Page 26

In questo secondo manifesto la parte iconografica riprende quella dell’opuscolo precedente; vi sono state aggiunte viste del Castello di Rossena e dei quattro colli di Quattro Castella con in primo piano il castello di Bianello. La vista riprodotta nella parte alta del manifesto riprende l’iconologia contenuta nella fotografia 01, mentre la vista sottostante di Ciano d’Enza è molto simile alla fotografia 07 (era tipico del tempo riprendere immagini fotografiche e restituirle in forma di dipinto soprattutto per quanto riguarda i paesaggi). Su questo manifesto la cosa che incuriosisce sono le parole contenute nello slogan gite alpine. Il messaggio è molto chiaro: questa ferrovia, porta sulle colline, dove si possono ammirare paesaggi alpini, paesaggi che fino a quel momento erano raggiungibili solo da pochi benestanti. La ferrovia quindi permetterà una (psicologica) crescita sociale, anche i meno abbienti potranno imitare i ricchi permettendosi dei viaggi anche se solo in Val d’Enza.

Fig. 09 dipinto ad olio 110 x 152 del pittore reggiano Ottorino Davoli (Reggio Emilia 18881945) raffigurante la Provincia di Reggio Emilia con le ferrovie locali. (I trasporti pubblici a Reggio Emilia di Giannetto Magnanini) 20

Profile for Biblioteca Archivio Emilio Sereni

PAESAGGI VISTI DAL TRENO. Un viaggio sulla Reggio-Ciano  

Una pubblicazione edita dall'Istituto Alcide Cervi in collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale e T.I.L. - Trasporti...

PAESAGGI VISTI DAL TRENO. Un viaggio sulla Reggio-Ciano  

Una pubblicazione edita dall'Istituto Alcide Cervi in collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale e T.I.L. - Trasporti...

Advertisement