Issuu on Google+

BiB

NOTIZIARIO

DELLA

BIBLIOTECA

COMUNALE DI

n. 68 settembre - novembre 2013

TRENTO


munale di Biblioteca co Trento

ATTENZIONE AI NUOVI ORARI! A partire da lunedì 9 settembre ritornano gli orari invernali nelle sedi della Biblioteca comunale; come sempre trovate tutte le informazioni nelle pagine finali del BIB.

E' ATTIVA LA VERSIONE "MOBILE" DEL NOSTRO SITO WEB Per chi si connette con uno smartphone e un tablet, è da poco online la versione mobile del nostro sito, una visualizzazione dei contenuti ottimizzata, molto più veloce e comoda sia dal punto di vista grafico che per quantità di informazioni presenti in home page. L'indirizzo è www.bibcom.trento.it

WI­FI ANCHE NELLE SEDI PERIFERICHE! E' attiva la rete WI­FI in tutte le sedi della Biblioteca comunale di Trento con eccezione delle biblioteche di Clarina e Gardolo, che saranno presto raggiunte da questo nuovo servizio. Sarà possibile accedere con lo stesso account al wi­fi di tutte le sedi e alle biblioteche della provincia che hanno aderito al servizio.

In programma per l'autunno:

BIBLIOTECA AUSTRIACA SETTIMANA DI PROMOZIONE DELLA LETTURA “ÖSTERREICH LIEST” Mostra di libri di recente letteratura austriaca

Sala Manzoni, dal 14 al 19 ottobre Incontro con Claudio Groff traduttore dell’edizione italiana del libro di P. Handke “La notte della Morava”, Garzanti, 2012 interviene Paola Maria Filippi martedì 15 ottobre – Sala degli Affreschi, ore 17.30 Claudio Groff ha iniziato a tradurre dal tedesco nel 1982, dopo aver lavorato come lettore di italiano presso l'Università di Innsbruck. Ha tradotto ­ per varie case editrici ­ opere di Rilke, Kafka, Hofmannsthal, Schnitzler, Bernhard e, tra gli autori viventi, Enzensberger, Ransmayr, Schulze, Handke e Grass. Nel 1990 gli è stato conferito il Premio di Stato Austriaco per la traduzione letteraria e nel 2005 il premio Mondello.

Presentazione del libro di Carla Festi e Nicolao Merker “Il vento della storia. Ritratti di famiglia a Villa Clementi” Ed. Stampalith, 2013

Saranno presenti gli autori, Enrica Buratti Rossi e Johann Holzner giovedì 17 ottobre ­ Sala degli Affreschi, ore 17.30 Bernhard Jülg, scrittore dal nome tedesco ma nato a Trento nel 1888, è uno dei primi autori della rivista “Der Brenner” fondata ad Innsbruck nel 1910. Trascorre gran parte della vita a Tavernaro nella grande Villa Clementi, scrive poesie e novelle pervase a volte dalle atmosfere del paesaggio trentino. Nel suo romanzo incompleto, Kudewah, ripercorre la vita avventurosa degli avi materni filoasburgici ma dal cuore italiano, che da bambino sentiva spesso nominare dalla nonna Carolina. È lui il protagonista del volume “Il vento della Storia. Ritratti di famiglia a Villa Clementi”. Attorno a lui si muovono le altre figure di questa famiglia: il nonno, professore a Innsbruck; il padre Karl, insegnante al ginnasio di Trento, il fratello Carlo e sua moglie Valeria, convinti antifascisti, tutti dediti, in modo diverso, alla scrittura.

In copertina: foto di Luciano Palombi


ANCHE LA BIBLIOTECA COMUNALE DI TRENTO È ... SULLE ROTTE DEL MONDO Sulle rotte del mondo, un cammino che continua, su cinque continenti, in compagnia di oltre 500 missionari trentini. Da sempre la solidarietà internazionale si concentra su alcune problematiche: salute, alimentazione, acqua e approvvigionamento idrico, scuola, promozione dello sviluppo economico. Negli ultimi anni hanno assunto uno spazio via via sempre maggiore questioni come la difesa dell’ambiente, il microcredito, la risoluzione dei conflitti e la promozione del dialogo, l’accoglienza dei migranti. Il vasto e interessante programma predisposto dalla Provincia Autonoma e dalla Arcidiocesi di Trento (info www.missionetrentino.it) prevede alcuni eventi presso la nostra Biblioteca:

Dal 16 al 20 settembre in sala Manzoni Percorso bibliografico a cura della Biblioteca comunale di Trento e del Centro di documentazione del Centro Missionario Diocesano

In questo numero: • Gli appuntamenti di Settembre • Riprendono i Gruppi di Lettura • 1 Biblioteca x Tutti • Animali fantastici • Utopia

Dal 18 al 20 settembre in Giardino dalle ore 10.00 alle ore 19.30 Stand informativi delle associazioni che operano per la promozione del diritto alla salute (apertura il 18 settembre alle 16.30)

Mercoledì 18 ore 18.00 Sala degli Affreschi Incontro con l’autore “Una salute, più culture” Enrico Petrangeli, antropologo medico Swami Joythimanyananda, medico ayurvedico Maria Cristina Santos Pechine, antropologa Presenta: Valeria Confalonieri, giornalista esperta di comunicazione e divulgazione scientifica

Giovedì 19 Ore 18.00 Sala degli affreschi Incontro con l’autore “Povertà, malattie e conflitti: gli effetti sui sistemi sanitari” Tommaso Urbani, figlio del medico ed ex presidente di MSF Italia Carlo Urbani Pirous Fateh Moghadan, epidemiologo Presenta: Valeria Confalonieri, giornalista esperta di comunicazione e divulgazione scientifica Foto di Massimo Zarucco

FESTA DEI LETTORI sabato 28 settembre, dalle ore 10.00 Biblioteca comunale centrale, via Roma 55, Trento La “Festa dei lettori” è un evento di livello nazionale che viene riproposto dall'Associazione Presìdi del Libro in diverse città d'Italia, l'ultimo sabato di settembre di ogni anno. È un momento per avvicinare le persone alla lettura o far riscoprire a chi già lo conosce il piacere di avere un libro tra le mani. Quest'anno il tema comune è il Libro ­ Isola. L'associazione "Il Gioco degli Specchi, Presidio del Libro di Trento", che partecipa alla Festa dal 2006, lo declina sempre valorizzando le lingue e le culture straniere: Arcipelaghi di Libri ­ Isola.. Ad ogni tavolo di questo arcipelago alcuni mediatori interculturali presentano un libro che amano, un testo che ha un rilievo particolare per loro personalmente o nella letteratura del paese di origine. Non mancherà una collana di isolotti liberi per chiunque voglia partecipare, uno spazio informale condotto da Micaela Bertoldi che darà la possibilità ad altri lettori di presentare il loro libro preferito, quello per loro più importante. Collaborano gli studenti dell'ISIT­ Istituto Superiore di Traduzione e Interpretariato. Gli studenti, gli universitari, anche gli stranieri, e tutta la cittadinanza, sono invitati a navigare in questi mari, passando da un Libro­Isola all'altro, ospiti di appassionati lettori. A cura di: Il Gioco degli Specchi ­ info@ilgiocodeglispecchi.org ­ www.ilgiocodeglispecchi.org

3


1 B IBLIOTECA

X

T UTTI = S ISTEMA B IBLIOTECARIO C OMUNALE

Settecentottantamila pubblicazioni a disposizione dei cittadini e una miriade di luoghi di consultazione e distribuzione. Non c'è zona della “Grande Trento” ­ la policentrica città dai molti campanili ­ che non abbia una grande o piccola Biblioteca. Tutto comincia nel 1969, ci racconta Fabrizio Leonardelli, dirigente del Servizio biblioteca e archivio storico, con l’apertura della “sala di lettura” di via Roma che si si stacca dalla Biblioteca comunale di tradizione per costituire il primo punto di un esteso servizio specifico di “pubblica lettura”, organizzato per corrispondere alle domande più diffuse e attuali di ampio e libero accesso alla lettura e alla conoscenza, di supporto all’attività scolastica, ma anche quale centro di aggregazione delle istanze e delle iniziative culturali. Negli anni seguenti il servizio bibliotecario di base si articola in un numero via via crescente di sale, a copertura di buona parte del territorio comunale: Meano 1970, Gardolo 1971, S. Bartolomeo ­ Clarina 1973, Povo 1974, Mattarello 1975, S. Donà – Argentario 1976, Madonna Bianca 1977, Villazzano 1980, Sopramonte 1987, Cristo re 1989 (attiva fino al 2002), Ravina 1995. Alle sale – dotate di un patrimonio di base adeguato e di personale professionale – si affianca il servizio complementare, offerto sulla base di collaborazioni volontarie, dai “punti di prestito” oggi attivi a Cadine, Martignano, Montevaccino e Romagnano.

E gli sviluppi?

La rete delle biblioteche di base si trasforma negli anni Novanta in un “sistema”, tramite una profonda trasformazione dell'assetto organizzativo complessivo: biblioteca di studio e conservazione, servizi di base, biblioteche periferiche, assieme ai punti di prestito, alla biblioteca di letteratura giovanile e (più tardi) al bibliobus, sono così configurati in un'unica struttura funzionale, che si propone di soddisfare ogni tipo di servizio bibliotecario richiesto dai cittadini tramite il coordinamento delle attività interne, la specializzazione dei diversi settori e la celere disponibilità delle pubblicazioni desiderate nella sede più vicina all'utente. Anche la denominazione delle “sale di lettura” quindi cambia in “sedi periferiche” dell'unica Biblioteca comunale di Trento.

Il “sistema biblioteca e archivio” si configura e si propone anche come luogo della documentazione e della memoria storica cittadina (assieme con l'Archivio storico) e del territorio trentino e, parzialmente, della storia della cultura scritta, nonché come agenzia bibliografica per la produzione locale.

Ad Eusebia Parrotto, responsabile dei Servizi al pubblico, chiediamo precisazioni riguardo al presente assetto.

La BCT è un sistema bibliotecario unitario che oltre alla sede centrale si articola in 10 sedi periferiche, 7 punti di prestito (due dei quali estivi) ed effettua un servizio tramite bibliobus a favore di altri 11 quartieri e sobborghi: Il bibliobus, la nostra biblioteca circolante, oggi serve il rione S. Giuseppe, Sardagna, il rione Cristo Re, i Solteri, Baselga del Bondone, Canova, Vela, Spini di Gardolo, Vigolo Baselga,Valsorda e il Magnete. In estate anche in Bondone, al Malgone di Candriai, oltre ai punti di prestito presso le piscine di Gardolo e Lido Manazzon. Inoltre, i reparti pediatrici dell'ospedale S. Chiara, i ragazzi hanno a disposizione libri che poi possono restituire presso qualsiasi sede.

Quali vantaggi offre questo Sistema?

Avvicina gli utenti al Servizio, offre la possibilità al cittadino di Sopramonte o dell'Argentario di frequentare la Biblioteca vicina a casa. Ci dà la possibilità di essere sempre a disposizione, anche quando qualche sede è chiusa per la normale manutenzione. E permette la quotidiana opera di offerta e di proposta nei confronti della scuola, delle associazioni, delle istituzioni circoscrizionali, dei singoli cittadini.


Che tipo di collegamento c'è tra le sedi?

Tre volte alla settimana viene effettuato un giro con il furgone allo scopo di smistare da una sede all'altra i libri che sono stati richiesti e che arrivano sia dalle nostre sedi che da altre biblioteche del Trentino. Quasi ogni martedì si svolge una riunione tra tutti i colleghi: si discute di problemi organizzativi e si programmano gli eventi e le attività. Anche le nuove acquisizioni vedono momenti di confronto e collaborazione.

Quanti sono i libri che viaggiano tra sede a sede?

Nel corso del 2012 tramite la circolazione tra una sede e l'altra delle pubblicazioni abbiamo soddisfatto circa dodicimila richieste. Quattromila volumi movimentati appartengono alla sede di via Roma, e sono partiti verso Villazzano, Argentario, Ravina, e tutte le altre biblioteche cittadine.

Il flusso è unidirezionale, dal centro verso la periferia?

No, perché gli altri ottomila volumi sono delle sedi periferiche e sono andati verso gli utenti di via Roma o verso altre sedi.

Qual è il vantaggio di tutto questo movimento?

Il vantaggio che si ottiene consiste nel fatto che un utente di Sopramonte o di Mattarello, senza spostarsi, ha a disposizione tutti i libri della Biblioteca di Trento e tutti quelli del Sistema Bibliotecario Trentino.

Par di capire che le sedi non sono tra loro uguali, e questo vuol dire che ogni bibliotecario diversifica il patrimonio, lo arricchisce con scelte e sensibilità non standardizzate.

E' così. In ogni sede c'è un modulo costante di dotazione (narrativa, saggistica, libri per bambini e ragazzi, Nati per Leggere, sezione trentina, sezione di documentazione locale, periodici, libri in lingua originale, opere di consultazione); vi è un numero di documenti che va dai diecimila ai ventottomila, e poi c'è la presenza dei bibliotecari con le diverse personalità, che modella con sfumature diverse ogni sede, anche per quanto riguarda la dotazione. La presenza dei bibliotecari è una ricchezza per il sistema comunale non meno preziosa del patrimonio.

A questo punto potremmo presentare i protagonisti del sistema cittadino...

Oltre ai servizi di via Roma, di cui abbiamo già parlato in altri numeri, nelle diverse sedi operano Gianfranco Nardelli, Franco Girardelli, Fabrizia Mosca, Elisabetta Scala, Elisabetta Alberti, Loretta Grisenti, Mariano Turrini, Stefano Frasnelli, Marta Motter, Antonella Montedoro, Filippo Orlando, con Ilaria Dell'Amico, e Michele Uber, e tutti i volontari che gestiscono i quattro punti di prestito. Telefoniamo a “Gianko” Nardelli che sull'altura dell'Argentario (postazione che tiene da 34 anni), il giorno della riapertura dopo la pausa estiva ha ripreso in consegna 1.194 libri e ne ha prestati altri 543. Gli chiediamo:

Il Sistema funziona, e le piccole periferiche cittadine sono amate e frequentate. Come mai? Piccolo è bello?

“Siamo sul territorio, vicini a dove la gente abita,” dice, poi ci sorprende con una battuta, densa di passione professionale: “Prima dei libri vengono le persone che li leggono. Quando riusciamo a trovare il libro giusto che appaga i nostri utenti,” afferma il bibliotecario di Cognola, “per noi indubbiamente è un successo.”

5

L'idea, conferma Fabrizio Leonardelli, condensa l'essenza della bontà di un sistema bibliotecario comunale fatto di luoghi dove accanto alla logistica e alla funzionalità, si attiva un capillare rapporto con le persone, le loro esigenze, il piacere di leggere e il dovere di essere informati. I risultati non mancano, né manca la soddisfazione espressa dall’utenza, che anche in una recentissima indagine assegna al servizio bibliotecario comunale un ottimo punteggio. Ma, ancora una volta, il riconoscimento degli utenti (e quindi il merito maggiore) va al personale bibliotecario; con riferimento alle due componenti che lo riguardano: capacità professionali da una parte e cortesia e disponibilità dall’altra. Foto di Luciano Palombi


Un mondo fantastico fatto di unicorni, draghi dalle sette teste, centauri, grifoni, basilischi, sfingi, serpenti e animali fantastici e inconsueti ricorrono costantemente nella mitologia, nelle rappresentazioni figurate e nella letteratura di tutti i tempi. In occasione dell'omonima mostra sugli animali fantastici nella mitologia e nell'iconografia, allestita presso il Castello del Buonconsiglio dal 10/08 al 06/01/2014, la Biblioteca comunale propone un percorso di lettura a tema.

I b r a hi m S. A m i n I FRATELLI DEL VAMPIRO Newton Compton, 2009 Criptozoologia e Criptoplologia. Vi state domandando di che razza di discipline si tratti? Semplice. Dello studio di tutte quelle creature ­ dai vampiri ai minotauri, passando per le arpie e le chimere ­ erroneamente considerate mitologiche dai più, e dell'analisi di armi e armature comunemente ritenute leggendarie.

R oy P . M a c k a l

ALLA RICERCA DEGLI ANIMALI MISTERIOSI: INTRODUZIONE ALLA CRIPTOZOOLOGIA

Zanichelli, 1987

P a s q u a l e Sa g g e s e

ALL'OMBRA DEI FALSI MOSTRI: CRIPTOZOOLOGIA, TRADIZIONI POPOLARI E SCOOP GIORNALISTICI

Ananke, 2009 Viene proposto un libro di criptozoologia scritto da due scienziati: c’è spazio per le leggende e le tradizioni, per falsi avvistamenti e creature impossibili, ma tutto è comunque vagliato con gli strumenti della zoologia, biologia, archeologia, antropologia.

GLI ANIMALI DEL PARADISO: VIAGGIO FANTASIOSO NEL BESTIARIO POPOLARE

Nicolodi, 2005

R i c ha r d B a r b e r

ANIMALI MAI ESISTITI: PICCOLO DIZIONARIO DI BESTIE FANTASTICHE

Piemme, 1999

6

a c u r a d i L u i g i n a M or i n i BESTIARI MEDIEVALI Einaudi, 1996

La raccolta comprende un bestiario latino, tre provenzali e quattro italiani, lungo un arco di tempo che va dall'ottavo al tredicesimo secolo. Un repertorio che è insieme conoscenza immaginifica e interpretazione della natura, e riflette una concezione cara alla cultura medioevale: la natura è un insieme di simboli.

Da v i d Da y IL BESTIARIO DI TOLKIEN Bompiani, 1987 H a n s T uz z i

BESTIARIO BIBLIOFILO: IMPRESE DI ANIMALI NELLE MARCHE TIPOGRAFICHE DAL XV AL XVIII SECOLO Bonnard, 2009 Centinaia di marche tipografiche antiche censite e descritte minuziosamente in rapporto all'animale che vi compare. Con piccole ma continue sorprese quasi ad ogni pagina. E, per ogni animale un denso profilo "d'autore" che ne ricostruisce la natura simbolica e culturale, ma non solo.

L o u i s C h a r b o n n e a u ­L a s s a y IL BESTIARIO DEL CRISTO: LA MISTERIOSA EMBLEMATICA DI GESÙ CRISTO Arkeios, 1994 Fr a n ce sco M a sp e r o

BESTIARIO ANTICO: GLI ANIMALI­SIMBOLO E IL LORO SIGNIFICATO NELL'IMMAGINARIO DEI POPOLI ANTICHI

Piemme, 1997

Fr a n ce sco M e z z a l i r a

BESTIE E BESTIARI: LA RAPPRESENTAZIONE DEGLI ANIMALI DALLA PREISTORIA AL RINASCIMENTO

Allemandi, 2001

R i c ha r d E l l i s

MOSTRI DEL MARE Piemme, 2000 M a r k P od w a l

BESTIARIO EBRAICO: DALLE LEGGENDE E DAL FOLCLORE EBRAICO UN LIBRO DI CREATURE FAVOLOSE

Giuntina, 2012 "Reinventando una zoologia del folclore ebraico, il trattato unisce un ingegno strabiliante a una gioiosa originalità. Il suo disegno dell'ombra dell'impero romano è il condensato di un'intera storia di tirannia politica. Il suo è il genio della


metafora attraverso il tratto, un tratto così potente che deve essere caduto da una delle penne del fantastico."

Ma ur i z i o B e tti n i

IL MITO DELLE SIRENE: IMMAGINI E RACCONTI DALLA GRECIA A OGGI Einaudi, 2007 Il racconto di Maurizio Bettini, il saggio di Luigi Spina, insieme al ricco apparato iconografico, narrano ancora una volta il mito delle Sirene, tra parole e immagini, e senza cominciare per forza da Omero e dall’Odissea.

L or e d a n a M a n c i n i

IL ROVINOSO INCANTO: STORIE DI SIRENE ANTICHE

Il mulino, 2005

M a u r i z i o M os c a

MOSTRI DEI LAGHI Mursia, 2000

A l f r e d o C a t t a bi a n i

VOLARIO: SIMBOLI, MITI E MISTERI DEGLI ESSERI ALATI

Mondadori, 2001 Viaggio fantasmagorico, attraverso il tempo e lo spazio, alla scoperta di miti, simboli, leggende, proverbi, feste, opere letterarie e artistiche ispirate agli esseri alati.

A r i b e r t o Se g à l a

IL RITORNO DEL BASILISCO E ALTRE COSE

insostituibile per capire le credenze sul "lupo­ umano". L'autore ci restituisce quel che il suo tempo credeva del licantropo, rivelando ancestrali credenze ai suoi contemporanei, soggetti a una forma di ossessione collettiva.

M a r co R e st e l l i

IL CICLO DELL'UNICORNO: MITI D'ORIENTE E D'OCCIDENTE Marsilio, 1992

M a s s i m o Ce n t i n i

LA METAMORFOSI: TRA FIABA, NATURA E MITO Xenia, 2008 L'autore analizza da un punto di vista antropologico i processi di mutazione della vita sulla terra e le trasformazioni reali e surreali vissute dall'uomo: da Apuleio e Kafka, a Stevenson e Mary Shelley, Pinocchio, come caso di metamorfosi iniziatica, licantropi, vampiri e altri esseri fantastici.

B o d o G u t hm ü l l e r

MITO E METAMORFOSI NELLA LETTERATURA ITALIANA: DA DANTE AL RINASCIMENTO Carocci, 2009

Gi a n n i V a l e n t e

DALL'ARCA DI NOÈ A MOBY DICK: GLI ANIMALI TRA LETTERATURA, ARTE E LEGGENDA

Blu, 2004

J . P . C oop e r

STRAORDINARIE

DIZIONARIO DEGLI ANIMALI MITOLOGICI E

Arca, 2008

SIMBOLICI

U w e St e f f e n

INCONTRO COL DRAGO: IMMAGINI E SIMBOLI

Neri Pozza, 1997

L o r r a i n e Da s t o n

B r u n a m a r i a Da l L a g o V e n e r i

LE MERAVIGLIE DEL MONDO: MOSTRI, PRODIGI E FATTI STRANI DAL MEDIOEVO ALL'ILLUMINISMO Carocci, 2000

IL SOGNO DELLA RAGIONE: UNICORNI, IPPOGRIFI, BASILISCHI, MOSTRI E SIRENE Mondadori, 1991

Mostri, prodigi, miracoli, portenti, oggetti esotici e meravigliosi: la storia, il significato e le reazioni dei fatti "strani" dal Medioevo all'Illuminismo.

H a n s E g li

R e i n ho l d M e s s n e r

B e r n a r d M a r i lli e r IL LUPO L'età dell'acquario, 2008

Da n i e l T a y l o r ­I d e

J e a n B e a u v o y s d e C ha u v i n c o u r t

N i c ho l a s J . Sa u n d e r s

DELLA LOTTA COL MALE

RED­Studio, 1988

IL SIMBOLO DEL SERPENTE ECIG, 1993

DISCORSO SULLA LICANTROPIA, O, DELLA TRASFORMAZIONE DEGLI UOMINI IN LUPI

La vita felice, 2012 Il "Discorso sulla licantropia" risale al 1599. Anche se oggi si crede che il "loup­garou" sia soltanto un'invenzione del cinema, resta un documento

YETI: LEGGENDA E VERITÀ Feltrinelli, 1999

7

SULLE ORME DELLO YETI: TRA NEPAL E TIBET Piemme, 2000 ANIMALI E SPIRITUALITÀ EDT, 2000

G i u s e p p e T a r d i ol a

ATLANTE FANTASTICO DEL MEDIOEVO

De Rubeis, 1990


V ISIONI ,

REALTÀ E UTOPIA

In occasione della sedicesima edizione del Festival “Religion Today”, che avrà luogo nel mese di ottobre e che avrà per tema: Visioni. Realtà ed utopia, la Biblioteca comunale propone un percorso di letture sul tema ed una mostra bibliografica che verrà esposta in sala Manzoni nelle due prime settimane di ottobre. Nella seguente bibliografia la data tra parentesi indica l'anno di uscita della prima edizione.

M a r g a r e t A t w ood

E r n e s t C a l l e n ba c h

In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Le poche donne in grado di avere figli, le "ancelle", sono costrette alla procreazione coatta, mentre le altre sono ridotte in schiavitù. Difred, la donna che non ha più nome, vive nella Repubblica di Galaad e tenta in tutti i modi di non lasciarsi stritolare dalla pazzia che la circonda rifiutando ogni coinvolgimento emotivo e cercando di dimenticare il suo passato e la società precedente. Apparentemente rassegnata al suo destino, prega di restare incinta, unica speranza di salvezza, ma non ha del tutto perso il ricordo delle emozioni di prima...

1999: da diciannove anni l'Ecotopia vive isolata. La nuova nazione, sorta dalla secessione di alcuni Stati del Nord­Ovest dagli Usa, è visitata per la prima volta da un giornalista del "Times Post", Will Weston. Scettico e, al tempo stesso, curioso di conoscere questo nuovo mondo, Weston è determinato a realizzare un reportage obiettivo ma, via via che procede nel suo viaggio, rimane stupito e sopraffatto da quello che vede, dagli incontri carichi di sessualità, dallo sconvolgente e meraviglioso modo di vivere degli abitanti dell'Ecotopia. Le sue idee vengono messe in discussione, il suo scetticismo è soppiantato dalla speranza e l'incontro con una donna dell'Ecotopia lo metterà di fronte alla scelta tra due mondi completamente diversi.

IL RACCONTO DELL'ANCELLA (1985) Mondadori, 1988

Ia i n Ba nks

INVERSIONI: ROMANZO Nord, 2003 La giovane e affascinante dottoressa Vosill giunge al Palazzo di Haspidus. In apparenza è stata chiamata per diffondere e applicare le sue avanzatissime arti mediche; in realtà la sua missione è quella d'influenzare le decisioni del re, il cui potere è in grave pericolo. Sul suo cammino la donna troverà molti ostacoli, primo fra tutti l'aperta ostilità dei cortigiani, e, per sopravvivere, sarà costretta a impiegare metodi piuttosto inquietanti. In un altro palazzo, sul vicino continente di Tassassen, vive lo spietato DeWar, guardia del corpo del reggente. Anche DeWar ha una missione ed è circondato da nemici, però agisce in modo assai diverso.

K a t ha r i n e B u r d e k i n

LA NOTTE DELLA SVASTICA (1937) Editori riuniti, 1993

8

Germania, anno del Signore Hitler 720, la separazione di genere si è consumata definitivamente. Uomini e donne, sospinti dalla religione hitleriana, hanno abitudini, residenze, modi di vita completamente diversi. Le donne – rapate, umiliate, recluse – vivono separate nei loro quartieri dove gli uomini possono andarle a trovare e fecondarle. Il figlio, se femmina, resterà a loro, se maschio, allo scadere dei due anni sarà consegnato al padre, l’unico in grado di crescere un Uomo secondo gli insegnamenti di Hitler.

ECOTOPIA (1975) Castelvecchi, 2012

R obe r t A n s on H e i n l e i n

A NOI VIVI (1939) Mondadori, 2005

Un libro che racconta il mondo come sarà fra ottant'anni, pieno di benessere e libertà, una minuziosa indagine storica che comincia nel più classico dei modi: il 12 luglio 1939 Perry Nelson finisce fuori strada per una gomma bucata e precipita verso il mare. L'ultima cosa che vede è una ragazza con un costume da bagno verde, ma quando riapre gli occhi c'è un'altra donna accanto a lui, Diana; il paesaggio è cambiato e soprattutto diversa è la data sul calendario: 7 gennaio 2086 ...

J a c k L on d on

IL TALLONE DI FERRO (1908) Feltrinelli, 1990 Racconta una leggenda che Ernesto "Che" Guevara debba il suo nome di battesimo a Ernest Everhard, epico protagonista de "Il Tallone di ferro". È un romanzo di fantapolitica: sette secoli dopo la sconfitta definitiva dell'opprimente sistema oligarchico, viene ritrovato il manoscritto di Avis Cunningham. Figlia di un professore liberale, Avis è dapprima sorda alle idee rivoluzionarie di Ernest, poi ne è sedotta e conquistata, al punto da mettersi al suo fianco nel sostegno del nascente Partito Socialista Americano, al punto da combattere le battaglie degli oppressi, operai, metalmeccanici, studenti, contro le ingiustizie imposte dall'alto.


R i c ha r d M a t he s o n

E v g e n i j I v a n ov š i c Z a m j a t i n

Robert Neville torna a casa dopo una giornata di duro lavoro. Cucina, pulisce, ascolta un disco, si siede in poltrona e legge un libro. Eppure la sua non è una vita normale. Perché Neville è l'ultimo uomo sulla Terra. L'ultimo umano sopravvissuto, in un mondo completamente popolato da vampiri. Nella solitudine che lo circonda, Robert cerca nuove strade per lo sterminio delle creature delle tenebre. Durante la notte se ne sta rintanato nella sua roccaforte, assediato dai morti viventi avidi del suo sangue. Ma con il sorgere del sole è lui a dominare un gioco crudele, scandito dalle luci e dalle ombre di un tempo sempre uguale a sé stesso.

Nella città di vetro e di acciaio dello Stato Unico gli individui sono ridotti a numeri e vivono nel rigoroso rispetto dell'autorità del Benefattore, garante assoluto di una felicità matematicamente calcolata. Non esistono né vita privata né intimità. Le pareti degli edifici sono trasparenti, e anche il tempo dell'amore è scandito da orari e modalità rigorose. Scritto in forma di diario tenuto dal costruttore di una macchina spaziale, il romanzo incarna una delle più sofisticate e lucide anti­ utopie della letteratura novecentesca.

L o u i s Sé b a s t i e n M e r c i e r

Joseph Schwarz, un modesto sarto in pensione in una Chicago degli anni quaranta, si trova a passeggiare nei pressi del Dipartimento di Fisica della locale università, quando, a seguito di piccolo incidente durante un esperimento in un laboratorio lì nei pressi, viene investito da un lampo luminoso e catapultato in un futuro remotissimo, in cui la Terra è arida e spopolata e i pochi abitanti parlano una lingua per lui incomprensibile.

IO SONO LEGGENDA: ROMANZO (1954) Fanucci, 2010

L'ANNO 2440 (1771) Dedalo, 1993

Nel quadro della produzione utopica moderna quest'opera di Mercier (1740­1814) introduce una novità: proietta nel tempo, cioé nel futuro, quella società migliore che la tradizione aveva sempre proiettato nello spazio, in un paese o isola lontani. Istituisce così un esplicito rapporto tra il progetto utopico e il futuro come suo tempo di realizzazione.

J u le s V e r n e

I CINQUECENTO MILIONI DELLA BÉGUM: ROMANZO (1879) Fanucci, 2005 Il romanzo è la storia di due personaggi e di due ideologie opposte: da un lato abbiamo il dottor Sarrasin, scienziato francese, che dedica una grossa somma di denaro proveniente da una eredità per realizzare una città, Franceville, florido giardino che prospera in armonia con la natura e che ha un nemico: il professor Schultze, grande chimico tedesco, co­erede della fortuna della Bégum, che usa la sua quota dell’eredità per dar vita al suo ideale, Stahlstadt, la Città dell’Acciaio.

H e r be r t G e or g e W e l l s

LA GUERRA DEI MONDI (1897) Mursia, 2009 Il libro è considerato uno dei primi romanzi di fantascienza scritto da uno dei pionieri del genere. L'avvio è lento, ma poi la storia si anima e, in un crescendo di suspense, viene descritto l'arrivo sulla Terra di terrificanti marziani che seminano distruzione e minacciano di cancellare ogni traccia di vita sul pianeta. Un gioco della fantasia e una lente di ingrandimento sulle paure della società post industriale inglese, grazie a uno stile che coniuga con intelligenza gli ingredienti del racconto fantastico e del romanzo dell'orrore.

NOI: ROMANZO (1921) Feltrinelli economica, 1990

A s i m ov , I s a a c

PARIA DEI CIELI (1950) Mondadori, 2002

B e n n i , St e f a n o ELIANTO

Feltrinelli, 1996 Se si fugge di notte da Villa Bacilla sulle ali di una diavolessa sexy, sorvolando Tristala assieme a tre equipaggi che si spostano contemporaneamente, può accadere di visitare gli otto mondi alterei della mappa nootica. Capita così di conoscere la terra primordiale di Ermete Trismegisto, Protoplas; i mari incantati di Capitan Guepière a Posidon; i cinquanta casinò e i locali notturni di Bludus; Mnemonia con i suoi fuochi fatui e l'insidia dell'embambolia; Medium con le sue giornate di Beneficenza Ben­evidente...

Di c k , P h i l i p K .

CACCIATORE DI ANDROIDI (1968) Nord, 1986 Nel 1992 la Guerra Mondiale ha ucciso milioni di persone, e condannato all'estinzione intere specie, costringendo l'umanità ad andare nello spazio. Chi è rimasto sogna di possedere un animale vivente, e le compagnie ne producono copie incredibilmente realistiche. Anche l'uomo è stato duplicato. I replicanti sono simulacri perfetti e indistinguibili e per questo motivo sono stati banditi dalla Terra. A San Francisco vive un uomo che ha l'incarico di ritirare gli androidi che violano la legge, ma i dubbi intralciano spesso il suo crudele mestiere.

9


Bertha von Suttner

Bertha von Suttner, Alfred Nobel, Un'amicizia disvelata. Carteggio (1883­1896). A cura di E. Biedermann, traduzione di A. Landi. Moretti & Vitali, Bergamo, 2013 ed. in lingua originale:

Chère Baronne et Amie ­ Cher monsieur et ami : der Briefwechsel zwischen Alfred Nobel und Bertha von Suttner. Herausgegeben, eingeleitet und kommentiert von Edelgard Biedermann. Hildesheim [etc.] : Olms, 2001.

"È preziosa questa edizione italiana del carteggio tra Alfred Nobel e Bertha von Suttner. Finalmente viene offerta la possibilità anche a chi non è poliglotta di entrare nello storico "laboratorio di pensiero e di azione" che avrebbe portato all'istituzione del premio Nobel per la pace: un laboratorio dove nulla è scontato, tutto è dialettica, e in cui posizioni analoghe, ma certo non identiche, si confrontano con grande rispetto, ma anche senza reticenze. Scrivendosi, Nobel e Suttner rivelano le proprie fragilità, i momenti d'incertezza e la fatica di stare nel mondo, le ansie di tutti i comuni mortali per la salute, gli incerti economici, i difficili rapporti con gli altri. Le lettere delineano due concezioni del mondo e del vivere per nulla monolitiche, e di certo non sovrapponibili, ma che si scoprono forse complementari nell'aspirare a quell'obiettivo comune: la pace. Impetuosa, appassionata, dominata dall'ottimismo della volontà, Bertha von Suttner; pragmatico, realista, incline al pessimismo della ragione Nobel: due modi di stare nel mondo, per certi versi antitetici. Eppure quest'uomo e questa donna, grazie al rispetto vicendevole e all'altissima considerazione reciproca, di cui le parole che leggiamo danno testimonianza, riescono a trovare un minimo comun denominatore che fa da collante a una relazione i cui dettagli essenziali continuano a rimanere sepolti nel riserbo voluto dagli interessati." (dalla postfazione di Paola Maria Filippi).

Biblioteca austriaca Österreich-Bibliothek Di Bertha von Suttner si segnalano anche:

Die Waffen nieder! : Eine Lebensgeschichte.

Herausgegeben und mit einem Nachwort von Sigrid und Helmut Bock. Berlin : Verlag der Nation, 1 990. Abbasso le armi! : storia di una vita. A cura di Giuseppe Orlandi ; prefazione di Laura Tirone. Cavallermaggiore : Centro Stampa Cavallermaggiore, 1 996


G RUPPI

DI

L ETTURA :

LE DATE DEI NUOVI INCONTRI

"Non si discute per aver ragione ma per capire" (J.L. Borges) E' con questa massima che i sei gruppi di lettura della Biblioteca comunale di Trento riprendono l'attività dopo la pausa estiva. Perché il Gruppo di lettura è un luogo dove si sviluppa un dialogo nel quale l'opinione di tutti è ascoltata con attenzione e rispettata, dove si scambiano giudizi per capire meglio, non per ottenere ragione. Ecco i prossimi appuntamenti: Gruppo del mattino – con Elena Leveghi

(ogni due mercoledì alle 10.00) Il Gruppo di lettura si ritroverà mercoledì 18 settembre a discutere di "Nanà" di Emile Zola, il libro scelto per l'estate. In quell'occasione sarà distribuito anche "Il rosso e il nero" di Stendhal. Gruppo del pomeriggio – con Paolo D. Malvinni

(ogni due mercoledì alle 17.15) Gli incontri del Gruppo riprenderanno mercoledì 25 settembre con la discussione dei primi undici capitoli de "La marcia di Radetzky" di Joseph Roth (uno degli scrittori austriaci più letti e amati dal pubblico italiano). Copie del libro saranno disponibili al punto di prestito di via Roma. Gruppo di lettura in lingua tedesca – con Ferdinand Heller

(ogni due giovedì alle 17.15) Il gruppo si riunirà il giovedì 26 settembre per discutere "Mario und der Zauberer" racconto dello scrittore tedesco Thomas Mann. Gruppo in lingua inglese ­ con Christian Verzè

(ogni due giovedì alle 17.15) Il gruppo si ritroverà di nuovo giovedì 3 ottobre, per cominciare a discutere di "The Great Gatsby" il romanzo dello scrittore statunitense Francis Scott Fitzgerald. Gruppo "I classici dell'antichità" ­ a cura di Maria Lia Guardini

(ogni due martedì alle 10.00) Gli incontri riprenderanno martedì 8 ottobre e durante l'estate si potranno leggere i primi 3 canti dell' "Eneide" di Virgilio, che saranno discussi nel primo appuntamento autunnale. Laboratorio di dialogo filosofico ­ a cura di Annalisa Decarli

(ogni secondo lunedì del mese alle 18.00) Prossimo incontro lunedì 16 settembre. Tutti i Gruppi si incontrano al Primo piano della Sede centrale, in Sala studio. Vi ricordiamo che i testi in lettura sono disponibili per il prestito al bancone di Sala Manzoni. Chi fosse interessato può ottenere informazioni scrivendo a info@bibcom.trento.it o telefonando al numero 0461889521 MEDITA MOSTRA DELL'EDITORIA TRENTINA Editori, autori e librai incontrano i lettori Trento ­ piazza Fiera dal 27 al 29 settembre 2013 A MEDITA ci siamo anche noi! Seguite gli appuntamenti:

11

Venerdì 27 settembre ­ ore 14.30 “Tante storie da ascoltare” raccontate ai bambini da Elisa Bort e Jacopo Colombo, volontari in Servizio civile presso la biblioteca. Venerdì 27 settembre ­ ore 15.30 “Non si discute per aver ragione ma per capire” (J.L. Borges): provare l'esperienza di un Gruppo di lettura. Moderano Elena Leveghi e Paolo D. Malvinni dei Gdl della Biblioteca comunale di Trento Sarà letto un racconto e se ne discuterà secondo gli usi e i modi dei Gdl. La partecipazione, come sempre, è libera e gradita!

Sabato 28 settembre ­ ore 10.00 “Tante storie da ascoltare” raccontate ai bambini da Elisa Bort e Jacopo Colombo, volontari in Servizio civile presso la biblioteca.


E l a n o r Dy m o t t

OGNI CONTATTO LASCIA UNA TRACCIA

Einaudi Da quando ha avuto una storia con Rachel, al college, Alex non ha fatto altro che pensare a lei. E per questo che quando dieci anni dopo i due si rincontrano, Alex, sebbene ormai la conosca appena, le chiede di sposarlo. Rachel accetta ma, durante una visita alla comune "alma mater" di Oxford, viene assassinata. Nel tentativo di venire a patti con questo evento improvviso e inspiegabile, il marito chiede aiuto a Harry ­ un vecchio professore di Rachel ­ e a Evie ­ la sua madrina. Scoprirà che, negli anni del college, la moglie frequentava quasi esclusivamente due studenti, Anthony e Cissy. Di punto in bianco, però, Anthony era stato espulso e Rachel era tornata in America. Che cosa era successo?

P a t t i Sm i t h

I TESSITORI DI SOGNI Bompiani

giovinezza a Woodbury, nel New Jersey, Patti Smith sviluppa un infinito amore per gli animali, che è l'inizio di un rapporto ingenuo e sincero con la natura, vissuta come una forma di divinità.

12

A u d u r A v a O l a f s d ot t i r

OGNI DONNA È UN'ISOLA Einaudi

E l v i r a Se m i n a r a LA PENULTIMA FINE DEL MONDO

Nottetempo

In un piccolo paese dell'isola la gente comincia a morire, lanciandosi da balconi e scarpate: nessuno ha un motivo apparente, ma tutti un vago sorriso. I casi ormai non si contano più e la

Lei ha 33 anni, sposata, non vuole figli, e ha un amante. Mentre una mattina sta andando a fargli visita, ha un incidente e dice a se stessa che d'ora in avanti si dedicherà solo a suo marito. Rientrata a casa, il marito le confessa di avere un'altra donna, da cui aspetta un figlio, e di volere il divorzio. Lei non sa che fare. Soprattutto quando la sua

stampa internazionale si riversa nella cittadina per documentare gli eventi. Quando, nel timore di un'epidemia planetaria, si spegnerà il faro dell'attenzione, gli abitanti resteranno soli e prigionieri a sprofondare nel regno delle ombre. Non soli del tutto, però. È rimasto in paese uno scrittore di gialli per affrontare il mistero di quei suicidi felici.

migliore amica le chiede di occuparsi per un po' di suo figlio Turni: un bambino particolarmente sensibile, con problemi di sordità e occhiali dalle spesse lenti. Quando Turni sceglie per lei un biglietto della lotteria facendole vincere una bella somma, la donna prende un congedo dal lavoro e parte con il bambino per raggiungere il mare.

J i m T ho m p s o n

LA RAGAZZA DEI FIORDALISI Speling & Kupfer

UN UOMO DA NIENTE Einaudi Pagine di prosa che formano brevi capitoli: fantasie che prendono spunto da un rubino, un brano free jazz, una nuvola che si dispiega nel cielo, un porto immaginario, un sogno, un cavallo, una coperta tessuta per il fratello, la morte di un cane. Scene di una quotidianità in cui Patti Smith si aggira come d'incanto, sognando a occhi aperti. Dall'infanzia alla prima

disperazione.

Clifton Brown è un giornalista che sa il fatto suo, e che tutti i colleghi rispettano e ammirano. Clifton Brown è un bell'uomo, e ci sa fare con le donne. Ha un'ex moglie ancora innamorata di lui e una bella vedova che gli gira intorno e che farebbe di tutto per renderlo felice. Ma a Clifton Brown manca qualcosa: un trauma l'ha privato della virilità e lo ha costretto a una deriva nell'alcol, pur di ottundere il dolore e la

Si m o n a A hr n s t e d t

Svezia, 1349. In un'epoca in cui niente è sicuro e l'onore di una donna è tutto, la giovane e bella


Illiana, figlia di un ricco proprietario terriero, viene rapita per errore poche ore prima del suo fidanzamento ufficiale. Un equivoco tragico quanto provvidenziale che la sottrae a un matrimonio combinato e senza amore. La colpa ­ o il merito ­ è di un giovane soldato: Philippe. Affascinante e rude, dallo sguardo profondo e dal passato oscuro, il ragazzo non gode di ottima fama a corte. Ma il cuore non si ferma alle apparenze.

M a r y A t w e ll

LE STREGHE DI SWAN RIVER Rizzoli

erompere dalla vita di un paesino di quattrocento anime della campagna islandese, dove la luce infinita dell’estate fa venir voglia di scoperchiare le case e la notte eterna dell’inverno accende la magia delle stelle. Un microcosmo che è come una lente di ingrandimento sull’eterna partita tra i desideri umani e le trame del destino, tra i limiti della realtà e le ali dell’immaginazione. Ogni storia è un mondo sospeso tra la terra e il cielo, ogni pagina è una rivelazione che ci tocca nel profondo e ci stupisce, ci fa ridere, piangere, arrossire, sognare.

She r r y J o n e s

senatore del Congresso americano, e di mestiere fa l'avvocatessa. Per lei, vivere in un mondo giusto è più di un sogno. Così, quando arriva come volontaria in Zambia e la sua strada incrocia quella di Kuyeya, vittima di una terribile violenza, decide di farle avere un giusto processo, perché possa sperare in un mondo migliore. Con l'aiuto di Joe, un poliziotto del luogo, cercherà di far condannare il colpevole, figlio di un potente e pericoloso ex­ministro.

M a u r i z i o De G i o v a n n i

I BASTARDI DI PIZZOFALCONE Einaudi

QUATTRO SORELLE TUTTE REGINE Newton Compton Tra le dolci vallate e i fragranti profumi della Provenza, Margherita, Eleonora, Sancha e Beatrice crescono sotto la rigida tutela della madre, la contessa Beatrice di Savoia. L'ambiziosa nobildonna si assicura che le figlie imparino le buone maniere, il fascino, l'arte oratoria, ma soprattutto che

Stretta fra i resti di una vecchia comune e il campus di una scuola per ricche fanciulle, la cittadina di Swan River, negli Appalachi, è sconvolta da una serie di sinistri incidenti: suicidi, incendi, morti violente si succedono con allarmante frequenza. Tutti episodi, stando a quanto sostiene qualche eccentrico hippie, legati all'antica leggenda delle ragazze selvagge, giovani donne che, superata da poco la pubertà, cadrebbero vittima di stati di follia inspiegabile e transitoria. Kate Riordan è nata e cresciuta a Swan River, e a sedici anni si chiede se quel destino stia per toccare anche a lei.

accettino e condividano il suo motto: "La famiglia viene prima di ogni altra cosa". Perché, con la Provenza sotto costante attacco, il destino e la sicurezza della casata dipendono dalle preziose alleanze che la famiglia riuscirà a stringere grazie ai matrimoni delle quattro sorelle con i potenti d'Europa.

C or ba n A d d i s on

I FIORI DI SABBIA Sperling & Kupfer

J o n K a l m a n St e f a n s s o n

13

M a r i a Du e n a s

LUCE D'ESTATE ED È SUBITO

UN AMORE PIÙ FORTE DI ME Mondadori

NOTTE

Iperborea “A volte nei posti piccoli la vita diventa più grande”, a volte la lontananza dal rumore del mondo ci apre al richiamo del cuore, dei sensi, dei sogni. È questo intenso sentire a

A seguito di un grave episodio di corruzione, la squadra investigativa del commissariato di Pizzofalcone deve essere ricostruita, dopo aver rischiato di essere sciolta. Dagli altri distretti sono inviati gli investigatori più scomodi. Tutti sono sospettosi e resistenti a fare squadra nonostante il lavoro connettivo di Palma, il nuovo commissario. In questo difficile contesto, mentre l'inverno lotta per non cedere il posto alla primavera con burrasche di vento che disordinano ulteriormente la città, la moglie di un notaio ricchissimo, apprezzata per le sue opere di beneficenza, è trovata morta con il cranio fracassato nella sua casa sul lungomare.

Kuyeya di anni ne ha solo quattordici, ma in Zambia, dov'è nata e cresciuta, di cose ne ha viste molte. Zoe, invece, è figlia di un

Bianca Perea è una donna di oggi. Invulnerabile, stimata insegnante e pilastro di una famiglia felice, vede improvvisamente crollare tutte le sue certezze quando scopre che il


marito sta per avere un figlio da un'altra donna. Decide così di fuggire e accetta una borsa di studio di tre mesi in California. Deve catalogare le carte di Andrés Fontana, un letterato spagnolo trasferitosi negli Stati Uniti prima della Guerra civile e morto da trent'anni. Un lavoro apparentemente facile che si rivela sempre più intrigante man mano che Bianca si immerge in quella parte di documenti ancora inesplorata.

vecchio libraio: nessuno può più occuparsi di lui e il negozio è ormai la sua casa. In cerca di un padrone, non ha dubbi e sceglie Michelle. Proprio lei che, dopo il fallimento del suo matrimonio, ha chiuso le porte delle emozioni e ha paura di un nuovo legame. Prendersi cura di un cane è l'ultima cosa di cui ha bisogno ora che l'attività di libraia stenta a decollare. Eppure, dire di no a quei grandi e dolci occhi scuri è impossibile: non c'è altra scelta che tenerlo.

(numero che corrisponde agli anni del genitore), il libro scava fra ricordi personali e Storia Patria, mentre la biografia sfuma nella geologia. Procrastinando il congedo definitivo grazie al racconto, Magrelli non desiste e si maschera, fugge, si affida alla digressione per scendere ancora più in profondità e mostrare, oltre alle virtù del padre perduto, anche quei difetti che lo rendevano "un vecchio esacerbato e vulnerabile".

V i k a s Sw a r u p

P e t r os M a r k a r i s

DUE PINTE DI BIRRA Guanda

APPRENDISTA PER CASO Guanda

Sapna Sinha è una giovane donna indiana che ha interrotto gli studi letterari per mantenere la famiglia dopo la morte del padre. Viene contattata da un magnate dell'industria, che ha visto nel suo sguardo "la giusta combinazione di determinazione e disperazione" e che le propone di lavorare per lui come dirigente a un patto: che superi sette prove, sette "life tests" che saggeranno la sua persona, il suo coraggio, la sua onestà, la sua indipendenza in modo a dir poco inedito.

L u c y Di l l o n

LA LIBRERIA DEGLI AMORI

14

IMPOSSIBILI

RESA DEI CONTI Bompiani

La famiglia Charitos festeggia il Capodanno del 2014. La Grecia è appena uscita dall'euro, insieme alla Spagna e all'Italia, e per una notte festeggia ancora. Il giorno dopo arriva la doccia fredda degli stipendi bloccati, delle banche chiuse, della disoccupazione. Atene è nel caos, le strade intasate dalle manifestazioni continue, le forze della polizia in assetto antisommossa, mentre le squadracce di Alba Dorata ripropongono le spedizioni naziste. In tutto questo vengono uccisi, in sequenza, tre ex combattenti del Politecnico, il movimento che, nel 1973, segnò l'insurrezione contro la dittatura dei colonnelli.

Garzanti

V a le r i o M a g r e lli

Michelle ha deciso di ricominciare e vuole dare una svolta alla sua vita. Rilevare una libreria con l'amica Anna è il primo passo. Un giorno, mentre è intenta a riordinare gli alti scaffali, all'improvviso dietro uno scatolone colmo di libri spunta un buffo musetto. È Tavish, il cane del

Negli ultimi dieci anni Valerio Magrelli ha raccolto appunti su foglietti sparsi. Quando suo padre muore, quei foglietti diventano l'unica testimonianza del loro rapporto. Diviso in 83 capitoli

GEOLOGIA DI UN PADRE Einaudi

R o d d y Do y l e

Due amici si incontrano regolarmente in un pub di Dublino per condividere la tradizionale, consolatoria pinta di birra, e commentare con disincantata ironia le novità del giorno. Ma non mancano le incursioni nel privato, le mogli, i nipoti. E fanno pace con se stessi quando finalmente scoprono una ragione valida per ricominciare a odiare gli inglesi.

A n n e H ol t

LA RICETTA DELL'ASSASSINO Einaudi

L'omicidio di un notissimo chef, proprietario di uno dei ristoranti più chic di Oslo, mette a dura prova i detective della polizia. Brede Ziegler era un personaggio molto ben introdotto nella mondanità locale, eppure nessuno sembra avere informazioni attendibili sulla sua vita privata o su come si sia fatto strada. Tornata al lavoro dopo una lunga pausa di riflessione e solitudine, Hanne Wilhelmsen riesce a sciogliere il caso.


St e f a n o B o l l a n i

QUEEN. LA MUSICA E LO STILE Arcana

risparmiatori, con le caratteristiche tecniche, i vantaggi, i rischi, i costi.

(a cura di) Francesco Mancini TEORIA CLINICA DEL PERDONO Cortina

pubblica; per molto tempo nessuno lo ha incontrato né l'ha visto in foto. I segreti di Murakami s'impegna a svelare i retroscena del mondo in cui vive questo straordinario romanziere ­ la sua famiglia, il jazz bar che ha aperto con la moglie, la passione per la corsa e per i gatti, l'influenza della letteratura americana che sono anche le chiavi di lettura per comprendere le sue opere.

A l be r t o B i s i n

FAVOLE & NUMERI. L'ECONOMIA NEL PAESE DI SANTI, POETI E

Album­per­album, pezzo­per­pezzo, La musica e lo stile è un vorticoso viaggio all’interno di una delle discografie più ricche, variegate e glamour della storia del rock. Dagli hit glam dei Settanta a quelli da stadio degli Ottanta, senza tralasciare pezzi apparentemente minori ma ugualmente amati dai seguaci di tutto il mondo, qui ci sono i Queen in tutta la loro esplosiva bellezza. Il libro­base per ogni fan del gruppo, denso di fatti, dettagli e immagini. All’interno: – una cronologia degli eventi chiave

Se una vittima non prova più rabbia, significa che ha perdonato? È davvero sempre possibile il perdono? Quali sono i fattori che ostacolano il processo? E quelli che lo facilitano? Può avere la pratica del perdono delle applicazioni di natura clinica? In questo volume, studiosi di differenti discipline affrontano per la prima volta il tema del perdono, della rabbia, della vendetta in ambito psicologico e

nella gloriosa storia dei Queen – tutti i dettagli della registrazione di ogni singolo brano – una preziosa appendice con tutte le ristampe, i live e le compilation della band – tutte le copertine dei dischi – un’ampia selezione di fotografie.

psicoterapeutico. Sono messe in evidenza le potenzialità curative del perdono, contribuendo alla comprensione di un processo che permea in modo così significativo molti aspetti dell’esistenza umana.

Gl a u co M a g g i , M a r i a T e r e s a C om e t t o GUADAGNARE CON LA CRISI Sperling & Kupfer

I risparmiatori vivono con ansia la crisi dell’euro alternando momenti di vero panico a (rari) sospiri di sollievo legati ad annunci di riforme e accordi tra i governi ancora da concretizzare. La realtà è che le famiglie sono sole in uno scenario economico e finanziario che ha demolito vecchie certezze e introdotto nuovi parametri di giudizio. Che fare per non perdere i nostri soldi? In questo libro troverete, elencati uno per uno, tutti i prodotti finanziari e gli strumenti d’investimento a disposizione dei

NAVIGATORI

T s u g e T e r u hi k o

I SEGRETI DI MURAKAMI Vallardi

UBE L’autore prende il lettore per mano per fargli capire le diagnosi e le interpretazioni sbagliate, i luoghi comuni di alcuni concetti­chiave dell’economia, della finanza e della politica economica in generale. Perché abbiamo felicemente appaltato ai tedeschi la politica monetaria ed ora rimpiangiamo i tempi delle svalutazioni competitive e dell’inflazione a go­go? Non

dobbiamo, per carità, modificarci geneticamente: ma un’iniezione di buona economia, in cui, per esempio, ciclo economico significa ciclo economico, crescita significa crescita e i due concetti non vengono scambiati, non guasterebbe affatto, attutendo, anzi, i nostri “vizi”.

I a n Sa m p l e

HIGGS E IL SUO BOSONE. ALLA RICERCA DELLA PARTICELLA DI DIO

Il Saggiatore

Quali sono le fonti di ispirazione dei suoi romanzi? Come ne costruisce lo stile? Murakami è un personaggio enigmatico come i suoi romanzi: è difficile vederlo in televisione o assistere a una sua apparizione

All'inizio degli anni '60 Peter Higgs inizio a lavorane a un'idea che avrebbe cambiato la storia della fisica e dato il via a una delle più grandi sfide scientifiche mai viste. Higgs teorizzò l'esistenza di una particella battezzata dai media "la particella di Dio" che avrebbe permesso di comprendere l'origine della materia. Questa teoria fu finalmente confermata nel luglio del 2012 al Cern di Ginevra.

15


E v a I l l ou z

PERCHÉ L'AMORE FA SOFFRIRE Il Mulino

umide e buie, a essere svegliati dal rumore delle chiavi che aprono i cancelli dei blindati, a giocare in un cortile di cemento, con accanto madri depresse e avvilite.

A n g u s K on s t a m PIRATI E CORSARI. UOMINI E NAVI. Editrice Goriziana

Le pene d'amore sono universali, ragion per cui personaggi come Emma Bovary non cessano di esercitare una straordinaria seduzione. E tuttavia noi soffriamo in maniera diversa da loro. Se tanti eroi ed eroine della letteratura potevano perfino deliziarsi dei supplizi amorosi, nella nostra cultura utilitarista il dolore è vissuto come un'esperienza puramente distruttiva, da scongiurare e allontanare da sé. C'è, in altre parole, una maniera specificamente moderna di amare e di soffrire per

amore. Non si tratta infatti di esperienze personali, ma della condizione tipica dell'individuo contemporaneo, con il suo imperativo di autoaffermazione e le patologie che lo accompagnano.

C r i s t i n a Sc a n u

MAMMA È IN PRIGIONE Jaca Book Dopo oltre un anno di inchiesta, Cristina Scanu ci svela un mondo di confine: dai grandi problemi di una normativa mancante alla mala­ prigione. Nella sua drammaticità un libro appassionante, un dialogo serrato con le detenute e con chi nelle prigioni lavora. Un appello esigente: anche lì per delle madri con figli si deve poter vivere. Il 90% delle detenute è madre di uno o più figli. Molte li hanno lasciati fuori dal carcere; altre hanno scelto di tenerli con sé dal momento che la legge consente di star loro accanto fino al giorno del terzo compleanno. Bambini costretti a vivere in celle

16

sforzandoci di osservare ogni minimo dettaglio, paradossalmente può succederci di non vedere niente dell'opera che abbiamo davanti. Questo "niente" non significa però "nulla". Perché tutto ciò che si può cercare per descrivere e interpretare un'opera d'arte, in realtà, è già sotto i nostri occhi: si tratta solo di attivare la nostra capacità di guardare per cogliere ciò che il quadro ci mostra e ciò che il pittore voleva esprimere.

H a r r y H ou d i n i

IL MODO GIUSTO DI SBAGLIARE Add

Questo libro è un'accurata ricostruzione delle attività dei pirati attivi nei Caraibi e lungo le coste atlantiche americane nel "periodo d'oro" della pirateria, tra il 1660 e il 1730, e dei corsari attivi nelle medesime zone sino ai primi decenni del secolo XIX. Partendo dalle origini di queste situazioni nel

secolo XVI, e attraverso il particolare fenomeno dei Bucanieri in Giamaica e a Hispaniola, si comprenderà come e perché molti marinai diventarono pirati, descrivendo il loro abbigliamento, le armi, le navi che utilizzavano e le consuetudini su cui basavano la propria attività.

Nel 1908 Harry Houdini, il più grande illusionista di tutti i tempi scrisse una serie di racconti e saggi dedicati alle grandi abilità della sua vita: la fuga e l’arte di scappare. Confessioni, esperimenti, prove, segreti e molto altro per raccontare il trucco, quando c’è... e far capire come si possono ingannare i sensi di chi abbiamo davanti. Magia reale o semplice abilità?

St e f a n o B a r t e z z a g hi

IL FALÒ DELLE NOVITÀ De Agostini

Da n i e l A r a s s e

NON SI VEDE NIENTE: DESCRIZIONI

Einaudi

La pittura rivela la sua potenza abbagliandoci e così, quando ci troviamo di fronte a un quadro

Non c’è nulla di meno creativo della creatività a tutti i costi in cui spesso s’incappa nella nostra terra di santi, poeti, navigatori (del web), tutti, per l’appunto, creativi. Creatività made in Italy che è arte sì, ma d’arrangiarsi. Dove stanno allora il talento, l’estro, la fantasia, l’immaginazione, l’inventiva, le idee? L'autore ci insegna che possiamo e forse dobbiamo parlare ancora di creatività, a patto che impariamo a non cadere nella rete di stereotipi e frasi fatte.


(a cura di) Stefania Donini e

Fr a n ce sco Fr i z z e r a

MOLVENO PASSATOPRESENTE Comune di Molveno

L u c i a C op p ol a

CIAO MAESTRA Edizioni del Faro

(a cura di) Franco Cagol e

Si l v a n o G r o f f

LA CITTÀ DI TRENTO NEL RISORGIMENTO EUROPEO [Collana Quaderni per la storia di Trento; 5]

Comune di Trento

Il libro riporta una selezione di circa 250 immagini storiche di Molveno (dal 1870 al 1970 circa) selezionate fra le 3000 fotografie raccolte nell’ultimo anno nell’ambito del Progetto Memoria – Fototeca documentaria dell’Altopiano della Paganella.

L u ci a n o H i n n a , M a u r o M a r c a n t on i

CORRUZIONE LA TASSA PIÙ INIQUA

Donzelli editore È stata approvata recentemente una

norma anticorruzione dopo tre anni di discussione in parlamento. La norma avvicina l'Italia al resto del mondo, ma la tiene ancora lontana dalle reali esigenze del paese: l'attenzione è concentrata sulla corruzione amministrativa e si trascura quella politica. La norma tiene conto delle esigenze di prevenzione oltre che della repressione: per la prevenzione è prevista l'adozione di una serie di strumenti per i quali esiste però un deficit culturale sia della società civile che del management delle aziende. L'attività di repressione, invece, rimane ancora molto inefficace: per effetto dei termini della prescrizione nessuno è mai andato in galera per corruzione nel passato e nessuno ci andrà nel futuro. Non c'è di fatto pena e non c'è condanna morale da parte della società civile che legge la corruzione come un "male necessario" per combattere la burocrazia imperante.

"Ciao maestra" nasce dalla forte e non più rinviabile esigenza dell'autrice di raccontare la propria esperienza di insegnante, iniziata negli anni '70 e proseguita per quasi quarant'anni. Fin dall'inizio ha partecipato attivamente ai cambiamenti sociali, politici e culturali del tempo. La scuola stava dentro questi momenti innovativi e lei, giovane maestra entusiasta, ansiosa di sperimentare nuove teorie, ha interpretato il ruolo di educatore con la forza dell'età giovanile, andando oltre il peso

delle tradizioni e delle consuetudini vigenti. Ha attraversato i decenni e le generazioni con spirito indomito, allegria e consapevolezza. Arrivata alla pensione, tra lo struggimento per la perdita dei suoi "bambini" e la voglia di fare altro, ha pensato bene di mettere nero su bianco questa bella passeggiata ­ lunga qualche decennio ­ nel mondo della scuola elementare. Il libro inizia dalla fine, dall’ultimo – doloroso – giorno di scuola, e ripercorre, con spiccata delicatezza, le tappe che l’hanno vista partecipe della relazione speciale avuta con tanti bambini e bambine.

Il libro verrà presentato nella sede di Via Roma ­ Sala Affreschi venerdì 15 novembre alle ore 17.30

Trento, Trentino, Tirolo, Austria, Confederazione germanica, Regno di Sardegna, Regno d'Italia, nonché cultura italiana e cultura tedesca: queste sono le realtà territoriali, istituzionali e culturali con le quali questo quaderno si confronta. Temi tutt'altro che nuovi per la storiografia trentina, che peraltro ha da tempo superato l'impostazione quasi finalistica del percorso che dalla prima, Trento, giungeva all'ultima, l'Italia, quale "approdo

naturale". [...] Va però avvertito che questo, come i precedenti "Quaderni per la storia di Trento" non propone, né vuole proporre, una Storia di Trento nel ventennio 1848­1870, [...] quanto piuttosto evidenziare in modo antologico la ricchezza delle notizie e dei temi che l'esame diretto dei documenti mette in luce al fine di riconoscere la complessità e la peculiarità della trama che caratterizza Trento in questo specifico spaccato cronologico. (dalla prefazione di Fabrizio Leonardelli)

17

G i u l i o T on on i , M a r c e l l o M a ssi m i n i NULLA DI PIÙ GRANDE Baldini & Castoldi

Questo libro racconta la storia di un'appassionante spedizione alla ricerca dei segni della coscienza nel coma, nel sonno e nel sogno; e di tutto ciò che ne consegue. L'autore, professore di psichiatria


all’Università del Wisconsin­ Madison ha già vinto lo scetticismo di molti scienziati con le sue ricerche sui moscerini della frutta. «Il sonno è uno dei grandi misteri irrisolti. Eppure ogni notte, dalla culla fino alla tomba, tutti dormiamo. In quegli anni sapevamo dei mammiferi ma non conoscevamo nulla degli invertebrati. Così, decidemmo di studiare i moscerini, tra gli invertebrati più piccoli: ebbene, fanno come noi; dormono una fetta della giornata! ».

Da v i d e P i v e t t i

EMERSIONI­ISOLE DI GIOVANI RACCONTI

Studio Eventi Edizioni Cose che capitano per mare e per isole. Incontri, storie, aspettative, dialoghi reali e surreali di un viaggiatore innamorato del Mediterraneo e delle piccole terre emerse che ne fermano l'infinito

ondeggiare. Il libro è una raccolta di racconti brevi del giornalista rivano Davide Pivetti, che ha navigato nel "mare nostrum" alla ricerca di nuovi approdi e di una nuova consapevolezza. Egadi, Eolie, Pelagie, Kerkennah, Ustica e Cres sono le "emersioni" che fanno da sfondo (e al tempo stesso da protagoniste) di storie scritte tra un approdo e una ripartenza.

M a r co B e t t i n i

LA VOLONTÀ DI DIO Edizioni Piemme

ha assegnato il questore di Bologna sa di ennesima fregatura, ma ormai ci ha fatto il callo. In politica come nel mondo del crimine, però, capire chi sta da una parte e chi dall’altra è sempre difficile, e le ambiguità sono all’ordine del giorno. Per questo, anche la sorveglianza a un semplice convegno può nascondere molte insidie. E infatti, il confronto tra autorevoli rappresentanti delle grandi religioni monoteiste, fortemente voluto dalla giunta comunale, si trasforma nella miccia che innesca una pericolosa reazione a catena.

C a r m i n e A ba t e

IL BACIO DEL PANE Mondadori

Da r i o P i c c o t t i , A l v a r o T o r c h i o VIVALDI E IL SEGRETO DEL NUOVO MONDO

Stampa Alternativa Il ritrovamento di un apocrifo vangelo di Giacomo, fratello di Gesù, durante il saccheggio di Costantinopoli, dopo il passaggio del testo fra le mani di grandi

riformatori religiosi e sociali, costituisce, per volontà di una fazione dei Gesuiti, la base di un rivoluzionario progetto di riscatto sociale da attuarsi nel Nuovo Mondo. Il concatenarsi degli eventi finisce col coinvolgere, sullo sfondo della Venezia del primo '700, un ignaro Antonio Vivaldi. La sua attività di musicista, i suoi rapporti con i nobili e gli intenditori di musica italiani e stranieri si intrecciano con la scandalosa quotidianità di "prete che non dice messa" e che tiene presso di sé due belle donne.

M a u r o M a r c a n t on i , G i or g i o P os t a l

TRENTINO E SUDTIROLO, L’AUTONOMIA DELLA CONVIVENZA

Trentino School of Management

Il commissario capo Tommaso Migliori non ha molta voglia di stare a discutere. L’incarico che gli

doveri da capitalizzare e da reinvestire in termini di sviluppo, nostro e del resto del paese. Una responsabilità di cui dobbiamo farci carico a cominciare dalla consapevolezza che l'Autonomia non può essere considerata buona e meritata per definizione.

L'Autonomia di cui disponiamo non è solo un insieme di tutele giuridico­istituzionali, pur importanti, ma è soprattutto un patrimonio condiviso di storia, di riferimenti, di cultura, di diritti e di

Il mare che si allontana, scintillante nella calura. La fiumara da risalire, gonfia di pietre luminose, i ruderi

dei mulini, il bosco di lecci chiazzato del giallo delle ginestre e infine lo scroscio sempre più intenso: è così che Francesco e i suoi amici scoprono un'oasi di pace presso la cascata refrigerante del Giglietto, sopra il paese di Spillace, in Calabria. Il luglio è afoso, e i bagni nel laghetto sono il diversivo ideale per la piccola comitiva di ragazzi e ragazze nemmeno diciottenni, affamati di vita e di emozioni. Ma quel luogo incantevole cela un mistero: in uno dei mulini abbandonati Francesco e Marta incrociano gli occhi atterriti e insieme fieri di un vagabondo, che si comporta come un uomo braccato, cerca di allontanarli ed è addirittura armato. Ma la curiosità buona dei due ragazzi, gli sguardi leali scambiati nell'ombra, hanno la meglio: e presto l'uomo misterioso rivela qualcosa di sé, della ferita che lo ha condotto a nascondersi. L'uomo "selvatico" del Giglietto sarà per i protagonisti il testimone più alto della dignità, del rifiuto della prepotenza, della solidarietà che rendono grande ogni esistenza.


A g or à

L ' a lt r a v e r i t à

A m e r i ca n L i f e

Protagonista è Ipazia (375?­414 d.C.), celebre filosofa neoplatonica, matematica e astronoma, inventrice del planisfero e dell'astrolabio in Alessandria d'Egitto. Oltre tre opere matematiche e alle lettere a lei scritte da Sinesio di Cirene, dotto poeta alessandrino, sono poche le testimonianze arrivate a noi. Nel marzo 414 fu linciata da una folla di cristiani fanatici, seguaci del vescovo Cirillo.

Fergus e Frankie sono stati amici sin dall'infanzia sognando viaggi impossibili. Divenuti adulti Fergus ha viaggiato come membro della SAS, le forze armate speciali britanniche. Una volta congedato ha convinto l'amico Frankie (ex paracadutista) ad andare in Iraq con lui. Nel settembre 2007 Frankie viene ucciso sulla Route Irish a Baghdad. Fergus non crede alla versione ufficiale e prende ad indagare sulla morte dell'amico. Al suo fianco ha Rachel, la vedova.

Burt e Verona sono una coppia di trentenni in attesa di una bambina. Sono convinti che dopo la nascita i genitori di lui saranno lieti di partecipare alla loro felicità nel veder crescere la piccola. Quando scoprono che invece i due hanno deciso di partire per il Belgio restano profondamente sconcertati. vanno in cerca di amicizie del passato o di parenti con cui poter condividere la gioia della nascita intraprendendo così un viaggio da Miami al Canada.

W a i t r e s s ­ R i c e t t e d ' a m or e

T r e a l l ' i m p r ov v i s o

Regia di Adrienne Shelly USA 2007 COMMEDIA K 8546691

Regia di Greg Berlanti USA 2010 COMMEDIA K 8542186

T he A v i a t o r

Dura la vita per Jenna, cameriera in un locale dove cucina anche torte prelibate e fantasiose. Troppo lavoro e in casa un marito geloso e violento, volgare e invidioso della sua intelligenza. Quando scopre di essere incinta, non sa che fare anche perché si è innamorata del suo ginecologo, simpatico, nevrotico e sposato.

Holly ed Eric non si possono frequentare. Ci hanno provato con un appuntamento combinato, ma la serata non è nemmeno iniziata che già in macchina litigavano. L'unico motivo che hanno per vedersi è per l'appunto l'amicizia comune con una coppia rodata di neogenitori e l'affetto per la di loro figlia. Proprio tale attaccamento fa sì che quando i suddetti genitori muoiono in un incidente d'auto, loro scoprano di essere stati designati come affidatari della bambina nel testamento dei due.

Frammenti di un ventennio di vita di Howard Hughes (1905­76), erede di una famiglia di petrolieri, produttore a Hollywood e regista, aviatore, ideatore di aerei di avanguardia, proprietario della compagnia aerea TWA: amori con attrici (Jean Harlow, Katharine Hepburn, Ava Gardner, ecc.); scontri con la censura per "Il mio corpo ti scalderà" (1943); inchiesta parlamentare sui finanziamenti pubblici durante la guerra; accuse di corruzione; morte sfiorata in un incidente aereo nel '46; l'autodifesa vincente nell'udienza del '47.

Regia di Alejandro Amenábar Spagna, 2009 STORICO K 8550495

Regia di Ken Loach GB, Francia, Italia, Belgio, Spagna 2010 DRAMMATICO ­ K 8549848

Regia di Sam Mendes USA, Gran Bretagna 2009 COMMEDIA K 8555703

Regia di Martin Scorsese USA, Germania, Giappone 2004 BIOGRAFICO K 8546950

19


B i uti ful

C a s i n o R oy a l e

C om e l ' a c q u a p e r g l i e l e f a n t i

Uxbal ha molte facce: padre tenerissimo ma esigente, separato da una moglie amorale e bipolare, malato terminale di un tumore che gli dà 2 mesi di vita, sfrutta la fama di sensitivo ascoltatore di morti. È generoso nel soccorrere gli immigrati sui quali, però, campa, complice dei cinesi che li sfruttano. Un film tragico e disperato sul tema della morte, ma aperto alla speranza e al futuro.

Dopo essersi guadagnato due zeri e la licenza di uccidere James Bond, alle origini della sua carriera, è sulle tracce di Le Chiffre, uno spregiudicato banchiere che finanzia organizzazioni terroristiche. L'intervento di Bond manda all'aria i suoi piani, sventando un attentato ai danni di una compagnia aerea. Le Chiffre si ritrova così in debito e in imbarazzo con un misterioso signore della guerra africano, per saldare il conto organizza un'esclusiva partita a poker al Casino Royale nel Montenegro.

Nell'America della Grande Depressione, Jacob Jankowski è a un esame dalla laurea e da una notte d'amore con la più bella ragazza del corso di medicina veterinaria. Un tragico incidente, in cui muoiono i genitori, sconvolge la sua vita: lasciata la propria casa per coprire i debiti del padre e abbandonata l'università, Jacob sale su un treno in corsa e spera nella buona sorte che avrà il volto dolce di Marlena, stella equestre del Benzini Bros Circus e moglie dell'instabile August, impresario e domatore crudele di artisti e animali.

R ug g i n e

P oe t r y

Cy r u s

Regia di Daniele Gaglianone Italia 2011 DRAMMATICO K 8549858

Regia di Chang­dong Lee Corea 2010 DRAMMATICO K 8546716

Nord Italia. Fine anni '70. Alla periferia di una città in un quartiere abitato da immigrati, un gruppo di ragazzini, capitanati dal siciliano Carmine ha costituito come proprio dominio il Castello, due vecchi silos arrugginiti. Nel quartiere giunge un nuovo medico condotto, il dottor Boldrini che intimorisce un po' gli abitanti con il suo atteggiamento aristocratico. I bambini scopriranno un suo terribile segreto ma avranno timore di non essere creduti.

Quando il cadavere di una ragazza affiora dalle acque di un fiume, qualcosa nella quotidianità di Mija ­ badante part­time affetta da alzheimer ­ si incrina man mano che scoprirà di più sulle ragioni che hanno portato al suicidio della giovane. La morte scorre sul fiume e la tranquilla vita di provincia, fatta di routine, viene turbata dal macabro inaspettato, cercando disperatamente di riassorbirlo nella propria bambagia protettiva.

Regia di Alejandro González Iñárritu Messico, Spagna 2010 DRAMMATICO K 8555738

20

Regia di Martin Campbell USA, GB, Germania, Repubblica Ceca 2006 AZIONE K 8545741

Regia di Francis Lawrence USA 2011 DRAMMATICO K 8546666

Regia di Jay Duplass USA 2010 COMMEDIA K 8547389

John, divorziato, conduce una vita solitaria. L'ex moglie lo spinge a cercare una nuova compagna. La trova in una donna che ha un figlio ventunenne che ha allevato da sola e che le è molto attaccato. Quando Cyrus vede che tra la madre e John la situazione rischia di divenire seria fa di tutto per tenere la madre per sé. Cyrus soffre di un ritardo emotivo causato dalla totale assenza di una figura paterna e John non si presenta come il sostituto ideale.


Biblioteca comunale - Sede centrale Via Roma, 55. Tel 0461/889521; Fax. 0461/889520 info@bibcom.trento.it SALA MANZONI (narrativa, sezioni tematiche, Biblioteca Austriaca, informatica, cd­rom, cd musicali, dvd fiction e documentari, prestito interbibliotecario provinciale) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 18.30

SALA CATALOGHI (ricerche bibliografiche, prestito interbibliotecario provinciale, nazionale e internazionale, internet) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 18.30

PRIMO PIANO (saggistica, enciclopedie e dizionari, prestito interbibliotecario provinciale, nazionale e internazionale) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 18.30 Al primo piano si richiedono anche i libri che hanno segnatura DG, che per la maggior parte non sono ammessi al prestito e devono essere consultati in sede. I DG non sono immediatamente disponibili (tranne i DG 3), perchè si trovano nei depositi di via Maccani, da dove vengono ritirati il mercoledì.

SECONDO PIANO (sezione trentina, libro antico, manoscritti)

EMEROTECA (consultazione quotidiani e periodici) da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 20.30 sabato: 08.30 ­ 18.30 In emeroteca possono essere consultate tutte le le riviste e i quotidiani esposti; per consultare i fascicoli arretrati conservati a deposito, l'utente deve rivolgersi in sala trentina; fanno eccezione i quotidiani nazionali e stranieri per i quali e' prevista la conservazione di 3 mesi nel deposito del seminterrato (in questo caso va fatta richiesta in emeroteca dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00)

SEZIONE BAMBINI E RAGAZZI da lunedì a venerdì: lunedì e giovedì anche: sabato:

da lunedì a venerdì: 08.30 ­ 18.30 I depositi sono chiusi (quindi il materiale non può essere preso in prestito o in consultazione) dalle 12.30 alle 14.00 e dopo le 18.00.

ARCHIVIO STORICO (secondo piano) lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: 08.30 ­ 12.30 giovedì:

08.30 ­ 12.30 14.00 ­ 18.00

14.30 ­ 18.30 10.00 ­ 12.30 08.30 ­ 18.30

Se volete essere informati sulle iniziative della Biblioteca, iscrivetevi alla nostra newsletter sul sito www.bibcom.trento.it

La Redazione di BIB di questo numero è composta da: Elisabetta Alberti, Paola Andreatta, Claudia Dalla Zotta, Elena Leveghi, Paolo Malvinni, Fabrizia Mosca, Maria Orsingher, Eusebia Parrotto, Lucia Tavernini. Hanno collaborato: Elisa Bort e Jacopo Colombo Le foto di copertina e delle pagine 4 e 5 sono di Luciano Palombi. Impaginazione e grafica: Claudia Dalla Zotta.

Su p p l e m e n t o a " T r e n t o n o t i z i e " . Tutti i numeri di BIB sono consultabili online all'indirizzo: issuu.com/bibtn

21

Per informazioni, proposte, suggerimenti, scrivere a: redazio neb ib @c o mune. trento . it


Orari di apertura delle Sedi Periferiche SEDE DELL'ARGENTARIO Centro Civico di Cognola. Tel. 0461/889797 Piazza dell'Argentario, 2 tn.argentario@biblio.infotn.it SEDE DI MATTARELLO Centro San Vigilio. Tel 0461/889868 tn.mattarello@biblio.infotn.it lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

9.00 ­ 12.30 9.00 ­ 12.30

14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30

SEDE DI GARDOLO Piazza Lionello Groff, 2. Tel 0461/889815 tn.gardolo@biblio.infotn.it lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

9.00 ­ 12.30

9.00 ­ 12.30

14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30

SEDE DI RAVINA Via Val Gola, 2. Tel. 0461/889786 tn.ravina@biblio.infotn.it lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

9.00 ­ 12.30

14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30

SEDE DI CLARINA Via Clarina, 2/1. Tel. 0461/889879 tn.clarina@biblio.infotn.it SEDE DI POVO Via don T. Dallafior, 5. Tel. 0461/889918 biblioteca_povo@comune.trento.it SEDE DI VILLAZZANO Via Villa, 3. Tel. 0461/912533 tn.villazzano@biblio.infotn.it lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì

9.00 ­ 12.30

14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30 14.30 ­ 18.30

SEDE DI MADONNA BIANCA Piazzale Europa, 11. Tel. 0461/921377 tn.madonnabianca@biblio.infotn.it SEDE DI MEANO Via delle Sugarine, 26. Tel. 0461/889758 tn.meano@biblio.infotn.it SEDE DI SOPRAMONTE Via di Revòlta, 4. Tel. 0461/889897 tn.sopramonte@biblio.infotn.it dal lunedì al venerdì

14.30 ­ 18.30

Orari dei Punti di Prestito PUNTO DI PRESTITO DI CADINE Via del Molin, 34 Tel. 0461/865481 comunicazioni@oasi.tn.it dal lunedì al venerdì

PUNTO DI PRESTITO DI MONTEVACCINO c/o Centro Sociale. Tel. 0461/992166 puntodiprestito@montevaccino.it

9.00 ­ 10.00 15.30 ­ 18.30

Bibliobus Tel. 329/1718618

19.00 ­ 22.00 16.30 ­ 18.30

PUNTO DI PRESTITO DI ROMAGNANO Via alle Sette Fontane, 1

PUNTO DI PRESTITO DI MARTIGNANO Piazza Menghin, 5. Tel. 0461/828402 martignano@biblio.infotn.it martedì e giovedì

mercoledì venerdì

15.00 ­ 18.30

bibliobus@biblio.infotn.it

martedì giovedì venerdì

14.30 ­ 17.00

15.00 ­ 17.30 09.00 ­ 11.30 20.30 ­ 21.30


UN

ANNO VISSUTO INTENSAME NTE :

ESPERIENZE DEL

S ERVIZIO C IVILE

IN

B IBLIOTECA

Prendere l'autobus giusto può sembrare banale, ma credete: non lo è affatto. Specie se siete carichi come asini di libri e dovete essere in quindici minuti dall'altra parte della città, dove vi aspettano venti ragazzi in attesa di storie. Questa è solo una delle avventure che ci sono capitate in quest'anno di Servizio Civile presso la Biblioteca Comunale nell'ambito del progetto "Testi per Teste Toste". Tante avventure riunite in un'unica sfida: promuovere fra i ragazzi l'amore per i libri e per la lettura, cercando al tempo stesso di far conoscere loro la loro Biblioteca. Come ogni buona competizione che si rispetti non è stata semplice. Abbiamo dovuto imparare molte cose nuove che ci hanno portato a conoscere un mondo fatto di storie bellissime. Fortunatamente nel corso di questa sfida abbiamo avuto l'aiuto e il sostegno di tante persone meravigliose, sia interne alla biblioteca che non. Una delle parti più importanti del nostro percorso è stata la creazione di bibliografie tematiche adatte alle varie fasce d'età dei ragazzi che abbiamo incontrato nel corso di questi dodici mesi, nonchè la lettura dei libri selezionati in biblioteca, nelle classi, nei centri giovanili, ma anche al parco o nei punti di prestito estivi delle piscine di Trento e di Gardolo. Arrivare nel posto designato e trovarsi di fronte ad adolescenti o bambini rumorosi e giocherelloni, ma che si trasformano nel preciso istante in cui inizia la magia della lettura. E poi, una volta finita la storia, vederli partecipi con commenti o racconti personali. Tutto questo ti dona qualcosa di incredibile. E' una sfida continua, un continuo mettersi in gioco. Ma vedere la gioia nei loro volti ti ripaga dello sforzo e della fatica. Poi abbiamo anche affrontato la sfida della comunicazione tramite i social network, come la nostra pagina facebook (PpOP! Pensieri, Parole, Opere e Passioni) o il nostro blog (onceinlibrary.blogspot.it), ma anche quella della realizzazione di eventi tematici nella sede della Biblioteca Centrale: tutti momenti speciali e appassionanti che ci hanno spinto a impegnarci per offrire agli utenti qualcosa di diverso, di bello e di qualità. Pensando a quest'esperienza vorremmo dire agli adulti di non sottovalutare la potenza degli albi illustrati e della narrativa per ragazzi e per giovani adulti: ogni libro e quindi ogni storia ha la capacità di donare qualcosa. Speriamo di aver seminato qualcosa e di aver lasciato un bel ricordo di noi nel corso di questi dodici mesi. Senz'altro loro hanno lasciato dentro di noi la consapevolezza di aver fatto qualcosa di buono per la nostra comunità, per la Biblioteca, per il nostro Paese... ma soprattutto per noi.

Elisa Bort e Jacopo Colombo


RIMANI IN CONTATTO CON NOI! SITO WEB E NEWSLETTER: www.bibcom.trento.it PAGINA FACEBOOK: www.facebook.com/bibliotecacomunaleditrento

BIBLIOTECA DIGITALE: trentino.medialibrary.it CATALOGO BIBLIOGRAFICO ONLINE: http://www.cbt.biblioteche.provincia.tn.it/oseegenius/

CATALOGO TRENTINO DI IMMAGINI: www.catinabib.it BIBLIOGRAFIA TRENTINA DEI SECOLI XV-XVIII: www.esterbib.it

NOTIZIARI "Bib" e "A tutto Bib" sfogliabili on line: issuu.com/bibtn/


Bib (n. 68, settembre/novembre 2013)