Issuu on Google+


Vi presento

la mia passione

i chiamo Ida De Rosis e voglio presentarvi le mie creazioni. Vi dirò che sono cresciuta in una famiglia che mi ha trasmesso il gusto del bello e delle cose ben fatte. Gli studi in architettura mi hanno fatto approfondire la conoscenza dell’arte, della grafica, dello stile. Ho lavorato come architetto per diversi anni… e poi ho cominciato a disegnare borse che si ispirano a capolavori di arte contemporanea. L’insofferenza nei confronti dell’omologazione mi ha portato a disegnare oggetti che si potessero distinguere nella forma e nella varietà dei colori. Il quadro che meglio descrive questa mia sensazione è Golconda di Magritte. Raffigura uomini in bombetta tutti uguali che come pioggia scendono dal cielo su una città ugualmente modulare. Un capolavoro che, probabilmente, già nel 1953 contestava l’omologazione della nostra società. Ho cominciato ad indossare le mie borse senza dire che erano mie creazioni e notavo che venivano molto apprezzate dalle mie amiche. Questo è stato il primo test cui ho sottoposto le mie borse e da qui ho cominciato a pensare ad una piccola produzione. Per produrle ho cercato i migliori pellami e i migliori artigiani d’Italia. Queste sono le mie borse.


La moda... La moda è come l’architettura: una questione di proporzioni. Coco Chanel ...un’ opera d’ arte... O si è un’opera d’arte o la si indossa. Oscar Wilde L’ eleganza... La moda è come l’architettura: una questione di proporzioni.

Coco Chanel

O si è un’opera d’arte o la si indossa.

Oscar Wilde

L’ eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.

L’ eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.

Giorgio Armani Giorgio Armani

l’equilibrio...

L’ eleganza è l’equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa.

L’ eleganza è l’equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa.

Valentino

Valentino

Che cosa è l’arte?

Che cosa è l’arte? Ciò per cui le forme diventano stile.

Che cosa è l’arte? Ciò per cui le forme diventano stile.

André Malraux

André Malraux


L

’ artigianalità marchigiana è rinomata in tutto il mondo.

Essere contagiati da tanta cura e amore per le cose ben fatte mi riempie di gioia e alimenta il mio entusiasmo. Il contesto paesaggistico, che ricorda le suggestive atmosfere dei quadri di Fattori, Signorini o Pellizza da Volpedo, rende il lavoro ancora più piacevole ed affascinante. Gli artigiani, ricchi di tanta esperienza e competenza, riescono a trasferire tutta questa bellezza in ciò che realizzano. A loro devo tanto e non finirò mai di ringraziarli soprattutto per la fiducia che da subito hanno riposto in me. Adoro ridere e scherzare con tutti e la cosa che più mi diverte è che quando al mio arrivo chiedo loro “Vi sono mancata?” e ridendo qualcuno bisbiglia “Ecco! E’ arrivata.”


Diletta Diletta è una borsa semplice ed elegante, adatta per qualsiasi momento della giornata, per qualsiasi età e declinabile in tutti i colori dell’iride. Si ispira alle opere di Kasimir Malevic, fondatore del movimento artistico suprematista. Rettangoli in pelle si intersecano e danno forma alla borsa con una geometria astratta e lineare senza orpelli nè ornamenti, fedele alla filosofia del movimento al quale essa si ispira. Perché Diletta? E’ il nome di mia madre.


www.derosis.com


www.derosis.com


www.derosis.com


Faccetta Faccetta è una borsa che se c’è, si nota. La donna che la indossa è una donna eccentrica, sicura di se, estrosa, con forte personalità e carattere. La borsa è unica ed inimitabile per le sue dimensioni, per la sua forma e per il suo genere. Il decoro, posizionato solo sul davanti, è ispirato da un disegno di Jean Arp, uno dei fondatori del Dadaismo. I colori che saranno scelti per questo modello saranno sempre colori che accentueranno la forza di questa borsa. Perché Faccetta? E’ quello che viene in mente guardando il disegno.


www.derosis.com


Corallo La Corallo è una borsa che si impone sia dal punto di vista estetico e sia dal punto di vista delle dimensioni. Ciò spiega perché viene realizzata in due diverse grandezze. E’ una borsa che non passa inosservata, sia per la dinamicità dei colori sia per il suo estro. Le foglie, che la abbracciano e che sembrano alghe che fluttuano nell’acqua, si ispirano ai tanti quadri di Hanri Matisse e creano un forte motivo cromatico che rende la borsa unica. E’ adatta ad un tipo di donna che vuol farsi notare ma che riesce comunque ad essere elegante con forte personalità. Perché Corallo? Perché così l’ha battezzata mia figlia Claudia.


www.derosis.com


www.derosis.com


Gioste La Gioste è una borsa realizzata con sole tre fasce di uguale larghezza ma di diversa lunghezza cucite una sull’altra. La sua caratteristica principale è la doppia chiusura evidenziata con colori a contrasto. Il manico a tracolla rende questa borsa pratica, elegante e sportiva. Essa si adatta bene ad un tipo di donna concreta e dinamica. Il decoro, realizzato su una delle due chiusure, dà verve e stile alla borsa ed è tratto dal quadro di Henri Matisse “Il lanciatore di coltelli”. Perché Gioste? Sono le iniziali di Giovanni e Stefania, gli artigiani che hanno reso possibile questo sogno.


www.derosis.com


www.derosis.com


Ghost Ghost è una borsa sobria e ricca di stile che viene resa particolare e curiosa dal disegno sulla parte frontale. A volte la sobrietà è contrastata dalla scelta di colori un po’ più vivaci. L’intreccio delle fasce in pelle, su alcuni modelli, viene enfatizzato dal diverso accostamento cromatico. L’immagine scelta, per dar personalità e carattere alla borsa, è di Jean Arp. La donna che sceglierà di indossare questa borsa è sicuramente una donna con temperamento che ama l’eleganza e la sobrietà ma cui tuttavia piace farsi notare con un pizzico di estro. Perché Ghost? Perché le figure sul disegno ricordano due piccoli fantasmi che si baciano.


www.derosis.com


www.derosis.com


una DeRosis è unica al mondo



Lookbook derosis italiano