Page 1

Biancoferd Ferdinando Bianco

OPERE SCELTE


BIANCOFERD ARTE E CREATIVITA’

Opera / Barriere / 50x70 cm / Tela

2


Il colore mai unico, come le sfaccettature dell’animo umano...

3


Opera / Sapore di sale / 60 x 100 cm IUTA

4


Opera / Quando si dice pesce azzurro / 50x70 cm Pigmenti su compensato

5


6


Opera / Vita / 37x57cm IUTA

Opera / LĂŹ tra i rami / 75x100cm IUTA

Opera / Da Avigliano/ 50x70cm / Legno

Opera / Campagna 50x70cm IUTA

7


Opera / MaternitĂ Opera / Charmant / 62x105 IUTA

8


Opera / Donna d’altri tempi / 50x70 cm Compensato Opera / Bambino rinascimentale / 40x50 IUTA

9


BIOGRAFIA

10

“Sempre caro mi fu questo ermo colle” dove per colle vale l’universo ARTE in generale, la pittura in particolare mentre per ermo, piu’ che a solitario mi piace alludere alla complessa problematica che fa di tale colle un mondo misterioso e affascinante,esclusivamente umano ma che sa tanto di divino. Grumo di sogni intriso di poesia e filosofia,di arte e di aneliti scientifici sempre fortemente presenti, ho intercettato lungo tutti gli anni della mia esistenza i cari temi dell’animo umano: chi siamo, dove andiamo, da dove veniamo. E, in umiltà, ho provato a dare ad essi le mie risposte ora da poeta, ad uso personale, ora da filosofo cercando ad altri le loro risposte, ora da medico per molti versi controcorrente ora da pittore naive. Come autodidatta corrotto dagli studi classici, dalle conoscenze mediche,v edi certe anatomie, dalla voglia persistente di squarciare quegli orizzonti che l’inconscio proponeva, dalla esigenza di dare risposte umanamente scientifiche mie personali, libere da pastoie filosofichereligiosomistiche, ho provato a riscoprire i percorsi mentali che la biologia e poi la chimica del nostro corpo permette consentendo di raggiungere le vette eccelse dell’arte, ahimè non le mie! E, guidato da una personale grammatica e sintassi coloristica in questo mio cammino verso la consapevolezza della presenza anche dentro di me di un anelito artistico divino, l’ermo colle in qualche modo mi è diventato amico e mentore, stimolo e modo di vivere filosofia e terapia. In questo sforzo, inebriante ma faticosamente umano, mi sono stati buoni compagni, nel lento decantarsi, le tante poesie lette e studiate, le tante letture dei grandi romanzieri, le intuizioni di Ramachandran, le teorie di Itten e della sua scuola, le lucidi analisi di Marcolli, la frequentazione del maestro Emblema Salvatore e i


tanti maestri di pittura assorbiti visionando dal vivo e non i loro capolavori. Cosi vivendo il limitar di gioventù e non solo, salivo ed ecco allora le mie luci, i miei colori, i miei percorsi mentali, le mie scelte. Protagonista assoluto è il colore, mai unico. Come le tante sfaccettature dell’animo umano, è un prisma di colori sovrapposti e continui per cui l’occhio non si ferma alla raffigurazione in sé ma è rinviato all’inesprimibile, a ciò che sta dietro, che si intuisce ma non è certo, esplicito, definito. Ad uno stimolo iniziale provocato dalla prima stesura di un colore sulla superficie, la mente si lascia prendere e le successive operazioni si susseguono quasi automaticamente, come da stato mentale diverso, fino a quando interviene una sorta di rilettura grammaticosintattica del tutto cui seguono i naturali aggiustamenti. Si rivela cosi’ alla fine la sua avventura-ridefinizione dell’intervento artistico, emotivita’ filtrata dalla conoscenza, pensieri lenti che riordinano pensieri veloci, la sua giocosa e infantile creatività non disgiunta da un’analisi razionale, i suoi soggetti, le sue anime, il suo modo di essere figlio del suo tempo dove riemergono forti le contraddizioni del suo essere umano e divino, le sue paure e le sue gioie. L’astratto si materializza nel colore materico e nei suoi rimandi alle emozioni allo stato brado alla fine ricondotte dalle sintassi ad una visione emozionante scevra da qualsiasi contaminazione culturale.Per le sculturine il discorso è diverso: il ricorso pressoché ossessivo al tema della donna in tutte le sue accezioni e la continua ricerca di purezza e in contaminazione, testimonia il tentativo di valorizzare, riconsiderare e apprezzare un mondo che è solamente un altro modo di essere noi stessi, cosi’ vicino ma spesso confuso, demonizzato, non rispettato, quasi un suicidio della specie. Figlio di una realtà modesta ancorché normale, con un bagaglio di classicità studiato ma non sempre interiorizzato quanto dovuto, l’autore ha tratto dal suo cilindro immaginario e spesso inconscio di artista i temi a lui più cari, idealizzandoli, personalizzandoli, offrendoli, a mò di martirio psicologico, al giudizio degli altri con la speranza di avere un riscontro positivo dal suo tentativo di esprimere con la propria voce pittorica le sue ansie, le sue paure,i suoi aneliti di serenità. Ed ecco allora i volti ,i paesaggi, gli astratti, i percorsi mentali emozionali. Biografia artistica abbastanza scarna vuoi per la tardiva decisione di mostrarsi vuoi per la ritrosia mista a paura di esporsi a giudizi impietosi ancorché forse giustificati.si può ricordare i lusinghieri riconoscimenti della mostra a Benevento, la presenza di sue opere al museo d’arte contemporanea di Caserta nonché presso importanti cliniche del napoletano e la partecipazione alle mostre che l’organizzazione Artantis di Napoli e Nautantis di Gubbio stanno allestendo in giro per l’Italia già da due anni.

11


Opera / Anziano / 30x35 IUTA

VOLTI

12

Opera / Sognatrice


Opera / Tristezza / 50x70cm IUTA

Opera / A rischio bellezza / 50x70 IUTA

13


PAESAGGI

14


“

Materiali poveri e ricchi di tessiture nascoste

�

Opera / Marosi / 50x70cm IUTA

Opera / Di notte / 40x50cm IUTA

15


Opera / Emozioni 2

Opera / Emozioni

16


Opera / Paesaggio / 50x70cm IUTA

Opera / Ah la neve / 90x95cm IUTA

17


18

Opera / Les amants / 70x25cm Frassino

Opera / Testa / 50x20cm Noce Africana

Opera / SerenitĂ /110x30cm Noce africana /

Opera / Donna / 120x40cm Olivo


Opera / Maternità / 40x42cm Noce africana

OPERE LIGNEE

Tutto prende forma da un’idea ispiratrice.

” 19


COLORE

Opera / Paesaggio / 120x100cm Tecnica mista /

20


Opera // Golfo / 50x70cm IUTA

Opera / Amaro / 25x35cm IUTA

21


Opera / Emozioni 3

22


BIANCOFERD WWW.BIANCOFERD.IT Viale delle Ginestre, 3 - 85021 Avigliano (PZ)

Mail & Info info@biancoferd.it Cell +039 3384889003 Tel. 097181036 Avigliano, PZ

23


biancoferd Viale delle Ginestre, 3 Cell. +039 338 4889003 85021 - Avigliano (PZ) impaginazione: momocloud

Catalogo opere Biancoferd  

Catalogo opere lignee e quadri di Biancoferd

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you