Page 1

BiB

Notiziario della Biblioteca Comunale di Trento

IN QUESTO NUMERO • Orari e chiusure estive

• E' ritornato il "Libro a sorpresa": i vostri commenti • Pagine di cucina

• Londra. Giochi olimpici 2012

63

giugno - agosto 2012


I N F O RM A Z I O N I & N O TI Z I E

CHIUSURE ESTIVE DELLE SEDI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

- 02 -

GIUGNO

Sedi

LUGLIO

AGOSTO 30/7 - 18/8

Via Roma Mattarello

18/6 - 20/7

Meano

18/6 - 20/7

Madonna Bianca

25/6 - 27/7

Sopramonte

25/6 - 27/7 2/7 - 3/8

Povo Clarina

23/7 - 24/8

Gardolo

23/7 - 24/8

Argentario

30/7 - 31/8

Ravina

30/7 - 31/8 6/8 - 7/9

Villazzano Bibliobus

Cadine Martignano Montevaccino Romagnano

APERTO TUTTA L'ESTATE 30/7 - 31/8 30/7 - 3/9 APERTO TUTTA L'ESTATE 1/7 - 31/8

LA BIBLIOTECA VA IN PISCINA!

Grazie alla collaborazione con l’Asis, con i ragazzi impiegati nel progetto "Summerjobs" e gli studenti dei progetti di tirocinio formativo delle scuole superiori di Trento, saranno attivi i due punti di prestito allestiti rispettivamente nella piscina “Manazzon” (via Fogazzaro) e nella piscina di Gardolo dal 12 giugno al 15 agosto.

NOVITA

' PER IL BIBLIOB US

Du r a n t e l'es una ferm tate sarà attivata a t a a Ca n driai

Sono a disposizione libri per adulti, libri per ragazzi e riviste. I punti di prestito avranno i seguenti orari:

d a l l u n e d ì a l v e n e r d ì d a l l e or e 1 3 . 0 0 a l l e or e 1 8 . 0 0 s a ba t o d a l l e or e 1 0 . 0 0 a l l e or e 1 8 . 0 0 d om e n i c a e i l g i or n o d i F e r r a g os t o d a l l e or e 1 0 . 1 5 a l l e or e 1 2 . 3 0 e d a l l e or e 1 3 . 3 0 a l l e or e 1 8 . 0 0

Gli utenti delle piscine potranno prendere in prestito i libri presentando la tessera della biblioteca o un documento di identità; il materiale potrà essere restituito in piscina fino al 15 agosto e successivamente presso qualunque sede della Biblioteca Comunale di Trento fino al 31 agosto.

L o sta f f

a ug ur a

della Bib

b u on e va

lioteca c

can z e!

omunale


E'

TORNATO A GRANDE RICHIESTA ...

IL LIBRO A SORPRESA

Ed ecco qui una rassegna dei vostri commenti raccolti e presentati dalle nostre volontarie del Servizio Civile, Deysi e Martina.

T i t ol o: L a d a m a e l ’ u n i c or n o, d i T r a c y C he v a l i e r

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) La cultura del “ben fare” ­ arte! ­ arazzi. Arte è anche rappresentare la Storia (con la “S” maiuscola) con tante storie, se non vere, verosimili.

T i t ol o: B r ook l y n , d i C ol i n T oi bi n L’ho letto: sì Che cosa ne penso? :­) Gradevole.

T i t ol o: L a m a l or a , d i B e p p e F e n og l i o L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Mi è piaciuto. Interessante.

T i t ol o: L a f e l i c i t à d i E m m a , d i C l a u d i a Sc hr e i b e r

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Rappresenta tanti aspetta di vita rurale ­ materiali ed etici ­ su una storia di impianto realistico (malattia, solitudine, reato, innamoramento ecc.) ma resa originale da sconfinamenti nel mondo fantastico.

T i t ol o: I r a g a z z i d a l l a c ol l a n a d i l a m i e r a , d i Fr a n co B a l d o L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Bello! Dovrebbero leggerlo i giovani è molto “educativo”, bravo all’autore!!! Bella iniziativa quella del libro a sorpresa, bravi!!

T i t ol o: M i s s A l a ba m a e l a c a s a d e i s og n i , d i Fa n n i e Fla g g L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Piacevole, anche se inconsueto.

T i t ol o: H a n n o t u t t i r a g i on e , d i P a ol o So r r e n t i n o L’ho letto: sì Cosa ne penso: :­( Non mi è piaciuto in quanto io amo di più leggere storie vere, realmente accadute.

T i t ol o: U n t r a t t or e a r a n c i o, d i G i or g i o C on t e

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Non sapevo cosa aspettarmi. Ho iniziato la lettura e pagina dopo pagina il libro è finito in un istante, nonostante le pause dopo ogni racconto per rivivere con l’autore emozioni comuni. I ricordi dell’infanzia rivisti con la lente dell’età ti fanno capire quanto è stato magnifico quel periodo e... sei felice.

T i t ol o: 3 t a z z e d i t è , d i G r e g M or t e n s on

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) “Non lasciare che nulla di turbi, o ti spaventi. Tutto passa. Dio non cambia. Con la pazienza si ottiene qualunque cosa” Madre Teresa.

T i t ol o: U n a f or m a d i v i a , d i A m e l i e N o t ho m e

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Particolare, originale, mi è piaciuto. OK.

T i t ol o: P r i n c i p e s s a M a f a l d a T i t a n i c I t a l i a n o, d i L u c i a n o G a r i ba l d i

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­| Anche se troppo dettagliato e meno romanzato.

T i t ol o: R om a n z a p a r i g i n a , d i Fr a n z H e sse l

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Il racconto si fa più interessante da metà in poi mentre all’inizio risulta quasi noioso.

T i t ol o: I l r a n c h d e l l a g i u m e n t a p e r d u t a , d i G e o r g e s Si m e n o n

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) In genere non mi piacciono i western ma questo ha qualcosa in più. E’ un bel giallo dove il protagonista va alla ricerca di un fatto avvenuto nel passato. Bello e avvincente, l’ho letto tutto d’un fiato in due giorni.

- 03 -


T i t ol o: L a bu s s ol a d i N oè , d i A n n e T y le r L’ho letto: sì Cosa ne penso: :­| Libro discreto.

T i t ol o: I l f i u m e d e l l e n e bbi e , d i V a le r i o V a r e si

L’ho letto: sì Cosa ne penso: :­| Belle le descrizioni delle pianure padane; giusto per il 25 aprile.

T i t o l o : Sc o r r e t e l a c r i m e d i s s e i l p o l i z i o t t o , d i P . K . Di c k

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­| La lettura conferma che Dick è piacevole da leggere ma un po’ sopravvalutato.

T i t ol o: C r i s t of or o e C ol om bo, d i E l i s a be t h v on A r m i n

- 04 -

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Spumoso, esilarante, lettura piacevole distensiva.

T i t ol o: L a c u s t od e d e i l i br i , d i S o p h i e Di v r y

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Simpatico. Mi ha fatto capire che mi sarebbe piaciuto fare la bibliotecaria. Troppo tardi, peccato!

T i t o l o : U l i s s e d a B a g hd a d , d i E r i c E m m a n u e l Sc hm i t t

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) E’ un libro piacevole e nonostante il tema trattato ti coinvolge nella lettura e non te lo fa pesare.

T i t ol o: L ’ a m a n t e d e l r e , d i C a n d a c e R obb

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­) Un modo interessante di raccontare in forma di romanzo, aspetti della storia d’Inghilterra del XIV secolo. L’autrice, con sensibilità moderna e intelligenza, ci propone il punto di vista di una donna che fonti storiche ritraggono come subdola e calcolatrice. Ma nel suo tempo, avrebbe potuto essere diversa?

T i t ol o: L a p r i n c i p e s s a e i l w a l i , d i A n n i e M e ssi n a

L’ho letto: sì Cosa ne penso? :­| Amore, odio, vendetta, instito animale “sentimenti” apparentemente assopiti nella nostra epoca ma sempre pronti a scatenarsi in follia come in questi racconti. Non è il genere che preferisco.

T i t ol o: O s c a r e l a d a m a i n r os a , d i E r i c E m m a n u e l Sc hm i t t

L’ho letto: sì Cosa ne penso: :­( Non conoscevo l’autore prima d’ora e mi pare adatto, per lo più, a giovani lettori. Essendo stata, come madre, coinvolta nella vicenda, sono stata indotta a razionalizzare la situazione e l’effetto “Fiaba” mi ha quasi infastidito. I personaggi sono molto stereotipizzati e ho trovato tanti luoghi comuni. Forse sono anche i motivi (oltre che la brevità del racconto) che han fatto sì che il libro sia rimasto per oltre 50 settimane ai primi posti delle classifiche francesi e sia stato un best seller in Germania.

Ot e l B r u n i , d i V a le r i o M a ssi m o M a n f r e d i

L'ho letto: sì Cosa ne penso? =) Mi ha fatto ricordare il tempo in cui ero bambino e che bastava poco per accontentarci ed essere contenti.

C i a o, s on o t u a f i g l i a , d i V a n i a C ol a s a n t i

L'ho letto: sì Cosa ne penso? =| Il libro si presenta come una lettura poco impegnativa, breve e semplice, ma già dopo poche pagine si viene catapultati nel mondo interiore dell'autrice. E' una storia piena di sentimenti, emozioni e anche un po' psicologica. Di per sé avvincente se non fosse così ridondante nell'esposizione delle emozioni.

L ' u om o s u l t e t t o, d i M a j Sj ö w a l l ; P e r W a hl ö ö

L'ho letto: sì Cosa ne penso? =) Un libro non solo poliziesco ma che si allarga comprendendo la società scandinava.

L a l e g g e n d a d e l m or t o c on t e n t o, d i A n d r e a V i t a li

L'ho letto: sì Cosa ne penso? =) E' molto bello e piacevole; è nello stesso stile dell'autore e ti invoglia a continuare la lettura e a vedere cosa succede dopo.


Winner of the Man Booker Prize for Fiction in 2011.

DEATH COMES TO PEMBERLEY LI JAME 1 K 8327916

The year is 1803, and Darcy and Elizabeth have been married for six years. There are now two handsome and healthy sons in the nursery, Elizabeth's beloved sister Jane and her husband live nearby and the orderly world of Pemberley seems unassailable. But all this is threatened when, on the eve of the annual autumn ball, a chaise appears, rocking down the path from Pemberley's wild woodland. As it pulls up, Lydia Wickham ­ Elizabeth's younger sister ­ stumbles out screaming that her husband has been murdered.

J u li a n B a r n e s

THE SENSE OF AN ENDING LI BARN 3 K 8297702

C a r l os R u i z Z a f òn

EL PRISIONERO DEL CIELO LS RUI 9 K 8313387

Barcelona, 1957. Daniel Sempere y su amigo Fermín regresan de nuevo a la aventura para afrontar el mayor desafío de sus vidas. Justo cuando todo empezaba a sonreírles, un inquietante personaje visita la librería de Sempere y amenaza con desvelar un terrible secreto que lleva enterrado dos décadas en la oscura memoria de la ciudad. Al conocer la verdad, Daniel comprenderá que su destino le arrastra a enfrentarse con la mayor de las sombras: la que está creciendo en su interior.

J e ffr e y E ug e n i de s

Tony Webster and his clique first met Adrian Finn at school. Sex­hungry and book­hungry, they would navigate the girl­less sixth form together, trading in affectations, in­jokes, rumour and wit. Maybe Adrian was a little more serious than the others, certainly more intelligent, but they all swore to stay friends for life. Now Tony is retired. He's had a career and a single marriage, a calm divorce. He's certainly never tried to hurt anybody. Memory, though, is imperfect.

NOVITÀ DI NARRATIVA IN LINGUA ORIGINALE

P . D. J a m e s

THE MARRIAGE PLOT LI EUG 2 K 8313388

It's the early 1980s­­the country is in a deep recession, and life after college is harder than ever. Madeleine Hanna, dutiful English major, is writing her senior thesis on Jane Austen and George Eliot, purveyors of the marriage plot that lies at the heart of the greatest English novels. But real life, in the form of two very different guys, intervenes.

Frankfurt am Main: Suhrkamp, 2008. versione italiana

La notte della Morava

traduzione dal tedesco di Claudio Groff. Milano : Garzanti, 2012. Porodin, Serbia centrale. Manca poco allo scoccare della mezzanotte. Il fiume Morava scintilla per il riflesso della luna che sembra sul punto di volersi tuffare in acqua. Sette figure si avvicinano alla sponda, dove è ormeggiato il battello "Notte della Morava". A invitarli nell'albergo galleggiante, eletto a dimora temporanea, è uno scrittore che ha deciso di ritirarsi dalla scena letteraria. I sette amici non sanno perché sono stati chiamati all'improvviso a raggiungerlo. C'è chi è stato svegliato da una telefonata, chi è stato mandato a chiamare da un messaggero, chi ha sentito una pietruzza lanciata contro il vetro della finestra infrangere il silenzio della notte. Grande è la loro sorpresa quando vedono l'uomo, notoriamente un misogino, che li accoglie con una donna al suo fianco. Chi è questa donna? Un'amante? O forse una prostituta? O più semplicemente una donna che lavora per lui? I sette uomini gli siedono intorno, le domande si affollano, ma lo scrittore non vuole rispondere subito, ha un'intera notte di fronte a lui. Una lunga notte per raccontare il viaggio che dall'isola di Krk l'ha portato in Spagna, a Numanzia, in Galizia, e poi in Germania e in Austria. Un viaggio per ritrovare le proprie radici, ma anche una fuga da una donna, che l'ha inseguito ovunque per ucciderlo. E che forse adesso è la stessa che siede insieme a loro, in attesa dell'alba...

BIBLIOTECA AUSTRIACA/ÖSTERREICH­BIBLIOTHEK

Handke, Peter Die morawische Nacht: Erzählung.

- 05 -


A P P RO F O N D I M E N TI

SALA MANZONI

VIVACE E ORDINATO BAZAR DEL SAPERE La luminosa e grande sala liberty che si trova appena entrati in Biblioteca ha pareti decorate con stucchi eleganti e leggeri. E’ uno spazio che lascia vagare lo sguardo e fa viaggiare la mente. E’ sala Manzoni, la vetrina e lo scrigno del piacere di leggere, ascoltare, guardare, sapere per fare. In questo vivace e ordinato bazar di scaffali, postazioni e persone, sono circa 1500 gli oggetti che escono ed entrano durante ogni giorno di apertura. La metà in uscita, la metà in fase di rientro. Un paio di centinaia di DVD, un centinaio di CD musicali, e ben 800 libri che volano dalle mani dei lettori agli scaffali e viceversa. Ne parliamo con Ivana, Claudia, Alessandra, Ugo, i bibliotecari che gestiscono questa parte del servizio Biblioteca.

Cos’ha questa sala di tanto speciale da diventare un’area così attraente e frequentata?

Lo spazio è in effetti molto bello e accogliente, e poi qui ci sono i libri più cercati: la narrativa, anche divisa per generi (storia, gialli, fantasy, rosa...); ci sono i romanzi nelle diverse lingue e la Biblioteca austriaca. C’è anche una parte della sezione dei libri trentini. Si trovano le guide per visitare il mondo, i manuali per il bricolage e il Fai da te, i libri di cucina e anche quelli per il benessere, per tenersi in forma, per fare escursioni...

Perché questi diversi tipi di libri sono radunati nella stessa sala?

- 06 -

Perché queste sono le pubblicazioni che per loro natura sono destinate a essere utilizzate (lette, guardate, ascoltate) a casa propria o comunque fuori dalla biblioteca. Così sono proposte, come in un bazar, negli spazi più vicini all'entrata, su scaffali ben visibili e direttamente accessibili al pubblico, che può individuare agevolmente quanto cerca (o essere attirato dalle proposte offerte) e ottenere facilmente il prestito. Lo si chiama anche “fast book”.

Quali sono i vostri compiti?

Il prestito e la restituzione sono l’attività preponderante nella nostra postazione, ma di fatto “apriamo” il primo accesso alla ricerca dei libri e delle informazioni, anche rispetto a quanto si può trovare in tutta la Biblioteca.

Di che tipo di ricerche si tratta?

Può capitare di fornire liste di libri riguardo ad un argomento. O più semplicemente fornire una lista dei libri scritti da un autore già conosciuto dal lettore. Molto spesso produciamo liste di libri presenti nella nostra e in altre biblioteche e le forniamo anche via e­mail.

Quindi tocca a voi stabilire il primo contatto con il lettore. Come vivete questa responsabilità?

C’è in noi il desiderio di soddisfare il più possibile le richieste a questo primo contatto, ma dopo un approfondimento, quando necessario, l’utente può essere indirizzato verso altre sezioni della biblioteca e anche verso altre biblioteche di carattere specialistico.

Chi ha queste esigenze di ricerca? Sono gli studenti?

Non solo, la curiosità culturale è tanta e diffusa in ogni categoria di persone, e così il desiderio di essere informati e di approfondire.

Sala Manzoni è organizzata con il sistema a “scaffale aperto”, gli utenti potrebbero fare completamente da soli, ma da voi arrivano lettori sempre informati e abili nella ricerca?

I nostri utenti di sicuro amano la lettura, molti sanno ciò che vogliono e dove trovarlo, tuttavia non sempre sono in grado di attingere alle informazioni da soli e soddisfare i tanti desideri di ricerca (autori, titoli, generi, tematiche). In questo caso cerchiamo di assistere il lettore curioso, a volte anche


accompagnandolo fisicamente tra gli scaffali. Il nostro è un addestramento all’uso della Biblioteca che viene fornito quando vi è la necessità.

Che richieste vi vengono rivolte?

La domanda può anche essere “Vorrei leggere un buon libro, può consigliarmi?”. Questione semplice solo in apparenza, in realtà si tratta della domanda più insidiosa e temuta.

E voi come rispondete?

Cerchiamo di capire meglio; facciamo delle domande al lettore; ascoltiamo. Lo sguardo corre alla lista dei libri che quell’utente ha già letto e il pensiero vola alle svariate possibilità collegate con quei titoli e quei gusti. Poi ci si prova. Si consigliano almeno due o tre titoli e si spera di aver fatto bene.

Avete un riscontro di questa attività di consiglieri?

Sì, ma non registrato e scientifico. L’importante è fare passare l’idea che la richiesta, piuttosto difficile da esaudire con a disposizione migliaia di titoli, è presa sul serio. A volte c'è un ritorno: una volta letto il libro il lettore ci restituisce un commento, positivo o negativo, che sarà sempre utile e costruttivo.

L’impressione è che voi creiate un ambiente amichevole, ma come ve la cavate con le numerose regole da far rispettare?

Patti chiari, amicizia lunga! Crediamo molto nella spiegazione delle motivazioni che portano alle regole. Si cerca di far comprendere, ad esempio, che un ritardo nella restituzione impedisce ad un altro lettore di avere un film o un libro... E così via.

Rispondete anche a richieste di ricerche al telefono?

- 07 -

Vorremmo farlo, ma al telefono possiamo accettare solo richieste di rinnovo del prestito. Altro non è materialmente possibile. Davanti al nostro banco ci sono le persone che ci stanno facendo visita qui, in biblioteca. Ci sembra giusto che queste abbiano la precedenza.

Chi altro collabora con voi quattro?

Ci sono i colleghi che svolgono direttamente le mansioni di restituzione e prestito e che ricollocano e risistemano i libri e gli altri materiali nella loro esatta posizione (solo così sono nuovamente rintracciabili); si chiamano Livia, Patrizia, Marcella, Francesco e un altro Francesco. E va ricordato che una parte dell’orario serale e del fine settimana viene gestito da bibliotecari e personale di una cooperativa di servizi.

In questa sala c’è anche gente seduta, che legge e che studia, e nel bel mezzo c’è un ampio spazio centrale senza scaffali, ma con strutture ed espositori che presentano altri libri... Sì, è una sala dove si può leggere, anche studiare se si accetta un po’ di via vai. Molto utilizzata anche la buona copertura del segnale wifi. E si può passeggiare tra gli scaffali in cerca di qualcosa da leggere. Inoltre sugli espositori offriamo percorsi a tema preparati dalla collega Elena, e novità librarie. Da qualche settimana abbiamo avviato una importante innovazione: ospitiamo lo scaffale delle novità dei libri di non­fiction (saggistica), che prima si trovavano solo al primo piano...

E come va?

Come il pane!

Foto di Luciano Palombi


P AGINE

IN CUCINA

Che siano pagine dolci come il miele o parole affilate come un coltello, vi proponiamo una selezione di romanzi che hanno la cucina e il buon cibo come protagonista.

A l m u d e n a Gr a n d e s INÈS E L’ALLEGRIA Guanda

A Madrid, nel 1936, Inés si ritrova all'improvviso sola in un momento cruciale per il suo Paese. Sfidando le proprie origini aristocratiche e le idee reazionarie, comincia a frequentare un gruppo di militanti comunisti, ma viene arrestata e mandata in una casa sperduta in mezzo ai Pirenei. Solo due cose la consolano: la scoperta dei piaceri della cucina e l'ascolto notturno della radio clandestina del Partito. È così che, nell'ottobre del '44, viene a sapere che l'esercito dell'Unione nazionale spagnola si prepara a lanciare l'operazione Riconquista della Spagna. Inés capisce che per lei è arrivato il momento di riscattarsi: in sella al suo purosangue e con un carico di cinque chili di ciambelle, vola incontro all'allegria. La troverà, tra le braccia del capitano Galán e ai fornelli del municipio di Bosost, cucinando per il Lobo e i suoi uomini.

- 08 -

Y a s m i n A l i b h a i ­B r o w n

MANGO CURRY E SOUVENIR Neri Pozza

R i c ha r d C . M o r a i s

MADAME MALLORY E IL PICCOLO CHEF INDIANO

Neri Pozza

Hassan Haji è nato e cresciuto sopra il ristorante di suo nonno a Bombay,osservando l'energica nonna che passava svelta le fettine di melanzana nella farina di ceci, dava uno scappellotto al cuoco, mentre gli allungava un croccante di mandorle.Naturale che quando l'intera famiglia Haji si trasferisce, dopo la scomparsa della madre di Hassan, a Lumière, nel cuore della Francia, sia proprio lui, il piccolo Hassan, a prendere il posto della nonna ai fornelli della Maison Mumbai. Peccato che abbia di fronte un albergo a diverse stelle, Le Saule Pleureur, la cui proprietaria, Madame Mallory, sia andata a protestare dal sindaco per la presenza di un bistrò indiano...

Sa r a h A d d i s o n A l l e n

IL PROFUMO DEL PANE ALLA LAVANDA Sonzogno

Si m o n e t t a G r e g g i o

STELLE DI PROVENZA Corbaccio

N i c ol e M on e s

L’ULTIMO CHEF CINESE Neri Pozza

Maggie sta cercando di ritrovare il suo equilibrio dopo la morte del marito Matt. Ma un’altra prova la aspetta: un ex collaboratore di suo marito a Pechino le comunica che in un'istanza legale una donna sostiene che Matt è il padre della sua bambina. Maggie decide di andare in Cina per appurare la verità. Una volta lì, per non macerarsi nell'attesa del test di paternità, ha pensato di offrire ai lettori della rivista di cucina per cui lavora, un servizio su Sam Liang, giovane chef emergente, per metà americano e per l'altra metà cinese. Quando Maggie bussa al portone di casa Liang, si trova al cospetto di un giovane uomo affascinante, dagli zigomi pronunciati e dai capelli neri e lisci. Ma quello che le toglie il fiato è il regno di quell'antica casa: una cucina organizzata in modo stupefacente.

A n e v e fe r m a

STEFANIA BERTOLA Salani

Emma, aiutante pasticcera, perde l'amore della sua vita tre giorni dopo averlo trovato. Elena lo sta cercando da trent'anni. Camelia, invece, si innamora continuamente, di chiunque. Il problema di Camelia, caso mai, è il quaderno di ricette che le ha lasciato in eredità suo nonno, scritto in un codice misterioso. Bianca è impegnata in una battaglia contro un giovane dottore, più volte ladro, il tutto gravita, fra ricette paradisiache, intorno alla pasticceria Delacroix.

P hi l i b e r t Sc ho g t

LA BOTTEGA DEL CIOCCOLATO Garzanti

R os e t t a L oy

CIOCCOLATA DA HANSELMANN Rizzoli

Anni Trenta: un uomo, un giovane scienziato ebreo di cui due sorellastre, Isabella e Margot, sono entrambe innamorate. La serenità di un


tranquillo rifugio in Svizzera non riesce a cancellare gli orrori della guerra e delle persecuzioni razziali, né a evitare una violenta ribellione contro il ricatto, una scomparsa misteriosa e un epilogo che è un sorprendente antefatto.

E r i ca B a u e r m e i st e r

LA SCUOLA DEGLI INGREDIENTI SEGRETI Garzanti Il ristorante di Lillian è un luogo speciale, dove si ritrovano ricordi perduti, si stringono promesse d'amore o nasce un'amicizia. Lo sanno bene gli allievi del suo corso di cucina, tutti alla ricerca dell'ingrediente segreto che ancora manca alla loro vita.

J a m e s R u n ci e

LA SCOPERTA DEL CIOCCOLATO Garzanti

M a r co M a l v a l d i

ODORE DI CHIUSO Sellerio

C h i t r a B . Di v a k a r u n i

LA MAGA DELLE SPEZIE Einaudi

J u l i e P ow e l l

JULIE & JULIA Rizzoli

L'autrice, in crisi lavorativa e personale s’imbarca in un’impresa folle: realizzare in un anno tutte le ricette di un libro di cucina ritrovato nella credenza di mamma: "Imparare l'arte della cucina francese" di Julia Child, la donna che introdusse la burrosa raffinatezza di Francia sulle tavole americane. Così la storia vera che Julie Powell ci racconta si insaporisce di sapori e di folgoranti rivelazioni sulla natura di quella specie particolare di essere vivente che è l'uomo a tavola. E intanto Julia Child, sorridente cuoca d'altri tempi, diventa sempre più una sorta di fata turchina...

T i ta n i a H a r di e

1895. In un castello della Maremma arriva IL GIARDINO DELLE ERBE PROIBITE l'ingombrante e baffuto Pellegrino Artusi. Lo Piemme precede la fama del suo celebre manuale "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene", che I t o Og a w a ha inventato la tradizione gastronomica IL RISTORANTE DELL’AMORE RITROVATO italiana. Il castello è abitato dalla famiglia del Neri Pozza barone Romualdo Bonaiuti, gruppo Ringo, una ragazza che lavora nelle cucine di un tenacemente dedito al nulla, e la numerosa ristorante turco di Tokyo, rientra una sera a casa servitù. Contemporaneamente al cuoco letterato con l'intenzione di preparare una cena per il suo è giunto al castello il signor Ciceri, un fotografo. fidanzato, ma scopre che lui l'ha lasciata. Per In questo umano e un po' sospetto entourage, riprendersi dall’abbandono ritorna al villaggio piomba gelido il delitto. natio, da dove è scappata ancora quindicenne. Là, nella quiete dei monti, Ringo ha un'idea M u r i e l B a r be r y singolare: aprire un ristorante per non più di una ESTASI CULINARIE coppia al giorno, con un menu ad hoc, E/O ritagliato sulla fisionomia e i possibili Nel signorile palazzo di rue de Grenelle a desideri dei clienti. Parigi monsieur Arthens, il più grande critico gastronomico del mondo, è in K a j s a I n g e r m a r s s on punto di morte. Il despota cinico e PICCOLI LIMONI GIALLI tremendamente egocentrico, che Mondadori dall'alto del suo potere smisurato decide Nel giro di poche ore Agnes vede il suo le sorti degli chef più prestigiosi, nelle mondo andare in pezzi: il capo tenta di ultime ore i vita cerca di recuperare un molestarla e, respinto, la licenzia. sapore primordiale e sublime, il Sapore Rientrando a casa scopre che il suo fidanzato ha per eccellenza, quello che vorrebbe assaggiare deciso di lasciarla. E un'altra brutta sorpresa è in di nuovo, prima del trapasso. A fare da arrivo dai genitori... Ma Agnes non vuole darsi contrappunto alla voce dell'arrogante critico c'è per vinta e accetta la proposta di un amico: la nutrita galleria delle sue vittime: i familiari, aprire insieme un piccolo ristorante che l'amante, l'allievo, il gatto e anche la portinaia profonda nell'inverno svedese profumi e sapori Renée… del Mediterraneo.

- 09 -


A P P RO F O N D I M E N TI

L ONDRA . G IOCHI

A n t on i o C a p r a r i c a

ORO, ARGENTO E BIRRA LE OLIMPIADI DI LONDRA Sperling & Kupfer, 2012

Per ben tre volte ­ da quando, nel 1896, si svolsero le prime Olimpiadi dell'età moderna ­ Londra è stata scelta come sede dei Giochi. Infatti, se si scorre un elenco delle discipline più popolari e praticate al mondo, si scoprirà una inconfutabile genealogia inglese: baseball e calcio, tennis e ippica nascono nell'Isola; hockey, boxe e polo devono le loro regole ai sudditi di Sua Maestà. Raccontare le edizioni londinesi dei Giochi Olimpici diventa così l'occasione per indagare la storia e le curiosità di questa passione nazionale e per rivivere le emozioni di sfide epocali.

- 10 -

P i e t r o P a o l o M e n n e a , Da n i e l e Me n a r i n i LA CORSA NON FINISCE MAI Limina, 2012

Carattere forte, introverso, ostinato, Mennea deve i suoi successi sportivi, oltre che allo straordinario talento innato, al lavoro duro e alla tenacia ferrea di un allenamento costante e quotidiano. Nel 1979 a Città del Messico, durante le Universiadi, con 19"72, realizzò il record del mondo nei 200 metri, primato che resisterà fino al 1996. Poi, nel 1980, l'oro olimpico di Mosca: sul filo del rasoio dopo una rimonta prodigiosa. Il 22 marzo 1983 stabilì anche il primato mondiale dei 150 metri piani, con 14"8, che resiste tutt'oggi.

J a c o m u z z i St e f a n o

STORIA DELLE OLIMPIADI. GLI ULTIMI IMMORTALI

SEI, 2011

Da Dotando Pietri a Stefano Baldini, da Sara Simeoni a Federica Pellegrini, da Jessie Owens a Usain Bolt: la storia dei Giochi Olimpici è la storia del XX secolo, e la lettura di questo vivace ritratto del secolo passato, e di quel che abbiamo del XXI, lo confermerà. L'autore ci aveva già raccontato alcuni anni fa la rinascita delle Olimpiadi moderne e il loro successivo consolidamento come appuntamento agonistico

OLIMPICI

2012.

di risonanza internazionale. La sua narrazione va dagli incerti inizi dei Giochi di Atene nel 1896 fino ai fatti drammatici di Monaco nel 1972. Il suo tocco accurato ricostruisce la contraddittoria e cambiante trama geopolitica sulla quale ogni edizione dovette costruirsi e ne ricompone i mitici personaggi, con tutti i loro primati e le loro miserie. Nel CD­ROM allegato sono presenti tutti i risultati delle olimpiadi e una galleria fotografica.

N i c ol a R og g e r o

L' IMPORTANTE È PERDERE. STORIE DI CHI HA VINTO SENZA ARRIVARE PRIMO

FBE, 2010

Si può perdere ed essere grandissimi, così come vincere ed essere dimenticati. Questo libro racconta di uomini e di storie, prima che di atleti e di numeri, di gare epiche e di finali mai scontati. Non fatevi ingannare dagli ordini d'arrivo, dalle vittorie o dalle sconfitte: lo sport, come la vita, non può limitarsi solo agli albi d'oro. Ci sono storie che hanno lasciato un segno al di là del loro valore sportivo, come quella di Tommie Smith e John Carlos ai Giochi di Città del Messico 1968, quelli del pugno chiuso, del guanto nero, della protesta razziale. Per quel gesto i due persero tutto: carriera, famiglia e ogni possibilità di sfruttare la gloria che dà una medaglia olimpica. 0 storie di autentica lealtà come quella di Michael Bennett, Richard Evans, lan Haslam e William Moore, il quartetto inglese di ciclismo su pista che rinunciò all'oro mondiale nel 73 a favore dei tedeschi occidentali caduti accidentantalmente prima del traguardo. In ogni disciplina sportiva il valore del risultato è spesso commisurato allo spessore umano di chi l'ha conseguito. Si può scegliere tra vincere da arroganti o perdere da gentiluomini. Non ci sono dubbi: questi ultimi sono i veri fuoriclasse, uomini che hanno vinto senza arrivare primi.

Da v i d M a r a n i s s ROMA 1960 Rizzoli, 2010

"Roma nel 1960 su spazzata dalle Olimpiadi come da una ventata di freschezza". In una città che cerca di


scrollarsi di dosso le pesanti eredità del fascismo, approdano dai quattro angoli della Terra le delegazioni sportive di quelle che passeranno alla storia come le prime Olimpiadi dal dopoguerra a tornare ai fasti del passato, ma nel contempo le ultime dell'era romantica, ispirate ancora a una concezione aristocratica e "non professionista" dei giochi. In questo periodo cominciano infatti a emergere nuove forze destinate a mutare profondamente lo sport in generale: gli sponsor, le tecnologie, il doping. E le prime Olimpiadi in mondovisione sono anche il palcoscenico di un equilibrio politico mondiale in rapida evoluzione, con Usa e Urss al centro di una sfida a suon di medaglie e di propaganda.

Da v i d C l a y L a r g e

LE OLIMPIADI DEI NAZISTI: BERLINO 1936 Corbaccio, 2009

I Giochi voluti da Hitler furono sin dall'inizio una festa politica, sceneggiata e orchestrata in funzione delle ambizioni e della strategia della Germania. L'apparizione della televisione negli stadi (quattordici unità mobili create da Telefunken e DaimlerBenz per venticinque sale di spettacolo) consolidò l'immagine della Germania come potenza scientifica e tecnologica. Questo libro non è soltanto una storia dei Giochi di Berlino. È anche storia del movimento olimpico, della sua evoluzione, del contesto politico internazionale in cui le Olimpiadi del 1936 furono realizzate, del modo in cui quell'evento è ricordato nella Germania d'oggi.

G i a n p a ol o C a r bon e t t o

DA OLIMPIA A PECHINO: LA STORIA DELLE

OLIMPIADI CON I PREMIATI DI TUTTE LE GARE

Forum, 2008

Nel 2008 si tiene a Pechino la ventinovesima edizione dei Giochi olimpici moderni, rinati nel 1896 con De Coubertin dopo che nell'antichità erano stati celebrati a cadenza quadriennale per oltre mille anni. Gianpaolo Carbonetto ha narrato in modo sistematico e completo la storia di questo straordinario evento, attraverso

notizie, episodi e curiosità delle gare e dei protagonisti inseriti nell'epoca e nel clima in cui sono vissuti. Una panoramica in cui sono raccontati successi, difficoltà, momenti dimenticati di ogni edizione e vengono riportati i nomi dei venticinquemila atleti che, al termine di quasi settemila gare, sono saliti sul podio per ricevere una medaglia d'oro, d'argento o di bronzo.

M a r i a M a v r om a t a k i

OLIMPIA E I GIOCHI OLIMPICI DALL'ANTICHITÀ A OGGI Crocetti, 2004

G e or g e J on a s

VENDETTA: LA VERA STORIA DELLA CACCIA AI TERRORISTI DELLE OLIMPIADI DI MONACO 1972 Mondolibri, 2006

Il 5 settembre 1972, un commando palestinese di Settembre Nero fa irruzione nel villaggio olimpico di Monaco e sequestra alcuni atleti israeliani. L'azione si concluderà con un bagno di sangue: moriranno undici atleti, sette terroristi e un poliziotto tedesco. Subito il Mossad organizza una rappresaglia: undici persone legate al terrorismo palestinese e ai fatti di Monaco dovranno morire. Un agente e altri quattro uomini vengono incaricati della missione. Il risultato sarà una lunga scia di sangue.

M a r i o P e sca n t e

LE ANTICHE OLIMPIADI: IL GRANDE SPORT NEL MONDO CLASSICO

Rizzoli, 2003

I primi giochi dell'Antica Grecia si svolsero nel 776 a. C.; gli ultimi di cui si possiede una data certa nel 369 d. C. Era la 287° Olimpiade. Dopo le date si perdono e diventano incerte; il cristianesimo avversava le gare sportive, la situazione politica era sempre più incerta, quei giochi non erano più il momento in cui le diverse popolazioni elleniche si riunivano consapevoli di una comune radice.

- 11 -


I L P I A C E RE D I L E G G E RE

De l p h i n e d e V i g a n

NIENTE SI OPPONE ALLA NOTTE Mondadori

Nel 2008, a sessantun anni, Lucile si toglie la vita. A scoprirla è sua figlia Delphine, l'autrice di questo libro. Perché? Lucile era una donna bellissima, ammirata e desiderata, che portava in sé da sempre una ferita profonda. "Il suo dolore ha fatto parte della nostra infanzia e, più tardi, della nostra vita adulta, il dolore di Lucile fa indubbiamente parte del nostro essere, mio e di mia sorella. Eppure, ogni tentativo di spiegazione è votato alla sconfitta." Ma questa morte esige almeno di avvicinarlo, quel dolore, di esplorarne i contorni, i recessi segreti, l'ombra che proietta.

Da v i d M o n t e a g u d o FINE Guanda

RO M A N Z I & RA C C O N TI

- 12 -

Un gruppo di vecchi amici, che ormai non hanno più nulla in comune, si ritrova venticinque anni dopo nello stesso rifugio di montagna che hanno frequentato da ragazzi. Per onorare un'antica promessa si presentano tutti, tranne il Profeta, il più timido e cupo della compagnia. Verso mezzanotte, il cielo, fino a quel momento nuvoloso, si riempie di stelle e di colpo tutti gli apparecchi elettrici smettono di funzionare. Al mattino, uno di loro non si trova più. È la prima di una serie di sparizioni misteriose, che avvengono mentre i protagonisti provano a capire cosa stia succedendo, percorrono a piedi una gola, tentano di arrivare nella cittadina distante venti chilometri, cercano di trovare qualcosa da mangiare e da bere, nell'inquietante assenza di ogni traccia di esseri umani...

T r a c y B l oom

NIENTE SESSO, È MARTEDÌ Sperling & Kupfer

La vita, per Katy Chapman, è davvero complicata. L'amore non è mai stato il suo forte. Si è innamorata una sola volta, di Matthew, il suo storico ragazzo del liceo. Tra loro è finita da anni ­ dal momento che lui ha sposato un'altra ­ ma Katy non l'ha mai dimenticato. Al punto da trascorrere con lui una notte di passione, complice una rimpatriata piuttosto alcolica con gli ex compagni

delle superiori, proprio nel periodo in cui è avvenuto il concepimento. Quando se lo ritrova davanti al corso preparto, dove Matthew ha accompagnato la moglie a sua volta in attesa, è un autentico choc.

J o hn A j v i d e L i n d q v i s t MURI DI CARTA Marsilio

Che si tratti di un edificio in un sobborgo di Stoccolma che comincia a muoversi minaccioso, di una donna con uno straordinario sesto senso che si trova più a suo agio tra gli alberi della foresta che tra le persone, o di un'anziana pensionata che si lascia coinvolgere in uno strano giro di furti ai grandi magazzini, queste storie inquietanti e magiche nascono tutte da un quotidiano così desolato e spaventoso che solo il sovrannaturale può promettere un riscatto.

G i a c om o P a p i

I PRIMI TORNARONO A NUOTO Einaudi

Ritornano tutti, uno per uno. Vengono dall'Ottocento, dal Rinascimento, dalla Preistoria. Sono uguali a noi. Chiedono spazio e ospitalità. Non sono minacciosi all'inizio, solo smarriti e voraci: vogliono vivere, proprio come noi. E i vivi? Adriano Karaianni è il medico che ha scoperto il primo rinato. Maria aspetta un bambino da lui. La loro storia fa da controcanto al destino che i vivi devono affrontare. Con un ritmo serrato e il nitore di una lingua che sa descrivere la ferocia dell'umanità condannata a una vita senza fine, Giacomo Papi racconta un mondo dove nascere diventa un crimine. E reinventa con grande originalità uno dei luoghi più fecondi del nostro immaginario, quello del "ritorno dei morti".

J a m e s Fr a n co

IN STATO DI EBBREZZA Minimum fax

Lontana dall'immagine di ordine e benessere tipica della Silicon Valley (oggi vi ha sede, ad esempio, il quartier generale di Facebook), la Palo Alto degli anni Novanta è, in queste pagine, lo scenario desolato di storie di confusione e frustrazione adolescenziale. Fra i campetti da basket, le case borghesi e i viali alberati, i teenager protagonisti di


A n n a V e r a Su l l a m

UNDICI STELLE RISPLENDENTI Mondadori

Manca solo un mese a Pesach, la Pasqua ebraica, e quest'anno tocca a Vittoria occuparsi della grande cena. La preparazione meticolosa della tavola, dei pani azzimi, delle erbe amare e dei dolci è una responsabilità, ma se non altro aiuterà Vittoria a distrarsi dal pensiero dell'uomo che, dopo tanti anni di matrimonio felice, le fa battere il cuore. Dalla storia dell'amore perduto e mai dimenticato della novantenne zia Angelina fino agli intrecci non facili delle famiglie che nascono nel millennio della precarietà globale, tre generazioni si confrontano sulle comuni radici ebraiche e sul senso dell'esistenza nel corso di una serata destinata a cambiare la vita di ciascuno dei commensali.

A n t o n i o So l e r

IL SONNO DEL CAIMANO Tropea

Al portiere più anziano dell'Hotel Regina a Toronto mancano solo sei mesi per andare in pensione. Da trent'anni abita in un paese che non è il suo, ma ormai non sa più da quanto tempo ha rinunciato a vivere. Eppure un tempo è stato anche lui giovane e vivo, in Spagna, durante il franchismo. E ci sono state armi e rapine, e una dittatura da rovesciare, e uomini da disprezzare, e il sogno di una rivoluzione. E una donna da amare. È da quel passato che riemerge Luis Belsa. L'uomo che gli ha rubato l'esistenza, vuotando il sacco sul gruppo rivoluzionario di cui tutti e due facevano parte e consegnandolo all'inferno delle prigioni di Franco.

J o ha n n a Sk i b s r u d I SENTIMENTALI Fandango

I veterani di guerra continuano a vivere sospesi, perché qualcosa, dopo l'esperienza in trincea, deve essersi rotto. Sono invecchiati, parlano a stento, nascondono ombre che chiudono a chiave in soffitte appartate perché nessuno le scovi chiedendone

conto. Napoleon Haskell annega i suoi giorni in un passato pieno di ricordi, con la mente rivolta al Vietnam e una piccola ossessione per i cimeli polverosi. Il trasferimento di Napoleon a Casablanca, nella residenza dell'amico Henry, diraderà le nebbie che avvolgono la superficie opaca delle cose, e sua figlia rimetterà insieme, in un atto di cura amorevole, le parti sconnesse di una storia che rischia di perdersi, insieme a molto altro.

RO M A N Z I & RA C C O N TI

questi racconti sfuggono alla noia e alla solitudine dandosi all'alcol, alle droghe, al sesso casuale, alla violenza.

A l e s s a n d r a A r a c hi

CORIANDOLI NEL DESERTO Feltrinelli

Ha perso la gloria e la fama, che sono andate tutte a lui, l'amico fraterno. Il premio Nobel per la fisica. Enrico Fermi. Forse sarebbe bastato poco per condividerle. Ha perso anche l'amore, quello per lei. L'unica ricercatrice del gruppo di via Panisperna. La donna che saliva e scendeva dagli aerei come dalla sua bicicletta. È il giugno del 1969 quando dal suo letto d'ospedale Enrico Persico ripercorre il tracciato della sua esistenza vissuta all'ombra del genio. Schiacciato dal peso del genio. Da quel letto vediamo Persico inseguire la speranza e l'ambizione, e sentiamo il destarsi di una voce, di segrete accensioni, di timidi stupori, di malcelati rimpianti: la sua è la storia di un eterno secondo, sullo sfondo di un teatro umano irrimediabilmente più grande di lui.

J a u m e C a br é IO CONFESSO Rizzoli

In un negozio nel cuore di Barcellona, pieno di oggetti antichi e manoscritti rari, Adrià Ardèvol cresce sotto lo sguardo del padre antiquario, uomo dal cuore freddo e dai molti segreti. È intelligente, Adrià e lo studio costante lo porta, nel volgere di pochi anni, a imparare tredici lingue e a suonare il violino come un virtuoso. Ma il giorno in cui il padre Felix muore assassinato, sarà proprio il violino ­ un prezioso Storioni del 1700 che il ragazzo ha scambiato con uno strumento di nessun valore ­ a risvegliare in Adrià il sentimento di una colpa che ha radici lontane, e che forse ci riguarda tutti.

- 13 -


RO M A N Z I & RA C C O N TI

V a n e s s a Sc hn e i d e r 17 RAGAZZE Barbès editore

Alla fine dell'anno scolastico 2008, nel liceo di Gloucester, nel Massachussets, diciassette ragazze erano contemporaneamente incinte, e nessuno sapeva chi fossero i padri. Le ragazze, tutte tra i quattordici e i sedici anni, confessarono di aver fatto un patto per tenersi i bambini e crescerli tutte insieme. Da questa storia vera, la scrittrice Vanessa Schneider, spostando l'azione nella provincia francese, ha tratto un romanzo, raccontato a più voci, che esplora con dolcezza e profondità gli abissi dell'adolescenza e della femminilità e mette in evidenza gli spietati meccanismi sociali di una piccola comunità. Ispirandosi alla stessa vicenda, le due giovani registe esordienti Delphine e Muriel Coulin hanno tratto il film "17 filles".

R obe r t o A n d ò

- 14 -

IL TRONO VUOTO Bompiani

Il segretario del maggiore partito d'opposizione, Salvatore Oliveri, dopo il crollo dei sondaggi e l'ennesima contestazione, decide di scomparire e si rifugia in segreto a Parigi, in casa di un'amica che non vede da trent'anni, Danielle. Unici, e parziali, depositari della scomoda verità, Andrea Bottini, collaboratore di Oliveri, e Anna, la moglie dell'onorevole, in realtà continuano ad arrovellarsi sul perché della fuga e sulla possibile identità di un eventuale complice. Bottini propone ad Anna di usare il fratello gemello di Oliveri, un filosofo geniale segnato da una depressione bipolare, come sostituto dello scomparso. Il filosofo si trasferirà a casa sua, avviando uno strano mènage e un'involontaria carriera politica.

I s a b e l l a Sa n t a c r o c e AMORINO Bompiani

Siamo a Minster Lovell, freddo e austero villaggio inglese. È il 1911. C'è nebbia. Albertina e Annetta Stevenson, gemelle monozigote, arrivano da Londra per ereditare un cottage vittoriano in seguito alla morte dei genitori, avvenuta sotto circostanze misteriose. Vestono in

modo identico, e si mostrano così integerrime, così schive, che il primo ad accoglierle, o forse ad attirarle nella tela di un ragno, sarà uno strano parroco, Padre Amos. E sarà lui ad affidare alle sorelle Stevenson la gestione del coro della sua chiesa, il coro "Amorino". Ma chi sono realmente Albertina e Annetta Stevenson? Perché il loro arrivo a Minster Lovell coincide con una serie di inspiegabili accadimenti?

J or g e M ol i s t

PROMETTIMI CHE SARAI LIBERO Longanesi

In una mattina del 1484 Joan Serra sta giocando a indovinare le forme delle nuvole. Più in basso, una sagoma ben più minacciosa solca il limpido mare della cala di Llafranc: una galea corsara sta per assaltare il piccolo borgo di pescatori in cui Joan è nato, dodici anni prima. Suo padre, Ramón, muore difendendo la famiglia dagli assalitori, ma non riesce a impedire il rapimento della moglie e della figlia. Le sue ultime parole sono indirizzate a Joan: «Promettimi che sarai libero...» Straziato dal dolore e dalla rabbia, il ragazzo è costretto a cercare fortuna a Barcellona, dove trova lavoro in una nota bottega di amanuensi e rilegatori.

C hr i s t o p he r M o o r e SACRÉ BLEU Elliot

Il titolo del romanzo si ispira al prezioso color azzurro, ricavato dai lapislazzuli d’Oriente e utilizzato nell’arte sacra per ornare gli abiti della Madonna. Ambientato a Parigi nel 1880, ne è protagonista Lucien, fornaio e figlio di fornai, ma deciso a diventare pittore – il sogno di suo padre, amico e protettore di artisti poveri e affamati di nome Renoir, Monet, Pissarro, Cézanne… Anche Lucien dipinge e ha come “spalla” d’eccezione un certo Toulouse­Lautrec – e la sua musa è la bella Juliette dagli occhi color del cielo. Al fianco della ragazza, un venditore di colori, dietro la cui misteriosa apparizione si celano enigmi e retroscena sconvolgenti: la sparizione dell’azzurro da certi capolavori rinascimentali, o il misterioso suicidio – omicidio? – di Vincent Van Gogh.


POI SEI ARRIVATO TU Piemme

Jules, Annie, Bettina e India non potrebbero essere più diverse. Jules studia a Princeton ed è considerata da tutti uno schianto. Lei, però, non si è mai sentita a suo agio con i coetanei e ogni lunedì non vede l'ora di fuggire dall'università per raggiungere il centro commerciale più vicino. Annie ha due figli che adora, un marito che ama da impazzire e una casa che, dopo la crisi, non può più permettersi. Bettina e India, rispettivamente 20 e 43 anni (anche se ne dichiara 38), sono figliastra e matrigna e non possono stare a meno di cento metri di distanza senza punzecchiarsi e litigare. Sarà il caso o forse il destino a far intrecciare le loro vite grazie a un desiderio che quasi ogni donna serba nel proprio cuore: quello di diventare mamma.

P a t r i z i a Z a p p a M u la s L'ORGOGLIOSA Et al. edizioni

L'orgogliosa racconta una storia di intense passioni che si svolge nel piccolo universo di una terza elementare femminile, in un'ipotetica città del Nord. Il regolare scorrere dei giorni è interrotto da uno scandalo: si scoprono delle firme false sotto ai voti di un'alunna. Scatta un'inchiesta e una presunta colpevole è trascinata in Direzione. Sottoposta a un durissimo interrogatorio, la protagonista si chiude in un orgoglioso silenzio.

V a l e n t i n a C a s a r ot t o

IL SEGRETO NELLO SGUARDO. MEMORIE DI

ROSALBA CARRIERA PRIMA PITTRICE D'EUROPA Angelo Colla editore

Venezia 1141. La grande artista Rosalba Carriera è ormai vecchia e quasi cieca e non può più dipingere. Ma è risoluta a completare il libro delle sue memorie. Parte da qui il flashback della narrazione della più celebre ritrattista di tutti i tempi che osò sfidare le convenzioni di un secolo che ancora relegava la donna al ruolo di moglie e di madre, o di cortigiana. Mossa da una determinazione incrollabile e risoluta a primeggiare nel mondo dell'arte

attraverso i generi fino a quel momento minori (il ritratto privato e la miniatura), e una tecnica 'effimera' come il pastello, Rosalba divenne ricercatissima da committenti illustri di tutta Europa, contesa dalla corte di Parigi e osannata dagli inglesi.

J o hn B u r n s i d e

UNA BUGIA SU MIO PADRE Neri Pozza

Alla guida di un'auto presa a nolo, l'autore sta vagando nel nord dello stato di New York. Le stradine si snodano in un panorama bello e silenzioso, ma è una mattina in cui John si sente particolarmente perduto, smarrito come un uomo venuto dal nulla. Per lenire il suo stato d'animo, decide di caricare a bordo un autostoppista. Lui dice di frequentare una scuola per clown in città e di stare andando a trovare suo padre, un uomo che sa il fatto suo e, dopo la morte della seconda moglie, vive da solo in una casetta nei boschi. Aggiunge poi che suo padre non ha mai criticato le sue scelte ed è sempre stato presente quando ha avuto bisogno di lui. John se lo figura perfettamente un padre così e fantasticherebbe ancora a lungo sul padre del ragazzo, se il giovane autostoppista non gli chiedesse di suo padre. John potrebbe dirgli la verità...

L a u r a Gr i m a l d i

FACCIA UN BEL RESPIRO Mondadori

Per quanto spossata e acciaccata da una grave patologia polmonare, la paziente molto speciale protagonista di questo libro vede il reparto ospedaliero come un palcoscenico su cui medici e malati, infermieri e parenti in visita interpretano ­ attori inconsapevoli ­ la pièce della commedia della vita. Il racconto è un inanellarsi di piccole storie all'interno della storia più grande dei vari ricoveri della protagonista. Che intanto osserva con sguardo fulminante, lo sguardo di una donna straordinaria, tutto ciò che accade in quell'universo popolato di speranze e rassegnazioni, in cui medici, infermieri e malati si sorprendono a volte nel realizzare di essere fra loro sodali invece che antagonisti.

RO M A N Z I & RA C C O N TI

J e n n i fe r W e i n e r

- 15 -


I L P I A C E RE D I C O N O S C E RE

R a c he l e F e r r a r i o

LE SIGNORE DELL'ARTE Mondadori

L'autrice ricostruisce le storie di grandi artiste, che hanno cercato la libertà nella vita e nella sperimentazione e hanno saputo affrancare il loro lavoro dal luogo comune dell'arte “al femminile” e ci offre nel contempo uno scorcio dell'effervescente vita culturale dei primi decenni del dopoguerra: dai salotti torinesi alla Roma del Caffè Rosati, dei galleristi, dei registi e degli attori, fino alla Parigi di Tristan Tzara e Alberto Giacometti. In biblioteca trovate anche:

R a c he l e F e r r a r i o R e g i n a d i q u a d r i : v i t a e p a s s i on i d i P a l m a B u ca r e l l i Mondadori, 2010

J a m e s W e s t c ot t Q u a n d o M a r i n a A br a m ov í c m or i r à Johan & Levi, 2011

Baldini Castoldi Dalai, 2011

S A G G I S TI C A & I N F O RM A Z I O N E

- 16 -

A n t on G i l l P e g g y G u g g e n he i m : u n a v i t a l e g g e n d a r i a n e l m on d o d e l l ' a r t e M a n u e l a Ga n d i n i

I l e a n a So n n a b e n d : " t he q u e e n o f a r t" Castelvecchi, 2008

M a u r o C ov a c i c h L ' a r t e c on t e m p or a n e a s p i e g a t a a t u o m a r i t o Laterza, 2011

So f i a G n o l i

MODA: DALLA NASCITA DELLA HAUTE COUTURE A OGGI

Carocci

Si ripercorre la storia della moda a partire da Charles Frederich Worth, primo sarto inteso non più come semplice artigiano, ma come ideatore di fogge, per arrivare all'età contemporanea. Accanto ai profili dei più importanti designer internazionali, vengono ricostruite le tappe fondamentali dell'affermazione della moda e i suoi passaggi dalla haute couture al pret­à­porter, fino alla globalizzazione e alla fast fashion che hanno caratterizzato il primo decennio del Duemila.

In biblioteca trovate anche:

T i m E dw a r ds L a m o d a : c o n c e t t i , p r a t i c he , p o l i t i c a Einaudi, 2012

J e n n i f e r Cr a i k I l f a s c i n o d e l l ' u n i f or m e : d a l c on f or m i s m o a l l a t r a s g r e s s i on e Armando, 2010

Si m o n a Se g r e R e i n a c h U n m on d o d i m od e : i l v e s t i r e g l oba l i z z a t o GLF editori Laterza, 2011

M i c he l a Z i o , M o n i c a C a m o z z i P a r ol e d i m od a : c om e p a r l a n o g i or n a l i s t i , s a r t i , s t i l i s t i e f a s hi o n b l o g g e r Hoepli, 2011

R e n a t a M o l ho E s s e r e A r m a n i : u n a bi og r a f i a Baldini Castoldi Dalai, 2006

M i r a n d a C a r ol i g n e B u r n s R e i n v e n t a i t u oi v e s t i t i p e r n e g a t i Mondadori, 2010

P a ol o P e v e r i n i

YOUTUBE E LA CREATIVITÀ GIOVANILE: NUOVE FORME DELL'AUDIOVISIVO Cittadella editrice

In che modo i giovani si appropriano dei contenuti audiovisivi? Quali forme assume il video nelle loro mani? Il volume offre una prima riflessione sulle forme tramite le quali molti giovani marcano la propria presenza nei territori della comunicazione digitale. In biblioteca trovate anche:

G i ov a n n i F i or e n t i n o, M a r i o P i r e d d u G a l a s s i a F a c e book : c om u n i c a z i on e e v i t a q u ot i d i a n a Università della Tuscia, 2012

Fe d e r i co Gu e r r i n i T w i t t e r , F a c e book e Y ou t u be : s i c u r e z z a e p r i v a cy Acacia, 2010

Se r g i o L u p p i

LA LOGICA DEGLI SCACCHI Hoepli

E' una guida utile tanto ai principianti quanto ai giocatori già esperti. I primi


In biblioteca trovate anche:

I l p r i m o m a n u a l e d e g l i s c a c c hi : t u t t o q u e l l o c he d o v e t e s a p e r e p e r i m p a r a r e i l g i o c o p i ù be l l o e a n t i c o d e l m on d o Caissa Italia, 2008

E d m o n d s , Da v i d B o b b y F i s c h e r v a a l l a g u e r r a : F i s c h e r ­S p a s s k i j : i l t i t o l o m o n d i a l e d i s c a c c hi e l a g u e r r a f r e d d a Garzanti, 2006

J o hn N u n n E se r ci z i d i t a t t i ca : i m p a r a r e a v i n ce r e l e p a r t i t e d i s c a c c hi Caissa Italia, 2005

H ow a r d B u r n s

LA VILLA ITALIANA DEL RINASCIMENTO

ed. Angelo Colla

Il paesaggio italiano e le periferie dei centri storici sono abbelliti da ville e residenze nobiliari edificate in epoca rinascimentale che costituiscono una delle maggiori attrazioni turistiche. Ma da dove viene, perché e come si è sviluppato il genere architettonico della villa, che ha influenzato gli architetti di tutto il mondo? L'autore, intrecciando in maniera sapiente la storia dell'architettura con la storia sociale, economica e di costume, traccia lo sviluppo di un fenomeno complesso: un'introduzione affascinante e originale alla comprensione dei nuovi modi rinascimentali di vivere in campagna e un'agile guida per vedere e capire uno dei patrimoni artistici più singolari d'Italia. In biblioteca trovate anche:

G u i d o B e l t r a m i n i , H ow a r d B u r n s A n d r e a P a lla d i o e la v i lla v e n e t a d a P e t r a r c a a C a r l o Sc a r p a Marsilio, 2005

M a r g he r i t a A z z i V i s e n t i n i L a v i lla i n I t a li a : ' 4 0 0 e ' 5 0 0 Electa, 1997

A r t u r Do m o s l a w s k i

LA VERA VITA DI KAPUSCINSKI Fazi

Kapuscinski è stato il più importante reporter del '900, esempio di un grande giornalismo improntato a una scelta etica, volto a dare voce a chi non l'ha e a produrre una qualche forma di cambiamento nel mondo. La biografia, riccamente documentata, ha dato adito a forti polemiche per aver insinuato un pesante dubbio: Kapuscinski è stato un grande reporter o un grande narratore? Fino a che punto è lecito modificare lo svolgimento dei fatti per scrivere un reportage? Dove finisce il reportage e dove inizia la letteratura?

S A G G I S TI C A & I N F O RM A Z I O N E

sono accompagnati, passo dopo passo, dalla conoscenza elementare delle regole e del movimento dei pezzi alla corretta impostazione delle linee di gioco. I secondi troveranno materia di riflessione per approfondire le ragioni e la logica che stanno alla base delle tecniche e tattiche più sofisticate.

Di questo autore in biblioteca trovate anche:

P e r c hé è m o r t o K a r l v o n Sp r e t i : Gu a t e m a l a , 1 9 7 0 Il margine, 2010

H o d a t o v oc e a i p ov e r i : d i a l og o c on i g i ov a n i Il margine, 2007

A u t or i t r a t t o d i u n r e p or t e r

Feltrinelli, 2006

I l n e g u s : s p l e n d or i e m i s e r i e d i u n a u t oc r a t e Feltrinelli, 2003

Da l l ' A f r i c a

ESBMO, 2002

I l c i n i c o n on è a d a t t o a q u e s t o m e s t i e r e : c on v e r s a z i on i s u l bu on g i or n a l i s m o Edizioni e/o, 2000

E t t or e M o

DIARIO DALL'AFGHANISTAN Transeuropa

Il rapporto tra Ettore Mo, uno dei nostri più celebri e premiati corrispondenti di guerra, e l'Afghanistan, terra ferita da decenni di guerre intestine e interessi armati delle potenze mondiali, assomiglia a una storia d'amore dolce e sofferta, di quelle che durano anni e sopravvivono alla lontananza, che invece le rende più tenaci e più salde. Vi arriva nel '79, appena diventato corrispondente per il Corriere della Sera. Ma in quella terra torna periodicamente. Nel frattempo tiene un diario, dove annota tutto: la terra, le facce, le persone che incontra,

- 17 -


S A G G I S TI C A & I N F O RM A Z I O N E

le amicizie che stringe, come quella con Ahmad Shah Massud, il Leone del Panshir, terrore dei sovietici e dei talebani, che insegna ai suoi uomini la guerra, ma anche la poesia. In biblioteca trovate anche: A l be r t o C a i r o M o s a i c o a f g ha n o Einaudi, 2010

A hm e d R a s hi d T a l e ba n i : I s l a m , p e t r ol i o e i l g r a n d e s c on t r o i n A si a ce n t r a l e Feltrinelli, 2001

J a m e s Fe r g u sso T a l i ba n : i l n e m i c o s c on os c i u t o Il canneto, 2011

M i c ha e l E . O ' H a n l o n , H a s s i n a She r j a n A f g ha n i s t a n : l a g u e r r a i n f i n i t a Elliot, 2010

J u li a K r i st e v a

- 18 -

STORIE D'AMORE Sonzelli

"Essere una psicoanalista significa sapere che tutte le storie finiscono per parlare d'amore". Julia Kristeva spiega così l'origine di questo libro, ormai divenuto un classico. Il dolore che i pazienti confessano è sempre generato da una mancanza d'amore, sia essa presente o passata, reale oppure immaginaria. E se una possibilità c'è, per chi si pone all'ascolto, di intercettare e intendere questa sofferenza, essa è legata solo alla scelta di condividere quel senso di smarrimento che l'amore sempre mette in scena, dando così all'altro la possibilità di comporre il senso della propria avventura. "Storie d'amore" si confronta così con tutte le forme dell'amore: dall'agape cristiana all'amore sessuale, dall'amore fraterno a quello dei genitori verso i propri figli. In biblioteca trovate anche:

Da v i d e L o p e z L a p ot e n z a d e l l ' i l l u s i on e : l ' a m or e Colla, 2010

R ol a n d G or i L og i c a d e l l e p a s s i on i Angeli, 2006

A n d r e a B a t t i s t on i

NON È MUSICA PER VECCHI Rizzoli

Andrea Battistoni, giovanissimo direttore d'orchestra, si rivolge con brio ed energia ai suoi coetanei e in generale a tutti coloro che hanno sempre considerato noiosa la musica composta dai grandi del passato. Spesso una prima esperienza d'ascolto traumatica può compromettere il nascere di una passione: è successo proprio ad Andrea da piccolo, a cui la madre propinava sofisticati brani di musica da camera. Poi, per fortuna, ha scoperto l'orchestra e l'universo elettrizzante di emozioni che essa può suscitare. In biblioteca trovate anche:

M a r i o B r u n e llo F u or i c on l a m u s i c a Rizzoli, 2011

P a ol o T e r n i I l r e sp i r o d e l l a m u si ca Bompiani, 2011

A l e x R os s I l r e s t o è r u m or e : a s c ol t a r e i l X X s e c ol o Bompiani, 2009

M e r y l e Se c r e s t

MODIGLIANI L'UOMO E IL MITO Mondadori

Bello e dissoluto, grande bevitore e implacabile "tombeur de femmes", impetuoso e a tratti violento: sono alcuni dei cliché a cui si associa in genere la figura di Amedeo Modigliani, uno dei protagonisti più anomali e geniali dell'arte italiana e mondiale. Una fama che ha dato adito a una vera e propria mitologia, alimentata da molti libri e film, spesso storicamente inattendibili. Un'ombra che si estende sulla sua personalità, oscurandone aspetti che si rivelano fondamentali per comprendere davvero l'originalità delle sue opere. In biblioteca trovi anche:

B e a t r i c e B u s c a r ol i R i c or d i v i a R om a : v i t a e a r t e d i A m e d e o M od i g l i a n i Il saggiatore, 2010

H e r be r t L ot t m a n A m e d e o M od i g l i a n i J a c a book , 2 0 0 7


F a bi o F og a g n ol o, P i e r o A m br os i n i , E n r i c o M e l a d i ò

Si l v i a V e r n a c c i n i

TRENTO E DINTORNI. LE PIÙ BELLE GITE (CON CALISIO, MARZOLA, VIGOLANA E BONDONE) Athesia, 2012

3 + 3 TRE N TI N I

dalla SAT trentina, l’intero territorio provinciale è descritto sotto vari punti di vista (geografia, geologia, vegetazione, LA GRANDE GUERRA: IL FRONTE flora e fauna), con un linguaggio ITALIANO NELLE CARTOLINE E NELLE STAMPE DEGLI ARTISTI semplice e comprensibile ma con, alla base, un solido contenuto scientifico. Il Cierre testo è arricchito dalla descrizione di 44 L’iconografia della Grande Guerra si luoghi particolarmente significativi dal arricchisce di un volume originale. punto di vista naturalistico e da Anche questa è una raccolta di immagini corredate da ampie didascalie. immagini, molto spesso di cartoline, ma sono Il lettore, già dalle prime pagine, viene trascinato riproduzioni di quadri d’artista, spesso pittori di in un affascinante viaggio alla scoperta di un grande talento, mobilitati per finanziare, con la Trentino, forse insolito per i turisti dei grandi vendita delle loro opere, i fondi a favore delle parchi di divertimento estivi ed invernali, ma famiglie dei caduti. Un'altra caratteristica, è che autentico per la gente locale che vuole le circa mille immagini raccolte nel volume sono tramandare ai posteri le bellezze paesaggistiche e in grande maggioranza di parte austriaca o naturalistiche, a volte più nascoste e mutevoli di germanica ed offrono dunque il punto di vista del quelle legate alle identità culturali. “nemico” che è un punto di vista opposto, ma parallelo, a quello italiano.

Da r i o P i c c o t t i e A l v a r o T o r c hi o

MARX & ENGELS, INVESTIGATORI Stampa alternativa/Nuovi equilibri

Gli ideologhi del “Manifesto del Partito Comunista” sono protagonisti di un tour de force investigativo in sei episodi, all’insegna del crimine a sfondo Nella Collana "Le più belle gite" storico/filosofico, tra motti di spirito, (Editrice Athesia ­ Bolzano) è uscita progetti sul destino del quarto stato, lupi questa nuova guida per facili escursioni mannari in Boemia; e contatti con scritta e curata da Silvia Vernaccini. In uomini molto illustri ­ da Bakunin a questa pagine, oltre a due percorsi per Garibaldi a Victor Hugo ­ stazionanti, la conoscenza della città capoluogo, loro malgrado, ai margini del delitto. I l’autrice descrive 40 itinerari verificati plot sono “all’inglese”: suspense quanto basta, personalmente, passeggiate non troppo molti dialoghi, e trama innaffiata con humor impegnative godibili in ogni stagione dell’anno e intelligente, lo stesso che ­ stando a quanto adatte sia alle famiglie per la gita domenicale sia scrive la figlia minore di Marx, segnava “nella all’esperto escursionista. Percorsi tutti da fare a realtà” il rapporto di questi col sodale Engels piedi, ma alcuni se si vuole spingendo anche il passeggino, oppure con la mountain bike o con le (“un legame forte quanto la dedizione alla classe operaia il loro inesauribile, incrollabile senso racchette da neve in inverno: tutti, e qui sta la dell’umorismo”). novità, raggiungibili con il trasporto pubblico. Nell’agile formato della guida l’escursionista T e r s i t e R os s i trova dunque gite per scoprire le bellezze degli SINISTRI immediati dintorni della città così come delle E/O montagne che la cingono; ogni itinerario è supportato da belle fotografie e da una cartina Un romanzo, dieci racconti e un TopMap realizzata dal cartografo metaforico viaggio a ritroso nella storia Augusto Cavazzani. del '900 italiano, per scoprire che le risposte sul nostro futuro si celano nelle [a cura della Società degli Alpinisti ombre del nostro passato. Tutto ruota tr i de n ti n i ] attorno a un enigmatico plico di racconti NATURALMENTE TRENTINO: I lasciato sulla scrivania del Capo della PAESAGGI, LA NATURA, I LUOGHI Polizia: è la sfida allo stato, una minaccia Curcu & Genovese mortale al potere. Anno 2023. Terza Repubblica. L’Italia è un Paese guidato In questo nuovo volume, curato

19 -


3 + 3 TRE N TI N I

dal trasversale Partito della Felicità e dal dogma della pace sociale ad ogni costo. Un Paese in cui le opposizioni sono al bando e allarme è l’unica parola d’ordine. Un Paese riempito di negozi take­away in cui trovare psicofarmaci, sesso virtuale e lifting a buon mercato. Mentre la società civile e la pubblica opinione vacillano, un movimento terroristico riemerso dal passato, che si richiama a un gruppo di folli sovversivi mette a dura prova la macchina repressiva dello stato.

[testi di Donatella Volpi]

LAGO DI GARDA: I PAESAGGI LACUSTRI, LE COLLINE, LA CORNICE DEI MONTI = GARDASEE: EIN BEITRAG ZU DEM GROSSTEN ITALIENISCHEN SEE Istituto geografico De Agostini

- 20 -

Forse nessun paesaggio come quello di un lago compendia le due diverse dimensioni della geografia: quella della natura, che ha plasmato le forme del territorio, e quella dell'uomo e della sua storia. Se le foto aeree di questo volume raccontano la potenza dei ghiacciai che hanno scavato conche, allargato valli, aggirato massicci granitici, le foto ravvicinate illustrano la dimensione umana, variegata e accogliente dei laghi prealpini. Un volume in lingua italiana e tedesca per soddisfare i turisti che più affollano il più grande lago italiano.

senza togliergli simpatia e semplicità. Seguono 60 delle sue ricette preferite, vere odi ai prodotti del territorio: le mele, le patate, i piccoli frutti, i pesci d’acqua dolce, la selvaggina, i tanti formaggi e vini per i quali il Trentino è noto e amato.

a cu r a d i F r a n c o Sa l i n e L u c a G i r o t t o

1916: UN GIORNO SULL'ALTOPIANO: SALORNO, VAL D'ADIGE, TRENTO, SARDAGNA, [...]: LA MIA AVVENTURA AL FRONTE ITALIANO NELL'ANNO 1916 DI HERMANN PUTZ 59° REGGIMENTO FANTERIA "RAINER" Silvy

E' il diario di un soldato dell'I.R. 59, il famoso reggimento "Rainer", Hermann Putz, che a partire dal rientro dal fronte austro­russo (marzo 1916) si prepara con la sua unità alla grande offensiva di maggio. Spostamenti e vicende tra la val d'Adige, Trento, Rovereto, monte Bondone, Val Terragnolo, Folgaria, passo Coe, portano Putz al giorno fatidico, il 15 maggio. Il giorno dell'attacco alle linee italiane nei boschi del Durer. E proprio in quel primo giorno lo ferma una pallottola nell'addome. Un giorno solo di guerra sull'altopiano: da qui il titolo.

A d r i a n a B e r t ol d i

C r i s t i a n B e r t ol

BUONO E FACILE CON ADRIANA: GOLOSE

Giunti, RAI ERI

Ricco di immagini che rendono chiare e semplici le varie procedure descritte, questo è un vero manuale adatto anche a principianti per creare sfiziose preparazioni sia dolci che salate. Tutte le ricette sono rigorosamente vegetariane (con l’utilizzo di latticini e uova) e adattate per utilizzare la minor quantità possibile di grassi senza nulla togliere alla prelibatezza del risultato finale con il vantaggio di risparmiare sul costo degli ingredienti. Imparerete anche a riutilizzare alcuni avanzi per creare nuovi piatti. Seguendo passo passo le istruzioni potrete confezionare succhi, marmellate, sciroppi, torte, biscotti, pane, pastasciutte, tartine e torte salate gustosissime e sempre con un occhio di riguardo alla presentazione dei piatti.

LA PROVA DEL CUORE: LE MIE RICETTE, LA MIA PASSIONE

Il cuoco trentino Cristian Bertol, 38 anni, una stella Michelin da ormai sette anni con il suo “Orso grigio” di Ronzone, dal 2006 ospite fisso nella cucina televisiva più famosa d’Italia – spiega così la decisione di pubblicare questo libro, il cui ricavato è stato destinato alla Fondazione trentina per l'Autismo. Nel volume Cristian si racconta: la dura scuola di suo padre, le prime esperienze lontano da casa già a 16 anni, l’apprendistato presso i cuochi più importanti d’Italia e del mondo fino al ritorno nella sua Val di Non, l’apertura ­ con il gemello Renzo ­ dell’hotel 5 stelle accanto allo storico ristorante di famiglia, l’esperienza della tv, che lo vede ogni settimana alla Prova del Cuoco regalandogli notorietà

RICETTE VEGETARIANE DOLCI E SALATE

Curcu & Genovese


U n f i l m d i P e t e r J a c k s on

USA, Gran Bretagna, Nuova Zelanda 2009 Drammatico K 8332524

A Norristown, in Pennsylvania, fra villette a schiera e campi di granturco, vive la famiglia Salmon. Susie, la primogenita, è un'adolescente appassionata di fotografia e innamorata del compagno di scuola Ray Singh. Il 6 dicembre 1973, dopo aver avuto il suo primo incontro con lui, Susie viene fermata sulla strada di casa dal vicino, il signor Harvey, tranquillo ometto di mezza età. Dopo averla fatta entrare in un piccolo rifugio sotterraneo, Harvey la violenta e la uccide. Lo spirito di Susie si trova così a muoversi fra la terra e il cielo in una sorta di limbo fatto di ricordi e di fantasie, da dove può vedere e patire per quel che succede ai suoi cari e al suo omicida. Dal romanzo omonimo di Alice Sebold.

I GATTI PERSIANI

U n f i l m d i B a hm a n G ho b a d i Iran 2009 Drammatico K 8332958

Un ragazzo e una ragazza che hanno già avuto dei guai con la giustizia iraniana decidono, usciti di prigione, di formare una band rock. Si tratta di un'attività proibita dal regime e i due debbono cercare gli altri componenti cercando di non farsi scoprire. Al contempo iniziano a pianificare la fuga dal Paese che li opprime attraverso l'acquisto di passaporti falsi. Questo consentirebbe loro di avere anche la speranza di poter suonare in Europa.

IL CONCERTO

U n f i l m d i R a d u M i ha i l e a n u

Francia, Italia, Romania, Belgio, 2009 Commedia K 8332481

Andreï Filipov è un direttore d'orchestra deposto dalla politica di Brežnev e derubato della musica e della bacchetta. Rifiutatosi di licenziare la sua orchestra, composta principalmente da musicisti

ebrei, è costretto da trent'anni a fare le pulizie per il nuovo e ottuso direttore del Bolshoi, ma un fax indirizzato alla direzione del teatro è destinato a cambiare il corso della sua esistenza. Il Théâtre du Châtelet ha invitato l'orchestra del Bolshoi a suonare a Parigi. Impossessatosi illecitamente dell'invito concepisce il suo riscatto di artista, riunendo i componenti della sua vecchia orchestra e conducendoli sul palcoscenico francese sotto mentite spoglie.

I L P I AC E RE D I VE D E RE

AMABILI RESTI

IL FIGLIO PIÙ PICCOLO

U n f i lm d i P u p i A v a t i Italia 2010 Drammatico K 8332534

Luciano Baietti è un piccolo imprenditore scaltro e ambizioso che nel giorno stesso in cui sposa la donna da cui ha avuto due figli, scompare portando con sé la proprietà di tutti i beni immobili. Diciotto anni dopo è dirigente della Baietti Enterprise, una delle più importanti società immobiliari del paese, e capo di un impero economico costruito su raccomandazioni, ricatti, società fantasma e connivenze politiche. Alla vigilia delle seconde nozze, Baietti richiama la prima moglie e il figlio più piccolo, Baldo, per invitarlo ad essere testimone di nozze e nuovo dirigente del suo impero d'affari.

IL MIO AMICO ERIC

U n f i l m d i K e n L oa c h

Gran Bretagna, Italia, Francia, Belgio 2009 Commedia K 8333087

Un impiegato delle Poste britanniche vede la sua vita andare a rotoli. Ha lasciato da anni Lily, suo unico e vero amore. Ora vive con i due figliastri lasciatigli da un'altra donna e con i quali ha un pessimo rapporto. Eric ha un solo rifugio: il tifo per il Manchester e la venerazione per l'ex campione Eric Cantona. Ora però Eric ha un nuovo problema: la figlia che

- 21 -


I L P I AC E RE D I VE D E RE

aveva abbandonato in fasce, ma che ha ancora rapporti con lui, gli chiede di occuparsi per un'ora al giorno della sua bambina. Sarà però necessario che Eric si faccia consegnare la neonata da Lily che non ha voluto piu' incontrare dal lontano passato.

LA NOSTRA VITA

U n f i l m d i Da n i e l e L u c h e t t i Italia, Francia 2010 Drammatico K 8333109

- 22 -

Claudio, operaio edile romano di trent'ann, vive con la moglie Elena e i due figli, in attesa del terzo. Gran lavoratore e marito devoto e innamorato, rimane sconvolto dalla morte che raggiunge la donna, proprio mentre sta dando alla vita al piccolo Vasco. Incapace di fronteggiare il dolore, si mette in testa di dover risarcire i figli, dandogli tutte quelle cose che, se non altro, si possono comperare. Si infila così in un affare più grosso di lui, dalle ripercussioni economiche e morali.

AN EDUCATION

U n f i l m d i L o n e Sc he r f i g Gran Bretagna 2009 Drammatico K 8332550

Londra 1961. Jenny ha sedici anni e studia con passione per farsi ammettere a Oxford. Al di là di questa meta, sulla quale suo padre vigila con insistenza, conduce una vita grigia come la divisa della scuola, almeno fino a quando l'incontro fortuito col trentenne David non gliene mette di fronte una luccicante come un tubino di paillettes. David conquista la fiducia del padre e porta Jenny là dove non avrebbe mai creduto di arrivare.

IL SEGRETO DEL BOSCO VECCHIO

U n f i lm d i E r m a n n o Olm i Italia 1993 Drammatico K 8332471

Il colonnello in pensione Sebastiano Procolo vorrebbe divenire il proprietario delle terre che

comprendono il bosco vecchio, da lui amministrate per conto del nipote. Per coronare il suo sogno sarebbe disposto a commettere qualunque nefandezza, compresa l'eliminazione del nipote. Da un racconto del 1935 di Dino Buzzati, fiabesco ma già stregato.

LA VITA SEGRETA DELLE API

U n f i l m d i Gi n a P r i n ce ­ B y t he w o o d USA 2008 Avventura K 8333106

La piccola Lily a 4 anni spara alla madre per errore ed è costretta a passare i seguenti 10 anni con un padre che non le vuole bene e non manca mai di farlo notare. Così quando la misura è colma scappa per intraprendere un viaggio alla scoperta delle proprie radici assieme alla sua badante di colore proprio nell'anno della firma della dichiarazione dei diritti civili per gli afroamericani. Ad accoglierla in un nuovo alveo familiare saranno tre sorelle di colore che producono miele, ma nonostante il benessere Lily imparerà che una cosa è firmare un pezzo di carta e una cosa è farlo diventare realtà. Dal romanzo di Sue Monk Kidd.

L'UOMO NELL'OMBRA

U n f i l m d i R om a n P ol a n s k i USA, Germania, Francia 2010 Thriller K 8332725

L'ex primo ministro britannico Adam Lang vive su un'isola negli Stati Uniti con la moglie, la segretaria e le guardie del corpo. Viene raggiunto da un ghost writer incaricato di rivedere da cima a fondo la sua autobiografia. Lo scrittore va a sostituire il precedente ghost writer che è morto cadendo da un traghetto in circostanze misteriose. In breve tempo lo scrittore comprende di essersi accollato un'impresa scottante e non solo sul piano letterario. Lang viene infatti accusato di avere, nel corso del suo mandato, consentito la tortura di prigionieri sospettati di terrorismo e di avere inconfessati legami con la Cia.


SALA MANZONI

(narrativa, sezioni tematiche, Biblioteca Austriaca, informatica, cd­rom, cd musicali, dvd fiction e documentari, prestito interbibliotecario provinciale) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 12.30

SALA CATALOGHI

(ricerche bibliografiche, prestito interbibliotecario provinciale, nazionale e internazionale, internet)

da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 12.30

EMEROTECA

(consultazione quotidiani e periodici)

da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 12.30

I numeri arretrati dei periodici conservati nei magazzini si possono consultare dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00

SEZIONE BAMBINI E RAGAZZI da lunedì a venerdì: sabato:

09.30 ­ 12.30 15.30 ­ 18.30 08.30 ­ 12.30

PRIMO PIANO

(saggistica, enciclopedie e dizionari, prestito interbibliotecario provinciale, nazionale e internazionale) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 12.30

Al primo piano si richiedono anche i libri che hanno segnatura DG, che per la maggior parte non sono ammessi al prestito e devono essere consultati in sede. I DG non sono immediatamente disponibili (tranne i DG 3), perchè si trovano nei depositi di via Maccani, da dove vengono ritirati il mercoledì.

SECONDO PIANO

(sezione trentina, libro antico, manoscritti) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 18.30

I depositi sono chiusi (quindi il materiale non può essere preso in prestito o in consultazione) dalle 12.30 alle 14.00 e dopo le 18.00.

ARCHIVIO STORICO

(secondo piano)

lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: 08.30 ­ 12.30 giovedì: 08.30 ­ 12.30

14.00 ­ 18.00

Se volete essere informati sulle iniziative della Biblioteca, iscrivetevi alla nostra newsletter sul sito www.bibcom.trento.it

Prossimamente disponibile

A T UTTO BIB

lo speciale della S ezione ragazzi della B CT. La Redazione di BIB di questo numero è composta da: Elisabetta Alberti, Paola Andreatta, Claudia Dalla Zotta, Paolo Malvinni, Fabrizia Mosca, Maria Orsingher, Eusebia Parrotto. Hanno collaborato: Deysi Astudillo, Alessandra Betta, Martina Folena, Luciano Palombi, Ivana Saltori, Ugo Scala. Impaginazione e grafica: Claudia Dalla Zotta.

Su p p l e m e n t o a " T r e n t o n o t i z i e " .

Per informazioni, proposte, suggerimenti, scrivere a: redazio neb ib @c o mune. trento . it

Questo numero di BIB è stato realizzato con il programma Scribus Open Source Desktop Publishing 1.3.6 ­ Stampa a cura della Stamperia del Comune di Trento


Tel. 329/1718618 bibliobus@biblio.infotn.it

Via Roma, 55. Tel 0461/275521; Fax. 0461/275552

info@bibcom.trento.it

d a l l u n e d ì a l ve n e r d ì s a ba t o

0 8 .3 0 ­ 2 0 .3 0 0 8 .3 0 ­ 1 2 .3 0

S EZIONE B AMBINI E RAGAZZI

Passaggio Peterlongo, 3. Tel 0461/275559 blg@biblio.infotn.it

lu n e d ì m a r te d ì m e r co l e d ì g i o ve d ì ve n e r d ì s a ba t o

0 9 .3 0 ­ 1 2 .3 0 0 9 .3 0 ­ 1 2 .3 0 0 9 .3 0 ­ 1 2 .3 0 0 9 .3 0 ­ 1 2 .3 0 0 9 .3 0 ­ 1 2 .3 0 0 8 .3 0 ­ 1 2 .3 0

1 5 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 5 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 5 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 5 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 5 .3 0 ­ 1 8 .3 0

16.00 ­ 17.00 17.30 ­ 18.30 mar. 10.00 ­ 11.00 16.00 ­ 17.00 17.30 ­ 18.30 mer. 10.00 ­ 11.00 16.00 ­ 17.00 17.30 ­ 18.30 gio. 16.00 ­ 17.00 17.30 ­ 18.30 ven. 10.00 ­ 11.00 16.00 ­ 17.00 17.30 ­ 18.30 sab. 09.30 ­ 10.30 11.00 ­ 12.00

lun.

S EDE DELL'ARGENTARIO

Via Clarina, 2/1. Tel. 0461/889879 tn.clarina@biblio.infotn.it

S EDE DI GARDOLO

Piazzale Europa, 11. Tel. 0461/921377 tn.madonnabianca@biblio.infotn.it

S E D E D I M E ANO

Via delle Sugarine, 26. Tel. 0461/889758 tn.meano@biblio.infotn.it

S EDE DI S OPRAMONTE

Piazza Lionello Groff, 2. Tel 0461/889815 tn.gardolo@biblio.infotn.it

S EDE DI MATTARELLO

Centro San Vigilio. Tel 0461/889868 tn.mattarello@biblio.infotn.it

S EDE DI POVO

Via don T. Dallafior, 5. Tel. 0461/889918 biblioteca_povo@comune.trento.it

S EDE DI RAVINA

S EDE DI VILLAZZANO

Via Villa, 3. Tel. 0461/912533 tn.villazzano@biblio.infotn.it

0 9 .0 0 ­ 1 2 .0 0 0 9 .0 0 ­ 1 2 .0 0

lu n e d ì m a r te d ì m e r co l e d ì g i o ve d ì ve n e r d ì

0 9 .0 0 ­ 1 2 .0 0 0 9 .0 0 ­ 1 2 .0 0

1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0

Via del Molin, 34 Tel. 0461/865481 info@oasi.tn.it lunedì e venerdì 09.30 ­ 10.30 14.30 ­ 17.30

tn.ravina@biblio.infotn.it

0 9 .0 0 ­ 1 2 .0 0

Via di Revòlta, 4. Tel. 0461/889897 tn.sopramonte@biblio.infotn.it

PUNTO DI PRESTITO DI CADINE

Via Val Gola, 2. Tel. 0461/889786

lu n e d ì m a r te d ì m e r co l e d ì g i o ve d ì ve n e r d ì

Solteri ­ Giardino comunale Cristo Re ­ Piazza General Cantore Vigolo Baselga ­ Piazza della Chiesa Canova ­ Giardino comunale via Paludi Solteri ­ Giardino comunale Valsorda ­ Piazza della Chiesa San Giuseppe ­ Maso Ginocchio Spini di Gardolo ­ Via del Loghet Magnete ­ Via Stenico

S E D E D I M AD O NNA B I ANC A

Centro Civico di Cognola. Tel. 0461/889797 Piazza dell'Argentario, 2 tn.argentario@biblio.infotn.it

S EDE DI CLARINA

Sardagna ­ Via Bucelleni Vela ­ Centro civico San Giuseppe ­ Maso Ginocchio Spini di Gardolo ­ Via del Loghet Baselga del B. ­ Piazza della Chiesa Sardagna ­ Via Bucelleni

PUNTO DI PRESTITO DI MARTIGNANO

Piazza Menghin, 5. Tel. 0461/828402 martignano@biblio.infotn.it martedì e giovedì 17.00 ­ 19.00

1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0 1 4 .3 0 ­ 1 8 .3 0

PUNTO DI PRESTITO DI MONTEVACCINO

c/o Centro Sociale. Tel. 0461/992166 puntodiprestito@montevaccino.it mercoledì 19.30 ­ 22.30 venerdì 16.30 ­ 18.30

PUNTO DI PRESTITO DI ROMAGNANO martedì venerdì

Via alle Sette Fontane, 1 15.00 ­ 17.30 14.30 ­ 17.00 20.30 ­ 21.30

www. b i b c o m. tre nto . i t

ORARI DI APERTURA DALL'1 1 /6 ALL'8 /9

B I B L I O B US

S EDE DI VIA ROMA

Bib (n.63, giugno 2012)  

Notiziario della Biblioteca comunale di Trento - n. 63 - giugno 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you