saverio Raffaele Mercadante è un musicista pugliese, nato ad Altamura il 17 settembre 1795 e in seguito trasferitosi a Napoli a soli 14 anni per conseguire i suoi studi di musica presso il Conservatorio (il Collegio di S. Sebastiano), dove esordì come compositore teatrale nel 1819, a soli ventiquattro anni, con “L’apoteosi d’Ercole”. Si affermò due anni dopo, nel 1821, alla Scala di Milano con “Elisa e Claudio” e, successivamente, le sue opere furono rappresentate nei maggiori centri italiani ed europei, in particolare a Vienna. Nel 1836, su invito di Rossini, si recò a Parigi dove fece rappresentare l’opera “I briganti”. Per trent’anni, dal 1840 fino alla morte avvenuta nel 1870, diresse il conservatorio di Napoli. Produsse principalmente composizioni per orchestra, cantate, inni, musica sacra e da camera. Elementi caratteristici dello stile operistico di Mercadante, al quale non fu estraneo l'influsso di Rossini, sono la particolare elaborazione del linguaggio armonico, l’interessante e nuova tecnica di orchestrazione e la spiccata evidenza drammatica dei personaggi (anticipatrice dello stile del teatro di Verdi). Il suo viaggio a Parigi fu di fondamentale importanza per

continua a Pag. 5

Bisceglie 15 Giorni n. 264 del 28 febbraio 2010_n_4  

Il quindicinale della Città di Bisceglie