Issuu on Google+

Rizzo, Roberto Energia verde in Italia : cos'è, chi la vende, come si compra BCI 333.791 RIZR - Prestito ammesso Aderire alle offerte di energia verde non è sempre il modo migliore per fare del bene all'ambiente. L'energia verde proposta dalle aziende elettriche italiane proviene perlopiù da grosse centrali idroelettriche vecchie di decenni, che non inquinano ma che possono comportare un impatto notevole sull'ambiente. Se si vuole davvero fare qualcosa di "verde" (e diminuire la bolletta elettrica) è meglio rendere più efficienti le nostre case e installare piccoli impianti a fonti rinnovabili, sfruttando gli incentivi oggi in vigore. Il sistema elettrico del futuro sarà organizzato proprio così: negli edifici verranno eliminati gli sprechi e le case si trasformeranno in mini-centrali elettriche, in grado di soddisfare il fabbisogno famigliare e immettere il surplus nella rete elettrica. Quest'ultima sarà "intelligente" perché dovrà gestire simultaneamente la generazione elettrica di milioni di punti (le nostre case) e quella delle centrali, che però dovranno essere a basso impatto. In questo sistema non avranno posto gli impianti nucleari, a carbone, a olio combustibile, quelli idroelettrici più grandi. Non si parlerà più di rete nazionale ma di rete europea e intercontinentale: l'energia per la nostra casa potrebbe provenire dall'impianto solare sul tetto o da quello micro-eolico in giardino, come da una centrale eolica del Mare del Nord o una termosolare a concentrazione nel Nord Africa. Quando arriveremo a capire anche in Italia che il futuro è già iniziato? Calabria, Esmeralda Biùtiful cauntri: il documentario shock sull'ecomafia in Campania BCI 364.1 CALE - Prestito ammesso DVD: BCI VD 364.1 CALE - Prestito per 7 giorni Il libro svela i metodi della cosiddetta Rifiuti S.p.A. emersi dalle intercettazioni telefoniche che mostrano l'arroganza, la violenza e il cinismo degli ecocriminali. E punta il dito contro vent'anni di malgoverno, disattenzione delle istituzioni e false promesse. Il DVD racconta di allevatori che vedono morire le proprie pecore per la diossina, di contadini che coltivano terre inquinate dalle vicine discariche... Voci e immagini di una terra violata, consumata dall'alleanza fra un Nord operoso e senza scrupoli e le nuove forme della criminalità organizzata, raccontata con immagini inedite del traffico illecito di rifiuti. Clô, Alberto Il rebus energetico : tra politica, economia e ambiente BCI 333.79 CLOA - Prestito ammesso

Droege, Peter La città rinnovabile : guida completa ad una rivoluzione urbana BCI 333.79 DROP - Prestito ammesso Nonostante la crescita inarrestabile dei prezzi di idrocarburi e uranio e dei rischi a cui sono esposte a causa dei cambiamenti climatici, la maggior parte delle città continua a essere pensata e costruita come se queste due realtà non esistessero. Scritto da un esperto mondiale di design urbano, il volume fornisce le coordinate con cui attuare la transizione dalla "città fossile" alla "città rinnovabile". La sfida è difficile, la posta in gioco altissima: la partita può essere vinta solo con strumenti concettuali e operativi radicalmente diversi da quelli che hanno fino ad oggi guidato e ispirato architetti e pianificatori, amministratori e cittadini. Energia da fonti rinnovabili integrate, gestione delle acque metropolitane e verde urbano, reti energetiche intelligenti, mobilità sostenibile, misure economiche e giuridiche: le tessere del mosaico sono queste, pronte per essere utilizzate per disegnare una città nuova e, soprattutto, rinnovabile.

Malavasi, Pierluigi Pedagogia verde : educare tra ecologia dell'ambiente ed ecologia umana BCI 304.2 MALP - Prestito ammesso Il volume delinea le ragioni di una pedagogia dell'ambiente che ha per oggetto l'analisi del rapporto tra la formazione umana e l'ambiente nelle sue diverse forme storico-culturali. Una pedagogia "verde" per imparare la cittadinanza planetaria e condividere le risorse della terra: educare, infatti, lungo l'arco di tutta la vita, richiede a ciascuno un impegno sempre vivo da cui dipende la fioritura del bene comune, tra ecologia dell'ambiente ed ecologia umana.

Biblioteca comunale degli Intronati via della Sapienza 3 - 53100 Siena tel. +39 0577 282972/280704 fax +39 0577 44293 e-mail: biblioteca@biblioteca.comune.siena.it

Biblioteca Comunale degli Intronati Biblioteca Pubblica

PER SAPERNE DI PIÙ


Fitoussi, Jean Paul La nuova ecologia politica: economia e sviluppo umano BCI 333.7 FITJP - Prestito ammesso La crisi odierna del capitalismo sta scuotendo in profondità non solo le istituzioni finanziarie internazionali e i bilanci pubblici di quasi tutti gli stati, ma gli stessi paradigmi dominanti nel campo delle scienze economiche. Occorre ripensare seriamente, in questo contesto, le possibilità stesse di un nuovo sviluppo, e avere il coraggio di rimettere in discussione premesse che sembravano fino a oggi scontate. Il nuovo paradigma-argomentano in questo libro Jean-Paul Fitoussi ed Éloi Laurent - dovrà fondarsi su un'idea di economia aperta, cioè di un'economia consapevole del suo contesto ambientale, sociale e politico. Non è infatti la teoria economica in se stessa che bisogna incriminare per i disastri attuali, ma la sua definizione ristretta come scienza di processi autonomi. La crisi alimentare ed energetica mondiale, non meno della crisi finanziaria, riporta viceversa al rapporto essenziale che deve esistere tra la ripartizione dei "mezzi di sussistenza" e la ripartizione del "diritto a sussistere", tra ecologia, giustizia sociale e democrazia. Un nuovo sviluppo potrà essere sostenibile, da questo punto di vista, solo se sarà democratico, nel senso che saprà assicurare a ciascuno il diritto a sussistere. Detto altrimenti: l'unica decrescita davvero importante è la decrescita delle disuguaglianze. Hulot, Nicolas Per un patto ecologico BCI 577 HULN - Prestito ammesso "Il conto alla rovescia è cominciato. Per innumerevoli specie animali e vegetali è già troppo tardi. Quanto agli uomini, sono centinaia di milioni a soffrire a causa della carenza di risorse primarie e dell'inquinamento, e un domani saranno ancora più numerose le vittime dei disordini climatici che saranno cacciate dalle loro terre e costrette a emigrare verso nord incontro a nuove forme di miseria. Ma è proprio perché la crisi è causata dall'uomo che essa non è irreversibile. Interrompere la spirale dipende da noi, qui e adesso. Una trasformazione è inevitabile: non c'è nessuna compatibilità tra il modo di sviluppo attuale e la durabilità degli ecosistemi da cui dipendiamo. Se la negligenza nella produzione e nei consumi continua a imporre la sua legge, siamo destinati alla regressione economica e sociale. Come evitare tale regressione, fonte di ulteriore insicurezza e di molteplici conflitti? La rottura necessaria passa essenzialmente attraverso un minor consumo di energia, minor utilizzo di materie prime, minore produzione di rifiuti, riduzione degli spostamenti, minor impiego di prodotti chimici. Cioè, in sostanza, meno impatto ecologico mentre, da ogni direzione, tutto spinge al "più". Sono necessarie scelte politiche per provocare il cambiamento verso una società moderata: esse implicano il mettere in atto democraticamente nuovi strumenti

di regolamentazione in grado di riconciliare gli equilibri e le attività umane." Poggio, Andrea Green life : guida alla vita nelle città di domani BCI 333.7 POGA - Prestito ammesso Nel 2007 la popolazione che abita nelle città ha superato per la prima volta nella storia quella che vive nelle aree rurali, e si prevede che questa percentuale possa salire al 70% entro il 2050. Inoltre, le città consumano più del 70% di tutta l'energia e producono il 69% delle emissioni di CO2. Bastano queste cifre a confermare che la partita della sostenibilità può essere vinta solo partendo dai contesti urbani, da sempre luoghi dell'innovazione e della creatività, ma oggi anche giganteschi consumatori di energia e produttori di rifiuti e inquinanti. Eppure, come ci dimostrano Andrea Poggio e Maria Berrini, le alternative ci sono. Abitazioni che generano più energia di quanta ne consumano, facendo risparmiare un sacco di soldi ai proprietari; sistemi di trasporto integrati con cui evadere dalle prigioni a quattro ruote che guidiamo tutti i giorni; nuovi modi di vivere e rapportarci con i nostri vicini, per smettere di stupirci se qualcuno ci ringrazia e ci saluta... Molte città in Europa e nel resto del mondo lo hanno già fatto, e chi le abita è più felice e meno spaventato dal futuro. E noi, che cosa stiamo aspettando? Gabanelli, Milena Ecofollie : per uno sviluppo (in)sostenibile BCI 333.7 GABM - Prestito ammesso DVD: BCI VD 333.7 GABM - Prestito per 7 giorni

Gelisio, Tessa Guida ai green jobs: come l'ambiente sta cambiando il mondo del lavoro BCI 331.7 GELT - Prestito ammesso La trasformazione verde dei modi di progettare, consumare, produrre e smaltire è considerata una strategia fondamentale per superare la crisi economica ed ecologica che stiamo attraversando. Energie rinnovabili, edilizia, trasporti, agricoltura, turismo, produzioni alimentari, comunicazione, finanza, gestione dei rifiuti e sicurezza del territorio... L'elenco è lunghissimo, e dimostra che la green economy interessa ogni comparto produttivo, generando nuovi posti di lavoro e consentendo la riqualificazione di molti di quei profili che non trovano più spazio nel mercato dell'occupazione. Questo volume offre

una panoramica completa sui lavori verdi in Italia. L'analisi di ogni settore è preceduta da un'intervista a un esperto scelto tra i manager, gli imprenditori o i professionisti che hanno fatto della sostenibilità la chiave del loro successo. L'intento degli autori è quello di fornire uno scenario il più possibile realistico, e per questo non manca la voce della politica, il cui ruolo è giudicato come determinante, nel bene e nel male, da molti degli intervistati. Le 100 schede che arricchiscono il volume indicano i percorsi formativi, le opportunità occupazionali e le prospettive di sviluppo di quella che nell'opinione di molti si prospetta come la prossima rivoluzione industriale, l'unica sostenibile. Ecomafia 2009: le storie e i numeri della criminalità ambientale a cura di Legambiente, prefazione di Pietro Grasso Procuratore nazionale antimafia BCI 364.1 ECOM - Prestito ammesso

Montanari, Armando Ecoturismo: principi, metodi e pratiche BCI 338.4 MONA - Prestito ammesso Il numero dei visitatori delle aree protette è cresciuto in modo significativo in tutto il mondo: ma che cosa significa in realtà "ecoturismo"? Per rispondere alla domanda, il volume dà conto del dibattito internazionale che si è sviluppato negli ultimi anni, e anche attraverso la presentazione di alcuni casi di studio, italiani ed esteri - fornisce indicazioni su principi, metodi e pratiche di questa nuova modalità del viaggiare e del conoscere, illustrando con chiarezza i processi culturali ed etici ad essa legati e i suoi impatti sociali, economici ed ecologici. Uno strumento per gli studenti e per i numerosi operatori del settore che desiderano rendere più efficaci le politiche finalizzate a un'offerta turistica in linea con la tutela dell'ambiente. Norton, Michael 365 modi per cambiare il mondo BCI 303.48 NORM - Prestito ammesso


Green Library