Issuu on Google+

Accabadora – Michela Murgia - Einaudi Marzio Carlotto © 2011

Titolo: “Accabadora” Autore: Michela Murgia Descrizione Autore: Nata a Cabras nel 1972. E’stata educatrice dell’azione cattolica, ricoprendo il ruolo di dirigente regionale nel settore giovani. Ha svolto svariati mestieri prima di diventare scrittrice. Ha scritto: Viaggio in Sardegna, Accabadora, Ave Mary. Pagine effettive: 164 Pagine dichiarate: 164 Prezzo effettivo: 16,20€ Prezzo dichiarato: 18,00€ Il nostro prezzo: 16,00€ Categoria dichiarata: Psicosociologico Categoria effettiva: Psicosociologico Trama del libro: Maria quarta figlia femmina di madre vedova, va a vivere in casa di Bonaria Urrai vecchia sarta del paese. Bonaria prende con se Maria per farne sua erede, chiedendo in cambio che la bambina si prenda cura di lei quando ne avrà bisogno. Tutto sembra andare bene, ma una sera Maria scopre la vecchia uscire furtivamente con un uomo e viene da lei rimproverata. Un po’ alla volta si rende conto che la madre adottiva è una accabadora, cioè una “femmina” che accompagna nella mote malati terminali e pazienti senza speranza. Così si scopre che c’è un sottile legame tra l’attività della Urrai come madre adottiva e accabadora: in entrambi i casi è “colei che porta i destini a compimento”. Nel finale la Urrai muore e Maria la sostituisce come sarta. Pro e Contro:  Romanzo breve  Stile narrativo accattivante  La vicenda del libro ben rappresenta una situazione arcaica  La protagonista è un personaggio esemplare della Sardegna. Recensione: L’elemento centrale caratterizzante il romanzo di Michela Murgia è lo stile. Personalissimo, aspro, scabro come la sua terra, la Sardegna, essenziale e pure profondo, fatto di pennellate e descrizioni brevissime che costituiscono una storia di silenzi e sottointesi, di sguardi furtivi scambiati in un paesaggio nemmeno provinciale ma periferico, dove un tempo immobile scandisce ritmi che le nostre metropoli non potrebbero tollerare. La vicenda narrata pone un problema interpretativo, cioè quello della storicità della figura della accabadora. Il termine in sardi marziocarlotto@libero.it | Bestseller in progress| bestsellerinprogress.blogspot.com

1


Accabadora – Michela Murgia - Einaudi Marzio Carlotto © 2011 significa letteralmente “colei che finisce”, ad indicare una donna che uccideva persone anziane in condizioni di malattia tali da portare i famigliari o la stessa vittima a richiedere questo servizio di eutanasia. Il fatto è che appunto gli antropologi non sono unanimi sulla figura in questione, cioè se sia realmente esistita o no. Forse avrebbe riguardato non l’intera Sardegna ma alcune sub regioni. Per cui il testo della Murgia rimane in bilico: libro realistico o libro simbolico? Probabilmente nelle intenzioni dell’autrice e l’uno e l’altro. Lo stesso stile della Murgia ha comunque un ruolo essenziale perché aderisce al testo, ne è per così ire il veicolo immateriale, quasi come se una vicenda del genere avrebbe potuto essere narrata solo dall’autrice. Libro interessante a mio avviso soprattutto per la soluzione letteraria creata. La nostra valutazione: Lettura interessante. Per chi si occupa di vicende etnografiche.

marziocarlotto@libero.it | Bestseller in progress| bestsellerinprogress.blogspot.com

2


Accabadora- Michela Murgia- Einaudi