Page 1

Dalla collaborazione tra le associazioni Biorekk, Quelli delle Bolle, Falalla, Aiab Veneto e il contributo della cooperativa agricola El Tamiso, nasce il progetto “Il Il prato delle erbe“, erbe“ riconosciuto meritevole da parte della commissione del bando On Air 2012 del Comune di Padova. Inziativa gratuita e aperta alla cittadinanza, col contributo dell'Assessorato alla partecipazione e con la collaborazione dell'Assessorato al Verde Pubblico, il progetto si rivolge alla riqualificazione e riutilizzo del rione di via Manara nel quartiere 3 Est di Padova. Padova Sei gli incontri programmati da aprile a maggio 2013. L’obiettivo del progetto è quello di far sperimentare pratiche di partecipazione e di cittadinanza attiva agli abitanti, creando opportunità di conoscenza, cooperazione e di crescita individuale e collettiva, per migliorare così la vivibilità dell’intero rione.


Il rione di via Manara, nel quartiere 3 Est, si contraddistingue per la conformazione urbanistica dettata da tre arterie viarie che lo racchiudono, e si presenta come un triangolo di territorio apparentemente chiuso e pieno di criticità, ma con grandi potenzialità dal punto di vista sociale e di scambio interculturale. La prima attività prevista di “guerrilla gardening” nell'area verde Samara prevede una preparazione sul tema con un corso/laboratorio sulla coltivazione e la cura delle erbe aromatiche e scelta della tipologia delle erbe e piante da trapiantare. L'area si presenta incolta, poco frequentata e inutilizzata. La sfida è renderlo un luogo d'incontro di cui prendersi cura con attenzione e responsabilità.


Emanuela effettua un sopralluogo dell'area: il lavoro da fare non sarà nè semplice nè immediato, ma l'ovale si presta all'uso, è ben soleggiato e adatto ad ospitare le erbe aromatiche. Il progetto prevede una suddivisione in quattro "spicchi", con un corridoio a croce... e già si prova ad immaginare come verrà... Il laboratorio ha inizio: da una parte gli adulti ascoltano i consigli e le spiegazioni dell'esperta, dall'altra i bambini del quartiere iniziano con Carla il laboratorio di riuso delle bottiglie di plastica che andranno a decorare il recinto dell'ovale. Forbici, fili e tanta fantasia creativa!


I bambini non perdono un attimo e si mettono al lavoro...

Con l'aiuto di qualche genitore, prendono forma le prime creazioni


Emanuela invece, dopo le spiegazioni ci invita ad un'esperienza olfattiva: altea, salvia, rosmarino, timo, escolzia, camomilla, menta, lavanda, maggiorana e ... calendula!


Iniziano i lavori: il terreno dell'ovale viene ripulito, dissodato lungo i bordi e le malerbe tolte in attesa che il tecnico lo ripulisca con la motocoltivatrice


Intanto proseguono le attivitĂ laboratoriali con i bambini: le creazioni con le bottiglie di plastica e il legno delle cassette di frutta riutilizzato per i cartelli indicanti i nomi delle piante aromatiche. Grandi e piccini si danno un gran daffare!


E per finire, giochi in libertĂ , chiacchere e... un meritato gelato!!! Il „prato delle erbe“ ha preso vita...


Le piantine aromatiche donate dalla cooperativa agricola El Tamiso: basilico, timo, lavanda, origano, melissa, erba cipollina e salvia.

Il terreno è pronto per il trapianto: Michele del Casale delle Erbe ci insegna come dividere le piante senza danneggiare le radici, ci indica dove e ci mostra come piantarle


I bambini non vedono l'ora di lavorare la terra: si tira un filo e si trapiantano le piantine di Gli adulti pi첫 volenterosi invece piantano i pali che andranno a recintare l'ovale

erba cipollina


Lavanda intorno al perimetro dell'ovale, timo e basilico in lunghe file trovano spazio nel nascente prato delle erbe


La pacciamatura con paglia per impedire la crescita di erbe infestanti. E al tramonto, buona parte del lavoro è stata fatta, con fatica, ma anche con grande soddisfazione!


„ParolArti“ e „MusicOrti“: performance di narrazione e musica dal vivo per bambini e famiglie. Con l'attore Giacomo Bizzai e Claudio nell'accompagnamento musicale. Gli orti cambiano destinazione e funzione: da luogo eletto per la coltivazione e la cura degli ortaggi a spazio dedicato al racconto e all'animazione, aperto alla condivisione di esperienze, alla conoscenza reciproca e alla socializzazione.


Nell'attesa i bambini allestiscono un mercatino-baratto di giochi e libri, preparano i biglietti d'ingresso per lo spettacolo che sta per iniziare... E poi tutti seduti, zitti zitti e pronti all'ascolto di fantastiche storie!


Giacomo è bravissimo e le sue letture animate ipnotizzano i bambini...

...e non solo, anche gli adulti restano incantati!!!


Gli accompagnamenti musicali di Claudio arricchiscono la narrazione e contribuiscono a creare l'atmosfera

Alla fine gran girotondo tutti insieme...

...e merenda con mele rigorosamente biologiche!


Gli orti tornano ad essere teatro e cornice per le divertenti letture animate da Giacomo Bizzai e musicate da Claudio (purtroppo il maltempo ci ha costretto a posticipare l'evento al 21 maggio)


Nonostante il giorno infrasettimanale...

...la partecipazione non manca e Giacomo sfodera una mimica eccezionale...


i bambini non sono da meno e replicano con sorrisi e risate contagiose! E per chiudere in bellezza, dopo innumerevoli bis, una lettura ad alta voce per gli adulti...


Si ritorna negli orti per l'ultimo atto del progetto: una giornata-evento aperta a tutti in cui gli orti e gli „ortanti“ affermano ed esprimono la propria identitĂ in forme nuove e inusuali (nelle foto, alcune esposizioni artigianali degli ortanti)


I bambini trovano negli orti spazio e tempo per giocare e inventarsi nuovi modi per stare insieme, partecipando anche allo scambio di piantine!


arrivano i musicisti, Mostra fotografica e

le prime

preparazione dell'area...

famiglie, e iniziano le prove


Collettivo Orkestrada Circus: fiati, violino, contrabbasso, percussioni, chitarre e voce... viva la musica!


Preparativi per la cena: ognuno porta qualcosa e chi arriva a mani vuote lascia un piccolo contributo al Comitato degli orti per le spese di gestione comuni


la cena è

L'energia del Collettivo

servita e la

è coinvolgente e i

musica scalda i

ragazzi continuano a

cuori quando il

suonare per tutti, per

freddo del

chi mangia, per chi

tramonto si fa

ascolta e per i tanti

sentire...

che ballano!!!


Il progetto si è concluso ed è stata una bellissima esperienza per chi gli ha dato forma e vita e per chi vi ha partecipato. Il rione di via Manara ha dimostrato di essere un luogo ricco di energia e vitalità, e gli abitanti del quartiere hanno contribuito al progetto condividendo con noi e col territorio tempo, esperienze, sentimenti e saperi.

Il „prato delle erbe“ come gli orti urbani non sono che piccoli semi che hanno bisogno di crescere, con cura, attenzione e dedizione, a tutela di una biodiversità la cui ricchezza salta agli occhi di chi la sa vedere... Questo progetto in realtà è solo l'inizio... un grazie di cuore a chi ci ha permesso ed aiutato a realizzarlo Giulia, Marianna, Carla, Riccardo, Claudio, Daniele, Franco

Fotostoria progetto On Air  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you