Page 80

slowmotion EVENTS

LO SPIRITO DELLA TERRA

Dal 4 al 6 luglio Aurora, il Festival di Natura e Spirito in Val d’Orcia, trasforma borghi medievali, pievi romaniche e antichi poderi di uno dei luoghi più affascinanti d’Italia, in scenari di approfondimento sul rapporto con natura e ambiente. Ve lo raccontiamo attraverso un testo di Bebetta Campeti, uno dei relatori dei tanti appuntamenti del Festival. Nel mondo é in corso un’evoluzione delle coscienze a livello personale e globale. Lentamente e dolorosamente, l’umanità si muove verso un’auto-determinazione e il riconoscimento che aldilà delle differenze di razza, cultura, religione, credo politico o sistema economico, condividiamo la stessa condizione di ospiti della Terra e vogliamo tutti le stesse cose: sicurezza, felicità e futuro per i nostri figli. Naturalmente c’è anche una grossa resistenza a questo cambiamento: in nessun modo vorrei essere ottimista, possiamo misurare il lavoro che resta da fare. D’altronde non si può negare che grazie al ruolo crescente delle donne nella società, e alla rivoluzione di internet, sia avvenuto un progresso enorme nelle coscienze delle persone, spesso più che nei governi che le rappresentano. Questo accade grazie al paziente lavoro preparatorio di donne e uomini di buona volontà, che dura da più di mezzo secolo e si é intensificato negli ultimi decenni, e all’aiuto delle forze spirituali che sollecitano questo mutamento. Si tratta di una rivoluzione silenziosa, forse addirittura

incognita a se stessa, stimolata dall’indignazione per l’arroganza, l’avidità, la corruzione, la violenza, e in conclusione l’accumulo di potere e denaro di pochi a spese dei bisogni di molti. Non farò l’elenco dei soprusi subiti dai più deboli, dai più emarginati, i poveri, gli anziani, i bambini, le donne: ce l’abbiamo sotto gli occhi ogni giorno sui giornali, alla tv, su internet, catalizzatore del bisogno di cambiamento e partecipazione di masse, fino a oggi escluse dalle decisioni che cambiano la storia. La mia impressione è quella di un magma ribollente di forze, ancora in parte disorganizzate e scollegate, che si stanno unendo per dare vita a un movimento trasversale per contrastare l’ignoranza, la passività, la servitù a un sistema che non soddisfa più le esigenze degli esseri umani per la pace, l’armonia, la bio-diversità e la sostenibilità del pianeta, cui è legato il destino della nostra specie. Lo spirito della Terra ci chiama a reagire. E che cos’è lo spirito della Terra, a cui è dedicata questa edizione del festival? Un modo di vivere in armonia con la natura, godere dei suoi frutti e condividerli in modo che ce ne sia abbastanza per tutti. Secondo il Mahatma Gandhi, citato da Serge Latouche, economista della Decrescita, uno degli speaker 2014, e Vandana Shiva, ambientalista nota in tutto il mondo, ospite d’onore di questa 3° edizione, La Terra è abbastanza grande per soddisfare i bisogni di tutti, non abbastanza per soddisfare l’avidità di pochi. Il mio piccolo contributo all’evoluzione della coscienza è quest’incontro fra Natura e Spirito, fra ecologia e spiritualità, un risveglio alla consapevolezza che non esiste separazione fra gli umani e la natura, e i nostri destini sono collegati. Nei prossimi giorni ascolteremo e impareremo come vivere secondo natura da vari maestre/i, studiose e studiosi, leader di movimenti ambientalisti, artiste/i. L’auspicio è che l’ecologia diventi un terreno dove scienze, arti, filosofia, etica e educazione si incontrino, per confluire in uno scopo comune, il bene della Terra.

TLJ Diary of Slow Living - 25 — 80 —

The Lifestyle Journal #25  
The Lifestyle Journal #25  

Stella Mc Cartney - Essere "green" fa parte del mio DNA

Advertisement