Issuu on Google+

Periodico d'Informazione - Anno XII N. 288 (04) 28 - 02 - 2011

www.bisceglie15giorni.com

DON MAURO MONOPOLI: Scompare il fondatore dell’Oratorio

ELEZIONI COMUNALI: Iniziata la corsa alle candidature Sedi: Padova - Bisceglie -Trani - Barletta Via Berarducci Vives, 2 - 70052 Bisceglie NUMERO VERDE 800.022.323


2 - 28 FEBBRAIO 2011

IS TITUZIONI ISTITUZIONI

La costruzione del bilancio negli enti pubblici secondo l’A.N.C.I.

LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO 2011 dopo il D.L. 78/2010 e la legge di stabilità - Convegno a Bisceglie il 17/02/2011. Iniziativa congiunta ANCI Puglia-Comune di Bisceglie-CEL editrice È in corso in queste ore, presso l’Hotel Salsello di Bisceglie, il convengo a cura dell’ANCI Puglia dal titolo “Governare le autonomie locali nella transizione federale”, iniziativa promosso dal Comune di Bisceglie, che vede la presentazione dell’opera dal medesimo titolo del dott. Ebron D’Aristotile, dirigente del Dipartimento Risorse Umane, Finanziarie ed innovazione della Prov. di Pescara. Relatori della giornata di lavori anche il Sindaco della città di Bisceglie, Avv. Francesco Spina Vice Presidente Regionale A.N.C.I. Puglia,, il dott. Renato Scozzese dirigente del Ministero dell’Interno e il dott. Carlo Dicesare, dirigente presso il Comune di Foggia. I primi due anni della XVI legislatura hanno segnato la ripresa dell’impegno riformatore del legislatore per ridisegnare l’assetto delle autonomie locali e più in generale della Pubblica Amministrazione. Con la legge n. 42/2009 è stato introdotto nel nostro ordinamento il federalismo fiscale, nel tentativo di ridefinire la fisionomia delle istituzioni territoriali nella prospettiva di un possibile federalismo istituzionale; tuttavia non sono mancati interventi settoriali destinati a ricadere sul funzionamento degli Enti Locali. La stagione riformista 2009-2010 non è esente da contraddizioni e ripensamenti, frutto di una mancata definizione di un nuovo quadro generale per le autonomie locali che attui, finalmente, le novità introdotte con la riforma costituzionale apportata dalla legge n.3/2001. Di fronte a concrete difficoltà a carattere operativo, risulta necessario farsi portatori di una responsabilità istituzionale matura e diffusa in un prospettiva unitaria e volta al massimo rispetto del principio di sussidiarietà. Occorre dunque,

investire con fiducia nella classe dirigente locale, affinchè sia realmente preparata a far fronte a cambiamenti, difficoltà attuative delle istanze riformatrici. Proprio in quest’ottica si colloca il volume “Governare le autonomie locali nella transizione federale, strumento rivolto a quanti operano nelle istituzioni locali con responsabilità si gestionali che politiche nonché a quanti si preparano a contribuire professionalmente all’attività delle amministrazioni locali. (Angela Francesca Valentino)

Provincia B.A.T.: finanziamenti Cipe per quindici scuole, fra le quali l’I.T.C. “Dell’Olio” ed il Liceo “Da Vinci” E’

stata sottoscritta nella mattinata di ieri la convenzione tra la Provincia di Barletta - Andria - Trani ed il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per il tramite del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche di Puglia e Basilicata, per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e prevenzione del patrimonio scolastico del territorio della Provincia attraverso i fondi Cipe. Gli edifici scolastici beneficiari di un finanziamento di circa 1.840.000,00 euro saranno in totale quindici: il Liceo Classico “Carlo Troya”, l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici “Riccardo Lotti”, l’Istituto Tecnico Industriale “Jannuzzi” di Andria; il Liceo Classico “Casardi”, l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Socio-Sanitari “Garrone”, l’Istituto Tecnico Commerciale “Cassandro”, l’Istituto Tecnico Industriale “Fermi” e l’Istituto Tecnologico “Nervi” di Barletta; il Liceo Scientifico “Da Vinci” e l’Istituto Tecnico Commerciale “Dell’Olio” di Bisceglie; l’Istituto Tecnico Industriale “Pilone Ada Ceschin” di Spinazzola; il Liceo Classico “De Sanctis” e l’Istituto Tecnico Commerciale “Aldo Moro” di Trani; il Liceo Scientifico “Aldo Moro” e l’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e Ristorativi di Margherita di Savoia. Entro 120 giorni dal rilascio del parere favorevole del Ministero competente, la Provincia dovrà provvedere con l’affidamento dei lavori. Sottoscritta la convenzione, massima soddisfazione è stata dall’Assessore all’Edilizia Scolastica della Provincia di

Barletta - Andria - Trani, Domenico Campana. «Dopo aver valutato attentamente le esigenze più urgenti di cui il nostro patrimonio scolastico necessitava, abbiamo ricercato le risorse utili a finanziare gli interventi nei confronti delle nostre scuole - ha spiegato Campana -. Determinante, in questo senso, è stato lo sblocco dei fondi da parte del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (Cipe), che ci consente di poter attuare una serie di interventi di vitale importanza per il nostro territorio. Ciò a dimostrazione dell’efficacia del nostro Governo centrale, in grado di operare concretamente per lo sviluppo e l’occupazione del nostro Paese. La tutela del patrimonio scolastico - ha poi proseguito l’Assessore all’Edilizia Scolastica della Provincia di Barletta - Andria - Trani - è da sempre un obiettivo primario per la nostra Amministrazione provinciale ed è altrettanto noto che la situazione che le Province madri di Bari e Foggia ci avevano lasciato in eredità, evidentemente consapevoli dell’istituzione della nuova Provincia, era a dir poco desolante. Di qui a pochi mesi, invece, grazie all’utilizzo dei fondi Cipe ed alla sottoscrizione di questa convenzione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, i giovani di questo territorio potranno tornare a frequentare scuole più sicure e consone alle proprie esigenze».


3 - 28 FEBBRAIO 2011

STORIA

Bisceglie alla B.I.T. 2011

Francesco Spina: «Vincente la sinergia con Regione e provincie».

Da Bisceglie offerta turistica diversificata: enogastronomia, beni storici e cultura». Intervento del primo cittadino di Bisceglie alla conferenza stampa indetta dalla Provincia Barletta-Andria-Trani nell’ambito della Borsa Internazionale del Turismo 2011.

S

incero apprezzamento per l’inedita sinergia, posta in campo da Regione Puglia e le Province di Bari, B.A.T. e Foggia, per una partecipazione.iù incisiva alla edizione 2011 della B.I.T. di Milano, è stato espresso dal Sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, intervenuto alla conferenza stampa di presentazione delle iniziative turistiche programmate dai dieci comuni per la prossima stagione. Un lavoro avviato già l’anno scorso, con la delega provinciale al turismo assegnata al consigliere Pantaleo Mastrogiacomo (foto in basso), titolare fra l’altro del noto locale di tendenza “Divinae Follie”, che ha avuto la sensibilità di affidare l’organizzazione tecnica delle proposte di valorizzazione del territorio all’Agenzia Puglia Imperiale Turismo, come sottolineato dall’intervento del Presidente del Consiglio Provinciale, Luigi Riserbato (foto in basso). Presenti, infatti, alla conferenza stampa: l’amministratore di Puglia Imperiale, Gino Simone, il Direttore Alessandro Buongiorno e l’addetto stampa Lucia De Mari, moderatrice degli interventi. «Esprimo vivo apprezzamento – ha inoltre dichiarato Francesco Spina – perché finalmente la Regione Puglia ha riconosciuto ufficialmente l’esistenza della Provincia di Barletta-Andria-Trani attraverso le parole dell’assessore Silvia Godelli, dopo un primo anno caratterizzato da un atteggiamento ambiguo». «Il ruolo di Bisceglie nella promozione turistica del territorio – ha concluso Francesco Spina – è molteplice e poliedrico, poiché propone una variegata offerta turistica che, partendo dai prodotti dell’agroalimentare, coinvolge l’offerta enogastronomica rappresentata da una valentissima schiera di talentuosi ristoratori; proposte ricettive di qualità ed a costi ragionevoli; beni culturali di importanza europea, come il Dolmen della Chianca su cui si è incentrata l’attenzione di importanti istituzioni internazionali; fino al fiore all’occhiello delle proposte culturali, con l’evento “Libri nel Borgo Antico”, che ha animato le viuzze e le piazzette del Cento Storico si Bisceglie in un settembre che sembrava destinato a suggellare il declino della stagione estiva». Un Centro Storico - oggi oggetto di radicali interventi di ristrutturazione in controtendenza rispetto alla volontà espressa dalle precedenti amministrazioni, che ne fecero un luogo da destinare a quartiere popolare - unito alla

valorizzazione delle nostre campagne e dei pacchetti turistici basati sulla promozione dei prodotti di qualità, come le ciliegie e l’olio d’oliva costituirà, a parere del sindaco di Bisceglie, il contributo della nostra Città alla più complessiva attività di promozione dell’intero territorio provinciale, che dovrà essere maggiormente coordinata.

TREDICESIMO Registrato al Tribunale di Trani n. 350 del 21.05.1999

Direttore Responsabile

S a l v a t o r e Va l e n t i n o

E-Mail: s.valentino@bisceglie15giorni.com Editrice: Associazione

“ B I S C E G L I E H O S T & C O M M U N I C AT I O N S ”

Redazione - Stampa - Amministrazione Via del Commercio, 41 70052 - Bisceglie (Bari) E-Mail: redazione@bisceglie15giorni.com tel./fax: 0 8 0 . 3 9 5 2 3 2 8 Conto Corrente Postale: n . 87372397

Redazione

ANNO

Prof. Sabino Delle Noci - Don Marino Albrizio Gianfranco Borraccetti - Ippolita Bombini Leonardo Ricchiuti - Chiara Valentino Carolina Di Bitetto - Francesco Brescia Nunzia Palmiotti - Bartolo Di Pierro Luca La Notte - Violetta Giacomino Angela Francesca Valentino Gianluca Veneziani Capo Redattore Sport - Mino Dell’Orco Redazione Sportiva: Nicola Mastrototaro - Gianluca Valente Abbonamenti: Italia •uro 30,00 Unione Europea •uro 60,00 - Extra U.E. $ 70,00 I pareri espressi dai lettori non vincolano la linea editoriale, che resta aperta al libero confronto. La corrispondenza non firmata sarà cestinata. La collaborazione a questa rivista è volontaria e gratuita.


4 - 28 FEBBRAIO 2011

AV I S

A.V.I.S. Bisceglie, ecco i dati ufficiali del 2010 L’Assemblea del 19 febbraio ha Soddisfazione e voglia di migliorarsi, sono sicuramente

queste le sensazioni principali che emergono dalla positiva quanto costruttiva Assemblea dei soci AVIS Bisceglie tenutasi lo scorso 19 febbraio presso la sede di Via Lamarmora. All’evento il presidente AVIS Bisceglie Patrizia Ventura ed il Dott. Tommaso Fontana hanno fatto gli onori di casa accogliendo Pietro Scalera, presidente AVIS Provinciale Bari, ed il Dott. Ruggiero Fiore, consigliere nazionale AVIS. Dall’assemblea sono emersi numeri importanti che testimoniano ancora una volta dell’ottimo lavoro svolto dal gruppo avisino biscegliese nello scorso anno solare. Sono ben 2700 i tesserati per AVIS Bisceglie di cui 1405 attivi (si intende tutti coloro che hanno donato sangue, plasma o multicomponent nel 2010 ndr.). Le sacche di sangue raccolte sono state 1734, quelle di plasma 585, mentre sono state 140 le unità di multicomponent per un totale di 2459 sacche. Un numero davvero importante per la nostra città tanto da evitare l’emergenza sangue che solitamente aumenta il livello di richieste nel periodo estivo. AVIS Bisceglie si conferma ai primissimi posti tra le sezioni della provincia di Bari e punta a far meglio a partire dai dati incoraggianti che provengono dai nuovi associati. Ben 150 i nuovi potenziali donatori avisini con un alta percentuale di under 20. Un segnale che testimonia l’approssimarsi di un cambio generazionale all’altezza del precedente in materia di donazioni. La riunione ha inoltre nominato i nuovi undici delegati che rappresenteranno AVIS Bisceglie a partire dall’Assemblea Provinciale che si terrà il prossimo 27 marzo a Corato, si tratta di: Dario Galantino, Sara Brescia, Giulio Catalano, Angela De Feudis, Vincenzo Di Pinto, Maria Nazzarini, Pantaleo Preziosa, Veronica Sinigaglia,

prodotto i nomi degli undici delegati biscegliesi e la diffusione delle statistiche aggiornare allo scorso anno

Domenico Valente, Manuela Ventura e Patrizia Ventura. Tornando ai numeri ma passando alle giornate di donazione ha portato buoni frutti la collaborazione tra AVIS Bisceglie e le parrocchie di Sant’Agostino e San Silvestro. Ben 39 le sacche raccolte, un risultato che ci si augura di avvicinare quantomeno in occasione della prossima giornata di donazione prevista per domenica 6 marzo presso il Centro Raccolte dell’Ospedale Civile “Vittorio Emanuele II”. (Gianluca Valente)

UNITRE: la Puglia e la Shoah I

l 27 gennaio, XI giornata della memoria, Unitre e Circolo Unione hanno voluto rievocare la presenza degli Ebrei nei campi di internamento pugliesi. L’evento a cura del prof. Pasquale Gallo, docente di lingua e letteratura tedesca presso l’università di Bari, aveva come tema “La Puglia e la shoah. Il transito degli Ebrei dal ’40 al ’43. Letture, immagini, suoni.” Con il prof. Gallo si alternavano il gruppo teatrale del dott. Zaccaria Gallo, “Euterpe”, e la pianista Vanna Sasso. La manifestazione era infatti impostata su un inframmezzarsi di esposizione di fatti storici, documentati anche da immagini, e pièces teatrali: un dialogo tra madre e figlia mentre un treno le trasporta in un campo di concentramento; il monologo di una deportata determinata a non divenire soltanto un numero; ed infine un dialogo ispirato ad una memoria depositata presso il comune di Alberobello. Questa cittadina è stata, insieme a Manfredonia, Gioia del Colle e le isole Tremiti, sede di un campo di internamento. Dopo i saluti del vice presidente del Circolo Unione, Osvaldo Papagni, e della presidente dell’Unitre, Pasqua Di Pierro, il relatore ha avviato la narrazione con un’immagine con didascalia di grande effetto emotivo: la foto di un rogo accompagnata dai versi di H. Heine ”Lì dove si bruciano i libri, prima o poi si bruciano anche uomini”, facendo riferimento ai libri di un istituto ebraico arsi a Berlino nel maggio del ’33. E’ seguito quindi un breve excursus storico per arrivare alle leggi razziali italiane del ’38 che videro sorgere anche da noi campi di internamento, concentramento, transito…. Ai luoghi pugliesi menzionati va aggiunta Trani dove nel ’47, a guerra terminata, fu istituito un campo di transito che accoglieva Ebrei diretti in Palestina. Il prof. Gallo ha raccontato di prigionieri di elevata cultura che hanno soggiornato nella “Casa rossa” di Alberobello (scuola agraria prima della guerra), divenuti famosi una volta restituiti alla

normalità della vita: Abeles e Hakel. Il primo, che si convertì al cristianesimo, per il giorno del suo battesimo compose un valzer, “Felicità”, proposto in sala dalla pianista Sasso. La memoria depositata presso il comune di Alberobello, riferisce di un testimone oculare, Sebastiano D’Oria, quattordicenne all’epoca dei fatti, che venne invitato a recarsi alla “casa rossa” in qualità di sarto e, sulla base di questa memoria, il dott. Gallo ha costruito un dialogo recitato, a conclusione della serata, dallo stesso autore insieme al dott. Enzo Ciani. (Anna Consiglio)


5 - 28 FEBBRAIO 2011

Più vicini al cittadino Sulla strada della semplificazione amministrativa

P

iù vicini al cittadino.. è questa oramai la parola d’ordine che contraddistingue negli ultimi anni l’azione divulgativa della Pubblica Amministrazione che attraverso la semplificazione e i servizi on line al cittadino ha costituito i punti di forza della propria MISSION. Sicuramente per la semplificazione c’è ancora molto da fare in quanto il giro vorticoso di documenti e adempimenti risulta elevato per il contribuente. L’obbiettivo dei servizi è più vicino in quanto l’azione in questo campo è stata più incisiva grazie alla tecnologia ed all’uso sempre maggiore di Internet, ma anche qui la strada non è priva di problematiche dovute a connessioni e programmi. L’INPS, anche questa volta, ha anticipato le altre Amministrazioni Pubbliche proponendo nuovi servizi al cittadino al fine di utilizzare internet per soddisfare le proprie esigenze. SMS Lavoratori Domestici Questo servizio consente di ricevere un SMS o un Messaggio in posta elettronica in prossimità del termine di scadenza del pagamento dei contributi di Colf e Badanti. I datori di lavoro che intendono usufruire di tale servizio, possono richiedere l’abilitazione attraverso il portale Inps (www.inps.it) andando nell’area dedicata ai servizi ciccando su” SERVIZI ONLINE/CITTADINO/ SERVIZI RAPPORTO DI LAVORO DOMESTICO.

PREVIDENZA

di Giuseppe Sette

Il contribuente, 10 giorni prima della scadenza, riceverà un messaggio con avviso della scadenza, il codice del rapporto e l’importo da versare. Certamente un valido pro memoria nelle tante scadenze da ricordare e rispettare. Cassetta di Posta Elettronica Il servizio consente di monitorare, attraverso il Web, tutta la corrispondenza intercorsa tra l’INPS ed il contribuente dal 2006 ad oggi. Questo è un servizio di grande utilità perché permette ,in caso di smarrimento, di ritrovare ritrovare e stampare comunicazioni importanti utili a ricostruire una pratica o per controllare un se la riscossione di una somma è già avvenuta. Queste nuove opportunità si collocano nella vasta gamma di servizi offerti al cittadino dal nuovo portale INPS, reso più semplice nella navigabilità e nella lettura. Attraverso l’accesso a portali specifici o aree tematiche il cittadino può, comodamente da casa, consultare notizie, scaricare un modello e una circolare, conoscere la propria posizione contributiva. Tutto questo grazie alla tecnologia ma anche all’attenzione data al cittadino per soddisfare al meglio ogni sua esigenza.

Primo congresso di Sinistra Ecologia e Libertà. Coordinatore Pasquale Pozzolungo D

omenica 13 Febbraio si è svolto presso l’Auditorium Santa Croce, il Primo Congresso Cittadino di Sinistra Ecologia Libertà. I lavori sono iniziati con la Relazione di Pasquale Pozzolungo, coordinatore provvisorio uscente, che ha tracciato un quadro della situazione sociale politico economica nazionale, ha ripercorso le tappe della costruzione e costituzione di Sinistra Ecologia Libertà, calandola nella realtà Biscegliese, e spiegando le motivazioni che hanno portato alla scelta del Candidato Sindaco del Centro-Sinistra nella persona dell’avv. Francesco Napoletano. Di seguito la seconda relazione è stata sviluppata da Giovanni Papagni, giovane emergente di SEL. Nel suo appassionato intervento, Giovanni ha illustrato i motivi del suo impegno in politica, richiamando tutto l’universo giovanile, ad una maggiore presenza e partecipazione. Ha esortato tutti ed in particolare i giovani ad essere protagonisti per una “Bisceglie Migliore” citando Don Milani che diceva: ”Che senso ha avere le mani pulite se si tengono in tasca”. Nel dettaglio, poi, Giovanni ha illustrato i punti programmatici di SEL per la Città di Bisceglie, dal recupero del centro storico e potenziamento del turismo, riassunto nel termine “la bellezza”, una ricetta per la mobilità nel territorio, la salvaguardia dell’area di Pantano - Ripalta, e ribadito il no al Casello Autostradale e un serio progetto per una raccolta differenziata spinta dei rifiuti urbani, con importanti ricadute occupazionali. La terza relazione è stata tenuta dal Dott. Danny Sivo, presidente del Congresso, incentrata sulla Sanità e illustrando il Piano Sanitario Regionale. I lavori del Congresso hanno registrato una partecipazione dei cittadini molto alta, con presenze che sono andate oltre i posti a sedere, segno dell’interesse che il progetto di Sinistra Ecologia Libertà suscita nei cittadini Biscegliesi. Hanno preso la parola, il Candidato Sindaco del Centro Sinistra avv. Francesco Napoletano, il quale ha illustrato con forza e con passione il programma della coalizione per la Città di Bisceglie. A seguire sono intervenuti i rappresentanti cittadini dei partiti politici presenti.

Le conclusioni sono state tenute dal Dott. Danny Sivo, che ha chiaramente illustrato il progetto politico di SEL. Il congresso si è concluso con l’elezione degli organismi dirigenti. E’ stato eletto all’unanimità Coordinatore Cittadino di SEL Pasquale Pozzolungo 53 anni, Bancario, sposato con 2 figli. La segreteria è composta da Rosalba D’Addato, Giovanni Papagni e dal Tesoriere Maurizio Monopoli. Sinistra Ecologia Libertà informa la cittadinanza che tra qualche giorno aprirà la prima storica sede del Partito in Via Pozzo Marrone 15. La sede come luogo fondamentale per il confronto politico e per far avvicinare tutti i cittadini interessati a questo grande progetto politico che SEL propone alla Nazione ed a Bisceglie.

News, Fotogallery, Canale You Tube e la tua Radio Preferita...


6 - 28 FEBBRAIO 2011

PERISC OPIO PERISCOPIO

Mons. Mauro Monopoli è tornato alla Casa del Padre Una vita rientata all’educazione dei giovani ed alla Carità

I

l 23 febbraio la Cattedrale era gremita di fedeli, di autorità ecclesiastiche e di tutto il Capitolo della Cattedrale, per rendere l’ultimo saluto al servo di Dio, Mons. Mauro Monopoli. C’erano tutti i suoi ragazzi dell’Oratorio Vincenziano, ormai da moltissimi anni padri di famiglia, professionisti, lavoratori. Essi sono stati educati e seguiti da don Maurino nel periodo giovanile del suo apostolato sacerdotale. Alcuni non riuscivano a trattenere le lacrime, per l’amore e la bontà ricevuta dal modesto presbitero. Ripercorriamo le tappe che hanno caratterizzato la sua missione terrena: nacque a Bisceglie il 21 ottobre 1921, fu ordinato sacerdote nel 1945 presso la parrocchia della Madonna di Passavia da M o n s . P e t r o n e l l i , A r c i ve s c o v o Metropolita di Trani, di Barletta e Amministratore Perpetuo della Diocesi di Bisceglie. Insegnò Matematica presso il Seminario Vescovile di Bisceglie, presso il Liceo Scientifico di Bisceglie dal 1948, poi sempre Religione presso l’Istituto Tecnico Commerciale e l’Istituto Professionale per l’Artigianato di Bisceglie. E’ stato Cancelliere Vescovile della Curia Diocesana di Bisceglie per ben 17 anni sotto gli episcopati di Mons. Reginaldo Maria Addazi O. P. e Mons. Giuseppe Carata. Nell’anno 1947 Don Mauro diede inizio alla creazione di una piccola struttura associativa nei locali dell’ex frantoio della famiglia Bombini, nei pressi dell’attuale piazza Don Bosco. Successivamente l’istituzione fu trasferita in Via San Martino, comprendendo: una cappella, una sala ricreativa, dove il più delle volte si proiettavano film religiosi, uno spazio all’aperto o giardino. Il Consiglio Direttivo era formato dal Direttore Don Mauro Monopoli, dal presidente Lorenzo Lopane, dal segretario Angelo Di Gregorio (anno 1949). A momenti di preghiera e di formazione cristiana, si alternavano periodi di relax con le famose gite, trattenimenti filodrammatici, sport in tutte le sue versioni (tra cui il calcio e i tifosi cantavano: Olio, petrolio, benzina e minerale, per battere l’Oratorio ci vuole la Nazionale!). Si distingueva la schola cantorum che rivestiva un ruolo preminente. L’armonium, all’epoca (1953) nuovo, consentì l’alternarsi di diversi maestri e voci tenorili che con il loro canto allietavano le celebrazioni eucaristiche e le funzioni religiose. Un documento di grande spiritualità della vita di Don Mauro Monopoli Uno storico documento dell’Oratorio S. Vincenzo de Paoli, datato 11 febbraio 1958 fa piena luce sull’attività pastorale del presbitero don Mauro: “A Sua Ecc. Rev. ma Mons. Addazi, per

obbedire esclusivamente alla Sua volontà di Pastore della Diocesi, mi sono portato, come Vicario economo, nella Parrocchia di S. Agostino. Durante 15 giorni di mia presenza in questa parrocchia ho pregato il Signore perché mi facesse conoscere quale via scegliere: se abbracciare la vita parrocchiale o rimanere nell’Oratorio S. Vincenzo de’ Paoli quale Direttore. Tengo a dichiararle , Eccellenza , che è mia ferma volontà e, nello stesso tempo, vivo desiderio di continuare a dedicarmi all’educazione e santificazione dei ragazzi e dei giovani. Le ragioni sono queste: 1) L’Oratorio è stato da me fondato dodici anni or sono; 2) il medesimo, dal lato economico, richiede molti sacrifici,

ai quali, forse, nessun altro si assoggetterebbe; 3) lo spirito oratoriano , che anima il mio cuore , potrebbe non trovarsi in altri sacerdoti; 4) a ciò si aggiunge il fatto che già si nota in seno alla massa oratoriana un certo smarrimento, giacchè è indispensabile la presenza continua di un sacerdote. Per ciò, Eccellenza Rev.ma, sono a supplicarla, perché mi dispensi dall’accettare la Parrocchia, essendo mio sommo desiderio continuare a stare in mezzo ai giovani. Nella speranza di essere al più presto accontentato, mi prostro al bacio del Sacro anello e La ossequio”. Il Direttore Canonico Mauro Monopoli. Altre cariche ricoperte: fu Viceparroco presso le parrocchie della Madonna di Passavia e San Lorenzo; il 26 aprile 1960 fu nominato abate -parroco dell’antica Collegiata di Sant’Adoeno, nella città vecchia, che lasciò nel 2001. Aveva profonda fede nella Madonna del Soccorso e nella Madonna del Carmine. Era erudito, ferratissimo, apostolo di carità, quale animatore e direttore della Caritas Arcidiocesana dal 1984 al 1997; fu Canonico concattedrale, Cappellano d’Onore di Sua Santità e Vicario Episcopale di Bisceglie dal 1994 al 1997. (Nunzia Palmiotti)


7 - 28 FEBBRAIO 2011

PERISC OPIO PERISCOPIO

A Giuseppe Sel vaggi il r iconosciment o Selv riconosciment iconoscimento della Pr ovincia di Lecce Pro B.I.T. 2011. Premio la “Primavera del Salento” ad un biscegliese “d.o.c.”. Il sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, ha espresso le sue più vive felicitazioni all’attivissimo responsabile dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano, incontrandolo in occasione della B.I.T. 2011

attivissimo esponente dell’Associazione Regionale Pugliesi, insieme ad un altro illustre biscegliese “d.o.c.”, Dino Abbascià. G i u s e p p e S e l va g g i h a a l l ’a t t i v o a l t r i p r e s t i g i o s i riconoscimenti per l’azione di promozione, scoperta e riscoperta delle tradizioni e culture delle terre di Puglia, numerosi gli scritti e le conferenze non solo in Lombardia e a chi gli ha chiesto

V

enerdì 18 febbraio – Borsa Internazionale Turismo, sala meeting Regione Puglia nell’ambito della Conferenza stampa “La Primavera del Salento” dedicata a giornalisti e Tour Operators del settore organizzata d a l l ’ A s s e s s o r a t o a l Tu r i s m o e a l Marketing Territoriale della Provincia di Lecce, con la collaborazione di “Spiagge Editore” si è svolta la cerimonia di premiazione di giornalisti e personalità della cultura che attraverso la loro azione hanno contribuito a promuove l’immagine del Salento. Quest’anno il premio è stato assegnato al “biscegliese doc “ dott. Giuseppe Selvaggi responsabile degli eventi e dei rapporti con le istituzioni dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano. Appresa la notizia, il sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, presente all’evento fieristico milanese, ha voluto incontrare Giuseppe esprimendogli le proprie felicitazioni e ringraziandolo per l’opera di divulgazione della cultura e delle tradizioni pugliesi, che egli compie instancabilmente in Lombardia quale

L’Angolo dei ricordi

Quando il T eatr o Gar ibaldi Teatr eatro Garibaldi eV ia Car dinale Dell’Olio Via Cardinale er ano pieni di vit a erano vita La cartolina , edita nell’anno 1936, dalla cartolibreria di Sergino Di Clemente, ubicata in Via Marconi, evidenzia una visione stupenda e piena di vita popolare del Teatro e di Via Cardinale Dell’Olio, suggestiva per i negozi, come il Caffè Garibaldi, “Quaranta”, “Cascavilla”, “Lorusso” per i grammofoni e radio.

perchè non ama apparire, la risposta lapidaria è stata: “gli uomini passano e di loro si perde memoria, sono le loro parole ed esempi che devono diventare patrimonio condiviso”. Tra le sue iniziative ultime in ordine di tempo l’ideazione del periodico “Tacco&Sperone” e del prestigiosissimo premio “Ambasciatore di terre di Puglia”. Nel ritirare il riconoscimento il premiato ha tenuto, in maniera irrituale come suo stile, a sottolineare la sua avversione all’ipotesi della nascita della “Regione Salento” e che il suo impegno è a favore di tutto il territorio delle puglie.

a cura di Nunzia Palmiotti


8 - 28 FEBBRAIO 2011

T E AT RO

“La Locandiera” di Goldoni debutta a Bisceglie con la regia di Gianluigi Belsito ...E Mirandlna incontrò Don Pancrazio...

S

eduzione, cinismo e vanità per una commedia del teatro classico rivisitata con sonorità pugliesi: La Locandiera di Goldoni, nuova produzione della Compagnia Don Pancrazio Cucuzziello, debutta a Bisceglie il 26 e 27 marzo prossimi al Teatro comunale Garibaldi. A s u g g e r i r e l o s t i l e d e l l ’a l l e s t i m e n t o è i l s o t t o t i t o l o ideato dallo stesso regista dello spettacolo, Gianluigi Belsito, anche a u t o r e d e l l ’a d a t t a m e n t o : Mirandolina incontrò Don Pancrazio. La scelta de La Locandiera, infatti, un testo che nasce dalle ceneri della Commedia dell’Arte come tutto il teatro goldoniano, permette un aggancio, non certo casuale bensì cercato, alla maschera di Don Pancrazio Cucuzziello, detto il Biscegliese, che proprio a questa forma di teatro dette un buon contributo. C o n t i n u a c o s ì l ’o p e r a d i v a l o r i z z a z i o n e e divulgazione di questo “carattere” già protagonista d i p r e c e d e n t i l a vo r i , p r e s e n t e q u i i n u n p i c c o l o didascalico cammeo che poco interferisce con l’intreccio, perseguendo un preciso obiettivo culturale. La compagnia biscegliese accoglie dunque una nuova sfida: quella di accostare la recitazione

in italiano a coloriture dialettali, inserendo in un testo ben noto la maschera locale con le sue battute in vernacolo. La Locandiera è una commedia capace amplificare con artificio scenico quel mutamento sociale che vede la borghesia conquistare sempre maggiore spazio a danno della nobiltà. L’attualità del testo è da ricercarsi nell’evidente opportunismo che pervade i personaggi, nell’ostentazione ridicola della propria ricchezza, nel tentativo di riscatto sociale perpetrato con mezzi dozzinali, nel cinismo di chi finge per mestiere. In tutto ciò, qualcuno ha anche visto in Mirandolina una pioniera del femminismo: in realtà, la genialità del personaggio sta soprattutto nel sapersi destreggiare, con abilità, all’interno di un contesto di costrizione sociale e autocensura, ricorrendo alle arti femminili per poter quantomeno riuscire a gestire le situazioni. Patrocinato da Città di Bisceglie e Fita, lo spettacolo vede protagonisti: Daniela Rubini -Mirandolina, Elio Colasanto - Fabrizio, Vincenzo Sinigaglia -Ripafratta Mauro Todisco, Albafiorita, Nicola Ambrosino, Forlipopoli, Angela De Cillis - Ortensia, Anna Lozito - Dejanira, e Sergio Ragno nel ruolo di Don Pancrazio. I costumi del Settecento sono della sartoria Shangrillà. Biglietti in prevendita presso la Cartolibreria Storelli e la Proloco di Bisceglie. Info: donpancrazio1@yahoo.it

Torna “Una Canzone per la Vita, 11 marzo al Divinae Follie La kermesse canora con finalità educative e di solidarietà giunta alla dodicesima edizione

L’

iniziativa, rivolta a musicisti e cantautori con esperienza musicale, consiste in una gara di brani inediti, composti come personale riflessione sul tema del diritto alla vita e della dignità di ogni vita umana, dal concepimento al termine naturale e in ogni condizione di esistenza. La manifestazione ha riscontrato negli anni passati un lusinghiero successo di pubblico e di critica e di essa è stata data notizia su giornali locali e nazionali. Si è mostrata, inoltre, un’efficace occasione offerta ai giovani per affinare le proprie capacità musicali ed artistiche e un trampolino di lancio per non poche compagini musicali che poi hanno partecipato a competizioni nazionali. L’evento si terrà venerdì 11 marzo presso la discoteca DIVINAE FOLLIE di Bisceglie (ingresso ore 19,30 inizio ore 20,30) e si articolerà nella presentazione di sette canzoni selezionate che saranno valutate da un’apposita giuria di esperti nel campo musicale e della comunicazione oltre che da una giuria composta esclusivamente da giovani. Le canzoni finaliste accederanno di diritto alla selezione nazionale di “CANTIAMOLAVITA”, concorso musicale nazionale di musica pro-life organizzato dal Movimento per la Vita Italiano. CANZONI AMMESSE: *BEAUTIFUL THAT WAY - di De Robertis, Tempesta - pruppo Black Mambas - *ALLA MIA ETA’ - di De Ros - Valentina Addabbo - *LA STESSA EMOZIONE di Mele - Luca Mele - *SVEGLIAMI - di Capasso - gruppo South O’Phonic - *LA NOSTRA PRIMA PAGINA - di Aurora, Zaza - gruppo Aures - *DIVERSAMENTE UGUALI - di Mele

- Luca Mele - *TRA IL BENE E IL MALE - di Menduni – Menduni De Musso. I premi, come da regolamento, sono così stabiliti: - alla canzone vincitrice andrà il premio UNA CANZONE PER LA VITA 2011 offerto dalla Famiglia SALIVA di Taranto in memoria di “LUCIANIO SALIVA”. IL PREMIO AMMONTA AD EURO 500,00 (CINQUECENTO); - alla canzone o alle canzoni scelte dalla Direzione Artistica del CANTIAMOLAVITA 2011 andrà l’iscrizione gratuita al concorso nazionale che si terrà nel Teatro Fraschini di Pavia nel mese di novembre/dicembre 2011. L’iscrizione è offerta dal gruppo “Amici di Eluana Englaro”; - alla canzone con il miglior testo, scelta dal Comitato Progetto Uomo, andrà la coppa: “Donato Sasso” offerta dalla Famiglia SASSO. PRESENTANO: Liliana VALENTINO e Franco TEMPESTA. Partecipazione straordinaria: Staff The Forkinds. GIURIA ESPERTI: M° Gianluigi GORGOGLIONE – Barletta - Direttore artistico UNA CANZONE PER LA VITA - M° Moreno GEMELLO – Pavia - Direttore artistico CantiAMOlaVITA - M° Fabio LEPORE – Bari - Insegnante di canto - IRONIQUE - cantautrice ALTRI INTERVENTI MUSICALI: - Orchestra ITC Dell’Olio: “Ho imparato a sognare” di Fiorella MANNOIA Antonella Colella: “Libertà, non sempre è libertà” di Donato SASSO INTERVENTO COREOGRAFICO: Ospiti Cooperativa Uno Tra Noi. Alla serata si accede con invito gratuito da prenotare a: com.progettouomo@gmail.com e ritirare presso la sede di Bisceglie in via san Pio X, 5 o presso la sede di Barletta in Via Regina Margherita, 111.


9 - 28 FEBBRAIO 2011 Bollettino Informativo a cura dell'Ufficio Stampa dell'Associazione Commercianti BISCEGLIE - ANNO X - N. 04/2011

www.confcommerciobisceglie.it

Stop alle telefonate pubblicitarie

Da febbraio ci si potrà iscrivere al Registro delle Opposizioni per non essere contattati in alcun modo dai venditori telefonici. L’iscrizione è essenziale per tutti coloro che non vogliono ricevere telefonate pubblicitarie.

S

i tratta di un cambiamento di prospettiva a 360 gradi: fino a ieri, infatti, il telefono poteva squillare soltanto se l’utente aveva detto esplicitamente di non avere nulla in contrario a ricevere chiamate promozionali (il cosiddetto regime dell’opt-in). D’ora in poi, invece, si entrerà nel sistema dell’opt-out: la telefonata potrà sempre arrivare, a meno che il destinatario non risulti iscritto nel registro delle opposizioni Il registro sarà, di fatto, un archivio informatizzato contenente la lista di tutti gli abbonati che compaiono negli elenchi telefonici – sia quelli cosiddetti alfabetici (le pagine bianche) sia quelli categorici (le pagine gialle) – che non vogliono essere disturbati da chiamate promozionali, e verrà gestito dalla Fondazione Bordoni, un ente di ricerca facente capo al Ministero dello Sviluppo Economico. L’abbonato – persona

fisica, giuridica, ente o associazione – avrà a disposizione cinque modalità, tutte gratuite, per iscriversi. Due procedure elettroniche: l’utente potrà utilizzare il modulo presente sul sito web del gestore del registro (www.registrodelleopposizioni.it) o inviare una email (abbonati.rpo@fub.it). Le altre tre procedure più tradizionali: l’utente potrà effettuare l’iscrizione tramite telefono, fax e raccomandata postale (se si opta per il primo, la chiamata – che è gratuita – dovrà essere effettuata dallo stesso numero telefonico che si intende “schermare” agli squilli pubblicitari), contattando rispettivamente: n. verde 800.265.265, fax: 06.5424822 ovvero inviando raccomandata a: Gestore registro pubblico delle opposizioni – abbonati, Ufficio Roma Nomentano, Casella postale 7211, 00162 Roma (Rm).

Turni di chiusura in o c c a s i o n e d e l 15 0 ° d e l l ’ Un i t à d ’ I t a l i a G

i ove d ì 17 - 0 3 - 2 011 i n occasione della celebrazione dei 150 anni dell’unità d’Italia tutti gli esercizi commerciali res teranno chiusi. Ordinanza Sindacale n. 48 del 25-02-2011 L’ Amministrazione Comunale di Bisceglie ha modificato l’ordinanza sindacale che disciplina gli orari degli esercizi commerciali per l’anno 2011, prevedendo: - 14-03-2011 - Lunedì (Sospensione del turno di riposo infrasettimanale) - 17-03-2011 - Giovedì - (Chiusura totale) - Celebrazione dei 150 anni dell’unità d’Italia - 17-04-2011 - Domenica delle Palme (Apertura straordinaria degli esercizi commerciali del settore “non alimentare”. Inoltre è stata ripristinato il riposo infrasettimanale del settore “Articoli per l’igiene della persona e della casa” nella giornata del Giovedì pomeriggio.

Il 28 febbraio è scaduto il termine per pagare la S.I.A .E.

Confcommercio Bisceglie ricorda che il termine ultimo per il pagamento della SIAE (Società Italiana degli Autori e degli Editori) è fissato a lunedì 28 febbraio 2011. Come per gli anni passati, anche per quello in corso è stata rinnovata la convenzione nazionale tra la nostra associazione e la stessa SIAE, permettendo così agli iscritti Confcommercio di poter usufruire di un valido sconto sulla regolarizzazione del tributo. Per poterne aver diritto basta richiedere il modulo di pagamento convenzionato presso gli uffici della Confcommercio.

I Tabaccai minacciano la serrata I tabaccai sul piede di guerra minacciano uno sciopero se venisse approvata la misura che prevede tabaccherie in tutte le stazioni di servizio.

«S

iamo pronti a scioperare e a scendere in piazza - ha dichiarato Giovanni Risso, presidente nazionale della Federazione Italiana Tabaccai (Fit) - qualora dovessero rivelarsi fondate le voci che vogliono in approvazione una disposizione che consentirebbe l’istituzione di una tabaccheria in tutte le stazioni di servizio di carburante»’. ‘«La disposizione che costituirebbe il seguito della vertenza del 2010 Governo - Gestori di impianti di carburante - continua Risso - premia una categoria che nel corso del tempo non ha saputo gestirsi e consente un’apertura di migliaia di tabaccherie non necessarie a garantire il servizio andando a penalizzare la categoria dei tabaccai, già sofferente per il continuo calo delle vendite’». La rete delle tabaccherie con i loro 56.000 esercizi costituisce in Italia la rete commerciale più capillare e meglio distribuita sul territorio. Se si considerano anche i punti vendita accessori si superano i 70.000 punti vendita. ‘«Onestamente conclude Risso - non si sente il bisogno di un ulteriore allargamento».


10 - 28 FEBBRAIO 2011

PR O L OC O PRO

“Bisceglie in un click”, pronta la VII edizione T

orna uno degli appuntamenti clou della programmazione annuale dell’Associazione Pro Loco UNPLI di Bisceglie: il Concorso Fotografico “Bisceglie in un click”. Il contest, giunto alla settima edizione, ha riscosso nel corso degli anni una larga partecipazione e molti consensi da parte di partecipanti e di appassionati di arte fotografica non solo biscegliesi. La VII edizione gode del patrocinio della Presidenza della Regione Puglia, della Provincia di Barletta-Andria-Trani e dell’Amministrazione Comunale-Assessorati alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Turistiche. Obiettivo del concorso è la promozione e la valorizzazione di scorci suggestivi, di momenti della tradizione popolare, di mestieri, dell’enogastronomia e di luoghi del cuore, insomma di tutto ciò che è fortemente legato, sotto i profili culturale, artistico, storico, affettivo, alla Città di Bisceglie. Tre le categorie: “Over 20”, “Giovanissimi” e “on line”. Due le sezioni: “colori” e “bianco/nero”. Numerosi gli sponsor dell’edizione 2011 che elargiranno premi per gli autori degli scatti vincitori: Foto Laboratorio “F.lli De Giglio” - Bari, Sud Computer, Divinae Bay-Divinae Follie, Ristorante “Puglia, Amore e Fantasia”-Ricevimenti Mastrogiacomo, Ristorante “Don Pancrazio nel Borgo Antico”, Acquamadre Day Spa, Cartolibreria “Il Mappamondo”, Agenzia “A proposito di Viaggi”, DiEmme Art Studio – Molfetta, Art Fashion Graphic di Viviana Tangorra, Woman City, Frantoio “Galantino”, Frantoio “Di Molfetta”, Enoteca “Divino” di Gianfranco Ruggieri e Oriente Express. Media partner: pagina fan di Facebook “Bisceglie nel Cuore”. Essenziale e preziosissima anche quest’anno la cooperazione dell’Associazione dei Fotografi di Bisceglie che conta dodici studi fotografici associati.

Mascherine e Raccolta Differenziata Un’iniziativa de “La Giovane Italia”

D

omenica 20 Febbraio, la “Giovane Italia “ di Bisceglie ha svolto una manifestazione denominata “Mascherine e Raccolta Differenziata “. I giovani del Pdl hanno distribuito gadget e “la guida alla raccolta differenziata” ai bambini che hanno raccolto il materiale da differenziare con l’intento di spiegare ed invogliare le giovani generazioni a fare la Raccolta differenziata divertendosi. “C’è stata una grande partecipazione di bambini e genitori”, esprime con soddisfazione Pietro Dell’Olio, presidente della Giovane Italia ed organizzatore dell’iniziativa , “tutto questo ci riempie di orgoglio e ci spinge a fare di più , Bisceglie merita di essere più pulita e civile e molto dipende da noi cittadini in primis. “E dai giovani che comincia il riscatto della nostra città e del sud in generale, perché non è bello andare in altre parti d’Italia ed essere etichettati come sporchi ed incivili”.

Obiettivo del concorso è la promozione e la valorizzazione di scorci suggestivi, di momenti della tradizione popolare, di mestieri, dell’enogastronomia e di luoghi del cuore

Entro pochi giorni sul portale della Pro Loco www.prolocobisceglie.it sarà possibile scaricare il regolamento, la scheda di iscrizione e tutti i dettagli della VII edizione. Particolare attenzione alla categoria “Giovanissimi” nella quale rientrano i partecipanti under 20. Per le loro quote di partecipazione ridotte e tanti premi. A giudicare le foto in gara saranno sia gli utenti on line (durante le ultime due settimane di giugno) sia i membri della Giuria dei Tecnici. Premiazione: domenica 10 luglio. Francesco Brescia, addetto stampa Pro Loco UNPLI Bisceglie

Lutto I

l 10 gennaio scorso è venuto a mancare all’affetto dei propri cari Pantaleo Acquaviva, decano del commercio biscegliese, di anni 93. Ad un mese dalla scomparsa, la moglie, i figli ed i congiunti ne hanno voluto ricordare l’esempio di sposo e padre esemplare, dedito al lavoro ed alla cura della famiglia. Alla famiglia Acquaviva rinnoviamo le espressioni di cordoglio, di profondo affetto e vicinanza.


11 - 28 FEBBRAIO 2011

PERISC OPIO PERISCOPIO

Giornata del Risparmio Energetico 2011: anche Francesco Spina a Caterpillar

Alla special edition per i 150 anni dell’Unità d’Italia l’intervento del Sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, su Radio Rai 2 mentre ordina in diretta lo spegnimento dei lamponi della litoranea e l’accensione delle fontane della Villa Comunale con i tre colori della bandiera nazionale.

U

na splendida giornata di sole ha salutato l’incontro di centocinquanta sindaci d’Italia nella Giornata del Risparmio Energetico, invitati dalla trasmissione di Radio Rai 2 “Caterpillar”, che eccezionalmente ha realizzato una diretta radiofonica dalle 17 alle 19,30 di venerdì 18 febbraio dalla suggestiva location offerta dal Castello di Rivoli (TO). Stuzzicati dai due conduttori Massimo Cirri e Filippo Solibello, ed allietati dagli esilaranti intermezzi musicali della “Banda Osiris”, i primi cittadini intervenuti all’evento non hanno fatto mancare l’apporto delle proprie esperienze amministrative in tema di risparmio energetico, portando all’attenzione del vasto

pubblico radiofonico i risultati delle più svariate forme di iniziative, che in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, si sono sbizzarrite nell’esaltare l’uso dei tre colori della bandiera nazionale nell’uso poco dispendioso nell’illuminare piazze spente di tutta Italia, per testimoniare la necessità di una gestione più “illuminata” del nostro futuro. La scaletta del programma ha previsto anche una intervista al Sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, che in diretta

radiofonica ha “ordinato” di spegnere le luci della nostra splendida litoranea. La diretta radiofonica si è articolata anche in un collegamento in esterna: dall’atrio d’ingresso della residenza Sabauda di Rivoli, i sindaci sono stati protagonisti anche dell’allestimento di un mosaico riproducente le Regioni d’Italia con materiali di riciclo. Anche in questa occasione, imbeccati da uno dei conduttori, Filippo Solibello, Francesco Spina ed il Sindaco di Bari, Michele Emiliano hanno sollevato la sagoma della Regione Puglia costruita con carta, plastica ed altri materiali riciclati. La trasmissione si è protratta ben oltre l’ora prevista delle 19,30 e, dopo la diretta radiofonica i 150 primi cittadini intervenuti hanno avuto occasione di familiarizzare e scambiarsi le reciproche esperienze in tema di salvaguardia ambientale e risparmio energetico. Tutte le notizie relative alla Giornata del Risparmio Energetico ed il videomessaggio del Sindaco Francesco Spina sono visibili dal sito internet http://caterpillar.blog.rai.it/ milluminodimeno

150° dell’Unità d’Italia

Il Comune di Bisceglie dedica il Parco di Via Giovanni Bovio all’Unità d’Italia Altre due strutture pubbliche saranno dedicate a Mons. Antonio Belsito e a Silvio Di Liddo

L

a Giunta Municipale di Bisceglie, nella seduta del 31 gennaio scorso, ha deliberato di intitolare due strutture pubbliche ad altrettante personalità biscegliesi: Mons. Antonio Belsito, Vicario Episcopale di chiara fama, e Silvio Di Liddo, giovane atleta scomparso di recente. Alla memoria di Mons. Belsito sarà dedicato il nuovo Asilo Nido comunale di cui la città era priva, mentre a Silvio Di Liddo la piscina comunale, ormai in via di ultimazione e di imminente inaugurazione. Una terza struttura comunale, il Parco di Via Giovanni Bovio, sarà invece intitolata all’Unità d’Italia, della quale ricorre quest’anno il 150° anniversario.Il Parco di Via Giovanni Bovio è attualmente oggetto di importanti lavori

di recupero e riqualificazione e sarà sede delle celebrazioni della ricorrenza nazionale. Il sindaco, Francesco Spina, condividendo il preciso intendimento del governo cittadino di dare degno rilievo sia alle due personalità, sia all’importante evento storico, ha inteso esaltare i valori di unità e coesione sociale che oggi vedono il popolo italiano riconoscersi in un comune cammino, tracciato dal sacrificio di tante vite umane che nel passato hanno inteso lottare per un comune obiettivo: l’unificazione di una terra e di un popolo. L’intitolazione del parco di Via Giovanni Bovio all’Unità d’Italia, e le celebrazioni previste per la sua inaugurazione, costituiranno un alto momento di riflessione attraverso cui il Sindaco intende rinsaldare i valori etici e sociali che caratterizzano l’operosa comunità biscegliese.


12 - 28 FEBBRAIO 2011

POLITICA

Elezioni Amministrative 2011

L’U.D.C. di Bisceglie schierata al fianco di Francesco Spina La dichiarazione ufficiale resa, alla presenza del sindaco Francesco Spina, dall’On. Angelo Sanza, Carlo Laurora e dal segretario cittadino Vito Dettole nel corso della conferenza dal tema “L’impegno dell’U.D.C. nelle autonomie locali”.

L

a comune tradizione politica democratico-cristiana, il percorso politico comune che nel 2006 guidò alla elezione a sindaco di Bisceglie Francesco Spina, sono stati i temi di fondo che hanno caratterizzato la conferenza dal tema “L’impegno dell’’U.D.C. nelle autonomie locali”, nella serata di sabato 5 febbraio presso l’auditorium Santa Croce. Presente il sindaco, Francesco Spina, oltre a numerosi simpatizzanti e responsabili territoriali del partito di Casini nella provincia Barletta-Andria-Trani, ha fatto gli onori di casa Carlo Laurora, consigliere e segretario provinciale dell’U.D.C., assieme al segretario cittadino Vito Dettole ed al consigliere provinciale Francesco Di Feo. Dagli interventi di Carlo Laurora e dell’On. Angelo Sanza sono emersi i tratti comuni di una politica condotta con consapevole spirito di servizio, nell’interesse esclusivo delle comunità amministrate. L’apprezzamento và «all’uomo - come sottolineato da Sanza - con cui abbiamo condiviso un comune percorso politico che ci ha portati a diventare forza di riferimento sul territorio, una forza politica che ha fatto della “moderazione” un concreto motivo di impegno per migliorare il quadro politico e l’azione dei propri rappresentanti». Dal canto suo, il sindaco Spina, ha ringraziato i rappresentanti politici intervenuti, ed in particolar modo l’On. Sanza al quale ha riconosciuto doti di «coerenza e maturità politica, dimostrate da sempre attraverso un rapporto di sincera amicizia, soprattutto in occasione della propria elezione a primo cittadino, nel 2006, salutata proprio in quell’anno dall’On. Sanza. Una stima ed un’amicizia che oggi vede l’U.D.C. essere all’opposizione in campo nazionale, ma protagonista a Bisceglie di una battaglia politica fondata su valori comuni condivisi, per arginare e battere definitivamente un centro sinistra animato da un radicalismo populista, che sta preferendo l’autoreferenzialità e lo scontro violento, trascurando i temi

fondamentali che interessano i cittadini, dal lavoro allo sviluppo sociale ed urbanistico». «Se oggi il nostro schieramento può contare su oltre venti liste, è il segno che, grazie alla presenza dell’U.D.C., sta crescendo quell’area moderata di ispirazione cattolica che da sempre ha interpretato l’orientamento dei biscegliesi nell’ottica della coesione e non dell’offesa e delle lacerazioni. Non giungiamo oggi a questo risultato – ha proseguito Spina – ma esso rappresenta il frutto della stima e della considerazione della maggioranza dei cittadini verso il nostro percorso politicoamministrativo. Con l’U.D.C. scriveremo insieme il futuro della città di Bisceglie, sia sotto l’aspetto economico che sociale, grazie anche all’ottimo lavoro svolto dai rappresentanti dell’Unione di Centro».

Francesco Amoruso: «Sulle infiltrazioni criminali nel fotovoltaico innalzare la guardia» «Il recente, autorevolissimo quanto inquietante, allarme

lanciato dal Procuratore Capo di Lecce dr. Cataldo Motta sui rischi crescenti di infiltrazioni della malavita nel business del fotovoltaico in Puglia, che sta stravolgendo il nostro territorio per mancanza di regole di tutela, segue a quello identico, non meno autorevole ed inquietante, del Presidente della Commissione parlamentare anti-mafia, sen. Beppe Pisanu, in occasione della sua recente visita in Puglia. Ciò rende necessario un forte innalzamento della guardia, sia attraverso la convocazione da parte del Prefetto di Bari, che abbiamo già sollecitato, del Comitato Interprovinciale, sia con un ulteriore passaggio della questione nella suddetta Commissione Inter-parlamentare, anche attraverso un suo ritorno in Puglia. Ciò anche a tutela degli imprenditori onesti che hanno inteso investire nel settore delle energie rinnovabili in Puglia e che rischiano di veder vanificato e penalizzato questo loro meritorio intento. Quel che non si può fare è continuare a sottovalutare, se non ad ignorare, una situazione che rischia di riportare in Puglia quel che il nostro corpo sano aveva già saputo respingere, ossia la mafie e le camorre, in gran parte d’importazione».

Francesco Amoruso


13 - 28 FEBBRAIO 2011

POLITICA

Elezioni Amministrative 2011

Il Movimento Politico “Schittulli” ai Presentata la compagine che sosterrà il nastri di partenza Sindaco Francesco Spina. Il saluto ed il Sabato 26 febbraio ha preso corpo e visibilità il Movimento

Politico “Schittulli”, fondato dal Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli e divenuto Movimento politico a c a r a t t e r e regionale nell’ottobre dello scorso anno, in occasione del convegno “La P o l i t i c a : servizio per il bene comune”. A Bisceglie è guidato dal Dott. Psquale Parisi, da sempre al fianco di Francesco Spina, sin dai tempi del Movimento Civico “Per Bisceglie”, che si caratterizzò per u n ’a z i o n e p o l i t i c o - aministrativa innovativa s i n d a l 2 0 0 0 e conseguendo apprezzabili risultati di consenso già dalle elezioni amministrative del 2002, come ricordato dallo stesso Spina nel suo saluto introduttivo. «Una presenza - ha affermato il sindaco di Bisceglie - che ha apportato una vera e propria rivoluzione nelpanorama politico cittadino, contribuendo a rinnovare radicalmente la rappresentanza politica a Palazzo San Domenico grazie al risultato elettorale del 2006. Un risultato che è stato possibile ottenere aprendo alla partecipazione di tantissimi cittadini che accettarono di scendere in lista. Così come oggi si ripete il “miracolo” di ben venti liste a mio sostegno. Un fatto che la sinistra contesta perchè i cittadini che si impegnano in prima persona disturbano i loro piani per una politica rappresentata da pochi e soliti volti, che si tramandano di padre in figlio. Una sinistra che ha ormai perso la connotazione moderata, arroccandosi nel radicalismo comunista che riesce ad esprimere solo violenza verbale, rincorrendo a parole ciò che concretamente stiamo facendo per la Città, reperendo i finanziamenti necessari per realizzare le tante opere pubbliche in cantiere, che stanno cambiando il volto della Città». Il nuovo Movimento, lungi dal rappresentare un “meteora” politica, è alimentato dall’entusiasmo e dal desiderio di partecipazione di molti giovani professionisti, commercianti,

sostegno del Presidente della Provincia di Bari, Francersco Schittulli, fondatore ed ispiratore del Movimento.

lavoratori, proprio quel carattere interclassista tanto caro alla cultura democratico-cristiana di ispirazione sturziana, come ha sottolineato Francesco Spina nel corso del suo intervento. Così come giovani sono i propri rappresentanti, vice coordinatori avv.ssa Lalla Albrizio e Mauro Amato, che hanno inteso portare il proprio saluto e manifestare il proprio entusiasmo al cospetto di una platea numerosissima di simpatizzanti. Di ampio respiro lintervento del Presidente Schittulli, che partendo dal panegirico della Città di Bisceglie, a lui tanto cara, non ha lesinato complimenti al sinaco Spina, per i corretti e proficui rapporti istituzionali instaurati anche con la Provincia “madre” di Bari, che sicuramente saranno forieri di ottimi risultati sotto l’aspetto dello sviluppo economico ed infrastrutturale. Infatti pieno sostegno ha assicurato ai progetti legati all’ingresso di Bisceglie nella Zona A.S.I. e per la costruzione del nuovo casello autostradale di Bisceglie, ch ricordiamo sarà realizzato a costo zero per le casse comunali, grazie alle provvidenze dei Piani Strategici di Area Vasta, dei contributi regionali, provinciali e statali ottenuti grazie ad un’instancabile opera di mediazione messa in campo da Francesco Spina con le amministrazioni locali del territorio, che ha reso Bisceglie “città cerniera” fra le due province, nonchè realtà civica di rilievo fra le più importanti comunità locali.

L’avv. Andrea Ricchiuti aderisce al progetto della Puglia Prima di Tutto a sostegno del Sindaco Francesco Spina. L’

avv. Andrea Ricchiuti ha così motivato la propria adesione «in una società che richiede sempre di più l’impegno civico dei cittadini, spesso distratti da episodi di intolleranza o di malcostume, ho ritenuto dare la mia disponibilità a candidarmi alle prossime elezioni comunali sostenendo con l’avv. Francesco Spina, attuale Sindaco di Bisceglie, che delle legalità, dell’onestà, dell’umiltà e della trasparenza ha fatto una bandiera del suo comportamento ed il punto di partenza per il prossimo quinquennio, avendo come unica linea guida quella dell’interesse collettivo. Ho deciso di candidarmi nella lista de “ La Puglia Prima di Tutto” per continuare a dare centralità al nostro territorio, con l’obbiettivo primario di dare impulso e continuità all’attuale azione amministrativa».

Il sindaco Francesco Spina ha espresso compiacimento e apprezzamento per le decisione dell’Avv. Ricchiuti affermando: «l’adesione al progetto politico da me rappresentato, da parte di Andrea rappresenta un passo verso il rinnovamento, nonchè il connubio tra passione e competenza giuridico – amministrativa, che si trasforma in energia giovanile capace di vedere la politica come servizio per la città».


14 - 28 FEBBRAIO 2011

PUBBLICIT A’ PUBBLICITA


15 - 28 FEBBRAIO 2011

Pol. Cavallaro chiude in bellezza la stagione del Ciclocross Il sodalizio biscegliese ottiene diversi successi individuali ed un buon numero di piazzamenti nella gara di Maglie. Impresa di Sabino Piccolo, vincitore nella corsa riservata agli Assoluti.

L’

intensa stagione ciclocrossistica della Polisportiva Cavallaro ha chiuso i battenti domenica scorsa con una gara a carattere interregionale ospitata nella suggestiva struttura del CicliCampus di Maglie. Il sodalizio biscegliese non ha deluso le aspettative conquistando diverse affermazioni a livello individuale ed un buon numero di piazzamenti. Tra gli Juniores si è registrato l’ennesimo acuto di Gianvito Di Niso a coronamento di un’annata densa di soddisfazioni; nella stessa categoria si è distinto anche il compagno di squadra Gianluca Chiapperino, artefice di significativi progressi nella stagione 2010-’11. Nella prova Esordienti si è assistito al duello tra Mattia Patruno (Cavallaro) ed il corridore di casa Mario Villanova (Gs Ciclica), vinto in volata da quest’ultimo, mentre l’altro biscegliese Giuseppe Mastrototaro è salito sul terzo grandino del podio. Piazza d’onore per Pantaleo Ruggieri (Cavallaro) nella gara Allievi alle spalle di Roberto De Donno (Gs Ciclica), con Adriano Di Liddo e Mauro Piccolo (penalizzato dalla rottura della catena)

classificatisi rispettivamente in t e r z a e o t t a va p o s i z i o n e . Monopolio assoluto della Cavallaro in ambito femminile: tra le Allieve Emanuela Bufi ha preceduto le compagne Teresa Colangelo e Lucrezia Di Benedetto, mentre nella prova Esordienti Alessandra Mastrototaro si è imposta dinanzi a Cristina Scarasciullo. “Dulcis in fundo” è arrivata la prestigiosa impresa di Sabino Piccolo (nella foto), vincitore assoluto della corsa riservata agli atleti più esperti (Elite, Under 23 e Amatori) e capace di prevalere su un’autentica icona del ciclocross azzurro come il campano Michele Salza. Il lusinghiero bilancio biscegliese è completato dai piazzamenti di Donato Preziosa (5°) e Matteo Sanello (6°) tra gli Under 23. (Mino Dell’Orco)

La Ginnastica Ritmica ancora protagonista al PalaDolmen Il 12 e 13 marzo Bisceglie ospiterà il campionato interregionale di ginnastica ritmica organizzato dall’ASD IRIS

I

l connubio tra Bisceglie e la ginnastica ritmica si appresta a vivere una nuova ed emozionante pagina. Sabato 12 e domenica 13 marzo sulla pedana allestita presso il Paladolmen si svolgerà una grande manifestazione sportiva. Grazie all’ASD IRIS che ne curerà l’ organizzazione circa 80 ginnaste in rappresentanza di diverse società, daranno vita al campionato interregionale di categoria di ginnastica ritmica, la massima espressione dell’attività di alta specializzazione, e si contenderanno il passaggio ai campionati italiani. La kermesse agonistica vedrà interessate le migliori ginnaste provenienti da Campania, Puglia, Basilicata, Molise, Calabria e Sicilia. Dopo anni di assenza dalla Puglia di un campionato così importante lavatura, la FGI (Federazione Ginnastica Italiana ndr.) ha riconosciuto la crescita ed il cambiamento dell’IRIS grazie al rinnovato staff tecnico ed al neo presidente Rodolfo De Sario. «Siamo davvero contenti di poter ospitare un appuntamento così prestigioso, e in tal senso, ci preme ringraziare gli organi federali per l’opportunità concessa – dichiara Marisa Stufano direttrice tecnica regionale e istruttrice dell’IRIS.- Sul piano squisitamente sportivo, confidiamo nelle buone performance delle nostre ginnaste in lizza». Il riferimento va alle giovani ginnaste dell’IRIS qualificatesi al campionato interregionale in virtù dei risultati conseguiti nel campionato regionale disputatosi il 13 febbraio a Giovinazzo. In quell’occasione lo storico sodalizio – con sedi a Bisceglie e Palo del Colle – ha ottenuto ben 5 podi. Gli occhi saranno puntati sulle beniamine di “casa”: Erika Lavacca cat. Allieva 2^ fascia con corpo libero, cerchio, clavette, nastro - Gaia De Sario e Martina Muci cat. Junior 1^ con cerchio, clavette, nastro e palla - Simona Bufi cat. Junior 2^ con cerchio, palla, clavette, nastro e Linda Mastrandrea cat. Senior con cerchio, palla, clavette, nastro. Non possiamo che augurare a tutti, appassionati e non, di godere di uno spettacolo entusiasmante ed un grandissimo in “bocca al lupo” alle ragazze in gara. (Gianluca Valente)

Corso Umberto I, 187 Bisceglie Tel.-Fax: 080.2374954


16 - 28 FEBBRAIO 2011

INTER VENTI INTERVENTI

Vigilia di Elezioni Comunali: le esigenze della Città viste da un futuro candidato ...N

ella nostra città finora c’è stato, prevalentemente, sempre uno stretto collegamento tra l’Ente Comune e gli imprenditori edili. Al di là del cemento, che sta realizzando un surplus di abitazioni, di gran lunga superiore alle reali esigenze della città, non siamo in grado di immaginare altro. Ci rifugiamo nel mattone perché garantisce arricchimento facile e speculazioni in tempi brevi, soprattutto con la trasformazione (o la distruzione?) di terreni agricoli, che pure distano diversi chilometri dal centro cittadino, in suoli edificabili. Questa “mania”, che ci portiamo dietro da diversi decenni, ci sta facendo perdere di vista la cura o il restauro dell’esistente. Il nuovo a tutti i costi ha determinato l’abbandono, per alcuni aspetti irreversibile, del centro storico e il suo crollo (alla lettera) che ne renderà problematico, e in taluni casi impossibile, il recupero. L’edificazione dell’estrema periferia – che pure rappresenta una soluzione per una qualità di vita migliore e per decongestionare il centro della città - non può, in ogni caso, avvenire consentendo che in pieno centro immobili di pregio, per la loro posizione e per la loro architettura, siano abbandonati, offrendo uno spettacolo di squallore, con grave offesa del decoro cittadino. Gli amministratori comunali hanno il dovere di censire costantemente gli immobili in stato di abbandono, di individuarne i proprietari, di raggiungere accordi per la loro conservazione. Non si realizzerebbe una limitazione del diritto di proprietà che, in ogni caso, oltre ad avere una funzione sociale, non può mai essere fonte di pericolo per l’igiene e l’incolumità pubblica. Fatta questa premessa di impostazione e di approccio all’amministrazione della città che, a mio avviso, gli eletti dovranno avere per dare un segnale di discontinuità e di novità rispetto al “sistema” che ha caratterizzato le passate amministrazioni comunali, sia di destra che di sinistra, possiamo ora inoltrarci in più dettagliate linee programmatiche. CENTRO STORICO E’ d’obbligo, per gli eletti, aprire un’ampia discussione, coinvolgendo anche i cittadini, sul futuro … del nostro passato. Cosa vogliamo farne? Finora ne abbiamo fatto scempio. Abbiamo consentito che la città vecchia fosse gradualmente abbandonata dai suoi residenti ai quali, a partire dagli anni ‘60, una miope politica edilizia, ma fortemente speculativa, non ha saputo offrire nel centro storico le stesse “comodità” che il boom economico suggeriva agli italiani. Alle difficoltà di offrire parcheggi, verde pubblico, abitazioni dotate dei nuovi confort, occorreva rispondere – ma si può ancora rimediare in parte – individuando aree limitrofe idonee ad ospitare le auto dei residenti, chiudendo al traffico l’intero borgo antico, ad eccezione delle strade perimetrali, adeguando gli immobili ai più recenti requisiti di abitabilità. Oggi che l’abbandono ha raggiunto livelli di non ritorno, progettare una ripopolazione della città vecchia, sic et simpliciter, è soltanto utopistico. Occorre immaginare che il centro storico può assumere una nuova e diversa funzione nel contesto socio-economico della città. Per ripopolarlo non aspettiamoci residenti di ritorno ma è necessario incentivare, anche con riduzioni fiscali e finanziamenti agevolati, l’avvio di attività commerciali, artigianali e/o l’apertura di studi professionali in tutti i locali che possono essere resi idonei, al fine di ridare vitalità al centro attraverso un nuovo flusso di utenti. Potrebbero trasferirsi nella città vecchia tutti gli uffici pubblici, qualche scuola (materna, elementare, media), dei poliambulatori, e tantissimi esercizi commerciali il cui accesso potrebbe favorirsi realizzando un’ampia isola pedonale coincidente con l’intero centro storico. Si potrebbe assistere, in tal modo, ad una rivitalizzazione di tutta l’area (da distinguere dal “ripopolamento”) con benefici effetti anche per gli attuali residenti, che si sentirebbero meno abbandonati, e per i proprietari degli immobili, incoraggiati dal nuovo “movimento” ad investire nella ristrutturazione degli edifici fatiscenti. INDUSTRIA – AGRICOLTURA - PESCA Oltre l’edilizia, occorre volgere lo sguardo ad altri fattori dell’economia biscegliese: l’industria manifatturiera è in crisi, occorre approfondirne le cause perché possa tornare ad esser fonte di ricchezza e di occupazione, favorendo il consorzio tra le

aziende e la creazione di un marchio, anziché svendere il frutto delle nostre capacità ad aziende del Nord; l’agricoltura e l’esportazione dei prodotti della terra, un tempo il fiore all’occhiello di Bisceglie, stanno crollando verso livelli preoccupanti e richiedono interventi urgenti di rilancio, uniti a uno sviluppo dell’industria conserviera, prima di rassegnarci al loro declino; la pesca, dopo che la sua flotta è stata ridimensionata dalle ingombranti imbarcazioni turistiche – che hanno letteralmente fatto scomparire lo specchio d’acqua del porto, senza peraltro portare quella ricchezza che ci si aspettava dall’indotto – richiede una nuova attenzione e una difesa della costa e delle acque che già rivestono il carattere dell’emergenza. Al riguardo è importante coordinarsi con i comuni costieri dell’intera regione (anzi, di tutto l’Adriatico) per evitare che politiche nazionali scellerate consentano la ricerca di giacimenti petroliferi in un mare che, per la sua conformazione, non sarebbe in grado di sopportare alcun incidente, nemmeno di modeste proporzioni (e sappiamo bene quel che è successo nel Golfo del Messico dove la fuoriuscita di petrolio aveva a disposizione un Oceano per disperdersi). TURISMO Ed ora occupiamoci di turismo. Certamente le strutture ricettive di oggi sono di gran lunga superiori a quelle esistenti dieci o vent’anni fa. Ma persiste ancora un modello di turismo “fai da te”. Bisceglie non è sufficientemente pubblicizzata attraverso i mass media nazionali. Il prodotto “Bisceglie” non è adeguatamente offerto alle agenzie turistiche del centro nord d’Italia e d’Europa. I suoi gioielli di valore storico-artistico non sono visitabili agevolmente, come pure le sue bellezze naturali, molte ancora inaccessibili (Pantano, Ripalta), non si presentano attrezzate ad accogliere il turista. Non siamo ancora entrati nei “circuiti” che garantiscono presenze turistiche tutto l’anno ed occorre domandarci per quali motivi: forse siamo consapevoli di non essere in grado di garantire un’accoglienza decente? Un’accoglienza che non può essere rappresentata soltanto dalle presenza di strutture ricettive ma deve essere accompagnata anche da una nuova mentalità. Oggi è ancora inadeguato il rispetto per il forestiero, non ancora visto come possibile fonte di reddito, ma spesso come “pollo da spennare” In un articolo apparso sul Corriere della Sera del 13.01.2011, a firma di Gianni Donno, sono riportati alcuni dei fattori negativi che impediscono al turismo meridionale di decollare: la disorganizzazione, l’approssimazione, le città sporche, le spiagge poco organizzate, i servizi di collegamento interni carenti, la mancanza d’acqua, i prezzi alti in rapporto ad una qualità dei servizi modesta. Sulla cultura delle tradizioni locali – riferisce la nota - è oramai accertato che, più che agire da volano per l’attrazione dei turisti, serve solo ad alimentare clientele e il modesto business locale del commercio ambulante Occorre riflettere su queste conclusioni cui perviene la stampa nazionale quando parla di turismo al Sud. Non possiamo continuare ad ignorarle ma dobbiamo tenerne conto nella giusta misura, senza rinnegare le nostre tradizioni, ma anche senza correre il rischio di presentare un’offerta turistica anonima e standardizzata. Dobbiamo puntare sulla qualità e l’efficienza dei servizi, oltre che sulle attrattive tipiche di Bisceglie, intervenendo sui fattori negativi descritti che, anziché sviluppare il turismo, promuovono pubblicità negativa e favoriscono la fuga dalle nostre località. Sarà controproducente l’apertura del casello autostradale (a proposito: E’ una decisione irreversibile o può essere trovata una soluzione più economica e meno invasiva?) se, anziché favorire maggiori presenze turistiche, favorirà la diffusione dei nostri limiti ricettivi, delle nostra disorganizzazione, della nostra incapacità ad accogliere i turisti assicurando loro livelli qualitativamente elevati dei servizi. (2. Continua) Pasquale Consiglio (pasqualeconsiglio@virgilio.it)


17 - 28 FEBBRAIO 2011

Pensieri sparsi. La Cimnère - Il Comignolo

RIFLESSIONI

di Mons. Marino Albrizio

T

empo fa sulla Gazzetta del Mezzogiorno, nelle pagine dedicate a Bisceglie, vi era un articolo dedicato alla scomparsa dei comignoli nella nostra città. Ero con alcuni amici al Cin – Cin Bar e balbettai: «possibile che nella nostra città non accade altro? Qui succede di tutto, tempeste di malaffare ci travolgono e noi ignari ci rassegniamo…boh! Le stesse forze dell’ordine le vedi girare in macchina e solo su chiamata intervengono, e poi…IL NULLA». Tuttavia, una lancia in difesa dell’articolista debbo spezzarla. Quando penso allo “stabilimento della luce elettrica” in via Bovio, dove è scomparso il fumaiolo. Forse in seguito alla violenta incursione marina della flotta austriaca, fu costruito sull’altura della spiaggia delle Coppe la Batteria. Visitai questa altura quando non era ancora stata trasformata in Camping.; sulla punta più alta c’erano due basi in ferro sulle quali erano fissati due cannoni di lunga gittata e dove ora ci sono i locali , uno dei quali ospita la parrocchia “Stella Maris”, che erano adibiti a polveriera, coperta da un muro di cinta avente come tetto dei travetti in legno coperti da mattonelle rosse. Mio nonno paterno insieme al signor De Toma erano fuochisti presso lo stabilimento della luce elettrica. Mio padre raccontava che mio nonno, dato che il direttore era un tedesco, si meravigliava del pranzo di costui fatto di “kartoffen” ovvero patate. Ma non erano le nostre patate lesse, ma patate arricchite di carne e altre leccornie tedesche. Ora dello stabilimento resta soltanto come ufficio la sola casa, inutile per la nostra città. Il comignolo è una parola che deriva dal latino “culminens” cioè culmine, sommità, cima, sulla parte più alta. Per similitudine la parola viene usata per descrivere una persona particolarmente alta. Il comignolo è una torricella che manda via il fumo, il suo esterno dicesi “fusto”. Essa è la parte più essenziale di una abitazione, indica vita, intimità di una famiglia raccolta in cucina intorno ai fornelli da cui parte il fumo del fuoco e viene portato in alto nel comignolo per disperdersi nell’aria. Spesso capita che nel “fragassè”, fornello di mezzo della cucina, brucino le “scorze d’aminue”, i gusci di mandorle per fare la “cartinedde”, brace spenta che serviva per alimentare il fuoco nella “frascere”, il braciere. La violenza delle fiamme ed il crepitio dei gusci creano una massa di gas, da far crollare il comignolo ed otturare il canale per la fuoriuscita del fumo; si sfascia il “fragassè” allo scoppio come una bomba e si sparge per terra il residuato dei carboncelli accesi. Un giorno, trovandosi in aperta campagna, come se si fosse disperso nel deserto, il fumo di un comignolo di una casupola rurale, ci orienta nel trovare la giusta via del ritorno a casa. Il bello dei comignoli è la loro varietà; in cima ad essi c’è un segnale, spesso un gallo, utile ad individuare la zona in cui ci si trova. Nella zona di Via Corato Vecchia c’è una specie di “crittigghie” , cioè il cortile chiamato “U Gardeidde”. Vi sono però tanti altri camini monumentali nel centro storico, sui palazzi dei signori. Sulla copertina dei “Versi Dialettali Biscegliesi” di Riccardo Monterisi, edito nel 1976, c’è l’immagine di Bisceglie degli anni ’20, Palazzo San Domenico, la rampa Schinosa e il ponticello che si inerpica lungo via Zangrilli, ora via Gramsci, tra un incanto di orticelli, spesso irrorati dalla “meine”, l’alluvione delle acque di Fondo Noce, ovvero la Lama dei Cappuccini. Ciò che ci interessa è che sui palazzi citati si notano gli storici comignoli, maestosi, con la caratteristica cupola di chiusura, penso che dalla loro maestosità dipendesse la dignità del signorotto padrone. Uguale valore hanno i modesti comignoli delle abitazioni civili; il poeta Riccardo Monterisi ha cantato la loro maestosità nella poesia “Chiare e Carnevale”. Ricordi della mia infanzia trascorsi in Sant’Agostino: sui cornicioni, vicino ai camini, venivano appesi i “Carnevale”, un uomo di campagna vestito rozzamente, con un cappellaccio e una pipa in bocca; “Chiarodde” con la testa coperta da un fazzoletto variopinto, col fuso e la conocchia: “Quann’ère carnevòle, andicamènde, s’usou’ a mette sop’o crenneciaune, in mode ca ogniune tenè mènde Chiare e Carnevole. La femene cu fius’e la chenecchie U mescue tenè ngope n farole…Chere ere Chiare e cure

Carnevole. Quann’arrevove po’l’ ultema deie, su scevene, chiangenne… A la ponde d’ogni strade… Te scettavene stu henne: ave ditte Margiuenne cure tale canariute…ca de fodde pe la chenne l’ha remase l’ousse nghenne…sus’o ascre scapeddote reste Chiare addolorate che la cron’e la velote. Coraredde!c’è peccote!” Molto spesso i camini sono stati oggetto di tanti suicidi. Quante volte tante persone disperate hanno legato una corda intorno al camino e fattosi un cappio al collo, dal cornicione, si sono lanciate giù uccidendosi. “Parce Sepultis”, ovvero “Signore perdonali nella tua grande misericordia.”. Quante cose sono riuscito a mettere insieme sulla parola “comignolo”…avrei potuto dire altre cose…ma è meglio “segnare il punto”…e basta.

Il 5 e 6 marzo l’A.I.S.M. in piazza per sconfiggere la sclerosi multipla

B

asterà una piccola offerta per effettuare un grande atto di solidarietà ed un aiuto importante per la ricerca. Nei giorni 5 e 6 Marzo l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) sarà presente a Bisceglie in Piazza San Francesco nei pressi del Cinema Politeama, e presso la Parrocchia Santa Caterina grazie alla collaborazione del Parroco Don Michele Barbaro, come in altre tremila piazze italiane per raccogliere fondi per sostenere la ricerca scientifica. Saremo lieti di accogliervi per acquistare una gardenia, fiore simbolo della lotta alla sclerosi multipla,da regalare in occasione della festa della donna. Accorrete quindi in Piazza, aiuterete sempre più la ricerca compiendo un grande gesto di solidarietà. Inoltre se volete incontrarci siamo presenti ogni martedì pomeriggio all’Avis (via lamarmora 6).per ogni vostra curiosità saremo disponibili. Ringraziamo l’ affettuosa ospitalità della Presidente Patrizia Ventura e un sentito ringraziamento anche ai nostri giovani volontari sempre presenti e disponibili in queste giornate di solidarietà. Francesca Rigante - Cosimo De Bari Referenti Sezione Provinciale Bari


18 - 28 FEBBRAIO 2011

Calcio a 5 Serie “A”: Bisceglie riparte da Montesilvano, l’Under 21 vince il girone Terminata con successo la parentesi azzurra che ha visto la

Nazionale Italiana qualificarsi per i prossimi campionati europei, che si terranno in Croazia nel 2012, torna il campionato di serie A di calcio a 5. Appuntamento con la ventunesima giornata prima di fermarsi nuovamente per far spazio alla final eight di Coppa Italia 2011 che si terrà a Padova dal 10 al 13 marzo. Bisceglie C5 che in queste due settimane ha puntato l’obiettivo soprattutto sul recupero degli infortunati di lungo corso cosi da presentarsi nel migliore dei modi alla ripresa in casa dei campioni d’Italia del Montesilvano. Se Jubanski e Jeffe appaiono in netto miglioramento anche se non al 100%, più lunghi sembrano i tempi per il capitano Gìo Pedotti che sicuramente salterà il match contro gli abruzzesi in campionato, ma sembra davvero difficile vederlo in campo anche per il quarto di finale di coppa che vedrà il Bisceglie opposto il prossimo 10 marzo al Pescara dell’ex Nicolodi (diretta Rai Sport a partire dalle ore 18:45 ndr). Buone indicazioni sono emerse intanto dal Quadrangolare “Pro Unicef” disputatosi al PalaDolmen lo scorso 26 febbraio. I neroazzurri allenati da Leopoldo Capurso si sono aggiudicati il torneo superando in semifinale il Real Molfetta ed in finale il Promomedia Sport Five Putignano con il risultato di 2-1. Sugli scudi Enrique Mocellin autore di ben tre reti, ma tutto il roster è

Dopo la lunga sosta per gli impegni della Nazionale i neroazzurri si recano nella tana dei campioni d’Italia

apparso in buone condizioni fisiche nonostante la lunga sosta osservata. Gradite conferme giungono dalla compagine under 21 che si conferma ancora una volta campione del proprio raggruppamento con due giornate di anticipo al termine della stagione regolare. Una cavalcata trionfale quella dei ragazzi allenati da Giuseppe Di Chiano che in occasione del derby vinto per 8-2 contro i cugini di Olimpiadi hanno sancito la matematica certezza del primo posto. Adesso il gruppo è proiettato verso i Mocellin play off scudetto, un cammino nel quale il Bisceglie C5 under 21 cercherà di fare più strada possibile. (Gianluca Valente)

Basket Seria “A”: Ambrosia espugna Matera e torna in corsa per la salvezza U

n’autentica boccata d’ossigeno. Nel derby appulo-lucano sul parquet di Matera, l’Ambrosia rialza la testa battendo la sesta forza del girone con un eloquente 59-74. Il decimo acuto stagionale dei nerazzurri, quarto lontano dalle mura amiche, consente di interrompere la sequenza di tre passi falsi e di approcciarsi con rinnovato entusiasmo al decisivo rush finale di campionato. Protagonisti di un incipit impetuoso (10-27 al termine del quarto inaugurale), i nerazzurri gestiscono il vantaggio con disinvoltura e personalità raggiungendo anche i 22 punti di scarto in avvio di ultima frazione. Legittima soddisfazione per il colpaccio del PalaSassi è espressa da coach Massimo Galli (foto): «Abbiamo affrontato l’impegno con il giusto spirito, d’altronde la determinazione e la voglia di lottare non è mai venuta meno nel gruppo, neppure nelle precedenti gare che purtroppo ci hanno visto soccombere – spiega l’allenatore varesino - . I ragazzi sono stati lucidi nel riuscire ad eseguire alla lettera il piano partita ed i due punti sono stati assolutamente meritati. Si è trattato di un successo di tutta la squadra, capace di prevalere sugli avversari sotto ogni profilo, dalle percentuali realizzative ai rimbalzi, senza trascurare l’eccellente condotta difensiva». All’interno della convincente prestazione collettiva è doveroso, comunque, rimarcare il significativo apporto di Andrea Barsanti, il migliore in campo con uno score di 23 punti impreziosito da 6 triple. «Torno indietro all’episodio accaduto nel supplementare contro Agrigento per dire che Barsanti è stato eccessivamente penalizzato da quel fischio arbitrale, in trent’anni di pallacanestro non avevo mai assistito ad una cosa del genere. Ad ogni modo in settimana lo spogliatoio si è stretto attorno a lui e Andrea ha reagito

Esperienza ed affidabilità per la Cancelleria ed i Materiali per il Tuo Ufficio a prezzi incredibilmente convenienti toner - cartucce - nastri accessori per l’informatica

I nerazzurri interrompono la striscia di tre sconfitte violando il PalaSassi al termine di un incontro comandato nel punteggio senza soluzione di continuità. Domenica 6 marzo cruciale derby al PalaDolmen contro il Molfetta. da giocatore vero fornendo una prova super». Intanto l’Ambrosia aggancia Molfetta al dodicesimo posto con un ritardo di appena 2 lunghezze dalla zona playout, ma Galli preferisce non guardare la classifica né stilare fantomatiche tabelle di marcia. «Siamo in piena bagarre ed in questo momento l’unico aspetto che osservo e mi dà fiducia riguarda le indiscusse qualità morali del gruppo, consapevole di poter raggiungere il traguardo della permanenza. Ora concentriamo ogni energia proprio sul derby di domenica 6 marzo contro Molfetta al PalaDolmen, si torna a respirare ottimismo e positività nell’ambiente ed è il modo migliore per preparare un appuntamento che, al di là della sana rivalità campanilistica, non va sovraccaricato dal punto di vista psicologico». (Mino Dell’Orco)


19 - 28 FEBBRAIO 2011

Calcio Eccellenza: Bisceglie, pari e rimpianti a Martina. Ora la trasferta a Cerignola U

n colpaccio accarezzato fino all’ultimo respiro. Protagonista di una condotta tanto autorevole quanto aggressiva, il Bisceglie impatta 1-1 al “Tursi” di Martina Franca nella delicata trasferta della 29^ giornata e sfiora la possibilità di riaprire i giochi per il primato. Fallite un paio di chance nel primo tempo con Sallustio, i nerazzurri sono puniti al 12’ della ripresa dal micidiale calcio piazzato sotto l’incrocio di Massaro, quindi agguantano il pari al 25’ con una pregevole sortita di Ruggiero e sciupano il match-point in pieno recupero col neo entrato Minenna. «I ragazzi sono stati straordinari, hanno interpretato alla lettera i dettami da me impartiti in settimana riuscendo a sopperire alle pesanti assenze di Di Pinto, Carteni e Malerba – commenta mister Massimo Pizzulli - . Il rammarico è grande per quel miracolo di Muscato su Minenna al 93’ e per altre importanti azioni da gol confezionate, mentre il nostro portiere Sansonna, incolpevole sulla punizione di Massaro, è rimasto inoperoso per tutto l’incontro. La squadra è stata encomiabile nell’evitare di disunirsi dopo il loro vantaggio, anzi ha ripreso a giocare con personalità trovando una rete spettacolare con Ruggiero». Mai titolare nella precedente gestione, il 20enne centrocampista di Palese ha ritrovato smalto e fiducia nei propri mezzi con l’arrivo di Pizzulli. «Giuseppe è capace di dare intensità e dinamismo all’azione, anche se non va caricato oltremisura di responsabilità». In classifica il Bisceglie resta terzo a -5 dal tandem al vertice e a +4 dal Monopoli. “E’ una situazione in divenire, mancano ancora 5 giornate al termine e, considerati i numerosi scontri diretti, tutto ancora può succedere – spiega il 38enne allenatore bitontino - . Domenica prossima (6 marzo, nda) ci attende un altro big match sul rettangolo della capolista Cerignola ed occorre affrontare questo impegno con la medesima convinzione. Soltanto un blitz in terra ofantina ci può consentire

I nerazzurri di mister Pizzulli sfiorano il blitz nella trasferta in Valle d’Itria e legittimano il terzo posto. Le ambizioni di rientrare nella corsa per il primato passano dalla super-sfida del 6 marzo in casa del Cerignola imbottito di ex.

di tenere vive le speranze di aggancio alla prima posizione”. Prossimi impegni. Dopo la cruciale trasferta di domenica prossima al “Monterisi”, i n e r a z z u r r i affronteranno tra le mura amiche il pericolante Maruggio nella partita del 13 marzo valida per la quartultima giornata. Classifica dopo la 29^ giornata: * Cerignola e Martina 57, Bisceglie 52, Monopoli 48, Locorotondo 46, Terlizzi 44, Vieste 43, San Paolo Bari 41, Fasano e Copertino 39, Tricase 37, Racale 36, Sogliano 33, Castellana 30, * Manfredonia 29, Lucera 24, Maruggio 23, Manduria 19. - * una partita in meno (Mino Dell’Orco)

Caleidoscopio: Sportilia lanciata verso i Play Off (Sportilia Volley Serie D) - Sabato 26 Febbraio 2011, Sportilia Volley Bisceglie e Bye Bye Pelos Bari, appaiate al secondo posto con la Pegaso Molfetta si sono affrontate al Paladolmen. Dopo oltre due ore di gioco il risultato è stato di 3 a 2 a vantaggio delle ospiti. Come sempre a distinguersi è l’intera squadra per carattere e impegno, nonostante la sconfitta. Il quarto posto di Sportilia non preclude l’accesso ai play-off. Con Molfetta Volley ormai in corsa solitaria in vetta alla classifica, le biscegliesi si giocano il tutto per tutto contro le baresi e la Pegaso Molfetta. Bisognerà conquistare punti ovunque e non perdere set, dato che gli scontri diretti sono in parità. Una migliore posizione in classifica permetterà di avere un girone più abbordabile nei play-off. Per quanto riguarda la Prima Divisione Giovani, si è giocato tra le mura amiche, lo scontro al vertice con il Bitonto. La vittoria delle è delle biscegliesi per 3 a 1, con parziali da cardiopalma: 28-26, 25-18, 17-25, 25-23.L’andamento della partita è stato molto incerto e con strappi consistenti da entrambe le parti.Allunghi e recuperi si sono alternati lasciando una incertezza di fondo per il risultato finale. In evidenza la buone prestazioni di Ester Haliti,Elisabetta Todisco e Marinella Di Pierro. I punti conquistati permettono a Sportilia di mantenere la prima posizione in classifica, appaita con Pegaso Molfetta, anch’essa vittoriosa, prossima avversaria delle biscegliesi. (Olimpiadi, A2 futsal) - Nona sconfitta consecutiva per l’Asd Olimpiadi, travolta al PalaDolmen dal Regalbuto, con il risultato di 0-7 ed ormai ad un passo dall’aritmetica retrocessione in serie

B. I giovani biancazzurri di mister Luciano Sciacqua, che per l’occasione deve fare a meno degli indisponibili Ricco e La Notte, nonché dei due estremi difensori D’Addato e Matera, disputano una prova orgogliosa nella prima frazione, ma calano vistosamente nella ripresa subendo l’ennesimo pesante capitombolo della stagione. Seconda vittoria consecutiva e terzo posto in graduatoria in condominio con Giovinazzo e Fuente Foggia per l’under 21 dell’Asd Olimpiadi, che espugna il domicilio del fanalino di coda Polignano al termine di una prestazione più complicata del previsto. Senza gli indisponibili Angelo La Notte e Dell’Olio, entrambi appiedati dal Giudice Sportivo, i biancazzurri incamerano il decimo successo stagionale, lasciando inalterato il distacco dal Manfredonia, seconda forza del torneo lontana tre lunghezze. (Stella Rossa, Prima Categoria) - Non arrivano i tre punti per la Stella Rossa che contro il Giovinazzo deve accontentarsi di un pari, Un ritmo lento e manovre di gioco abbastanza macchinose caratterizzano la prima frazione di gioco, movimentata solo alla mezz’ora da una punizione di Caprioli che sfiora il palo. Il capitano si rende nuovamente propositivo dopo qualche minuto, tentando la conclusione rasoterra da posizione defilata che però si spegne sul fondo. Al ventaggio di Notarangelo, per il Giovinazzo, al 10’ della ripresa, risponde Lafranceschina dopo pochi minuti a riportare in parità il risultato. (Pasquale Losapio)

RADIO CENTRO. LA NUOVA STAGIONE SPORTIVA Radio Centro (93.1 Mhz) torna a seguire le trasferte del Bisceglie Calcio nel campionato di Eccellenza con il programma “Palla al Centro” a partire dalle 15,20. Inoltre tutti i lunedì alle ore 19.30 con replica il martedì alle 14.20, spazio all’approfondimento sul weekend sportivo biscegliese con “Centro Campo”. La collaudata trasmissione presentata da Pino Di

Bitetto e Mino Dell’Orco, con la collaborazione tecnica di Mimmo Losapio, proporrà notizie, commenti ed interviste con ospiti in studio e collegamenti telefonici. Nel corso di “Centro Campo” gli ascoltatori potranno interagire attraverso la linea sms al numero 327/126.77.55, oppure inviando una mail all’indirizzo centrocampo@rcsbisceglie.it. Diretta streaming dal web, connettendosi al sito www.rcsbisceglie.it


20 - 28 FEBBRAIO 2011

PERISC OPIO PERISCOPIO

Gr uppo Ar cier liesi, una r ealtà nazionale Gruppo Arcier cierii Bisceg Biscegliesi, realtà I Sagitter Vigiliensis entrano nel circuito nazionale della Lega Arcieri Medioevali. A maggio prevista la manifestazione a Bisceglie

«P

ortare un evento rievocativo a Bisceglie ed accomunare in un gruppo tutti gli appassionati della storia medioevale, per fare un tuffo nel passato alla riscoperta di usi e costumi di quel tempo». Con queste parole del presidente Fabrizio Lorusso si apre la piacevole chiacchierata con il massimo esponente del Gruppo Arcieri Biscegliesi, denominato Sagitter Vigiliensis. Nato nel 2010 è subito affiliato alla LAM (Lega Arcieri Medioevali, ndr) il gruppo biscegliese conta ben 15 associati rappresentando la massima espressione a livello regionale. «Personalmente – afferma Lorusso – sono iscritto alla LAM dal 2007 che rappresenta in ambito nazionale l’ente di maggiore prestigio in materia. La stessa LAM è nata nel 2005 ed è presieduta con ottimi risultati da Carlos Alberto Owen. Il gruppo biscegliese invece è nato grazie alla tenacia di alcuni appassionati che in breve tempo hanno bruciato le tappe tanto da aver ottenuto una data ufficiale in città nel calendario nazionale 2011 nelle giornate del 14-15 maggio. A livello nazionale la LAM conta circa 1200 iscritti ma anche grazie al nostra presenza nel meridione la stessa Lega conta di aumentare il numero di associati”. Bisceglie cosi entra ufficialmente nel circuito nazionale della LAM grazie soprattutto alla manifestazione dimostrativa dello scorso 29 agosto con il torneo che ha avuto come palcoscenico Piazza Vittorio Emanuele, il centro storico ed il parco delle beatitudini. Il calendario nazionale parte dal prossimo mese di aprile e Bisceglie va ad accostarsi ad altri centri prestigiosi come quelli di San Marino,

Arezzo, Orvieto, Terni e Trevi. I Sagitter Vigiliensis hanno compiuto appena un anno me le idee future sono ben chiare come dimostra lo stesso presidente Lorusso, «Attualmente il gruppo ha sede in Via Vecchia Corato 123/B, ma nell’immediato futuro contiamo di trovare una nuova sede più consona alle nostre ambizioni. Puntiamo a far bene nella tappa biscegliese dove avremo la presenza del Gruppo Falconieri di Melfi e del Gruppo Sbandieratori di Barletta oltre alla grossa affluenza di appassionati prevista da varie parti d’Italia. Ci auguriamo che il numero di associati al gruppo biscegliese cresca sempre più e che si possa concretizzare il nostro obiettivo di aprire a Bisceglie una scuola di tiro Istintivo (cosi chiamato poiché eseguito con arco storico e senza supporti moderni come accade invece nel tiro mirato, ndr) per riscoprire insieme usi, costumi ed abitudini del medioevo».

Pr of essionalità al ser vizio della T r adizione Prof ofessionalità servizio Tr


Bisceglie15Giorni n. 288 del 28 Febbraio 2011