Issuu on Google+

i

obre 2006 t t o House organ dell’Associazione Nazionale della Stampa Online

anso informa

eventi

presentazione

Dal Web alla Carta

Un passo indietro o una scelta strategica di comunicazione? Quello che avete fra le mani è il numero zero di Anso Informa, l’organo d‘informazione ufficiale dell’ Associazione Nazionale Stampa Online. Dodici pagine per comunicare principalmente i progetti in corso, le scadenze, le novità e gli eventi che riguardano l'Associazione, ma anche notizie sull'informazione online in Italia e approfondimenti dedicati agli operatori dell’editoria. Questo periodico è indirizzato principalmente agli associati ed è per noi un modo per fare il punto della situazione, per dare una cadenza nella divulgazione dei nostri progetti e per cercare di migliorare la comunicazione interna ed esterna. Gran parte della tiratura [...]

(continua a pag. 3)

di Luca Lorenzetti

Blog: interazione o integrazione? Numero ZERO. Chiuso in redazione il 10.10.2006. Finito di stampare il 12.10.2006.

n.0

Alcuni vedono i blog come concorrenti, altri come validi alleati. Intanto Anso chiude un importante accordo con Blogosfere, il primo network italiano di blog di informazione.

27-29 Ottobre

Assemblea nazionale ad Orvieto presso il Palazzo dei Congressi, Sala dei 400. Tra gli ospiti l’On. Luigi Vimercati Sottosegretario alle Comunicazioni. (Articolo a pag. 4)

tecnologia

Feedelizzare

I Feed RSS, oltre che strumento di lettura, possono diventare anche un’opportunità di visibilità per i publisher: vediamo come. (Articolo a pag. 5)

legislazione

Roc-ambolesco?

(Articolo a pag. 7)

Guida ai blog di informazione più seguiti nella blogosfera. (a pag. 7)

Guida pratica per regolarizzare un editore online presso il Roc. (Articolo a pag. 8)


A S S O C I A Z I O N E N A Z I O N A L E S TA M PA O N L I N E

AnsoFormazione Per la primavera del 2007 sono in programma tre nuovi workshop dedicati ad operatori del settore, editori, giornalisti, redattori.

Realizzare un notiziario audio per il web

Dal podcast alla web radio, tutte le soluzioni per contenuti audio di qualità.

Un momento del Seminario Scrivere 2.0 presso il Teatro delle Muse di Ancona.

Utilizzare i blog come fonti di informazione

Attendibilità, autorevolezza, credibilità: come orientarsi nella blogosfera italiana e internazionale.

Il diritto d’autore nell’editoria

Gestione delle fonti, rassegne stampa, copyright e licenze creative commons: aspetti tecnici e giuridici.

AnsoFormazione L’Associazione Nazionale Stampa Online propone periodicamente corsi di formazione a favore dei suoi associati, e non solo. Per informazioni e iscrizioni è attiva la segreteria dell’Anso ai seguenti recapiti:

La partecipazione ai seminari è aperta a tutti, previa registrazione. L’Associazione è disponibile a valutare proposte formative ad hoc per ogni specifica esigenza.

Associazione Nazionale Stampa Online

email:

Via Albertini 9/A 60131 - Ancona Tel. 071-2901106 - Fax 071-2868542 segretria@anso.it - web: www.anso.it

2 I corsi verranno effettuati al raggiungimento del numero minimo di 15 iscrizioni.


In un libro, i primi tre anni dell’Anso Tutti gli atti dei convegni nazionali e dei seminari formativi raccolti in un unico volume, per condividere le conoscenze acquisite anche con chi non era presente, ma anche per documentare i primi tre anni di storia associativa. Forse 3 anni non sono molti, ma sono sufficienti per guardarsi indietro. Dal 2003 ad oggi, l’Associazione ha lavorato per articolare la propria attività non solo all’interno ma anche all’esterno, promuovendo incontri, convegni e seminari di carattere nazionale che hanno riscosso ampio consenso e partecipazione. Gli appuntamenti fissi della vita associativa sono stati, in primo luogo, le assemblee nazionali: la prima a Roma nel maggio 2004, la seconda a Varese l’anno successivo sempre nel mese di maggio. L'Associazione é solita aprire i lavori delle assemblee nazionali con dei convegni aperti al pubblico. A ridosso della prima assemblea nazionale di Roma, l'Anso organizzò un convegno dai contenuti molto ricchi e diversificati, a cominciare dai relatori: ad inaugurare i lavori fu in quell'occasione Emilio Carelli, attuale direttore di SkyTg24, che all’epoca aveva da poco abbandonato la direzione di TgCom ed aveva raccolto le sue esperienze in un libro pubblicato da Apogeo, “Giornali e giornalisti nella rete”. Al convegno intervennero anche esperti di diritto dell’informazione online, come Gerardo Antonio Cavaliere, dello staff dello Studio Celentano, uno dei più rinomati studi legali in Italia nel settore Internet. Questa prima proposta formativa dell’Anso venne molto apprezzata proprio per la competenza dei relatori e per l’eterogeneità dei temi affrontati. Nel convegno che aprì la seconda assemblea nazionale a Varese, l’Anso riuscì a portare altri nomi di grande prestigio e richiamo, tra cui Marco Montagna, uno dei massimi esperti di web marketing in Italia, e Michele Ficara, presidente di Assodigitale, che illustrarono al pubblico presente i cambiamenti della Rete da un punto di vista insolito e privilegiato. Questi due importanti eventi istituzionali sono stati inframezzati negli ultimi due anni da altri appuntamenti a carattere didattico, promossi in varie città italiane e dedicati in primis alle esigenze degli associati, ma strutturati in modo da poter coinvolgere un pubblico più ampio. Nell’aprile 2005 il primo seminario venne dedicato ad un tema della massima priorità e interesse per gli editori online e non solo: “Vendere pubblicità per un giornale online”. Il workshop si svolse ad Ancona ed ebbe come relatore docente Enrico Anghilante, editore di alcuni quotidiani online del nord-ovest italiano. Il corso venne in seguito riproposto in altre due città, Napoli e Cuneo. Sempre con lo stesso docente l’Anso ha promosso il workshop “Creare banner che si fanno cliccare”, rivolto in particolare ai creativi e ai grafici che operano nelle strutture editoriali coinvolte. L’appuntamento che comunque ha fatto registrare finora il maggior numero di presenze e apprezzamenti è stato il seminario svoltosi il 20 gennaio scorso ad Ancona, presso il Ridotto del Teatro delle Muse, dal titolo “Scrivere 2.0, giornalismo e scrittura sul web”, promosso col patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti delle Marche. Il relatore ospite era una delle firme più prestigiose del giornalismo italiano: Luca De Biase. All’evento hanno partecipato oltre duecento persone provenienti da tutta Italia, a dimostrazione di quanta richiesta di formazione ed informazione ci sia oggi su questo argomento. L’Associazione ha documentato e, quando possibile, registrato tutti gli interventi dei relatori e dei docenti che di volta in volta si sono susseguiti in questi appuntamenti, e ha deciso di pubblicare un volume che contiene gli atti di tutte le Assemblee e i seminari svoltisi finora. L'obiettivo é in primo luogo quello di condividere questi documenti anche con chi non ha partecipato in prima persona alle iniziative promosse dall'Anso, e in secondo luogo di produrre un documento che racconti la storia dei primi tre anni dell’Associazione, un ente giovane ma già estremamente attivo.

ottobre 2006

(dalla copertina)

Dal Web alla Carta

[...] Gran parte della tiratura viene inviata anche a giornalisti ed operatori del settore, che possono quindi contare su uno strumento puntuale ed affidabile per avere informazioni di prima mano sul settore della stampa online in Italia. Perché, vi chiederete, un giornale di carta per informare sulle novità di un'associazione che opera online? La risposta é semplice: perché vorremmo che questo giornale avesse il valore di un documento, e potesse essere interpretato come un’istantanea di carta scattata per intercettare i cambiamenti di un mondo, quello dell'informazione online, che è invece, per definizione, in continuo e inarrestabile movimento. Per superare i limiti fisiologici della stampa e della distribuzione, l'Associazione ha comunque pensato di rendere disponibile Anso Informa anche online in formato pdf, inviandolo via email a chiunque ne faccia richiesta dal sito http://www.anso.it. Anche se su un giornale di carta non è possibile postare un commento o inviare una e-mail allo staff con la rapidità del web, ci auguriamo che ci farete pervenire ugualmente i vostri commenti, i vostri apprezzamenti e le vostre critiche. L’indirizzo della redazione è: ansoinforma@anso.it.

Nella foto Luca De Biase (Il Sole 24 ore) intervenuto al seminario Scrivere 2.0, evento organizzato dall’Anso presso il Teatro delle Muse di Ancona a gennaio 2006.

3

ANSOINFORMA - n° zero del 12 Ottobre 2006 Hanno collaborato:

Luca Lorenzetti, Nicola Amelio, Benedetto Liberati Luciano Zippi, Michele Dell’Edera, Luca Conti, Fabrizio Caccavello, Laura Ricci, Francesca Marchetti Grafica: Astrelia.com Impaginazione: ilQuotidiano.it Stampa: NonSoloStampa.com


eventi

Orvieto, capitale dell’informazione

blog

Il 27, 28 e 29 ottobre appuntamento nella città umbra per la terza assemblea nazionale dell'ANSO. Quest'anno il tema del convegno é incentrato sul rapporto tra stampa online e blog; ne discuteranno esponenti dell'informazione, sia cartacea che online, a livello locale e nazionale.

ee ell’in onlin a p forma m tra sta zione. C ome cambia la produzione delle notizie

A fine ottobre 2006 Orvieto diventerà la capitale dell’informazione online in Italia: la splendida città umbra in provincia di Terni, spesso sede prestigiosa di eventi e convegni di respiro nazionale, ospiterà infatti la terza assemblea dell’Associazione Nazionale Stampa Online. L’Anso, nata nel dicembre 2003, è un‘associazione di categoria nata per rappresentare e tutelare gli interessi di editori di testate giornalistiche online a carattere locale in Italia, e conta quasi quaranta realtà editoriali su tutto il territorio italiano, dalla Val d’Aosta alla Sicilia.

Il convegno 14,30 Benvenuto 15,00 Inizio lavori interverranno tra gli altri > On. Luigi Vimercati Sottosegretario Ministero delle Comunicazioni

> Massimo Razzi Vice-capo redattore di Repubblica.it “Il blog in un grande quotidiano online. L'esperienza di Repubblica.it”

I nu ovi atto ri d

> Franco Todini L’Associazione è solita aprire i lavori dell’assemblea con un Consiglio Regionale dell'Umbria convegno aperto al pubblico, che quest’anno si terrà “La multimedialità applicata alla venerdì 27 ottobre alle ore 15 presso la Sala dei Pubblica amministrazione” Quattrocento del Palazzo dei Congressi. Il tema è > Vittorio Pasteris di grande attualità e di sicuro interesse: “I nuovi Esperto di giornalismo online attori dell’informazione. Come cambia la La Stampa Web produzione delle notizie tra stampa online e “Giornalisti e blogger, in sinergia o blog”. in competizione nel glocale?” Mentre fino a poco tempo fa, infatti, a sentirsi > Marco Montemagno “minacciati” dall’ingresso di Internet Ad di Blogosfere e conduttore nell'universo mediatico erano i giornalisti, che per di “Reporter diffuso” su la prima volta si trovavano a dover conoscere e Skynews24 padroneggiare le nuove tecnologie dell’informazione, "Nuove frontiere dell'informazione online: blog e citizen journalism" oggi ciò che mette in crisi e fa discutere il mondo dell’editoria online – e non solo – è il > Michele Mezza rapporto con i lettori, che diventano sempre più protagonisti all’interno del processo di Docente alla Facoltà di Scienze produzione dell’informazione. In questo contesto, la realta' dei blog riveste un ruolo di della Comunicazione di Perugia “Media senza mediatori” particolare peso e importanza: in molti casi i blog anticipano i tempi canonici “Nuove tecnologie e convergenza” dell’informazione e ne diventano una preziosa e autentica cassa di risonanza. E’ possibile un’integrazione tra la stampa ed i blog? Chi detterà le regole di questa convivenza? Chi ne Dibattito trarrà il maggiore vantaggio? Chi avrà il coraggio di accettare la scommessa? Questi ed altri interrogativi verranno sollevati durante il convegno, che vedrà la presenza di autorevoli relatori 19,30 Termine lavori che vivono nella quotidianità del lavoro la complessità di queste tematiche: Luca Lorenzetti, presidente dell’Anso ed autore del libro “Fare un giornale online”; Massimo Razzi Vice-capo Ingresso GRATUITO redattore di Repubblica.it; Luca Tomassini Amministratore delegato Kelyan Lab - leader italiano nei servizi VAS mobile/broadband e digital new media; Franco Todini Consiglio Regionale dell'Umbria; Vittorio Pasteris Esperto di giornalismo online - La Stampa Web; Marco Montemagno Amministratore delegato di Blogosfere.it, conduttore della trasmissione “Reporter diffuso” di Skynews 24; Michele Mezza Docente alla Facoltà di Scienze della Comunicazione di Perugia, ideatore di “Media senza mediatori”; Gabriele Ottaviani E-Speaking – servizi di videocomunicazione. I lavori saranno introdotti da un saluto dell' On. Luigi Vimercati, Sottosegretario Ministero delle Comunicazioni.

4

Il programma Il programma aggiornato e completo oltre che tutte le informazioni utili circa sia il convegno che l’assemblea nazionale, li trovate sul sito ufficiale delle manifestazione: www.ansomeeting.org

A sinistra il Palazzo dei Congressi (che ospiterà il convegno). In alto uno scorcio caratteristico di Orvieto.

anso informa


27 ottobre

Orvieto si trova in una posizione molto accessibile, sia per chi arriva da nord che da sud. Si raggiunge rapidamente anche dall'aeroporto internazionale di Fiumicino. Il convegno si svolge nel centralissimo Palazzo dei Congressi. Per chi arriva in autostrada

Uscita A1 Orvieto - seguire le indicazioni per il centro e poi quelle per il parcheggio di Campo della Fiera. Nel parcheggio è presente un servizio di mobilità alternativa con ascensori e scale mobili per raggiungere il centro storico. Per chi arriva in treno

Stazione ferroviaria di Orvieto utilizzare la Funicolare per raggiungere il centro storico. Nella stazione alta della Funicolare è presente un servizio di minibus per raggiungere il centro.

Special thanks

L'evento ha ottenuto il patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Terni, Comune di Orvieto, Provincia di Roma, CO.Re.Com Umbria, Comunità Montana Monte Peglia e Selva di Meana, Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, Associazione Stampa Umbra. Sostengono inoltre l'evento il Consiglio Regionale dell'Umbria, che vi parteciperà con un suo spazio espositivo relativo alla Comunicazione istituzionale, la Presidenza del Consiglio Comunale di Orvieto, la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, il Consorzio Orvieto Promotion, la Camera di Commercio di Terni, la Confederazione Nazionale dell'Artigianato, Kelyan Lab, Acas Services, Orvieto Città Cardioprotetta e la Cestistica Azzurra, l'Opera del Duomo di Orvieto, E -speaking, Tol.it, Articolo 21. Molti, infine, gli operatori orvietani che hanno collaborato con il quotidiano locale orvietonews.it per rendere piacevole e degna di ricordo la tre giorni dell'assemblea, con quel forte senso dell'ospitalità che ben caratterizza Orvieto e l'Umbria in generale: il Palazzo del Gusto, la Strada dei vini etrusco romana in provincia di Terni, l'associazione Gustarte, la delegazione FISAR Orvieto, Edera fiori, Publiscreen.

ottobre 2006

Feed RSS Xml Aggregatori

Come arrivare ad Orvieto

tecnologia

Feed RSS: un’opportunità da sfruttare I Feed RSS, oltre che uno strumento di grande comodità per i lettori, possono diventare anche un’opportunità di visibilità per i publisher: vediamo come.

I Feed RSS sono ormai diventati lo standard per la diffusione e la condivisione degli aggiornamenti di un sito o di un blog. Mentre questi ultimi sono sviluppati su piattaforme che già a livello nativo generano dinamicamente i Feed, i publisher che utilizzano una piattaforma meno recente o di propria produzione, hanno dovuto negli ultimi tempi realizzare appositamente un modulo specifico. Oggi tutti i più grandi quotidiani online, magazine e siti di informazione dispongono di uno o più Feed RSS, in molti casi personalizzati a seconda della categoria di informazione.

Oltre il 50% delle testate associate all’Anso si è già uniformata da tempo a questo standard, considerata la sua eccezionale utilità e praticità. Se da un lato infatti il Feed RSS è utilizzato dall’utente finale per ricevere gli aggiornamenti sul proprio aggregatore, dall’altro diventa un potente strumento per i publisher, che possono importare automaticamente sui propri siti web contenuti prodotti da terzi.

In questo modo ottengono un beneficio sia il publisher che ospita i contenuti, perché può arricchire di nuovi argomenti il proprio sito, sia il publisher che fornisce i contenuti, perché può regalare alle proprie news ulteriore visibilità. E’ quindi sufficiente adottare questo standard per poter avere benefici sia sul fronte della lettura che su quello della produzione delle notizie. In questo senso, molti editori stanno utilizzando questa formula per far circuitare l’informazione, sia di produzione propria che di produzione altrui, e l’Anso ha deciso di aprire alcuni canali in questa direzione. L’Associazione in questi ultimi mesi ha ricevuto diverse proposte da parte di editori di quotidiani online e magazine, le cui testate sono registrate nei rispettivi tribunali, e ha valutato l’opportunità di creare un panel di testate che hanno reso disponibili i propri contenuti in modalità RSS. Ogni editore associato potrà così approfittare di questi accordi e decidere in piena e totale autonomia quali contenuti rilanciare sui propri giornali, con le modalità che crede più opportune.

Cosa significa Feed RSS? Negli ultimi due anni anche in Italia si è acquisita la consapevolezza dell’utilità e dell’importanza dei Feed Rss. RSS (acronimo di Really Simple Syndication) è uno standard per la distribuzione di flussi informativi basato sul linguaggio XML. Il file, di solito generato dinamicamente, che contiene le informazioni principali su tutti i nuovi aggiornamenti relativi a un blog o, più genericamente, ad un sito Internet. Tramite questo file è dunque possibile essere aggiornati in tempo reale su tutte le news e i nuovi contenuti pubblicati, senza dover necessariamente visitare il sito in questione. I Feed Rss si consultano generalmente tramite un software detto ‘aggregatore’ (ad esempio FeedReader, Omea Reader etc) ma i browser di ultima generazione, tra cui Mozilla Firefox, hanno il lettore di Feed integrato.

Wikio.it Un motivo in più per avere un Feed RSS

Wikio é un motore di ricerca di news diretto dai propri utenti! Sorveglia, in tempo reale, migliaia fonti d'informazione. Estrae le news dalle fonti tramite Feed RSS. L'archiviazione degli articoli si basa sulla pertinenza delle notizie e della popolarità di queste espressa dai lettori che votano, commentano o che scrivono a loro volta degli articoli. Ad oggi, la versione italiana di Wikio raccoglie le notizie a partire da 2000 fonti d'informazione tra cui tutte le testate Anso che dispongono di Feed RSS.

5


TV - Web TV - E-TV E’ partita la corsa all’oro? Lo strabiliante successo di portali come YouTube sembrerebbe dire di si.

Anso partner di Zoom.in per le video news Sottoscritto un accordo con il content provider di video-notizie leader in Europa. I video verranno aggregati e proposti da un unico contenitore web, che prenderà il nome di Tgnews.it L’Associazione Nazionale Stampa Online ha recentemente sottoscritto un accordo con Zoom.in, content provider di video-notizie leader in Europa. Zoom.in propone approfondimenti sugli ultimi eventi di carattere nazionale ed internazionale. Il servizio offre al visitatore online la possibilità di vedere le news che vuole nel momento in cui vuole, con un Il logo di Zoom.in semplice clic. Nelle diverse categorie (nazionale, esteri, sport, cultura, gossip, curiosità) vengono pubblicate dalle 40 alle 50 video-notizie al giorno. La piattaforma di fruizione dei contenuti non è soltanto il web, ma anche i telefoni cellulari, sia GPRS che UMTS. Zoom.in è nata cinque anni fa in Olanda ed ha già conquistato il mercato con oltre 3.000.000 di notizie viste ogni mese su oltre 40 importanti siti web nei Paesi Bassi e su tutte le reti di telefonia mobile olandesi. Da ottobre 2005, Zoom.in è attiva anche in Francia su L’Express, Le Figaro e Le Nouvel Observateur. Il suo modello si sta diffondendo ora in altri paesi europei, tra cui la Spagna e la Germania. In Italia i video di Zoom.in sono già visibili su CittaOggiWeb, Internazionale, Il Tempo, Jugo, Leonardo, Tiscali, Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino. “Il web” spiega Luca Lorenzetti, presidente dell’Associazione, “è ormai maturo per poter proporre contenuti a carattere multimediale, e ci siamo lasciati alle spalle i tempi in cui ci si preoccupava del gap tecnologico e delle difficoltà nella fruizione di contenuti audio e video.” Alcuni associati ANSO, infatti, propongono già dei format di informazione in modalità podcast o videocast, ma per la maggioranza di essi la produzione di contenuti multimediali è ancora un impegno troppo importante, in termini di risorse e di investimenti. “E’ per questo”, continua Lorenzetti, “che la partnership con Zoomin aiuterà i nostri associati a fare un primo, significativo passo verso la multimedialità, e abituerà i lettori dei nostri giornali online ad una nuova modalità di fruizione delle notizie”.

.it

6

I video di Zoomin verranno proposti ai lettori dei quotidiani ANSO attraverso un unico contenitore, che prenderà il nome di Tgnews.it, e che avrà la funzione di un grande aggregatore web di contenuti video. L’Associazione sta lavorando affinché Tgnews possa presto proporre non solo video-notizie a carattere nazionale o internazionale, ma anche a carattere locale, potenziando così la linea editoriale che accomuna da sempre tutti i giornali online associati.

Streaming oggi

YouTube, vola via! nato nel Febbraio del 2005, è ormai il sito più popolare al mondo che consente l'upload, la condivisione e quindi la visione di video in streaming gratuitamente. I video vengono resi disponibili con tecnologia Flash, la stessa utilizzata anche da Google Video. La popolarità di YouTube è superiore anche a quella di Google Video, poiché consente l'upload di filmati creati da chiunque. Infatti sono ospitati video personali fatti in casa dagli utenti ma anche show televisivi e video musicali malgrado il regolamento vieterebbe la presenza di materiale coperto da copyright. I video custoditi in questo immenso contenitore possono inoltre essere facilmente inclusi in siti web e blog utilizzando direttamente il codice HTML fornito. Oggi YouTube è il sito Internet che presenta al maggior tasso di crescita. Recentemente l'azienda ha comunicato che quotidianamente vengono visualizzati oltre 100 milioni di video, con 65.000 nuovi filmati aggiunti ogni 24 ore. Recentemente il Tg2, Repubblica.it, Corriere.it e tanti altri hanno scaricato e ripubblicato filmati (integrali o spezzoni) scaricati da YouTube. Il 9 ottobre Google ha fatto il grande colpo: ha concluso un accordo per l'acquisto di YouTube per la somma record di un miliardo e 650 milioni di dollari, e si garantisce con questa operazione un ruolo di spicco nei settore dei video sul web.

Il video web magazine di cultura teatrale

Infoyer.it

“Infoyer” è il primo web magazine di cultura teatrale in Italia, una sorta di web Tv dei teatri marchigiani. L’iniziativa, finanziata dalla Regione Marche, coinvolge 5 teatri storici della provincia di Pesaro e Urbino: Macerata Feltria, Pennabilli, Pergola, Sant’Agata Feltria e vede come ente promotore e capofila l’Istituzione Teatro Comunale di Cagli. “Infoyer” ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare, secondo una logica di sistema, le attività teatrali attraverso la realizzazione di nuovi contenuti culturali in formato digitale. Interviste, riprese di backstage, approfondimenti, compongono i palinsesti che vengono diffusi attraverso il “canale televisivo” tematico via web, localizzato nei foyer dei teatri e attraverso il portale.

anso informa


I blog più visitati

Anso e Blogosfere Stretto un accordo con il più grande network italiano di blog professionali d’informazione.

Si tratta di una classifica che mixa i risultati di popolarità provenienti da Technorati, Google, Google Blog Search, Alexa e Yahoo! Non va presa diversamente da quella che è: un gioco divertente.

Le piattaforme più utilizzate

Blogger Type Pad Blogware WordPress Movable Type Expression Engine Life Type Drupal

1

Beppe Grillo

http://www.beppegrillo.it 2

Macchianera

http://www.macchianera.net 3

Pandemia

http://www.pandemia.info Il 2006 è stato, in Italia, l’anno in cui per la 4 Manteblog prima volta la stampa, in particolare quella http://www.mantellini.it online, si è trovata a dover fare seriamente i conti con il mondo dei blog. Da un lato la 5 Autoblog blogosfera italiana sta conquistando a http://www.autoblog.it suon di scoop e anticipazioni un posto 6 TVblog sempre più di rilievo nel mondo dei http://www.tvblog.it media, dall’altro i giornali stanno 7 Downloadblog tentando di capire con quali modalità e http://www.downloadblog.it strategie percorrere la strada della 8 Daveblog sinergia e della collaborazione. http://www.daveblog.net Anche gli editori associati all’ANSO, l’Associazione che rappresenta la stampa 9 Wittgenstein online locale in Italia, guardano con sempre http://www.wittgenstein.it maggiore curiosità e interesse al mondo dei 10 Dotcoma blog, soprattutto sulla base dei primi http://www.dotcoma.it esperimenti di integrazione che alcuni quotidiani online nazionali hanno recentemente promosso, primo tra tutti Repubblica.it. Con il lancio della nuova versione del sito, Blog metro-politani Repubblica.it ha infatti integrato in home page due Sul fronte dell’integrazione tra stampa box dedicati ai blog, uno con i richiami agli ultimi e blog anche altre realtà editoriali si post degli stessi giornalisti, l’altro che invece rimanda stanno muovendo in una direzione ai post più interessanti dei blogger del network di simile a quella dell’Anso. Kataweb, anch’esso del Gruppo L’Espresso. Quest’ultima Il network di Blogo.it, attualmente uno soluzione, peraltro decisamente innovativa e coraggiosa, dei più popolari circuiti di blog ha dimostrato che anche i blog possono meritare una tematici in Italia, ha stretto una visibilità da prima pagina. partnership con Metro, il quotidiano Proprio in virtù di queste prime ma significative esperienze free press più letto nel mondo, e ha di integrazione, l’Anso ha deciso di aprirsi a questa nuova promosso due blog “metropolitani” realtà, pur mantenendo la consapevolezza della propria dedicati a Milano e Roma: identità e della specificità dei prodotti editoriali degli 02blog.it e 06blog.it. associati. Per compiere il primo passo verso un percorso di A promotori il nostro in bocca al lupo. conoscenza e sinergia con la realtà dei blog, l’Associazione ha scelto di stringere un accordo con un partner d’eccezione: Blogosfere (http://www.blogosfere.it), il più grande network alcuni blog tematici dedicati alle principali italiano di blog professionali d’informazione. regioni italiane, e possono pertanto produrre Blogosfere conta al momento su 130 blog su diversi settori, tra cui contenuti in linea con il target editoriale che politica e società, economia e finanza, cultura e spettacolo, sport e accomuna tutti i nostri giornali online”. motori, scienza e salute, con una produzione quotidiana di contenuti L’accordo prevede sostanzialmente la cessione di anche in formato multimediale (audio, video, podcast, vodcast, RSS). contenuti tematici da parte di Blogosfere a tutti gli Nella sua totalità, il network raggiunge attualmente una media di un editori Anso che ne faranno richiesta, in cambio milione di visitatori mensili. della visibilità offerta dal network delle testate “Blogosfere è per noi certamente il partner più adatto per iniziare un discorso di online. Dal punto di vista operativo, verrà fornito un avvicinamento al mondo dei blog” spiega il presidente Luca Lorenzetti, “per Feed RSS complessivo, basato sui contenuti almeno due motivi: in primo luogo, perché i blog del network sono curati da pubblicati ogni giorno nel network, o anche più feed esperti, molti dei quali giornalisti, e i contenuti vengono tematici, relativi alle singole aree sopracitate. Questi accuratamente selezionati da una redazione. In ultimi comprenderanno le ultime notizie dell’area di secondo luogo, perché nel circuito di Blogosfere riferimento, secondo modalità che verranno sono da qualche tempo operativi anche concordate di volta in volta.

7

ottobre 2006


legislazione Roc-ambolesca l’isrizione al Registro degli Operatori della Comunicazione? Anso svela tutti i dubbi.

i t a m r o f n i

Cresce in ANSO la pubblicità contestuale

di Luca Conti

Il segmento della pubblicità contestuale, all'interno del mercato dell'advertising online, continua a rivelarsi il più rapido a svilupparsi, anche in Italia, secondo i dati forniti da IAB. Per questa ragione un gruppo di undici testate aderenti all'ANSO ha deciso nell'ottobre 2005 di partecipare ad una sperimentazione con lo scopo di verificare l'efficacia di Google AdSense – leader indiscusso del mercato – quale strumento per incrementare i ricavi pubblicitari. Fino a maggio 2006 Romagnaoggi, Sassuolo 2000, Bologna 2000, Modena 2000, Civonline, Salerno Notizie, Maremma News, Guida Sicilia, Città Oggi, Napoli.com e Via Roma 100 hanno seguito alcune linee guida per meglio integrare gli Luca Conti, 31 anni, laureato in Scienze annunci Google all'interno delle proprie pagine e al contempo si sono impegnate a fornire i dati Ambientali, cura il blog Pandemia.info, complessivi per effettuare una analisi dell'andamento, in particolare, del tasso di click sugli annunci uno dei più seguiti sui temi di internet, (click through) del CPM equivalente e dei ricavi assoluti. media e tecnologia. Segue per la casa editrice RGB la collana Personal Tech, dove ha già pubblicato alcuni titoli sui motori di ricerca e la rete.

Una prima elaborazione dei dati evidenzia risultati confortanti. Salvo due, in cui l'andamento dei tre indicatori è per tutti negativo, gli altri nove casi presentano buoni se non ottimi grafici. Il tasso di click complessivo mostra un arretramento, dopo l'effetto novità dei primi mesi. Seppur la tendenza sia positiva, i ricavi in termini assoluti restano su valori poco esaltanti. La spiegazione è fornita dal CPM equivalente che oscilla da un minimo di 0,30 ad un massimo di 2,60 dollari per mille impressioni, chiaro sintomo da un lato delle minime dimensioni degli investimenti nella pubblicità locale contestuale e dall'altro della difficoltà per Google di associare annunci tematici in siti con contenuti per lo più generalisti. Un ulteriore sviluppo del progetto dovrebbe muoversi in due direzioni: approfondire i dati della sperimentazione per integrare meglio layout e annunci e aprire canali complementari agli attuali contenuti con una maggiore verticalizzazione.

e AdSens

Un ulteriore sbocco naturale, per sfruttare al meglio Google AdSense quale entrata aggiuntiva e non sostitutiva rispetto alla raccolta diretta e ai rich media, è il posizionamento all'interno delle pagine del sito della ricerca diretta in Google e i referral, in aumento, per la promozione di servizi Google utili e gratuiti per il lettore: Picasa, Firefox, Google Toolbar.

Iscrizione al ROC: obbligatoria o no? Vediamo di vederci più chiaro a proposito della dibattuta questione dell'iscrizione al Registro degli Operatori della Comunicazione. C'é ancora molta confusione in Italia in merito alla questione ROC: é obbligatorio o no per gli editori di giornali online essere iscritti al registro? Quali sono le modalità di iscrizione? Entro quanto tempo va inoltrata la domanda? Il ROC, o Registro degli Operatori di Comunicazione, è un registro unico adottato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in ossequio al disposto dell'articolo 1, comma 6, lettera a), numeri 5 e 6 della legge 31 luglio 1997, n. 249, con la finalità di garantire l’applicazione delle norme del settore quali quelle concernenti la disciplina anti-concentrazione, la tutela del pluralismo informativo o il rispetto dei limiti previsti per le partecipazioni di società estere. Alla sua tenuta sovrintende il Consiglio dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. L’editore di una testata giornalistica, anche online, per la quale sia previsto il conseguimento di ricavi dalla attività editoriale, ha l’obbligo di iscriversi al ROC: è quanto stabilito dall’art. 2, comma 2, lett. D del “Regolamento per l’organizzazione e la tenuta del registro degli operatori di comunicazione”, allegato alla delibera n. 236/01/CONS del 30 maggio 2001. Sono quindi esclusi quei soggetti editori di pubblicazioni a carattere non professionale o no-profit. La domanda di iscrizione deve essere presentata entro 60 giorni decorrenti dalla data di inizio dell’attività rilevante ai fini del registro. Tutte le informazioni, le domande frequenti e la modulistica in merito all’iscrizione al Roc sono consultabili all’indirizzo: http://www.agcom.it/faq_roc.htm. L'Anso fornisce ai propri associati assistenza nella procedura di iscrizione al Registro, e la segreteria é a disposizione per ulteriori informazioni all'indirizzo segreteria@anso.it.

8

anso informa


I Quotidiani italiani e Internet: web 2.0, questo sconosciuto Luca Conti ha realizzato uno studio sui siti web dei 50 giornali italiani più venduti in Italia. Ciò che emerge è una bassa diffusione di tutti quegli strumenti utili a diffondere la partecipazione del lettore, come blog, podcast, commenti degli articoli, forum.

editoriale potesse in qualche modo riflettersi nell'adozione di queste La crescita di Internet, quale strumento di informazione, influenza tecnologie. l'evoluzione degli altri mezzi di comunicazione di massa. Gli editori Ciò che emerge è una bassa adozione delle opportunità del nuovo della carta stampata hanno esteso sulla rete i propri servizi web, quasi a considerare ancora oggi Internet, a più di dieci anni dal informativi, quale ulteriore canale per la propria produzione suo avvento, quale un concorrente e non un mezzo complegiornalistica. mentare alla versione su carta delle proprie edizioni. Luca Conti, curatore del popolare blog Questi i punti chiave che emergono dallo studio: 19 Pandemia.info e autore di alcuni manuali HO dei primi 50 giornali italiani richiedono una usciti per i tipi della casa editrice RGB HO SENTITO DIRE CHE registrazione obbligatoria dell'utente, spesso a (http://www.rgbmedia.it) , ha pubblicato COME FAREMO? INTERNET POTREBBE FAR SPARIRE I GIORNALI pagamento, per l'accesso al sito web del ad agosto 2006 uno studio dal titolo giornale; lo strumento più diffuso è il feed RSS, ”I Quotidiani italiani e Internet”, con con 13 testate che li rendono disponibili; nessun l’obiettivo di verificare il grado di sviluppo della sito web permette al lettore di aggiungere un presenza online dei più importanti giornali commento nella stessa pagina dell'articolo; 8 siti italiani, attraverso l'implementazione di web includono, insieme alle notizie, alcuni blog tecnologie di nuova generazione, quali feed RSS, curati da giornalisti, ognuno con la possibilità di blog, podcast e altro. immagine tratta da http://www.pritchettcartoons.com inserire commenti da parte del lettore. Infine, il dato Lo studio ha messo sotto la lente i siti web dei primi forse più indicativo: l'offerta multimediale è particolarmente cinquanta giornali italiani per copie vendute e li ha valutati per povera, con 8 siti dotati di un'offerta di filmati video e solo 3 di la presenza di 13 diversi servizi, quali indicatori per determinare se i contenuti in modalità podcast. giornali abbiano o meno colto le opportunità del Web 2.0, termine con il quale si individua una maggiore usabilità dei servizi e una Lo studio è scaricabile gratuitamente da questo indirizzo: facilitazione nella interazione del lettore con il giornale, attraverso http://www.pandemia.info/studio%20giornali%20online.pdf commenti e altre modalità. Conti ha confrontato le prime dieci testate con le ultime dieci per verificare se la dimensione del gruppo

No alla Tassa sulle rassegne stampa Nella Finanziaria 2007 è stata inserita una norma che impone una tassa sulle rassegne stampa a favore degli editori, senza fare distinzioni di alcun tipo su chi e con quali fini redige le rassegne stampa. Si tratta in particolare del primo comma dell'articolo 32 del capo IX del decreto legge 3 ottobre 2006 n. 262, recante "Disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria". Non poche sono le critiche mosse da professionisti e operatori del settore a questo decreto legge, che penalizza in particolare chi produce rassegne stampa senza fini di lucro. Peacelink, ad esempio, ha promosso una campagna per chiedere che la legge sul diritto d'autore venga ripristinata nella sua precedente formulazione, in base alla quale "gli articoli di attualità di carattere economico, politico o religioso, pubblicati nelle riviste o nei giornali, oppure radiodiffusi o messi a disposizione del pubblico, e gli altri materiali dello stesso carattere possono essere liberamente riprodotti o comunicati al pubblico in altre riviste o giornali, anche radiotelevisivi, se la riproduzione o l'utilizzazione non è stata espressamente riservata, purché si indichino la fonte da cui sono tratti, la data e il nome dell'autore, se riportato". L’Associazione Nazionale Stampa Online appoggia la campagna di Peacelink, e invita a sottoscrivere l’appello a questo indirizzo: http://www.peacelink.it/rassegnestampa.

ottobre 2006

9


Pensa in grande: investi nel locale Se parliamo di editoria indipendente, possiamo affermare che oggi in Italia la stampa online generalista è praticamente tutta rappresentata dai giornali online locali. Si tratta di prodotti editoriali pensati per il web, che fanno della loro dimensione locale il proprio punto di forza e il principale elemento identificativo. L’Associazione Nazionale Stampa Online, che in Italia rappresenta in massima parte gli editori di queste testate giornalistiche, ha promosso nel 2005 la creazione di un circuito pubblicitario condiviso, che coinvolge circa quaranta giornali online su tutto il territorio nazionale, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia. Il riferimento territoriale è, a seconda dei casi, un comune, una provincia, una regione o anche un circuito di regioni. Il traffico sviluppato dall’insieme delle testate associate è di circa 6 milioni di pagine viste al mese, e di oltre 1 milione e 500mila lettori su base mensile. Se l’obiettivo di un’azienda è raggiungere un vasto numero di utenti e ottenere allo stesso tempo una capillare copertura del territorio, probabilmente il circuito ANSO è la soluzione più adatta. Le possibilità di presenza sul circuito sono diverse e scalabili a seconda delle necessità di promozione del cliente. Tutte le testate aderenti a circuito hanno adottato per questa pubblicità i formati indicati dallo standard internazionale IAB, e hanno distribuito i vari formati disponibili in posizioni equivalenti e facilmente individuabili. Il sistema di gestione dell’advertising permette di fornire al cliente le statistiche dettagliate sull’andamento delle proprie campagne anche quotidianamente. Non abbiamo dubbi: se vuoi pensare in grande, investi nel locale. Scegli ANSO.

network

Editoria elettronica: cosa dicono le leggi LEGGE 62/2001 La svolta per il nostro settore, in sostanziale coincidenza con la creazione di molte testate, é data certamente dall’approvazione della legge 62 del 7 marzo 2001, dove accanto al “supporto cartaceo” compare il “supporto informatico”. Non solo, perché vi è un’estensione dei potenziali editori alle società il cui oggetto “comprende l’attività editoriale”, cioè non è necessaria una attività esclusivamente editoriale. Si prende perciò atto di un’evoluzione tecnologica che non può considerare l’editoria come un’area chiusa.

PROVVIDENZE PER L’EDITORIA Le provvidenze ed aiuti per l’editoria non dovrebbero perciò più escludere le testate online. Si potrà accedere, ad esempio, alla Procedura Automatica di finanziamento per chi ha investito o investirà meno di un miliardo di lire… Verrà verificata la realizzazione del progetto entro due anni dall’ammissione ai benefici e sarà compreso anche l’anno antecedente alla domanda. Per chi supera il miliardo di lire (caso improbabile, allo stato dell’arte), vi è invece la Procedura Valutativa, che estende gli investimenti finanziabili ai due anni antecedenti la richiesta. Le domande vengono rivolte al Dipartimento dell’Informazione e l’Editoria. COOPERATIVE Un ruolo dominante nel recepire le provvidenze spetta sempre alle cooperative. Questo aspetto, ad una prima analisi, sfavorisce i piccoli e medi editori, come quelli rappresentati dall'ANSO, ma si può ipotizzare, strategicamente, la creazione di cooperative che comprendano i giornalisti collaboratori delle testate online coinvolte. LEGGI REGIONALI Più facile pare l’accesso ad aiuti regionali (se le Regioni avranno i fondi), anche se molte tardano ad aggiornare la normativa alla luce delle nuove leggi nazionali. In gran parte le Leggi Regionali sono nate per adempiere alla normativa della Legge 249/1997, cioè la legge istitutiva dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni che ha portato alla creazione dei Corecom (comitati Regionali per la Comunicazione) e dei Roc (Registri Operatori Comunicazione).

10

Il ROC Pur non essendovi un’esplicita obbligatorietà di iscrizione ai ROC, la mancata iscrizione, in sostanza, impedisce un’attività commerciale continua delle testate on line. Non ci si può più sottrarre ad una istituzionalizzazione, pena il rifugiarsi in una marginalità improduttiva. APPUNTAMENTO AL CONGRESSO Delle provvidenze all’editoria, degli adempimenti a cui dobbiamo sottostare, della necessità, forse, di interpellare, e convenzionare, dei consulenti editoriali per tutta la rete ANSO, parleremo ad Orvieto. Queste ed altre problematiche saranno il discrimine tra chi investe seriamente nei propri prodotti editoriali, e chi pensa che fare giornalismo on line sia un intelligente passatempo o, al più, una vetrina aziendale.

anso informa


11


www.e-speaking.it


Ansoinforma00