Page 1

2018

36° Bergamo

Film

Meeting

INTERNATIONAL

FILM

FESTIVAL

10.— 18. / 03

programma day by day


Luoghi

36° BFM 10.

18. / 03. 2018

Proiezioni / Screenings Auditorium Piazza Libertà Cinema San Marco Piazzale Repubblica 2 Cinema Capitol Via Torquato Tasso 41 Inaugurazione / Inauguration Santa M. Maggiore, P.zza Duomo

Uffici / Offices (10 — 17 Marzo / March 2018)

Attività collaterali / Other Activities

Ufficio Stampa / Press Office

Jonas Mekas — Personale, 10 Marzo/March — 15 Aprile/April

Ufficio Accrediti e Ospitalità / Guest and Accreditation Office

via della Fara, Bergamo

Sala Conferenze F. Galmozzi Via Torquato Tasso 4

All screenings in original version with Italian subtitles. Schedule may be modified due to force majeure conditions. At the occurrence, it will be given notice in Festival venues and on—line www.bergamofilmmeeting.it.

Abbonamenti / Subscriptions

Day by Day Meeting

Intero / Full price 55 euro Ridotto* / Reduced price* 45 euro Donatori SUPPORT BFM 2018 40 euro Giornaliero / Day ticket 15 euro * (edizione 2018) Riduzione valida per: soci Lab 80, minori di 26 anni, dipendenti e clienti UBI Banca, Possessori Elav Card, abbonati ATB, dipendenti ATB e TEB, tesserati CGIL, Carrara Card. * (2018 edition) Reduction valid for Lab 80 members, under 26s, members, employees and customers of UBI Banca, Elav Card holders, ATB and TEB subscribers and employees, CGIL members, Carrara Card.

Biglietti / Tickets Programma

Sala alla Porta S. Agostino / Porta S. Agostino exhibition hall Liv & Ingmar, Marzo/March 10 — 18

Segreteria / Secretary

Biglietti e Abbonamenti

Biglietto I fascia (mattina) / Time slot I ticket (morning) 7 euro Biglietto II fascia (pomeriggio) / Time slot II ticket (afternoon) 7 euro Biglietto III fascia (sera) / Time slot III ticket (evening) 10 euro Informazioni utili Non si accettano prenotazioni dei posti in sala. Non si effettua prevendita dei biglietti. L'abbonamento è strettamente personale e non cedibile. In caso di smarrimento non verranno rilasciati duplicati di accrediti e abbonamenti. L'accesso alle sale cinematografiche non è consentito ai minori di 18 anni, ad eccezione delle proiezioni della rassegna Kino Club.

Pubblicazioni

Useful

Palazzo della Ragione — Piazza Vecchia

Libreria Incrocio Quarenghi — Via Giacomo Quarenghi 32 Workshop e Laboratori Elav Meeting Point — Piazza della Libertà In collaborazione con / In collaboration with

Le proiezioni sono in lingua originale con sottotitoli in italiano. Il programma delle proiezioni potrà subire modifiche per cause di forza maggiore. Le variazioni saranno comunicate tramite avviso nei luoghi del Festival e sul sito www.bergamofilmmeeting.it.

2 / 24

Location

Birrificio Indipendente Elav e Pedrali S.p.a, Suono 1981 Bookshop e Spazio Incontri / Meeting with the Authors Piazza della Libertà Biglietteria / Ticket Point | Info Point — Piazza della Libertà

Tickets & Season Tickets Info We do not accept reservations of seats in the venues. No pre— sale tickets available. The season ticket is strictly personal and not transferable. In case of loss, duplicates of badges and season tickets will not be released. Access to the venues is not allowed for children under 18 years old, with the exception of the Kino Club screenings. Ingressi Abbonati (Intero, Ridotto e Giornaliero), Accreditati (Stampa, Professional e Cultural) senza bollino “Priority”, i possessori del voucher “Singola Proiezione” dovranno ritirare il biglietto omaggio alla cassa della biglietteria (atrio del Palazzo della Libertà, in Piazza della Libertà) prima di accedere in sala (1 biglietto per la fascia mattutina, 1 per quella pomeridiana e 1 per quella serale). I possessori di biglietti (I, II e III fascia), gli accredidati muniti di bollino “Priority” e le tessere “Autorità” potranno accedere in sala direttamente, senza ritirare il biglietto omaggio in biglietteria. Entrances Non—Priority pass holders (press, professional and cultural), season ticket holders (full, reduced—price and daily) and holders of the “single screening” voucher will have to pick up their free ticket from the cashiers at ticket office (inside the Palazzo della Libertà lobby, in Piazza della Libertà) before entering the venue (1 ticket for the morning, 1 for the afternoon and 1 for the evening). I, II and III time slot ticket holders, Priority pass holders, “Authorities” badge holders, will be able to access the venue directly, without withdrawing the complimentary ticket at the ticket office.

Publications

Catalogo generale / General catalogue 12,00 euro

Sconto del —10% per abbonati e accreditati Bergamo Film Meeting

Liv Ullmann

Reduction —10% for pass holders and accreditation

15,00 euro

Bergamo Film Meeting

International Film Festival

Contatti / Contacts Via Pignolo, 123 — 24121 Bergamo, T. +39 035 363087 info@bergamofilmmeeting.it / www.bergamofilmmeeting.it

Ufficio Stampa Nazionale / National Press Office Studio Sottocorno - Lorena Borghi +39 348 5834403 lorenaborghi@gmail.com

Ufficio Stampa / Press Office Bergamo Film Meeting Onlus Ada Tullo +39 349 2674900 press@bergamofilmmeeting.it

Ufficio Stampa Estero / International Press Office Gloria Zerbinati + 39 338 1201117 gloria.zerbinati@bergamofilmmeeting.it

Informazioni Utilities

Follow & Share your Meeting! #BFM36

SCARICA LA APP!


Mobile Homes di Vladimir de Fontenay, Canada, Francia 2017, 105’, col., v.o. sott. it.

Le semeur The Sower

Ven./Fri. 16, ore 19.50 Auditorium Sab./Sat. 17, ore 9.00 San Marco

Dzikie róże Wild Roses di Anna Jadowska, Polonia 2017, 89’, col., v.o. sott. it. Dopo essere stata ricoverata, Ewa torna a casa dai suoi bambini. Suo marito Andrzej lavora all’estero, ma al rientro viene a sapere delle voci che circolano sulla relazione tra la moglie e un ragazzo poco più che adolescente. Lei, però, nasconde un segreto ancora più grande. L’intimo conflitto morale di una

Gjorce Stavreski Eglė Vertelytė

Mer./Wed. 14, ore 20.30 Auditorium Gio./Thu. 15, ore 22.30 San Marco

MOSTRA CONCORSO

Apostasy di Daniel Kokotajlo, Gran Bretagna 2017, 96’, col., v.o. sott. it. Alex e Luisa con la madre Ivanna sono devote testimoni di Geova. Alex segue le orme della madre ed è disposta a ogni sacrificio; Luisa inizia a mettere in discussione i principi di fede e viene allontanata dalla congregazione. Ad attenderle, una prova straziante. Notevole opera prima: un’intensa riflessione sulla complessa natura della fede, della famiglia, del dovere e dell’amore raccontata da chi, quel mondo, l’ha davvero conosciuto (Kokotajlo è un ex testimone di Geova). Un film potente, immediato, profondamente autentico, che dolorosamente scava nell’anima. Rigoroso e dogmatico. Con Siobhan Finneran (Downton Abbey, The Selfish Giant). Gio./Thu. 15, ore 20.00 Auditorium Ven./Fri. 16, ore 22.30 San Marco

Exhibition Competition

C

ome sempre riservata ai nuovi autori, la competizione internazionale presenta sette lungometraggi, inediti in Italia, che si caratterizzano per l’originalità linguistica e narrativa con cui affrontano i temi della contemporaneità (e quelli di sempre). I sette lungometraggi selezionati concorrono al Premio Bergamo Film Meeting, assegnato ai tre migliori film della sezione sulla base delle preferenze espresse dal pubblico. Al film vincitore, inoltre, andrà il Premio Bergamo Film Meeting — UBI Banca, del valore di 5.000 euro, istituito come sostegno rivolto alle produzioni che investono nei giovani autori, nel cinema indipendente e di qualità. Tutti i film di questa sezione, presentati in anteprima in Auditorium alle 20.00, da sabato 10 a venerdì 16 marzo 2018, saranno riproposti in replica nei giorni successivi al Cinema San Marco.

Iscelitel Secret Ingredient

Stebuklas Miracle

di Gjorce Stavreski, Macedonia, Grecia 2017, 104’, col., v.o. sott. it.

di Eglė Vertelytė, Lituania, Bulgaria, Polonia 2017, 91’, col., v.o. sott. it.

Rimasta vedova, Hana vive sola nella grande casa dove una volta alla settimana le fanno visita i due figli con le loro famiglie, di cui lei si prende amorevolmente cura. Un giorno salva dalle acque ghiacciate del fiume Broňa, un attempato nuotatore un po’ stravagante e la sua vita prende un’inaspettata piega romantica. Una commedia impeccabile che è anche un commovente ritratto delle complicazioni che possono sorgere all’interno di una famiglia, quando non si riesce a comunicare in modo franco. Bohdan Sláma (Una cosa chiamata felicità, 2005), al suo quinto lungometraggio, si conferma uno dei migliori talenti del cinema ceco contemporaneo.

Skopje, Macedonia. Con l’economia in recessione e lo stipendio in ritardo di mesi, Vele lotta ogni giorno per poter comprare le medicine al padre malato di cancro. Quando casualmente trova un pacchetto di marijuana, lo ruba per fare una torta sperando di alleviargli i dolori. La voce sui poteri miracolosi del “guaritore” si diffonde, con imprevedibili conseguenze. Una commedia godibilissima, ricca di azione e umorismo dal sapore balcanico, che sottotraccia parla di tensioni familiari irrisolte, dei pericoli della superstizione e del potere terapeutico dell’amore. Un ruolo, quello di Vele (irresistibile loser dal cuore tenero), che piacerebbe a Mastandrea. Opera prima.

È il 1992 e la Lituania vive il complicato passaggio dal comunismo al capitalismo. La piccola fattoria di maiali gestita da Irena versa in gravi difficoltà quando un affascinante americano di origini lituane, Bernardas, arriva promettendo di salvare l’impresa. Le sue intenzioni, però, potrebbero non essere del tutto innocenti. Un film a cui stanno a cuori i temi dell’appartenenza e dell’identità, con un bello scarto sul determinismo. Una commedia un po’ svitata e melanconica con attori perfettamente in parte e dall’aria familiare, anche se Egle non è Kati Outinen (musa di Kaurismäki) e Bernardas non è Donald Trump. Opera prima.

Lun./Mon. 12, ore 20.00 Auditorium Mar./Tue. 13, ore 22.30 San Marco

Sab./Sat. 10, ore 20.10 Auditorium Dom./Sun. 11, ore 22.30 San Marco

Mar./Tue. 13, ore 20.10 Auditorium Mer./Wed. 14, ore 22.30 San Marco

Bába z ledu Ice Mother di Bohdan Sláma, Repubblica Ceca, Slovacchia, Francia 2017, 105’, col., v.o. sott. it.

Mostra Concorso Exhibition Competition

7 lungometraggi, inediti in Italia, di grande originalità linguistica e narrativa. Per indagare i temi della contemporaneità (e quelli di sempre)

Day by Day Meeting

1852, Basse Alpi francesi. Un villaggio viene crudelmente deprivato di tutti gli uomini a causa della repressione che segue la rivolta repubblicana contro Luigi Napoleone Bonaparte. Violette e le altre donne cercano di resistere facendo un patto: se verrà un uomo, sarà di tutte. Dall’opera L’homme semence di Violette Ailhaud, un film perturbante che gioca con la sessualità e il desiderio. Un eccellente cast al femminile e tonalità pittoriche alla Renoir danno corpo agli aridi paesaggi delle Cévennes. Solida padronanza tecnica e grande sensibilità artistica per l’opera prima di Marine Francen, già assistente di Haneke e Assayas.

Bohdan Sláma

Programma

di Marine Francen, Francia, Belgio 2017, 98’, col., v.o. sott. it.

Daniel Kokotajlo

18. / 03. 2018

Dom./Sun. 11, ore 20.00 Auditorium Lun./Mon. 12, ore 22.30 San Marco

Marine Francen Anna Jadowska

36° BFM 10.

Nelle città dimenticate lungo il confine americano Ali, una giovane madre, si sposta da un motel all’altro con il suo bambino e il fidanzato buono a nulla; il loro è un vivere alla giornata fatto di espedienti e illegalità, fino al giorno in cui una comunità di case mobili sembra offrirgli un orizzonte di normalità. Quel cinema indipendente che non ti aspetti, tra Gondry (Microbo & Gasolina) e Kelly Reichardt, con in mente i Dardennes, ma svincolato dagli imperativi del cinema sociale. Con Imogen Poots (Tutto può accadere a Broadway, Knight of Cups), una madre pericolosamente in bilico tra desiderio di libertà e senso di responsabilità, e Callum Turner (Assassin’s Creed). Folgorante.

Vladimir de Fontenay

donna, madre e moglie, all’interno di una piccola comunità conservatrice e il peso insopportabile del senso di colpa. Un film di solida fattura, dallo stile asciutto, perfettamente a fuoco, con un finale teso ed emozionante. Sesto lungometraggio per Anna Jadowska. Formidabile l’interpretazione di Marta Nieradkiewicz (Ewa).

3 / 24


Chloé Andries, Aline Capelle Collectif MML (Michał Mądracki, Maciej Mądracki, Gilles Lepore) Anna Eborn

Sab./Sat. 10, ore 22.30 San Marco

Thomas Fürhapter 18. / 03. 2018

Christy Garland

Lida

Lotte Mik-Meyer

di Anna Eborn, Svezia, Danimarca 2017, 89’, col., v.o. sott. it.

Rati Oneli Diego Pascal Panarello

36° BFM 10.

secolo. Le comparse che recitano nei film realizzati nel deserto ora hanno una voce e parlano a nome della propria personalità.

Lida ha ottantun’anni e vive in una colonia svedese nell’Ucraina dell’Est. Mentre lei e la sorella minore Maria erano in un campo di lavoro in Siberia negli anni ’50, Lida diede alla luce suo figlio Arvid. Un film che parla del ciclo del tempo e di una comunità con un linguaggio unico che sta scomparendo.

Régis Sauder Zosya Rodkevich Carol Salter Florent Vassault Nemanja Vojinović Victor Vroegindeweij Eliza Zdru

Mar./Tue. 13, ore 17.45 San Marco

VISTI DA VICINO

Programma

Day by Day Meeting

Close Up

15

film documentari nei quali lo sguardo curioso e attento del regista si addentra senza remore nel vivo della realtà, per cogliere e sintetizzare il visibile e l’invisibile, per raccontare un tema, un luogo, un personaggio “da vicino”, con intensità e partecipazione. Sono produzioni indipendenti provenienti dal panorama internazionale, tutte inedite in Italia.

Si conferma anche per questa edizione del Festival il Premio Miglior documentario CGIL Bergamo – Sezione Visti da Vicino del valore di 2.000 euro, che sarà attribuito al miglior film votato dalla giuria popolare, ma l’impegno di CGIL Bergamo quest’anno raddoppia con l’assegnazione di un Premio al Miglior documentario che affronta le tematiche del mondo del lavoro, scelto da una giuria composta dai propri delegati sindacali.

Leçon de foi A Lesson in Faith di Chloé Andries, Aline Capelle, Francia, Belgio 2017, 67’, col., v.o. sott. it. Duecento bambini sono gli allievi di un collegio cattolico nel Nord della Francia. «Ho trascorso la mia infanzia lì in collegio. Vent’anni dopo torno a esplorare una serie di paradossi e sollevo alcune domande sull’educazione religiosa, la libertà, l’amore e la paura».

4 / 24

Sans bruit, les figurants du desert Noiseless, Desert Extras di Collectif MML (Michał Mądracki, Maciej Mądracki, Gilles Lepore) Polonia, Francia 2017, 64’, col., v.o. sott. it.

Die dritte Option The Third Option di Thomas Fürhapter, Francia, Svizzera 2017, 80’, col., v.o. sott. it. Chi decide cosa è normale? In questo complesso film-saggio, Thomas Fürhapter approfondisce questa domanda. «Mi sembra che il punto centrale sia che la disabilità è considerata una deviazione negativa dal concetto di norma, un attributo, una narrativa creata in modo sconnesso». Gio./Thu. 15, ore 20.15 San Marco

Cheer Up di Christy Garland, Finlandia, Canada 2016, 76’, col., v.o. sott. it. Miia, l’ambiziosa allenatrice della peggior squadra di cheerleader della Finlandia, è stanca di perdere; Aino e Patricia devono affrontare le dolorose battaglie delle loro vite di adolescenti. Per loro scoprire chi sono, qual è il loro posto nel mondo e cosa significhi “famiglia” è più importante di qualunque trofeo. Sab./Sat. 10, ore 17.45 San Marco

En præsident vender tilbage — Efter kuppet i Madagaskar Return of a President:

Lun./Mon. 12, ore 17.45 San Marco

Alle porte del deserto, nel Sud del Marocco, c’è la piccola città di Ouarzazate, dove il cinema e la cultura del luogo condividono una storia comune da più di un

Visti da Vicino Close Up

15 produzioni indipendenti provenienti dal panorama internazionale

After the Coup in Madagascar di Lotte Mik-Meyer, Danimarca, Francia, Madagascar, Sud Africa 2017, 79’, col., v.o. sott. it. La regista danese Lotte MikMeyer documenta la battaglia del Presidente Ravalomanana per la democrazia in Madagascar nel corso di cinque anni, con un accesso privilegiato al gioco del potere diplomatico (e a Ravalomanana stesso). Ven./Fri. 16, ore 17.45 San Marco

Mzis Qalaqi City of the Sun di Rati Oneli, Georgia, Paesi Bassi, Qatar, USA 2017, 104’, col., v.o. sott. it. Le vite, i sogni e i destini di personaggi straordinari si dispiegano tra le rovine di una città mineraria semiabbandonata. «City of the Sun è una testimonianza degli estremi umani: il nostro desiderio di un’architettura monumentale e di una distruzione radicale». Lun./Mon. 12, ore 20.15 San Marco

The Strange Sound of Happiness di Diego Pascal Panarello, Italia, Germania 2017, 90’, col., v.o. sott. it. Dopo vent’anni Diego, un musicista fallito, torna in Sicilia. In sogno ha la visione di un “marranzano”. Inizia così un viaggio di redenzione, dalle coste della Sicilia alle pianure ghiacciate della Yakutia in Siberia, dove lo scacciapensieri è uno strumento spirituale e un simbolo nazionale. Sab./Sat. 10, ore 20.15 San Marco

Retour à Forbach Back to Forbach di Régis Sauder, Francia 2017, 78’, col., v.o. sott. it. Dopo trent’anni, il regista torna a Forbach, sua città natale, per capire le ragioni del successo del Front National da quelle parti. Interpellando i coetanei che sono rimasti a Forbach, Sauder si interroga sulla sua fuga e su come ciascuno riesca a trovare un posto in cui resistere e creare. Gio./Thu. 15, ore 17.45 San Marco


Moi drug Boris Nemtsov My Friend Boris Nemtsov

Dom./Sun. 11, ore 20.15 San Marco

Almost Heaven di Carol Salter, Gran Bretagna 2017, 72’, col., v.o. sott. it. Lontanta da casa e terrorizzata dai fantasmi, la diciassettenne Ying Ling sta imparando a diventare un’addetta mortuaria di una delle più grandi aziende di pompe funebri della Cina. Un ritratto tenero e pieno di vita di una vivace giovane donna che si affaccia sul mondo degli adulti.

di Florent Vassault, Francia 2016, 85’, col., v.o. sott. it. Lindy Lou inizia un viaggio attraverso il Mississipi alla ricerca degli altri undici giurati con cui aveva condannato a morte un uomo, vent’anni prima. Lindy, una donna del Sud conservatrice e religiosa, affronta questo argomento, spesso politicizzato, con umorismo, mente aperta e sincera curiosità. Mer./Wed. 14, ore 20.15 San Marco

Las distancias The Distances di Nemanja Vojinović, Serbia 2017, 72’, col., v.o. sott. it. La storia di Indira, un’immigrata cubana in America: un viaggio della speranza alla ricerca di una vita migliore. Ma anche le conseguenze che la sua emigrazione implica per la sua famiglia. Mer./Wed. 14, ore 17.45 San Marco

Visti da Vicino Close Up

Frații Manakia — Jurnalul unei lungi priviri înapoi The Manakia Brothers: Diary of a Long Look Back di Eliza Zdru, Romania 2017, 90’, col., v.o. sott. it. Alla scoperta delle origini di una vecchia fotografia, attraverso un lungo percorso on the road attraverso Balcani. Il viaggio finisce per diventare un’introspezione sulle prime immagini della regione firmate da due famosi fotografi arumeni, Milton e Ianaki Manakia. Mar./Tue. 13, ore 20.15 San Marco

UN ALTRO ANNO DI GRANDE CINEMA. INSIEME.

3.008 35

950 106

film programmati

mila spettatori

edizioni di festival

Day by Day Meeting

Lindy Lou, Juror Number 2

Dom./Sun. 11, ore 17.45 San Marco

Programma

Ven./Fri. 16, ore 20.15 San Marco

Marloes Coenen è una delle migliori combattenti del mondo di Mixed Martial Arts (MMA), che dà tutta se stessa, ancora una volta, per vincere il suo ultimo combattimento. Anche se deve pagare il prezzo più alto...

18. / 03. 2018

Un intimo ritratto del leader dell’opposizione russa Boris Nemtsov, assassinato nei pressi del Cremlino nel febbraio 2015. Questa è la storia di un incarico giornalistico trasformatosi in una autentica amicizia.

di Victor Vroegindeweij, Paesi Bassi 2017, 76’, col., v.o. sott. it.

36° BFM 10.

di Zosya Rodkevich, Estonia 2016, 70’, col., v.o. sott. it.

The Last Fight

volumi pubblicati

Un’associazione che porta il cinema internazionale a Bergamo e Bergamo in Europa. Nuovi progetti da realizzare e molti traguardi da raggiungere insieme a te, al nostro pubblico e a chi di cinema non ne ha mai abbastanza. Dal 1983 Bergamo Film Meeting Onlus lavora per offrire al pubblico un cinema di qualità, esplorando tra nuove produzioni indipendenti internazionali e grandi capolavori del passato, per appassionare e divertire, per offrire occasioni di approfondimento e di riflessione.

INFORMAZIONI E CONTATTI Bergamo Film Meeting Onlus

T. 035 363087 M. info@bergamofilmmeeting.it W. support.bergamofilmmeeting.it IBAN IT50M0311111101000000040073 C.F. 95007480163

Film documentari nei quali lo sguardo curioso e attento del regista si addentra senza remore nel vivo della realtà

5 / 24


36° BFM 10.

18. / 03. 2018

EUROPE NOW!

T F

Programma

Day by Day Meeting

re autori “di peso” a rappresentare l’Europa a BFM 36: Barbara Albert, Adrian Sitaru e Stéphane Brizé.

igura di rilievo del nuovo cinema austriaco, Barbara Albert è autrice che nelle sue opere incarna la problematicità del tempo presente. Nata a Vienna nel 1970, la regista appartiene a una generazione che ha dato linfa e personalità alla cinematografia austriaca, rendendola finalmente capace di esprimere una visione problematica e alternativa al retaggio della società piccolo-borghese prosperata nel dopoguerra. Tra i suoi film più noti: Nordrand (Nordrand – Borgo Nord, 1999) e Fallen (Falling, 2006), entrambi presentati in Concorso alla Mostra del Cinema di Venezia.

P

ersonalità emergente della "nuova onda" rumena, Adrian Sitaru, a dispetto della giovane età, è già un autore consolidato. Dotato di uno sguardo tagliente e allo stesso tempo profondo, analizza la società del proprio Paese con feroce disincanto, scegliendo argomenti al limite del disturbante, così da mettere a nudo contraddizioni e ambiguità di un popolo che sembra vivere in perenne attesa di cambiamenti che non arrivano mai. I suoi due ultimi film, Fixeur (2016) e Ilegitim (2016) saranno distribuiti nelle sale italiane da Lab 80 film.

I

nterprete di un realismo crudo e viscerale, Stéphane Brizé, debutta nel lungometraggio nel 1999 con Le bleu des villes. Il suo cinema ruota intorno a due caratteristiche fondamentali: la centralità dell’attore e la precisione della scrittura, associate fin dai primi film a una messa in scena che sfugge qualsiasi effetto e lavora intensivamente sul tempo, alternando – nel solco di una tradizione molto francese che va da Pialat a Garrel – la dilatazione della scena all’ellissi profonda. A rivelarlo al grande pubblico internazionale sono in particolare gli ultimi due film: La loi du marché (La legge del mercato, 2015) e Une vie (Una vita – Une vie, 2016).

A

completare la sezione, BOYS & GIRLS – THE BEST OF CILECT PRIZE: una selezione tra i migliori film di diploma delle scuole europee di cinema, finalisti all’edizione 2017 della prestigiosa competizione internazionale CILECT Prize.

Barbara Albert Nachtschwalben Nightjars

Sonnenflecken Sunspots

Austria 1993, 7’, col., v.o. sott. it.

Austria 1998, 25’, col., v.o. sott. it.

Due ragazze, in discoteca, danno libero sfogo alla loro rabbia. Nessuno le ferma.

Due giovani donne e una bambina. Cosa si aspettano dalla vita? «Tra duecento anni le persone vivranno su Marte, o forse no». Tutto è possibile, perso com’è nello spazio… Si può ancora sperare in un colpo di fortuna? Sogni, aspettative, lavoro, frustrazione e musica, che permette di ballare al di sopra di tutto. Al ritmo del cuore.

Dom./Sun. 11, ore 14.30 San Marco

Die Frucht deines Leibes The Fruit of Thy Womb Austria 1996, 27’, col., v.o. sott. it. Natasha, una bambina di sette anni, si è creata un mondo tutto suo, influenzato dalle sue impressioni sulla sessualità e sulla religione. È un universo di immagini e simboli, principalmente cattolici, popolato da mostri spaventosi e bambini devoti che volano. Dom./Sun. 11, ore 14.00 San Marco

Somewhere Else Austria 1997, 60’, col., v.o. sott. it. Quattro giovani di Sarajevo tra i diciannove e i ventisette anni, sopravvissuti alla guerra, raccontano le loro esperienze: essere “somewhere else” è il desiderio di molti. Il film di Barbara Albert sa stupire, andando oltre le immagini riportate dai media. Mer./Wed. 14, ore 14.15 San Marco

6 / 24

Europe Now! Barbara Albert

Gio./Thu. 15, ore 14.45 Auditorium

Tagada [ep. di Slidin’ – Alles bunt und wunderbar] Austria 1998, 30’, col., v.o. sott. it. La vita notturna a Vienna in tre diversi episodi. Al centro di Tagada c’è l’amicizia tra due ragazze. Barbara Albert sa abilmente orchestrare, con notevole introspezione psicologica, ogni cambiamento di tono nell’esperienza delle due giovani, dalla spensieratezza alla malinconica vacuità. Gio./Thu. 15, ore 14.15 Auditorium

Nordrand Nordrand — Borgo Nord Austria, Germania, Svizzera 1999, 103’, col., v.o. sott. it. 1995. I percorsi di Jasmin, Tamara, Senad, Roman e Valentin si

Nata a Vienna nel 1970, la regista appartiene a una generazione che ha dato linfa e personalità alla cinematografia austriaca, rendendola finalmente capace di esprimere una visione problematica e alternativa al retaggio della società piccolo-borghese prosperata nel dopoguerra.


Ven./Fri. 16, ore 11.30 Auditorium

Fallen Falling

Austria, Germania, Svizzera 2003, 120’, col., v.o. sott. it.

Austria, Germania 2006, 88’, col., v.o. sott. it.

Un aereo precipita. Manu è fra i pochi sopravvissuti. Sei anni dopo la donna, sposata e con una figlia, muore in un incidente. Rimangono il marito, la figlia, i parenti e gli amici e l’intrecciarsi delle loro vite secondo schemi vecchi e nuovi, influenzati da scelte deliberate o cause accidentali. Una rete di relazioni dove la presenza di Manu continua ad aleggiare.

Dopo quattordici anni, cinque amiche si ritrovano al funerale di un loro vecchio professore. È l’occasione per parlare del passato e di ciò che sono diventate, dei sogni naufragati e delle speranze lasciate cadere. In una notte trascorsa insieme, tra sbronze e litigi, si riaprono vecchie ferite e riaffiorano le gelosie di un tempo, ma riemerge anche la vecchia amicizia.

Dom./Sun. 18, ore 20.00 Auditorium

Mars

Sab./Sat. 10, ore 17.25 Auditorium

Die Lebenden The Dead and the Living

Dove inizia il disprezzo per l’umanità? Dove conduce? Chi sono i colpevoli oggi e chi le vittime?» (Barbara Albert). Dom./Sun. 11, ore 22.30 Auditorium

Mademoiselle Paradis Austria, Germania 2017, 97’, col., v.o. sott. it. Nella Vienna settecentesca la giovane cieca Maria Theresia Paradis, detta Resi, è conosciuta per la sua prodigiosa abilità al pianoforte. Un giorno, viene affidata al controverso guaritore Franz Anton Mesmer. Nuovo viaggio di Barbara Albert nella psicologia femminile, qui specchio deformato della società dell’epoca, tra il mondo artificiale della corte e quello sporco della povertà.

Austria 2002, 85’, col., v.o. sott. it.

[ep. di Visions of Europe]

Alle elezioni austriache del 1999, l’estrema destra di Jörg Haider fa il pieno di voti e diventa il terzo partito. Incuriositi e allarmati, quattro cineasti conducono un’indagine sullo stato sociale e culturale del Paese. Barbara Albert si concentra sull’universo femminile: otto donne di diversa estrazione raccontano la loro vita, i problemi e le paure, le loro idee politiche, il lavoro, la maternità.

Austria 2004, 5’23’’, col., v.o. sott. it.

Sab./Sat. 17, ore 11.00 San Marco

Sab./Sat. 10, ore 17.20 Auditorium

Europe Now! Barbara Albert

Nata a Vienna nel 1970, la regista appartiene a una generazione che ha dato linfa e personalità alla cinematografia austriaca, rendendola finalmente capace di esprimere una visione problematica e alternativa al retaggio della società piccolo-borghese prosperata nel dopoguerra.

Austria, Polonia, Germania 2012, 100’, col., v.o. sott. it.

Gio./Thu. 15, ore 22.30 Auditorium

La giovane Sita, di origine rumena-austriaca, un giorno trova una vecchia foto che ritrae suo nonno in uniforme delle SS. A dispetto dell’opposizione di suo padre, decide di indagare. «Ho preferito prendere in considerazione una serie di domande: dove risiede oggi la nostra responsabilità?

Programma

Venticinque “visioni” per altrettanti registi, sulla vita attuale e futura del melting pot culturale europeo. Nell’episodio di Barbara Albert, Mars, si intrecciano le storie di Iris, una dattilografa che lavora all’ufficio immigrazione, e un ragazzo africano che sta sostenendo il colloquio per il permesso di soggiorno.

18. / 03. 2018

Zur Lage: Österreich in sechs Kapiteln State of the Nation: Austria in 6 Chapters

Böse Zellen Free Radicals

36° BFM 10.

incrociano in un quartiere periferico di Vienna. Tra lavoro, relazioni, gravidanze indesiderate ed esperienze rimosse durante la guerra nella ex Jugoslavia, Nordrand racconta semplicemente, senza aggiungere alcun giudizio morale, le speranze e le delusioni di cinque giovani in cerca di un baricentro e di un futuro migliore.

Day by Day Meeting 7 / 24


36° BFM 10.

18. / 03. 2018

EUROPE NOW!

Stéphane Brizé Bleu dommage

Programma

Day by Day Meeting

Francia 1993, 12’, col., v.o. sott. it. Un’auto parcheggiata sul ciglio della strada fra i boschi. Una vigilessa inflessibile. Finale a sorpresa. Il cortometraggio d’esordio di Brizé (anche protagonista), ironico, imprevedibile, ghignante, spiazzante. Gio./Thu. 15, ore 9.00 Auditorium

L’œil qui traîne Francia 1996, 33’, col., v.o. sott. it. Il ventottenne Didier non sa che fare della propria vita. L’incontro casuale con la sua ex forse gli ridà la serenità. O forse no. È il secondo cortometraggio di Brizé, co-sceneggiato da Florence Vignon (anche attrice), e contiene già molti tratti caratteristici del suo cinema successivo. Mer./Wed. 14, ore 14.20 Auditorium

Le bleu des villes Hometown Blue Francia 1999, 101’, col., v.o. sott. it. L’incontro con un’amica d’infanzia è per Solange motivo di riflessione: potrà tornare ai suoi ormai abbandonati sogni di diventare cantante? Co-sceneggiato con Florence Vignon (anche protagonista), il primo lungometraggio di Brizé su un’umanità data troppo presto per scontata.

8 / 24

Je ne suis pas là pour être aimé Not Here to Be Loved Francia 2005, 93’, col., v.o. sott. it. Il cinquantenne Jean-Claude è un ufficiale giudiziario rigido e triste: l’incontro con Françoise a un corso di tango forse gli ridona la voglia di sorridere. Un mélo trattenuto e pudico, di seconde possibilità e imposizioni ingrate, interpretato da un cast in stato di grazia. Sab./Sat. 10, ore 22.30 Auditorium

Entre adultes Francia 2006, 80’, col., v.o. sott. it. “Quadri” di coppie più o meno scoppiate, fra coniugi e amanti. Prodotto da Claude Lelouch, il ritratto di un mondo dove i sentimenti – in perfetto stile lelouchiano – la fanno da padroni, una ronde di uomini e donne in balia del loro cuore e della vita stessa. Sab./Sat. 17, ore 9.00 Auditorium

Mademoiselle Chambon Francia 2009, 101’, col., v.o. sott. it.

Lindon e Sandrine Kiberlain, per un melodramma senza sbavature, dove i sentimenti sono più forti di qualunque ragione. Sab./Sat. 17, ore 17.30 Auditorium

Quelques heures de printemps A Few Hours of Spring Francia 2012, 108’, col., v.o. sott. it.

Une vie Una vita – Une vie Francia, Belgio 2016, 119’, col., v.o. sott. it. Agli inizi del XIX secolo, in Normandia, una ragazza di buona famiglia sposa un visconte egoista e fedifrago. Che le rovinerà la vita. Dal romanzo omonimo di Guy de Maupassant, uno straordinario mélo filmato in 1.33:1, claustrofobico e inevitabile come il destino. Lun./Mon. 12, ore 16.15 Auditorium

Dopo il carcere, il quarantottenne Alain torna a vivere con la madre, vedova e malata ormai terminale. Ma la loro convivenza non è serena. I magnifici Vincent Lindon e Hélène Vincent (ma c’è anche Emmanuelle Seigner) in un dramma intimista, duro e commovente. Dom./Sun. 11, ore 14.30 Auditorium

La loi du marché La legge del mercato Francia 2015, 93’, col., v.o. sott. it.

Il cinquantunenne Thierry cerca lavoro. Ha una moglie e un figlio disabile che lo amano. Riuscirà a superare umiliazioni e difficoltà? Vincent Lindon ha vinto a Cannes quale miglior attore, per un tour de force sulla dignità umana di intensità quasi insostenibile.

Gio./Thu. 15, ore 9.15 Auditorium

Il muratore Jean, sposato con Anne-Marie, s’innamora ricambiato di Véronique, la maestra del figlio. Due interpreti superlativi, Vincent

Europe Now! Stéphane Brizé

Centralità dell’attore e precisione della scrittura sono associate fin dai primi film a una messa in scena che sfugge qualsiasi effetto e lavora intensivamente sul tempo, alternando la dilatazione della scena all’ellissi profonda.

Mar./Tue. 13, ore 14.30 Auditorium


EUROPE NOW!

Adrian Sitaru Valuri / Waves Romania 2007, 17’, col., v.o. sott. it.

Pescuit sportiv Hooked Romania, Francia 2008, 84’, col., v.o. sott. it.

Colivia / The Cage Romania, Olanda 2010, 17’, col., v.o. sott. it. Un ragazzino porta a casa un piccione con un’ala spezzata con l’intenzione di curarlo. Il padre, inorridito dall’animale, cerca in tutti i modi di convincere il figlio a disfarsene, questi gli chiede invece di comprare una gabbia. Due generazioni distanti che parlano lingue diverse, in mezzo un uccello ferito – metafora del rapporto – le cui uniche prospettive sono morire o finire in gabbia. Mar./Tue. 13, ore 16.15 Auditorium

Din dragoste cu cele mai bune intenții Best Intentions Ungheria, Francia, Romania 2011, 105’, col., v.o. sott. it. L’improvviso ricovero della madre sconvolge Alex, che torna da Bucarest al paese natio per stare

Europe Now! Adrian Sitaru

Romania 2011, 25’, col., v.o. sott. it.

Toni si appropria di nascosto dei cani degli altri in un parco di Bucarest, poi una volta rintracciati i padroni li contatta chiedendo ingenti riscatti. Un giorno però le cose non vanno come previsto e da truffatore si ritrova truffato. Gli animali domestici per Sitaru non sono solo compagni di vita, ma veri parametri che misurano i comportamenti sociali delle persone. E spesso li migliorano. Mar./Tue. 13, ore 16.30 Auditorium

Chefu’ House Party Romania 2012, 18’, col., v.o. sott. it. Mentre i genitori sono fuori città, un ragazzino dà un festa in casa disturbando il vicinato. Al ritorno della madre le vicine si affollano per descriverle l’accaduto. Ma la versione del ragazzo, benché diversa da quella delle donne, appare più credibile. La piazza, le comari e i pettegolezzi fra vicini. Il pungente sguardo di Sitaru sul conformismo da cortile che ricorda le abitudini di casa nostra. Gio./Thu. 15, ore 15.10 Auditorium

Domestic Romania, Germania 2012, 82’, col., v.o. sott. it. La vita di un condominio ruota attorno a Lazar, l’amministratore, e al rapporto degli inquilini con i loro animali domestici, mentre una tragedia inaspettata scuote le coscienze di tutti. Chi addomestica chi? E soprattutto, come? Sitaru riflette con la consueta amara ironia sul rapporto fra pubblico e privato, sul vivere con gli altri e sulla condivisione delle emozioni, della vita e della morte. Mar./Tue. 13, ore 17.00 Auditorium

Counterpart Gran Bretagna 2014, 20’, col., v.o. sott. it. Due giovani fidanzati prendono il sole sul balcone, il vicino li spia e loro se ne accorgono. Prima un litigio, poi un bizzarro patto che incrina il rapporto fra gli innamorati. Due mondi diversi, opposti, inconciliabili stanno uno di fronte all’altro: vicini eppure lontanissimi. Quando vengono in contatto, istinti bassi e primordiali si fondono con altri più sottili, maturi e pericolosi. Dom./Sun. 11, ore 14.40 San Marco

Excursie Excursion Romania 2014, 19’, col., v.o. sott. it. Il piccolo Eugen ruba la videocamera al padre e si riprende mentre va in cerca di un Ufo, smarrendosi in una radura. Quando la polizia lo trova, osservando il filmato si fa un’idea del tutto errata dell’accaduto. A chi appartengono le immagini? E qual è il loro grado di verità? I media manipolano, falsificano e travisano le immagini ma quasi mai riescono a vedere quello che esse raccontano davvero. Dom./Sun. 11, ore 15.00 San Marco

Artă / Art Romania 2014, 19’, col., v.o. sott. it. Un regista fa dei provini per la parte di una prostituta minorenne. La quattordicenne Anca sembra quella giusta, ma la cosa più difficile è convincere la madre della ragazza. Esistono limiti oltre i quali

non è lecito spingersi nemmeno in nome dell’arte? Sitaru riflette sul (suo) ruolo di mediatore e artista prendendo spunto da fatti realmente accaduti durante la lavorazione di Fixeur. Dom./Sun. 11, ore 15.20 San Marco

Ilegitim / Illegittimo Romania, Polonia, Francia 2016, 89’, col., v.o. sott. it. Fratello e sorella aspettano un figlio insieme. Un fatto sconvolgente che incrina i rapporti fra il padre, ex informatore della Securitate durante il regime di Ceausescu, e tutti gli altri membri della famiglia dei ragazzi. Sitaru affronta l’eredità culturale della dittatura e utilizza il tema estremo, disturbante e tabù dell’incesto come spietata metafora del passato e fantasma del presente.

Day by Day Meeting

Gio./Thu. 15, ore 15.30 Auditorium

Lord

Programma

Due amanti, un picnic e un terzo incomodo: una prostituta che si insinua nel loro ménage di coppia, li provoca e si prende gioco di loro ma, lentamente, diventa il miglior alleato della loro relazione. L’esordio di Sitaru è un film fatto tutto di soggettive in cui a essere soggettivi sono anche i rapporti interpersonali e dove tutto sembra poter esplodere da un momento all’altro.

Mer./Wed. 14, ore 14.50 Auditorium

18. / 03. 2018

Mer./Wed. 14, ore 14.00 Auditorium

36° BFM 10.

Sotto gli ombrelloni di una spiaggia della costa romena del Mar Nero si incrociano le storie e le vite di alcuni personaggi. Fra litigi, discussioni e comportamenti moralmente discutibili, nell’indifferenza generale, si consuma una tragedia. Sitaru ci mostra, con feroce ironia, persone che condividono uno spazio, ma che non per questo condividono anche comportamenti, idee, modi di vivere.

vicino ai genitori. L’ossessione iperprotettiva e le numerose nevrosi dell’uomo lo portano però a litigare con tutti, dottori compresi. Sitaru fotografa, con il consueto humor nero, la società romena attraverso la reazione alla malattia: le migliori intenzioni sono spesso la peggiore delle cure.

Ven./Fri. 16, ore 16.30 Auditorium

Fixeur Romania, Francia 2016, 98’, col., v.o. sott. it. Radu, giovane reporter, sembra disposto a tutto pur di realizzare un servizio di denuncia sulla prostituzione minorile, anche laddove la delicatezza del tema imporrebbe una sensibilità tutta diversa. Coercizione, manipolazione, abuso sono espressioni che i media utilizzano spesso per descrivere i casi di cronaca, ma cosa accade quando questi termini iniziano a riguardare il loro modo di agire? Mar./Tue. 13, ore 22.30 Auditorium

Sguardo tagliente e allo stesso tempo profondo, Sitaru analizza la società del proprio Paese con feroce disincanto, scegliendo argomenti che mettono a nudo contraddizioni e ambiguità di un popolo che sembra vivere in perenne attesa di cambiamenti che non arrivano mai.

9 / 24


18. / 03. 2018 36° BFM 10. Day by Day Meeting Programma

EUROPE NOW! BOYS & GIRLS THE BEST OF CILECT PRIZE

Aquí allá di Sofia Salvatierra Ortega, Italia 2017, 25’, col. Un viaggio alla ricerca di un legame con le proprie origini ci porta nell’universo dei gruppi di militanti sudamericani a Milano e del movimento “No a Keiko”, nato per contrastare la candidatura di Keiko Fujimori alle elezioni 2016 del Perù. Dom./Sun. 11, ore 16.30 San Marco

10 / 24

Klein Boekarest Little Bucharest di Sam Geyskens, Belgio 2016, 20’, col., v.o. sott. it. Un’area di servizio è il luogo dove molti camionisti romeni trascorrono i fine settimana, prima di tornare a guidare sulle strade d’Europa. Nella loro piccola Bucarest, cercano di scacciare la nostalgia di casa. Dom./Sun. 11, ore 15.40 San Marco

Watu wote All of Us

Sweet Maddie Stone

di Katja Benrath, Germania, Kenya 2017, 22’, col., v.o. sott. it.

di Brady Hood, Gran Bretagna 2016, 24’, col., v.o. sott. it.

Jua è cristiana. In viaggio su un bus vicino al confine tra Kenya e Somalia, insieme a diversi musulmani, non nasconde il suo disagio. Durante il tragitto, il bus è attaccato da un gruppo di terroristi islamici: vogliono che i passeggeri musulmani indichino chi tra loro è “infedele”.

Maddie Stone gestisce il traffico di caramelle della scuola, forte della temibile nomea del padre. Quando questi finisce in prigione, spetta a lei trovare i soldi della cauzione. Ma il papà non è più lì a proteggerla e la concorrenza si affaccia sul mercato.

Gio./Tue. 15, ore 15.00 San Marco

Gio./Tue. 15, ore 14.30 San Marco

Europe Now! Boys & Girls The Best of CILECT Prize

A Love Story di Anushka Kishani Naanayakkara, Gran Bretagna 2016, 7’, col., v.o. sott. it. Due creature si innamorano, tessendo un mondo colorato insieme. Ma quando l'oscurità minaccia di consumarne uno, l'altro deve combattere per stare insieme, o rischiare di essere fatto a pezzi. L’amore, la luce e i colori si confrontano con l’oscurità. Lun./Mon. 12, ore 10.10 Capitol

The Origin of Trouble di Tessa Louise Pope, Paesi Bassi 2016, 29’, col., v.o. sott. it.

O noapte in Tokoriki A Night in Tokoriki di Roxana Stroe, Romania, 2016, 18’, col., v.o. sott. it. Alla festa del diciottesimo di Geanina, Bebe, il suo fidanzato, e Alin, il bullo della compagnia, si lanciano eloquenti occhiatacce. Tra danze sfrenate e fiumi di alcol, la tensione sale. Sab./Sat. 10, ore 17.00 Auditorium

Mayday Relay di Florian Tscharf, Germania, 2016, 14’, col., v.o. sott. it.

Quali sono le ragioni di un padre assente e quali le conseguenze della sua assenza? Attraverso interviste, ricordi e fotografie, la regista ricostruisce la storia del rapporto col padre e traccia un ritratto della sua famiglia allargata.

Padre e figlia veleggiano per il Mediterraneo, quando ricevono una drammatica richiesta di soccorso. Subito trasmettono il mayday a un’altra imbarcazione e cambiano la loro rotta, per cercare di raggiungere i naufraghi. Forse possono salvare delle vite umane.

Dom./Sun. 11, ore 16.00 San Marco

Mer./Wed. 14, ore 20.00 Auditorium

Una selezione di corti tra i finalisti al CILECT Prize 2017, attribuito ogni anno da studenti e insegnanti delle oltre 160 scuole che fanno parte dell’associazione internazionale


36° BFM 10.

CINEMA D’ANIMAZIONE: ŠPELA ČADEŽ

18. / 03. 2018

I

Germania, Slovenia 2004, 6’50’’, col., senza dialoghi La routine quotidiana in una sartoria è talmente turbolenta che, per far fronte a tutto, è talvolta necessario usare qualche piccolo trucco; ma fantasia e spontaneità non sempre bastano. Sab./Sat. 10, ore 20.00 Auditorium

Liebeskrank Lovesick Germania, Slovenia 2007, 9’, col., senza dialoghi

Noćna ptica Nighthawk

Germania, Slovenia 2010, 2’, col., senza dialoghi

Croazia, Slovenia 2016, 8’45’’, col., v.o. sott. it.

Il gessetto dà la caccia a un’ombra. Quando viene catturata, ciò che resta sono solo le tracce del loro gioco.

Un poliziotto di pattuglia tenta di togliere un tasso inerte da una strada buia, ma si rende conto che l’animale non è morto, bensì è ubriaco marcio. Le cose prendono una piega ancora più bizzarra quando l’animale si sveglia.

Dom./Sun. 11, ore 11.30 Auditorium

Boles

Maraton / Marathon

Germania, Slovenia 2012, 12’, col., v.o. sott. it.

Germania, Slovenia 2008, 5’10’’, col., senza dialoghi

Filip sogna la gloria dello scrittore e uno stile di vita lussuoso. Un giorno bussa alla porta Tereza, la sua vicina, chiedendogli di scrivere una lettera al suo fidanzato, Boles. Filip accetta ma, una settimana dopo, Tereza si ripresenta.

Una moltitudine di personaggi diversi fra loro prende parte a una maratona. Improvvisamente scende la nebbia e i maratoneti iniziano a perdere l’orientamento, scomparendo via via nel pulviscolo lattiginoso. Ven./Fri. 16, ore 19.45 Auditorium

Far East Film Festival Trailer Italia, Slovenia 2009, 40’’, col., senza dialoghi

Sab./Sat. 17, ore 14.30 Auditorium

Mali Princ Luka Little Prince Luka

Mer./Wed. 14, ore 20.15 Auditorium

Orange Is the New Black – Unraveled

Day by Day Meeting

Zasukanec Mate to Measure

Zadnja minuta Last Minute

Programma

l focus dedicato all’animazione quest’anno si sposta in Slovenia, negli ultimi anni terreno particolarmente fertile per i nuovi talenti del cinema d'animazione. Protagonista della personale è Špela Čadež, animatrice, regista e produttrice nata a Lubiana nel 1977. Già dai suoi primi lavori, con la tecnica della puppet animation, ha ottenuto notevoli riconoscimenti internazionali; nel 2009 firma la sigla per l’undicesima edizione del Far East Film Festival di Udine e nel 2013 realizza Boles, il suo film più noto, che viene proiettato in tutto il mondo ricevendo oltre cinquanta premi e nomination. Da dieci anni Špela Čadež lavora come regista e produttrice indipendente di film d'animazione, con la casa di produzione Finta di Lubiana. Orange Is the New Black – Unraveled è il suo ultimo lavoro, una divertente puppet animation commissionata da Netflix.

Slovenia 2017, 3’40’’, col., senza dialoghi Un divertente riassunto in stop motion delle prime quattro stagioni della famosa serie tv Netflix Orange Is the New Black. Mer./Wed. 14, ore 20.25 Auditorium

Slovenia 2014, 2’28’’, col., senza dialoghi

Dolore al cuore, lacrime che non si asciugano mai e teste girate indietro sono difficili da trattare, ma fortunatamente non sono incurabili...

Sigla per l’undicesima edizione del Far East Film Festival di Udine. Una puppet animation raffinata in cui Oriente e Occidente si incontrano grazie a uno spaghetto.

Luka è un dodicenne che soffre di distrofia muscolare. Grazie alla magia dell’animazione, Luka può camminare, andare sullo skate, nuotare, giocare a basket e perfino ballare.

Mar./Tue. 13, ore 20.00 Auditorium

Dom./Sun. 11, ore 11.30 Auditorium

Dom./Sun. 11, ore 9.40 Auditorium

Cinema d’animazione: Špela Čadež

Una delle artiste più talentuose che l’animazione possa vantare in questo momento. Il successo internazionale arriva con Boles, corto in stop-motion che ha fatto conoscere la regista slovena nel circuito dei più importanti festival del settore, aggiudicandosi quasi cinquanta premi e riconoscimenti.

11 / 24


Premio Giulio Questi 2018

P

romosso dall’Associazione Premio Giulio Questi, nasce per sostenere e promuovere le opere di giovani autori di qualsiasi nazionalità di età compresa fra i 18 e i 27 anni. La prima edizione si è tenuta nel 2016 a Roma mentre dallo scorso anno è la nostra città, in collaborazione con il Comune di Bergamo, a fare da madrina all’evento. Il Premio è dedicato a Giulio Questi: regista, sceneggiatore e scrittore nato a Bergamo nel 1924 e scomparso nel 2014, figura tra le più eccentriche del cinema italiano. Il progetto viene presentato in Auditorium, accompagnato dalla proiezione dei due cortometraggi vincitori dell’edizione 2017: Fiammifero (male non fare, paura non avere) di Lorenzo Ambrosino e La fonte di Mattia Venturi.

36° BFM 10.

18. / 03. 2018

ANTEPRIME, CLASSICI, EVENTI SPECIALI

Fiammifero (male non fare, paura non avere) di Lorenzo Ambrosino, Italia 2016, 13’, col. Enzo è un pensionato. Tutti i giorni, alle tre in punto, Enzo lascia la sua stanzetta e si dirige zoppicando verso la piazza sottostante. Al suo richiamo sbucano ovunque una gran quantità di felini metropolitani. I suoi gatti li ha chiamati tutti “Nanà”, così non si dimentica. Sab./Sat. 17, ore 17.00 Auditorium

La fonte

Programma

Day by Day Meeting

di Mattia Venturi, Italia 2015, 9’, col.

12 / 24

All’unica fonte nel raggio di chilometri, lo svogliato lupetto Filippo deve riempire le borracce del campo scout e Rodolfo un’enorme tanica. Chi dei due riuscirà ad accaparrarsi le poche gocce d’acqua? Sab./Sat. 17, ore 17.15 Auditorium

S

ezione ricca di proposte che vanno da due grandi classici della storia del cinema con la regia di Murnau e Cukor, alla presentazione della terza edizione del Premio Giulio Questi per giovani Filmaker, passando per la nuova proposta del progetto Cinescatti, rivolto al recupero dei film amatoriali e di famiglia.

Ci sono poi la proiezione del provocatorio ma originalissimo Sebastiane di Derek Jarman, in occasione della mostra Raffaello, l’eco del mito, organizzata dall’Accademia Carrara di Bergamo e la tradizionale Fantamaratona con due film, il conturbante I ragazzi venuti dal Brasile, storia di clonazioni, e lo splatter cult Re-Animator, da un racconto di H.P. Lovecraft, storia di morti che resuscitano.

AT B — T E B TI PORTANO A BERGAMO FILM MEETING 2018

Der letzte Mann L’ultima risata

Holiday Incantesimo

di Friedrich Wilhelm Murnau, Germania 1924, 77’, bn, v.o. sott. it.

di George Cukor, USA 1938, 95’, bn, v.o. sott. it.

L'anziano ed esperto usciere dell'Hotel Atlantic si sta riposando dopo aver trasportato un pesante bagaglio sotto la pioggia e viene sorpreso dal direttore. Il giorno dopo apprende di essere stato declassato al ruolo umiliante di assistente alle pulizie. Favola con sorpresa finale.

La figlia di un noto banchiere manda a monte il matrimonio con il fidanzato, un giovane avvocato spiantato. L'uomo si consolerà tra le braccia della sorella della futura sposa. Lotta di classe e critica sociale in puro stile Cukor, raffinatissimo ed irriverente nei dialoghi e nelle situazioni.

Ven./Fri. 9, ore 21.00 Basilica di Santa Maria Maggiore

Sab./Sat. 17, ore 20.30 Auditorium

Anteprime, Classici, Eventi Speciali

Un ricco programma che comprende due grandi classici del cinema, la terza edizione del Premio Giulio Questi, Raffaello alla Carrara e il film Sebastiane, l'International Media Mixer Project da Chicago e due film per l’ormai consueta Fantamaratona notturna

Abbonati al festival e viaggia gratis sabato 10 e sabato 17 marzo 2018 sulla rete ATB e TEB Scarica l’App ATB Mobile

#ATBxBFM — #civadoinbus

ATB Azienda Trasporti Bergamo atb.bergamo.it / teb.bergamo.it


Accademia Carrara

Fantamaratona

L

The Boys from Brazil I ragazzi venuti dal Brasile Ezra Liebermann, cacciatore di nazisti, scopre un fatto impressionante: Josef Mengele è riuscito a ottenere per manipolazione genetica 94 discendenti di Hitler. Nel film c'è un po' di tutto: dalla fantascienza all'horror, passando per il cinema di spionaggio e di impegno politico. Ven./Fri. 16, ore 00.30 Auditorium

Re-Animator di Stuart Gordon, USA 1985, 86’, col., v.o. sott. it.

di Derek Jarman, Paul Humfress, Gran Bretagna 1976, 85’, col., v.o. sott. it. 303 d.C. il soldato romano Sebastiano viene esiliato in un remoto avamposto comandato dal centurione Severo, segretamente innamorato di lui. Dinanzi al suo rifiuto lo condanna a morte. Recitato in latino. Una pietra miliare nella storia del cinema LGBT. Gio./Thu. 15, ore 17.30 Auditorium

18. / 03. 2018

Sebastiane

di Franklin J. Schaffner, USA, Gran Bretagna 1978, 125’, col., v.o. sott. it.

36° BFM 10.

a mostra Raffaello e l’eco del mito (27 gennaio - 6 maggio 2018), che inaugura le celebrazioni del quinto centenario della morte di Raffaello del 2020, sceglie il San Sebastiano di Raffaello delle collezioni della Carrara quale argomento di riflessione. Il progetto espositivo ha su tutto un’idea cardine: il lavoro su un’opera del museo arricchisce la conoscenza, se apre nuove e inedite prospettive. Ed è proprio seguendo questo filo rosso che nasce l’idea di presentare all’interno di BFM 36 il Sebastiane (1976) di Derek Jarman e Paul Humfress, un film provocatorio che partendo dall’iconografia del santo crea una ponte tra arte cinematografica e concept della mostra.

Uno studente di medicina inventa un siero per resuscitare i morti. Ma i cadaveri ritornano in vita con lo scopo di uccidere. Esordio alla regia di Gordon, che inizia la sua carriera con uno dei film più violenti e rivoltanti degli anni '80. Una gioia. Da un racconto di H.P. Lovecraft. Ven./Fri. 16, ore 2.15 Auditorium

Progetto International Media Mixer — Chicago Film Archives

I

Programma

l progetto International Media Mixer, promosso dal Chicago Film Archives e realizzato in collaborazione con Lab 80 film – Archivio Cinescatti di Bergamo, è una delle quindici partnership artistiche internazionali supportate dal fondo International Connections della MacArthur Foundation (Chicago, IL). Un progetto di scambio interculturale che riunisce un gruppo di filmmaker e musicisti italiani e americani per mettere in moto un processo di creazione di nuove opere artistiche ibride e porre una nuova luce sulle pratiche internazionali di conservazione e rielaborazione artistica di materiali d’archivio di diversa natura: documentari, film di famiglia, film d’artista e sperimentali.

Day by Day Meeting

Michelle Puetz, curatrice della programmazione dei Chicago Film Archives, e Karianne Fiorini, curatrice e ricercatrice indipendente (Bologna, Italia), hanno coinvolto cinque filmmaker e quattro musicisti italiani e americani, per collaborare alla realizzazione di nuove produzioni audiovisive a partire da una selezione di materiali d’archivio degli archivi partner del progetto. Gli artisti italiani hanno lavorato alla selezione e alla rielaborazione artistica delle immagini provenienti dai Chicago Film Archives, la cui colonna sonora è stata realizzata da musicisti americani, e viceversa, i filmmaker di Chicago hanno rielaborato immagini conservate da Lab 80 film – Archivio Cinescatti la cui colonna sonora è stata realizzata da musicisti italiani.

Temple of Truth

Memoria Data

Octavia

Parallax Dash

di Giuseppe Boccassini, Italia 2018, 15’, col. musica di Alex Inglizian (USA)

di Lori Felker, USA 2018, 12’, col. musica di Patrizia Oliva (Italia)

di Federico Francioni, Yan Cheng, Italia 2018, 14’, col. musica di Tomeka Reid (USA)

di Domietta Torlasco, USA 2018, 8’, col. musica di Stefano “Urkuma” De Santis

Un archivio che ambula costantemente tra grovigli di mondi in decadimento attraversati come tracce pietrificate, deprivate, residuali, conservando nel proprio superarsi uno stato magmatico.

Sguardi familiari che si mettono in relazione con l’obiettivo della camera, gesti rivolti al cineamatore e bocche che pronunciano parole senza suono. Immagini che ci ricordano del perché conserviamo i ricordi e di coloro ai quali abbiamo rivolto lo sguardo.

Dom./Sun. 11, ore 19.15 Sala alla Porta S. Agostino

Dom./Sun. 11, ore 19.30 Sala alla Porta S. Agostino

Anteprime, Classici, Eventi Speciali

Un ricco programma che comprende due grandi classici del cinema, la terza edizione del Premio Giulio Questi, Raffaello alla Carrara e il film Sebastiane, l'International Media Mixer Project da Chicago e due film per l’ormai consueta Fantamaratona notturna

Un mappamondo si scompone nelle mani di bambini. Addentrandosi nella foresta, le immagini ci vengono incontro; poi un temporale coglie alla sprovvista i bagnanti. In cielo si avvertono i segni di una guerra che si pensava lontana. Dom./Sun. 11, ore 19.45 Sala alla Porta S. Agostino

Memoria geologica e politica, senza centro e senza fine, che ritorna nei filmati di famiglia qui assemblati seguendo una logica di spostamenti, dispersioni, discordanze tra suono e immagine. Dom./Sun. 11, ore 20.00 Sala alla Porta S. Agostino

13 / 24


18. / 03. 2018

CULT MOVIE GAMeCINEMA

36° BFM 10.

BFM INAUGURA BERGAMO JAZZ

Programma

Day by Day Meeting

B

ergamo Film Meeting rinnova la collaborazione con Bergamo Jazz anche per il 2018: l'ormai immancabile passaggio di testimone fra i due Festival, accomunati dalla natura internazionale, è fissato per il pomeriggio di domenica 18 marzo, in due momenti consecutivi, ad iniziare dalla proiezione del film Robbery, poliziesco del 1967 tratto da una storia vera, firmato dall’inglese Peter Yates, con musiche di Johnny Keating. A seguire Die Austernprinzessin, ironica presa in giro del capitalismo made in USA girata nel 1919 dal tedesco Ernst Lubitsch e nell’occasione rivestita delle improvvisazioni musicali del pianista Umberto Petrin, musicista di vasta esperienza anche nel campo dell’incontro fra suoni e visioni. Infine, a chiudere, Misterioso di Andrea Montanari: un cortometraggio di animazione sulle musiche del pianista Gianni Lenoci.

D

Misterioso

Mlha / Fog

di Andrea Montanari, Italia 2017, 5’20'', bn Oggetti, forme, paesaggi vissuti o immaginati, irrompono nella superficie bianca della carta, in una serie di associazioni libere che si intrecciano a solitari frammenti musicali. Dom./Sun. 18, ore 15.30 Auditorium

Robbery / Rapina al treno postale di Peter Yates, Gran Bretagna 1967, 110’, col., v.o. sott. it. Una rapina a un gioielliere serve a Paul Clifton per finanziare un altro colpo ancora più spettacolare, con obiettivo il treno postale notturno sulla linea Glasgow-Londra. Cronaca di una celebre rapina del 1963, tesa ed emozionante. Il ritmo è quello di una partitura jazz.

Die Austernprinzessin La principessa delle ostriche di Ernst Lubitsch, Germania 1919, 47’, bn, v.o. sott. it. Ossi, figlia viziata e capricciosa, decide di sposarsi per fare un dispetto al padre. Ma il promesso sposo Nucki manda all'altare al suo posto il segretario Josef. Irresistibile commedia degli equivoci: il regista tedesco intreccia vite e destini con la consueta intelligenza. Dom./Sun. 18, ore 17.30 Auditorium

Dom./Sun. 18, ore 15.35 Auditorium

14 / 24

BFM inaugura Bergamo Jazz Cult Movie — GAMeCinema

al 2015, con la riattivazione della collaborazione tra GAMeC e BFM intesa alla valorizzazione del Fondo Cinematografico Nino Zucchelli, si è inaugurata una sezione ad hoc dedicata alla riscoperta di film “nascosti” o “dimenticati” che hanno tutti gli elementi per essere considerati dei cult. Quest’anno GAMeCinema propone al pubblico di BFM due film (un corto e un lungometraggio) di area cecoslovacca, giocando di sponda rispetto all’omaggio che il Festival dedica ai cinquant’anni della Nová vlna: Mlha (Nebbia, 1966) di Radúz Činčera e Tichá radost (Gioia recondita/Una felicità silenziosa, 1985) di Dušan Hanák, nomi di riferimento della cinematografia cecoslovacca, insieme ai più noti Věra Chytilová e Jurai Jakubisko. Entrambi i film furono premiati al festival di Zucchelli, rispettivamente a Bergamo e a Sanremo, nel 1966 e nel 1986.

di Radúz Činčera, Cecoslovacchia 1966, 27’, bn, v.o. sott. it. Un elegante dietro le quinte del Divadla na zábradlí, il Teatro alla Ringhiera di Praga, che a partire primi dai primi anni ’60 divenne il punto di riferimento del teatro dell’assurdo in Cecoslovacchia. Al centro del film, il lavoro degli attori sul palcoscenico, in un parallelo onirico fra immaginazione artistica e concretezza del vivere quotidiano. Con estratti da: La cantatrice calva di Ionesco, Ubu re di Alfred Jarry, Aspettando Godot di Samuel Beckett, La festa in giardino e Avis di Václav Havel. Premio speciale della Giuria con Medaglia d’Oro al IX Gran Premio Bergamo, 1966. Mer./Wed. 14, ore 17.00 Auditorium

Tichá radost Silent Joy Quiet Happiness di Dušan Hanák, Cecoslovacchia 1985, 88’, col., v.o. sott. it. Soňa ha sempre vissuto accettando compromessi e sacrifici: ha un marito che forse non ama più, lavora in ospedale come infermiera, ama i bambini ma non ne ha di suoi. Un giorno dice basta e, forse per la prima volta, giunge a confrontarsi con se stessa, la sua vita, i suoi sogni, le sue illusioni e delusioni. Quasi uno studio sull’incomunicabilità, che scava nell’intimità del dolore. Regia affilata come la lama di un coltello e solo luce naturale per la fotografia d’interni. Vincitore del Gran Premio alla XXIX Mostra Internazionale del Film d’Autore Sanremo, 1986. Mer./Wed. 14, ore 17.30 Auditorium

BFM passa il testimone a Bergamo Jazz. Grandi film per grandi musicisti. E prosegue la collaborazione con GAMeC attraverso percorsi e retrospettive sul legame tra cinema e arte


A

nche per il 2018 Bergamo Film Meeting consolida la collaborazione con The Blank Contemporary Art ospitando un protagonista indiscusso della scena internazionale: Jonas Mekas (Lituania, 1922), poeta, artista e regista, fondatore del New American Cinema Group e creatore dell’Anthology Film Archive.

Seasons USA 2017, 71’, doppia proiezione, col., senza dialoghi

Un film composto da materiale omesso dai lavori realizzati da Jonas Mekas tra il 1960 e il 2000. Un diario filmato in cui si alternano nature, animali, città, scene dei viaggi in Lituania e frammenti di vita famigliare.

Una doppia proiezione che racconta le stagioni a New York: i pomeriggi primaverili a Central Park, l’autunno a Soho, i pattini sul ghiaccio a Rockefeller Center, si alternano ad immagini di episodi datati con precisione e a scene che ritraggono attimi di vita di alcuni dei celebri amici di Mekas.

Sab./Sat. 10, ore 15.30 San Marco

all'interno della mostra Jonas Mekas - Personale

USA 2012, 68’, col., v.o. sott. it.

18. / 03. 2018

Out-Takes from the Life of a Happy Man

36° BFM 10.

A lui è dedicata la mostra Jonas Mekas – Personale (10 marzo - 15 aprile, Palazzo della Ragione, Bergamo), a cura di Stefano Raimondi e Claudia Santeroni. Realizzata nei rinnovati spazi del Palazzo della Ragione, la mostra si confronta con l’edificio storico e ne sfrutta le nuove potenzialità allestitive. Domina la sala il video Seasons: una doppia proiezione composta con un cut-up di frammenti della sua intera produzione cinematografica.

INCONTRI: CINEMA E ARTE CONTEMPORANEA JONAS MEKAS

Programma Day by Day Meeting

Incontri: Cinema e Arte Contemporanea / Jonas Mekas

La collaborazione fra BFM e The Blank porta a Bergamo un protagonista indiscusso della scena internazionale, Jonas Mekas, al quale è dedicata una Personale a Palazzo della Ragione.

15 / 24


18. / 03. 2018 36° BFM 10.

I RIBELLI DEL '68 LA NUOVA ONDA DEL CINEMA CECOSLOVACCO

Dáma na kolejích Lady on the Tracks di Ladislav Rychman, Cecoslovacchia 1966, 83', col., v.o. sott. it. Un giorno, mentre è al lavoro, la tranviera Marie scorge il marito mentre bacia una giovane donna bionda; il suo piccolo mondo crolla, ma la tristezza non durerà a lungo. Uno dei primi musical del cinema ceco che racconta, con balletti e canzoni, le difficoltà di una donna emancipata. Ven./Fri. 16, ore 14.45 Auditorium

Ostře sledované vlaky Treni strettamente sorvegliati di Jiří Menzel, Cecoslovacchia 1966, 93', bn, v.o. sott. it.

Programma

Day by Day Meeting

U

n focus dedicato alla Nová vlna, in occasione delle celebrazioni dei cinquant’anni della Primavera di Praga del 1968. Un cortometraggio di animazione più sette lungometraggi realizzati tra il 1965 e il 1970, che portano la firma di autori come Jiří Menzel, Jaromil Jireš, Juraj Herz, Ján Kádár e Elmar Klos, tra i più significativi rappresentanti di una corrente cinematografica in contrasto con la politica di regime e desiderosa di vivere quel soffio di libertà che all’epoca attraversò tutte le forme di pensiero. «Se fino a quel momento la formazione dei registi si limitava alla semplice acquisizione degli strumenti della narrazione cinematografica, a partire grosso modo dalla fine degli anni ’50 essa tendeva soprattutto a sviluppare in senso più generale la loro personalità, a scoprire le loro doti artistiche individuali e la capacità di elaborare una formulazione artistica indipendente.» (Andrej Obuch, La Nová vlna sconosciuta, in Roberto Turigliatto (a cura di), Nová vlna. Cinema cecoslovacco degli anni '60, Lindau, Torino, 1994)

Uzel na kapesníku The Knot in the Handkerchief di Milos Komárek, Josef Pinkava, Hermína Týrlová, Cecoslovacchia 1958, 15’, col., v.o. sott. it.

16 / 24

Obchod na korze Il negozio al corso di Ján Kadár, Elmar Klos, Cecoslovacchia 1965, 125', bn, v.o. sott. it.

Il giovane vice aiuto-capostazione Milos sembra essere più preoccupato dei problemi legati alla sua iniziazione sessuale che degli sconvolgimenti dell’occupazione nazista. Il primo film di Menzel affronta, sotto apparenze scherzose, l'iniziazione sessuale e civica di un giovane di provincia. Dom./Sun. 11, ore 9.40 Auditorium

Spalovač mrtvol L’uomo che bruciava i cadaveri

il passato viene raccontato con flashback e materiali d'archivio. Lun./Mon. 12, ore 22.30 Auditorium

Ucho / L’orecchio di Karel Kachyna, Cecoslovacchia 1970, 94', bn, v.o. sott. it. Ludvik, un ufficiale maggiore del regime comunista, e la sua alcolizzata moglie Anna, di rientro da un ricevimento si rendono conto che qualcuno è entrato in casa loro. In un’unica notte, vengono allo scoperto gli scheletri nell’armadio: sia quelli della coppia, che quelli del regime. Sab./Sat. 17, ore 22.30 San Marco

Valerie a týden divů Fantasie di una tredicenne di Jaromil Jireš, Cecoslovacchia 1970, 77', col., v.o. sott. it. Valérie è nell'età ambigua dell'adolescenza e passa spesso le giornate a fantasticare. Quando arriva in città una compagnia di attori girovaghi, Valérie scopre i primi turbamenti sessuali e il confine tra sogno e realtà inizia a confondersi. Quasi un horror metafisico in cui l'amore, la paura, il sesso e la religione si fondono in un universo onirico. Mer./Wed. 14, ore 23.00 Auditorium

di Juraj Herz, Cecoslovacchia 1968, 96’, bn, v.o. sott. it. Karel Kopfrkingl è l’addetto al forno crematorio di Praga. Con l’arrivo dei nazisti, aderisce al Partito e, denunciando ebrei e dissidenti veri o presunti, accresce la sua posizione sociale. Una potente rappresentazione della banalità del male raccontata con umorismo da commedia nera. Sab./Sat. 17, ore 11.00 Auditorium

Un ragazzo fa un nodo al fazzoletto per ricordarsi di riparare il rubinetto che perde. Il fazzoletto, però, è vivo e vola via dalla tasca del ragazzo; lui, distratto, si dimentica del rubinetto. Un gioiello firmato dalla madre del cinema ceco di animazione, Hermína Týrlová.

Il falegname Tono riesce a tenersi alla larga dagli stravolgimenti che i nazisti stanno attuando nel suo villaggio, finché non gli viene offerto di diventare il custode ariano del negozio della signora Lautmann. Da una novella di Ladislav Grosman, il film vincitore dell’Oscar come miglior film straniero nel 1966.

Ven./Fri. 16, ore 14.30 Auditorium

Sab./Sat. 17, ore 17.00 San Marco

I ribelli del '68

Un cortometraggio di animazione più sette lungometraggi realizzati tra il 1965 e il 1970. Focus sulla Nová vlna, la Nuova onda del cinema cecoslovacco, in occasione delle celebrazioni dei cinquant’anni della Primavera di Praga del 1968.

Žert / Lo scherzo di Jaromil Jireš, Cecoslovacchia 1969, 80', bn, v.o. sott. it. Ludvik Jahn, che negli anni ’50 fu incarcerato ed espulso dal Partito Comunista, quindici anni dopo viene intervistato dalla bella Helena, moglie di uno degli uomini che lo avevano accusato. Un film coraggioso, in cui


LIV ULLMANN 36° BFM 10. 18. / 03. 2018

L

Di altrettanta sensibilità sono i cinque lungometraggi da lei diretti: sono storie di donne, di coraggio, di libertà, dove Ullmann fa tesoro della lezione bergmaniana e però rivela una sapienza registica rara, nonché grandi capacità nel dirigere gli attori.

Persona di Ingmar Bergman, Svezia 1966, 85’, bn, v.o. sott. it. Elisabeth Vogler, attrice di teatro, si chiude, un giorno, nel più assoluto mutismo. L’infermiera Alma cerca di risvegliarla dalla sua apatia raccontandole la sua vita. Prima interpretazione della Ullmann in un film di Bergman. Lei è sublime, il film è un capolavoro.

Vargtimmen L’ora del lupo di Ingmar Bergman, Svezia 1968, 90’, bn, v.o. sott. it. Due coniugi, Johan ed Alma, si ritirano su un'isola quasi disabitata: lui soffre di crisi depressive ed è preda di violente allucinazioni; lei, preoccupata della salute del marito, finisce per immedesimarsi nei suoi incubi. Conturbante e coinvolgente.

contro tutti, contro il freddo e la fame. Splendidamente fotografato da Sven Nykvist.

di Ingmar Bergman, Svezia 1968, 103’, bn, v.o. sott. it.

Dom./Sun. 18, ore 22.15 Auditorium

Film contro la guerra. In un paese imprecisato scoppia un conflitto e una coppia di sposi vive esperienze terribili e umilianti ad opera ora dell'uno, ora dell'altro esercito. Liv Ullmann e Max von Sydow in stato di grazia.

Utvandrarna Karl e Kristina

Sab./Sat. 10, ore 14.45 Auditorium

En passion Passione di Ingmar Bergman, Svezia 1969, 101’, col./bn, v.o. sott. it. Andreas vive in solitudine nell'isola di Fårö, nel Baltico. Il suo isolamento è rotto dall'incontro con altre tre persone e soprattutto con Anna. Ma i due non riescono a ritrovare la serenità perduta. Un film sulla difficoltà d’amare e sulla solitudine. Sab./Sat. 17, ore 14.45 Auditorium

An-Magritt di Arne Skouen, Norvegia 1969, 101’, col., v.o. sott. it. An-Magritt è nata da uno stupro. La madre si è suicidata e il nonno si è preso cura di lei. È sola in un mondo di uomini, in una società misogina, e deve lottare

di Jan Troell, Svezia 1971, 191’, col., v.o. sott. it. Karl e Kristina cercano di guadagnarsi da vivere con il loro piccolo appezzamento di terreno nella campagna svedese, ma le cose non vanno come i due speravano. Dopo aver visto uno dei loro bambini morire di fame, decidono di emigrare negli Stati Uniti. Accorato ed epico.

Day by Day Meeting

Ullmann offre il suo volto, il suo sguardo, la sua fisicità, dando corpo a personaggi forti e indimenticabili, entro una delle esperienze artistiche e cinematografiche più significative della modernità.

Skammen La vergogna

Programma

a retrospettiva di quest’anno è dedicata a una figura cardine del cinema contemporaneo, attrice, regista, scrittrice: Liv Ullmann. Lanciata da Ingmar Bergman nel 1964 con il film Persona, ma già con una intensa carriera di attrice teatrale e cinematografica, Liv Ullmann lavora con il maestro svedese in altri nove film e con diversi altri registi, tra cui Jan Troell, Anthony Harvey, Richard Attenborough, Mario Monicelli, Mauro Bolognini, Sven Nykvist. In lei Bergman trova l’interprete ideale per raccontare il sottosuolo della psiche umana, l’universo dei sentimenti e delle passioni.

Lun./Mon. 12, ore 9.00 Auditorium

Viskningar och rop Sussurri e grida di Ingmar Bergman, Svezia 1972, 91’, col., v.o. sott. it. In una villa immersa nei colori autunnali di un parco alla periferia di Stoccolma, la quarantenne Agnese sta morendo di cancro. Al suo capezzale sono accorse le sorelle Karin e Maria. Il passato riemerge, i nodi vengono al pettine. Il rosso domina. Un Bergman straordinario.

Ven./Fri. 16, ore 22.30 Auditorium

Mer./Wed. 14, ore 9.00 Auditorium

Liv Ullmann

Mi piacciono i primi piani. Per me sono una sfida. Quanto più si avvicina la macchina da presa, tanto più mi sforzo di mostrare un volto del tutto nudo, mostrare ciò che sta dietro la pelle, dietro gli occhi, dentro la testa. Lavorare con Ingmar è come fare un viaggio di scoperta dentro me stessa.

Dom./Sun. 11, ore 11.33 Auditorium

17 / 24


36° BFM 10.

18. / 03. 2018

Scener ur ett äktenskap Scene da un matrimonio di Ingmar Bergman, Svezia 1973, 283’ (versione tv), col., v.o. sott. it. Dieci anni del legame coniugale fra Marianne e Johann, segmentati in sei capitoli: dalla felicità iniziale ("Innocenza e panico") ai primi segnali di crisi ("L'arte di nascondere la spazzatura sotto il tappeto"), dalla relazione fra Johann e la sua giovane amante ("Paola") alla separazione e al divorzio ("Valle di lacrime"), dalle reciproche ammissioni di colpa ("Gli analfabeti") alla serena presa d'atto di un'incolmabile distanza ma anche di una nuova forma d'amore ("Nel cuore della notte..."). Lun./Mon. 12, ore 15.30 San Marco [Parte 1] Mar./Tue. 13, ore 15.30 San Marco [Parte 2] Mer./Wed. 14, ore 15.30 San Marco [Parte 3]

Programma

Day by Day Meeting

The Abdication La rinuncia di Anthony Harvey, Gran Bretagna 1974, 103’, col., v.o. sott. it. Per la prematura morte del padre Gustavo Adolfo, Cristina diventa regina di Svezia ancora bambina. Una volta cresciuta avverte sempre più il dissidio tra ragione di stato e libertà individuale. Per convertirsi al cattolicesimo, rinuncia alla corona. Gio./Thu. 15, ore 15.30 San Marco

Ansikte mot ansikte L'immagine allo specchio di Ingmar Bergman, Svezia 1976, 176’, col., v.o. sott. it. Una giovane psichiatra in attesa di trasferirsi negli Stati Uniti torna temporaneamente nella casa dei nonni. Riemergono i ricordi e le angosce dell'infanzia. Una delle interpretazioni più intense di Liv Ullmann.

18 / 24

Berlino, 1923. Due acrobati americani vengono irretiti da uno scienziato folle che anticipa i terribili esperimenti medici dei nazisti. Bergman nella già folle Germania prima di Hitler. Atmosfere espressioniste per un film perfetto nella resa dell’opprimente cappa di terrore.

figlio, ma intrattiene una relazione extraconiugale con il cognato. Storia di una famiglia e di una donna indipendente e coraggiosa. Ottimo esordio di Liv Ullmann come regista.

Sab./Sat. 10, ore 00.00 Auditorium

Kristin Lavransdatter

Höstsonaten Sinfonia d'autunno di Ingmar Bergman, Svezia, Francia, Repubblica Federale Tedesca, Gran Bretagna 1978, 99’, col., v.en. sott. it. Eva invita per un soggiorno in casa sua la madre, affermata pianista, che non vede da tempo. Bastano poche ore perché la situazione si carichi di pesanti frizioni, alimentate da reciproche accuse. Intensissimo, molto teso, con due interpreti eccezionali. Sab./Sat. 17, ore 20.15 San Marco

Mosca addio di Mauro Bolognini, Italia 1986, 101’, col., v. inglese sott. it. A Ida Nudel, un’ebrea russa, viene negato il permesso di espatriare in Israele. Il suo compagno e la sorella, credendo che Ida parta con loro, si lasciano accompagnare al confine. Ma all'ultimo momento, la ragazza si getta dal treno. Ven./Fri. 16, ore 9.30 Auditorium

La amiga di Jeanine Meerapfel, Argentina, Repubblica Federale Tedesca 1988, 110’, col., v.o. sott. it. Maria e Raquel Kessler reagiscono in modo diverso alla notizia che i loro figli si sono dispersi durante la Guerra sporca, un programma di repressione violenta attuato in Argentina per eliminare i cosiddetti sovversivi. La prima scappa a  Berlino, la seconda invece continua la ricerca nel suo Paese. Lun./Mon. 12, ore 14.00 Auditorium

Dom./Sun. 18, ore 9.30 Auditorium

Sofie

Das Schlangenei L’uovo del serpente

di Liv Ullmann, Danimarca, Norvegia, Svezia 1992, 151’, col., v.o. sott. it.

Ven./Fri. 16, ore 14.30 San Marco

di Liv Ullmann, Germania, Norvegia, Svezia 1995, 188’, col., v.o. sott. it. Norvegia, 1300. Kristin è la primogenita di Lavrans, proprietario terriero: viene promessa sposa a Simon Darre, un uomo del suo stesso rango. Durante una giornata di festa incontra Erlend: tra i due inizia una relazione clandestina, ricca di colpi di scena, ostacoli, peripezie. Epico, mai noioso. Mar./Tue. 13, ore 9.30 Auditorium

Lumière et compagnie [segmento] di Liv Ullmann, Francia, Danimarca, Spagna, Svezia 1995, 52”, col., v.o. sott. it. Un progetto di Sarah Moon che, per celebrare il centenario della nascita del cinema, ha affidato a 41 registi di fama la cinepresa originale dei  Fratelli Lumière  affinché ognuno realizzasse un film con alcune restrizioni tecniche: 52 secondi, sonoro asincrono ed un massimo di tre inquadrature. Mar./Tue. 13, ore 9.30 Auditorium

Enskilda samtal Conversazioni private di Liv Ullmann, Svezia 1996, 131', col., v.o. sott. it. Norvegia, 1925. Anna Bergman è sposata con Henrik. Durante una passeggiata incontra zio Jacob, pastore a cui è molto affezionata. La donna gli racconta della sua relazione con un giovane studente di teologia, Thomas. Straordinario ritratto di una donna che decide della propria vita. Dom./Sun. 11, ore 16.45 Auditorium

Trolösa / L'infedele

Uno scrittore è seduto alla scrivania, nel suo studio, in attesa dell’ispirazione. Prima con una voce, poi in carne ed ossa, si materializza una donna, Marianne, ipotetica protagonista di una nuova storia. Tra autobiografia e finzione cinematografica. Grande prova di regia. Sab./Sat. 17, ore 22.45 Auditorium

Saraband Sarabanda di Ingmar Bergman, Svezia, Danimarca, Norvegia, Italia, Finlandia, Germania, Austria 2003, 107’, col., v.o. sott. it. Marianne e Johan non hanno mai smesso di amarsi e odiarsi, perdersi e ritrovarsi. Ora però il loro rapporto è reso più complesso dalla presenza di Henrik, il figlio di Johan, e di Karin, la figlia di Henrik: tre generazioni a confronto. Gio./Thu. 15, ore 11.00 Auditorium

Liv & Ingmar — Painfully Connected di Dheeraj Akolkar, Norvegia, Svezia, Gran Bretagna 2012, 83’, col., v.o. sott. it. Liv Ullman e Ingmar Bergman si incontrano nel 1964, formando una delle più grandi coppie della storia del cinema. Insieme hanno vissuto per cinque anni, avuto una bambina e realizzato dieci film. Quasi cinquant’anni dopo, nonostante Bergman sia morto, il loro amore è ancora vivo. all’interno della mostra Liv & Ingmar Sala alla Porta S. Agostino

Miss Julie di Liv Ullmann, Norvegia, Gran Bretagna, Canada, USA, Francia 2014, 129', col., v.o. sott. it. Irlanda, intorno al 1880. Nel corso di una notte di mezza estate, in un clima di baldoria e vincoli sociali allentati, la giovane Julie e John, cameriere di suo padre, ballano e bevono, si corteggiano, uniti nel disgusto e nell’attrazione reciproci. Da Strindberg. Crepuscolare e morboso. Sab./Sat. 17, ore 14.30 San Marco

di Ingmar Bergman, USA, Repubblica Federale Tedesca 1977, 119’, col., v.o. sott. it.

Copenhagen, 1886. Sofie è una ragazza ebrea. Sposa Jonas, un uomo mite e fragile, di cui non è innamorata. Dà alla luce un

Liv Ullmann

In lei Bergman trova l’interprete ideale per raccontare il sottosuolo della psiche umana, l’universo dei sentimenti e delle passioni. Ma non solo, la Ullmann da corpo a personaggi forti e indimenticabili. Una delle esperienze artistiche più significative della modernità.

di Liv Ullmann, Svezia, Italia, Germania, Finlandia, Norvegia 2000, 155', col., v.o. sott. it.


Orari lun. — ven. 15.30 / 19.30 sab. — dom. 11.00 / 19.30 Ingresso libero

Hours Mon. — Fri. 3.30 / 7.30 p.m. Sat. — Sun. 11 a.m. / 7.30 p.m. Free admission

On the occasion of the retrospective dedicated to Liv Ullmann

U U

KINO CLUB

I mostri non esistono Monsters Don’t Exist di Ilaria Angelini, Luca Barberis Organista, Nicola Bernardi

Day by Day Meeting

n programma di educazione alla medialità che, tramite percorsi di visione specifici, aiuterà a sviluppare le capacità di analisi e di critica; uno strumento rivolto a docenti e insegnanti per fornire ai propri studenti nuovi spunti di riflessione e di studio.

Ingmar Programma

n’offerta formativa vasta e articolata, per avvicinare bambini e ragazzi al cinema d’autore, attraverso opere provenienti da tutto il mondo.

18. / 03. 2018

In occasione della retrospettiva dedicata a Liv Ullmann

36° BFM 10.

Mostra Fotografica

&

Photography Exhibition

36th BFM 2018 International Film Festival

Liv

BERGAMO SALA ALLA PORTA SANT’AGOSTINO VIA DELLA FARA

MARZO MARCH 10 / 18 2018

Italia 2017, 3’25”, col., senza dialoghi, animazione 2D e animazione stop-motion Tommaso e Giovanni sono di nuovo in punizione per aver disturbato la lezione. La stretta vicinanza sui banchi di scuola è la miccia per accendere un nuovo litigio. Ven./Fri. 16, ore 11, Capitol

Dove non specificato, orario e luogo di programmazione dei singoli film sono consultabili nel prospetto alla fine della sezione Kino Club

Daniele Furlati sonorizza Charlot

The Rink Charlot al pattinaggio

The Immigrant Charlot emigrante

Easy Street Charlot poliziotto

USA 1917, 25’, bn, cartelli v.o. sott. it.

USA 1017, 20’, bn, cartelli v.o. sott. it.

USA 1916, 30’, bn, cartelli v.o. sott. it.

Milioni di migranti arrivano negli Stati Uniti a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Tra realismo, lirismo, ironia e critica sociale Chaplin/ Charlot intraprende il medesimo doloroso viaggio e riceve la stessa ostile accoglienza.

Charlot il vagabondo tradisce la propria natura anarchica per indossare le vesti (di due misure più grandi) del poliziotto. Il suo obiettivo è farsi garante della pace in un degradato quartiere in mano a inquilini violenti e poliziotti prepotenti.

Mer./Wed. 14, ore 11.00 Auditorium

Uno Charlot particolarmente pasticcione e acrobatico riesce a sgusciare dalle mani dei suoi vessatori grazie a delle rocambolesche fughe su pattini a rotelle.

Kino Club

Propone una filmografia tematicamente e formalmente vicina all'esperienza di bambini e ragazzi. È una prospettiva all’altezza dei loro occhi: essi hanno modo di esplorare mondi nuovi, porsi quesiti su tematiche importanti, diventare protagonisti di un dibattito più ampio.

19 / 24


36° BFM 10.

18. / 03. 2018

KINO CLUB

Rassegna accadueó

Programma

Day by Day Meeting

Lungometraggi Ernest & Célestine Ernest & Celestine di Stéphane Aubier, Vincent Patar, Benjamin Renner Belgio, Francia, Lussemburgo 2012, 80’, col., animazione 2D, ed. italiana L’orso Ernest, musicista che vive di espedienti, e la topolina Celestine, orfana e aspirante pittrice, appartengono a realtà distanti. Eppure tra loro s’instaura una solida e sincera amicizia. Poetica animazione ad acquarello. Mer./Wed. 14, ore 16.00 Capitol

Psiconautas, los niños olvidados Psychonauts: The Forgotten Children di Pedro Rivero, Alberto Vásquez, Spagna 2015, 86’, col., animazione 2D, v.o. sott. it. Il coraggioso Birdboy sorvola le macerie di un paesaggio apocalittico. Minato dalla malattia, perseguitato da un demone interiore e dai fucili di due ufficiali, Birdboy trova conforto nella compagnia della topolina Dinky, la coniglietta bipolare Sandra e il volpacchiotto Zorrito. Una favola dark sul valore dell’amicizia.

20 / 24

Vynález zkázy La diabolica invenzione di Karel Zeman, Cecoslovacchia, 1958, 84’, bn, v.o. sott. it. Il professor Roch riesce a mettere a punto un potente esplosivo capace di sostituire l’energia ricavata dai combustibili fossili. Insieme al proprio assistente dovrà proteggerlo dal malefico Artigas. Dal romanzo di Jules Verne Di fronte alla bandiera, una storia tra terra, acqua e aria.

Katiska The Trap di Mikko Korhonen, Janne Kukkonen, Joni Männistö, JP Saari, Finlandia 2008, 4'32”, col., senza dialoghi, animazione stop-motion Nel lontano Nord una bimba e un papà fanno i conti con un’esca… “agghiacciante”. Animazione stopmotion morbida e fluida che, per contrasto, accentua i toni sottilmente grotteschi della storia.

Ven./Fri. 16, ore 11.10 Capitol

Simhall Bath House

Cortometraggi

di Niki Lindroth von Bahr, Svezia 2014, 15’, col., animazione 2D, v.o. sott. it.

Re Carognone e l’acqua rubata di AA.VV., Italia 2017, 5’24”, col., animazione cut-out Il consumo consapevole dell’acqua nel rispetto dell’ambiente. Cortometraggio realizzato dalle classi quarte dell’Istituto Comprensivo Petteni di Redona (Bergamo) durante l’anno scolastico 2016/2017. Dal libro illustrato di Silvia Forzani.

Bánom azt I Regret That di Amanda Hertelendi, Ungheria 2014, 5’23”, col. animazione 2D, v.o. sott. it.

La routine della sorvegliante di una fatiscente piscina è scombussolata da un gruppo di giovani teppisti. Personaggi zoomorfi a impersonare una storia che parla di difficoltà relazionali, incapacità comunicativa e alienazione.

Swimming Pool di Alexandra Májová (Hetmerová), Repubblica Ceca 2010, 6’34”, col., senza dialoghi, animazione 2D Due anime solitarie attendono le ore notturne per concedersi una nuotata nella piscina condominiale. Uno all’insaputa dell’altra, scelgono lo stesso orario per refrigerarsi e fare due bracciate. Un incontro… mitologico.

Tuukrid vihmas Divers in the Rain

Lui fa il palombaro e lei lavora di notte. La loro relazione si consuma al crepuscolo, mentre tutt’intorno il mondo sembra perdersi freneticamente in una eterna e inutile lotta contro il destino beffardo.

Beach Flags di Sarah Saidan, Francia, Iran 2014, 13’39”, col., animazione 2D, v.o. sott. it. Vida è una giovane bagnina di Teheran che si allena duramente per partecipare ai campionati d’Australia. L’arrivo dell’atletica Sareh mette a rischio il suo posto da favorita nella squadra iraniana. La competizione è inevitabile ma l’esito riserva delle sorprese.

Žltá Yellow di Ivana Šebestová, Slovacchia 2017, 6’, col., senza dialoghi, animazione 2D Una cantante d’opera è ossessionata dal colore giallo, mentre la sua carriera è contrassegnata dalla dedizione e dall’autocontrollo associate al colore viola. Le due forze, come i due colori, risiedono in lei in equilibrio.

Azzurra di Linda Wolfsgruber, Austria 2016, 4’31, col., senza dialoghi, animazione 2D 499 acquarelli in china blu compongono delicate suggestioni visive sull’origine della vita: piccoli esseri marini evolvono fino a trasformarsi in una creatura umana, una nuotatrice.

Lun./Mon. 12, ore 11.00 Capitol Sab./Sat. 17, ore 16.30 Capitol

Otto persone di diversa età ed estrazione sociale si “mettono a nudo”, raccontandosi e rivelando di sé opinioni, desideri, rimpianti.

Kino Club

Tre i punti chiave della proposta: alfabetizzazione del linguaggio audiovisivo, riscoperta del patrimonio cinematografico, introduzione alle espressioni contemporanee e internazionali della Settima arte. Tre linee di approfondimento ben presenti nel programma 2018.

di Olga Pärn, Pritt Pärn, Estonia 2010, 32’21”, bn, senza dialoghi, animazione 2D


I cortometraggi Animateka Kop op Heads Together

Le petit bonhomme de poche The Pocket Man di Ana Chubinidze, Francia, Georgia, Svizzera 2016, 7'24'', col., senza dialoghi, animazione cut-out Un uomo minuscolo vive in una valigia. Un giorno, dopo che la sua casa è stata ripetutamente presa a calci, decide di intervenire in maniera drastica. Sarà l’occasione di un incontro speciale.

Ježeva kuća Hedgehog's Home

První sníh First Snow di Lenka Ivančíková, Repubblica Ceca 2015, 10’29”, col., senza dialoghi, animazione mista La scoperta della neve è fonte di meraviglia per un giovane riccio ma anche causa di guai. Incauto, si allontana e non si rende conto che le tracce che orientano verso la strada di casa sono sparite.

Plody mrakù Fruits of Clouds di Kateřina Karhánková, Repubblica Ceca 2017, 10’29”, col., senza dialoghi, animazione 2D La manna dal cielo sembra finita e una piccola creatura decide di lasciare la propria tana e i propri simili per affrontare la foresta sconosciuta e inospitale. Una storia sulla curiosità e il coraggio ma anche sull'indulgenza verso la paura degli altri.

Kino Club

Una donnola affamata pare intenzionata a decimare una piccola comunità di volatili arroccati su un baobab. In casi estremi, anche allo stomaco si può comandare.

Island di Robert Löbel, Max Mörtl, Germania 2017, 2’30”, col., senza dialoghi, animazione 3D Un’isola è popolata da bizzarre creature. Nell’arco di una giornata ne seguiamo il comporsi e lo scomporsi in un’esplosione di forme e colori, tra ritmi sincopati, gorgoglii, emissioni vocali ed effetti sonori.

Princ Ki-Ki-Do – Zima Prince Ki-Ki-Do – Winter Story di Grega Mastnak, Slovenia 2017, 4'56'', col., senza dialoghi, animazione 2D Il principe Ki-Ki-Do cerca di rimediare al vestiario sferruzzato dal volenteroso ma impreciso maiale Rozi. Gli animali infreddoliti aspettano in fila il proprio turno, ma Rozi sembra incapace di prendere correttamente le misure. Il savio principe vola in aiuto.

Petrova šuma Peter's Forest di Martina Meštrović, Croazia 2016, 8'25'', col., senza dialoghi, animazione 2D Una parabola universale sulle differenze e sull’unicità di ciascuno, risorsa indispensabile per ancorarsi alla terra e radicare la propria personalità.

Kut / Corner di Lucija Mrzljak, Estonia 2016, 2'06'', col., senza dialoghi, animazione 2D Una vita nell’angolo non è cosa semplice. Tutto è geometricamente relativo nel momento in cui le leggi di gravità e della prospettiva vengono sovvertite.

Novembre di Marjolaine Perreten, Francia 2015, 4'04'', col., senza dialoghi, animazione 2D L’autunno è al culmine e, nei pressi di un ruscello, gli animali si preparano ad affrontare i primi freddi.

di Aline Quertain, Sylwia Szkiladz, Francia, Belgio, Svizzera 2015 , 8', col., senza dialoghi, animazione cut-out Una volpe minuscola sembra aver trovato rimedio alle sue microscopiche misure, ma una bambina impicciona si intromette senza sosta nelle sue intenzioni di crescere.

Koyaa – Razigrani avtomobilček Koyaa – Naughty Toy Car di Kolja Saksida, Slovenia, 2017 , 3', col., senza dialoghi, animazione stop-motion È una giornata di pioggia e Koyaa decide di sistemare la sua stanza. Tutto è quasi a posto, ma quando finalmente sembra regnare l’ordine Koyaa pesta inavvertitamente un’automobilina…

Die Mücke Pieks La zanzara Pizzico di Maria Steinmetz, Germania 2015 , 8', col., animazione cut-out e plastilina, v.o. sott. it. Una zanzara cerca di racimolare qualche moneta per potersi comprare un cappotto e ripararsi dal freddo. Solo una musicista di strada sembra darle retta. Basato sull’omonimo racconto di Heinrich Hannover.

Miriami kodutu koer Miriam’s Stray Dog di Andres Tenusaar, Estonia 2015, 5', col., senza dialoghi, animazione stop-motion Un cane randagio si avvicina a Miriam che sta costruendo un pupazzo di neve con la sua famiglia. I bambini, che lo vedono solo e infreddolito, decidono di offrirgli riparo a casa loro.

Maacher jhol The Fish Curry di Abhishek Verma, India 2017, 12'04'', col., animazione 2D, v.o. sott. it. Un giovane decide di fare coming out. Si appresta a preparare al padre il suo piatto preferito: il “maacher jhol”. Intende rivelare ai suoi genitori il suo amore per il compagno davanti al delizioso piatto di pesce al curry. Come andrà la serata?

Ethnophobia di Joan Zhonga, Grecia, Albania 2016, 14'18'', col., senza dialoghi, animazione stop-motion Variopinte popolazioni si incontrano e scontrano affinché il proprio colore predomini. I vinti sono costretti a cambiare colore per entrare nei ranghi dei prepotenti. Quali saranno gli esiti?

Cartoni animati ... in corsia! Dom./Sun. 11, ore 9.30 Auditorium

21 grammi di AA.VV. – Reparto dell'Ospedale dei Bambini di Brescia, Italia 2017, 3', col., animazione cut-out La sabbia è difficile da animare, ma facile da amare. I ragazzi del reparto di neuropsichiatria si sono fatti trasportare dalla sua magia e hanno realizzato un susseguirsi d’immagini ispirati dalle parole di una canzone rap.

Day by Day Meeting

Un riccio viene sbeffeggiato da una volpe scaltra, un orso avido e un lupo senza scrupoli. La casa che l’umile riccio considera una reggia è motivo di scherno. Tratto da un racconto dello scrittore balcano Branko Copic.

Seduto nella vasca, Lovro ha un aspetto desolato. Poco a poco affiorano i ricordi delle giornate di pesca con il nonno e i piani della realtà, della fantasia e della memoria cominciano a confondersi.

Programma

di Eva Cvijanović, Canada, Croazia 2017, 10’08’’, col., animazione stop-motion, v.o. sott. it.

Le renard minuscule The Teeny-Weeny Fox

18. / 03. 2018

Le teste di tre amici vengono magicamente scambiate. Toccherà a ciascuno indossare gli abiti del corpo su cui si sono ritrovati.

di Timon Leder, Slovenia 2016, 11'30'', col., senza dialoghi, animazione 2D

di Leon Vidmar, Slovenia 2016, 5'51'', col., senza dialoghi, animazione stop-motion

36° BFM 10.

di Marieke Blaauw, Joris Oprins, Job Roggeveen, Paesi Bassi 2016, 20’54’’, col., animazione 3D, v.o. sott. it.

Slovo / Farewell

Podlasica / Weasel

Fervono i preparativi per l’arrivo della nuova stagione quando inaspettatamente una pioggia torrenziale inonda le sponde e tutti si ritrovano… sulla stessa barca.

Il dinosauro Mauro di AA.VV. – Reparto dell'Ospedale dei Bambini di Brescia, Italia 2017, 2' 38'' Chi ha detto che i dinosauri sono estinti? Nel mondo di Filippo e in quello dei cartoni animati sono vivi e vegeti, e il dinosauro Mauro ne è la prova. Basta seguirlo nella foresta per scoprire le sue avventure.

Sunny Bunny di Alessia Spoti, Italia 2017, 2'54’’, senza dialoghi, animazione cut-out Sunny Bunny è un simpatico coniglietto di pezza, che a causa di un piccolo incidente domestico, affronterà la sua avventura più grande.

Un programma di educazione alla medialità che, tramite percorsi di visione specifici, aiuterà a sviluppare le capacità di analisi e di critica; uno strumento rivolto a docenti e insegnanti per fornire ai propri studenti nuovi spunti di riflessione e di studio

21 / 24


KINO CLUB

36° BFM 10.

18. / 03. 2018

proposta #1 Lun./Mon. 12, ore 9.00 Capitol

Island

Azzurra

Koyaa – Razigrani avtomobilček Koyaa – Naughty Toy Car

Tuukrid vihmas / Divers in the Rain

Le renard minuscule / The Teeny-Weeny Fox Plody mrakù / Fruits of Clouds

proposta #4

Rassegna accadueó

Le petit bonhomme de poche / The Pocket Man

Žltá / Yellow

První sníh / First Snow

I cortometraggi Animateka

Novembre

Ven./Fri. 16, ore 9.30 Capitol

Slovo / Farewell

Princ Ki-Ki-Do – Zima / Prince Ki-Ki-Do – Winter Story

Rassegna accadueó

Podlasica / Weasel

Re Carognone e l’acqua rubata

Bánom azt / I Regret That Simhall / Bath House Maacher jhol / The Fish Curry Petrova šuma / Peter's Forest Kut / Corner Island

Rassegna accadueó Azzurra

I cortometraggi Animateka

proposta #3 Mer./Wed. 14, ore 9.00 Capitol Rassegna accadueó Beach Flags

proposta #2

Bánom azt / I Regret That Swimming Pool

Princ Ki-Ki-Do – Zima / Prince Ki-Ki-Do – Winter Story

Re Carognone e l’acqua rubata

Kino Club I mostri non esistono / Monsters Don’t Exist

proposta #6 Sab./Sat. 17, ore 15.00 Capitol I cortometraggi Animateka

Island

Ježeva kuća / Hedgehog's Home

Miriami kodutu koer / Miriam’s Stray Dog Koyaa – Razigrani avtomobilček / Koyaa – Naughty Toy Car

Cartoni animati… in corsia!

Simhall / Bath House

I cortometraggi Animateka

Il dinosauro Mauro

I cortometraggi Animateka

Slovo / Farewell

I cortometraggi Animateka

Rassegna accadueó

Die Mücke Pieks / La zanzara Pizzico

Žltá / Yellow

Rassegna accadueó

Plody mrakù / Fruits of Clouds

Mar./Tue. 13, ore 9.00 Capitol Miriami kodutu koer / Miriam’s Stray Dog

Ven./Fri. 16, ore 11 Capitol

Kut / Corner Slovo / Farewell Maacher jhol / The Fish Curry Die Mücke Pieks / La zanzara Pizzico Petrova šuma / Peter's Forest Ethnophobia Kop op / Heads Together

Programma

Day by Day Meeting

Katiska / The Trap

proposta #5

22 / 24

Kino Club

SERATA INDIE

G I O 08.O3

Jingles in trouble

Duo acustico che propone un repertorio personale, giocato su intrecci vocali dal tono gioioso e pop, venato da tinte più intimiste di derivazione blues e folk.

SERATA GR U N GE

V E N 09.03

Àwaré

Band "new grunge" dal sound grintoso che spazia dall'alternative rock a momenti di maggiore impatto, dando risalto a melodie vocali e testi di matrice autoriale.

SERATA ROOTS

D O M 11.O3

Michele dal Lago

Michele Dal Lago sale in cattedra, con Giusi Pesenti, per un concerto/lezione dedicato alla roots music americana. Un dialogo con il pubblico attraverso musica e parole.

SERATA NOIR

M A R 13.03

Durty Geeks

Una raffica di colpi di basso, batteria, tastiere: un mix letale di black music, rigorosamente strumentale, per farvi scuotere la testa a ritmo di soul, funk ed hip hop.

SERATA PUNKS

G I O 15.O3

Hakan

Trio di formazione di consolidata esperienza nella scena punk rock nazionale, torna a suonare a Bergamo con all'attivo date in buona parte del vecchio continente.

SERATA FOLK

S A B 17.03

Serata Folk

Serata Folk in occasione della Festa di San Patrizio.

SERATA JAZZ

D O M 18.03

Border Halls

Empty Yellow Thoughts. Pensieri liberi in un vuoto creativo. Musica che si muove nel linguaggio del jazz contemporaneo sconfinando in sonorità rock, punk, country, noise.

Un programma di educazione alla medialità che, tramite percorsi di visione specifici, aiuterà a sviluppare le capacità di analisi e di critica; uno strumento rivolto a docenti e insegnanti per fornire ai propri studenti nuovi spunti di riflessione e di studio


Sabato 10. / 03

ore 18.30 — Bergamo, Palazzo della Ragione, Piazza Vecchia Inaugurazione mostra Jonas Mekas - Personale

ore 19.00 — Bergamo, BFM Bookshop, Piazza della Libertà Aperitivo con Stéphane Brizé - Europe, Now!

ore 21.00 — Bergamo, Basilica di Santa Maria Maggiore, Piazza Duomo Inaugurazione BFM 36 - L’ultima risata di Friedrich Wilhelm Murnau accompagnato dal vivo con l'organo dal Maestro Gerardo Chimini

Mercoledì

Sabato 10. / 03

ore 20.30 | Meeting Point Live painting con Fabio Tonetto, ospite di BFM Daily Strip, presentato da Simone Tempia e con la stampa serigrafica in diretta di Corpoc.

Domenica

11. / 03

ore 19.15 — Bergamo, Sala alla Porta S. Agostino International Media Mixer, promosso da Chicago Film Archive in collaborazione con Lab 80 film e Archivio Cinescatti

Lunedì

12. / 03

ore 20.30 — Meeting Point Live painting con Vittoria Moretta, ospite di BFM Daily Strip, presentato da Simone Tempia e con la stampa serigrafica in diretta di Corpoc.

Martedì

13. / 03

ore 19.00 — Bergamo, BFM Bookshop, Piazza della Libertà Aperitivo con Adrian Sitaru - Europe, Now!

Giovedì

15. / 03

ore 14.30 — Milano, Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti – Viale Fulvio Testi 121 “Incontro della Civica” - Masterclass con la regista e animatrice Špela Čadež Per info e iscrizioni: formazione@bergamofilmmeeting.it ingresso gratuito. ore 19.00 — Bergamo, BFM Bookshop, Piazza della Libertà Aperitivo con Barbara Albert - Europe, Now!

Venerdì

16. / 03

ore 14.30 — Brescia, LABA - Libera Accademia di Belle Arti Via Don Giacomo Vender, 66 Masterclass con Barbara Albert Per info e iscrizioni: formazione@bergamofilmmeeting.it ingresso gratuito. ore 19.00 — Bergamo, BFM Bookshop, Piazza della Libertà Incontro con Liv Ullmann

Sabato

Mercoledì

ore 19.00 — Bergamo, BFM Bookshop, Piazza della Libertà Aperitivo con Špela Čadež - Cinema d'animazione

17. / 03

Domenica

Giovedì

ore 15.00 — Brescia, sede AVISCO c/o Mo.Ca , via Moretto, 78 Masterclass con la regista e animatrice Špela Čadež Per info e iscrizioni: formazione@bergamofilmmeeting.it ingresso gratuito.

Venerdì

18. / 03

16. / 03

Calendario

ore 20.30 — Meeting Point Live painting con Mabel Morri, ospite di BFM Daily Strip, presentato da Simone Tempia e con la stampa serigrafica in diretta di Corpoc. ore 21 — Brescia, Cinema Nuovo Eden, Via Nino Bixio, 9 Proiezione di Mademoiselle Paradis alla presenza della regista Barbara Albert. Ingresso: intero 5 euro, ridotto 4 / euro www.nuovoeden.it

Sabato

17. / 03

ore 17.00 — Bergamo, Sala alla Porta S.Agostino Visita guidata alla mostra fotografica Liv & Ingmar, a cura della Reale Ambasciata di Norvegia. Prenotazione obbligatoria: events@bergamofilmmeeting.it

Venerdì

23. / 03

ore 21.00 — Brescia, Cinema Nuovo Eden Via Nino Bixio, 9 Proiezione del film Fixeur di Adrian Sitaru. Ingresso: intero 5 euro, ridotto 4 euro / www.nuovoeden.it

Eventi Incontri BFM36

→ Gli incontri con gli autori della Mostra Concorso e dei Visti da Vicino si svolgeranno al termine della proiezione (non è previsto Q&A al termine delle repliche dei film)

Incontri con gli autori

ore 21.30 — Verona, Circolo del cinema in Sala K2 - Via Rosmini, 1 Proiezione del film Fixeur e incontro con il regista Adrian Sitaru. Ingresso riservato ai tesserati del Circolo del Cinema di Verona

Day by Day Meeting

ore 20.30 — Meeting Point Live painting con Vincenzo Filosa, ospite di BFM Daily Strip, presentato da Simone Tempia e con la stampa serigrafica in diretta di Corpoc.

15. / 03

Programma

ore 19.00 — FilmTV Lab, Via San Giovanni alla Paglia, 9 Milano Incontro con Adrian Sitaru e a seguire proiezione di Ilegitim/Illegittimo

14. / 03

18. / 03. 2018

ore 18.00 — Bergamo, BFM Bookshop, Piazza della Libertà Presentazione del libro Sul cinema e altre imperfezioni di Ezio Alberione, ed. Bietti, con Giulio Sangiorgio («Film Tv»)

14. / 03

36° BFM 10.

Eventi speciali

9. / 03

Calendario

Venerdì

Happenings, concerti, workshop, laboratori, presentazioni e molto altro. Gli appuntamenti con i protagonisti e le protagoniste del Festival, per un Q&A in sala o un aperitivo. Segui live gli incontri con gli autori!

23 / 24


a

Di

A lza no

G d’

V ia le i

AM az z

riz z TF V ia

de lla Nev e

o ss Ta

to

on na

V ia M

ro au

zz va Ga

i en

tin o

V ia

Pa le oc ap a

Pi et ro

Vi a

Ca rn ov al i

V ia

Do nL

uig iP

ala zzo lo

V ia San Bern ardino

lli

V ia S A ntonino

az zar o an L aS

Mo ro ni

on i

Vi aM as one

mo

ullo att ist a

Gia nB

Le op ar di

V ia

ren

Lo

V ia San

a

Mila no A lbe rico A lbr icci

V ia

Vi

V ia

V ia B Z e ndrini

V ia dei Galliari

V ia

L apa a Franc esco cano N

P olinia

V ia de i L eg io nari in

V ia IV

V Carlo Goldoni

V V ia M on Vi ti a Al fie ri

V ia

Nov e mbre

M V ia ag Cad orna gi o

V ia S

Vi a

Gr at ar oli Vi aD am ian oC Vi hie aG sa Mi nz Vi o a n i Sa nt a V F F L uc ia ilz i

Vi aG 36° BFM 10.

a

XX

IV

T

i ton Fan

Day by Day Meeting

V ia

i or

G

A oni Viaanz M

e om on

Piazza G Marconi

e

Media partner

ti oret AM

II XI

aB mi re Ge

Via

Bo ar io o me olo art B a Vi

Piazzale degli Alpini

ss va Va

ot el L io d l g Ma

V ia

J ulia

ino i l an pp a to el C i aS d fe V i V ia af M

ad

a Vi

a

Vi Vi aD on to B

V

i

X ni an ov Gi

in g

Partner tecnici

Lu

z oz

j Ma elo V ia g F An

po

V ia

V

hi

Via T. Tasso 41

Segreteria / Ufficio Stampa Ufficio Accrediti e Ospitalità

lli me ara TT

pa Pa

Basc henis rg io Gio rini n g a S Ma V ia ig i

m Ca

V ia

e al Vi

Largo G Tironi

e ar Qu

V ia E

o

li

ng

V ia

llo de ra

a

om ac Gi

vi ta

ua rq To

tti lo Be

m Ro

Donizetti

i sch abo T ir

ra te lli Ca lv i

V ia

Cinema CapitolBorgo

VM le Vi eUfficio Ospitalità i e ad r n ab Guest Office ro e G i t a n i Via T. Tassosa4 S e Teatro V

a Vi

Municipio ia Bo rfu V ro

V Piazzai G. 82 M Carrara ur iale nn ai a v n io e SG

Pi gn olo

lP de

B

a Vi

Piazza Dante Alighieri

dei Mille

Vi aF

V ia

V ia

a Vi

o rg La

II

V

a Vi

Programma

llo se

i in a m V i Do M telli ca Lo

o ni to An

u Piazza Libertà Gi MeetingV iaPoint a ni ia rc ig ra rt t a Pe iP de ia

20

VP Grep pi

isti

co oc

r

a Vi

Ce ra so li

o

an

Vi a

le ue an

FZ

ucdi Con il contributo c

pi Lu

Em

ro nd sa les

V ia

rio tto Vi

t’A

i

Vi

A a V i re P

Ro nz on V i Ze na le

B

a GV ia bre V i Gh S ette mt e isl Vi a aG an n o zo ior V ia Za mb ni g io EG uid V ia o Gia nM ari a Incrocio Quarenghi Sc ot ti Quarenghi 32 Via G. V ia

Piazza Pontida

Accademia Carrara

a ar tig Or V A te on Z a V ia lbin di M i m er a bi V Vi an e Auditorium ch pp i se

V ia Sant’Orsola

hio ecc

os s

Il V

ra te lli R

rl Ca

a alm V ia

V il patrocinio di Con F

San

JP Pi et ro

Deledda

V ia Giacomo

na

a a V i asc T Rotonda

V ia

V ia L Manara

V ia G Manz ù

Rotonda Buttinone

a Vi

P e ia lab r

Emanuele II rio tto d Vi

Piazza della Repubblica Piazza della Libertá B ened etto

V ia Giuseppe Garibaldi

V ia Broseta

S e V ia ga G nt in Con il patrocinio e il contributo di i

V Grazia

V iale

Vic

Diaz

n Do a a tt V i BoVS C

Sala alla Porta S. Agostino V

Co V ia

i

e gr i

o

V i a San

Via

Goethe

rm

a Vi

T

ale Vi

lita let S aS ca ta a l l ia c L u V ecchia de nta VVS a Cinema San Marco ia A Ro Via Piazzale Repubblica 2 sm ’Oro Bo ini Conca d log Galleria na

Gi ulio N

a Francesco Coghetti

a V ia Port ura elle M V iale d

lo ar aC i V

V ia Br oseta

si

eA Tr

i ad

a nt sa lla Vi

ta tu to

Piazzale Guglielmo Oberdan

nt pi

Piazza Duomo

V ia R ism F Vi ondo aT or ino

ara

V ia C Batt

a Vi

to atu

so

V ia Giuseppe Mazzini

V ia A rmando

Piazza

de lle o Palazzo n Gi a c M della Ragione u ra Piazza Vecchia 8A

V ia A Riv a

Vi ad ell oS

ia

Par

del

Co lleo ni

Battistero Vecchia Torre Civica

Vi ale

rolo V ab

t ia S

18. / 03.ell2018 o Fo nta N

O

del la F

ro

Cittadella Piazza Lorenzo Mascheroni V B

en nv o aC Vi

Sponsor

Collaborazioni Partner

Bergamo Film Meeting è socio fondatore e membro attivo di Jonas Mekas - Personale Promossa da

scarica la app!

Con il patrocinio e il sostegno di BFM Daily Strip

In collaborazione con

24 / 24

AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA DI LITUANIA NELLA REPUBBLICA ITALIANA

In collaborazione con A Palazzo Gallery (Brescia), Francesco Urbano Ragazzi, Studio Luca Bombassei

Credits — Progetto grafico / Sūqrepubliq — Paper / Cyclus Offset 80 gr. — Stampa / Tipolitografia Pagani

Follow & Share your Meeting! #BFM36


2018

36° 10.—18. / 03

INTERNATIONAL

FILM

FESTIVAL

Bergamo Film Meeting

day by day

Ven. 09

17.45

Cheer Up di Christy Garland, Finlandia, Canada 2016, 76’, col., v.o. sott. it.

Dom. 11

21.00

20.00 Auditorium

9.30

CINEMA D’ANIMAZIONE: Špela Čadež

KINOCLUB — Cartoni animati… in corsia!

Sab. 10 Auditorium

Skammen / La vergogna di Ingmar Bergman, Svezia 1968, 103’, bn, v.o. sott. it. Cinema San Marco

INCONTRI: CINEMA E ARTE CONTEMPORANEA / JONAS MEKAS

Outtakes from the Life of a Happy Man USA 2012, 68’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con Sebastian Mekas

Sunny Bunny di Alessia Spoti, Italia 2017, 2’54’’, senza dialoghi, animazione cut-out

Cinema San Marco

The Strange Sound of Happiness di Diego Pascal Panarello, Italia, Germania 2017, 89’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista 22.30

Auditorium

EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

Je ne suis pas là pour être aimé Not Here to Be Loved Francia 2005, 93’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista 22.30

Cinema San Marco

00.00 Auditorium

Mars [ep. di Visions of Europe] Austria 2004, 5’23’’, col., v.o. sott. it. EUROPE, NOW! Barbara Albert

Fallen / Falling Austria, Germania 2006, 88’, col., v.o. sott. it.

day by day meeting

CINEMA D’ANIMAZIONE: Špela Čadež

Mali Princ Luka Little Prince Luka Slovenia 2014, 2’28’’, col., senza dialoghi

LIV ULLMANN

Das Schlangenei L’uovo del serpente di Ingmar Bergman, USA, Repubblica Federale Tedesca 1977, 119’, col., v.o. sott. it.

Nachtschwalben / Nightjars Austria 1993, 7’, col., v.o. sott. it. EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

Counterpart Gran Bretagna 2014, 20’, col., v.o. sott. it. Excursie / Excursion Romania 2014, 19’, col., v.o. sott. it. Artă / Art Romania 2014, 19’, col., v.o. sott. it. BOYS & GIRLS — The Best of CILECT Prize

Klein Boekarest / Little Bucharest di Sam Geyskens, Belgio 2016, 20’, col., v.o. sott. it. The Origin of Trouble di Tessa Louise Pope, Paesi Bassi 2016, 29’, col., v.o. sott. it. Aquí allá di Sofia Salvatierra Ortega, Italia 2017, 25’, col.

I RIBELLI DEL '68

Ostře sledované vlaky Treni strettamente sorvegliati di Jiří Menzel, Cecoslovacchia 1966, 93’, bn, v.o. sott. it.

14.30

CINEMA D’ANIMAZIONE: Špela Čadež

Zadnja minuta / Last Minute Germania, Slovenia 2010, 2’, col., senza dialoghi Far East Film Festival Trailer Italia, Slovenia 2009, 40’’, col., senza dialoghi

Quelques heures de printemps A Few Hours of Spring Francia 2012, 108’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista 16.45 Auditorium LIV ULLMANN

Enskilda samtal Conversazioni private di Liv Ullmann, Svezia 1996, 131’, col., v.o. sott. it. 17.45

LIV ULLMANN

Auditorium

EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

11.30 Auditorium

VISTI DA VICINO

EUROPE, NOW! Barbara Albert

BOYS & GIRLS — The Best of CILECT Prize

Il dinosauro Mauro di AA.VV. – Reparto dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, Italia 2017, 2’ 38’’

20.15

O noapte in Tokoriki / A Night in Tokoriki di Roxana Stroe, Romania 2016, 18’, col., v.o. sott. it.

Auditorium

Auditorium

21 grammi di AA.VV. – Reparto dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, Italia 2017, 3’, col., animazione cut-out

Sans bruit, les figurants du desert Noiseless, Desert Extras di Collectif MML (Michał Mądracki, Maciej Mądracki, Gilles Lepore), Polonia, Francia 2017, 64’, col., v.o. sott. it.

17.00

Die Frucht deines Leibes The Fruit of Thy Womb Austria 1996, 27’, col., v.o. sott. it.

Iscelitel / Secret Ingredient di Gjorce Stavreski, Macedonia, Grecia 2017, 104’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista

VISTI DA VICINO

LIV ULLMANN

15.30

MOSTRA CONCORSO

Cinema San Marco

EUROPE, NOW! Barbara Albert

Viskningar och rop Sussurri e grida di Ingmar Bergman, Svezia 1972, 91’, col., v.o. sott. it.

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

The Last Fight di Victor Vroegindeweij, Paesi Bassi 2017, 76’, col., v.o. sott. it.

Mostra Concorso — Visti da Vicino — Liv Ullmann — I ribelli del '68: la Nuova onda del cinema

cecoslovacco

Europe,

Now!

Barbara

Albert,

Stéphane

Brizé,

Adrian

Sitaru

Cinema d’animazione: Špela Čadež — Incontri: Cinema e Arte contemporanea / Jonas Mekas — BFM inaugura Bergamo Jazz — Cult Movie GAMeCinema — Kino Club — Anteprime, classici, eventi speciali

Day by Day Meeting

Der letzte Mann / L’ultima risata di Friedrich Wilhelm Murnau, Germania 1924, 77’, bn, v.o. sott. it. Accompagnamento musicale con l’organo del M° Gerardo Chimini

Zasukanec / Mate to Measure Germania, Slovenia 2004, 6’50’’, col., senza dialoghi

14.00

Programma

Basilica di Santa Maria Maggiore

ANTEPRIME, CLASSICI, EVENTI SPECIALI

14.45

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO


19.15

Porta S.Agostino

36° BFM 10.

18. / 03. 2018

PROGETTO INTERNATIONAL MEDIA MIXER — Chicago Film Archives

Temple of Truth di Giuseppe Boccassini, Italia 2018, 15’, col. — musica di Alex Inglizian (USA)

Petrova šuma / Peter’s Forest di Martina Meštrović, 8’25’’

Memoria Data di Lori Felker, USA 2018, 12’, col. musica di Patrizia Oliva (Italia)

Island di Robert Löbel, Max Mörtl, 2’30”

Octavia di Federico Francioni, Yan Cheng, Italia 2018, 14’, col. — musica di Tomeka Reid (USA) Parallax Dash di Domietta Torlasco, USA 2018, 8’, col. — musica di Stefano “Urkuma” De Santis

KINO CLUB — Rassegna accadueó

Azzurra di Linda Wolfsgruber, 4’31 BOYS & GIRLS — The Best of CILECT Prize

A Love Story di Anushka Kishani Naanayakkara, Gran Bretagna 2016, 7’, col., v.o. sott. it. 11.00

MOSTRA CONCORSO

KINO CLUB — Rassegna accadueó

20.15

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Day by Day Meeting

Kut / Corner di Lucija Mrzljak, 2’06’’

20.00 Auditorium Mobile Homes di Vladimir de Fontenay, Canada, Francia 2017, 105’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista

Cinema Capitol

EUROPE, NOW! Barbara Albert

LIV ULLMANN

La amiga di Jeanine Meerapfel, Argentina, Repubblica Federale Tedesca 1988, 110’, col., v.o. sott. it. Cinema San Marco

Die Lebenden The Dead and the Living Austria, Polonia, Germania 2012, 100’, col., v.o. sott. it.

Scener ur ett äktenskap Scene da un matrimonio [Parte 1] di Ingmar Bergman, Svezia 1973, 117’, col., v.o. sott. it.

22.30

16.15 Auditorium

Lun. 12

Une vie / Una vita – Une vie Francia, Belgio 2016, 119’, col., v.o. sott. it. 17.45

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Auditorium

Leçon de foi / A Lesson in Faith di Chloé Andries, Aline Capelle, Francia, Belgio 2017, 67’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con le registe 20.00 Auditorium

LIV ULLMANN

Utvandrarna / Karl e Kristina di Jan Troell, Svezia 1971, 191’, col., v.o. sott. it.

MOSTRA CONCORSO

KINO CLUB — Rassegna accadueó

Bába z ledu / Ice Mother di Bohdan Sláma, Repubblica Ceca, Slovacchia, Francia 2017, 105’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con l’attore

Žltá / Yellow di Ivana Šebestová, 6’

20.15

Cinema Capitol

KINO CLUB — I cortometraggi Animateka

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Slovo / Farewell di Leon Vidmar, 5’51’’

Mzis Qalaqi / City of the Sun di Rati Oneli, Georgia, Paesi Bassi, Qatar, USA 2017, 104’, col., v.o. sott. it.

Bánom azt / I Regret That di Amanda Hertelendi, 5’23”, v.o. sott. it.

22.30 Auditorium

Simhall / Bath House di Niki Lindroth von Bahr, 15’, v.o. sott. it.

Cinema Capitol

KINO CLUB — I cortometraggi Animateka

Miriami kodutu koer Miriam’s Stray Dog di Andres Tenusaar, 5’ Island di Robert Löbel, Max Mörtl, 2’30”

Le renard minuscule The Teeny-Weeny Fox di Aline Quertain, Sylwia Szkiladz, 8’

Le petit bonhomme de poche The Pocket Man di Ana Chubinidze, 7’24’’

Žert / Lo scherzo di Jaromil Jireš, Cecoslovacchia 1969, 80’, bn, v.o. sott. it.

day by day meeting

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

CINEMA D’ANIMAZIONE: Špela Čadež

Liebeskrank / Lovesick Germania, Slovenia 2007, 9’, col., senza dialoghi MOSTRA CONCORSO

Stebuklas / Miracle di Eglė Vertelytė, Lituania, Bulgaria, Polonia 2017, 91’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista 20.15

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Frații Manakia — Jurnalul unei lungi priviri înapoi The Manakia Brothers: Diary of a Long Look Back di Eliza Zdru, Romania 2017, 90’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista

První sníh / First Snow di Lenka Ivančíková, 10’29”

22.30 Auditorium

Novembre di Marjolaine Perreten, 4’04’’

Fixeur Romania, Francia 2016, 98’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista

Princ Ki-Ki-Do — Zima Prince Ki-Ki-Do — Winter Story di Grega Mastnak, 4’56’’ Podlasica / Weasel di Timon Leder, 11’30’’ 9.30

Auditorium

LIV ULLMANN

Lumière et compagnie [segmento] di Liv Ullmann, Francia, Danimarca, Spagna, Svezia 1995, 52”, col., v.o. sott. it.

EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

22.30

Cinema San Marco

MOSTRA CONCORSO

Bába z ledu / Ice Mother di Bohdan Sláma, Repubblica Ceca, Slovacchia, Francia 2017, 105’, col., v.o. sott. it.

Kristin Lavransdatter di Liv Ullmann, Germania, Norvegia, Svezia 1995, 188’, col., v.o. sott. it.

M e r. 14

14.30

9.00

Auditorium

EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

La loi du marché La legge del mercato Francia 2015, 93’, col., v.o. sott. it. 15.30

Cinema San Marco

LIV ULLMANN

Scener ur ett äktenskap Scene da un matrimonio [Parte 2] di Ingmar Bergman, Svezia 1973, 100’, col., v.o. sott. it. 16.15 Auditorium EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

I RIBELLI DEL '68

17.45

20.00 Auditorium

EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

Iscelitel / Secret Ingredient di Gjorce Stavreski, Macedonia, Grecia 2017, 104’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista

9.00

M a r. 13 9.00

Domestic Romania, Germania 2012, 82’, col., v.o. sott. it.

Lida di Anna Eborn, Svezia, Danimarca 2017, 89’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista

Plody mrakù / Fruits of Clouds di Kateřina Karhánková, 10’29”

15.30

Mobile Homes di Vladimir de Fontenay, Canada, Francia 2017, 105’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista

14.00 Auditorium

22.30 Auditorium

9.00

Cinema San Marco

MOSTRA CONCORSO

Koyaa – Razigrani avtomobilček Koyaa – Naughty Toy Car di Kolja Saksida, Slovenia, 3’

LIV ULLMANN

Cinema San Marco

22.30

Psiconautas, los niños olvidados Psychonauts: The Forgotten Children di Pedro Rivero, Alberto Vásquez, Spagna 2015, 86’, col., animazione 2D, v.o. sott. it.

Moi drug Boris Nemtsov My Friend Boris Nemtsov di Zosya Rodkevich, Estonia 2016, 70’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista

MOSTRA CONCORSO Programma

Maacher jhol / The Fish Curry di Abhishek Verma, 12’04’’, v.o. sott. it.

Colivia / The Cage Romania, Olanda 2010, 17’, col., v.o. sott. it. Lord Romania 2011, 25’, col., v.o. sott. it.

Locations — Auditorium / Piazza della Libertà — Cinema San Marco / Piazza della Repubblica, 2 — Cinema Capitol / Via Torquato Tasso, 41

Auditorium

LIV ULLMANN

Vargtimmen / L’ora del lupo di Ingmar Bergman, Svezia 1968, 90’, bn, v.o. sott. it. 9.00

Cinema Capitol

KINO CLUB — Rassegna accadueó

Beach Flags di Sarah Saidan,13’39”, v.o. sott. it. Bánom azt / I Regret That di Amanda Hertelendi, 5’23”, v.o. sott. it. Swimming Pool di Alexandra Májová (Hetmerová), 6’34” Simhall / Bath House di Niki Lindroth von Bahr, 15’, v.o. sott. it.


KINO CLUB — I cortometraggi Animateka

Slovo / Farewell di Leon Vidmar, 5’51’’ KINO CLUB — Rassegna accadueó

Žltá / Yellow di Ivana Šebestová, 6’

17.45

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Las distancias / The Distances di Nemanja Vojinović, Serbia 2017, 72’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista

EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

Chefu’ / House Party Romania 2012, 18’, col., v.o. sott. it.

20.00

Tuukrid vihmas Divers in the Rain di Olga Pärn, Pritt Pärn, 32’21”

Mayday Relay di Florian Tscharf, Germania, 2016, 14’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista

KINOCLUB — D. Furlati sonorizza Charlot

The Rink / Charlot al pattinaggio USA 1916, 30’, bn, cartelli v.o. sott. it. The Immigrant / Charlot emigrante USA 1917, 25’, bn, cartelli v.o. sott. it. Easy Street / Charlot poliziotto USA 1917, 20’, bn, cartelli v.o. sott. it. 14.00 Auditorium EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

Valuri / Waves Romania 2007, 17’, col., v.o. sott. it. EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

14.15

Cinema San Marco

EUROPE, NOW! Barbara Albert

Somewhere Else Austria 1997, 60’, col., v.o. sott. it. 15.30

Cinema San Marco

LIV ULLMANN

Scener ur ett äktenskap Scene da un matrimonio [Parte 3] di Ingmar Bergman, Svezia 1973, 130’, col., v.o. sott. it. 16.00

Cinema Capitol

KINO CLUB — Rassegna accadueó

Ernest & Célestine Ernest & Celestine di Stéphane Aubier, Vincent Patar, Benjamin Renner, Belgio, Francia, Lussemburgo 2012, 80’, col., animazione 2D, ed. italiana 17.00 Auditorium CULT MOVIE — GAMeCINEMA

Mlha / Fog di Radúz Činčera, Cecoslovacchia 1966, 27’, bn, v.o. sott. it. Tichá radost Silent Joy / Quiet Happiness di Dušan Hanák, Cecoslovacchia 1985, 88’, col., v.o. sott. it.

day by day meeting

Noćna ptica / Nighthawk Croazia, Slovenia 2016, 8’45’’, col., v.o. sott. it. Orange Is the New Black — Unraveled Slovenia 2017, 3’40’’, col., senza dialoghi Presentazione con la regista MOSTRA CONCORSO

Dzikie róże / Wild Roses di Anna Jadowska, Polonia 2017, 89’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista 20.15

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Lindy Lou, Juror Number 2 di Florent Vassault, Francia 2016, 85’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista 22.30

Cinema San Marco

MOSTRA CONCORSO

Stebuklas / Miracle di Eglė Vertelytė, Lituania, Bulgaria, Polonia 2017, 91’, col., v.o. sott. it. 23.00 Auditorium I RIBELLI DEL '68

Valerie a týden divů Fantasie di una tredicenne di Jaromil Jireš, Cecoslovacchia 1970, 77’, col., v.o. sott. it.

Gio. 15 9.00

Cinema San Marco

BOYS & GIRLS — The Best of CILECT Prize

Sweet Maddie Stone di Brady Hood, Gran Bretagna 2016, 24’, col., v.o. sott. it.

Cinema San Marco

The Abdication / La rinuncia di Anthony Harvey, Gran Bretagna 1974, 103’, col., v.o. sott. it. Auditorium

ACCADEMIA CARRARA

Sebastiane di Derek Jarman, Paul Humfress, Gran Bretagna 1976, 85’, col., v.o. sott. it. 17.45

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Retour à Forbach Back to Forbach di Régis Sauder, Francia 2017, 78’, col., v.o. sott. it. 20.00 Auditorium MOSTRA CONCORSO

Apostasy di Daniel Kokotajlo, Gran Bretagna 2017, 96’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista 20.15

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Auditorium

Die dritte Option The Third Option di Thomas Fürhapter, Francia, Svizzera 2017, 80’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con il regista

EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

22.30

Bleu dommage Francia 1993, 12’, col., v.o. sott. it.

EUROPE, NOW! Barbara Albert

Le bleu des villes / Hometown Blue Francia 1999, 101’, col., v.o. sott. it. 11.00 Auditorium LIV ULLMANN

Auditorium

Mademoiselle Paradis Austria, Germania 2017, 97’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista 22.30

Cinema San Marco

Cinema Capitol

Re Carognone e l’acqua rubata di AA.VV., 5’24” KINO CLUB — I cortometraggi Animateka

Princ Ki-Ki-Do – Zima Prince Ki-Ki-Do – Winter Story di Grega Mastnak, 4’56’’ Plody mrakù / Fruits of Clouds di Kateřina Karhánková, 10’29” Island di Robert Löbel, Max Mörtl, 2’30” Miriami kodutu koer Miriam’s Stray Dog di Andres Tenusaar, 5’ Koyaa — Razigrani avtomobilček Koyaa — Naughty Toy Car di Kolja Saksida, Slovenia, 3’ KINO CLUB — Cartoni animati… in corsia!

Il dinosauro Mauro di AA.VV. – Reparto dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, 2’ 38’’ KINO CLUB — I cortometraggi Animateka

Die Mücke Pieks La zanzara Pizzico di Maria Steinmetz, 8’, v.o. sott. it. 11.00

Cinema Capitol

KINO CLUB — Rassegna accadueó

Re Carognone e l’acqua rubata di AA.VV., 5’24” KINO CLUB

I mostri non esistono Monsters Don’t Exist di Ilaria Angelini, Luca Barberis Organista, Nicola Bernardi, 3’25” KINO CLUB — Rassegna accadueó

Vynález zkázy La diabolica invenzione di Kael Zeman, Cecoslovacchia, 1958, 84’, bn, v.o. sott. it. 11.30 Auditorium EUROPE, NOW! Barbara Albert

Nordrand / Nordrand – Borgo Nord Austria, Germania, Svizzera 1999, 103’, col., v.o. sott. it. 14.30 Auditorium

MOSTRA CONCORSO

Saraband / Sarabanda di Ingmar Bergman, Svezia, Danimarca, Norvegia, Italia, Finlandia, Germania, Austria 2003, 107’, col., v.o. sott. it.

Mosca addio di Mauro Bolognini, Italia 1986, 101’, col., v. inglese sott. it.

KINO CLUB — Rassegna accadueó

LIV ULLMANN

17.30

LIV ULLMANN

9.30

Watu wote / All of Us di Katja Benrath, Germania, Kenya 2017, 22’, col., v.o. sott. it. 15.30

Auditorium

Dzikie róże / Wild Roses di Anna Jadowska, Polonia 2017, 89’, col., v.o. sott. it. Presentazione con la regista

14.15 Auditorium

I RIBELLI DEL '68

Uzel na kapesníku The Knot in the Handkerchief di Milos Komárek, Josef Pinkava, Hermína Týrlová, Cecoslovacchia 1958, 15’, col., v.o. sott. it. Dáma na kolejích Lady on the Tracks di Ladislav Rychman, Cecoslovacchia 1966, 83’, col., v.o. sott. it.

EUROPE, NOW! Barbara Albert

Tagada [ep. di Slidin’ — Alles bunt und wunderbar] Austria 1998, 30’, col., v.o. sott. it.

Mostra Concorso — Visti da Vicino — Liv Ullmann — I ribelli del '68: la Nuova onda del cinema

cecoslovacco

Europe,

Now!

Barbara

Albert,

Stéphane

Brizé,

Adrian

Sitaru

Cinema d’animazione: Špela Čadež — Incontri: Cinema e Arte contemporanea / Jonas Mekas — BFM inaugura Bergamo Jazz — Cult Movie GAMeCinema — Kino Club — Anteprime, classici, eventi speciali

Day by Day Meeting

Din dragoste cu cele mai bune intenții / Best Intentions Ungheria, Francia, Romania 2011, 105’, col., v.o. sott. it.

CINEMA D’ANIMAZIONE — Špela Čadež

14.30

9.30

Programma

L’œil qui traîne Francia 1996, 33’, col., v.o. sott. it.

BOYS & GIRLS — The Best of CILECT Prize

Pescuit sportiv / Hooked Romania, Francia 2008, 84’, col., v.o. sott. it.

18. / 03. 2018

11.00 Auditorium

Auditorium

Ven. 16 36° BFM 10.

Azzurra di Linda Wolfsgruber, 4’31

Katiska / The Trap di Mikko Korhonen, Janne Kukkonen, Joni Männistö, JP Saari, 4’32”

Sonnenflecken / Sunspots Austria 1998, 25’, col., v.o. sott. it.


14.30

Cinema San Marco

Sofie di Liv Ullmann, Danimarca, Norvegia, Svezia 1992, 151’, col., v.o. sott. it.

Re-Animator di Stuart Gordon, USA 1985, 86’, col., v.o. sott. it.

Ilegitim / Illegittimo Romania, Polonia, Francia 2016, 89’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista

Sab. 17

17.45

9.00

18. / 03. 2018 36° BFM 10.

EUROPE, NOW! Adrian Sitaru

Cinema San Marco

En præsident vender tilbage – Efter kuppet i Madagaskar Return of a President: After the Coup in Madagascar di Lotte Mik-Meyer, Danimarca, Francia, Madagascar, Sud Africa 2017, 79’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista

CINEMA D’ANIMAZIONE — Špela Čadež

Maraton / Marathon Germania, Slovenia 2008, 5’10’’, col., senza dialoghi MOSTRA CONCORSO

Day by Day Meeting

Le semeur / The Sower di Marine Francen, Francia, Belgio 2017, 98’, col., v.o. sott. it. A seguire Q&A con la regista 20.15

Cinema San Marco

VISTI DA VICINO

Almost Heaven di Carol Salter, Gran Bretagna 2017, 72’, col., v.o. sott. it. 22.30 Auditorium LIV ULLMANN

Persona di Ingmar Bergman, Svezia 1966, 85’, bn, v.o. sott. it. Presentazione con Liv Ullmann 22.30

Auditorium

EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

VISTI DA VICINO

19.45 Auditorium

Programma

Auditorium

Fantamaratona

16.30 Auditorium

Cinema San Marco

MOSTRA CONCORSO

Apostasy di Daniel Kokotajlo, Gran Bretagna 2017, 96’, col., v.o. sott. it. Presentazione con il regista 00.30 Auditorium Fantamaratona

Useful

2.15

LIV ULLMANN

Entre adultes Francia 2006, 80’, col., v.o. sott. it. 9.00

Cinema San Marco

MOSTRA CONCORSO

Le semeur / The Sower di Marine Francen, Francia, Belgio 2017, 98’, col., v.o. sott. it. 11.00 Auditorium

Kut / Corner di Lucija Mrzljak, 2’06’’ Slovo / Farewell di Leon Vidmar, 5’51’’ Maacher jhol / The Fish Curry di Abhishek Verma, 12’04’’, v.o. sott. it. Die Mücke Pieks La zanzara Pizzico di Maria Steinmetz, 8’, v.o. sott. it. Petrova šuma / Peter’s Forest di Martina Meštrović, 8’25’’ Ethnophobia di Joan Zhonga, Grecia, 14’18’’ Kop op / Heads Together di Marieke Blaauw, Joris Oprins, Job Roggeveen, 20’54’’, v.o. sott. it. Presentazione con Igor Prassel 16.30

Cinema Capitol

KINO CLUB — Rassegna accadueó

Psiconautas, los niños olvidados Psychonauts: The Forgotten Children di Pedro Rivero, Alberto Vásquez, Spagna 2015, 86’, col., animazione 2D, v.o. sott. it.

Spalovač mrtvol L’uomo che bruciava i cadaveri di Juraj Herz, Cecoslovacchia 1968, 96’, bn, v.o. sott. it. Cinema San Marco

EUROPE, NOW! Barbara Albert

Zur Lage: Österreich in sechs Kapiteln / State of the Nation: Austria in 6 Chapters Austria 2002, 85’, col., v.o. sott. it. 14.30 Auditorium CINEMA D’ANIMAZIONE — Špela Čadež

Boles Germania, Slovenia 2012, 12’, col., v.o. sott. it. LIV ULLMANN

En passion / Passione di Ingmar Bergman, Svezia 1969, 101’, col./bn, v.o. sott. it. 14.30

Cinema San Marco

LIV ULLMANN

17.00 Auditorium Premio Giulio Questi 2018

Fiammifero (male non fare, paura non avere) di Lorenzo Ambrosino, Italia 2016, 13’, col. Presentazione con il regista La fonte di Mattia Venturi, Italia 2015, 9’, col. Presentazione con il regista 17.00

Cinema San Marco

I RIBELLI DEL '68

Obchod na korze / Il negozio al corso di Ján Kadár, Elmar Klos, Cecoslovacchia 1965, 125’, bn, v.o. sott. it. 17.30 Auditorium EUROPE, NOW! Stéphane Brizé

Mademoiselle Chambon Francia 2009, 101’, col., v.o. sott. it. 20.15

Cinema San Marco

* Reduction valid for Lab 80 members, under 26s, members, employees and customers of UBI Banca, Elav Card holders, ATB and TEB subscribers and employees, CGIL members, Carrara Card.

Dom. 18 9.30

Auditorium

Ansikte mot ansikte L’immagine allo specchio di Ingmar Bergman, Svezia 1976, 176’, col., v.o. sott. it. 15.30

Auditorium

BFM INAUGURA BERGAMO JAZZ

Misterioso di Andrea Montanari, Italia 2017, 5’20’’, bn Robbery Rapina al treno postale di Peter Yates, Gran Bretagna 1967, 110’, col., v.o. sott. it. Die Austernprinzessin La principessa delle ostriche di Ernst Lubitsch, Germania 1919, 47’, bn, v.o. sott. it. Musicato dal vivo dal pianista Umberto Petrin

ANTEPRIME, CLASSICI, EVENTI SPECIALI

LIV ULLMANN

Biglietto II fascia (pomeriggio) / Time slot II ticket (afternoon) 7 euro

* Riduzione valida per: soci Lab 80, minori di 26 anni, dipendenti e clienti UBI Banca, Possessori Elav Card, abbonati ATB, dipendenti ATB e TEB, tesserati CGIL, Carrara Card.

Trolösa / L’infedele di Liv Ullmann, Svezia, Italia, Germania, Finlandia, Norvegia 2000, 155’, col., v.o. sott. it.

22.15 Auditorium

Biglietto I fascia (mattina) / Time slot I ticket (morning)

15 euro

LIV ULLMANN

20.30 Auditorium

Cinema Capitol

Intero / Full price 55 euro

Giornaliero / Day ticket

22.45 Auditorium

15.00

Biglietti / Tickets

40 euro

Ucho / L’orecchio di Karel Kachyna, Cecoslovacchia 1970, 94’, bn, v.o. sott. it.

Miss Julie di Liv Ullmann, Norvegia, Gran Bretagna, Canada, USA, Francia 2014, 129’, col., v.o. sott. it.

Abbonamenti / Subscriptions

45 euro

Cinema San Marco

I RIBELLI DEL '68

Höstsonaten / Sinfonia d’autunno di Ingmar Bergman, Svezia, Francia, Repubblica Federale Tedesca, Gran Bretagna 1978, 99’, col., v.o. sott. it.

KINOCLUB — I cortometraggi Animateka

Ridotto* / Reduced price*

22.30

20.00 Auditorium

LIV ULLMANN

The Boys from Brazil I ragazzi venuti dal Brasile di Franklin J. Schaffner, USA, Gran Bretagna 1978, 125’, col., v.o. sott. it.

Donatori e SUPPORT BFM 2018

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

LIV ULLMANN

I RIBELLI DEL '68

11.00

22.00 Auditorium

Ježeva kuća / Hedgehog’s Home di Eva Cvijanović, Canada, 10’08’’ v.o. sott. it.

Holiday / Incantesimo di George Cukor, USA 1938, 95’, bn, v.o. sott. it.

Böse Zellen / Free Radicals Austria, Germania, Svizzera 2003, 120’, col., v.o. sott. it.

An-Magritt di Arne Skouen, Norvegia 1969, 101’, col., v.o. sott. it.

Contatti / Contacts 7 euro

Biglietto III fascia (sera) / Time slot III ticket (evening)

Biglietteria / Ticket Point | Info Point

EUROPE, NOW! Barbara Albert

10 euro

Via Pignolo, 123 24121 Bergamo, T. +39 035 363087 F. +39 035 341255 info@bergamofilmmeeting.it www.bergamofilmmeeting.it

Piazza Libertà

Uffici / Offices (10 — 17 Marzo / March 2018) Ufficio Stampa / Press Office | Segreteria / Secretary Ufficio Accrediti e Ospitalità / Guest and Accreditation Office Sala Conferenze F. Galmozzi Via Torquato Tasso 4

Follow & Share your Meeting! Partecipa alla conversazione con l'hashtag #BFM36

Bfm36 _ Programma  
Bfm36 _ Programma  
Advertisement