Issuu on Google+

CheStrano.it vi propone i post piĂš gettonati degli ultimi mesi in un'edizione tutta speciale:

Il BookeStrano! FĂ teci sapere cosa ne pensate ;-)


Il Facebook per le spie Pubblicato da Antonio De Palma alle 08:00 in CheCosa?!, CheSito!

Credevate che i social networks servissero solo per propagandaere l'ennesimo gruppo "Per quelli che..."? La vostra più alta opinione riguardo a Twitter e Facebook si fermava al serivzio "ricordami del compleanno di..."? Bene, da oggi in poi tutto ciò cambierà, perchè? Lo ha deciso l'Intelligence USA con l'apertura di ASpace. Cos'è? Il social network dei servizi segreti americani. Ebbene sì, al progetto hanno aderito CIA, FBI e le altre 14 agenzie di Intelligence che compongono l' IC (che non è una tassa sulla casa, ma la sigla per United States Intelligence Community). • Lo scopo? Quello di condividere quante più informazioni possibili in tempo reale così da rendere fulminee trasmissioni più o meno vitali per la sicurezza statunitense. Un esempio potrebbe essere la notizia divulgata giorni prima dell'attentato dell' 11 settambre da un agente il quale dichiarò di aver scoperto alcuni sospetti addestrati al pilotaggio di aerei di linea senza però aver seguito l'ultimo corso, quello riguradante l'atterraggio! Ebbene la notizia rimase lettera morta, con conseguenze che tutti conosciamo. Forse non si sarebbe comunque evitata la tragedia, ma chissà.... • Le lacune: naturalmente in questo modo si moltiplicherebbero le informazioni a disposizione di ciascun agente, il quale, nel caso di un doppiogiochista, avrebbe accesso ad una marea di informazioni senza bisogno si chiedere permessi agli alti ranghi. Così noi di CheStrano ci chiediamo: "Il social vale la candela?", e chissà che un giorno non vedrete una richiesta di amicizia da parte di Bond! :-D


Il pene più grosso del mondo Pubblicato da Antonio De Palma alle 07:22 in CheTipo!

Un simpatico diciottenne di nome Rory McInnes ha fatto un bello scherzetto ai suoi adorati genitori. Quando i signori Mc Innes hanno portato a termine la loro casa da un milione di sterline, il loro figlioletto ha proabilmente pensato che ci voleva una smossa all'interno della monotona vita da ricconi e quindi, si è armato di pennello e vernice bianca ed ha disegnato un grosso pene sulla cima della sua magnifica casetta. Per svariati mesi nessuno ha saputo nulla dell' opera d'arte di Rory, ma un giorno un elicottero sorvolando casa McInnes ha svelato la beffa al papà che avendo telefonato immediatamente il figlio in Brasile ha detto: “Con olio di gomito pulirai ciò che hai combinato”. Ma sarà davvero lui a ripulire la scena o affitterà un' intera squadra di pulizie? Ai posteri l'ardua sentenza. :-D p.s. vi terremo aggiornati, per il momento Io ho trovato un nuovo mito, vai Rory!! Speriamo solo che non abbia fatto questa bravata per allungare metaforicamente le dimensione del proprio pene, che abbia forse problemi di erezione? Se così fosse, la risposta è una : Viagra!


Sesso gratis a Praga,clienti ripresi e mandati in onda! Pubblicato da Antonio De Palma alle 07:00 in CheCosa?!, ChePosto!

Il Big Sister a Praga Proprio così, a Praga ne sanno una più del diavolo, qui infatti i fortunati clienti di Jan, praghese poco più che trentenne,durante una passeggiata nel centro storico della città hanno la possibilità di allietare la propria gita con una notte di sesso ad un prezzo praticamente nullo (circa 11€) il quale dà diritto ad un incontro con una o più ragazze (naturalmente previo piccolo supplemento e placet di Jan) in una delle meravigliose stanze a tema della struttura. Proprio così: i visitatori, infatti, potranno accomodarsi in una tipica alcova araba con tanto di baldacchino, in una baita, o addirttura ascendere in Paradiso o sprofondare in un Inferno stile sado-maso. Unico "vero" prezzo da pagare è una piccola liberatoria firmata con la quale si dà il proprio consenso alla messa in onda delle proprie performance sul sito a pagamento della Big Sister. Un Businness niente male: a voi sesso e cena, a loro abbonati on-line e attori "stagisti"! :-)


Dopo 8 anni di matrimonio scoprono che bisogna fare sesso per avere figli Pubblicato da Antonio De Palma alle 07:00 in CheCosa?!

Una coppia di coniugi tedeschi si è presentata in una clinica per la fertilità dato che, dopo otto anni di matrimonio, non avevano ancora avuto figli, e non riuscivano a venirne a capo. Gli esami però non hanno evidenziato alcun problema fisico in nessuno dei due coniugi. Grande è stato lo stupore del medico quando alla domanda "Quanto spesso fate sesso?", la coppia (36 anni lui, 30 lei), dopo un'occhiata interrogativa, ha chiesto: "cosa intende esattamente?". È emerso che la coppia è cresciuta in un ambiente ultra-religioso, e nessuno aveva mai spiegato loro come nascono i bambini. I medici sottolineano: "Non stiamo parlando di persone mentalmente ritardate, ma di persone che dopo anni di matrimonio non erano consapevoli dei requisiti fisici per procreare". La coppia è stata messa in cura presso un terapista sessuale. Inoltre la clinica ha avviato una ricerca per scoprire se vi siano altre coppie nelle stesse condizioni. E voi, sapete che siamo nati sotto i cavoli? :-D


Le invenzioni dei progionieri Pubblicato da Antonio De Palma alle 09:42 in CheCosa?! La necessità, è risaputo, è la madre di tutti gli ingengni. E riuscite ad immaginare una situazione più scomoda di quella delle carceri? Beh, forse non quella italiane e nemmeno quelle moderne, ma i galeotti sono tipetti alquanto esigenti, e nel momento in cui andate a sottrarre loro un qualche comfort, ecco che quei mascalzoni se lo fabbricano! Alcune di queste invenzioni sono davvero geniali...

Questo è un accendino, ricavato con soltanto una batteria, un pezzettino di cavo e un po' di nastro isolante: il resto lo fa la scintilla!

Questo è un ritrovato a dir poco incredibile: la pistola per i tatuaggi! Anch'essa alimentata a batteria, i "capolavori" passeranno direttamente dalla penna (esatto) alla vostra, anzi , alla loro pelle!


La semplicitĂ  ha sempre caratterizzato gli oggetti e le invenzioni piĂš spettacolari: come non rimanere senza parole dinnanzi a questa pipa da galera! I piĂš recidivi riescono a fabbricarsi anche delle vere e proprie armi, facendo un baffo alla penna a sfera di Lecter:

Qui, ad esempio, troviamo un dolorosissimo pugno di ferro con tanto di rivestimento ed impugnatura, che finezza!


Dulcis in fundo... la griglia del carcerato! Come non trascorrere una piacevole domenica in compagnia di questi teneri signori, assaggiando la loro bistacca ai ferri, interamente cotta su griglie il cui calore è trasmesso da fili di rame rivestiti? Altro che biologico! Ora la domando sorge spontanea: questi genii, prima di inventare tutti questi aggeggi a dir poco sorprendenti, non potevano inventarsi anche un lavoro onesto?!

.....e tanto altro ancora (naturalmente!).

Seguiteci anche su www.facebook.com/chestrano ed iscrivetevi alla nostra pagina per ricevere sempre le ultime notizie incredibili!


Il BookeStrano