Page 159

Conservare le contestualizzazioni sul terreno ed corridoi visivi Non si può più pensare di modificare il paesaggio, inserendo nuovi elementi urbani o antropici, senza osservare l’orizzonte, per capire quali interferenze questi interventi hanno con il paesaggio in genere, oppure interferire nella viabilità storica, nella rete idraulica, nella sistemazione dei poderi, nel sistema rurale, o nell’insieme architettonico del Borgo isolato, soprattutto dove questi elementi sono ancora presenti, anche se a volte non troppo visibili. La tutela di queste componenti del paesaggio, diventa basilare per non perdere i caratteri peculiari di un luogo, caratteri che identificano una struttura socio culturale ben precisa, e la consapevolezza di chi siamo, i punti di riferimento servono anche per non perdere il senso della vita. Quindi non basta osservare il singolo elemento, ma bisogna osservare l’intorno, in modo da non alterare un contesto che è stato strutturato in tanti anni di storia, ed è estremamente funzionale, come ho precedentemente scritto riguardo dell’abitazione rurale. Nelle due immagini che seguono, riporto un classico esempio di decontestualizzazione di un fondo rurale, a discapito di parcheggi e capannoni. Questa operazione edilizia, che si può ammirare entrando nella tangenziale di Reggio Emilia per chi viene da Parma, ha portato oltre la decontestualizzazione territoriale, alla perdita di superficie agraria produttiva, per ospitare automobili e dei capannoni (bisognerebbe essere in grado di determinare quale sia il bilancio economico tra quanto vale il prodotto della terra e quanto vale il prodotto del capannone), alla perdita di visuale libera con la costruzione del parallelepipedo in cemento posto proprio di fronte al fabbricato rurale che doveva essere considerato un monumento. Questo è l’esempio perfetto di ciò che non si deve fare se si vuole fare una vera e seria politica di valorizzazione del territorio.

153

Profile for Biblioteca Archivio Emilio Sereni

PAESAGGI VISTI DAL TRENO. Un viaggio sulla Reggio-Ciano  

Una pubblicazione edita dall'Istituto Alcide Cervi in collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale e T.I.L. - Trasporti...

PAESAGGI VISTI DAL TRENO. Un viaggio sulla Reggio-Ciano  

Una pubblicazione edita dall'Istituto Alcide Cervi in collaborazione con il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale e T.I.L. - Trasporti...

Advertisement